Capitan Power e i combattenti del futuro, Lamù e... (ScreenWeek)

Capitan Power e i combattenti del futuro
Il riepiloghino bisettimanale delle tue rubriche su ScreenWeek, a beneficio degli antristi debosciati privi di social. Si parla di Capitan Power e dei suoi casini col MOIGE americano, dei segreti di Lamù e dell'Uomo Tigre, e dei limiti animali di Manimal [...]

Negli ultimi due articoli della rubrica AnimAzione si sono raccontate le parentele illustri di Lamù (e perché Mamoru Oshii abbia indispettito degli otaku super-ingrati) 
e la storia dell'Uomo Tigre. Uno che di teste di cacchio ne ha dovuta affrontare solo una, fortunello (prego anche notare l'abbinamento tigrato Lamù-Naoto).
The Doc(Manhattan) Is In, la rubrica sulle serie TV, si è occupata invece di Capitan Power e i combattenti del futuro, telefilm che con tutti i suoi limiti è ancora oggi unicissimo (ma ha fatto incazzare la gente sbagliata e costava troppo),
e di ManimalUn uomo che era anche un animale, e non perché chiudeva gli altri con un parcheggio in doppia fila.

Come detto le volte scorse, fate girare e, se vi va, si accettano segnalazioni e richieste per le prossime settimane. Domo arigrazie.
14 

Commenti

  1. Grazie Doc, come sempre, per gli articoli gustosissimi che non manchiamo mai di leggere.
    Qua o su Screenweek, che ormai i socialcosi sono buoni solo per litigare su politica e altro...e almeno una funzione positiva ci vuole, cioè le “notifiche” dei tuoi post ;)

    RispondiElimina
  2. Mind Blown soprattutto per gli 8 episodi in totale di Manimal. A me sembra di averlo guardato per tutta l'infanzia!!

    RispondiElimina
  3. Letti.
    Ottimi come sempre. E ricordo tutte e tre le serie molto volentieri.
    Di Lamu', oltre che la bellissima protagonista (senza contare che era seminuda, ehm...) ricordo quel povero Hristo (scusa, ma non vorrei che con la c mi scatti il blocco...) di Ataru con estremo affetto. Perche' ci si poteva riconoscere tutti quanti.
    Sognavamo di essere come Hiroshi o Tetsuya, ma mi sa che alla fine eravamo piu' simili a lui di quanto eravamo disposti ad ammettere.
    Nessuno vuole essere Ataru, per farla breve. Ma ti tocca. E spesso non c'e' nemmeno Lamu' a fianco.
    Comunque, un grande. Come ha fatto a sopravvivere a tutti i casini che gli sono capitati senza finire al manicomio lo sa solo lui (e gliene capitano veramente di assurde).
    L'incrocio tra la pecora nera ed il capro espiatorio, proprio.
    Per me era Sakurambo che gli portava spheega.
    Su CAPTAIN POWER...impazzivo per quel telefilm. In effetti poteva essere preso come una sorta di seguito diretto di Terminator.
    E la puntata finale...mi ha lasciato davvero l'amaro in bocca. Mi e' spiaciuto davvero che non l'abbiano continuata. Bello davvero, e dai contenuti molto maturi.
    Anche MANIMAL mi era piaciuta parecchio. Mi ricordo le trasformazioni, davvero impressionanti. Anche se vedendo il tipo di mutazioni che subiva, avrei detto Rob Bottins invece di Stan Winston.
    Era lui quello specializzato con le deformazioni fisiche: basti vedere L' ULULATO o LA COSA...
    Per i prossimi post volevo chiederti AUTOMAN, ma ho visto che hai gia' provveduto.

    RispondiElimina
  4. Che grande Doc giusto qualche giorno fa avevo scritto due righe sul mio desertico blog in merito ai ricordi di capitan power! Mo vado a leggere il tuo articolo molto ventieri :)

    RispondiElimina
  5. Mi ricordo che di capitan power ne andavo pazzo all'epoca...

    RispondiElimina
  6. Lamù capolavoro assoluto, Manimal scapolavoro assoluto (insomma il contrario di capolavoro, non l'impiego di un celibe... trrrrattattàt chinx)

    RispondiElimina
  7. Alla puntata finale di CP ho pianto tantissimo quando è morta Pilota- i traumi infantili, quelli belli,
    poi ho notato che nello screenshot di TNG, oltre alle 2 citazioni a Lamù, c'è una nave chiamata "Buckaroo Banzai"

    RispondiElimina
  8. Da qualche parte ho il pupazzetto di Capitan Power e il cattivone con le ali. Manimal era mitico, ricordo che ai tempi tendevo la mano verso l'alto e mi concentravo sperando di riuscire a trasformarmi in pantera :)

    RispondiElimina
  9. Sono dell'85 ma di Lamù non ho mai visto nemmeno un episodio, mancata completamente.
    In compenso Ranma 1/2 a nastro su TMC. L'anno scorso ho finalmente letto tutto il fumetto e fa sempre ridere come una volta, è proprio una sit-com con personaggi e tempi comici perfetti.

    RispondiElimina
  10. Mi viene da dire solo una cosa: Peggy Charren muori male

    RispondiElimina
  11. Grazie Doc, bellissimi articoli, come sempre. Chiedo scusa per i miei ultimi interventi, non sono diventato schizofrenico ma sono via col piccolino e devo scrivere velocemente e nei ritagli di tempo. Comunque mi ricordo di quando vedevo Lamu su telestudio appena tornato da scuola. Era il 1984 e mi piaceva un sacco. Ricordo anche alcune citazioni di star wars e di altri film, forse anche indiana jones. Ma mi recupero il tuo post, ché faccio prima.

    RispondiElimina
  12. Vergogna. Beautiful dreamer è di gran lunga il miglior lungometraggio su Lamù. Sapevo che non era piaciuto ai fan e non ho mai realmente capito il perché. Baffling.

    RispondiElimina
  13. Bellissima serie, mi ricordo che da bambino per un periodo continuavo a disegnare armature simili a queste (ma anche un po' ai cavalieri dello zodiaco e ai 5 samurai... quanto sono belle le armature?!). Lamù divertentissimo e riscoperto poi in manga anni dopo.

    RispondiElimina
  14. Ho provato a lasciare un commento alla tua recensione di “the nanny”, ma quando cerco di postarla mi dà errore. La copio qui.
    ‘Ma Madeline Zima (la piccola Grace Sheffield nel telefim) che ti ha fatto? Non puoi non citare il suo ruolo nella prima stagione di Californication, in cui espone generosamente tutte le sue doti (recitative e non solo).’

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy