Inseguendo una libertas sul prato

Nei giochi di calcio ho sempre preso l'Inter. Sempre. Anche quando non era possibile, tipo perché era uno di quei giochi-sola sui mondiali dell'EA. PES 6 e le sue sfide online, ovviamente, non potevano fare eccezione. Solo che ora è venuto fuori che no, non si fa. O se si fa non è bello. Ché è troppo facile vincere con l'Inter. Ché Adriano vince tutti i palloni e segna da posizioni inverosimili. Ché la difesa è forte, ché al centrocampo arridono tutti i contrasti. Sì, ma nei giochi di calcio ho sempre preso l'Inter, faccio presente ad amici e sconosciuti: giocatori della bassa Baviera, irriverenti guappi andalusi, sgrammaticati inglesi del nord, milanisti en travesti come Integritas70 che il Live mi mette contro. Perciò non rompete i coglioni. Risultato: tre quarti delle sfide affrontate online si risolve in un Inter contro Inter, con due Adriano in campo a tirare da posizioni inverosimili, due centrocampi che cercano di vincere tutti i contrasti, etc. Il realismo se ne va a puttane, convengo, ma proprio non ce la faccio a prendere formazione altra rispetto ai ragazzi. Ma il punto, probabilmente, è un altro: puoi mai sperare che, nella prossima edizione, la tua squadra del cuore sia un po' meno forte? Massì, speriamolo, checcefrega: l'Inter agli interisti. Ché gli altri tornino al Barcellona, al Brasile e all'Arsenal, via.

Commenti

SEGUI LE ANTRODIRETTE SU TWITCH