One Punch Man: A Hero Nobody Knows, la recensione del gioco di One Punch Man


Questa mattina, scaduto l'embargo, è uscita su IGN Italia la tua recensione di One Punch Man: A Hero Nobody Knows, il videogioco di One Punch Man disponibile da oggi per PS4, Xbox One e PC. Ecco l'incipit della recensione [...]

One Punch Man A Hero Nobody Knows recensione PS4

E dunque: hai un tipo invincibile, le cui avventure si reggono incredibilmente da anni su questa gag dell'eroe improbabile fissato con gli sconti del supermercato e in grado di disintegrare qualsiasi avversario con un singolo pugno. Come ci costruisci un fighting game attorno? Con un po' di mestiere, ma soprattutto prendendo spunto da quanto accade proprio nel manga di Saitama da un po' di tempo a questa parte. 

Trasformando di fatto il protagonista in una comparsa di lusso. Nell'esplosione comica, più o meno letteralmente, che intervalla i momenti in cui Genos, Spatent Rider e il personaggio controllato per la maggior parte del tempo dal giocatore scambiano calci e pugni con esseri misteriosi, alieni e tutto un etereogeneo bestiario di brutti ceffi.

La struttura di gioco di One Punch Man: A Hero Nobody Knows, gioco sviluppato da Spike Chunsoft per Bandai Namco e disponibile da oggi per PS4, Xbox One e PC, è cucita proprio su quello che il titolo promette. L'eroe che nessuno conosce non è solo Saitama, essere di una potenza inimmaginabile ma che fatica a scalare la classifica degli eroi perché fondamentalmente nessuno, tranne il suo allievo cyborg, crede in lui. L'eroe sconosciuto è anche l'alter ego creato dal giocatore. 

Un personaggio che nel corso del gioco acquisisce nuovi attacchi, vede crescere le proprie statistiche, può essere customizzato a piacimento e interagisce con una trentina di personaggi provenienti dal manga creato nel 2009 come webcomic da ONE, e reso popolarissimo dalla versione cartacea disegnata da quel mostro di Yusuke Murata e dall'anime che ne è stato tratto. 

CONTINUA QUI


Commenti

  1. Ho dato una occhiata alla recensione e al gameplay ed effettivamente è un gioco per i fan. Mi ricorda tanto, come dinamiche, Dragon Ball Tenkaichi Budokai 2 per WII. Era figo collezionare i personaggi e potenziare quelli che ti stavano veramente simpatici e migliorarsi fino a raggiungere il livello Z in tutte le sfide ma poi diventava estremamente monotono. Con C18 asfaltavo la qualunque; i tra colpi segreti aveva una combo devastante, una barriera di difesa impenetrabile e attacco non parabile.

    PS: mi rammarico sempre perché salto le tue live.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH