10 film Disney per ragazzi che adoravi guardare in TV negli anni 80 e 90

C'era Kurt Russell, e poi di nuovo Kurt Russell, in un qualche altro momento della sua giovinezza. C'erano le gemelle che in realtà non erano gemelle. Il Maggiolino, Jodie Foster, Romina Power e tanto altro. Erano le serate RAI dedicate ai film Disney con attori in carne e ossa: erano gli anni 80 e 90, e quei film avevano vent'anni e più, e li hai visti tutti uno spropositilione di volte. Questi sono i tuoi dieci film live action Disney per ragazzi preferiti tra quelli che davano in TV a nastro in quelle serate lì per tutta la famiglia. E sì, quello nel tondo è (il presidente) Magalli vestito da Grillo Parlante [...]

Ve le ricordate? Certo che ve le ricordate le serate di Al cinema in famiglia - Appuntamento con Walt Disney (dal 1989 Cinema Insieme), su RAI 1. Con la Topotombola Upim che ci giocavi, tra il primo e il secondo tempo, nientedimeno che con Romina Power, o Topofortuna con Arianna. Prima ancora c'era stato Pronto Topolino?, nell'87: cinque prime serate, al sabato su Rai 1, mica fischiett, con Enrica Bonaccorti vestita da Mary Poppins, Giancarlo Magalli da Grillo Parlante ed Heather Parisi... da Heather Parisi, ma con un qualche Topolino addosso, per una coreografia a tema. I film che davano erano quasi tutti residuati postbellici degli anni 60 e 70, periodo di florida produzione disneyana di avventure live action. Film precursori del Nuovo Cinema Guaglione e perfettamente collocabili in uno speciale a tema come questo. Perché non erano pellicole per rEgazzini degli anni 80 o 90, ma finirono per esserlo, in un ciclo perpetuo di repliche televisive. A cominciare dal primo della lista, per te clamoroso esempio del NCG, pur trattandosi di una roba uscita in sala nel '69.
Il computer con le scarpe da tennis
(The Computer Wore Tennis Shoes, 1969)
Dexter Riley è un giovane Kurt Russell diciottenne, e ok. Ma è anche uno studente testadilegno che diventa superintelligente dopo esser stato folgorato da un computer, e porta in trionfo la sua scuola a un concorso grazie a un enorme botta di fortuna. Ché la fortuna aiuta gli audaci e le scuole che rischiano di chiudere per colpa di un riccastro villanzone, è risaputo.
Numero di volte che l'hai visto: ah, boh. Almeno dieci.
Remake: Il computer con le scarpe da tennis del 1995, con Kirk Cameron di Genitori in blue jeans. Stavolta non era tutta la memoria di un computer a scaricarsi nel cervello di uno studente, ma un'enciclopedia digitale. Tipo più "Encarta con le scarpe da tennis".
La curiositade: il malvagio A.J. Arno era interpretato da Cesar Romero, il Joker del Batman con Adam West.
I ragazzi di Camp Siddons
(Follow Me, Boys!, 1966)
Ma chi è quello là dietro? Va' Kurt Russell! Da quanto tempo! Rendiamoci conto: un film sullo scautismo negli anni in cui facevi il lupetto, come facevi a non guardarlo ogni volta? A canticchiare "Dietro a me", versione equivoca dell'originale "Follow Me, Boys"? A ridere del povero Lem, che non sapeva dimostrare il suo essere uno scout perché non sapeva stringere un nodo a margherita? Anche se te manco sapevi cosa fosse un nodo a margherita, chiaro, e non lo sai manco mo'?
Numero di volte che l'hai visto: almeno quattro.
Remake: niuno.
La curiositade: è il primo dei tanti film girati da Kurt Russell per la Disney, con cui aveva appena firmato un contratto decennale. È anche l'ultimo prodotto con Walt Disney (venuto a mancare nel dicembre di quell'anno) ancora in vita.
Elliott il drago invisibile
(Pete's Dragon, 1977)
Peter è un giovane orfano sfruttato dai suoi genitori adottivi. Riesce a fuggire grazie al suo amico invisibile, un drago fricchettone con i capelli tipo Jem e le Holograms, in un posto chiamato Passamaquoddy... dove i danni compiuti dal drago Elliott fanno incazzare gli abitanti come bisce e Peter rischia di essere linciato. Grazie tante, Elliott! Sei un amico!!1!
Numero di volte che l'hai visto: stranamente solo due. Non è capitato.
Remake: Il drago invisibile, nel 2016, con Bryce Dallas Howard e Robert Redford.
La curiositade: è uno dei film Disney a tecnica mista, metodo di produzione sperimentato da Disney molto, molto prima di Mary Poppins (1964), perfino prima della nascita di Topolino. Negli anni 20, agli inizi della sua carriera, Walt realizzò infatti i cortometraggi animati Alice Comedies, in cui una bambina in carne e ossa (Alice) interagiva con dei cartoni, come Julius il Gatto. Era il 1924. Nell'88, all'uscita di Chi ha incastrato Roger Rabbit, parte della stampa italiana che arrivò a definire rivoluzionare l'idea di far interagire umani e cartoni. Non il modo in cui interagivano, l'interazione in sé.
Il cowboy con il velo da sposa
(The Parent Trap, 1961)
La magia della tivvù faceva sembrare poco più grandi di te le gemelle ritrovate (in un campeggio) del film, anche se alla fine degli anni 80 avevano già quarant'anni... e non erano due gemelle, ma una singola attrice, Hayley Mills. Tant'è vero che proprio in quegli anni, per la TV USA venivano prodotti ben tre seguiti (Trappola per genitori, Una trappola per Jeffrey e Trappola per genitori - Vacanze Hawaiane) con la stessa Mills, che interpretava le gemelle ormai adulte, divorziate, incasinate a vario titolo.
Numero di volte che l'hai visto: un paio.
Remake: Matrimonio a 4 mani, nel 1995, con le gemelle Olsen, e Genitori in trappola, nel 1998, con Lindsay Lohan.
La curiositade: il padre delle gemelle è Brian Keith, reduce di guerra e attore dalla vita incredibile, conclusasi purtroppo con un colpo di pistola. Era lo zio Bill di Tre nipoti e un maggiordomo.
Un maggiolino tutto matto
(The Love Bug, 1968)
Il primo dei sei film dedicati a Herbie, il Maggiolino numero 53. Il maggiolino stronzo e geloso che tampona a morte la Lamborghini comprata dal suo padrone, ricordiamolo. Il protagonista dei primi tre film e della serie TV Herbie, The Love Bug (5 episodi, 1982) era Dean Jones, stella di tante altre pellicole proto-nuocinemaguaglioniche Disney degli anni 60 e 70, come F.B.I. - Operazione gatto (1965) con Hayley Mills e 4 bassotti per 1 danese (1966).
Numero di volte che l'hai visto: 53.
Remake: Herbie - Il super Maggiolino, del 2005, con Lindsay Lohan non è in realtà un remake ma il sesto film vero e proprio della serie. L'Herbie della pellicola è la stessa auto intelligente di quasi quarant'anni prima.
La curiositade: uno dei film parodia di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia era ispirato alle avventure di Herbie: I due maggiolini più matti del mondo (1970), tranquilla storia di una casa al mare invasa da autostoppisti fricchettoni e pendagli da forca appena evasi dal carcere.
Spruzza, sparisci e spara
(Now You See Hi, Now You Don't, 1972)
Dexter Riley/Kurt Russell è ancora alle prese con il malandrino A.J. Arno/Cesar Romero nel primo dei due seguiti de Il computer con le scarpe da tennis. L'università alla quale Dexter è iscritto è indebitata con il gangster e c'è un altro concorsone da vincere. Grazie a una sostanza chimica che fa diventare invisibili.
Numero di volte che l'hai visto: cinque, sei? Boh.
Remake: nope.
La curiositade: oltre che nella trilogia di Dexter Riley, il Medley College è apparso anche in Un professore tra le nuvole (1961) e Professore a tuttogas (1963).
Nanù, il figlio della giungla
(The World's Greatest Athlete, 1973)
La storia di un rEgazzino trovato in Africa da due allenatori di una squadra di atletica e trasformato in un corridore grazie alle sue doti innate: l'essere velocissimo e l'essere biondo, come un giovane Tarzan di Luzzi. Non era parente di Nanu Galderisi.
Numero di volte che l'hai visto: diciamo tre.
Remake: nada.
La curiositade: Jan-Michael Vincent è ovviamente il Matt di Un mercoledì da leoni, ma ti piace ricordarlo anche in Supercopter/Airwolf e nel pezzettissimo ma divertente Manhattan Warriors (1987). Ah, sì: era anche il biondino de L'Isola della Morte (Danger Island), il segmento live action dello show dei Banana Splits!
Tutto accadde un venerdì
(Freaky Friday, 1976)
Madre e figlia si ritrovano l'una nei panni dell'altra, e sono Barbara Harris (quell'anno anche nell'ultimo film di Hitchcock, Complotto di famiglia) e Jodie Foster (quell'anno anche in Taxi Driver).  Nel '76 erano tutti impegnati. Il debutto cinematografico della Foster era avvenuto qualche anno prima in un'altra pellicola Disney, Due ragazzi e un leone.
Numero di volte che l'hai visto: facciamo due. Magari proprio di venerdì.
Remake: due, il film per la TV Un pazzo venerdì (1995) e Quel pazzo venerdì (2003), con Lindsay Lohan e Jamie Lee Curtis.
La curiositade: la storia è una trasposizione del romanzo di Mary Rodgers A ciascuno il suo corpo, uscito nel '72. Questo, a sua volta, era una rilettura in chiave madre-figlia di Vice-versa, o una lezione per i padri (pubblicato da noi anche come Papà, mio figlio), un vecchissimo romanzo del 1882, adattato in tutta una serie di altri film. Uno dei più noti è Viceversa, due vite scambiate, con Judge Reinhold e Fred Savage, e hai visto anche quello un frappo di volte.
L'uomo più forte del mondo
(Strongest Man in the World, 1975)
Terzo e ultimo film della saga di Dexter Riley e dei suoi casini scientifici, per salvare istituti scolastici con le pezze al culo come neanche dopo la buona scuola di renzi. Dexter diventa stavolta fortissimo grazie a una brutta storia di doping per mucche. No, sul serio.
Numero di volte che l'hai visto: tre.
Remake: none.
La curiositade: oltre a Romero e Russell, l'altra presenza costante nella trilogia è il Preside Higgins, con i suoi occhiali da Prima Repubblica: Joe Flynn. Flynn era però scomparso l'anno prima, vittima di un'altra morte molto hollywoodiana. Il suo ultimo lavoro è stato doppiare Mr. Snoops per Le avventure di Bianca e Bernie (uscito nel '77). Era apparso anche lui, con una piccola parte, in due episodi della serie TV di Batman.
Pomi d'ottone e manici di scopa
(Bedknobs and Broomsticks, 1971)
Altro film a tecnica mista, con Angela Lansbury (anni prima che facesse morire la gente portando sfiga) e David Tomlinson, il George Banks di Mary Poppins. Storia allegra di scope volanti e di bambini inglesi sfollati perché i tedeschi stanno bombardando il Regno.
Numero di volte che l'hai visto: una, però ti sei divertito.
Remake: nessuno, ma nel 2019 arriva il musical ispirato al film.
La curiositade: i lavori per Pomi d'ottone e manici di scopa iniziarono prima di quelli di Mary Poppins. E siccome la trattativa per acquisire i diritti di quest'ultima storia erano a un punto morto con l'autrice, P. L. Travers, Pomi d'ottone rischiò di uscire prima. Poi l'insopportabile bambinaia canterina ebbe il semaforo verde e la produzione di Pomi d'ottone e manici di scopa finì per qualche anno nello sgabuzzino delle scope. Seems legit. È stato l'ultimo film Disney a ricevere un Oscar per un bel pezzo, fino a La Sirenetta (1989). E no, non è un caso, avrete intuito, se in questa lista non compare quella cacchio di Mary Poppins. Mai. Potuta. Digerire.



74 

Commenti

  1. Alcuni non li ricordavo proprio! Invece ricordo abbastanza bene "Darby O'Gill e il Re dei Folletti", con Sean Connery, giunto in Italia con tipo 30 anni di ritardo, e "Il Viaggio di Natty Gann", che era contemporaneo (anni '80), ma mi pare fosse nello stesso ciclo.

    RispondiElimina
  2. Nello stesso periodo su Italia 1 la domenica sera davano il ciclo Serata Incredibile, presentato da Gerry Scotti: Indiana Jones, Star Wars, e un sacco di ben di Dio guaglionico in prima tv: Grosso Guaio a Chinatown, Piramide di Paura, Howard e il Destino del Mondo, Explorers... Direi che un post lo merita ;)

    https://www.youtube.com/watch?v=opf8obn0tQU

    https://www.youtube.com/watch?v=rgQzuOFtyXw

    RispondiElimina
  3. Solo una precisazione: la signora in giallo non portava sfiga. Era lei che uccideva le persone e poi faceva ricadere la colpa sul poveraccio di turno :D

    RispondiElimina
  4. Mia sorella era fissata con https://it.wikipedia.org/wiki/Incredibile_viaggio_verso_l%27ignoto

    RispondiElimina
  5. Curiositade duplice e canzonettara su Hayley Mills: 1) è la madre di Crispian Mills, cantante della meteora brit-pop-fricchettona Kula Shaker 2) viene citata in "Goodbye Lucille #1" dei Prefab Sprout ("you're still in love with Hayley Mills")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, oggi leggendo mi si è aperto un mondo, sai quando capisci che non avevi capito una canzone x 30 anni??? Graciass

      Elimina
  6. Non mi ricordo la serata Rai a tema e parte di questi film non lì ho mai visti, quelli con Kurt Russel manco uno.
    Onestamente è guardando film di questo tipo che mi sono disinnamorato del genere "film per ragazzi" perché stucchevoli e scontati.

    RispondiElimina
  7. che botta ai ricordi! pensavo di averli rimossi! quasi tutti li avevo in vhs, considerando che all'epoca avevo l'età giusta e mio padre comprò il primo videoregistratore proprio in quel periodo. rivisti milioni di volte ma mai associato che Jan-Michael Vincent fosse in airwolf!!!

    RispondiElimina
  8. non li conosco tutti.
    ma fra gli altri al primo posto IL COWBOY CON IL VELO DA SPOSA e POMI D'OTTONE E MANICI DI SCOPA..

    RispondiElimina
  9. Ci andavo matto con il maggiolino, ma neanche con Pomi d'ottone e manici di scopa si scherza ;)

    RispondiElimina
  10. Elliot ed il Drago Invisibile l'adoravo, come pure Herbie, mittico!

    Qualcuno ricorda il film "Condorman?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ioooooo! e grazie perchè non ricordasvo il titolo ma è una vita che cerco quel film,ero innamorata della macchina!

      Elimina
  11. Oddio le serate a tema Disney, che botta di nostalgia!
    Tutto accadde un venerdì, Il maggiolino tutto matto e Il cowboy col velo da sposa erano i miei preferiti, ogni volta che li davano in TV li guardavo quindi altro che due/tre volte XD
    Altri idoli dell'epoca erano Quello strano cane di papà, Il gatto venuto dallo spazio e OVVIAMENTE Nel fantastico mondo di Oz!

    RispondiElimina
  12. Catapultato (come una catapugno) ai lunedì sera della gioventude, il film in famiglia sul primo canale, la magia Disney in live action.
    Visti quasi tutti (alcuni non me li ricordavo, ma capace che almeno una passata ce la sia data), alcuni tipo la saga di Herbie, Pomi d'ottone ecc. e la stessa bambinaia inglese volante talmente tante di quelle volte da fare il giro.

    Un altro paio che ricordo bene sono Il papero da un milione di dollari, con l'onnipresente Dean Jones e le uova d'oro, ed Il gatto venuto dallo spazio con il collare a lucine che per anni confondevo con Operazione gatto (nel senso che a sentire quest'ultimo titolo, pensavo al gatto alieno).

    RispondiElimina
  13. Pomi d'ottone e manici di scopa è l'unico film della lista che ho visto un numero di volte a doppia cifra e lo avevo anche registrato in VHS una sera in cui è scoppiato un disastro ecologico con il petrolio da qualche parte, così avrò rivisto un'infinità di volte pure il gabbiano tutto impiastricciato... ben prima che i tg iniziassero ad usarlo come immagine di repertorio :p
    Gli altri film nell'elenco invece o non li ho visti oppure li ho visti al massimo un paio di volte.
    Mentre tra quelli non presenti ma citati, 4 bassotti per un 1 danese è un'altra pellicola di queste che ho rivisto con costanza ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabbiano o cormorano? Ché io ho scoperto cos'era un cormorano con la Prima Guerra del Golfo (e tra l'altro, anni dopo, saltò fuori che quelle immagini non c'entravano nulla e il cormy zuppo di petrolio era una fake news °_°)

      Elimina
    2. Hai ragione tu; la memoria gioca brutti scherzi: si trattava di un cormorano!
      Ho letto anch'io in seguito che si trattava di una fake news...

      Elimina
  14. Quanti classiconi!!! -Il cowboy con il velo da sposa- l' ho rivisto con la mia compagna tipo un anno fa, Herbie idem ma all'appello mi manca invece -Spruzza, sparisci e spara- non ho proprio ricordi in merito.
    Mensione speciale per Jan-Michael Vincent attore che mi è sempre piaciuto un sacco (qualche giorno fa mi sono rivisto Big Wednsday).

    RispondiElimina
  15. ...beh, nel 1989 ero già troppo quindicenne per il cinema in famiglia... ma Elliott l'avevo visto circa 10 anni prima, al cinema con mio padre...e avevo pure completato l'album Panini...che ricordi...
    Tutti comunque visti, qualche anno prima... con menzione d'onore per un seguito del Maggiolino...

    Quello ambientato nel corso del Tour de France automoblistico ("Herbie goes to Montecarlo")... pur non entrandoci un'infiocchettatissima con il mitico rally, gli adattatori italiani lo ribattezzarono "Herbie al rally di Montecarlo"...

    in questo film, Herbie s'innamora di una sensuale macchina italiana...
    ...ovviamente una Lancia Beta Montecarlo "Scorpion"...

    RispondiElimina
  16. Anni fa ho letto un esilarante elenco di titoli di film storpiati per diventare parodie, diciamo così, "osé".
    "Pomi d'ottone e manici di scopa" era l'unico titolo rimasto identico: chissà perchè...

    Da piccino ne ho visti pochissimi, ma sto recuperando insieme ai pargoli grazie a mia moglie che li sa tutti a memoria e giustamente mi ha fatto notare che non si può alla mia età non aver mai visto il cowboy col velo da sposa... (film spassoso ma con un titolo italiano piuttosto fuorviante: fino alla fine mio figlio ha aspettato una scena in cui Brian Keith comparisse con addosso un velo da sposa)

    RispondiElimina
  17. se posso permettermi di aggiungere: i figli del capitano Grant, 20000 leghe sotto i mari e la gang della spider rossa. Sono tutti e tre imperdibili!!! (altri sono: FBI operazione gatto, il gatto venuto dallo spazio, quattro bassotti per un danese ma mi sono piaciuti tutti meno)

    Inutile dire che vidi tutti i citati più altri sulla rai, alla sera mi pare fosse il mitico lunedì film con la sigla di Dalla. Aggiungo la grande attesa per il cartone disney che spesso seguiva la visione del film.


    Nostalgia :'(

    RispondiElimina
  18. Se hai letto questo post bofonchiando e fischiettando il tema musicale di Herbie, puoi dire “io c’ero!” :D
    Il Computer è forse quello che ricordo meglio nella trilogia di Kurt: gli altri dovrei rivederli per essere sicuro.
    Ergo, vedrò se li trovo in giro!
    Grazie Doc!

    RispondiElimina
  19. Pomi d'ottone e manici di scopa l'ho visto e rivisto fino alla nausea. Certo che la signora in giallo ha sempre portato male i suoi anni.

    Non ho mai capito il motivo di dare un titolo enigmatico come "Il cowboy con il vestito da sposa" ad un film con due gemelle, boh.

    RispondiElimina
  20. Senti, posso capire l'assenza della odiosa bambinaia (approvo), ma dove stracapa a bomba sta il fantasma del pirata barbanera?!?!unopuntointerrogativo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ooooh! finalmente qualcuno l'ha citato!

      Il mio preferito dell'epoca Dean Jones (poi finito a fare i cinepanettoni per evidenti motivi... alimentari!)

      Elimina
    2. Io ero terrorizzato dal ritratto della moglie nella cabina della nave del pirata. Non ci dormii per notti intere. Poi origliai una discussione tra mia nonna e mia mamma sul fatto che non dormivo e piangevo con mia nonna che voleva portarmi dal prete per fare un esorcismo.
      Da allora dormii come un ghiro. Non avevo detto il vero motivo della mia paura, altrimenti non mi avrebbero mai più fatto vedere i film di Walt Disney!

      Elimina
  21. Macchèfigata!!! e come se non me li ricordo gli appuntamenti guaglioni del vecchio cinema Disney, gli unici che poi non ti raccontavi il giorno dopo con gli amici a scuola (i momenti raccontofilm erano riservati a robbe tipo "Commando").
    I miei preferiti di sicuro erano "Condorman" (supereroe per sbaglio che volava con delle "ali" posticce) e "Il gatto venuto dallo spazio" (che se fanno il remake su facebook è roba che gli danno l'Oscar!)

    RispondiElimina
  22. Pomi d'Ottone visto ventordici volte, e lo riguardo ancora ogni tanto!
    L'unico altro che conoscevo (e di cui ho visto anche un sequel e un remake) è il Cowboy, mia sorella consumava la VHS registrata alla TV, quando era piccola!
    Mary Poppins a me piace, ho il raggioblù e ammetto di aver molto apprezzato il film che ne spiega il retroscena, molto commovente!
    FBI operazione gatto visto qualche anno fa la sera di Natale, trasmesso sulla Rai, simpatico (ma che adattamento... tavole da scivolo? SRSLY?!?)
    Di Elliot pure ho la VHS registrata, veniva dopo Basil (che adoro!), ma non credo di averlo mai guardato.

    RispondiElimina
  23. Doc, la Mary Poppins del film Disney è sempre risultata insopportabile anche a me, ma quella dei romanzi è tutt'altra cosa, ti assicuro! Scorbutica, vanitosa, bugiarda, indisponente e adorabilmente badassica. Dispiace solo per il povero Bert col quale nel primo romanzo sembrava che ce ne fosse, diciamo, ma poi la Travers si stufò dei lettori che le chiedevano di insistere sul rapporto tra Mary e Bert e lo retrocesse a personaggio più che secondario. Povero.
    "Il cowboy con il velo da sposa" (ma che titolo è?) e tutte le varianti del concetto "Trappola per genitori" sono tratti dal romanzo di Erich Kastner "Das doppelte Lottchen". Pur essendo uno scrittore inviso al nazismo (non vi si oppose mai apertamente, ma i suoi romanzi del periodo furono bruciati nei roghi) e considerato progressista, quando lessi "Carlotta e Carlotta" rimasi poco piacevolmente stupita dal tono antidivorzista spesso stereotipato. Il libro non è brutto, e proprio per questo il sottotesto risulta stonato.
    "Pomi d'ottone e manici di scopa" è tratto da due libri di Mary Norton, l'autrice della saga dei Borrowers (i Prendimprestito), che amo molto perciò mi fermo prima di dilungarmi in lodi sperticate.

    RispondiElimina
  24. .. non mi pare sia stato citato: L'incredibile avventura (The Incredible Journey) 1963 , che viene spesso replicato (tipico del sabato-domenica pomeriggio) .. titolo piuttosto 'innocuo', resta vedibile forse proprio per la presenza degli animali: a parte i due cani, soprattutto per l'aver fatto 'recitare' (o quasi) un gatto! (e senza CGI chiaramente ! )

    RispondiElimina
  25. Pomi d'ottone e manici di scopa, capolavoro assoluto

    Visti tutti tranne quello su gli scout: mai sopportati, figurarsi vedere un film...

    RispondiElimina
  26. Bruschette come se piovessero, ragazzi...che nostalgia.
    Visti tutti, almeno una volta.
    Diciamo che era L'UNICA OCCASIONE in cui si riusciva a guardare qualcosa tutti insieme, a casa nostra. Telegiornale a parte.
    Il mio preferito? POMI D'OTTONE E MANICI DI SCOPA, che tra l'altro avevo visto anche al cinema, con la scuola (da noi ce n'era uno specializzato in film per ragazzi, un po' come quello vecchissimo a Milano che oggi non c'e' piu'...com'e' che si chiamava? DANTE, forse? Or non mi sovviene...).
    Il listone sarebbe ancora lungo, ma direi che ce n'e'a sufficienza per ALTRI 10 FILM e ANCORA ALTRI 10 FILM...
    Ce n'era anche uno con Bill Cosby, se non ricordo male...dove interpretava IL DIAVOLO...

    RispondiElimina
  27. Uuuuuh, cosa mi hai riportato alla memoria! Immensa commozione ricordando la me piccolina che si piantava davanti allo schermo ogni volta che partiva la sigla di Al cinema in famiglia. Di Pronto Topolino? non mi sono persa una puntata. Quelli erano gli anni del ritorno dei classici Disney al cinema.

    RispondiElimina
  28. Pomi d'ottone e manici di scopa lo vidi per la prima volta un pomeriggio al cinema dell'oratorio, al pari di qualche episodio della saga di Herbie, pensa un po'! Degli altri, mi ricordo (e approvo) solo quello delle due gemelle, mentre Elliot e il drago l'ho sempre trovato piuttosto stucchevole. E non mi toccate Julie Andrews e il meraviglioso Mary Poppins: quando lo danno in televisione (praticamente ogni Natale) me lo sciroppo regolarmente con gusto, dall'inizio alla fine! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate se approfitto dei cineguaglionisti dell'Antro: ricordo il dettaglio di un film (o telefilm) passato in televisione nei primi anni '70, in cui il guaglione protagonista parlava con una sorta di folletti sotterranei attraverso lo scarico del lavandino (giuro che era così!). Cioè, gridava nello scarico qualcosa, tipo "Yuhuu, piccolo!" e dallo scarico i folletti facevano l'eco: "Yuhuu, piccolo!"
      Qualcuno si ricorda che diavolo di film era? Non l'ho mai saputo rintracciare :)

      Elimina
    2. non lo so, ma scommetterei la mia collezione di barbabietole che nel titolo c'era dentro la parola "LSD" ;)

      Elimina
  29. Visti quasi tutti. Io proprio non reggevo Herbie, ma in casa era quasi obbligatorio guardarlo perché secondo il resto della famiglia era divertentissimo. Evvia Pomi d'ottone! Evviva Mary Poppins che vince ancora anche se non è in lista!

    RispondiElimina
  30. Oddio, visti tutti, anche Darby o Gilll, i figli del capitano Grant e 20.000 leghe sotto i mari. Si vince qualcosa? Comunque il mio preferito e pomi d'ottone, per la partita di calcio più bella della televisione e i nazisti presi a calci dalle armature medievali. XD

    RispondiElimina
  31. Cacchio...io ho visto solo il cowboy con il velo da sposa, quelli con Kurt Russell li ignoravo e gli altri, tranne Herbie, mai sentiti �� sono uno squascio? ��������

    RispondiElimina
  32. M'è venuta l'orticaria solo a rivedere le foto! Salvo solo Herbie...beh si...se lo meritava. Erano tutti film carini e divertenti. Ma il resto....le due gemelle poi....mi escono le bolle!

    RispondiElimina
  33. Oddende! "Al cinema in famiglia"! O anche "Cinema insieme". Ancora mi commuovo quando rivedo la sigla. Che nostalgia! :°-)
    Appuntamento fisso settimanale, fino alla fine delle elementari/medie la sera in cui andava in onda era anche l'unica in cui potevo restare sveglia più del solito, ché nelle altre avevo il coprifuoco causa sveglia mattutina molto "presta".
    Stante l'opposizione dei miei per la tv commerciale (che interrompeva i programmi con la pubblicità! Mi era concesso guardarci i cartoni animati, ma passate le 20.30 le reti Fininvest erano off limits) e il fatto che mi portassero al cinema un'unica volta all'anno, per il film Disney di turno o giù di lì, la mia cultura cinematografica anni '80 si è basata quasi solo su questi film. Tutto il resto del NCG m'è toccato recuperarlo da sola, da più grandicella, e mi ha segnata in modo assai diverso.

    I film che citi li ricordo quasi tutti, ma alcuni non mi colpirono un granché. I miei preferiti sono sempre stati quelli con Dean Jones e Hayley Mills (apprezzavo moltissimo Kurt Russell per la sua beltade, peraltro, ma i film Disney in cui recitava non mi hanno mai fatto impazzire), più qualcos'altro. Ho poi sempre avuto un debole per i film che coinvolgevano animali domestici, dato che ai tempi mi era impossibile averne (abitavamo in condominio e la casa era vuota quasi tutto il giorno).

    Fra quelli che elenchi qui, sono particolarmente legata a:
    - Il cowboy con il velo da sposa (visto, stravisto, rivisto, visti i sequel. E' tratto da un romanzo tedesco per ragazzi che nel frattempo mi sono procurata e che voglio leggere presto. Da noi l'hanno pubblicato sia Mondadori che Salani)
    - Un maggiolino tutto matto. Anche se forse amo ancora di più il suo sequel, "Herbie il Maggiolino sempre più matto". Dove non c'è Dean Jones, ma in compenso abbiamo San Francisco, una vecchietta imbranata alla guida, un jukebox senziente, una caserma dei pompieri, una Stephanie Powers giovane, Herbie che si mette a capo di un esercito di maggiolini e una palla da demolizione in gran spolvero. Adoro, adoro!
    - Tutto accadde un venerdì. E in generale i vari film Disney con Jodie Foster, di cui forse il mio preferito è "Una ragazza, un maggiordomo e una lady", ambientato in un maniero inglese con tanto di tesoro.
    - Pomi d'ottone e manici di scopa. Prima di "Chi ha incastrato Roger Rabbit?", l'incarnazione del mio sogno di vivere nei cartoni animati. C'è la signora in giallo ancora giovane e piacente (e strega), e ci sono viaggi meravigliosi. Visto molte volte, ho anche il dvd. Credo che l'avventura in fondo al mare abbia ispirato molto gli animatori de "La Sirenetta". Con gli amici abbiamo cercato per anni pomi dei letti da girare recitando la formula magica, ma senza successo.
    - Mary Poppins. Mi spiace Doc, ma io ho sempre amato questo film. Le canzoni, supercalifragilistichespiralidoso, Dick Van Dyke, i pinguini camerieri, il caos in banca, le suffragette... Bello bello! :)
    - Il segreto di Pollyanna. Adorato perché c'era la Mills e perché tratto da romanzi che avevo davvero già letto e amato. Rivisto ogni volta che l'hanno passato.
    - FBI, Operazione gatto. Dean Jones + Hailey Mills + un gatto + un mistero. In pratica il mio film perfetto XD
    - 4 bassotti per un danese. Le pazze risate, con l'alano che si crede un bassotto e combina un casino dietro l'altro.
    - L'incredibile avventura. Due cani e un gattino attraversano gli Stati Uniti per riunirsi alla loro famiglia. Tantissimo amato. Il film per il quale trovo tuttora i bull terrier cani molto carini, nonostante il muso a tubo. Ne hanno fatto un remake in anni più recenti.
    - Pistaaa... arriva il gatto delle nevi. Un film nella media, ma che ho rivisto un sacco di volte. Le gag che si creano sulla neve durante la storia mi hanno sempre fatta scompisciare dal ridere.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Menzione speciale per:
      - Elliot il drago invisibile. Mai piaciuto molto il film, ma il drago coi capelli jemologrammi l'ho sempre adorato!
      - Nanù, il figlio della giungla. Non so perché, ma lo ricordo con molto affetto, anche se non so se lo rivedrei XD
      - La banda delle frittelle di mele. E vari sequel/scopiazzi. Con i ladri imbranatissimi.
      - Il fantasma del pirata Barbanera
      - Un professore tra le nuvole. Il film che mi fece amare Fred MacMurray
      - Giallo a Creta. Un mistery piuttosto complesso per il suo target, con Hailey Mills innamorata
      - Popeye. Robert Altman alla regia, Robin Williams a fare Braccio di Ferro. Ai tempi un mezzo flop, poco amato dai critici. L'ho visto una volta sola. Ma non me lo sono più scordato.
      - Nel fantastico mondo di Oz. Qualcuno l'ha già nominato. Qua sforiamo in pieni anni '80, ma lo cito perché, per me come per molti altri, questa pellicola è stata uno dei primi traumi cinematografici della vita. Cupo e inquietante in modo assurdo. A più di 30 anni di distanza, tocca aver nostalgia di un modo di fare film che non considerava i ragazzi decerebrati e che se ne fregava del politically correct. Augh!

      Elimina
  34. Brian Keith era sopratuttamente il Giudice Hardcastle! Una domanda:ho letto di due film Disney a tema "horror", e cioè "Qualcosa di sinistro sta per accadere" e "Gli occhi del parco". Se li conoscete, sarebbero godibili anche a vederli adesso per la prima volta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che figata Hardcastle & McCormick!! Poi c'era la Coyote!! Che rivalità tra i sostenitori di questa e quelli di SuperCar!

      Elimina
  35. Mani d'ottone e pomici di scopa era uno dei miei film preferiti da sbarbatello moccioso, quanti ricordi....

    RispondiElimina
  36. Che ricordi sbiaditi che ho, forse perché a casa si guardava altro me ne tornano in mente pochi, a parte il maggiolino tutto matto
    Tipo pomici di ottone e mani di scopa l'ho sempre storpiato così ma non l'ho mai visto
    Dovrò cercarmi quelli con Kurt Russell

    RispondiElimina
  37. ricordo che pomi d'ottone ecc ecc e herbie, li vidi in un cinema di terza (?) visione in vacanza in montagna, ! grande schermo, increidibile neh? ho visto anhce elliott (quello, fose appena in seconda visione, al cinema dell'oratorio) (e sì, ricordo le serate disney in tv, ma soprattutto per via di magalli grillo parlante :D )

    RispondiElimina
  38. pomi d'ottone e manici di scopa era FAVOLOSO altroche anzicheno!

    RispondiElimina
  39. Doc. Sei. Sempre. Il.migliore. Quanto adoravo le serate cinema in famiglia. Che bruschette!

    RispondiElimina
  40. Post meravigliosamente meraviglioso, si cade nel Genuino Momento Emozione con tutte le scarpe (da tennis e non).
    Ah, le VHS consumate dalle ripetute visioni da bimbetto... come mi sento vintaggio (per non dire vecchietto)...

    Nello specifico, per me:
    - Il computer con le scarpe da tennis: visto svariate volte, ci sono affezionato. Almeno una volta vidi anche il remake.
    - I ragazzi di Camp Siddons: questo temo di non averlo mai visto... anche se ne ho letto la trama dopo avertelo visto citare in altri post
    - Elliott il drago invisibile: visto poche volte, non era esattamente tra i miei preferiti. Non ho visto il remake.
    - Il cowboy con il velo da sposa: visto ripetutamente. Nell'elenco dei film registrati in VHS mi pare di ricordare ci fosse anche un certo "trappola per genitori", ma mi sa che non lo guardavo mai: non mi ricordo nulla e mi sa che scopro solo ora essere il seguito del cowboy...
    - Un maggiolino tutto matto: mi piacevano tanto quei film. Non so se ho visto più volte "il ritorno" o il rally di Montecarlo. Quello del Messico però mi metteva un po' di tristezza e di angoscia in certi punti. Quello del 2005 l'ho visto solo "a pezzi", per ora.
    - Spruzza, sparisci e spara: il pezzo di mezzo della trilogia per qualche motivo lo scoprii tardi, quindi lo vidi poche volte.
    - Nanù, il figlio della giungla: il nome non mi è nuovo, ma non mi ricordo granché.
    - Tutto accadde un venerdì: qualche film sul tema dello scambio dei corpi padre-figlio o madre-figlia forse l'ho visto, ma probabilmente non era questo.
    - L'uomo più forte del mondo: visto svariate volte e ricordato con affetto anche questo!
    - Pomi d'ottone e manici di scopa: capolavorò! Streghe, scope volanti, trasformazioni, teletrasporti, animali parlanti che giocano a calcio, armature medievali stregate che prendono (letteralmente, se non erro) a calci nel sedere i nazisti... cosa si può volere di più in un film solo? Gli autori forse avranno fumato qualcosa di forte, ma il risultato è niente male. VHS vista e rivista tante volte.

    Sono TROPPI anni che non rivedo questi film... e devo aspettare ancora qualche anno per poterli proporre alla bambina.
    Ma ho un po' paura, a rivederli con gli occhi di un adulto, di perdermi la magia di allora, la "sospensione dell'incredulità"... e tipo stare più a pensare su come avessero realizzato gli effetti speciali che godermi la storia. Tipo l'ultima volta che ho guardato l'inseguimento in hoverboard di Ritorno al Futuro II, che ho fatto caso al fatto che non lo si vedesse quasi mai in figura intera, ma quasi sempre primo piano su di lui OPPURE dettaglio sullo skate, per nascondere il fatto che non volasse davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo correggermi: "il ritorno del maggiolino tutto matto" mi sa che non l'ho mai visto (e che scopro da Wikipedia essere con Bruce Campbell!)... avevo confuso il titolo con "il maggiolino sempre più matto", di cui guardavo il nastro... a nastro (metaforicamente parlando).

      Elimina
  41. Scusa per l'off-topic ma volevo anche segnalare che in quegli anni (primi anni '70) Jodie Foster aveva anche partecipato ad un pezzentissimo film italiano della serie "vacanze al mare" con Michele Placido (se non ricordo male). Intanto segnalo anche un paio di film un pò inquietanti, però non ricordo se li avessero trasmessi durante tale ciclo o li avessi visti in VHS: "Incredibile viaggio verso l'ignoto" e "Ritorno dall'ignoto". Tutti e due diversi rispetto allo stile Disney di quel periodo. Poi hanno fatto seguito con The Rock.

    RispondiElimina
  42. Elliott il drago invisibile è il primo film che ho visto al cinema, accompagnato da mio padre. Il remake del 2016 l'ho visto insieme a mia figlia (prima volta che la portavo al cinema) per chiudere il cerchio.
    Mi vergogno un po' a renderlo pubblico ma Mary Poppins è uno dei miei film preferiti, grazie soprattutto alla presenza di Dick Van Dyke (altro detective dilettante porta sfiga tipo Jessica Fletcher)

    RispondiElimina
  43. Ma l'ultimo con l'asiatica gnocca, che film era? Che corro a recuperarlo XD


    Serious lee (cugino di Stan), non ne ho visto nessuno (manco mezzo per sbaglio, tipo), alcuni neppure li conoscevo. Questo da un'idea del grande impatto culturale lasciato da questi film XP.

    RispondiElimina
  44. Brian Keith era anche il giudice in Hardcastle and Mc Cormick.

    RispondiElimina
  45. Beh, il film con Franco e Ciccio si ispirava a quelli di Herbie solo nel titolo. Molto più vicino allo spirito della pellicola Disney era la saga, di produzione tedesca, di Dudù il maggiolino scatenato (che non era vivo come il collega americano bensì "semplicemente" computerizzato. E, nella versione italiana, anche parlante, con una voce jerrylewiseggiante che voleva essere simpatica). Agevolo contributo video a testimonianza della sgrausità del prodotto: https://www.youtube.com/watch?v=MZ-ITlsDfDA
    Erano film che passavano negli anni '70 nei cinemini di parrocchia come quasi tutti i titoli citati sopra. Quando nell'87-88 arrivarono in tv io, ormai quasi maggiorenne, non me ne persi uno in ricordo dei bei tempi dell'infanzia.
    Comunque nella tua lista manca il mio preferito insieme al primo maggiolino tutto matto: F.B.I. Operazione Gatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No che non manca. Leggi meglio :)
      Ho specificato che sono i miei preferiti, non ho scritto che sono tutti.
      Ma F.B.I. Operazione gatto è citato nel post.

      Elimina
    2. Eh, ho visto, ma doveva essere in classifica!!! :-D

      Comunque l'immagine nel post viene da "Herbie al rally di Montecarlo" e non da "Un maggiolino tutto matto", c'è Don Knotts invece di Buddy Hackett. Toh! :-P

      Elimina
    3. Sì, perché si parla della serie. Serve altro? Ha chiuso prima il circolo dei pdf, oggi? Eghe...

      Elimina
    4. Comunque, si scrive Monte Carlo (https://it.wikipedia.org/wiki/Rally_di_Monte_Carlo), e non Montecarlo! Toh! :-P

      Chi di PDFpada ferisce, di PDFpada perisce!

      Elimina
    5. Ma tu vuoi proprio scatenare le ire funeste del Doc!! Ti avviso, non sai a cosa vai incontro!!

      Elimina
  46. Ehi, finalmente ho capito dove avevo sentito la parola "Passamaquoddy" !
    Il blog che ti ricorda le cose :)

    RispondiElimina
  47. bellissimo post, nostalgia canalis e bruschette negli occhi per tutti. La sigla - da Dumbo - che lanciava al cinema in famiglia - era tipo il richiamo piu' amato da piccola. Ovviamente la mia lista dei film piu' visti combacia solo in certi punti (herbie per esempio) con quella del Doc, ma e' proprio questo il bello! Io ero della parrocchia di Dean Jones, i suoi film sono visti e rivisti millemila volte. C'e' da dire pero' che io ho sempre studiato con la tv accesa e dopo l'avvento dell'elettrodomestico piu' rivoluzionario di sempre, il videoregistratore, nell'87 a casa mia, mi guardavo letteralmente i film disney a nastro nei pomeriggi, quindi il conto delle volte che ho visto certi film potrebbe risultare imbarazzante....se si pensa che Pomi d'ottone e' il primo film che abbia mai registrato, dietro l'uno del Doc io devo aggiungerci forse un paio di zeri...

    RispondiElimina
  48. Non amavo molto i film Disney di quegli anni, ma Pomi d'ottone e manici di scopa l'ho letteralmente divorato! Sarà per David Tomlinson o per Angela Lansbury... Ancora oggi lo rivedo volentieri!

    RispondiElimina
  49. Ne ho visti solo tre, recuperati negli anni 80 e 90; Herbie, Pomi d'ottone, ed Elliott.
    Mi sono piaciuti tutti!
    Ne ne ho visti e adorati altri però , come 4 bassotti per 1 danese (citato nel post) e Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi (stranamente mancante).

    RispondiElimina
  50. Il cowboy con il velo da sposa...ma chi diamine li faceva certi titoli?. Alcuni come Nanù pensavo li ricordasse solo io ormai. Ed ora tutti questi film sono chiusi in qualche magazzino e poi non sanno come riempire il palinsesto alla Rai.

    RispondiElimina
  51. Commento di prova perché col cellulare non riesco più ed usare blogger,come devo fare per ritrovarlo???

    RispondiElimina
  52. Ricordo eccome le serate del sabato sera coi film o i cartoni Disney,tipo che se si usciva per la pizza o da amici di puntava il videoregistratore... che ricordi

    RispondiElimina
  53. Ecco. Non vi è menzione alcuna del meno noto e raramente parte di queste rassegne Black Hole, film fantascienzo vagamente starwarsico che da tradizione Disney aveva il fine principale di venderti i giocattoli. È anche possibile che fosse una immonda chiavica, ma per me che l'ho visto in tenererrima età ha un certo je ne sais quoi, ma con tutti gli accenti nei punti giusti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BH è un film di fantascienza dal taglio diverso. E infatti non lo davano a nastro in queste rassegne tv, l'argomento del post. In compenso, volevo parlare di BH in SuperFantaScienzo. Arriva presto.

      Elimina
  54. Scioccante, come ho fatto a non associare mai Kurt Russell a tutta quella serie di film Disney con cui ho praticamente passato la mia infanzia? Eppure è sempre stato lì, incredibile. Sul serio, pensavo fossero attori diversi. Ma si può?

    RispondiElimina
  55. Caro Dr Manhattan,
    a proposto di
    "Un maggiolino tutto matto
    (The Love Bug, 1968)"

    tu ricordi la controparte/clone tedesco "Dudino"
    https://it.wikipedia.org/wiki/Dudino_il_supermaggiolino

    arrivato nelle sale 3 anni dopo Herbie?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy