I 200 fumetti della vita - parte III

Terza parte del listone definitivototale dei tuoi 200 fumetti preferiti di sempre (la prima la trovate qui, la seconda qui). Siccome repetita iuvant, almeno fino al recupero con le patatine nel cuore, valgono le stesse premesse delle volte precedenti: è un elenco totalmente soggettivo e i 200 fumetti sono presentati in ordine totalmente CASUALE, come ti vengono in mente. Questi NON sono meno belli dei 20 dei due post precedenti, insomma, o più belli di quelli che verranno nei successivi. Pronti? 'nnamo [...]

La tua serie preferita nell'interessatissimo-tutto microverso di Alan Moore per la Wildstorm di Jim Lee, la linea America's Best Comics, a cavallo tra i due millenni: Top 10 è una serie poliziesca ambientata in una città in cui tutti, compresi i bambini e gli animali domestici, hanno superpoteri. Praticamente un Hill Street giorno e notte o un NYPD - New York Police Department con i supertipi. La meraviglia. Alla prima miniserie, durata 12 numeri, hanno fatto seguito nel 2003 una di 5 numeri dedicata al poliziotto blu Smax e la graphic novel Quelli del quarantanove (Top 10: The Forty-Niners, 2005). Ci sono anche una storia singola, Deadfellas, apparsa nell'America's Best Comics 64 Page Special, e un'altra miniserie più recente, Oltre l'ultimo distretto (Top 10: Beyond the Farthest Precinct), che però non ha scritto Moore.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
La miniserie originale è stata pubblicata in due volumi con copertina rigida da RW Lion. Costano poco meno di trenta euro l'uno. Oppure c'è la vecchia edizione Magic Press: tre brossurati che si pescano sulla baia anche a 5, 6 euro ciascuno. Sempre Magic ha pubblicato i volumetti di Smax e Quelli del 49, e pure Oltre l'ultimo distretto, se vi va. Smax si trova sui 10 euro, Quelli del 49 è un po' più difficile da rimediare.
Devilman non è solo il capolavoro di Go Nagai e uno dei manga più influenti, soprattutto dal pdv stilistico, di sempre. Ne scrivevi tempo addietro: "C'è, è vero, qualche divagazione di troppo nella fase in cui Akira Fudo e il suo amico Ryo vanno a spasso nel tempo a incontrare tizi famosi, ma Devilman rappresenta un fumetto horror di rara potenza. Infinitamente più violento della serie TV che ne venne tratta, si apre e si chiude con scene di una ferocia indicibile. La saga di Devilman ha origine del resto in un'orgia di violenza (letteralmente) e termina in un bagno di sangue sconcertante". In pratica le uniche cose che hai apprezzato nel recente remake Devilman: Crybaby su Netflix. Bisogna avere lo stomaco forte per reggere il finale di Devilman, ma se ci riesci, non te lo dimentichi più. Per forza.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Ne esistono almeno quattro edizioni diverse, per altrettanti editori, ma c'è da puntare decisi sull'ultima, quella di Jpop. Cinque volumetti a 7,5 euro o l'Omnibus da mille e passa pagine, a poco meno di quaranta euro? L'Omnibus è fico da tenere in libreria, ma molto meno comodo da leggere...
Storia del West è un altro di quei fumetti che per te non saranno mai dei semplici fumetti. Lo leggevi con tuo padre, parte del bagaglio western che Giovanni ti ha passato quand'eri ragazzino, insieme a tutti quei film che vedevate d'estate in TV. La serie di Gino D'Antonio, nata nel '67 e conclusasi nell'80 dopo 73 uscite, ripercorre tutta l'epopea del West seguendo principalmente la storia di due famiglie nell'arco di quasi un secolo. Il numero con la storia di Capo Giuseppe l'avrai riletto almeno tre volte. Capolavoro assoluto del fumetto italiano, western e non.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Storia del West è stato ristampato più volte, da Bonelli e da editori come Hobby & Work e If. Sia l'edizione Bonelli anni 80 che quella If si trovano complete sulla baia a 80/120 euro. Se volete provare un singolo numero, su Amazon sono disponibili anche in versione kindle e altri formati ebook, a meno di un euro l'uno. Bonelli ha pubblicato qualche mese fa un interessante, anche se un po' costoso (32 carte) volume su questo fumetto e il suo rapporto con i fatti realmente accaduti: Storia del West. La realtà e la leggenda nel capolavoro a fumetti di Gino D'Antonio.  
The Authority di Warren Ellis e Bryan Hitch apre nel '99 un nuovo corso per i super-eroi USA, un filone portato poi avanti dallo sceneggiatore che sostituisce Ellis sulla serie a partire dal numero 12, Mark Millar, e in cui si infilerà giulivo lo stesso Millar con il suo Ultimates per la Marvel. Disegnato da Hitch, per chiudere il cerchio. Proprio nella run di Millar, The Authority diventa qualcosa di sensazionale. Attingendo a un vecchio post: "Nelle mani di Millar, la squadra creata da Warren Ellis diventa il primo, vero super-gruppo moderno. Un gruppo i cui membri sono tutti la sintesi del cool, iper-violenti e perciò destinati ad affrontare nemici ancora più letali, che non stanno lì a perder tempo in chiacchiere. Oggi, dopo che lo stesso Millar ha ripreso e affinato un paio d'anni più tardi il concetto, piazzandolo nel cuore dell'Universo Marvel con gli Ultimates, magari non ci si pensa, ma prima nessuno era riuscito a infilare in un fumetto di super-eroi mainstream una roba del genere. Jack Hawksmoor, Engineer e gli altri non sono gli eroi distrutti e poetici di Moore, o quelli complessati di Claremont, o quelli sfigati della Nocenti con una mano tesa verso il futuro e un'altra sui maroni, ché hai visto mai. Sono un gruppo di bastardi. Bastardi veri, figli dei tempi e figliocci di Matrix, ma con una presenza scenica enorme. Perché, tanto per dire, sulla carta raccontare della relazione tra le versioni gay di Batman e Superman rischiava di sforare nella parodia becera. Sul word processor di Millar, invece, ne sono venuti fuori Apollo e Midnighter, due tra i super-eroi più cazzuti (no pun intendended) di sempre. C'è quella scena, in "Mondo Nuovo", in cui tutto il resto del gruppo è stato eliminato in modi ATROCI dal Colonnello e dalla sua nuova Authority, ed è rimasto solo Midnighter. E, beh, è una delle migliori reinterpretazioni del tema si è salvato solo Wolverine e ora viene a rompervi il coolo, stronzi! che tu abbia mai letto".

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Purtroppo i due Absolute pubblicati anni orsono da Magic ora costano un frappo anche sulla baia. RW Lion ha pubblicato in versione cartonata un primo volume Deluxe qualche mese fa, a una trentina d'euro. 
Devil: Rinascita. O Daredevil: Born Again. O Daredevil: Rinascita. È uguale. Il capolavoro di Miller nel mondo di Cornetto, la storia perfetta dell'eroe ridotto in ginocchio, anzi no, direttamente steso a terra a pelle di leopardo. Nella spazzatura. Senza più nulla, prima di tornare alla luce, prima di rinascere. L'interpretazione superadulta dei personaggi (nel caso della povera Karen, in più di un senso), il prezzo di un segreto, l'orgoglio. Matite di un super David Mazzuchelli, il disegnatore che manca tantissimo ai super-eroi mainstream. E che a Lucca '92 hai incontrato all'uscita dei bagni, ricordiamolo. Non ha semplicemente senso interessarsi ai super-eroi, in generale, se non si è letto Rinascita.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Il numero 7 della Daredevil Collection Panini, con copertina rigida, costa 18 euro e si trova anche a meno. Sui/sotto i 10 euro ci sarebbe l'edizione da edicola Le Grandi Saghe Marvel #55.
Per I Kill Giants ripeschi un altro scampolo di post dall'archivio. Quattro anni fa ne scrivevi: "Di I Kill Giants, miniserie Image del 2008 scritta da Joe Kelly (il Kelly di Deadpool, degli X-Men e di Superman), disegnata dal nippoispanico JM Ken Niimura e pubblicata in volume in Italia da Bao, non vuoi scrivere assolutamente nulla. Come già successo per Tre Ombre di Pedrosa, credi si tratti di una di quelle letture alle quali uno debba arrivare senza sapere niente di quello che sta per leggere. Se vi fidate, e non l'avete ancora letto, fatelo. Ieri. Vi ricorderete a lungo di Barbara Thorson". Non è un fumetto fantasy, non è un fumetto per rEgazzine, ha un titolo meraviglioso. 

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Il volume Bao costa 15 euro, in amazzonia 11. 
Qualcosa di Disney? La tua storia di paperi preferita di sempre, Zio Paperone e l'avventura in Formula 1, pubblicata sui numeri 1501 e 1502 del settimanale, nel settembre dell'84. Di Giorgio Pezzin e Giorgio Cavazzano. "Sarà che all'epoca seguivi il circus molto più di oggi, saranno state le parodie di Perrari e Alfa Marameo, la comparsata del Commendatore o, soprattutto, la rocambolesca rimonta della Turbopaper in stile Longobarda di Canà, con tanto di trionfo finale di Paperino, ma quei due numeri li hai letti fino a disintegrarli". Mercoledì scorso hai comprato in stazione un paio di buste di Topolino per le Pubblicità Fuorvianti. È saltato fuori il numero 1502, hai riletto il finale della storia per, boh, la trentesima volta.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Sulla baia i due numeri in questione costano un euro, addirittura un euro e 50 l'uno.
L'Eternauta non è solo uno dei più significativi e meravigliosi fumetti di fantascienza di sempre. È la porta su un mondo. È un infiltrarsi della distopia sci-fi nelle pieghe del reale, tanto che nel rimetterci mano, a fine anni Sessanta, il suo autore, Héctor Oesterheld, raccontava quanto stava accadendo nei paesi vicini e sarebbe accaduto anche nella sua Argentina di lì a pochissimo, con la dittatura di Videla. Una dittatura di cui lo stesso Oesterheld finirà vittima, desaparecido in qualche volo della morte dopo essersi unito ai guerriglieri Montoneros. La storia del vagabondo dell'infinito Khruner, il pellegrino dei secoli, l'eternauta, resta un'eredità pazzesca all'immaginario fantascienzo mondiale.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Il volume cartonato di 001 Edizioni. 40 carte, ma le vale tutte. 
Di Lukas, e del perché il fatto che l'abbiano letto relativamente in pochi è sintomo del disagio in cui vive una buona fetta di lettori del fumetto italiano (Vogliamo il nuovo! Però il nuovo non ci piace! E sta succedendo la stessa cosa con Mercurio Loi, miseria ladra), si è detto un'infinità di volte in questo covo di deboscia. Facciamo molto prima se cliccate qui. E il Lukas Fan Club antristico va avanti, eh, mica ci si ferma. 

Quale edizione comprare? Quanto costa?
In attesa di un qualche volumone Bonelli, le due serie di Lukas (Lukas e Lukas Reborn) si trovano complete sulla baia a una ventina di euro l'una.

La Casa di Paco Roca hai dovuto aspettare molto tempo per leggerlo, per via del tema trattato. Quando ti sei deciso a farlo, ha prodotto l'effetto che immaginavi: ti ha mosso qualcosa dentro. Come tutte le opere in cui l'autore riversa se stesso, riuscendo a comunicare quello che ha in testa e nel petto, La Casa entra in risonanza con chiunque si sia già trovato a vivere quei momenti, quelle scene, quei dialoghi fatti di mezze parole. Ma il quadro, ovviamente, si allarga a comprendere più in generale il rapporto tra genitori e figli. Il cerchio della vita, quelle cose lì che ti facevano commuovere già prima, ora non ti dico. Poi, ovviamente, troviamo un posto anche per Rughe.

Quale edizione comprare? Quanto costa?
Il cartonato Tunué, a 16,90 carte.

[CONTINUA]



32 

Commenti

  1. Cesare Antonioli12 aprile 2018 12:21

    E come non ricordare il commento di Mauro Bolsonieri e il pilota Emerson Fritticaldi...
    Grande storia DOC

    RispondiElimina
  2. La storia della perrari e di crost me la ricordi anch'io, mado'...

    RispondiElimina
  3. E soprattutto di paperone che vuole cambiare il colore rosso alla Perrari perchè è troppo vivido! XD

    RispondiElimina
  4. Devilman ce l'ho!

    E L'Eternauta me lo consigliano tutti...

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. I kill giants letto e piaciuto tantissimo. Ho a casa il film, ho paura a guardarlo, ho paura che rovini la magia.

    RispondiElimina
  7. belli tutti, quelli che ho letto.

    Top10 è una delle grandi falle della mia cultura fumettistica.

    Anni fa ne trovai solo un numero, devo in qualche modo rimediare.

    Tra quelli che ho letto, ho i brividi solo a ricordare "Devil: born again."

    Credo che il concetto: "un uomo senza più nulla, è un uomo senza paura" sia ancora una delle migliori interpretazioni del personaggio.

    RispondiElimina
  8. Devilman Time Travel è davvero un'aggiunta brutta alla bellissima storia di Fudo. Poi vedere un pezzo di melma come Ryo diventare l'amico timidino è roba da matti.

    Chiedevo, ma una possibilità su una lista dei 200 libri che consigli invece? Fattibile?

    RispondiElimina
  9. e amazon guadagna i miei 11 euro per i kill giants :p cos' passo da 5 SU 10 A 6 SU 10

    RispondiElimina
  10. Quanto è bello Storia del West!
    Ci ho dedicato un intero paragrafo nella mia tesi di laurea, è una pietra miliare della storia del fumetto italiano.

    RispondiElimina
  11. Siccome repetita iuvant, almeno fino al recupero con le patatine nel cuore

    GENIO DEL MALE!

    RispondiElimina
  12. Io di Devilman possiedo l'edizione Omnibus e quella Dynamic in 3 volumi. Tutto sommato preferisco quest'ultima. non conosco invece l'ultima J-Pop in 5 volumi, ma presumo che a livello di contenuti sia identica alla Omnibus, correggetemi se sbaglio.

    RispondiElimina
  13. Piccola aggiunta relativa alla prima tornata: WATCHMEN, MAUS, DYLAN DOG-MEMORIE DALL'INVISIBILE, AKIRA e L'ULTIMA CACCIA DI KRAVEN li avevo letti.
    Ok, fine della precisinata e passiamo oltre.
    Su DEVILMAN...alla fine, nonostante la crudezza, rimane un'opera davvero profonda. Perche' fa capire che il vero demone, come sempre, e' L'UOMO. Sono cose come il razzismo, l'odio, i pregiudizi a decretare la fine del genere umano.
    Bellissimo anche STORIA DEL WEST. Un'intera epopea vista con gli occhi della famiglia MacDonald. E' li' che ho imparato a conoscere e ad amare le leggende come Wyatt Earp, Billy the Kid e Wild Bill Hickock. E, ovviamente, a capire per la prima volta che gli indiani (pardon, nativi) non erano i cattivi.
    Letto anche DEVIL-RINASCITA. Direi che il giudizio lo si puo' riassumere nelle note editoriali a inizio volume:
    QIEST'OPERA NON E' UN PUNTO DI ARRIVO. E'RIMASTO UN TRAGUARDO.
    Parole sante.
    L'ETERNAUTA l'ho visto in biblio giusto due giorni fa. Proprio il volume che hai descritto tu. Visto che e' una vita che voglio leggerlo, lo vado a prenotare. Cosi', non appena lo restituiscono, colmero' questa lacuna (ammesso che lo riportino).
    E a proposito...ho letto MARVELS.
    BelliFFimo.Mi e' piaciuto come hanno voluto andare controcorrente. Quando tutti cercano di umanizzare i supereroi (arrivando a volgarizzarli, in alcuni casi) Busiek e Ross vanno nella direzione opposta. Li fanno tornare DEI. Perche' quando sei nella m...fino al collo, alle volte non ti rimane che alzare lo sguardo al cielo. Perche' solo LORO possono risolvere la situazione. Che piaccia oppure no.
    Gli danno un'interpretazione quasi divina, facendoli passare per le eta' dell'uomo. La golden age, quella dell'oro, quella d'argento, di bronzo e poi del ferro.
    Dove la gente cambia opinione sui DIVERSI...e inizia a odiarli. Ma LORO sono sempre li', a vegliare su di noi. Senza chieder nulla. Senza parlare. Perche' contano le azioni, non le chiacchiere. Quella sono roba da villain.
    Ross e' un artista pazzesco. Piazza delle inquadrature dove (Gi)Ant-Man e Galactus SONO DAVVERO ALTI COME PALAZZI. Meraviglia e terrore allo stesso tempo.
    A questo punto vorrei leggere KINGDOM COME...

    RispondiElimina
  14. C'è l'Eternauta! Ora so che è una lista con i controattributi! Approved!!

    RispondiElimina
  15. Lukas è di casa, tutti i giorni mi godo la vista della title page del numero 1 (pag. 7) e lo stupefacente acquarello che fungeva da copertina interna di ai numeri di Lukas Reborn.
    Michele Benevento è un mito e super gentile.
    Questa volto ho letto quasi tutto e c'è della roba che ho amato (Top Ten e Autority), altro che viaggia nell'olimpo del fumetto (Devilman) e altro ancora che ho mollato a metà perché mi diceva poco (I kill giants).

    RispondiElimina
  16. A questo giro le mie lacune rispetto alla lista del Doc sono di più, alcune per scelta consapevole, altre perché "ancora non mi sono convinta a".

    Tre di questi titoli li ho letti:
    - Top 10 (razionalmente so che non è la sua cosa migliore o più rappresentativa, ma visceralmente è la cosa di Moore che ho più amato, mi sa. Divertimento intelligente al 100%. Amolo!)
    - I kill giants (bello. emozionante. punto)
    - Authority (ho letto un paio dei volumi di Ellis e... vedi alla voce "Preacher": non riesco a leggere storie popolate da "eroi" a cui vorrei far esplodere la testa a ogni pagina. Mollato senza rimpianti, è roba che mi fa salire l'odio e basta. Non leggo i fumetti per questo)

    "L'Eternauta" celo, ma ancora non ho avuto il coraggio di affrontarlo. Più che altro perché io leggo principalmente distesa a letto, e col volume 001 rischierei lo pneumotorace XD
    Scherzi a parte, devo trovare tempo/modo di avventurarmi in questa lettura nel modo giusto, e ancora non è capitato. Capiterà, spero ;)
    Posso dire, a mio credito, che se non altro ne possiedo ben due edizioni: quando l'edizione italiana era ancora di là da venire, e i fumettofili la invocavano rassegnati a non rivederla mai più, ho approfittato di un viaggio in Spagna di sorella per farmi portare indietro, come souvenir, il volume della Norma Editorial del cinquantenario. Calcolando che io neanche lo so, lo spagnolo, è stata una bella dichiarazione di amore e fiducia verso gli autori e questo fumetto mitico, la mia! XD

    Tutto il resto, mi manca, qualcosa per ventura (la storia Disney), qualcosa per disinteresse mio, qualcosa perché pur incuriosendomi, ho sempre rimandato l'acquisto. Chissà, magari in futuro... ^^

    RispondiElimina
  17. Daredevil Reborn e' semplicemente un capolavoro. Sarebbe perfetto per un DareDevil Season 3......

    RispondiElimina
  18. Tantissima roba la Storia del West, è uno dei tanti motivi per cui sono cresciuto, all'opposto dei miei coetanei in fissa con i dinosauri, col mito della frontiera.

    Mi toccherà riacquistare anche questo, tanto lo spaccerò come "regalo per la festa del papà".

    RispondiElimina
  19. ...che ricordi, Michele Alberetto... e la Polleman che nel 1984 era guidata da un ancora poco noto Senna (ma già secondo a Montecarlo sotto un diluvio epocale)

    RispondiElimina
  20. E per adesso sono a 0/30 letti. Dai che finisco i listone con una cifra tonda (letteralmente) XD.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. E come dimenticare Alberretto, il grande Michele Alboreto gran pilota e gran signore...non sono mai stato un grande estimatore di Topolino, ma ricordo il numero 1500 con il mega concorso e i numeri seguenti con questa bellissima storia in due parti, non credo di averla mai riletta, e sono passati piu di 30 anni!

    RispondiElimina
  23. Pochi fumetti mi hanno mosso qualcosa dentro come ha fatto I kill giant.

    RispondiElimina
  24. anche io amo Top 10. ma a volte mi sembra snobbato dai più

    RispondiElimina
  25. Ma se dico che L'Eternauta è stato una graphic novel molto prima che Eisner parlasse di graphic novel, dico brutto?

    RispondiElimina
  26. Doc, ottima lista, condivido il giudizio su quel che ho già letto (il 70%) e segno quanto mi manca per future letture.
    Menzione speciale per la storia di Paperino in formula1, incredibile come io possa ricordare buona parte di quella storia, compresa la scelta delle gomme fatta da Paperone ed il motore rimontato o il telaio rotto e paperino che chiede le scarpe di ricambio. C'è una magia nel fumetto che ti è chiara solo in momenti del genere, grazie per la rivelazione.

    RispondiElimina
  27. Rinascita mi ha fatto piangere. Letteralmente. Ero sul treno in direzione università. Vagone pieno di gente. E io come un cretino con le lacrime agli occhi sfogliando "un fumetto". So che i presenti mi avranno sicuramente preso per il culo, ma non mi interessa.
    P.s. Belle le ristampe "Daredevil Collection" ma anche la versione delle "Grandi Saghe" non è male e io onestamente consiglio quella

    RispondiElimina
  28. "La mia cosa preferita sono i mostri" l'hai già letto Doc? Ne parlano bene in tanti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'Issuu della Bao c'è un preview che mi ha convinto a correre a ordinarlo subito (anche per approfittare degli sconti al 25% che stanno facendo).
      Ma non essere precipitevole con le domande: è uscito tipo da pochi giorni... XD

      Elimina
  29. Standing ovation per l'Eternauta. Io l'ho letto da bambino, su Lanciostory. Mio zio faceva il barbiere e passavo intere giornate a leggere i fumetti dell'Eura, che lui comprava per i clienti e poi mi passava. Ho scoperto la storia dei desaparecidos molti anni dopo, comprendendone appieno la genialità.

    RispondiElimina
  30. Per quanto riguarda la mia storia di paperi preferita, io vado per "Zio Paperone e il Recupero del Paperic", anno 1986, di cui poi un decennio dopo ha fatto il remake James Cameron con la colonna sonora di Céline Dion.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy