Rosso di pianeta Sera, bel sequel si spera


Otto, nove ore dopo le prime battutacce ai danni della povera recluta Carmine (rip), Fenix e Dom e Baird e Cole arrivano alla fine del gioco. Dopo esser scesi nel regno delle locuste, fino a far visita alla regina Himika de noantri (omaggiata da quei gentiluomini con un elegante sottinteso: "ti romperemo il culo!". Solo che poi la tipa non si vede più e nessuno le rompe nulla). Dopo aver trovato la moglie di Dom, che però era meglio se non la trovavano. Dopo aver percorso chilometri correndo ventre a terra, come uno che inizia a sentire gli effetti nefasti di un cornetto al cioccolato bianco troppo caldo. Dopo gli inseguimenti sui bestioni alieni, dopo i cannoneggiamenti e il martello dell'alba quando cazzo si usa ah eccolo boom.
Dopo aver affrontato la sequenza King Kong e il boss fight più breve della storia dei videogiochi, dopo che insomma avevi quasi iniziato a prenderci gusto, il gioco finisce, e il padre di Marcus Fenix, in calce ai titoli di coda, lascia intuire che si è combinato un gran bel casino. Leggi: le locuste non sono ancora finite. Leggi: c'è ancora da combattere. Leggi: arriva Gears of War 3.
Perché, c'erano forse dei dubbi?

Commenti

  1. ..Eccheduepalle. Lo so, adesso va di moda la trilogia (nei videogiochi come al cinema) ma, porca pupazza, ci si dovrà pure arrivare un bel giorno allo sviluppo di titoli originali che, presi singolarmente, saranno autentici capolavori videoludici. Senza dover aspettare ogni volta il dannato sequel.. Ci arriveremo (o almeno mi auguro).

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usarli. Metti la spunta a "Inviami notifiche"per essere avvertito via email di nuovi commenti. Info sulla Privacy