martedì 24 febbraio 2015

83

I caccia trasformabili Valkyrie di Macross

VF-25F Alto Saotome Custom Renewal Vers. e del VF-171 Nightmare Plus.
Nel turbine periglioso di pupazzame giapponese in cui sei cascato con tutte le scarpe negli ultimi anni, tra Soul of Chogokin, Myth Cloth dei Cavalieri dello Zodiaco, Hot Toys e gunpla di Gundam, eri riuscito fortunatamente a tenerti lontano dal ramo dei Valkyrie, i caccia trasformabili di Macross. Eri. La frequentazione di un minicircolino di debosciati - un giro di mail che va avanti da mesi con gli antristi wargarv, Drakkan e BlueCyber74 - e un paio di modelli piazzati in vetrina nella tua fumetteria hanno fatto il patatracartadicredito. E insomma, ora sei orgoglione di avere a casa due aereipupazzoni della serie, provenienti entrambi dai cieli di Macross Frontier e come tutti gli altri in grado di assumere tre configurazioni diverse: Fighter (caccia), Gerwalk (caccia con gli arti) e Battroid (robottone). Si tratta del VF-25F Alto Saotome Custom Renewal Vers. e del VF-171 Nightmare Plus. Ma, dice, sono così fighi come sembrano sulle scatole? Oh, sì [...]

Il variable fighter VF-25 Messiah è il Valkyrie protagonista della serie Macross Frontier (2008, 25 episodi), nella quale appare in varie versioni a seconda di chi lo pilota. Versioni che si riflettono ovviamente in aereipupazzoni con livree, armi e capocce differenti per amore di collezionabilité e spremitura dei collezionisti.
Tra le tante versioni esistenti del VF-25, la VF-25-F è quella pilotata da Alto Saotome, ex attore di teatro kabuki specializzato in ruoli femminili,
ragion per cui sotto quel casco indossa un taglio di capelli ridicolo. Forse.
Il VF-25F fa la sua apparizione sin dal primo episodio di Macross Frontier, e questo modellino è la seconda versione (da cui quel "renewal vers." sulla scatola) dedicatagli nella linea DX Chogokin della Bandai (codice GE-54).
Il contenuto della scatola: quei pezzi neri servono ad assemblare la base di sostegno in tre versioni diverse, mentre in basso, ancora nel cellophane, le armi, vari set di mani aggiuntive, un piccolo Alto Saotome fluttuante che vedremo dopo e un ancora più piccolo Saotomino da infilare alla guida del Valkyrie.
Il modellino è di dimensioni ragguardevoli, come vediamo dal confronto con la custodia di un BR, ed è bello pesante (350 grammi circa). Anche se all'esterno i Valkyrie Bandai sono tutti in plastica, hanno infatti gli snodi e diversi elementi in metallo. Le ali sono a geometria variabile, cioè se ne può variare l'angolo.
Il livello di dettaglio del caccia è notevole e la cura per i particolari, la qualità dei materiali e il tipo di verniciatura adottata lo rendono un gran bell'aereo, da esporre anche così. Lo stacco rispetto ai Masterpiece dei Transformers e a molto altro pupazzame nipponico è impietoso: il tutto è ingegneristicamente compattato così bene che si fa fatica, guardando il modellino in configurazione Top Gun, a pensare che si tratti di un giocattolone trasformabile.
Alzando il tettuccio del cockpit vi si può piazzare come detto il mini-pilota - che fortunatamente arriva già colorato da casa - alla cloche.
Aprendo gli appositi sportellini a scomparsa sulla pancia del velivolo, invece, si estraggono i tre carrelli, tutti e tre in metallo e con ruote che girano.
 Prego notare il tocco di classe del fermo per la ruota anteriore
In metallo (bronzato) sono anche i postbruciatori del Valkyrie, dettaglio non da poco, visto che si trasformeranno nei piedi del Gerwalk e del Battroid.
Le due armi del VF-25F, il coltello e quel fucile, possono essere anche attaccati al caccia,
incastrando il fucilazzo in un apposito vano sotto la pancia e infilando il coltello nel cu... in un cassettino sul fondo. Cassettino di cui torneremo a parlare tra poco.
Il tempo di piazzare i pezzi della basetta nella prima configurazione e vualà, il Valkyrie è in volo. La base è esteticamente gradevole, anche se un po' leggerina: il caccia si fissa in dei punti precisi e resta fermo al suo posto, ma la basetta in sé ha l'aria di dover essere un attimo zavorrata per evitare che il tutto VOLI DAVVERO al primo soffio di vento.
 Sia quel che sia, la resa è esteticamente eccezionale.
Guardate là che roba.
(Interludio: qui Zelda sta cercando di capire se sia possibile o meno arrivare a mangiarsi quel coso bianco là sopra)
(Deciso che no, non è possibile, va a caccia di qualche molletta o pantofola da sgranocchiare)
Compreso nella confezione, si diceva all'inizio, un figurino minuscolo di Alto in volo con la tutina jet. Come si vede, il figurino è retto da del fil di ferro nero agganciato su una base trasparente.
Passiamo alla seconda configurazione, il Gerwalk, i caccia ragnoni con gambe e braccia simbolo del mondo di Macross sin dai tempi in cui, ingenuamente, noialtri si credeva che la serie si chiamasse davvero Robotech, ignorando le origini di quel frullatone yankee (per saperne di più, c'è questo post qui).
La versione Gerwalk del VF-25F è non solo abbastanza aggraziata da essere scalciaculi, ma anche bella stabile,
merito di quei piedoni cui si accennava prima, e di uno snodo (sempre in metallo) ad altezza caviglia orientabile anche in altezza, il che permette di tenere i piedi ben saldi a terra qualunque sia la posizione delle gambe.
Il processo di trasformazione è piuttosto semplice su una scala da Zero a Transformers Masterpiece Come si Gira Questo Maledetto Pezzo Manuale di Melma. Quei tre pezzi in basso vanno staccati durante la trasformazione: gli ultimi due si possono riagganciare una volta finito,
mentre il terzo (il cassettino portacoltello di prima) si fissa sull'avambraccio sinistro e funge da scudo.
Il tempo di spostare i pezzi della base ed eccola pronta a farci appollaiare sopra il Gerwalk, in una serie di pose fighe a piedi staccati dal suolo che rendono molto bene l'hovering a qualche metro da terra in cui questi bestioni si esibiscono nell'anime.
Questa foto, scattata a metà del processo di conversione del Gerwalk nel robottone (Battroid) faceva molto regina di Aliens - Scontro Finale. Vieni avanti, Macrossetta.
Ed eccolo il Battroid, il Valkyrie in forma di robottazzo:
armonioso, solido, con tutti i pezzi che si fermano al loro posto, degli snodi adeguati e tutti - essendo in metallo - che ti danno l'appagante sensazione di non esser prossimi all'autodistruzione appena li solleciti un attimino.
Fighissimo quel visore verde, poco ingombranti le ali sulla schiena.
Le armi. Il coltellino da delinquente e/o Rambo e/o cacciatore di coccodrilli,
 da custodire come detto nell'apposito scudo-cassapanca.
Questo è invece il fucilazzo del Valkyrie, il GU-17A Gun Pod. Brutto il colore, quel viola villanzone, non esaltante la forma, soprattutto quel calcio a coda di pesce.
Detto questo, nell'anime il Gun Pod è un'arma a canne rotanti con la parte inferiore che si apre per il raffreddamento,
caratteristiche riproposte dalla sua controparte in plastica. Belli i dettagli come la canna o gli interni verniciati in metallo bronzé.
Un'impugnatura a scomparsa lungo la canna permette inoltre di reggere l'arma a due mani, per aumentarne il tasso di badasseria molesta.
Ecco infine il Battroid sulla base in configurazione 3, pronto a spiccare il volo.
E lasciatevelo dire, qui il tasso di badasseria aumenta ulteriormente.
Il modello è parecchio alto. Per buttare lì qualche raffronto, il doppio del Masterpiece Sideswipe/Lambor,
quasi alla stessa altezza di una figure 1:6 (se vi siete persi la rece di quel pupazzone gladiatore, la trovate qui) e più alto del SoC del Combattler V che gli sta dietro. Se lo piazzate sulla base, ovviamente, il Battroid guadagna ancora qualche centimetro e ti diventa grande protagonista di una vetrinetta Ikea.
Passiamo al secondo modello, il VF-171 Nightmare Plus (DX Chogokin codice GE-59),
altro Variable Fighter proveniente da Macross Frontier. Anche di questo modello esistono - sia nell'anime che in versione pupazzosa - ovviamente più varianti.
Cacciabombardiere dalle linee più compatte, ha un tettuccio dal colore scuro tipo auto custom tamarra. Quella scritta NUNS non sta per una qualche associazione di suore, ma per New U.N. Spacy, evoluzione della U.N. Spacy, l'ONU di Macross.
Anche questo modello ha i suoi carrelli in metallo, con tanto di fermo,
e tutta una serie di dettagli sfiziosi, come quelle bocche di fuoco ai lati del cockpit
e il pilota da infilare nell'abitacolo. Qui l'hai messo seduto all'esterno per farlo vedere meglio.
La basetta è meno pheega di quella dell'altro modello, ma fa comunque il suo in tutte e tre le configurazioni:
Il passaggio da Fighter a Gearwalk è anche qui molto semplice, si impiegano pochi minuti. NON sarà così per la trasformazione in Battroid, ma di quello parliamo tra un attimo.
Anche questo modello è piuttosto stabile come Gerwalk, per quanto i piedi più piccoli e leggeri rendano un attimo più complicato piazzarlo in una posa particolarmente atletica senza farlo cappottare.
Ma basta riassemblare i pezzi della base ed eccotelo in hovering, pronto a scalciare cooli al volo. Letteralmente.
Accennavi poco sopra alla trasformazione complessa in Battroid. Lì, ti diceva l'antrista wargarv, capisci perché questo modello si chiami NIGHTMARE.
Il problema è riuscire ad allineare collo, testa e bacino in un gioco di incastri in cui tutto, una volta che ce la fai, si fissa alla perfezione. Solo che per arrivarci stai lì a smoccolare per almeno mezz'ora. Ne sei venuto a capo solo staccando la testa del robottone per avere più spazio di manovra, fissandola poi nuovamente al suo posto una volta finito. Testa che peraltro, con quei decori bianchi su nero al di sopra del visore ti fa molto Grendel di Matt Wagner. Non si fosse capito, è un complimento. 
Questo Battroid ha il bacino un po' più corto dell'altro, ma la meraviglia è come tutto vada perfettamente al suo posto: lo guardi così e (again) fatichi a credere di esser partito da un aeroplano,
tanto più che, vista la forma più compatta delle ali del velivolo, dietro le spalle non ci sono alettoni che spuntano.
Gli accessori: fucilazzo, coverine con cui coprire volendo dei bocchettoni dell'aereo, antennine di ricambio e tre set di mani extra. Tutte, come quelle di capitolato (che hanno indice, pollice e blocco delle tre dita restanti snodati), hanno un proprio snodo al polso, per favorire la posabilità.
Il gun pod ha questa volta una linea più sobria e dei colori meno villanzoni, e impugnato a due mani contribuisce alla resa scalciaculica del modello. Un po' di foto:
Ed ecco infine anche questo Battroid sul suo trespolo. In questo caso la figura non si poggia semplicemente sulla base, ma si incastra a degli snodi in metallo sotto il bacino: presa bella salda, in altre parole, e via alla ricerca della posa più molto tanto flippotrippissima
Il Nightmare accanto allo Strike Gundam in scala 1:100, sempre per dare un'idea della sua mole. E con questo, dopo esserci sparati tipo una settantina di foto, diresti che è tutto. Altro? Ah, sì. Visto quello che succede tra qualche settimana, devi solo resistere alla tentazione di comprarne qualcun altro, perché a) c'è almeno un altro modello su cui hai messo gli occhi, ma b) questi giocattolini sono difficili da trovare (ne stampano pochi in Giappone, praticamente solo per la domanda del mercato interno) e soprattuttamente c) costano, a meno di 100/120 carte non si trova una well-loved. Ma per quello che offrono, IYHO, quei soldi li valgono tutti, perché danno la birra come detto ai Masterpiece - facendoli sembrare dei giocattolini - e a molto altro pupazzame nipponico. La domanda è: ci riuscirai?
#CREDICI

83 commenti:

  1. Non sono mai stato un fan di Macross ma viste le immagini e il mecha design questo Fronties sembra figo,penso che ci darò un'occhio.

    RispondiElimina
  2. Con sti 2 pupazzi, hai vinto tutto?
    Ma la serie del 2008, vale la visione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente il primo ? è un typo...

      Elimina
    2. Lascio la parola a Drakkan, espertone del Macross-verso. Personalmente non ho mai visto la serie Frontier, ma ho rimediato i due film riepilogoni per il cinematografò. Prima o poi me li guardo.

      Elimina
    3. Macross Frontier - Serie gira intorno ad un triangolo amoroso come la serie classica di Macross. Il triangolo nella serie classica era: Rick Hunter/Hikaru Hichijō, Lynn Minmay e Lisa Hayes mentre qui abbiamo Alto Saotome, Ranka Lee e Sheryl Nome (quest'ultima è responsabile di una buona fetta di cosplayer nude di mezzo mondo).
      Chiarito questo e digerito la serie è bella, soprattutto per i veicoli e le battaglie. La prima battaglia con l'entrata in scena del Konig Monster Vb-6 è spettacolare.

      PS: carina l'idea di aver messo i protagonisti che recitano in un film che narra gli eventi di Macross Zero.

      Elimina
    4. A me Macross Frontier è piaciuta molto. In generale credo che le serie di Macross siano fatte bene e mi era piaciuta molto anche Macross Pluss.

      Le dinamiche di combattimento dei valkyrie poi sono sempre state fighissime!

      A proposito delle cantanti di Macross Frontier, anche quelle "vere" non sono male e rimango sempre basito sul successo che hanno eventi del genere... https://www.youtube.com/watch?v=wI7S05HDMyA

      Elimina
    5. Io l'ho trovato carino le prime puntate, poi ha un calo di qualità notevole, diventa bello verso il finale.

      Cita pesantemente la serie originale in un sacco di cose (e, come detto sopra, anche Macross Zero).

      Elimina
    6. Confermo quello che dice Drakkan, Macross Frontier è (per disegni, mecha e storia) probabilmente una delle migliori serie degli ultimi tempi anche rispetto alle saghe macross stesse (chiaramente non facciamo paragoni con la prima perchè...è la prima). La trama ovviamente risponde a tutte le caratteristiche del brand della serie, ma è affrontata in maniera molto adulta e sensata. Guardala (ps.: i film non li ho visti ma credo che cambino leggermente certe cose della serie).

      Elimina
    7. Nei film ci sono alcune differenze di trama e di eventi.

      Io francamente ho mal digerito alcune facilonerie musicherecce tipiche di macross, alcune dinamiche tipo ranka/ozma e la zentradi fanservice loli/uber perata....se si tralascia questo allora ok :D

      Elimina
    8. A me il rapporto tra la meltran (ovvero zentran femmina) e Michel Blanc non dispiaceva soprattutto per il motivo che non gli permetteva di stare insieme. Bellissima la scena in cui lei cerca di consolarlo, lui la fa incazzare e lei gli tira una centra alla testa della valk.
      La Vf-25g è la più figa di tutte con il fucile da cecchino, una valk custom per cecchini è troppo figa.

      https://www.youtube.com/watch?v=Rfpxki_7ocE

      Elimina
    9. domanda:se uno non ha mai visto la serie classica, vale la pensa recuperarla ora?

      Elimina
    10. si ma recupera MACROSS non robotech.
      la trovo ancora molto bella, anche se ovviamente ha il deus ex machina della musica ;)

      Elimina
    11. doppiaggio diverso? e la storia è la stessa o cambia?

      Elimina
    12. Grazie a tutti della dritta.
      Mi metto subito in caccia.
      PS a me la prima serie di robotech, a suo tempo, piacque molto, finale facilone a parte...

      Elimina
    13. GRAZIE DRAKKAN: stavo per scrivere che uno dei miei preferiti è "quello gigante con i 4 cannoni che però in robotech lo fanno vedere solo in configurazione guardiano", adesso so che si chiama Konig Monster ^^
      Bellissimi comunque.

      Elimina
  3. Stavo per chiederti se disgraziatamente ne esistesse una versione Roy Fokker, ma la foto accanto all'Aile Strike mi ha fornito la scusa perfetta per evitare di farti la domanda: è troppo grande per il posto che ho in casa.
    Eh sì, è troppo grande. Proprio non ci sta. Nono, proprio no. Peccato no...

    (devo solo farne un mantra di autoconvincimento e il gioco è fatto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esisto esisto, dipende se vuoi quella che guidava lui ovvero la Vf-0s da Macross Zero o la Vf-1s da Macross - Serie classica.
      C'è anche Yf-29 colorata come "Teschio 1".

      Elimina
  4. Per quanto prediliga il vintage i valkyrie mi sono sempre piaciuti,uno di loro è stato riciclato anche nella G1 dei transformers per mia somma gioia ^^

    Domanda:visto che si parla tanto di rischio di cappottamento,il patafix sotto i piedi dei modelli è una buona soluzione?
    Conosco molti che lo usano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un ottima soluzione se si rimane in ambito myth cloth, su un robot più grosso e pesante (gia con alcuni myth lo fa) col tempo piano piano si allenta e cadono comunque.
      E' sempre una specie di pongo appiccicoso che oltre tot peso si deforma

      Elimina
    2. Oddio potrei usarlo! Non ci avevo mai pensato!
      Ma tu... Non sei il Wargarv che bazzicava su gamesradar (oggi gamesvillage), vero?
      Scusa la domanda non attinente

      Elimina
    3. no e anzi strano che sto nick in italia penso di averlo usato solo io :D

      Elimina
  5. Cavolo se sono belli!!!
    Ma l'anime? Ne vale la pena? Non vorrei sbagliarmi ma mi sembrava che in una scena da te postata era mezzo anime e mezzo computer O.o
    Perché sembra interessante se la consogliate ci farei un pensierino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me vale la pena, la storia è sensata e i personaggi mi sono piaciuti.

      Livello tecnico per me alto.

      Elimina
  6. Tecnicamente molto belli, specialmente considerato che per merito/colpa di Diaclone, ho un fetish per i robot giocattolo con il pilota inseribile XD
    Per mio gusto però non sono un fan del design in Battroid: troppo stiloso.

    RispondiElimina
  7. Dei due mi piace più il primo, io ne comprai in anni remotissimi uno in scatola di montaggio, quello della prima serie; avevo si e no 12 anni e riuscii, in qualche maniera (e con MOOOOLTO super attack) ad avere il mio gerwalk..non esiste più da anni.

    Il background del pilota, soprattutto dato il cognome, mi ricorda qualcosa...gli manca solo un porcellino nero vicino.. ;)

    RispondiElimina
  8. drakkan è svenuto alla vista di questi capolavori :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono svenuto quando mi ha detto quanto le ha pagate.

      Elimina
  9. Veni, vidi, veni, veni et veni. Se fumassi mi ci vorrebbe una sigaretta adesso.

    Meno male che non ho le 100 befane da spendere..

    RispondiElimina
  10. LALALALALA NON TI SENTO!
    (torna a montare un RGM-79 Powered GM giallo canarino)

    RispondiElimina
  11. http://mecha-guy.blogspot.it/2013/06/dx-chogokin-macross-f-yf-29-durandal.html
    devo pulire la tastiera dalla bava.

    RispondiElimina
  12. "Visto quello che succede tra qualche settimana"...che succede tra qualche settimana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, lo scopriremo tra qualche settimana ;)

      Elimina
    2. "Game, set and match of the STACCE tournament goes to: DOCTOR MANHATTAN!"
      *folla di teppisti scende in campo, si denudano e fanno planking selvaggio*

      Elimina
  13. Il VF25-F è uber-phiquo (Gatling viola melanzana a parte... francamente è inguardabile -.- )
    Mi fa davverodavvero voglia di sganciare il pecunio, ma lo spazio abitabile inizia a scarseggiare, no cigar this time (for now...)

    /pdf_mode_engaged
    Il "fermo anteriore" del VF25 non è esattamente un fermo, ma il gancio per la catapulta tipico degli aerei imbarcati nelle portaerei di tipo CATOBAR.
    /pdf_mode_disengaged

    RispondiElimina
  14. Veramente, sono fantastici. C'è poco altro da dire in merito.

    RispondiElimina
  15. Verso i Valkyrie ho sempre avuto sentimenti contrastanti: nella configurazione aerea sono fighissimi, ma una volta che si trasformano in robottoni mi fanno troppo ridere, troppo segaligni per i miei gusti.
    Sotto questo aspetto i Gundam li trovo molto più armoniosi, proporzionati, e quindi più belli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paradossalmente con l'andare del tempo:

      - i Valkyrie sono diventati molto più proporzionati e "credibili"
      - i Gundam più segaligni ma con armi, ali e altre menate enormi, praticamente ingestibili nella realtà.

      Elimina
    2. I valkyrie di M Frontier sono molto simili a quelli della prima serie, intendo una volta trasformati... non ci vedo sto gran miglioramento, se permetti XD
      E gli unici Gundam che considero sono quelli dell'UC, che nella stragrande maggioranza dei casi sono ben proporzionati, nonostante backpack, alette, alucce, ma tanto è tutta roba per la navigazione spaziale, alla bisogna si può togliere... quelli delle timeline alternative nemmeno li guardo, a parte l'Exia :)

      Elimina
    3. Non sto a sindacare i gusti, ci mancherebbe! :)

      A me (ma appunto è una mia percezione) sembra che in fatto di proporzioni il VF25 sia molto più solido e credibile nell'aspetto dei primi VF, guarda soprattutto il rapporto torso/braccia e gambe.

      Mentre se vado a vedere gli armamenti e gli aggeggi dei MS di Gundam (eclatanti nei modelli di Zion ad esempio di Gundam UC) mi sembrano più "fantascienze" e meno credibili, questo mi fa preferire i modelli delle prime serie.

      Poi sulla bellezza è tutto soggettivo, ma mi sembra che i Gundam stiano diventando sempre più vicini ai parenti "super robot" tipo Daitarn 3, mentre il VF continua a sembrarmi umilmente un mezzo da combattimento.

      Detto ciò, l'Exia è fighissimo :)

      Elimina
    4. Partendo dal presupposto che i gusti sono gusti e che chi scrive preferisce le valkyrie ai gundam, in Macross viene data una spiegazione del perché le valk sono fatte come sono. Mi spiego meglio: le valk sono essenzialmente una evoluzione degli aerei da combattimento che per ragioni tattiche e di manovrabilità assumono una configurazione che gli permette di operare in ambienti che non siano il cielo e/o lo spazio aperto e questa configurazione è il Gerwalk e a cui si aggiunge anche il Battroid. Il Battroid è una conformazione umanoide apparentemente ridondante e non molto ragionevole salvo il fatto che è studiata apposta per fronteggiare gli Zentradi che sono dei giganti umanoidi.

      Una grossa differenza tra i due anime che imho fa pendere la bilancia, in termini di realismo, verso Macrsoss è che in Gudam fioccano modelli speciali costruiti come pezzo unico nettamente più performanti delle versioni standard mentre in Macross i protagonisti solitamente guidano la versione standard customizzata. Va detto che la differenza tra la standard e la custom non è devastante.

      Elimina
    5. Quoto Drakkan.

      Mi è sempre piaciuta tra l'altro questa cosa dell'avere sostanzialmente gli stessi mezzi degli altri piloti e la conseguente presenza degli squadroni.

      Insomma, il protagonista è comunque raccomandato, ma un pochetto meno!

      Un po' come dire che son tutti bravi con un Gundam sotto le chiappe rispetto a chi a uno Zaku qualsiasi!

      Ovviamente estremizzo, però non troppo! :)

      Elimina
    6. Scusa Drakkan, una domanda: perché dici "le" valkyrie? Ho sempre pensato che fosse "i" valkyrie. Cioé sono caccia, giusto? Anche su wiki mette la "i".

      Non è per fare il pdf ma sincera curiosità!

      Elimina
    7. Perché penso alle valchirie, quelle delle mitologia, quindi uso il femminile e poi foneticamente in italiano mi aggrada di più dire "le valkyrie" rispetto a "i valkyrie" che mi risulta cacofonico. In giapponese mi sembra non ci sia c'è questa distinzione tra femminile o maschile quindi credo vada bene tutto.
      Poi non chiedere a me di disquisire sulla grammatica o sul lessico sono "omo sanza lettere".

      Elimina
    8. Ragà....realismo per realismo...i valkyrie non hanno bisogno della configurazione umanoide per operare a terra,basterebbe quella di mezzo.

      I Gundam dato che operano prevalentemente nello spazio non hanno bisogno di gambe(lo dice anche un tecnico a Char quando prende lo MSN-02 Zeong).
      Senza contare che te ne fai poco delle alucce nello spazio dove non c'è resistenza dellìaria,e tutti i mech sarebbero più utili con delle armi al posto delle mani,in maniera da non perderle

      A me piaccono i super robot,ma almeno lo so che non sono realistici e il loro bello è quello,ma stare a discutere di realismo per delle armi che avrebbero una valanga di punti deboli su un campo di battaglia reale lo trovo ridicolo.

      Elimina
    9. Parlo per me, Itlas, ma non parlavo di realismo in quel senso.

      Ma di come i VF restituiscano una verosimiglianza più credibile di "mezzo da combattimento" rispetto agli ultimi Gundam che sembrano appunto più super robot alla Daitarn.

      Quindi non mi sto chiedendo se un Valkyrie starebbe in piedi o meno, o se nello spazio avrebbe senso oppure no avere le ali. Queste pippe le lascio a ingegneri e fisici.

      Semplicemente guardo i VF e mi sembrano più cose fatte in serie e adatte al combattimento mentre gli ultimi MS mi sembrano più action figures da esposizione che farebbero fatica pure a girarsi con tutta quella roba addosso. Tutto lì.

      Elimina
    10. Itlas, i VF hanno bisogno della configurazione robot per potersi scontrare con gli Zentradi in corpo a corpo, per non parlare di altre operazioni che un aereo/hovercraft che procede sparatissimo non potrebbe fare (o sarebbe di una scomodità che è meglio lasciar direttamente perdere)
      ;-)

      Elimina
    11. I Battroid hanno questa configurazione per poter interagire con i meccanismi e mezzi Zentradi e all'occorrenza eseguire infiltrazioni in incrociatori zentran con possibilità di aprirne porte, manovrare comandi, usare gli elevatori ecc (oltre ovviamente all'occorrenza per scontrarsi con gli zentradi nei ridotti spazi interni delle loro navi)...

      Elimina
  16. Lo sapevo che prima o poi sarebbero arrivati anche i VF. Prima o poi ne compro uno anche io, ho diversi modelli nella lista dei desideri su amazon da mesi. So che esistono anche i "gunpla" di macross (non ricordo se di Bandai o Kotobukiya) ma per quanto apressi l'esperienza dei montaggio dei gunpla preferisco i VF come action fugure. Trasformare uno snap fit kit nelle 3 configurazione dev'essere un vero incubo.

    RispondiElimina
  17. Si, vabbè... Ciao!
    Già quando ci sono i Gunpla mi faccio del male ma leggo tutto ugualmente. E resisto. Dio solo sa lo sforzo che ho compiuto nel corso degli anni per non cedere al "Lato Oscuro dei Gunpla". Oggi con i Valkyre non ce la posso fare. Troppi ricordi legati al cuore e all'infanzia. Se leggo il post, in tempo zero sono con la carta di credito in mano che ordino qualcosa in un sito del Sol Levante. Salto tutto e ci vediamo domani. Aloha!

    P.S.: oggi, per la prima volta, posso dirti che: DOC, TI ODIO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece al DOC voglio tanto bene, ma è mia moglie quella che ormai da un pò lo ha amorevolmente sulle scatole :-D

      Elimina
  18. Nooooo, perchè Doc, perchèèèèè!!!! Mi hai messo una scimmia allucinante!!!! E' da sempre il mio sogno avere un Valkyrie di questa serie da tenere in modalità "ibrida" su una mensola... Tra questi e i Myth Cloth non so quale mi farà capitolare per primo... Vabbè, per ora mi consolo con i Gunpla e cerco di resistere...

    RispondiElimina
  19. Non so perchè ma leggendo di questi modellini mi è venuto in mente che da monello, un mio amico aveva il super modellino di Teschio1 della prima serie di Macross, grosso come una casa. Me lo prestò e quando glielo riportai mi disse "se vuoi te lo regalo? :) ", dopo un leggero spasmo al cuore trovai il coraggio di dire di no (non so perchè non mi sembrava giusto) e tornai a casa. Piansi per settimane...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. zione MAI rifiutare un regalo dei bimbi ricchi :D

      penso fosse il vintage grosso fighissimo che importarono quando c'era robotech in tv

      Elimina
    2. T_T proprio quello... a volte di notte ancora piango...

      Elimina
  20. Spero che la signora non mi uccida ho timore se e quando la incontrerò....ah tu sei lo BIIIIIP che dice ste cose a mio marito eh...vieni qua vieni :D

    Si può consolare col fatto che hai fatto un affare a quel prezzo dai :)

    RispondiElimina
  21. Versione Skull Squadron 30 anniversario con super parts: scalcia i culi a due a due finchè non diventano dispari!

    http://2.bp.blogspot.com/-cBE6SkRpX-4/Ub0cKBXnMFI/AAAAAAABgCQ/zyiPQ9XdVkk/s1600/RIMG9221.JPG

    RispondiElimina
  22. Benvenuto nel club degli amanti degli "aerei con le gambe" Doc.

    Spero che le mie foto che hai pubblicato non abbiano contribuito troppo al dramma pecuniario XD ma ne vale la pena... finché non ti sfugge la mano.

    MA! Mi tocca fare il precisino della fungia e alzare l'indice.

    Strano Wargav non te l'abbia fatto notare... a me con l'YF-29 lo fece notare e hai fatto il mio stesso errore.

    Il VF-25 non sta così diritto. Il bacino va inclinato tutto in avanti per completare la trasformazione, come si vede in copertina.
    A quel punto si crea lo spazio per l'incastro con il supporto della basetta, sulla quale appunto sta stabile, non solo appoggiato.

    Occhio che poi arrivano le Durandal, poi le varianti, poi ohmioddio le parts ><... ne so qualcosa .___.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'ha fatto notare wargarv, infatti :D
      Mi sono accorto di un paio di magagne solo dopo, guardando le immagini sulla scatola, ma le foto erano di qualche giorno prima e ciao... :)

      Elimina
    2. Ne esistono modelli ispirati a quelli del videogioco "Macross 30"?

      Elimina
    3. Sì, è uscito il YF-29 Durandal Ozma Custom (il mio primo Valk), poi ora stanno uscendo la 171 nightmare con la serigrafia di Sheryl Nome, e la Durandal celeste. Senza contare la Chronos che proprio è uno sculpt diverso e mi pare sia solo nel videogioco. :Q____________

      Elimina
    4. OMG! Per il mio portafoglio è la fine XD

      ;)

      Elimina
    5. https://www.google.it/search?q=YF-29+Durandal+Ozma+Custom&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=JrPsVJjdIcbzapnpgMAG&ved=0CAgQ_AUoAQ&biw=1597&bih=1187&dpr=0.9#tbm=isch&q=macross+la+Chronos&imgdii=_

      parliamone...

      Elimina
    6. Bellissima, ma sono riuscito a non comprarla.
      Ora si trova usata in giappone intorno ai 140 euro + spedizioni.

      Elimina
  23. bellissimi! però da quando ho scoperto i gunpla tutto quello che non monto con le mie manine pacioccose mi dà meno soddisfazione.. mi sa che alla prossima fiera mi accatterò un bel model kit della bandai dello Skull 01.

    RispondiElimina
  24. Bellissimi! Adoro il design dei Valkyrie di Macross.
    Personalmente i miei preferiti sono YF19 e YF21 di Macross Plus, forse perchè ispirati alla sfida reale tra YF22 e YF23.

    RispondiElimina
  25. scusate, una domanda: in che scala sono questi due modelli?
    ho visto che in amazzonia ci sono diversi prezzi: si parte dai 120 caffè per i 'japan import' per finire agli oltre 260 dei negozi italiani. sono quasi tutti in scala 1:72.

    esistono più versioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lascia stare amazon o store italiani, o le pigli in giappone all'uscita queste o, usate, dopo o le strapaghi.
      Vedi il doc che si è accattato due usate a un ottimo prezzo

      Elimina
  26. ma come fate a tenerli tutti li e non giocarci neanche un po? mi rispondo da solo...per il prezzo! ma proprio neanche un pochino...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non ci giocassi non li comprerei...

      Elimina
  27. Non mi intendo di Mecha, ma questi sono fenomenali!

    RispondiElimina
  28. La mia carta di credito ti odia... Sappilo.

    RispondiElimina
  29. Il prezzo in effetti è parecchio alto... Ho cercato velocemente, il meglio che ho trovato sono stati 159 euro sulla baia... Estiquaatzi...

    RispondiElimina
  30. …ehm: tipo che starcraft 2 si è ispirato per l'astronave dei terran, o sbaglio?

    RispondiElimina
  31. Bellissimi, avevo visti a Tokyo ma costavano un batto anche lì quindi ciccia!

    RispondiElimina
  32. Azz... figata. Anche se continuo a preferire lo sperpero per boyakki di altro genere: retrogames, coin-up, rom e jamma I wanna jamma with you.
    Tanto, prima o poi, ci caschi. :)

    RispondiElimina
  33. Ho deciso: in attesa di trovare uno "spacciatore" a prezzo umano di questi ameni modelli mi rigurado Frontier. Per inciso, davvero una bella rinfrescata per Macross; la storia è gradevole, mecha porn in abbondanza, musica di Yoko Kanno e due personaggioni notevoli: Sheryl Nome e l'uomo invulnerabile alla torta all'ananas (chi conosce Macross sa cosa intendo). Featuring il Deltone Tamarro Forte!

    RispondiElimina
  34. Presto dovrai prenderti una casa nuova... bella grande pure! XD

    RispondiElimina
  35. Io ho questo, regalo di Natale d'infanzia. Per l'epoca, credo fosse già un bel pezzo, credo

    http://thumbs2.picclick.com/d/l400/pict/181649204605_/Takatoku-Macross-Battroid-Valkyrie-VF-1J-1-100-japan-anime.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho anch'io uno in qualche cassetto, senza scatola e un po sfruttato ma c'è ;-)

      Elimina
  36. Da non appassionato del genere, trovo la descrizione davvero coinvolgente... Tra i due, di un pelo, mi piace di più il primo aereo;-)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails