Dino-Riders, tutta la linea recensita (parte II, 1989-1990)

Dino-Riders 1989-1990 tutti i modelli

Seconda e ultima parte della carrellatona totale dei Dino-Riders, la linea di giocattoli a base di dinosauri corazzati che a fine anni 80 ha ridefinito il concetto di figata astrale rotante. La seconda serie, la terza e Ice Age, ma anche il cartone animato, i fumetti e... il collegamento con la Marvel e Cadillacs and Dinosaurs? Ayeah [...]


SERIE 2 (1989)

La seconda wave dei Dino-Riders esce nell'89 ed è composta da ben 7 dinosauri dei buoni, i Valorian, e solo tre dei villanzoni Rulon. C'erano da riequilibrare le cose per quella faccenda del Tirannosauro in mano ai cattivi, pare.


BRONTOSAURUS

Il mastodontico Brontosauro, il Dino-Rider più grande di tutti, era lungo quasi un metro. Una meraviglia munita di postazioni di fuoco, panaro della spesa da calare dal terrazzino con un Valorian appeso, tre personaggi (Serena, Ion e Ayce) e tre mini-dinosauri volanti (Rhamphorhynchus) bombardieri. Praticamente la Yamato dei Dino-Riders.


STEGOSAURUS

Il fichissimo non già del baseball ma del Giurassico superiore, lo Stegosauro, è l'unico modello di tutta la seconda serie con il movimento a pile. Le figure incluse erano Tark e Vega.



EDMONTONIA

Altro Dino-Rider di un certo livello, l'Edmontonia aveva tutta questa corazza spalancabile. Quelle robe azzurre sono pale da elicottero che ruotavano agendo su una levetta, per falciare via i Rulon con un certo stile.


DIMETRODON

Il dimetrodonte aveva la bocca apribile premendo il solito tasto vicino alla coda, e magari seri problemi di tenuta in curva, visto com'era bilanciato il peso tutto su un lato. Quel Valorian debosciato di Shado.


PACHYCEPHALOSAURUS

Il Pachycoso-sauro, accompagnato da Tagg, assumeva una posizione da battaglia alzandogli la coda: chinava la testa, pronto a prendere a capocciate il nemico con quel frontone gigante (tutto quel nero in mezzo agli occhi, probabilmente, era una gigantesca ecchimosi).


STRUTHIOMIMUS

Passando ai dinosauri Valorian sfighé di questa Linea 2, lo Struthiomimus era pochissimo articolato: potevi muoverne solo le zampe superiori, le gambe erano fisse. Un'action figure terribilmente poco action. Il suo pilota-cumpare era Nimbus.


PROTOCERATOPS

Infine, per la tristA categoria appiedati, Protoceratops con Kanon. Kanon al massimo si poteva appendere al volo, in stile Fantozzi, come illustrato sul box del giocattolo, che riproduceva i due in un'eroica fuga dal nemico.


Molto eroica. Ah, sfighé quanto vuoi, ma questi Dino-Riders della seconda serie sono spesso difficili da trovare e boxati costano una tombola.


KENTROSAURUS

Passando ai villici, il Kentrosaurus aveva un'altra corazza estremamente cool, con una postazione di fuoco laterale per Krok, il Rulon patatino.


SAUROLOPHUS

Il Saurolophus era invece piuttosto bruttarello. Anche questo cambiava posizione d'attacco agendo sulla coda, come il Pachycephalosaurus. Era inclusa una postazione da imboscata in cui nascondere il Rulon Lokuss.


PLACERIAS

Il Rulon per appiedati di questa serie è Placerias. Ma poco male: il suo padrone si chiamava Skate, avrà saputo cavarsela. Il dinosauro era dotato di un pinzone sulla schiena per catturare i nemici.


SERIE 3 E ICE AGE (1990)

Nel '90, Tyco sforna tre nuovi dinosauri (due Valorian e un Rulon) e la sottolinea Ice Age, le cui bestie a sangue caldo sono tutte Valorian.


PACHYRHINOSAURUS

Rarissimo da trovare boxato a prezzi che non comportino l'espianto di entrambe le retine e di almeno tre polmoni da non fumatore, il Pachyrhinosaurus, accompagnato da Atlas, era un resculpt di triceratopo e torosauro della prima linea, con l'aggiunta di un cornone gigante. Modello motorizzato.


CHASMOSAURUS

Altro resculpt, questa volta dello Styracosaurus, il Chasmosaurus muoveva la testa se si spingeva la coda nella direzione opposta. Figure abbinata: Llava l'entusiasta.


QUETZALCOATLUS

Infine la versione Rulon del Quetzalcoatlus visto nella prima wave. Corazza e schema di colori diversi, ma anche questo sbatteva le ali.


WOOLY MAMMOTH

Passando ai mammiferi della sottolinea Ice Age, molto pubblicizzati da GiG ai tempi, il mammuttone pelosone motorizzato era accompagnato dal primo di tanti ominidi praticamente tutti uguali, qui chiamato Grom, e quindi destinato a fare figure da gelataio.


GIANT GROUND SLOTH

Il compare Ulk cavalcava invece un bradipo gigante (ché siccome l'evoluzione ama farci gli scherzoni, il megaterio era una bestia gigantesca a cui nessuno poteva rompere il pazzo, e non si sa bene come si sia arrivati ai bradipi di oggi, suoi lontani pronipoti debosciati, ma di sicuro sono stati i videogiochi e la droga).


KILLER WART HOG

Il facocerone assassino era affidato non a un Neanderthal, ma a un uomo di Cro-Magnon, il gianfransuà preistorico Zar.


SABRE TOOTH TIGER

L'altro Cro-Magnon, Kub, che appariva nell'episodio speciale del cartoon (vedi sotto), montava invece sulla tigre dai denti a sciabola, lui sì un Ka-Zar, solo che brutto e con seri problemi di ipertricosi.


Oltre ai dinosauri, tra l'89 e il '90 arrivarono nei negozi un frappo di "nuove" figure blisterate, in molti casi repaint di vecchi personaggi. La serie 2 includeva le seguenti coppie: Questar / Krulos, Skwirm / Serena, Sludj / Minzei, Kraw / Graff, Drone / Hondo, Dedeye / Yungstar, Snarrl / Ursus, Poxx / Neutrino.

Come si evince dalle foto, alcuni personaggi avevano un nome diverso in Italia: Kraw era diventato ad esempio Cerbero, Sludj e Mind-Zei erano Vandal e Minzei.


I Dino-Riders Commando erano invece personaggi con accessori speciali, in stile G.I. Joe: lo sminatore Bomba, l'esperto di mimetizzazione Kameelian, lo scalatore Rok, lo spaziale Astra, l'artigliere Faze, il mago del parapendio Glyde.

Li sceglievano per il nome, dice.


Anche i mammiferi aggressivi di Ice-Age erano accompagnati da una salva di figure blisterate. Otto coppie: Tor / Gorr, Onk / Buzz, Agga / Gill, Urg / Rayy, Ecco / Squish, Wizz / Gutz.

Ma Ecco non era un delfino, fischi dagli spalti.


Il cartoon dei Dino-Riders era composto da 13 episodi, più una puntata speciale finale uscita in VHS per promuovere i modelli Ice-Age. La serie è stata trasmessa negli USA in Syndication, tra l'ottobre e il dicembre dell'88. I primi due episodi erano stati lanciati però in VHS diversi mesi prima.

In America la serie - animata dai soliti studi sudcoreani - veniva trasmessa in syndication nel blocco Marvel Action Universe della Marvel Productions, insieme a Robocop. Da noi è arrivata sulle reti locali.


Per quanto riguarda i fumetti, oltre ai due minicomic in stile Masters of the Universe allegati ai giocattoli,


c'era una miniserie Marvel. Tre numeri datati marzo-maggio 1989, scritti da George Caragonne e disegnati da Kelley Jones, che poco dopo sarebbe diventato famosissimo grazie al suo Batman pieno di muscoli - addominali, ma non solo - aggiuntivi.


Come dicevamo la volta scorsa, chiusa nel '90 la linea Dino-Riders, Tyco ha riciclato vari modelli per una nuova linea dal look più serioso, legata allo Smithsonian Institution di Washington. Le è bastato tirar via corazze e omini, e vualàààaz.

La serie Smithsonian Institution Dinosaur includeva venti modelli, con alcuni nomi cambiati (da Quetzalcoatlus a Pterodactylus, ad esempio), diversi box doppi e pure alcuni cugini di Ice Age (il mammuth, la tigre dai denti a sciabola e il bradipone gigante).

Ma non si è trattato del solo riciclo degli stampi dei Dino-Riders compiuto da Tyco.   


Nel '93, per accompagnare la serie animata Cadillacs and Dinosaurs - tratta dal fumetto Xenozoic Tales e nota ai più per il picchiaduro da sala Capcom - Tyco s'inventò un nuovo packaging, delle nuove corazze che ricordavano vagamente quanto visto nel cartoon, e ributtò sul mercato alcune vecchie conoscenze: Quetzalcoatlus, triceratopo, Kentrosaurus e Deinonychus.

Dovrebbe essere più o meno tutto. Prossima tappa di questa mappatura delle vecchie linee di giocattoli... ah, sorpresa. Ovvio.


MASTERS, TRANSFORMERS, MASK: LE ALTRE LINEE DI GIOCATTOLI RECENSITE


36 

Commenti

  1. La serie di Cadillacs and Dinosaurs da noi l'hanno passata pochissimo e ricordo pochissime puntate ma ignoravo avessero fatto anche dei giocattoli recicloni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cartone era davvero poca cosa rispetto ai giocattoli.

      Elimina
    2. Sono andato un po' OT perché mi ricordo molto poco i Dino-Riders e tutte le volte che cerco di ricordarmi il cartone mi vengono in mente i Dinosaucers che non centrano nulla.
      Cercando nell'internet il nome della serie succitata scopri che è pieno di cartoni a tema dinosauri ed effettivamente la cosa si spiega abbastanza da sola.

      PS: qualcuno ha dei figli che gli hanno sfortunatamente fatto vedere quella merda colossale di Saurini. Fortunatamente a mia figlia non piace e non lo guarda ma quanto è brutto.

      Elimina
    3. Io coi Saurini c'ho avuto a che fare per lavoro.
      Sul serio. E non è un bel ricordo.

      Elimina
  2. PROTOCERATOPS
    AVEVO PURE QUESTO oltre allo sbilanciato dimtrodonte :D!
    non me lo ricordavo perchè era proprio insignificante porello :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, a tenerne da parte la scatola, di quel dinosauro pezzente...

      Elimina
    2. Pure io dovrei tenere un PROTOCERATOPS... Ma senza scatola non vale 'na mazza?

      Elimina
    3. Magari con i flap e tutto 2 soldi li vale pure, ma in compenso tutti i Riders rimangono bellissimi modelli da collezione...

      Elimina
  3. Linea Ice Age saltata a piè pari al suo tempo... non reggeva proprio il confronto...
    A margine, ma quanto era fico l’artwork delle scatole? Le scene di massa mi facevano impazzire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Art bellissimi, di cui ignoro gli autori. Quelli con il T-Rex, in particolare, hanno fatto epoca.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Per il prossimo giro io voto TMNT oppure (per noi nati negli '80s) Biker Mice from Mars.
    Ah, non si vota?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema delle Turtles è che sono settantamilamiliardi di modelli. Magari le prime linee... mo' vediamo. Ma non è in ogni caso quello che avevo in mente per la prossima volta.

      Elimina
    2. Quoto Gigos per le TMNT, anche solo le prime due/tre serie che hanno davvero fatto epoca.
      Certo si prospetta un lavorone assurdo…

      Grazie eh, Doc? ^^

      Elimina
  6. Ice age proprio mai vista. Il brontosauro lo attendevo al varco <3

    RispondiElimina
  7. Rammento la Ice Age dalle pubblicita' su Topolino ma mai vista dal vivo...mi sembrava assurdo mescolare i cavernicoli con la tecnologia. Giusto per curiosita' qualche anima pia mi spiegonerebbe la trama di codesto episodio speciale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se cerchi sul Tubo "Dino-Riders Episode 14", puoi guardartelo direttamente per intero.
      A ogni modo, da uichipìdia:

      "Upon the S.T.E.P. being repaired, the Dino-Riders work to keep it from being claimed by the Rulons where an accident sends the Commandos members Astra, Kameelian, Bomba, Faze, and Glyde to the Ice Age where it leads to them encountering it's creatures and a tribe of Cro-Magnon led by Zar. As the Commandos work to repair the S.T.E.P. and reunite with the Dino-Riders, they must also help Zar's tribe in their fight against Grom's tribe".

      Elimina
  8. https://1.bp.blogspot.com/-BXSRhjAySoI/XWzC4F0W8YI/AAAAAAACAx4/zsATehWEiZMAXC88udg0Tuv_cxKga82igCEwYBhgL/s1600/19-figure-Dino-Riders-serie-2.jpg

    "Oh finalmente una ragazza nel team, come si chiama?"
    "URSUS."

    Ma poi, non c'era una regola non scritta che i cartoni americani dovevano avere una rossa nel team dei buoni? Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi erano alieni confusi. Non sapevano, non capivano.

      Elimina
  9. Ho capito bene, nella linea "ice age" tutti i personaggi facevano parte della fazione dei "buoni"? Ed allora in teoria contro chi avrebbero dovuto combattere? Fra di loro, per sport o per odio razziale?

    O avrebbero semplicemente dovuto interagire con i dinosauri di qualche milione di anni prima? In effetti, visto che l'uomo non esisteva al tempo dei dinosauri, che dietro ci fosse una macchina del tempo o qualcosa del genere non è da escludersi. Non so proprio che spiegazione in-universe avessero dato per la coesistenza di uomini e dinosauri! No, non mi ricordo se ho mai visto il cartone oppure no...

    RispondiElimina
  10. Ricordo nettamente il cartone dei Dino saucer ,ma questo proprio non riesco a farmelo venire in mente. Più o meno quando fu trasmesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo poco dopo la messa in onda negli USA, a fine anni 80.

      Elimina
    2. Grazie doc , ma è nebbia totale. Del resto sto perdendo la memoria, vado avanti a bigliettini.

      Elimina
    3. Probabilmente doveva essere l'89 perchè mi ricordo che li davano insieme agli Headmaster che sono su per giù di quel periodo...

      Elimina
    4. Errata correge: era in realtà l'88

      Elimina
  11. Mamma che emozione! Anche la seconda wave dei Dinoriders faceva paura, una figata proprio!
    avendo commentato ampiamente nell'altro post quanto erano fighi e quanto ho amato questa linea di giocattoli, mi limiterò solo ad alcuniricordi sparsi:
    1) la seconda wave di 'Riders arrivò prestissimo e ricordo che nell'estate dopo il bellissimo natale con il torosauro, giravano in casa modelli nuovi di bestie preistoriche corrazzate. Di questi ne avevo un paio, precisamente quello con la pinza e il simil struzzo.
    L'era glaciale la vedevo solo nelle pubblicità, ma ormai avevo 10 anni e c'era questa cosa nell'aria che "ormai sei grande, devi iniziare a crescere, queste cose ormai sono per piccoli" e quindi fingevo di non interessarmene (poi dopo venticinque anni scopriamo che ad averceli ancora adesso varrebbero un piccolo patrimonio...). Ma non ho mai capito la cosa degli uomini preistorici... Boh...
    2) Come per i minicomics dei Masters, anche quelli dei Dinoriders erano l'unico vero stimolo che serviva per imparare a leggere, sono stati senza-meno le mie maestre dell'asilo/elementari.
    Il fumetto Marvel di Dinoriders fu serializzato nel '90 su "6 Forte", ennesima rivista nata per reclamizzare roba della Mattel, nipote di "Più" e figlia di "Magic Boy/Girl".
    3) Il cartone animato invece ricordo chiaramente che passava per il circuito di Odeon TV. Era questa una delle migliori reti in assoluto, tempestava i ragazzi di meravigliosi cartoni animati. Le trasmissioni nell'89 erano alle 19/20 di sera prima di cena e lo davano credo in primavera o estate. Ricordo chiaramente che gli episodi dei Dinoriders venivano trasmessi un giorno si e uno no insieme ai Transformers Headmasters (serie giapponese) e si dividevano la settimana tipo con i Cavalieri dello Zodiaco e, boh, forse Gorilla Force?

    Vorrei continuare, ma la bruschetta me lo impedisce.... T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, probabilmente con Gorilla Force. Che tempi davvero.

      Elimina
  12. Quei giocattoli facevano perdere ettolitri di bava... cioè mi prendi un dinosauro, apice della ficosità e ci piazzi dei laser? InstaSold!


    Piccolo OT, Doc, è possibile ascoltarti su twitch a schermo del cell spento? le nove sono il peggiore degli orari per me, tra il fatto che o sto ancora lavorando, o devo preparami ad andare a lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei. Hai provato con cuffie e schermo a faccia in giù? :)

      Elimina
    2. Un po' difficile in fabbrica...

      Elimina
  13. No, fermi tutti: a parte che i mammiferi Ice Age erano brutti come la morte ma...
    Un Mammuth
    Un Bradipo
    Una Tigre dai denti a sciabola
    ...e il Killer Warth Dog ha CHIARAMENTE la faccia di Scrat incacchiato…

    Abbiamo trovato l'origine de l'Era Glaciale della Dreamworks!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo si diceva ieri anche nei commenti su FB.
      In effetti, se a Sloth lo droghi abbastanza di videogame...

      Elimina
    2. Quello...più digiuno forzato, deprivazione sensoriale e la voce di un Bisio sotto acidi.
      Capolavorò.

      Elimina
  14. Doc, per i Gi-Joe c'è speranza o sono un bagno di sangue da recensire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure quelli sono un miliardo e mezzo, ma mi piacerebbe tanto. Magari fermandoci alle prime wave, come fatto per i Transformers.

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy