martedì 30 agosto 2016

41

Il primo catalogo ufficiale Sony della PlayStation, laggiù nel 1997

Catalogo Sony PlayStation 1997
Prosegue, inarrestabile, l'opera di censimento di tutti i cataloghi di giocattoli e videogiochi della nostra gioventude negli anni 80 e 90 (tutti i precedenti li trovate qui). Oggi ci facciamo un giro fino all'inizio del 1997, che sembra ieri e invece son già quasi vent'anni. Perché proprio nel '97? Perché vedeva la luce al principio di quell'anno lì il primo catalogo ufficiale Sony PlayStation. La pleistéscio stava dilagando nello Stivale, mangiandosi la concorrenza, e questo fascicoletto con una latta di metallo sulla copertina fece la sua comparsa in negozi specializzati e di elettronica. Che giochi c'erano su questo primo catalogo? E quali strambi accessori di cui si son dimenticati quasi tutti? Andiamo un po' a scoprirlo, muovendo la testa come nel video di Around the World dei Daft Punk.
Dopo il messaggione di benvenuto, con lo sfondo metallico che richiama anche il debutto della linea di giochi Platinum e la cornicetta policroma united colors of ti rompo le ossa a Tekken,
(Cliccate sulle immagini per ingrandirle)
si parte con l'hardware. In alto a sinistra, sua maestà la pleistéscio, con i suoi 360mila poligoni al secondo e un lettore CD-ROM a 2x, mica fischiett. Ma degni di nota sono anche l'ingombrante e fondamentalmente inutile joystickone analogico, il mouse con il suo tappetino che un anno dopo potevi lanciarlo dal terrazzino, l'indispensabile cavo scart, la memory card per "copiare giochi" (#credici) e addirittura l'adattatore RFU per collegare la console alla presa antenna, come fosse un computer Commodore o un Mega Drive. Può sembrare incredibile, ma anche nel '97 non tutti i televisori avevano una cacchio di presa scart.
La mitologica combo di joystick e pad ASCII, insieme all'arcade stick namco, che per comprarlo spendesti tipo un mezzo patrimonio, un patri. Un tuo amico, invece, era fortissimo ai Ridge Racer con il NegCon, quel pad che dovevi ruotare al centro per fare le curve nei giochi di guida. A te sembrava di strizzare una camicia pianissimo per non distruggerla.
Passiamo ai giochi. Il catalogo parte ovviamente dallo sport, perché la gente vuole il gol. Ma, ecco, i giochi di pallò presenti son delle mezze fetecchie del livello di Adidas Power Soccer e Actua Soccer, incontrati entrambi a sua tempo nella top 10 dei giochi pallonari più cessi per pleistéscio. A CoolBoarders manca la descrizione perché un amico di tuo fratello, che chiameremo Èungenio, prese in prestito il catalogo per segnarsi un paio di titoli... e ve lo riportò mutilato. Dice che si era ritagliato il logo di Namco Tennis Smash Court, sull'altra facciata, per incollarlo sulla custodia del disco copiato. Avresti voluto alzargli le mani in faccia con tale violenza da ucciderlo in anticipo, già con lo spostamento d'aria.
Tra questi altri titoli deportivi, al di là del citato - e qui mutilato - bellissimo tennis arcade di Namco, ti piace menzionare Total NBA '96, a cui - come avresti fatto di lì a poco con l'edizione '97 - hai giocato uno spropositilione di ore. Ancora ti ricordi quanto erano bone le ragazze pon-pon nei filmati dal vivo dell'intervallo, per dire.
Passiamo alla categoria razzismo corse e "simulatori" di volo, con due colonne degli esordi del regno pleistéscio come Destruction Derby 2 (provate a rigiocarci ora... e a farvi due risate) e il primo Formula 1 di Psygnosis, ma anche il Motor Toon Grand Prix 2. Il mondo non aveva ancora modo di saperlo, ma da lì sarebbe nata la saga eterna (soprattutto in termini di attesa tra un capitolo e l'altro) di Gran Turismo. Bellissima la descrizione di DD2: "Dopo la revisione, torna l'autoscontro più pazzesco che esista". Hanno dovuto cambiare le candele alla giostra.
E qui si piange, non tanto per il secondo Ridge Racer, Revolution (per risvegliarti la scimmia hai dovuto aspettare Rage Racer), quanto per WipEout 2097, uno dei tuoi giochi culto di sempre. Anche questa descrizione, figlia probabilmente di una traduzione dei testi affidata a un branco di cercopitecidi, è parecchio LOL. Gustatevela, ricordando che siete una navicella. E muti. 
Ed eccoli qui, i giochi Platinum. Oggi i collezionisti ridono di queste versioni economiche dei titoli più venduti, con grafica e dorso della custodia argentati anziché neri, ma ai tempi furono una manna dal cielo. Titoli originali a metà prezzo? Alleluiaircombat.
Segue la categoria mista arcade, adventure, platform, banane, verza. Ci sono i vari vol. di Namco Museum
e altra roba assortita, come Mega Man X3 (immagine di copertina a risoluzione nativa 0,5x0,5 pixel), Jumping Jack Flash 2 e Crash Bandicoot, che riceveva il testimone da eroi della generazione precedente come i Lemmings ed Earthworm Jim. "La prossima superstar", chiosa la descrizione del gioco del peramele: dalle torto.
Stesso discorso qui, tra il vecchio Myst e il nuovo che avanza, con la carica - da testata nucleare - del primo, storico Resident Evil. Ma anche Broken Sword, Command & Conquer, il primo Discworld... A chi servono i fazzoletti da bruschetta?
Per la categoria Beat'em Up, Shoot'em Up, Combat'em Up e The Only Way Is Up, scendono in pista Mortal Kombat 3, Tobal N°1, Tekken 2 e soci. A te piaceva molto anche Star Gladiator, nonostante fosse talmente lento da sembrare più uno slideshow di diapositive che un picchiaduro.
Ma abbiamo anche Street Fighter Alpha 2 (anche qui con copertina fotografata dal satellite) e Dark Stalkers, che alle versioni Saturn non allacciavano le scarpe, per i noti problemi di memoria, e Battle Arena Toshinden 2. Quante ore sul primo Toshinden, all'inizio, quando di giochi in circolazione ce n'erano tipo dieci o quindici.
Queste sono invece quasi tutte cagatine, capeggiate dal gioco di Top Gun. Un altro tuo amico, fan sfegatato del film e quindi probabilmente gay, per una nota e mai confutata teoria in giro sull'Internet da anni, corse a comprarlo, mollando al negoziante 120mila lAIre. Resosi conto dell'errore troppo tardi, il gioco gli è rimasto nGun. /ohohoh
Chiudiamo però in belVezza, con l'ostico shooter X2 del Team 17 e con i due X-Com. Troppi, troppi ricordi, vai di lì a piangere fingendo di avere il raffreddore fortissim... ah, già, ce l'hai davvero. Che culo. 

TUTTI GLI ALTRI CATALOGHI DI GIOCATTOLI E VIDEOGIOCHI DEGLI ANNI 80 E 90
 

41 commenti:

  1. Le bruschette sono state causate soprattutto da Air Combat e Command & Conquer. Che poi, gli RTS sono ingiocabili su console, ma vabbè, ci ho passato tante di quelle ore. T.T

    RispondiElimina
  2. Da giocatore PC ai tempi ricordo con molto affetto Lemmings anche se quello che mi è rimasto nel cuore è il 2, ci misi una vita a finirlo. Altri bei ricordi Earthworm Jim e Command & Conquer.

    RispondiElimina
  3. Che bei ricordi, all'epoca per me la PSX era un sogno proibito, perche' non avevo mai una lira per comprarmela, ma i giochi mi attiravano da matti: Tekken, Wipeout, picchiaduro 2d, e poco dopo sarebbe arrivato anche Final Fantasy 7...

    La ricordo con piacere anche perche' attorno ai suoi giochi si era creata una comunita' entusiasmante. Vedevo spesso gruppi di ragazzi che discutevano degli ultimi giochi, se li scambiavano, e naturalmente avevano tutti la modifica per avere le ultime novita'/backup/no-pal50/no-baci/no-baffi... Che tempi.

    Il Namco Arcade Stick ce l'ho ancora, e ogni tanto lo uso con il convertitore per giocare sul PC!

    Certo c'erano anche dei lati negativi. Chi si ricorda Mortal Kombat 3 che si fermava a caricare prima delle Fatality?

    RispondiElimina
  4. "Fissa il tuo avversario negli occhi e gioca pesante" nel commento di Tekken 2 mi ha aggiso. Grazie per le bruschette.

    RispondiElimina
  5. Altro che fazzoletti da bruschetta, qui ci vogliono proprio le teglie.

    RispondiElimina
  6. Mamma santa...questa si che è una chicca che imbruschetta!
    Io ancora non mi capacito di come in una manciata di anni sia uscito il meglio per quella console che avrebbe dettato gli standard da lì in avanti.
    E' stata davvero l'Età dell'oro, o meglio ancora, l'Età degli Eroi... =')

    RispondiElimina
  7. nella copertina avrebbero dovuto scrivere una pelata di emozioni... visto che il concentrato va in tubetti e non in lattina

    epic fail

    che ricordi cmq la prima plaistescio. La prima console che era veramente meglio della sala giochi. La comprai qualche anno più tardi ma fu amore a prima vista e ci persi indubbiamente più di qualche diottria . Xenogears, Einhander, Final Fantasy 6 e 7, Tekken e Soul Edge, Tenchu e Bushido Blade, giornate d'agosto passate con gli amici in casa col sole fuori e le morosette dell' epoca in giardino con le palle girate perchè nessuno voleva andare in spiaggia... oh tempora oh mores!! Adesso mia moglie invece va direttamente a staccarmi la corrente nel contatoree raus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e soprattutto Final Fantasy Tactics. Iniziò lì la mia malsana e divorante passione per i giochi tattici.

      Elimina
    2. Mi accodo alle vittime di Final Fantasy Tactics e alla dipendenza dai giochi tattici. Non se ne esce.

      Elimina
    3. sono passati quasi 20 anni, e ancora è il migliore.
      Han fatto 10 seguiti alle chiaviche e zero seguiti a FFT ( e non citatemi gli altri episodi usciti perchè fan pena)

      ... c'è da chiedersi il percome

      Elimina
  8. Quante bruschette...in particolare per i tornei con i miei amici a ISS Pro, la cosa curiosa è che ancora adesso gioco online a FIFA con gli stessi amici, ma i ricordi di quelle lunghissime ore insieme, mi strugge il cuore...grazie Doc anche per questo tuffo nel passato.

    RispondiElimina
  9. Quando vedi post come questi e sono passati vent'anni dalla Pleistescion e l'anzianitudine ti cade addosso....

    RispondiElimina
  10. "Il mondo non aveva ancora modo di saperlo, ma da lì sarebbe nata la saga eterna (soprattutto in termini di attesa tra un capitolo e l'altro) di Gran Turismo" - neanche il tempo di dirlo e GT Sport è stato appena rinviato "a data da destinarsi".. certe cose non cambiano proprio mai :D

    RispondiElimina
  11. Titoli originali a metà prezzo,una manna dal cielo....
    La vera manna dal cielo della Play sono stati i titoli NON originali XD
    Io ancora adesso sono convinto che siano stati quelli a far passare i videogames da roba di nicchia per "nerd sfigati" a passatempo figo per tutti agli occhi della società

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anzi verissimo, ricordo ancora il ragazzo ventenne che mi fece "la modifica": da signor nessuno del quartiere divenne più popolare di un podestà durante il ventennio, però ora quel ragazzo ha quasi cinquant'anni (ma sempre nerd rimane).

      Elimina
  12. Eh, io sono vecchio ma la playstation arrivò in casa direttamente col numero 3, tuttaviados, i piacchiaduro mi sembra di averli giocati tutti nelle salagiochi al mare.

    RispondiElimina
  13. Bel bruschettone oggi, in particolare per Mortal Kombat Trilogy, Wipeout, Destruction Derby, e mi ricordo soprattutto le feroci battaglie con gli amici su quest'ultimo.
    Mancano però i miei veri primi amori (videoludici) dell'epoca: Abe's Oddysee, Finale Fantasy 7 e Metal Gear Solid.
    Tempi più semplici, tempi migliori :)

    RispondiElimina
  14. "Non sottovalutate la potenza di Play Station!" e la mossa con la mano... ancora me la ricordo.

    RispondiElimina
  15. Se oggi lavoro come grafico lo devo anche a WIPEOUT. Quando la Playstation arrivò a casa nel 1997, avevo 21 anni e in quel periodo frequentavo la laurea breve in Disegno Industriale presso La Sapienza. Al primo impatto, fui attratto da WIPEOUT per via della meravigliosa colonna sonora (Prodigy su tutti), una volta acquistato il cd-rom, impazzii letteralmente per le interfacce di gioco e per i vari loghi delle scuderie; proprio lì capii che durante l'ultimo anno di corso dovevo intraprendere l'indirizzo in comunicazione visiva. Grazie Sony, grazie Playstation e grazie ai Designers Republic.

    RispondiElimina
  16. Terrore ^_^
    Della prima Plaistascio, ricordo ancora le lunghe partite a casa di mio cugino che se la comprò soppiantando il super nintendo (che a sua volta soppiantà il nintendo). Aveva tutti questi demo di giochi presi sulle riviste di settore e li provavamo rigorosamente insieme. un di questi giochi, "The Forsaken", mi fece scoprire il mio grande problema con tutti i videogiochi che si giocano in prima persona: praticamente mi fanno venire il mal di mare e mi fanno vomitare. No, no perchè non mi piacciono, proprio mi danno la nausea fisica e le vertiggini, e dopo un po devo smettere. Con il Commodore e il Sega non avevo gli stessi sintomi, e neanche con i giochi più nuovi, solo con quelli!!! Che roba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre avuto lo stesso identico probloema, infatti mi sono negli anni perso una marea di giochi fighissimi perchè non riesco a giocarcipe più di 10 minuti. Giusto per fare un esempio, mai giocato ai vari Doom...

      Elimina
  17. Io ebbi la fortuna di provarla "aggratis" a casa grazie ad un amico di un amico; questo tizio era il classico ragazzino a cui i genitori regalavano la qualunque purché stesse bravo..quindi playstation nuova di pacca, con WipeOut, Tekken; Fifa (94 o 95) Toshinden ed un "picchiaduro" 3d con cloni di Gundam e Patlabor, di cui non ricordo il nome.
    Lui la prestò per qualche giorno al mio amico, a cui la scroccai a mia volta per un paio di pomeriggi..con WipeOut fu amore a prima vista...quel piccolo assaggio mi consentì di fare un po' lo sborone ad una manifestazione di comics&games qui a Torino, che si chiamava Itinerari Fantastici, rullando un pò di gente a Tekken e vincendo un minitorneo a coppie di Fifa..il premio? uno di quei registatori a minicassette a cui i moderni smartfon fanno le pernacchie impennando all'indietro... :D

    RispondiElimina
  18. Resident Evil fu il motivo per cui acquistai la PlayStation... ma le vere bruschette sono per Command&Conquer e soprattutto X-Com (entrambi giocati su PC): fu l'ultimo gioco su cui passai nottate!

    RispondiElimina
  19. credo di essere l'unico essere al mondo a cui wipeout non é piaciuto. d'altronde non mi ha mai fatto impazzire neanche f-zero. io devo sentire l'odore della gomma bruciata sull'asfalto

    RispondiElimina
  20. Benchè per motivi puramente collezionistici questo catalogo contenga alcuni pezzi che mi fanno davvero gola, al giorno d'oggi giocherei/rigiocherei si e no 5 titoli in tutto:

    - Ridge Racer Revolution (anche se nel 1997 era già in giro Rage Racer);
    - Wipeout 2097;
    - Crash Bandicoot (anche se l'ho consumato, si rigioca sempre molto volentieri);
    - Mortal Kombat Trilogy;
    - Broken Sword (sempre snobbato, da stupido).

    A livello puramente collezionistio:

    - Namco Soccer Prime Goal (ho il feticcio per i giochi di calcio pre duopolio Fife-Pes;
    - Discworld (ono un fan dei libri della saga del Mondo Disco, Discoworld 2 era parecchio ben fatto su PC);
    - Dark Stalkers (una saga che mi ha sempre intrigato in sala giochi ma su PS non era granchè che io ricordi);
    - Lomax (il famoso platform del Lemming, grande grafica in 2D);
    - Motor Toon GP2 (il famoso gioco dello stesso team di Gran Turismo ma prima).

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Huahuahauauauauauauauauauauauauaua !!!!! La storia di Top Gun.... muoiooooooooooo !!!!! "Gli è rimasto n'gun" solo i partenopei la capiranno !!!!

    RispondiElimina
  23. Ah, il primo Discworld. Fu il mio primo assaggio della serie fantasy di Terry Pratchett, e vanta una prova fantastica di Eric Idle nei panni di Scuotivento... e però si vede che era realizzato da gente alle prime armi per quanto riguardava le AG; ricordo tante girate a vuoto per le vie di Ankh-Morpork e dei puzzle poco intuitivi. Comunque bello, anche se il seguito era decisamente migliore. Tralaltro proprio di questi tempi mi stavo rileggendo i libri delle streghe del Mondo Disco (sono a metà Maskerade).

    Segnalo anche Wipeout 2097, dietro al quale passai ore e che ebbe un enorme contributo nella mia formazione musicale, complice anche il fatto di averlo giocato proprio nei mesi in cui Daft Punk e Chemical Brothers pubblicavano rispettivamente Homework e Dig Your Own Hole. Per chi fosse interessato, su Steam si può scaricare gratuitamente Ballistic NG, una sorta di remake/omaggio di Wipeout fin dall'aspetto grafico (quindi non aspettate di usarlo come benchmark per la scheda grafica nuova di pacca, ma se volete divertirvi dovete solo scaricarlo).

    RispondiElimina
  24. Gran bei ricordi con i due Ridge Racer, i due Xcom, giocati sul PC qualche anno prima e comprati insieme a un prezzo bassissimo. Poi ancora Tekken 1-2, Toshinden 2, Resident Evil... Avevo anche un giochetto di Dragon Ball che non mi ricordo come si chiamasse ma nonostante Bandai non splendesse per i suoi porting mi ci divertii un casino. Ah, fra l'altro alzi la mano chi usava lo stecchino per swappare i cd.

    RispondiElimina
  25. Non ce la faccio... troppi ricordi... T_T
    Va beh, diciamo che quel catalogo lo avevo e, se magari qualcuno di sesso femminile che mi ha pure generato non me lo ha buttato via anni or sono, da qualche parte ce l'ho ancora. Ma manca il mio primo amore! Il gioco che nessun altro sistema aveva (credo)! Tomb Raider, acquistato in francese assieme ad un secondo joypad tarocco e il primo disco "nero" a girare sulla mia Play, Play della quale nel mio paese fui anche lì tipo il primo a possedere.
    Ok, ce l'ho fatta, ma davvero, quelli furono tra gli anni più belli della mia vita...

    RispondiElimina
  26. Ma dai, Twisted Metal , specie in doppio, era divertentissimo, non era tutta sta ciofeca.

    RispondiElimina
  27. Bruschette miste a volontà.
    Entrate negli occhi la prima volta in uno dei primi Expocartoon, quando c'erano le postazioni con i giochi da provare; sono arrivato quasi alla fine di RE2 senza salvare (ucciso da un licker nel laboratorio finale) e poi sono rimasto folgorato da FFVII.
    Da lì in poi, 4 generazioni di Sonarosità acuta, con quasi tutte versioni delle home console acquistate, causa guasti o upgrade, ma le ho tutte conservate. Mi mancherebbe solo la PSOne.
    Primi giochi acquistati, RE2 e Blasto :D

    RispondiElimina
  28. Mi vien quasi da piangere... Un anno dopo sarebbe arrivata ad un giovane novenne la mitica scatola grigia, un novenne che tanti di questi giochi nel catalogo li avrebbe comprati craccati.. :D
    Tra l'altro il mouse per la play l'ho bramato parecchio (anche se non è mai arrivato) date le infinite ore passate a giocare a command & conquer..
    Commozione enorme per il multi tap che è invece passato sotto traccia.. Ce l'ho avuto solo io? :D Quanti tornei a Fifa 2vs2 e poi a PES.. Quello era il multiplayer in anticipo... :D

    RispondiElimina
  29. la mia prima play la portò mio padre dall'amerrica! o quello era il gameboy color... era il gameboy color, con la versione yellow di pokemon (completamente in inglese, a 5 anni).
    Sta di fatto che primo gioco ps1 fu uno di combattimenti aerei, ma primo ammore furono i crash, hercules e tarzan, per non dimenticare toy story 2 (qualche anno più tardi, ebbi l'opportunità di giocare al gioco del Grande fratello, che avevano regalato a mia sorella, con il celebre pasquale di Baaar, e tutta la combricola. Immagino tu l'abbia al tempo recensito Doc :D )

    RispondiElimina
  30. Battle Arena Toshinden 2.
    Sembra niente ma il primo della serie per un po', soprattutto a noi che eravamo pischelletti con zero esperienza, sembrava il non plus ultra dei picchiaduro. Solo che il secondo era praticamente una versione 1.2, poi il terzo una cagata immane, e nel frattempo il campione dei picchiaduro con armi era diventato Soul Calibur...

    RispondiElimina
  31. Caspita che perla!
    E' la prima volta che ne vedo uno della PlayStastion... Pensavo che nemmeno esistessero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una perla, si'. Io mi ricordo della PS perche' andavo a giocare a scrocco a casa di compagni delle medie. Io di mio avevo un NES 16 bit. /bruschettismo

      Elimina
  32. Devo essere stato l'unico, qua dentro, ad aver preso il mouse per la PS1: lo usavo per un gioco di caccia al tacchino (non riuscivo a far andare la pistola...) e per le avventure grafiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo ce l'avevo anche io, ci giocavo a Z e ad un altro gioco che non ricordo il nome; lo abbandonai quasi subito ma il tappetino col mitico logo ce l'ho ancora accanto al mio pc.

      Elimina
  33. A proposito di Mouse, qualcuno ha mai acquistato The Glove, il controller a forma di guanto?
    http://www.vecchicomputer.com/wp-content/uploads/2013/06/Reality_Quest_Glove-02.jpg
    Ci ho giocato un po' Final Fantasy VII...mamma mia, tendinite come se non ci fosse un domani! Però era figo!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails