Nanoblock: Tokyo (o un veliero o un samurai) nel palmo di una mano e altre storie dalla tua nuova fissa per i micromattoncini giapponesi

Nanoblock recensione tokyo set sailing ship

Strano tu non abbia mai parlato dei Nanoblock considerato il numero di set comprati - soprattutto per regalarli - durante le ultime scorribande in Giappone. Ma ora che hai montato alcuni set per te, trovando tipo il nirvana nell'assemblare la città di Tokyo e un veliero con dei mattoncini piccolissimi, è decisamente giunto il momento di farlo. Di spiegare, innanzitutto, cos'hanno di così figo (e di diverso dai capostipite Lego) i Nanoblock e perché questi mattoncini sono così tanto giapponesi. E tutto d'un tratto, il coro: re-cen-sio-ne! Re-cen-sio-ne! [...]


NANOBLOCK TOKYO (NB-040)
Prezzo: 70
Link Amazon


Creati dalla giapponese Kawada nel 2008, i Nanoblock sono una presenza fissa nelle vetrinette dei negozi di giocattoli nipponici. Sirene di plastica che ti hanno sempre attirato soprattutto per i tanti temi giapponesi proposti. Da qualche tempo sono distribuiti ufficialmente anche in Europa, e su Amazon c'è tanto di store italiano.

Cos'hanno di particolare, oltre ai soggetti, i Nanoblock? Il fatto di essere molto piccoli. Il mattoncino più piccolo, il "cubetto da 1", è infatti grande solo 4x4x5 mm. Il che comporta due cose: la prima è che si entra in un mood diverso, quando si assembla un set, rispetto ai LEGO.

Non è facilissimo spiegarlo, ma se state pensando a un'esperienza frustrante per via delle dimensioni, è l'esatto opposto: vieni posseduto da una serenità che ti ha indotto praticamente subito una perigliosa dipendenza verso queste microcostruzioni venute da Tokyo. E parlando di Tokyo...


Questo set propone una versione in miniatura della città, con alcuni edifici simbolo della capitale. Sono in tutto 1.280 mattoncini e la scatola indica un livello di difficoltà pari a 4 (su 5), ma non hai trovato alcun punto ostico. Le istruzioni (con testo anche in inglese) sono chiare, i passaggi semplici, sei andato avanti spedito anche con le tue ditone, completando il tutto in circa tre ore, spalmate su due sere.


La seconda conseguenza del microformato dei nanoblock sono ovviamente le dimensioni contenute dei set. Come si vede dal confronto all'americana con le mie dita, il tutto è compreso in poche decine di centimetri: 24 di larghezza, 19,2 di profondità, 10,7 di altezza. Il vantaggio è che gli si trova spazio facile anche nelle nostre case già piene di pupazzi, robot e astronavi (immaginate quanto sarebbe stato più grande un set del genere con i mattoncini danesi).


Il colpo d'occhio, nel guardare strutture così piccole e stilizzate, è inoltre notevole. Guardate non solo la Torre di Tokyo, la Sky Tree, Asakusa con il Kaminarimon e lo stadio, ma le strade sopraelevate, le navi, gli Shinkansen in arrivo alla stazione di Tokyo. Il Palazzo del Governo Metropolitano in mezzo ai grattacieli di Shinjuku. Il Rainbow Bridge.

Per tutti gli affetti da mal del Giappone (cioè, secondo stime accurate condotte dall'Università di Fantasilandia, il 99,9% di chi c'è stato almeno una volta nella vita), avere lì sulla scrivania una piccola Tokyo dà calore. Oltre a farti venire una voglia feroce di tornarci, certo.

Ora ci manca solo un Godzilla in miniatura: ci stai lavorando, visto che ogni set ha pure qui sempre un po' di pezzi che avanzano. E tirar fuori delle robe custom, partendo da mattoncini così piccoli, è abbastanza semplice.


NANOBLOCK SAILING SHIP (NB-030)
Prezzo: 80
Link Amazon


Il Veliero è un soggetto meno giapponese, ma ti ha dato grande soddisfazione, anche se non suoni il clarinetto e non ti occupi di cercare mostri per conto di clienti avvenenti.


Qui i pezzi sono 2.490 e ci sono volute circa quattro / cinque ore in tutto. Ecco un po' di foto scattate durante l'assemblaggio. La quantità di mattoncini che va in quelle vele è semplicemente spaventosa.


(Occhio ai flutti e ai cannoncini. La fila inferiore si muove leggermente in avanti e indietro, per dare l'idea che il veliero sta effettivamente cannoneggiando qualcuno o qualcosa, sulla libreria di fronte).


Eeeeee (rullo di tamburi)... là, finito! Gli alberi possono essere ruotati per orientare le vele, e queste ultime si piegano in diversi punti, per gonfiarle quando il vento tira dalla parte giusta, lasciarsi trasportare dalla voglia di mollare il pappafico o abbandonare a se stessa l'imbarcazione in un mare pieno di squali invisibili in caso di bonaccia.


Questo set include anche tre minipersonaggi (nel mondo Nanoblock chiamati Nanoid) con parruccone e cappello, alti pochi millimetri, di non facile collocazione in questo contesto. La tentazione di darli in pasto agli squali invisibili è forte.


Alcuni dettagli: le ancore, i cannoni...


...e il GRANDE RITORNO DELLA MANO CREATRICE che indica le proporzioni. Il Veliero, specchio di mare compreso, è lungo 32 cm, largo 13, alto 23,5.


E su questo scaffale della scrivania, davanti a Monster (e giustamente con la prua puntata verso il Porto Proibito di Radice e Turconi, seems legit) ci sta proprio un bigiù.

Ma esistono anche set più piccoli? Sure.


NANOBLOCK SAMURAI (NBH-124)
Prezzo: 25
Link Amazon


Questo è il samurai a cavallo. 450 pezzi e un'oretta e mezza di assemblaggio, 



che danno vita a questo.


Altri soggetti Nanoblock molto nipponici sono il Kinkakuji (il Padiglione d'Oro di Kyoto, 15 euro), il Fushimi Inari (28) o il Kaminarimon (15). Ma ci sono anche il Grande Buddha di Kamakura e monumenti di altri paesi, come il Colosseo, la Torre di Pisa, il Louvre o i Moai dell'Isola di Pasqua.

Hai altri due set piccoli in casa:


Il Daruma (giustamente messo accanto a un daruma), aka set Nanoblock NBC-045, costa 10 euro ed è composto da 180 pezzi.


E poi hai il basso elettrico (NBC-205). Perché tra i vari strumenti disponibili (chitarre, batteria, piano...), non è che potevi scegliere altro. C'era proprio del carisma carismatico che ti attirava verso quella bustina.


Le pinzette che vedete in questa e in altre foto sono pinzette speciali Nanoblock (NB-019), con una scanalatura per staccare i pezzi assemblati per sbaglio e piazzare con maggiore facilità alcune parti piccole in caso di mano incerta. In realtà non è che tu ne abbia davvero bisogno, quando monti questi set, ma fanno molto professional e Giappone e complicazioni dell'uomo moderno che si fissa a fare alcune cose in un determinato modo.

Prossimo set? Non lo sai ancora. Ma ce ne sono un paio di che ti tentano tantissimo, dannazione. Ne parliamo magari la prossima volta.

VIENI IN GIAPPONE CON ME A OTTOBRE!
54 

Commenti

  1. Bellissimi Doc, li avevo già adocchiati su Amazon tempo fa ma poi mi sono concentrato su altre cose (tipo il set spazio classico di Lego Movie 2, dietro tuo consiglio, ovviamente). Ti devo solo segnalare un refuso sulle dimensioni di Tokyo, l'altezza penso sia di 10,7 cm e non 107 come riportato, altrimenti sarebbe alta come mio figlio!!
    Faccio anche outing dicendo che ho comprato il Millenium Falcon quello di dimensioni "normali" ma dalla filiale asiatica dell'azienda danese: trasporto incluso l'ho pagato 33 euro rispetto ai 200 e passa ufficiali. Devo ancora montatlo ma non sembra discostarsi molto da quello regolare.
    Lo so, sono una brutta persona però è il prezzo per non rovinarsi economicamente (visto che sono già sulla buona strada).

    RispondiElimina
  2. "visto che ogni set ha pure qui sempre un po' di pezzi che avanzano"
    voglio ridere quando la tua torre collasserà miseramente su se stessa per un "pezzo che avanza" :-D

    Comunque roba pericolosa da incauto acquisto questa... Proprio ora che ho i figli piccoli ed una voglia immonda di comprargli le costruzioni che piacciono a me, per fare giocare loro ovviamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. /Goccia fredda sulla tempia, riacquista il controllo.

      Naaa, ci sono proprio dei pezzi in più. Succede anche con i LEGO :D

      Elimina
    2. Confermo, in tutti i microfighter di SW che ho montato ce n'erano sempre in più.

      Elimina
    3. Io ho una scatola (da scarpe) piena di pezzi in più ricavati da set Lego!!
      In più volevo anche dare un piccolo consiglio a tutti i possessori dei mattoncini: non usate mai prodotti tipo sgrassatori universali per pulirli. Purtroppo l'ho fatto e poi non ho eliminato adeguatamente le tracce e i pezzi mi si sono corrosi... Quindi solo detegenti delicati come quelli per i vetri!!

      Elimina
    4. Adesso mia figlia ha 5 anni ma negli anni scorsi ho incominciato subito con i Duplo. Adesso ho incominciato con i set Lego per i bambini più piccoli tipo Friends e qualcosa di più interessante.
      Non vedo l'ora che giochi anche con i giochi di società, devo trovare solo qualcosa di adatto per lei.

      Elimina
    5. Ciao Drakkan, mi permetto di dare un consiglio: si può anche fare la transizione tra Lego e giochi di società con i Lego Games tipo Creationary, oppure Hobbit o Minotaurus. Io sto ancora aspettnado che Raoul sviluppi la passione per i videogiochi.

      Elimina
    6. Sì chiaro, scherzavo, confermo anche io la presenza di pezzi in più; tra l'altro con essi ho potuto fare un personaggio di SW Solo con doppia lancia per la gioia di mio figlio maggiore!
      Ed anche io non vedo l'ora che i bambini crescano per iniziarli a videogiochi, giochi da tavolo etc. (a 4 e 2 anni mi sembra presto...). Sono il babbo nerd e ne vado fiero!

      Elimina
  3. Doc, fan di Ramarro? Vedo un bel volumetto spuntare dalle foto...

    Devo dire che il samurai a cavallo non mi piace molto, lo trovo sgraziato e un bel po' confuso. La mini-Tokyo ma soprattutto il veliero invece sono stati creati con molto gusto.

    RispondiElimina
  4. Comunque grazie per questa disamina, non avevo mai (0) sentito parlare di questa linea di modellini.

    RispondiElimina
  5. Hai appena fatto materializzare una scimmia formato Donkey Kong in Pixels sulla mia spalla (e pesa pure perché non vuole lasciare andare i barili).
    Sarà dura resistere a 'sto giro.

    RispondiElimina
  6. Non ne avevo mai sentito parlare.
    Sono sempre stato desideroso di prendermi un bel set lego ignorante da divertirmi a montare, ma lo spazio di esposizione per me ha sempre costituito un problema.
    Le dimensioni ridotte di questi nanoblock potrebbero essere una buona soluzione al problema. Il veliero mi attira, lo confesso.

    RispondiElimina
  7. Li avevo visti in negozio, soprattutto a tema architettonico, ma la qualità della plastica non sembra minimamente paragonabile a quella delle LEGO. Sembra plasticaccia morbida.
    Che ci dici di questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho montato alcuni nanoblock in passato (strumenti musicali), non è affatto plasticaccia morbida, tranquillo ;-)

      Elimina
    2. La Kawada è un'azienda giapponese e i Nanoblock non sono cinesate farlocche. La qualità della plastica è ottima, gli incastri tengono molto bene, è tutto curato.

      Elimina
  8. Il veliero! *_*
    E quella miniatura di Tokyo è troppo carina!

    RispondiElimina
  9. No, ma la piccola Tokyo mia subito.

    RispondiElimina
  10. Non mi era venuta voglia di possederne finché non hai detto che esiste un Kinkakuji formato mini. Ora lo necessito sulla mia scrivania.

    RispondiElimina
  11. Un dubbio sui materiali: dalle foto (anche quelle amazon) i blocchetti mi danno l'impressione di essere più "gommosi", nel senso di flessibili, rispetto alla controparte danese, che anche dalle foto danno quel senso di rigidità nordica. Confermi o è, appunto, solo una mia impressione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi sopra la risposta a Sauro: sono in plastica rigida, zero gommosità. Il materiale è quello dei LEGO: plastica ABS. Ad esser leggermente diverso è il sistema di incastri, per com'è fatta la parte inferiore dei mattoncini, che permette di far scorrere alcuni pezzi quando li piazzi.

      Elimina
    2. Grazie! E sorry, non avevo visto il post sopra (e la risposta), probabilmente perché non avevo aggiornato la pagina prima di scrivere.

      Elimina
  12. Quale pucciosità :3

    Ho comprato per la figlia qualche set in busta a tema animali tra qui e il Giappone.
    Ho ancora il calamaro in confezione integra, non so perché ma l'idea di costruirlo ci è foriera di sensazioni inquietanti...

    RispondiElimina
  13. Ho dovuto fare delle scelte ed ho messo da parte i Lego per non dilapidare ulteriori capitali visto che già spendo e spando in altro. Ammetto che questi mini mattoncini non mi dicono molto e istintivamente preferisco rivolgermi alla Lego.
    Per il recente compleanno di mia figliale ho comprato 4 set Lego da Legomovie 2 ed abbiamo montato per ora due set insieme. Ci mettiamo in sala uno di fianco all'altra: lei monta e io le dico cosa e come montare mostrandole le istruzioni. Quando è stufa finisco io ma non si stufa facilmente e la casetta astronave di Emmet l'ha montata per più del 70% lei.
    Ho sempre il timore di farle fare qualcosa che piace a me e non a lei ma mi sembra contenta quando monta.

    Parlando di spese insensate ho comprato 4 navette di X-Wing custom bellissime: Tie-Bomber con le ale rovesciate e un disco radar sopra, due Tie-Phantom verniciati che sembra si stiano occultando e un Tie-Reaper color sabbia e una banda bianca, molto bello.

    RispondiElimina
  14. Ciao Doc, in alternativa ti consiglio anche i LOZ, recuperabili su Gearbest, tipo il mini sushi shop, mini pizza shop ed altri (che possono anche essere connessi tra loro per creare un mini quartiere), minifigures tipo Captain America o personaggi Disney, Space shuttle, ecc..
    Hanno prezzi un po' più contenuti (e penso ne risenta anche la qualità, non conosco i Nanobloc) con tempi di consegna dilatati ma sono anch'essi divertenti.
    Buttagli un occhio che meritano!

    RispondiElimina
  15. Le pinze dove si trovano?
    Su amazon non le vedo

    RispondiElimina
  16. Ho visto su Amazon cosa propongono, se ormai ti conosco tra i set che vedremo su queste pagine ci saranno sicuramente i tre dinosauri...

    RispondiElimina
  17. Mannaggia a te Doc, quando la pianterai, quando?
    😂🤣
    Già sto resistendo a fatica a prendere i Lego che recensisti tempo addietro (Hulkbuster e batmobile, Voltron invece ha vinto ed è a casa da un po')
    Vado a dare un occhiata ma non compro niente, parola di Pinocchio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Call me Lucignol... ah, no, quello era un programma pezzente.
      Never mind.

      Elimina
  18. Doc, ma Godzilla lo fanno già: http://www.diablock.co.jp/nanoblock/en/catalog/c_cat4/nbcc_059

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sure! Ma io devo farmene uno custom di pochi centimetri da piazzare tra i grattacieli del set di Tokyo :D

      Elimina
  19. Rileggendo il post, nello specifico il riferimento a Godzilla, mi si è riaccesa la scimmia del Gundam della Lepin. Adesso devo resistere finché non mi passa di mente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sicuramente una bella bestia con più di 12 mila pezzi!!! Però a custa anche se è Lepin... Certo fosse della Lego e con la licenza ufficiale penso che potrebbe superare agilmente i 1000 euro. Più che altro mi chiedo quanto tempo ci voglia per montarlo! Già non so come fare con il Millennium che ne ha quasi 1400... 😭

      Elimina
    2. Tutti quelli che conosco in prima persona che hanno acquistato il Falcon non lo hanno montato per questioni di spazio o per velleità di "business".
      Il Gundam è troppo figo, se fosse della Lego supererebbe i 2.000,00 euro. Per montarlo ci vorranno poco poco tra le 15 e le 20 ore di lavoro, più qualche ora solo per mettere in ordine i pezzi.

      Elimina
    3. Noooo, perché mi hai costretto a googlare "Gundam Lepin", vivevo così bene nella mia ignoranza! E adesso?! Non ce la posso farcela! Resistere, resistere, resistere! :(

      Elimina
    4. Tanta roba quel Gundam!!

      Elimina
  20. Non conoscevo questi nanoblock ; devo ammettere che in realtà per anni dei " lego nipponi" ,ho guardato solo quelli a tema robotico. Mi sembrano veramente geniali per realizzare strutture e veicoli (belli i piccoli bastimenti sul corso d'acqua), forse un po' meno per personaggi o robot (il samurai e daruma non mi hanno fatto impazzire, ma è ovviamente questione di gusti).
    P.s. di mia moglie,i pupazzetti sono birillosi ma così kawaiiiii😍
    P.s. mio, si in questo covo siamo tutti bruttissima gente, ma ci piacciano così, come tanti maghi Mirkos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io poi che il set spaziale di lego movie 2 me lo sono fatto regalare sono abominevole.

      Elimina
    2. No no, sono peggio io, me lo sono regalato con la scusa che era per mio figlio, per fargli vedere i Lego con cui giocava papà (o dovrei dire con cui ha iniziato, non ho praticamente smesso mai). Certo che sono proprio spregevole!!

      Elimina
  21. Stessa scusa adoperata a 27 anni per comprarmi uno Zoids "d'antan", dovevo farci giocare un nipote

    RispondiElimina
  22. Doc, scusa se vado off topic per un attimo, sarai presente all' edizione di quest'anno del Cosenza Comics & Games? Purtroppo l'anno scorso non sono riuscito ad incontrarti e speravo di rifarmi quest'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrei fare un salto, ma non so ancora quando. Se oggi, domani o dopodomani :(

      Elimina
  23. Visti tempo fa da amico, mai piaciuti.

    RispondiElimina
  24. non so, 80 carte per un affarino che mi sta appena in mano...non fa per me :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono anelli che costano un milione di euro, se è per questo ^__^ Sono IMHO proprio le dimensioni ridotte a render fighi i nanoblock e adifferenziarli dalle altre costruzioni.

      Elimina
  25. Io ho un paio di templi comprati durante un viaggio in Giappone qualche anno fa e sono molto belli. Confermo che la qualità dei materiali è buona e le istruzioni chiare. Ora posso maledire il Doc perché tentatissimo dal veliero XD

    RispondiElimina
  26. Bellissima la mini Tokyo, ma hai provato a vedere se il Lego Godzilla che ti ho dato va bene in scala ??

    RispondiElimina
  27. Sono molto belli anche se personalmente detesto gli omini, sia perché di solito non sono in scala (sebbene vada detto che se lo fossero andrebbero assemblati usando il microscopio) che perché li trovo bruttini.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy