venerdì 17 settembre 2010

4

Fire Pro Wrestling su Xbox 360: una notizia bellissima, stupenda, bruttissima, funesta

Chi ti segue lo sa. Nonsonpiùuncarabiniere. Lo sa che al mondo c'è il videoludobresslinz truzzo di Yuke's, quello della odierna WWE di cui non frega una mazza a nessuno in America, figurati in Italia, e quello veramente pro di Spike, la sempiterna, dorata saga di Fire Pro Wrestling. E' nell'ordine naturale delle cose, ovviamente, che al primo TGS che salti negli ultimi quattro anni venga fuori l'annuncio che aspettavi da una vita. Solo che questo annuncio, quando ne hai letto ieri al mattino (mattino presto) su kotaku sgranocchiando un pacchetto di Oreo, è stato in grado di fillarti l'animo di gioia e dolore in egual misura. E non sei diventato masochista. Non ancora. Non che tu sappia. Ché, cioè, Sei davvero contento che facciano un nuovo Fire Pro Wrestling scaricabile su Xbox 360, per quanto, ad esaminarne i contorni, la notizia assume chiaramente un colorito grigio dramma. […]

(You've got to be fucking kidding me)
Il fatto è che…

… oh, santo cielo…

…non riesci neanche a...

No, perché…

COME CAZZO FAI A FARE UN FIRE PRO WRESTLING CON QUEI FOTTUTI AVATAR DIMMERDA?!?
 

Ecco, lo sapevi. 

Cerchi di razionalizzare la cosa, di metabolizzarla piano-piano, ma poi ti si rigonfia la vena sul collo e ti riparte la brocca. Ma cercate di capire. Per quanto sia arrivato in Europa (leggi: solo in Italia) nel 2008, Fire Pro Wrestling Returns è uscito in Giappone nel 2005. CINQUE anni fa. Cinque anni lì ad aspettare un nuovo miracolo italiano giapponese, un nuovo capitolo dopo che lo Z doveva essere l'ultimo e il Returns l'ultimo ma proprio ultimo. E invece niente, e invece solo porcherie americane e cazzate come Arcade Action Wrestling (sezione Indie del Marketplace, per la pezzenteria di 80 Microsoft Points) prese solo per sostenere la scena, masticare amaro, andare a dormire turbato e risvegliarti senza più un briciolo di fiducia nel mondo, nella gente. Poi una mattina apri l'internetto e leggi che Microsoft ha parlato al popolo giallo e sudato del Makuhari Messe di un nuovo Fire Pro Wrestling scaricabile e no, non è quel pesce d'aprile del cazzo di un anno fa di Fire Pro Wrestling HD. E' una storia vera, è galbusera, arriva davvero, sospinto dal pubblico in delirio l'attaccante carica il tiro a porta spalancata e…

PALO.

Saltano fuori le prime immagini, gli Avatar con l'espressione da cazzoni, i ring circondati da sagre della polpetta, nel giardino di Homer Simpson.

Fire Pro Wrestling, the r-tard dickhead redneck edition
Te che sei abituato agli incontri hardcore di FPW, con i ring circondati da filo spinato, le gabbie esplosive, i bressler e i luchadores inzaccherati di un liquido rosso che, nossignore, non è sciroppo d'amarena Tassoni.
E nemmeno mato mato il ketchup kraft
E allora ti chiedi come possa aver fatto Spike, grande idolo pagano e al contempo ultima riserva indiana, l'ultima ridotta prima della fine, di tutti gli amanti del buon bresslinz, a infilarsi in un cul de sac così. Ma più che altro a infilarvela così nel culo.
Come avrà mai fatto, ti chiedi, Microsoft a convincerla a traslare il suo bresslinz duro e puro, i suoi roster mostruosi, nell'universo fintofelice degli Avatar che sorridono come cazzoni oppure dormono oppure saltellano e fanno ciao con la manina?

(ah, certo)
Ma per quanto la vista di quelle schermate basti a provocarti, a scelta, un'occlusione intestinale o il suo esplosivo opposto, ritieni COMUNQUE che la notizia vada classificata nella categoria BUONE. Cioè, non proprio nella cartellina OTTIME (tipo Olivia Wilde nel nuovo Tron), ma quasi. Perché? Perché la serie Fire Pro Wrestling, sia pure stuprata nella sua identità, torna sulla scena. Perché magari, che ne sai, questo metterà in moto un minimo di interesse anche tra le mandrie di teste di cippa che non sono in grado di guardare al di là del naso della propria copia di Smackdown. Perché magari, oh, da qui a qualche tempo arriva un altro, vero Fire Pro Wrestling, e con Spike si ritorna amici come ai vecchi tempi. Pronti a festeggiare intingendo i tarallucci nel vino.

Chi ti vuole bene, del resto, ti ripete sempre che nella vita devi imparare a non incazzarti sempre per tutto. A prendere il meglio delle cose e ad accontentarti del resto, ché non sai mai cosa ne potrebbe venir fuori di buono.

Cioè, c'è chi è riuscito a far ridere parlando dei campi di concentramento. Per dire
Ora, chiunque si ritrovi da poco a incrociare a queste coordinate o ci sia finito per caso, trascinato dalla corrente di Google perché cercava GRANDI FOTO SEXY DI OLIVIA WILDE, è molto probabile che a) non abbia mai sentito parlare di FPW, e b) non capisca pertanto di cosa minchia si sia parlato fino ad ora. Bene, lo stesso è invitato a puntare il suo gentile browser in direzione di queste paginette qui.

(la grande foto sexy di Olivia Wilde, invece, sta qui. Cliccaci sopra, uomo chiunque di poca fede)
 

4 commenti:

  1. Eh. Frattanto, ecco in esclusiva la resa finale del gioco:

    http://www.youtube.com/watch?v=dvRz1UEjv-k

    RispondiElimina
  2. va beh consolati col fatto che insieme hanno annunciato radiant silvergun e bangaio in hd e coop

    RispondiElimina
  3. Vabbé. Oh, Ralph, non te l'ho mai chiesto, ma se hai altro retrogaming da vendere me lo fai un fischio, sì?

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails