venerdì 14 aprile 2017

30

I fumetti di Aliens, Paperi, Francis, Terra Formars, La Stanza Profonda e le super-eroine nerd

Poche ma fisicate letture in questo numero prepasquale di #Microletture, nel quale andremo a parlare di, due punti: Aliens e Aliens Universe Fire and Stone, le prime due proposte saldaPress per i fumetti di Aliens sfornati da Dark Horse, Francis di Loputyn, Paperi dei fratelli Rincione, Terra Formars Asimov #1, La Stanza Profonda di Vanni Santoni e The Cos-Fighters - Le Super-Eroine Nerd [...]

Aliens #1, 48 pagine, 1,90 facehugger
Aliens è uno spillato da 48 pagine in cui verranno proposte serie e mini-serie dell'Aliens Universe Dark Horse. Si parte dai primi due numeri di Aliens: Defiance, mini recentissima scritta da Brian Wood e disegnata da Tristan Jones. La storia si svolge dopo i fatti della Nostromo, mentre Ripley è alle prese con la lunga crio-nanna, ed è incentrata sul personaggio di Zula Hendricks, che incrocerà nomi, luoghi e facce noti per i fan della saga, a cominciare da una certa Amanda Ripley... Chi non sa chi è Amanda può andare a vergognarsi dietro la lavagna, in attesa che il comitato per il rispetto della cultura xenomorfa decida cosa fare della sua tessera antristica. 
La storia è intrigante, ha il classico taglio da sfighe formato space marine, le matite di Jones non sempre sono chiare, ma nel complesso la mini funziona. L'atmosfera c'è. Il primo numero è inoltre al prezzo lancio (fino a metà maggio) di 1,90 euro. Te l'avresti comprato anche solo per la cover pazzesca di Massimo Carnevale, chiaro.
 Prometheus - Fire and Stone, 108 pagine, 12,90 ingegneri
Fire and Stone è una "serie di mini-serie", raccolte ciascuna da salda in uno dei cinque volumi previsti. Una serie molto ambiziosa, perché vuole collegare in un'unica storia organica (aggettivo sempre adatto, quando si parla degli xenomorfi...) tutte le property dell'Aliens Universe: Prometheus, Aliens, Alien vs Predator e Predator. Si parte con questo sequel di Prometheus, in cui vengono spiegate diverse cose e si getta un ponte verso gli eventi successivi, cioè i primi due film di Alien. Qui, al contrario, i dialoghi di Paul Tobin non sono sempre il massimo, ma lo stile di Juan Ferreyra è davvero notevole, soprattutto quando parte la farandola delle bestie con troppi denti. 
La cosa più importante, a ogni modo, è che dà almeno in parte retroattivamente un senso anche ai fatti di Prometheus, spiegandone meglio le premesse e lasciandoti con la voglia di scoprire come faranno stare insieme il tutto. Per il resto, ci sono gli xeno feroci, ci sono i viscidi militari voltagabbana, c'è la Weyland-Yutani che fa le sue porcate. E sì, chiaramente ci sono un paio di mimmate da Premio Prometheus (© di Leo Ortolani), chiaro. 
 Paperi, 128 pagine, 18 falliti
Avevi letto cose belliFFime di Paperi, mini Shockdom dei fratelli Rincione su paperi depressi, versioni distorte e amarissime di altri pennuti piuttosto noti. Hai letto finalmente il volume che raccoglie la mini, aggiungendo due inediti, e ti ha colpito molto. Ci si mette qualche secondo a capire che quel tizio feroce e bestiale lì sia davvero [X], che quell'inetto super sfigato sia [Y] e che quel povero, povero pappagallo sia [Z] al servizio di [W], ma quando te ne accorgi, ti mette sotto. Paperi è una storia amarissima, un inno alla depressione che sovverte diabolicamente il mondo innocuo e pieno di sorrisi dei paperi Disney, asservendoli tutti - ovvio - al più malvagio dei malvagi.
Splendido, davvero splendido. A meno che non siate già depressi e convinti di condurre una vita dimmerda. In tal caso, meglio fare il giro largo.
Francis, 98 pagine, 16 volpi
Hai preso Francis e, più in generale, scoperto i lavori di Loputyn, al secolo Jessica Cioffi, su dritta dell'amico Manuel (non il bressler, l'altro). I disegni di Loputyn sono qualcosa di incredibile, una sintesi perfetta tra illustrazione anni 70, immaginario alla Holly Hobbie e manga shojo d'autore. Hai trascorso, letteralmente, tre minuti a fissare la pin-up di pagina 3 e i suoi colori. Ma non si tratta di uno stile statico, di pura illustrazione. Al contrario: quello di Loputyn è un tratto morbido, che modella le espressioni dei personaggi e si piega alle esigenze dello story-telling.
La storia è quella di una giovane maga che, alla vigilia della grande prova, decide di barare, evocando uno spiritello che assume le sembianze di una volpe. Francis, appunto. Ma mettete da parte la carrellata mentale da commedia degli equivoci shojo, perché qui la trama prende una piega tutt'altro che scontata. Ci vogliamo vedere dentro pure il fatto che non siamo mai davvero queste grandi persone che crediamo di essere? Ecco.
Terra Formars Asimov #1, 240 pagine, 5,90 granchi giganti della Tasmania
Terra Formars Asimov è il primo volume di un altro spin-off di Terra Formars, incentrato appunto sul russo-col-sigaro Asimov e ambientato prima della partenza dell'Annex-1. Sylvester Asimov e la sua squadra devono affrontare la mafia e una minaccia metaumana a San Pietroburgo... oltre a un uovo di provenienza aliena. 
La storia di Ken-Ichi Fujiwara si lega bene al manga originale di Yu Sasuga e Ken-Ichi Tachibana, i disegni del coreano Boichi (quello di Hotel) sono come sempre pazzeschi. Il giovanotto nato a Seul si trova sempre molto a suo agio con le anatomie femminili, tanto che il tasso di fan-service sfonda qui prestissimo il tetto del #ciao, con tutte le inquadrature upskirt della stangona Elena possibili e immaginabili. Con e senza mutande. 
Chiudiamo con due segnalazioni di robe scritte da amici dell'Antro-cumpa. La prima è il nuovo romanzo di Vanni Santoni, narratore incredibile, autore affermato e inguaribile nerd, fortunatamente. La Stanza Profonda (La Terza, 14 dadi a venti facce) parla appunto di un gruppo di ragazzi che giocano di ruolo e del mondo che cambia loro attorno nel corso di vent'anni. Hero Quest, i librigame, D&D, i libri della Avalon... Non hai mai giocato a un GdR cartaceo (eh, oh), ma leggendo La Stanza Segreta ti è dispiaciuto un frappo non averlo mai fatto quando ne avresti pure avuto il tempo.
The Cos-Fighters - Le supereroine nerd è un photocomic parte di un progetto messo in piedi dall'amico Marcello Cavalli e da Carlo Alberto Montori. La storia di un gruppo di nerd che trascorrono i pomeriggi a bighellonare in una fumetteria, finché le tre ragazze della banda non diventano delle cosplayer super-eroine per affrontare una tizia malvagia (e invero parecchio gnocca). 80 pagine di fotoromanzo dallo stile fumettoso, lo stesso impiegato per la web-serie omonima che trovate sul canale TuTubico delle Cos-Fighters. Se una come Evelin, fosse apparsa davvero alla fumetteria di Massimo, Federico e Gigi vent'anni fa, (s)vestita in quel modo, ci sarebbero stati minimo dei tumulti di piazza. Va detto. 

Bene, deboscia: voialtri cosa avete letto/state leggendo di bello negli ultimi giorni?

30 commenti:

  1. Gesù, Paperi.
    L'ho comprato al Cartoomics assieme a un po' di altra roba Shockdom (Quando c'era LVI, carina ma non entusiasmante quanto speravo e, soprattutto, il Dizionario dei film brutti, spassosissimo) e l'ho divorato. Mi ha lasciato un gusto in bocca che altro che Pappagallo, credo di avere letto poche cose così belle ma anche così angoscianti e deprimenti.
    Volevo parlarne sul blog ma non avrei saputo cosa scriverne, è... irrecensibile, si può dire? Bisogna solo leggerlo. E subirne le conseguenze.

    RispondiElimina
  2. Il primo Alinen con il prezzaccio di lancio mi sa che lo acchiappo.
    In quanto alle letture odierne ho attaccato giusto oggi il 5 Harry Potter,me li sto leggendo tutti in fila con un clamoroso ritardo,so che in questo covo non è argomento molto apprezzato ma a me piace... :-)

    RispondiElimina
  3. Io sto leggendo il calendario per trovare il tempo di leggere il monte di arretrati che ho -_-

    RispondiElimina
  4. Paperi l'ho letto tutto in fumetteria con la compiacenza del venditore (gli lascio un sacco di $$$, quindi mi concede delle libertà) ed è un calcio nelle palle fortissimo. I disegni sono straordinari ma non ce la faccio a leggere quelle cose. E già sarebbe pesante con personaggi nuovi, ma avere in mente (e, personalmente, amare molto) le matrici originali me lo ha reso impossibile da apprezzare. Plaudo il coraggio e l'abilità dei Rincione ma non fa proprio per me.

    RispondiElimina
  5. Aliens, preso!!! Mi è piaciuto molto. Sarà che su faccialibbro mi sono acchiappato il volumotto in bianco e nero edito dalla Play Press più di un quarto di secolo fa, sarà che tutto ad un botto mi sta salendo 'sta scimmia per il nuovo capitolo al cinema, ma a me questo spillatino è piaciuto un frappo!

    Parentesi, sono riuscito a finire l'orribile libro "Horror" preso al mercatino. Il finale telefonatissimo e per nulla suggestivo è la giusta conclusione di questo scialba e soporifera lettura pervenutmi dai primi 90's direttamente in casa senza alcun motivo prestabilito. Ora, ci sarebbero altri 2/3 racconti brevi per terminare il tomo, ma 'sto giro sì ho paura di continuare... che faccio????

    Per il resto:
    • Guerra Viltrumita su Invincible
    • Dottor Strange chiudo la serie con il ritorno di Clea (nota: pare che la Marvel, come la DC stia tornando sui suoi passi. Sapevo che lo avrebbe fatto ma speriamo faccia in fretta e ci regali di nuovo ottime storie)
    • La DC la compro tutta. E' una droga. Ottimo Superman e meraviglia Batman. C'è del buono in Flash (e comprimari) e soprattutto in Wonder Woman. JL triste, speriamo migliori
    • One Punch man sempre meglio.
    • Trovato a Riccione per puro caso un negozio di curiosità che vendeva un sacco di fumetti underground e fanzien artistiche fatte da autori locali. Me ne ho accattate quante ne potevo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zione ti ho mandato le foto oggi ... se non ti arrivano scrivimi a derreavatar@gmail.com ovviamente mi ero dimenticato!

      Elimina
    2. Ciao Riccardo, grazie mille (anche se in ritardo) corro a vedere le foto!!!

      Elimina
  6. Io ho recuperato i due volumi di Visione. Davvero bella la storia anche se la conclusione... diciamo che non tratta bene uno dei miei personaggi preferiti. Poi mi sto rileggendo tutto il sandman nella nuova edizione, dal volume 0 al volume 6 appena uscito. Quello non mi stanca mai.

    RispondiElimina
  7. letto il primo di bungo stray dogs,sembra piuttosto buono,provatelo

    RispondiElimina
  8. Ultimamente ho letto Gli Esuberanti, il fumetto di Daniel Pennac di cui ancora non so dire ancora se mi è piaciuto o no.
    Poi ho finito di leggere il volumone da libreria dedicato a Dylan "Angeli e Demoni", contenente una storia che è la cosa peggiore che abbia letto su Dylan + un po' di noie con Ruju + "La bellezza del demonio" di Sclavi con delle sequenze bellissime ma che in totale non mi è piaciuta troppo + i disegni fighissimi di Celoni.
    Tralasciando altre letture non proprio memorabili, ora sto rileggendo DoubleDuck: Codice Olimpo. Artibani è un figo (e Mottura pure); punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tu sappia, esistono volumi singoli in cui raccolgono storie di DoubleDuck?

      Elimina
    2. Sì, esistono due volumi di quelli che escono a random in edicola che raccolgono un po' di storie https://coa.inducks.org/issue.php?c=it/TD+++52 & https://coa.inducks.org/issue.php?c=it/TD+++52.
      Ma tranquillo, che fra un po' tutta DoubleDuck verrà ristampata sulla Definitive Collection!

      Elimina
  9. Paperi ti fa sentire sporco da quant'è marcia la realtà che racconta. Io non vedo l'ora di prendere Erased 8, ultimo numero di un seinen che mi ha preso come poche altre cose e che ti consiglio vivamente di recuperare

    RispondiElimina
  10. Aoppena ho saputo dell' esistenza de La stanza profonda l' ho ordinato in libreria. Che ricordi quegli anni. Ero ( e sono ancora) un patito di gdr cartacei. Gli anni ' 90 in Italia erano pionieristici e cazzari, artigianali ed internazionali , tutto insieme. Senza l' internet poco si sapeva , chi aveva informazioni o contatti diventava un mito da carboneria. Ritrovare anche su questo blog alcuni autori di Kaos , rivista fondamentale per me, è stata un' emozione non da poco. Giravano pochi volumi, si improvvisavano tante regole, guardando indietro giocavamo in modo estremamente ingenuo e non solo per l' età. Eppure c'era la magia dell' ignoto che rendeva unico quel clima, tipicamente analogico.
    Oggi giochiamo organizzatissimi, battaglie con 100 miniature in buona parte colorate sul tavolo , manuali su come eseguire finezze di masteraggio gestendo tensione e storia tramite regole e narrazione, abbiamo il dungeon in 3d fatto in casa, un pò grezzo ma sempre d'effetto; avventure scritte come diagrammi di flusso per garantire massima liberà, immagini precaricate da Deviantart sul cellulare e poi sparate sulla smart tv all' ocorrenza integrano le descrizioni, studiamo la colnna sonora a seconda dei momenti . insomma siamo anni luce avanti. Eppure il clima del garage clandestino coi manuali mezzi scassati non me lo toglierò mai di mente. Certo c'era chi andava a pheega, io proprio mi spiace ma ero negato , ma non toglietemi il sottoscala.

    E mi commosse molto un amico quando andammo a Lucca l' anno che morì gagy gygax; c'era un muro o un foglio dove scrivere una dedica, e lui scrsse " grazie a te gary ho conosciuto tutti i mie amici " echecc aveva ragione... tanti semi buoni in vita mia , che poi han dato frutto sono pariti da quel sottoscala da società segreta.

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo Loputyn,grazie mille per avermela fatta scoprire,AMO Il suo stile,sto fissando la sua pagina deviantart in completa ammirazione,dovrò procurarmi Francis al più presto.

    E da giocatore incallito di librigame e D&D darò un occhio anche a La Stanza Profonda,grazie della segnalazione :)

    RispondiElimina
  12. Grazie mille Doc, se andremo avanti ti prometto tante cattive gnocchissime... E anche le buone si difendono bene, direi :-)

    RispondiElimina
  13. "Paperi" è da un pò volevo recuperarlo: vediamo se prossimamente ci riesco.

    Finalmente ho iniziato a leggere "Touch" (o Tachi, come lo chiama mia moglie) di Mitsuru Adachi, nella perfect edition della Star Comics: davvero niente male, una narrazione del quotidiano con inserimenti dello sport che è un bel leggere. Una bella sorpresa.
    Continuo a leggere Martin Mystere a colori: divertente.
    E sorprendente invece "Alita": mai letta a suo tempo.

    RispondiElimina
  14. stanislao zicarelli14 aprile 2017 23:48

    mi sto dilettando con i 49 racconti di hemingway e ho letto il nuovo di julia , non un granchè devo ammettere

    RispondiElimina
  15. In attesa del nuovo Murakami, mi sto rileggendo in lingua " Discworld" nella saga del Bagaglio .... E si muore dal ringere . Di nuovo - se cosi' si puo' dire - " An artist of the floating world di Kazuo Ishiguro " . Triste e malinconico

    RispondiElimina
  16. Jessica Cioffi oltre ad essere bravissima (e aver partecipato ad un Color Fest di Dylan Dog) è anche bellissima, va detto.

    RispondiElimina
  17. A proposito di fumetti, Doc: il Minollo d'Oro?

    Detto questo, roba interessante in questa puntata di Microletture, in particolare Paperi e Francis, per me.

    Dal canto mio, ho letto:
    - Le Storie Bonelli #54 La Mano Nera, piaciuta, più per la sceneggiatura che per i disegni (belli anch'essi, specie verso la fine dell'albo), particolare l'andamento della storia. Son contento mi sia stato consigliato insomma.
    -L'Attacco dei Giganti #1-11. La notizia, appresa qui, dell'uscita della seconda stagione dell'anime mi ha scimmiato ma ho deciso di rimanere saldo nei miei propositi di leggere il manga prima di proseguire con la serie animata (avendo già visto la prima stagione) e così mi son fatto prestare questi volumi da un amico antrista (che ringrazio). Gran bella serie, veloce da leggere, forse un po' troppi misteri/colpi di scena per i miei gusti (ma magari è solo perché leggo velocemente, un volume dietro l'altro). Interessanti i temi e l'attenzione nel presentare la psicologia dei personaggi e il loro background. E poi epico in certi momenti. Vero che i disegni, specie nelle scene più dinamiche e soprattutto all'inizio, non son gran ché, ma mi piacciono i primi piani dei volti e comunque ci ho messo poco ad abituarmi. Mikasa personaggione, proprio bello il suo essere mega badass ma anche fragile/insicura/goffa ogni tanto. E parla bene quanto taglia.
    Infine, già che c'ero, mi son fatto prestare anche Birth of Rivaille. Bello. Riguardo il disegno, mi piace meno la faccia del protagonista, ma almeno qui le scene col dispositivo per la manovra 3D son disegnate bene. Forse l'inizio e la fine un po' troppo compressi però. Comunque che vita di sfighe sto poro Rivaille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah aggiungo che i personaggi di AoT, con la loro logica "se ci fermiamo adesso tutto quello che han fatto quelli prima di noi/che abbiamo fatto fin qui non avrebbe senso" sarebbero tutti dei ludopatici gravissimi

      Elimina
  18. Acquistato ieri il primo volume (forse unico) del mitico team up Jena Plissken e Jack Burton per le Edizioni Cosmo. Un progetto approvato dal maestro Carpenter in persona. Vediamo com'è ...

    RispondiElimina
  19. Io ho finalmente letto "Kobane calling". Che dire, bellissimo, divertente, toccante...ho solo qualche dubbio sul fatto che quelli del PKK siano questi guerrieri senza macchia e senza paura, ma dall'esterno il mio parere vale per quello che vale (dove quello che vale è minore od uguale a 0)

    RispondiElimina
  20. Forse Terra Formars Asimov è meglio dell'originale

    RispondiElimina
  21. Ho appena finito di leggere l'ultimo numero di Orbital e mi é piaciuto parecchio, soprattutto perché alla fine non c'é il...

    Comunque, delle proposte dell'antro penso che SE MI RICORDO mi prenderò Aliens e Paperi, sembrano quelli più sulle mie corde.

    I link sotto mi hanno portato alle dieci eroine coi capelli rossi più sessi (Image anni 90 per me, grazie)e ancora oltre, ai cinque motivi per cui Ciclope é un coglione.
    Io ho sempre letto gli X-man a pezzi, in maniera disorganizzata, un albo preso in edicola al paese vicino, un altro al mare, collezionismo e fumetterie erano termini a mè estranei all'epoca e ancor meno capivo il concetto di "serialità", se c'erano delle belle figure, dei bei disegni per me era OK, altrimenti nisba, in culo la storia che manco conoscevo per intero.
    Così come non sapevo che Ciclope pretese che Psyloke si vestisse come Jean e si mettesse a fare le porcate telepatiche.
    Doc, io te lo devvo dire, questa ha completamente rivalutato il personaggio per me, ma proprio da cinque alto: se devi fare il merdone, FALLO ALLA GRANDE!

    RispondiElimina
  22. Paperi è proprio un cazzotto all'anima.

    Per le mie letture mi sono trovato a fare un super recuperone di Guyver (credo che il fumettaro mi abbia ipnotizzato: saranno stati dieci anni che non lo toccavo, poi l'altroieri ho visto i volumi dal 34 al 44 sullo scaffale e una forza oscura me li ha fatti prendere... e lo rimpiango).
    Stasera mi rifarò con Dragonero, il volume di Tesori Italy di Cavazzano e Alita: Altre Storie (speriamo che sia decente).

    RispondiElimina
  23. Finito di leggere la trilogia di Orfani:Terra e mi appresto a leggere Sam, uscito oggi. Poi ho arretrati del Topo :D

    RispondiElimina
  24. Doc, ringrazio della segnalazione delle Cos-Fighters! Sono andato a vedermi i video su youtube e sono decisamente esilaranti! Belli davvero.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails