mercoledì 20 settembre 2017

23

Kentozzi l'action hero col mitra (sooca Big Jim)

Ma dite un po', ve la ricordate quella storia della Malvagia che dava la caccia a un modestissimo tizio che si faceva chiamare l'IMPERATORE DEL MONDO? Quella in cui Ken voleva romanticamente tramortire l'Algida con un mattone? Non ve la ricordate? Quella roba sottolineata è un link, cliccateci sopra, eghe. Uno vi deve sempre dire tutto, e che cos'è. Bene, dall'archivio di scan dei giornalini vintage di Barbie di Elisabetta è saltata finalmente fuori la prima parte. Cos'è quella storia di Kentozzi nei corpi speciali? E quanto può essere ancora più stronza, l'Algida Stronza, come capitana d'industria? Un'altra romantica storia d'amore a base di ATTENTATI e DIROTTAMENTI AEREI. Parola. Tenetevi. Forte [...]

(cliccate sulle immagini per ingrandirle)

"Immaginate una Barbie molto più ricca e MOLTO PIÙ POTENTE", esordisce la prima didascalia, chiamando in causa subito un livello di potere praticamente di scala Galactus. La manager spietata, "sempre in volo da un continente all'altro per affari", si trova a bordo di un aereo i cui passeggeri sono "tutti grossi industriali e finanzieri". E capaabombe con parrucconi da compositori del Settecento. Ma "i due che si stanno avvicinando alla cabina di pilotaggio non hanno l'aria dell'industrialotto". Eh, no.
Così, mentre Barbie parla al telefono con Londra, il rockettaro dal giubbotto rosso e la malvagia terrorista vestita di giallo e col cappello di lana del tonno nostromo dirottano l'aereo. Sono armati di mitra e hanno una bomba con cui intendono far "saltare tutti in aria" se non si atterra a Buenos Aires. Un fotoromanzo di evasione per bambine, lontano da quella brutta cronaca anni 80 piena di dirottamenti veri. Oh, qui almeno, anche se sono tutti vestiti in modo ridicolo, non li paga Gheddafi. La notizia del dirottamento terrorizza i passeggeri. Tranne i due maestri d'orchestra davanti all'Algida, ché quelli sono morti e incartapecoriti da un paio di decenni e ancora nessuno se n'è accorto.
Atterrati a Buenos Aires, i terroristi chiedono la liberazione dei "prigionieri politici". Cioè, visto dove si trovano, i criminali del regime militare. Dei bambolotti del mondo di Barbie a favore degli oligarchi dei voli della morte, rendiamoci conto. Il governo argentino, ai cui vertici ci sono altri cloni barbuti di Ken, prende tempo, schierando un "corpo speciale di tiratori". Fanno parte del commando: due militari in mimetica e passamontagna, il Capitano Findus e Kentozzi, vestito da mozzo e con un gilettino arancione che ce l'hanno regalato con le merendine mister day.
Kentozzi freme. È vero eroe d'azione e vuole intervenire, nonostante gli ordini di Findus. Gli uomini, nascosti dietro delle boccette giganti di glassa di aceto balsamico, non sanno cosa fare, mentre a bordo la tensione cresce. Siccome è sempre un fumetto per bambine ispirato a un mondo colorato e spensierato, i terroristi vogliono UCCIDERE TUTTI GLI OSTAGGI, UNO ALLA VOLTA, partendo ovviamente da Barbie. Ma la tipa col berretto frena il collega terrorista trigger happy proprio all'ultimo. Il tempo di aggiustarsi peggio il cappello in testa, per sembrare Pinocchio, e il Maggiore Kentozzi dà il via all'Operazione Tuono.
Il commando irrompe sull'aereo con delle granate flashbang, accecando i terroristi e cogliendoli di sorpresa. Il Nuovo Imperatore aveva garantito loro che sarebbe filato tutto liscio, infatti, vatti a fidare dei pazzi criminali che si proclamano padroni del mondo. Kentozzi è rimasto ferito nel blitz, e non si capisce come, probabilmente si è sparato da solo nelle palle (meglio che ci fai l'abitudine, ciccio. Non sai che ti aspetta negli anni a venire). Ma con fare virile, il Nostro dissimula il dolore, si congeda da Barbie e va a urlare in bagno come Fantozzi. Statler Findus non è contento però di come sono andate le cose: gli ordini erano di non intervenire e questa insubordinazione costa a Kentozzi il posto. È costretto a lasciare i corpi speciali, andandosene con la sua valigetta di cartone da emigrante, con la musichina triste di Vangelis in sottofondo, come a mai dire gol. Il fatto che Statler possa essere un pagliaccio in combutta con i cattivi è suggerito dal fatto che nel suo ufficio, alle sue spalle, c'è il poster di un tendone da circo.
Qualche giorno dopo, la BARONESSA BARBIE (uh?) manda a chiamare Kentozzi, in quanto "unico uomo che può salvare l'umanità" (umanità = lei, stigranrazzi del resto del pianeta). Sarà per il maglioncino sformato celeste melvino, che vi devo dire. L'Algida aristocratica parla di questo Nuovo Imperatore e Ken "riorganizza il servizio di sicurezza della RICCHISSIMA Barbie". Il che significa starle addosso tutto il tempo e prendersi DELLE RAFFICHE DI MITRA al posto suo mentre è in auto davanti a una paninoteca. L'avranno preso per un paninaro. Di nuovo.
Ma Ken è come noto antiproiettili e scocca l'amaure tra lui e la perfida baronessa. I due "si scoprono ogni giorno più teneramente innamorati". Ma un vecchio amico di Kentozzi, con il parrucchino di sandromayer, ha delle notizie per lui sull'identità del Nuovo Imperatore.
Solo che lo AMMAZZANO prima che Ken possa raggiungerlo. Il viscido Statler è già lì e consegna a Ken le prove che è Barbie il Nuovo Imperatore. "Prove schiaccianti". E siccome il Nuovo Imperatore "è una minaccia, Ken deve distruggerla. E Barbie, l'unica donna che abbia mai amato, vuole davvero servirsi di lui per appagare la sua sete di potere?". Capirai la novità. Come va a finire lo sappiamo. Ma prima di congedarci, pubblicità!
Palomino, la triste storia del puledrino ripudiato a calci dalla mamma Principessa perché Barbie l'ha vestito in modo ridicolo. Prego notare il tipico completo da cavallerizza dell'Algida.
Barbie Fior di Pesca faceva magiche conquiste. Barbie Bocca di Rosa, invece, metteva l'amore, metteva l'amore. O la morte, dipende se le stavi sul pazzo. 

Un enorme grazie, come sempre, 
ad Elisabetta - Lilletta Ely per le scan!


TUTTE LE ALTRE STORIE DI KENTOZZI

23 commenti:

  1. tendone da circo? il precisino della fungia che è in me si ribella e deve far notare che si tratta della cattedrale di Brasilia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dirlo io ma era più il timore di passare da PDF

      Elimina
    2. E quindi il capo dei servizi di sicurezza argentini ha una cattedrale brasiliana sullo sfondo?!?
      Non c'è più il patriottismo di una volta.

      Elimina
  2. Mia figlia ha scoperto lo scatolone delle barbi di mia moglie e ci gioca con la casa delle bambole che gli ho comprato su Amazon, in un momento di follia, durante il prime day.
    La cosa che mi ha colpito è che la casa era stata riempita, ad ogni piano, da barbi nude sedute su sedie e divani. Sembrava una casa di appuntamenti come vengono mostrate nei film e nelle serie tv.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti può consolare, credo che tutte le bambine/ragazze "collezionatrici" di Barbie tengano le bambole nude, fra un gioco e l'altro (visto che una delle attività più tipiche da fare con Barbie è cambiarle vestito ogni 4 secondi). Almeno, a guardare la collezionatrice che ho in casa (mia sorella), è sempre stato così anche dalle nostre parti (ma almeno lei le teneva chiuse in un bauletto, e l'effetto quartiere a luci rosse era limitato XD)

      Elimina
  3. Un thriller entusiasmante e ricco di tensione. Non se ne ha mai abbastanza di queste storie avvincenti, in cui comunque non manca mai un tocco di romanticismo.

    RispondiElimina
  4. Ma questi sceneggiatori non avevano paura di niente.

    In questa immagine si cita "il rapimento Rotckild" (sic):

    https://4.bp.blogspot.com/-Fj1YpiUGDuQ/WcIdtvVF-oI/AAAAAAAB0UU/mMNZKpIiqKYL_-cWFX5NjsdZocNyha4-ACLcBGAs/s1600/Barbie_vintage_22_06.jpg

    Se Barbie Fior di Pesca (o "di Pesco") esce, secondo una rapida gugolata, nel 1985, la scan può essere di quell'anno o poco prima... che si siano ispirati/stiano citando questi fatti di cronaca dei primi anni '80?

    http://www.cronachemaceratesi.it/2011/01/25/un-documentario-girato-a-sarnano-fa-tornare-a-parlare-del-giallo-rothschild/55440/


    http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/Misteri/ContentSet-e966002d-ae2e-4f86-8e4e-63e973952c5c.html

    RispondiElimina
  5. Peccato i 2 maestri d'orcestra morti di spavento d'avanti a Barbie, sarebbero potuti intervenire e invce eccoli lì, in preda al rigor mortis...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kentozzi fa l'eroe d'azione, una volta nella vita.
      E loro se lo perdono.

      Elimina
  6. Talmente mimmo che non so da dove cominciare! Un capolavoro di mimmaggine!
    Doc, rassicuraci, ci sono ancora taaaaaaaaanti altri fotoromanzi di Kentozzi, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quelli anni 90 qualcuno, ma purtroppo quelli vintaggi come questo sono praticamente finiti. Pregate tutti forte Santa Elisabetta perché ne tiri fuori degli altri.

      Elimina
  7. Un'altra romantica storia d'amore a base di ATTENTATI e DIROTTAMENTI AEREI.

    Io resto sempre (positivamente) meravigliata di come le trame dei prodotti per l'infanzia negli anni '80 fossero da un lato di un'ingenuità spaventosa e dall'altro ricolme di riferimenti creepy, realistici, violenti, ecc.
    Roba che se uno sceneggiatore di una rivista per bambini di oggi proponesse un racconto simile, minimo finisce al gabbio! XD
    Maledetto politically correct che ha edulcorato tutto! :P

    RispondiElimina
  8. Che Galactus può solo ACCOMPAGNARE!
    E Darkseid MUTO!

    RispondiElimina
  9. "Barbie strategia della tensione è attualmente in vendita in tutti i negozi di giocattoli!"
    "Gli stock di Ken principe nero sono al momento esauriti in Italia, la invitiamo a rivolgersi al nostro rivenditore spagnolo"

    Le tragicomiche avventure di Kentozzi mi mancavano tantissimo, grazie Doc.

    RispondiElimina
  10. Statler ha preparato la valigia di Ken in persona, nella penultima vignetta è già appoggiata alla sua scrivania.
    Voleva essere sicuro che si levasse dai maron glassè

    RispondiElimina
  11. Uno spaccato dei tempi di assoluta qualita' ! Come non apprezzare sangue terrore e morte in un fotoromanzo per bambini ? Attendo con ansia la seconda parte :-)

    RispondiElimina
  12. La cosa veramente VERGOGNOSA della dittatura di Videla e soci (ma non l'unica, ovviamente) fu che NESSUNO di quegli assassini ando' in galera.
    Con la transizione dal regime ad un governo sulla base di elezioni, la maggior parte dei generali e degli ufficiali responsabili di quegli orrendi massacri finirono a ricoprire importanti cariche pubbliche.
    E poi dicono che il crimine non paga...

    RispondiElimina
  13. Uscirà anche la seconda puntata, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stata già pubblicata: è quella linkata due volte nel post.

      Elimina
  14. E' sempre un piacere rivedere Kentozzi!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails