Come la PRIME volta (Metroid Prime 3 Corruption: Samus in mezzo alla gente)

E' strano. Ma per quanto il primo Metroid Prime (si potrà scrivere poi "il primo Metroid Prime"? O suonerà cacofonico? Massì, checcefrega) sia stato in assoluto uno dei tuoi giochi preferiti della passata generazione, il suo seguito ti aveva lasciato freddo come un cecchino di Stalingrado. Stesse musiche (bellissime), analoghe atmosfere (ma un po' meno belle, con quella storia dei due gusti due baci), stesso fascinoso schema di gioco, identici (quantomeno nell'indole bastarda) boss. Eppure, dopo un po', l'avevi mollato. Questo Metroid Prime 3 Corruption l'hai comprato praticamente all'uscita, ma non avevi avuto sinora il coraggio di artigliarne il cellophane protettivo. Che, temevi, avrebbe potuto dare il colpo di grazia alla tua considerazione per una delle poche saghe adulte di Nintendo (laddove adulto vuol dire privo di funghi, dinosauri kawaii e principesse rompicoglioni). Che, temevi, ti saresti trovato in un casino di comandi buttati lì a) per far vedere che il Wiimote serva a qualcosa in titoli del genere, e b) per riuscire a rendere un attimo utilizzabile una configurazione in cui i tasti sono sparsi alla cazzo di cane su due accrocchi collegati da un filo.
E proprio quel casino, in effetti, te lo sei ritrovato tra le mani.
Quello che, a detta di qualche temerario della tastiera, dovrebbe essere un "sistema di controllo intuitivo" è in realtà un incubo di Hieronymus Bosch dopo una cena a base di cozze. Avariate. Il solo accesso al visore per le scansioni, operazione da ripetere ogni due secondi scarsi e pure in fretta (che il pirata spaziale energumeno che ti si sta scagliando addosso se ne frega se quella è l'unica occasione che hai nell'intero gioco per passarlo allo scan), è un inferno.
Se a questo aggiungi alcune sequenze appartenenti al profilo a) su delineato (afferra una cosa e tirala. No, tirala di più. Cazzarola, non va. Prova un po' più a destra con quel Nunchuck. Ecco... forse... maporcaputtanaran!), il quadro apparirebbe sconfortante dal minuto zero.
Eppure, eppure questo Corruption piace. Che vedere Samus interagire con altri esseri viventi senza prenderli a raffiche di plasma, incontrare degli alleati che, santo cielo, parlano, forse spiazza un po' all'inizio, ma comunque non stona. Che la struttura dei livelli e il soundtrack di Yamamoto intrippano, e la grafica è un pelo migliore di quella dei due capitoli GameCubici. Che il sistema di bonus sbloccabili con le medaglie ti spinge a passare allo scan anche le istruzioni e lo scontrino del GheimStop. Che, soprattutto, ora per aprire una porta non devi stare lì ad aspettare due ore tempestandola di raffiche laser, sputi e cazzotti. Il che, quando sei a un passo dalla morte e con una decina di pirati spaziali dappresso, ha pur sempre la sua porca utilità.

In foto, la tua donna in corazza termica preferita. Secondo la recensione di IGN (agosto 2007), il sistema di controllo
di Prime 3 Corruption sarebbe
"better than any console first-person game before it". Nella stampa di settore ormai lavorano cani e porci.

Commenti

  1. ecco, un esempio di titolo di cui TUTTI ti parlano bene (il primo capitolo) e che non hai ancora giocato, nonostante sia li a dormire nell'armadio, insieme ai suoi seguiti
    crj

    RispondiElimina
  2. Vengo a scrivere un pò in ritardo giusto di qualche anno, ma in questi giorni sto giocando la raccolta del trilogy. Che dire, tutto è sempre soggettivo, ma fra le poche cose che per me sono valse la pena di provare, c'è stato proprio il sistema di controllo di Corruption (che continuo ad adorare implementati nei primi Prime Peppererè). Sarà uan questione di mira? Ho visto molte persone giocare da me con la Wii e ho sempre notato che molti non hanno trovato la loro dimensione; chi giocava col braccio stirato come volesse entrare nella tiviù, chi non si trovava coi tasti e così via. Personalmente sto svaccato in poltrona, con le braccia lungo le spondine (che per me già non dover stare con le mani chiuse sui zebedei è una gran cosa, anche se così si rinuncia al piacevole sideeffect della vibrazione XD); per mirare faccio minimi spostamenti del polso, comunque sempre appoggiato e mai in trazione e in questa posizione riesco ad essere preciso e veloce (molto ma molto molto più che col pad). Certamente, un confronto con tastiera mouse non si può fare, ma per me IGN ci ha preso in pieno: su console di meglio non ce n'era.
    Augh, questa la mia considerazione 'senno di poi' su MP per Wii :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il putamento non era male. E' stato migliorato per The Conduit, perfezionato per GoldeEye e ottimizzato per Conduit 2. Solo su Red Steel 2 non puoi restare seduto spaparanzato...

      Elimina
  3. Un gran bell'episodio ma non all'altezza del primo per GC o Fusion per GBA. Ho rivalutato il secondo perchè in molti si sono arenati. Io ho girato tra le due dimensioni per talmente tanto tempo da saperle a memoria! Other M è stato tiepidino. Mi aspettto il boom su WiiU.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy