5 ragioni per cui l'acquisto di Fox da parte della Disney è una buona notizia (anche se non lo è per niente)

Perché, essenzialmente, al di là della giuoia per il "ritorno a casa" di F4 e X-Men, no, non lo è. Il fatto che la Disney abbia comprato per 52 miliardi di dollari buona parte della 21th Century Fox (praticamente tutto tranne i canali news) è una pessima notizia. Non solo perché in generale la concorrenza porta diversità e avvantaggia tutti - basti pensare a quanto sono differenti, nel bene o nel male, le serie TV Fox sugli eroi Marvel da quelle ABC/Disney - ma perché c'è da temere fortissimamente che una realtà come Fox Searchlight Pictures, che ha prodotto film come WildLa forma dell'acqua - The Shape of Water, giusto per citare i primi due che ti vengono in mente, evapori nelle mani di chi è interessato a fare solo pellicole sbancabotteghino con zii del tuono e generali Fax. Sì, anche la Fox ha avuto sempre la sua brava dose di film scemi e fracassoni, ok, ma ha fatto anche dell'altro, e in modi diversi. Per quanto non ti sia piaciuto granché il risultato finale, un Alien Covenant, per buttare lì un altro esempio facile, non ce lo vedi proprio come pellicola targata Disney. Già te l'immagini, un remake dei primi Alien con Ripley trasformata in una principessa Disney come Rey di Star Wars. E un nuovo Predator PG13? Un Die Hard con tutti i morti ammazzati fuori inquadratura? Ma si è nerd noialtri, chiaro, e ora c'è che Fantastici Quattro, X-Men, Deadcoso e gli altri eroi Marvel fanno ora tutti parte di una grande famiglia cinematografica allargatissima. Ecco allora cinque aspetti della faccenda "Disney compra Fox" che ti scimmiano notevolmente [...] 

1) UN FILM DEI FANTASTICI QUATTRO DECENTE
Decente, eh. Non chiedi mica il capolavorò. E non essendo Fiordaliso, non vuoi mica la luna. Ti basta che dopo quei fumanti ammassi di palta usciti finora, dopo la Cosa nana e Destino che gioca con lo slime alieno, qualcuno tiri fuori un film decente sulla pietra angolare del Marvel Universe. Così, già che ci siamo, finita la guerra col vicino di casa dopo avergli comprato la villetta, riportiamo magari in fumetteria anche la testata del Quartetto, ché ora anche basta con 'sta storia. La Marvel è i Fantastici Quattro, i Fantastici Quattro sono la Marvel. Eghe. 
2) AVENGERS VS X-MEN
'Nuff Said. Una serie TV in 10 episodi in cui Capitan America piglia quel coglione di Ciclope a cinquine a due a due fino a quando non diventano dispari come Madrox l'uomo multiplo quando non gioca a beach volley da solo. Non serve altro, eh, manco la Fenice e tutta quella roba (poca) che c'era nel crossoverone AvX del 2012. Solo 10 ore di schiaffi.
3) DESTINO REGNA
Servono nuovi supervillanzoni supremi per le fasi 4, 5, 6, un, due, tre, starbrand del Marvel Universe cinematografico? Il Dottor Destino - quello vero, non il pupazzo dell'ultimo film - è perfetto. Ma un Kang lo buttiamo via? Un Galactus? E se sì, in che giorni della differenziata si lasciano fuori dalla via lattea i Galactus?
4) IL PRIMO STAR WARS, SENZA LUCASATE
Non tutti lo sanno, ma i diritti  di Star Wars Episodio IV, alias il primo Guerre Stellari, erano ancora in mano a Fox, a causa dell'accordo stipulato all'epoca da Lucas con la volpe del ventunesimo secolo. L'acquisizione della baracca Lucasfilm da parte di Disney nel 2012 non includeva i diritti di distribuzione di quella pellicola, rimasti a Fox "per sempre". Cioè fino a quando Mickey Mouse non s'è comprato direttamente tutto il resto. Ora che tutta la saga è in mano alla stessa corporation, magari c'è una nuova speranza che ripropongano la prima trilogia senza effettacci in CGI e le altre robe posticce di Ciccio Lucas appiccicate negli anni. 
5) OTTO DISC, IL SUPER-AUTISTA
Nel pacchetto formato convenienza CompratilaFox ci sono anche i Simpson, 
(che avevano ovviamente già previsto tutto, come la restante storia futura dell'umanità, 19 anni fa)
perciò la notizia della spesona Disney è stata accompagnata dalla prevedibile smitragliata di meme e fotomontaggi svogliati con Topolino e Bart Simpson. Quelle robe tipo il Paperino Wolverine del "Disney compra Marvel" e le orecchie di Topolino/lune di Tatooine del "Disney compra Lucasfilm". Frega niente, vuoi solo vedere un fumetto Marvel in cui l'autista del pulmino Otto Disc (Otto Mann) regna sull'universo, come merita. Lo vedi bene anche nei Guardiani della Galassia, a urlare in milanese nel microfono "Uè, funghetti extraterrestri, dudu-dàn, dudu-dàn, dudu-dàn".  

Ah, ora c'è davvero il rischio che Cameron faccia tutti quei cinquanta film di Avatar, tipo, che aveva promesso minacciato di girare. 


Commenti

  1. Boh, non so. Solo il tempo ci dirà se sarà stato bene o male. Per il momento aspetto e non esprimo opinioni in merito

    RispondiElimina
  2. A me la notizia ha preoccupato non poco. Già si intravede un appiattimento verso il basso del livello dei film, sia come target bimbaccioso, sia come storie sempre più edulcorate per non dare fastidio al pubblico. Ora che non ci sarà più pluralismo rischiamo veramente tante serie e tanti film fatti con lo stampino. I crossover sono l'unica nota positiva ma bisogna vedere se e come saranno girati. A me ha fatto lo stesso effetto di quando la Disney ha cominciato a fare Topolino al posto della Arnoldo Mondadori. Mi è sembrato che si fosse persa quella passione e genuinità in una logica del profitto più bieco.

    RispondiElimina
  3. Questa acquisizione non può che far nascere piccole realtà indipendenti che puntano sulla qualità, se si venisse a creare un monopolio Disney. Farebbe mostrare i muscoli a Netflix, dando la possibilità alla piattaforma online di sfornare serie meraviglia come il Punitore (non credo si capisca quanto mi sia piaciuta) alla facciazza delle principessine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoricamente sì. Ma praticamente Disney si è portata a casa anche il controllo di Hulu. Dirottando lì tutti i suoi brand, toglie aria (e abbonati, e soldi) a Netflix. Già il moltiplicarsi di piattaforme simili ha impoverito enormemente la library di Netflix negli ultimi anni. Punteranno quindi di più sulle loro serie originali? Sicuro. Sperando bastino i soldi.

      Elimina
    2. Speriamo che allora Netflix si sganci dall'universo marvel e viri verso universi fumettistici indipendenti e piu' autoriali. Speriamo......

      Elimina
    3. Mi spiegate come fate a dire che l'acquisizione da parte di Disney di Fox è una pessima notizia per la concorrenza mentre al tempo stesso vorreste che Netflix avesse il quasi monopolio dei contenuti online per avere tutto pagando un solo abbonamento?
      La diversità e la concorrenza significano anche dover pagare diversi servizi per diversi contenuti.

      Elimina
    4. Presto detto. La concentrazioni solitamente uccide la varietà, abbassa la qualità essendoci poco concorrenza e alza le barriere all'entrata evitando la nascita di nuovi soggetti bloccando così l'innovazione. I soggetti che governano il mercato possono decidere chi lavora e chi no e possono avere maggiore influenza sugli enti preposti al loro controllo.
      Questi sono alcuni aspetti.

      Elimina
    5. Dimenticavo, decidono i prezzi.

      Elimina
    6. @Drakkan forse mi sono spiegato male io.
      Commentavo sul fatto di dire che il monopolio sia sempre negativo e di volere diversità e concorrenza nei creatori di contenuti ma al tempo stesso di volere che Netflix abbia il monopolio della trasmissione in streaming di quei contenuti per non dover pagare più abbonamenti a siti diversi.

      Elimina
    7. Non è che ti sei spiegato male, hai letto male.

      La cosa del non dover pagare più abbonamenti non c'è nel post o in commenti precedenti al tuo. "Bastino i soldi" era riferito a Netflix, perché le serie originali che produce costano, e pure tanto (100 milioni di sterline per dieci episodi di The Crown). Meno abbonati, meno soldi per produrre serie di qualità. A me che ci siano trenta piattaforme online per distribuire ciascuna i suoi contenuti, producendone pochi di originali e specifici per la piattaforma stessa, non interessa. Ma nessuno ha scritto che non mi interessi abbonarmi a Hulu se arriva in Italia se mi propone qualcosa che mi aggrada.

      Elimina
  4. finirà come per le vecchie storie pubblicate sul Topolino negli anni 70-80???... ritrovandole sui "Classici" e "Grandi Classici", vengono edulcorate, modificate e banalizzate... per dire, un Rockerduck che si riprometteva di offrire una "pinta di rum", nella riedizione si ritrova a proporre "una buona gazzosa" (con lettering iverso...)
    Sarò un estremista... ma per me la Disney (odierna) è il male!

    RispondiElimina
  5. Sicuramente produrranno film dal tono differente , per target diversi, per non farsi concorrenza da soli.
    Ci sono già stati buoni segnali della Disney, se vogliono. Per una volta , confidiamo nel topo invece che nella topa.

    RispondiElimina
  6. Onestamente tutte queste concentrazioni e acquisizioni mi fanno sempre più pensare ai futuri distopici di tante opere futuribili uscite nelle ultime decadi del secolo scorso.
    Detto questo un film tutto sulle origini di Victor Von Doom sarebbe bellerrimo. Uno dei personaggi migliori del mondo Marvel. Come dico spesso i cattivi sono spesso più interessanti dei buoni.

    RispondiElimina
  7. Io sono strafelice per i motivi già citati dall'articolo, quanto al resto ritengo che sarà un'infornata di soldi per rivitallizare i vari franchise FOX come Alien e Avatar.
    Quanto alla paura che la Disney mandi in vacca i franchise più adulti già vi informo che è prevista una linea MARVEL-R con contenuti adatti ad un pubblico più adulto.

    A proposito di X-MEN ed FQ ritornati in casa Marvel mi aspetto un reboot con attori differenti e finalmente i costumi fatti bene e con le MASCHERE!!! (addio tutine di pelle).
    L'unico che si salverà dal reboot sarà Deadpool/Ryan Reynolds, unico film recente non Marvel Studios davvero di successo e che riuscendo a sfondare la quarta dimensione si renderà conto di essere stato reebootato nel MCU, potendo mantenere intatta la storyline e il cast del primo e del prossimo film.

    RispondiElimina
  8. Posso dire che Ciclope - UNA VOLTA TANTO - aveva dannatamente ragione in Avengers vs X-Men?
    Che poi quella roba è uscita fuori principalmente per sminuire il franchise dei mutanti, i cui diritti cinematografici erano (ancora) saldamente in mano a Fox.
    Sono proprio dei simpaticoni alla Marvel. E pure un pò masochisti.
    Ma tornando più seri, questa acquisizione è una pessima notizia per chissà quanti lavoratori che verranno al 99% licenziati: i gaglioffi Disney già parlano di "riorganizzazione", una parola sempre bruttissima in questi casi.

    RispondiElimina
  9. ragione 6. Magari chiudono tutte le serie di MacFarlane, ma questo è più una speranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ragione 7. Mational Geographic non è più in mano a Rupert Murdoch.

      (detto questo sono anch'io scettico e preoccupato riguardo questa operazione)

      Elimina
  10. Io non sono molto scettico a riguardo ed altresì molto preoccupato.
    Ho avuto la possibilità di vivere il cinema della MGM, Paramount, Universal, Carolco, Canon, United Artist, Touchstone, ecc. ecc.
    Io, parere personalissimo, da qualche anno a questa parte vedo solo un gigantesco appiattimento di proposte ed idee.

    RispondiElimina
  11. Non per fare il PdF, ma la Fox ha già fatto non uno ma ben due Die Hard coi morti fuori inquadratura, senza sangue e in PG-13.
    E la Disney per anni distribuiva film di nicchia a violenti tramite due associate come Touchstone e Miramax, film come Pulp Fiction.

    RispondiElimina
  12. Sarebbe un suicidio omologare tutto ciò che possiedono perché la gente si romperebbe le balle prima di subito. Basta l'esempio film del MCU/Marvel Netflix per fare capire che possono e vogliono differenziare le loro offerte in base al canale di distribuzione. E poi la Disney ha sempre prodotto roba fuori dai suoi schemi: per anni produsse la miramax, una delle serie più rivoluzionarie degli ultimi anni(Lost) è stata prodotta dalla ABC che eè disney e così via. La cosa che più mi preoccupa è che più che altro essendoci solo un gruppo di capoccie a decidere chi lavora e chi no

    RispondiElimina
  13. Aspetto il momento on cui la disney si compra youporn e pornhub. Certo avremo le principesse con le storie zozze ma rigorosamente col pg13...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il taglio va fatto per dritto, vero?

      [Chi non la capisce vive ancora nell'età "dell'innocenza", chi l'ha capita per favore non rovini la giorrnata agli altgri.]

      Elimina
  14. disney quando vuole la roba drammatica la sa fare , io sono contento

    RispondiElimina
  15. Vabbeh, altri soldi da risparmiare.

    RispondiElimina
  16. Ormai gli mancano solo la Toei e la Shueisha...sta facendo come la Microsoft, e la cosa non mi piace per niente.
    Il fatto e' che la Disney dovrebbe decidersi a fare anche film e storie per adulti (un po' come la linea MAX o la Vertigo), altrimenti hai tra le mani mezzi e potenziali totalmente sprecati.

    RispondiElimina
  17. Allora, ho letto poco tempo fa che la DC cinematografica ha in programma Flaspoint, che, per come la vedo io, vuol dire probabilmente un grosso reboot.

    Ora, visto che Infinity War dovrebbe essere una svolta sostanziale e vista l'acquisizione della 21 CF, che non sia nei progetti Marvel-disneyani la stessa idea?

    Un reboot totale, che faccia confluire nello stesso universo tutti i personaggi Marvel?

    RispondiElimina
  18. Cameron lasciamelo tranquillo su "Alita", Doc, ché sta' settimana avrò visto il primo trailer del suddetto film almeno ottanta volte...

    ...Ed è BelloBelloBelloBelloBello!!1!UNO!ONE!!!1

    Ho detto che è bello?! :D

    RispondiElimina
  19. Otto for president!
    Vedere i Simpson e Alien in mano alla disney mi fa accapponare la pelle dove non batte il sole...
    Comunque riguardo al canale hulu, ho letto che la disney nel 2019 vuole entrare a gamba tesa nel mondo della tv online con un suo canale coi controcosi sfruttando l'infrastruttura hulu e mettendo sul piatto i frappilioni di contenuti che ora possiede.

    RispondiElimina
  20. Hai ragione Doc, a me preoccupa che la Disney si sta comprando tutto. Senza concorrenza si rischia di non generare varietà. Inizialmente pensavo che comprassero solo i restanti diritti Marvel, non tutto il resto.
    In ogni caso, vedremo davvero belle cose. Concordo su tutti i punti che hai selezionato, specialmente sui Simpson. Voglio vedere cosa uscirà fuori.

    RispondiElimina
  21. Che Disney si stia prendendo il monopolio di all the world è sicuramente una cosa non troppo bella in qualsiasi campo, poi come dici tu Doc la nostra parte nerd non può che viaggiare con la fantasia e la speranza di vedere X-Men e F4 entrare nell'MCU. Tra parentesi cosa sono quei costumi rossi che giacciono ai piedi dei F4 nell'immagine??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente, il Milan voleva fargli cambiare squadra, ma noi lo sappiamo che i F4 sono sempre stati con le forze del bene ;)

      Elimina
    2. Sono le tutine rosse indossate durante un ciclo di storie: https://i.pinimg.com/736x/e8/b8/66/e8b866c69f3c9551c944648ee7376052--human-torch-marvel-heroes.jpg

      Ne torniamo a parlare presto, perché avevo in mente un post proprio su tutti i costumi dei F4 (molti più di quelli che si possa pensare).

      Elimina
  22. Sarà ancora più bello non andare al cinema apposta per fare dispetto ai grandi magnati amerrigani!
    Tanto senza concorrenza il livello dei film si abbasserà ancora di più.

    RispondiElimina
  23. Nella mia testa c'è solo che finalmente rivedremo i F4 nei fumetti Marvel (forse sbaglio a pensarla così, ma tanto c'ho la fissa di sta cosa) e se la gestione sarà altrettanto azzeccata come quella che, a mio parere, è stata quella della nuova run degli X-men, sicuramente ne vedremo delle belle XD...

    Per quanto riguarda i film, sono felice che finalmente gli eroi Marvel condividano in todo un unico universo cinematografico, sepcie se questo non va ad inficiare sulle testate (non che cinema e fimetti non sian andati mai di paripasso, anzi... ma gli errori del passato dovrebbero aver fatto riflettere gli sceneggiatori di entrambi i media...)

    Insomma per certi versi "Meglio male!*" (*cit.) ;)

    RispondiElimina
  24. Tutte questi inglobamenti mi fanno sempre un pò "paura" nel senso che sarò banale,però per me la Disney è film/cartoni per bambini,e non c'è niente di male per carità anzi hanno fatto degli ottimi prodotti,a me piacciono molto quelli vecchio stile,Peter Pan,Gli Aristogatti e via dicendo e non apprezzo molto quelli più recenti e detesto Frozen.
    Detto questo nella mia banalità ho paura che vengano snaturati tutti quei prodotti che per bambini non sono,insomma un film con un pò di sana viUlenza non me lo immagino con il castello della principessa in apertura.. Boh.. Vidarem come si dice dalle mie parti

    RispondiElimina
  25. Ma in casi come questi non dovrebbe intervenire l'Anti-trust?
    Con Microsoft lo avevano fatto...
    Comunque, c'e' un grosso MA, riguardo a tutte queste acquisizioni della Disney. O e' veramente preoccupata della concorrenza, oppure stanno cercando di fare disperatamente cassa. Forse la Disney, economicamente parlando, non e' messa cosi' bene come sembra.
    Ha un giro di miliardi, ma ne brucia altrettanti. Negli ultimi anni ha alternato successi cinematografici a flop clamorosi in altri campi (Disney Infinity, ad esempio). Senza contare che i parchi a tema sono dei giganteschi buchi neri che cucciano finanze senza pieta'. Ormai vanno avanti a prestiti.
    Per me tra un po' fara' CRAC.
    E se hanno in mano tutto loro, crollando si trascineranno tutto dietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. §§Beh, se vanno in vacca e svendono tutto va più che bene!
      Io e un mio amico stiamo ipotizzando di creare un'alternativa a Hollywood in cui far lavorare tutte le persone accusate di molestie di questi tempi.

      Elimina
  26. raga in tutto questo discorso, la cosa che mi incuriosisce (positivamente) di più a me è vedere che tecnologia può tirare fuori James Cameron con i soldi Della Disney dietro. Ha dettato lo standard tecnico del cinema da 20 anni a questa parte, e il 3d moderno l'ha inventato lui, come minimo m'aspetto che proietti i film direttamente nelle retine entro due anni

    RispondiElimina
  27. Non ci credo! Finalmente qualcuno che la pensa come me su Otto Disc. Lui che si è sacrificato per noi in maniera eroica lasciando il testamento perfetto:
    “W i Led Zeppelin!”

    Voglio il film della Disney su Robert Plant e Co. domani!

    https://youtu.be/5aE_YoOcsnM

    RispondiElimina
  28. Che la Disney, come azienda, voglia "disneizzare" ogni suo prodotto è una leggenda senza basi, che ovviamente è ben diffusa tra gli italioti. Ogni "ditta" diversifica, la Barilla oltre alla pasta investe in altre mille cose, allo stesso modo, pur di far soldi, la Disney se ci sarà bisogno di fare un film con sangue e sesso lo farà! Tant'è che il mercato oggi lo richiede anche quando non ce ne sarebbe bisogno. La qualità delle sceneggiature sarà come sempre in mano a chi scrive e chi dirige, la produzione darà le sue linee guida e stop. Poi i gusti son gusti per carità, ma se volete dare colpe datele ai nomi scritti alla fine del film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che vuoi, ma "italioti"? Cos'è, il 2005? C'è ancora gente che usa questa parola, al di fuori dei commenti su Repubblica e il Fatto Quotidiano? Davvero? :)

      Elimina
  29. Premetto che ho abbandonato i fumeti Marvel dai tempi dell'Editoriale Corno (son vecchio e stanco), ma Doc, sentirti parlare dei vantaggi di questa acquisizione mi è sembrato come sentir parlare la Gabanelli dei vantaggi della fusione Monsanto-Bayer.
    Eddài, può esserci un mondo migliore...Se ti arrendi anche tu, siam fottuti. ;-)
    Aldilà di tutto, tantissimi auguri di buone feste a tutta la famiglia Manhattan. Vi voglio troppo bene!

    RispondiElimina
  30. L'unico lato positivo in tutto ciò, per me, sarebbe davvero il vedere uscire sul mercato home video i film originali della prima trilogia di Star Wars senza le manipolazioni pasticciate degli anni '90. Ché se in casa mia non c'è finora una copia di alcun film di SW (o Guerre Stellari, che è meglio), c'è un motivo...
    Per tutto il resto, la Disney che si compra altri pezzi dello showbusiness mondiale è solo pessimismo (taaanto pessimismo!) e fastidio, per me :-\

    RispondiElimina
  31. Tutto giusto, però OKKIO: per lo SW originale del 1977 serve ancora il placet finale di Lucas, che quindi non arriverà mai... https://www.badtaste.it/2017/12/15/star-wars-riedizione-4k-modifiche-trilogia-classica-dipende-fusione-disney-fox/284871

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.