Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo del re del terrore. Quando Diabolik ed Eva Kant ti seminano il panico (e la polizia) in salotto

Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik recensione

Ti è arrivato Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik, e sì, è divertente far impazzire Ginko e i suoi agenti e seminarli con la Jaguar. Sul tavolino del soggiorno [...]

Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik recensione

DIABOLIK - COLPI E INDAGINI

2-4 giocatori
38 euro
Link Amazon

E dunque, nuova puntata di Antro Board, la rubrica sui giochi da tavolo dell'Antro, altro gioco ispirato a un fumetto. Solo che questa volta si tratta di una delle icone del fumetto italiano. Creato da Luca Maragno per Pendragon Game Studio, Diabolik - Colpi e Indagini è un gioco solido, divertente, ben realizzato. Da 2 a 4 giocatori controllano le due squadre del gioco, composte da Diabolik ed Eva Kant da un lato, Ginko e Morrigan dall'altro.

Diabolik ed Eva si muovono nell'ombra nello stato di Clerville e per vincere devono portare a termine i tre colpi selezionati in modo casuale a inizio partita (tra i sette disponibili). La squadra dei poliziotti deve ovviamente fermarli, alzando al massimo il livello di pericolo indicato da un segnalino sulla plancia.

Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik recensione

Questo vuol dire che, fino a quando non vengono individuati dalla polizia, Diabolik ed Eva si spostano senza essere visti. Le loro pedine non vengono posizionate sulla mappa, ma sulle caselle laterali, quelle dei Movimenti nell'Ombra. Quando però la polizia indaga nel luogo in cui si trovano Diabolik o Eva, questi sono costretti alla fuga sulle strade della mappa.

Ogni round si svolge in tre fasi. Prima si muovono i personaggi secondari che si trovano sul tabellone, quei volti da quarta di copertina di Diabolik, con lo sfondo a tinta unita: Amira, Clara, Juliana... Poi tocca ai Criminali, infine alla Polizia.

Ciascun personaggio può effettuare 3 azioni durante il suo turno. Alcune sono comuni per tutti i personaggi (muoversi, combattere, curare una ferita, fare un'attivazione, pescare una carta...), mentre altre sono specifiche, come indagare o mettere in gioco un agente per la squadra della giustizia, o tornare nell'ombra per il team del malaffare. I combattimenti sono gestiti da un dado costellato di pugnali e pistole: doppio coltello o pistola uguale doppio colpo.

Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik recensione

Poi ci sono le abilità, la Jaguar di Diabolik che può essere usata per agevolare la fuga, e le condizioni necessarie per attivare le tre parti di un Colpo (per i criminali) e di un'Indagine (per la polizia). Diabolik ed Eva hanno a disposizione uno schermo con una minimappa dello stato di Clerville, per tenere nascosti i loro obiettivi e studiare le proprie mosse. All'interno dello schermo ci sono anche varie vignette con balloon che è possibile indicare con un dito per dialogare e coordinare le proprie azioni senza farsi sentire dai giocatori avversari.

Il manuale, con i ritratti dei personaggi firmati da Matteo Buffagni (l'illustrazione sulla scatola è invece di Riccardo Nunzianti) è molto chiaro, e hai apprezzato la presenza nella scatola di uno scenario rapido, Fuga da Clerville: una partita introduttiva per iniziare a giocare subito, o per spiegare velocemente le meccaniche base a un nuovo giocatore. 

Per leggere e assimilare le regole si impiegano due minuti, e la partita dura in questo caso solo mezz'ora ed è una versione semplificata del gioco completo. Praticamente un minigioco nel gioco.

Diabolik - Colpi e Indagini, il gioco da tavolo di Diabolik recensione

Che altro dire? Visivamente davvero bello, Diabolik - Colpi e Indagini è un gioco da tavolo che hai trovato estremamente avvincente. Il mix di fughe, combattimenti e ragionamento per la sequenza con cui affrontare i Colpi, la varietà di situazioni e il bilanciamento riuscito tra i personaggi - fatto salvo che tutti vogliono usare i criminali, ok. Ma lì basta fare a turno - funzionano molto bene, facendo scivolare via in un attimo quell'oretta che si impiega per completare una partita. 

Ha un prezzo accessibile - siamo sotto i 40 - è un gioco tutto italiano, risulta figo anche a chi non è un superfan del re del terrore, o non ha vissuto in sua compagnia tutti quei viaggi in treno. 

La prossima volta parliamo delle quattro espansioni de L'Isola di Fuoco, tempo di far saltare un po' di vipere, ragni e tigri in giro. 

TUTTI GLI ALTRI GIOCHI DI ANTRO BOARD

Vetrina Antro su AmazonAntro Shop: felpe, magliette e tazze della deboscia
13 

Commenti

  1. Visivamente davvero bello...niente da dire, mi sembra abbiano reso bene lo stile e l'atmosfera del fumetto.

    RispondiElimina
  2. visivamente impressionante, ma onestamente trovo troppo complicati questi giochi "nuovi", richiedono sempre troppe regole rispetto ai giochi di società classici

    specialmente se c'è qualcuno che non ci ha mai giocato, alla fine si finisce sempre al solito "Risiko o Monopoli?", con "Non t'arrabbiare" in caso vogliano giocare anche dei bambini...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehr. In una rubrica sulle novità dei giochi da tavolo, si parla di giochi da tavolo. Nuovi. Alcuni dei quali, come King of Tokyo o Wacky Races, anche estremamente semplici. Sì, anche per i bambini. Nel senso che ci gioco con una bambina di sei anni. Peraltro, in questa recensione si parla di una modalità semplificata di Diabolik, che si spiega in due minuti e si inizia a giocare subito.

      Poi se uno preferisce "giocare sempre al solito Risiko o Monopoli", è ovviamente il padronissimo di farlo, ci mancherebbe. Ma a quel punto non ha senso interessarsi a giochi nuovi, se tanto si parte dal presupposto, anche per quelli semplici, che "sono sempre troppo complicati".

      Ho cominciato a occuparmi di questi nuovi board game un annetto e mezzo fa. Alcuni sono impegnativi, altri estremamente semplici, dipende. Come per tutte le cose. Generalizzare non serve a molto.

      Elimina
    2. Ti assicuro, il Doc per ora non ha mai presentato giochi con meccaniche complicate e questo non mi sembra complicato. Volendo rimanere ad un grado di complicazione più basso ci sono quasi esclusivamente i partygame per bambini piccoli che si basano solo sulla fortuna; credo il Doc non si rivolga a loro quando fa una recensione di qualcosa.
      Le regole di un gioco del genere sono più complicate da spiegare a parole rispetto che da mostrare. Sono certo che se fossimo io, te e il Doc insieme il Doc ci metterebbe 5 minuti a spiegare a noi come funziona il tutto.
      Monopoly e Risiko sono dei bei giochi ma hanno delle meccaniche un po' fruste e arrivato alla mia età voglio un po' cambiare.
      Ultimo cosa, non sottovalutare i bambini piccoli. Mia figlia, con grande disappunto di mia moglie, vuole giocare a Zombicide e vedendo giocare me e i miei amici ha capito le regole. Sulla strategia non ci siamo ancora tanto ma se le spiego che con un'aema fa danno dal 4 o più capisce se ha colpito oppure no. Detto questo è ancora giovane per uccidere zombi.

      Elimina
  3. Non mi è chiaro come si giochi 1 vs 1. Si usano sempre tutti i personaggi e ogni giocatore usa due personaggi o si prende un personaggio a testa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono sempre tutti e quattro i personaggi in scena. Se si gioca in due, uno ha la squadra dei criminali (Diabolik ed Eva), l'altro quella della polizia (Ginko e Morrigan).

      Elimina
    2. Immaginavo, grazie.
      Trovo geniale l'aver messo le vignette per comunicare senza parlarsi.

      Elimina
    3. Sì, è un'idea semplice ma estremamente funzionale. Indichi col dito e sei a posto.

      Elimina
  4. Da grande appassionato di giochi da tavolo apprezzo molto questa rubrica e credo sia importante dare una possibilità di allargare gli orizzonti in questo settore. Non è vero che tutti i giochi della nuova generazione siano complicati o non adatti ai bambini....basta saper scegliere e magari farsi consigliare.
    Ci sono tante associazioni, ludoteche e tanti appassionati che generalmente sono cordiali e anche bravi nell' indirizzare le persone ai giochi da tavolo in base a gusti e livello di difficoltà......covid permettendo ovviamente, sigh.....

    RispondiElimina
  5. Molto carino! Potrebbe essere un buon gioco per coinvolgere mia moglie che apprezza il personaggio, ma non ama i giochi complicati.

    Poi con me si sfonda una porta aperta, che sulla collezione di Diabolik di mia madre (completa dal mitico numero uno) ho imparato a leggere da bambino. :D

    Cheers

    RispondiElimina
  6. In sostanza l'ennesima, interessante, variante di Scotland Yard, con il pregio di essere italiana.

    RispondiElimina
  7. Interessante e nello spirito di Scotland Yard e della Furia di Dracula. Un plus che abbia per protagonista un Eroe Nostrano invece di un anonimo investigatore. Da provare.

    RispondiElimina
  8. Ciao Doc, te la butto lì...
    di Diabolik non so pressochè niente... ammetto ignoranza, ma sta per uscire il film fatto dai Manetti Bros con Marinelli (che ho amato in Jeeg robot) e Miriam Leone.
    Ma, quando esce, un'intervistona delle tue ai Manetti, con un'occhio alla tua prospettiva di divoratore di fumetti?!

    Io seguo i Manetti da un pezzo, con le prime puntate dell'ispettore Coliandro (personaggio di Lucarelli) interpretato da un grande Giampaolo Morelli, ripescato poi dai Manetti in un paio di musical partenopei sui generis ("Song'e Nauple" e "Ammore e malavita") con per protagonista femminile Serena Rossi.

    Già Coliandro è un mondo a parte, per come ironicamente citava il poliziottesco quando ancora non lo faceva nessuno (2006), e per alcuni aspetti pulp. e per come dipingeva una tetra e violenta Bologna.
    Paraticamente una delle poche serie Rai non della Lux-Vide e politicamente scorrette.

    Poi i due musical di cui sopra sono un'atto di amore a Napoli che si lasciano guardare con piacere.

    Con queste premesse, conosco poco Diabolik ma attendo il film con molta curiosità...

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy