venerdì 29 luglio 2016

188

Ghostbusters (2016), la recensione senza spoilerotfl

Ghostbusters nuovo film reboot recensione
"E CHI CHIAMERAI?"
"È OCCUPATO"
Nessuno ci avrebbe mai scommesso un soldo bucato, e invece, a sorpresa, questo reboot di Ghostbusters ti ha stupito. Per quei trenta secondi di veduta aerea di New York dal taglio molto anni 80, con il tema classico degli Acchiappafantasmi in sottofondo. Peccato per gli altri 115,5 minuti. Fuochino. [...]

È una sera caldissima di fine luglio. Esci dal cinema, saluti gli amici, ti infili in macchina e mentre torni a casa, schivando buche e allenatori di pokémonzi, ti chiedi perché. No, non perché abbiano tirato fuori questo reboot di una commedia così cult che al solo pensarci ti si materializzano ai piedi le scarpe col ferro dentro. Il motivo è lo stesso per cui si girano tutti i film: [SPOILER PER CHI CREDE ANCORA A BABBO NATALE] tentare di farci su il dinero [FINE SPOILER]. Quello che ti chiedi è perché venga pagata della gente per scrivere delle battute così di merda. Ci sono film con battute sceme, altri con battute non proprio riuscite, e poi ci sono commedie come questa, che fanno di tutto per non farti ridere. Mai. Le trovi subito dopo il reparto Adamsandler.
Giuri, lo sconforto. Delle gag talmente fiacche e forzate che sembrano uscite dal filmato introduttivo di un videogioco brutto. Perché Ghostbusters, in realtà, è la grande rivalsa dell'autore anonimo delle barzellette sul Cucciolone. Un ectoplasma che si impossessa di un'insegna gigantesca del Cucciolone e travolge New York sotto una raffica di battute sulle matite vendute soprattutto nella zona temperata e sul fantasma formaggino. Le matite non ci sono in realtà nel film, è solo un esempio, ma il fantasma formaggino . E non è neanche lontanamente la battuta peggiore, ce ne sono molte altre parecchio più imbarazzanti.
Impostiamo meglio il discorso, altrimenti il primo simpaticissimo amico precipitato da google viene a spiegarci il concetto ormai noto dell'occhio di paragone [cit]. Il tuo punto di vista è che se fai un remake, un reboot, un requellochevuoi, non puoi cavartela con un Vabbè, l'originale era l'originale, giudicatemi per quello che sono. Non funziona così, ciccio. Se ti chiami Lostpasters e sei una commedia simpaticissima su quattro ragazze nuovaiorchesi che incollano manifesti, se insomma ti giochi le tue chance da solo ed esci il 28 di luglio, al cinema ti vengono a vedere in due. Il proiezionista e suo cugino, giusto perché entra a vigna. Se ti chiami invece Ghostbusters, ti spari le citazioni, i cartelloni giganti con il logo super-iconico col fantasmino e il pezzo di Ray Parker Jr per scimmiare i fan e attirarli al cinema, il meno è che ti si confronti con l'originale. È il mondo reale, baby. Ci siamo fin qui? A posto l'occhio di paragone? Bene.
Ma proviamo a fare un gioco. Voi e me. Proviamo a far finta che i due Ghostbusters e un intero franchise così popolare non siano mai esistiti. Niente cartoni, niente pupazzetti. Facciamo finta che questa roba sia originale o, fa lo stesso, che un uomo appena sbarcato da una navicella aliena che lo ha riportato a casa dopo trentanove anni di abduction su Alfa Centauri, decida per riprendersi dal jet lag cosmico di andare al cinema a vedere questo Ghostbusters. Come commedia in sé, si potesse - e non si può, è solo un gioco, ricordate - prescindere dal nome che porta, ha un qualche senso? No.
Gli unici momenti in cui il film non ti strappa proprio una risata, occhio ai paroloni, ma un sorriso sì, è quando compaiono, uno dopo l'altro, i tre Acchiappafantasmi veri ancora vivi e altre comparse di lusso. O quando il film ammicca con veemenza all'originale, clonandone situazioni e personaggi. Esempione: Winston faceva le battute da unico non scienziato lì solo per lavoro, che temeva di fare una brutta fine perché nero? Qui la comica Leslie Jones (Patty) fa le battute da unica non scienziata lì per lavoro, che teme di fare una brutta fine perché nera E donna. Con la scusa del reboot, hanno tutti un cartello da cosplayer appeso al collo: sono donne anziché uomini e? Niente. Fantasia zero, idee zero. Fantasia-Idee, 0 a 0. Si sorride di tanto in tanto, in pratica, solo per affetto verso il mito o per la tenerezza che ti fa vedere tutta la vecchia guardia tranne Slimer così invecchiata. Tradotto: il famigerato occhio di paragone è in questo caso l'unica cosa POSITIVA, in grado di regalare mezzi sorrisi, in tutto il film. Chi non ha visto gli originali si perde pure quello. Fine del gioco, arriva il grande momento della triste verità.

[SAD MUSIC INTENSIFIES] 

La triste verità è che le quattro Acchiappafantasmi non sarebbero neanche così male. Intendi dire che le attrici non sono da buttare e nei rari momenti in cui sono lasciate libere di fare il loro mestiere, di metter su un minimo di alchimia tra loro, sembrano avere anche le capacità per farlo. Cioè, a non starti sui maroni (il massimo del risultato, visto il quadro generale). La tizia che fa la rule-63 di Egon, Kate McKinnon (che nel doppiaggio italiano ha perfino il classico vocione nasale e sotto sforzo del compianto Dottor Spengler), sarebbe anche simpatica, ma giusto perché è quella a cui, essendo la scienziata pazza del gruppo, toccano meno barzellette del Cucciolone agghiaccianti rispetto alle altre tre. 

Hai provato disperatamente ad aggrapparti ai suoi occhialini, visto che la sua mimica facciale era buffa e a strizzare gli occhi sembrava l'Egon del cartone animato. Ma niente, non ce l'hai fatta. Il fantasma del Cucciolone ti si materializzava davanti agli occhi a ripetizione, portando ovunque brina e gelo e matite e formaggini. E se non vi ha fatto ridere questa battuta, dovreste sentire quelle del film. Qui almeno nessuno vi ha scucito dieci carte per leggerla.
Perché, ci chiedevamo, senza trovare una risposta all'inquietante interrogativo. Perché esistono film d'animazione USA in cui c'è la pausa battuta, con zoom sul volto del personaggio e interruzione della musica, e poi arriva una gag che non fa ridere neanche una iena che soffre particolarmente il solletico? Perché si spendono milioni e milioni di dollari per fare un film e lo si imbottisce con dialoghi del genere? Ma soprattutto, esiste davvero il fenomeno fisico noto come Adamsandler? Non lo sapremo mai con esattezza, ma c'è evidentemente un pubblico per questa roba. C'è chi ride per queste battute. Ieri sera, ad esempio, sentivate una tipa dietro di voi spanciarsi dalle risate a ogni cazzata. Al riaccendersi delle luci, però, hai scoperto che aveva tipo undici anni, nonostante il vocione. Un pubblico ci sarà, ci deve essere per forza, se continuano a finanziare e produrre cagate del genere. Il che proietta un'ombra molto sinistra sul futuro dell'umanità, ma almeno spiega un paio di cose. 
Non te ne frega niente, dicevi giusto ieri, di quelli che si incazzano per i film. Degli hater, della gente che non ha una vita o cose più importanti a cui pensare. Non ti aspettavi nulla da questo Ghostbuster per il semplice fatto che già il trailer era un concentrato di non-battute. Non si giudica una pellicola da un trailer, ovvio, ma se il trailer di una commedia (per definizione un concentrato delle gag migliori per venderti il film) non fa ridere neanche per mezzo secondo, qualche domanda inizi a portela. Cominci a sentire puzza di bruciato, e non è esattamente di bruciato. Ma hai cercato comunque di tenere la mente sgombra da qualsiasi preconcetto, di prendere quello che veniva, di andare lì con il vuoto in testa, come il Chris Hemsworth segretario Janino Melnizzo tutto scemo del film*. In due ore nessuno ha provato a riempirlo, quel vuoto.  
Però sei uscito dal cinema con la pelle d'oca, nonostante il caldo: per un film di fantasmi, un risultatone. Per quel poco (= niente) che conta, gran belli gli effetti speciali. Ecco, fategli fare i film di Godzilla e di super-eroi (non Marvel) al regista, Feig, e ai suoi amici. No, meglio: fategli girare Cucciolone: The Movie. Masterpezzo e blockbuster annunciato, successone nella Zona Temperata. 

*quella scena del balletto a Times Square non hanno avuto il coraggio manco loro di tenerla nel film, però. Santo cielo. Anzi, santhor cielo.

     


Ghostbusters
Recensito da: DocManhattan Data: July 29 2016
Voto: 1

188 commenti:

  1. non so se lo vedrò...in ogni caso son sicuro che per qualche misterioso motivo avrà quel tot di successo che porterà ad un sequel...perchè la gggente guarda anche i film di adam sandler.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad oggi, 94 milioni di dollari solo in America. Hanno già detto che fanno il sequel.

      Elimina
    2. Si, in due settimane (là è uscito il 15 luglio) e a fronte di un budget di 144 il quale, come sappiamo, per andare in pari andrebbe almeno raddoppiato per le spese di marketing, e di marketing ne hanno fatto parecchio anche solo per controbilanciare l'hater effect scatenatosi sul web.

      A occhio non proprio un gran risultato, eh... ma si sa, la Sony ADORA buttare i soldi con prodotti pessimi forti del brand...

      Elimina
    3. L'altro ieri c'era un articolo su Repubblica dove snocciolavano i flop di quest'anno. Quindi puramente dati oggettivi. La valutazione era COSTO DI PRODUZIONE - INCASSO. Andatevelo a leggere e ci troverete anche le Chiappe Fantasma. " le Ghostbusters hanno incassato 88 milioni di dollari negli Stati Uniti, 124 complessivi nel mondo, meno di quanto è costato il film: 144 milioni"
      http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2016/07/27/news/la_crisi_estiva_dei_blockbuster-144888051/

      Elimina
    4. Adam Sandler in confronto è il dio della comicità!

      Elimina
  2. ah ah bellissima rece, non lo andrò a vedere manco sotto tortura. ghostbusters (l'unico) lo vidi al cinema con un mio caro amico d'infanzia: lui ieri è andato a vedere questa roba qui e stanotte ho passato un'ora a leggere i suoi commenti delusi su fb, tra cui uno particolarmente significativo diceva: "ho provato a farmelo piacere ma non ci sono riuscito".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Off topic... Sei domani a l'Ausonia???

      Elimina
    2. no. ma al mare dici? di solito vado al pedocin...

      Elimina
    3. C'era l'Olimpiade delle Clanfe:-)
      Ieri mi han messo la foto sul Piccolo... Senza parole:-)

      Elimina
  3. "Fantasia zero, idee zero. Fantasia-Idee, 0 a 0."
    In un ipotetico triangolare, gli unici che vanno a punti sono i produttori (forse).

    Era Rezza, sì?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un paio di anni fa l'ho visto dal vivo ed è stato incredibile. Per tutta la durata dello spettacolo (o performance, come preferisce lui) ha continuato a inondare il pubblico con idee su idee senza tregua. Con ogni battuta riusciva a stupirti e a farti ridere forte.

      Elimina
    2. Rezza è un genio....
      "mi sento solo!" "Simo noi, Gidio, Simo noi"

      Elimina
  4. c'è gente in giro convinta che se prendi una donna e la metti al posto di un uomo trasformi automaticamente un cesso in una Ferrari .Questo film ha almeno il pregio di farci capire che il mondo non è così semplice. Non volevo andarlo a vedere, non lo andrò a vedere.
    Eppure spunti ce ne sarebbero stati, anche l' idea delle ghostbuster donne non era male in sè, ci si poteva giocare parecchio, ma ci vuole un minimo di mestiere; si poteva anche fare parecchia ironia sugli anni ' 80 ( oggi più vivi che mai) e ce ne sarebbe da riempire un libro.
    Quel che mi chiedo più di tutto, comunque, è perchè sfruttare franchise da milioni di dollari utilizzando battute e sceneggiatura realizzate da gente pagata un pugno di lupini.
    Poi vedi edifici nuovi pieni di crepi, vieni a sapere la tariffa dell' ingegnere e forse capisci perchè.

    RispondiElimina
  5. "... se il trailer di una commedia (per definizione un concentrato delle gag migliori per venderti il film) non fa ridere neanche per mezzo secondo, qualche domanda inizi a portela."

    Ho visto gli zaini protonici, e ho pianto.
    Ho visto la nuova Ecto-1, e ho pianto.
    Sono sempre stato contro i remake a prescindere, e quando ho saputo del remake di GB, si, ho pianto.
    I trailer sono stati il colpo di grazia che mi aspettavo e confermavano le mie paure.
    E verrò tacciato quale il misogino hater della cippa che non sono, fregaca22i, ma per quanto mi dia fastidio anche solo l'idea di remake di uno dei film ai quali sono da sempre più affezionato, io a prescindere un film con una comicità da Colorado Cafè (e questo tipo di comicità idiota te la sbattono in faccia in OGNI trailer, perché di tale spazzatura il film è evidentemente composto) non lo vado a vedere manco se me lo pagano.
    Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dal remake-reboot,quando è fatto dall'ideatore originale di solito viene bene,perchè ha a disposizione budget ed effetti speciali moderni per dar corpo alle sue idee,vedi Mad Max Fury Road,ma questi remake fatti apposta per strizzare l'occhio al film originale (e strizzare il portafoglio dello spettatore) sono destinati ad essere dei fallimenti.

      Elimina
    2. Non so quanto Mad Max Fury Road possa essere considerato un remake/reboot, ma il tuo discorso ha un senso.
      Sinceramente? A me donne/uomini/gorilla col cappello, sarebbe andato bene tutto, purchè contestualizzato.
      Avessero fatto un seguito, con una storia nuova e in linea col passato, magari questo benedetto e tanto atteso cambio della guardia di cui si vocifera (= che si sogna) da anni, e le nuove reclute fossero state tutte donne, sarei stato felice, mi avrebbero acchiappato facile.
      Oggi per esempio ci sarebbe la possibilità di realizzare il "copione infernale" di GB3, o quello iniziale scritto da Aykroyd con il franchise mondiale, la Ecto2 e tutto il resto, si poteva fare tutto!
      Ma un remake carta carbone? Con questo tipo di comicità? Vai a farti foXXere Feig, seriamente, che Gozer ti colga a braghe calate.

      Elimina
  6. Devo ancora vederlo,ma se mi dite che siamo a Defcon Adamsandler mi sa che aspetterò la versione bluray quando si trova a fiume.

    RispondiElimina
  7. se non altro ti stimo per il coraggio Doc. :)

    RispondiElimina
  8. Premessa doverosa: a me non piace adamsendler più di quanto mi piaccia adamkadmon.

    E quindi, se da come leggo il film è brutto di per sé, non c'è nulla da fare.

    La seconda premessa è che io cerco di essere di mentalità aperta. Dentro di me, si cela un ottimista invincibile. O quasi.

    Perché a questo film ho detto no (e anche al colesterolo, ma è un'altra storia) prima ancora che uscisse al cinema.

    Non so se sia solo per difendere il mito, sono andato a vedere tanti sequel, reboot, ho letto di soft reboot e altre menate simili. Insomma, altro che bastioni in fiamme al largo di Orione.

    Ma questo film mi ha dato cattive sensazioni fin da subito. Sarò sessista, ma Ghostbusters era ed è un film maschile. Le battute, il cameratismo, l'essere di fatto tre amici + uno a cottimo che si mettono in proprio, era ed è di stampo maschile.

    Quindi, mi tengo l'orignale e vabbé.

    Ottima però Doc l'associazione con la nuova Egon (che anche a me intrippava) e quello della serie animata. mi sono sempre chiesto perché lo avessero fatto biondo e con il codino!

    Una domanda, magari la risposta è da spoiler, ma abbi pietà, il film non lo vedrò neanche sotto tortura: avevo sentito che il cast originale c'è, ma nessuno nei ruoli originali. E' così?

    Grazie e mi spiace che tu lo abbia visto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È così. Non è un seguito, è un reboot, quindi gli altri Acchiappafantasmi qui non sono mai esistiti. Di conseguenza appaiono tutti e tre in altri ruoli e...

      [SPOILER SUPER-INNOCUO, MA OH]
      ...
      ...
      ...ci sono anche la Weaver e Janine (Annie Potts).

      Elimina
    2. e Lewis, l'acciappafantasmi di riserva? Non mi frega dello spoiler, tanto non lo vedrò manco per curiosità...

      Elimina
    3. No, niente Moranis.
      Non era esattamente, uh, entusiasta del progetto: http://www.hollywoodreporter.com/features/rick-moranis-reveals-why-he-829779

      Elimina
    4. @Doc, allora si spiega tutto: un mondo dove gli originali non sono mai esistiti, non poteva che essere un brutto mondo! :)

      Grazie per l'informazione!

      Elimina
    5. Da quel che so, Moranis si è ritirato a vita privata per crescere i figli, dopo la morte (suicidio?) della moglie.

      Elimina
    6. non era lui che anni fa aveva detto "Il mio medico e il mio commercialista concordano dicendo che sono troppo vecchio e troppo ricco per lavorare ancora..."???

      cmq Rick Moranis non ha rifiutato esplicitamente questo film, essendosi ritirato già da anni (mi pare l'ultimo film fu l'ultimo "Tesoro...")

      Elimina
  9. Viste le premesse volevo andarmelo a vedere, ma ero proprio convinto, per poco non sono andato lo scorso week-end. Le premesse erano: il film è stato bersaglio delle critiche del mondo-nerd sin dalle prime immagini pubblicate, sin dal teaser, e forse anche prima di questo. Criticato per principio, e quindi - per principio - volevo andarlo a vedere.
    Poi non l'ho trovato in 2D, e il 3D non era in imax, e vedere il 3D non in iMAX non mi piace. Quindi sono andato a vedere Start Trek.
    Vista questa recensione, però, penso che andrò a vedere tarzan, la prossima volta, oppure aspetterò suicide squad.
    Quello che mi rode è che il mondo-nerd abbia avuto ragione, anche se per i motivi sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no...non andare a vedere Tarzan...piuttosto fatti una ceretta inguinale.

      Elimina
    2. Come fa Tarzan!
      ( quando lo vederemo un Tarzan non depilato? )

      Elimina
    3. il mito di Tarzan è tanto bello quanto impossibile: un neonato che viene allevato dai gorilla in un ambiente dove a stento un marine superaddestrato potrebbe sopravvivere non può diventare un uomo così fisicamente perfetto e depilato :P

      Elimina
    4. Anche perchè se si guardano i casi veri di bambini selvaggi allevati dagli animali si nota che svilupparono una folta peluria,persino le bambine.

      Elimina
    5. Pero' ha sviluppato piu' addominali di quelli esistenti in natura

      Elimina
  10. Qualche giorno fa ho scritto che i reboot e le varie continuazioni di saghe famose (in merito al post sul nuovo Star Trek) le prendo con leggerezza e non sto troppo a farmi i problemi,con questo "film" ho dei serissimi dubbi anche io.. Sento il famoso uccello Padulo che vola e anche l'odore di una cosa marrone morbida.
    E non è cioccolata

    RispondiElimina
  11. E' almeno abbastanza brutto da diventare iconicamente brutto? Che non andrò al cinema è assodato, ma potrei valutarlo come "film da vedere in estate con gli amici per il puro piacere di parlarne male"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto così con il film di Godzilla del 1998. In 4 a ridere come scemi su un divano commentando quanto fosse assurdamente ridicolo quel film.

      Elimina
  12. Avevo sentito in ogni dove che il film sarebbe stata una cagata putrescente e come sempre leggendo le prime righe del post ci sono cascato perché "I want to believe" che fosse decente.

    Detto questo non lo vedrò certo al cinema perché certe cagate le vedi proprio quando non c'è nulla da vedere. Quando ho visto la nuova ecto 1 mi sono depresso tantissimo e ho pensato alla battuta che ho fatto ieri sera su Fantastic4 parlando con Bluecyber: "faccendo zapping ho visto un pezzettino di Fantastic4 e stavo per reagire come Shu".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora mi pestano....ma a me F4 è piaciuto più dei primi due film,specialmente del secondo.

      Elimina
    2. ti prego fammi un favore: dimmi che stavi scherzando. anche se non è vero

      Elimina
    3. Prima o poi lo vedo ma nella scena in questione c'era la Cosa che con una voce agghiacciante che chiedeva aiuto a Reed. In quella scena poco illuminata la Cosa più che sembrare fatta di torta sbrisolona, come diceva il Doc, sembra fatta di letame.

      Elimina
    4. No ragà purtroppo è vero:

      Con questo non voglio assolutamente dire che mi scimmia o che sia degno delle produzioni Marvel Studios(quelli Disney per intenderci),dello Spider-Man di Raimi o persino dei (pessimi a mio parere) X-Men di Synger.
      F4 va preso come un film "(molto) liberamente tratto dalle opere di Stan Lee e Jack Kirby"
      Interpretato così non dico funziona,ma si lascia vedere e ti fa svagare per il minutaggio che dura.

      Mentre anche se Fantastic Four 1 e 2 erano leggermente più fedeli erano comunque osceni con la cosa fatta in gommapiuma e Doom imprenditore scopiazzato da Lex Luthor con l'attore che sa fare solo una faccia.
      E Galactus scorreggia cosmica,non dimentichiamoci.
      Anzi,forse proprio il fatto di cercare di essere fedele al fumetto aumenta a dismisura lo stacco con le libertà prese dalla sceneggiatura,rendendo i primi due film peggiori del reboot che non è granchè di per se.

      Elimina
    5. calma ragazzi... uno su questa terra a cui è piaciuto è anche statisticamente possibile che esista !

      detto questo....jessica alba, kate mara...
      NOOOOOOOOOOOOOOO ! come fai a dire una cosa del genere! ;)
      PS erano effettivamente pocosuper anche i primi due...

      adesso esce un' altra menata targata F4 e abbiamo veramente" i fantastici" 4

      Elimina
    6. Già mi vedo i cestoni col Blu-Ray a 7,90 ricolmi di "Fantastic 4 Collection" contenente i 4 film...
      C'è solo da sfornarne un altro ed è fatta

      Elimina
    7. Ragazzi io proprio l'altra sera ci ho provato a vederlo su sky, dopo dieci minuti dormivo. Mi sono svegliato proprio sul finale per sentire il dialogo finale dei Pessimi 4 e mi sono dovuto trattenere dall'urlare un possente BAFANGULE giusto perchè altrimenti avrei svegliato i bambini. Chiaramente così facendo ho saltato il 90 per cento del film, magari era tutta la parte buona. Se trovo il tempo e il coraggio riprovo a vederlo.
      Itlas poi per carità ognuno ha i suoi gusti, io sono forse l'unico antrista a cui piace il Daredevil con Ben Affleck, però come dice Riccardo Thiella....Kate Mara vs Jessica Alba vince Jessica a tavolino anche se Kate Mara si presenta in campo!!

      Elimina
    8. vnce a tavolino perchè non distinguono kate mara dalla bandierina del corner.

      Elimina
    9. Uè Uè,o parlavo dei film in generale.
      Chi ha mai detto che la Mara è meglio di Jessica Alba?
      La Alba vince sempre contro Kate Mara con un punteggio di 2-0 ;)

      Elimina
    10. @ Itlas

      A pensare che io son proprio l'opposto del tuo, dei 3 film ho preferito leggermente il secondo perché mi sembrava già più decente del primo, e cmq Silver Surfer era buono.

      Ma dire che F4 visto sia un bel film, anche se visto sotto altra ottica... beh è tosta.

      Di quest'ultimo (che, tra l'altro, non viene neanche ufficialmente conteggiato dalla Marvel, e gli altri 2 sì...) non sarebbero bastati una 10ina di accorgimenti per renderlo decente.

      Gli altri 2 appunto, erano meglio? no
      Ma almeno divertivano un minimo.

      Capitolo Kate Mara/Jessica Alba.
      Sinceramente la Mara vista in questo film non assomiglia minimamente a quella vista in altri ruoli (su tutti House of Cards), però può migliorare.
      La Alba al contrario, rimane la più bella delle 2 ma al contrario della Mara non ha qualità che la potrebbero migliorare più di quanto faccia tutt'ora (opinione mia, ovvio, ma se c'è una delle 2 che potrebbe, in futuro, avere un ruolo da Oscar, sicuramente è la Mara. Ed è meglio sottolineare che non sono fan di nessuna delle 2).

      Elimina
  13. Di solito al cinema sento la gente sghignazzare quando io mi vorrei nascondere dalla vergogna per le str...stupidate che sento, e invece quando ci dono dei veri momenti intelligentemente spiritosi nessuno (o pochi) ride.

    Poi vabbè ci sono quelli che non capiscono proprio, sono come gli analfabeti funzionali ma con gli occhi: vedono una scena e non capiscono se è da ridere o no, li senti ridere in un momento che dovrebbe essere commovente solo perché non ci arrivano. E non hanno 11 anni :O Forse sono adamsandlers

    RispondiElimina
  14. guarda, Doc, su IMDB ho letto abbastanza recensioni del pubblico per trovare conferma all'obbrobrio: ho potuto farmi un bel guilty pleasure di spoiler, e credo potresti pure tu riscrivere la recensione aggiungendo spoileroni a palla, giusto per salvare l'anima di quei pochi poveracci che andranno a vedere L'ORRORE inconsapevoli di ciò che li attende.
    Questi stercorari della celluloide si sono convinti che se spalmi un po' de' robba maròn di politically correctness sulla sceneggiatura poi il film feta de meno. See, ciaone!

    RispondiElimina
  15. Credo che l'effetto "Adamsendler" sia nato al seguito di due grossi film commedio/demenziali inizio anni 2000 (cioè Scary movie e American Pie) che avrebbero dovuto aprire ad una stagione di ridere come solo gli anni ottanta da Porkis in poi. Purtroppo invece la scia di commedie sceme che non fanno ridere e attori incapaci ha creato una serie di falsi epigoni dalla battuta forzata e dai contenuti assurdi che hanno l'effetto di vomito profondo soprattutto per chi è cresciuto a suon di Aerei più pazzi del mondo e Melbrooks vari (un esempio si tutti? Epic Movie, irritante, osceno).
    Ora ripetere le formule irritanti avvalendosi solo del franchising più conosciuto rene le cose ancora più irritanti. Niente Ghostbuser al femminile, a sto punto mi rivedo il 2 con il grande e potente Vigo (non mi è mai dispiaciuto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure weekend maratona di The Real Ghostbusters :D

      Elimina
    2. Di quel periodo si salva solo Scary Movie 3 (e parte del 4) per il semplice fatto di essere finito in mano a quel genio di David Zucker, al quale dobbiamo (in tandem ZAZ) appunto L'aereo più pazzo del mondo e Unna pallottola Spuntata.
      Mitico Zucker ^^

      Elimina
    3. Zucker Abrahams Zucker hanno creato delle perle del genere demenziale. Roba come Top Secret!, Una Pallottola Spuntata e L'Aereo più Pazzo del Mondo sono tra i miei film preferiti.
      Quando mia moglie mi chiede qualcosa le rispondo spesso "Si! mio feroce fichingo" oppure quando vedo una ragazza con certe "doti" mi sovviene alla mente Frank che dice "hey! Vieni a trovarci".
      Poi c'è la mitica frase da rivolgere agli amici quando ti dicono che stavano per sposarsi:
      https://www.youtube.com/watch?v=twiI5w_wOyI&feature=youtu.be&t=21s

      Elimina
    4. Zucker Top! Però anche il primo Scary Movie non mi dispiaceva, molte scene cult. E su American Pie hanno inventato le MILF, mica roba!!! Però odio tutto quello che è venuto dopo, senza anima e senza simpatia e la demenzialità fatta da bambini delle elementari (Epic Movie è lo schifo supremo, non fa ridere per un cavolo)

      Elimina
    5. @Drakkan: Come non quotarti...quei film ci hanno cresciuto, plasmato, e reso i debosciati che siamo oggi.

      @Zione: guardati 3ciento poi ne riparliamo.
      Anzi no: non potrei mai farti un torto simile, DIMENTICA ciò che ho detto! XD

      Elimina
    6. Una pallottola spuntata e i suoi seguiti rimarranno per sempre impressi nella mia mente, il genio unito al demenziale, e poi Leslie Nilson è un grande, bastava che accadesse qualcosa di assurdo nel film e lui si girasse verso la telecamera con quell'espressione tipo "Ma che caxx...succede" per farmi venire un'attacco di risate cronico!!

      Elimina
    7. Io credo che l'effetto "Adamsendler" è nato molto dopo dei 2 film citati, non ricordo bene da che film (dovrei cercarlo ma non mi va :D ), ma uno dei film orribili che sono alla base di ciò è roba com "3ciento".

      Non so quanti di voi lo conoscono ma un "comico" che cavalca con i suoi film l' "adamsendlerismo" in pieno è "Jay Chandrasekhar".

      Non fanno divertire, non hanno storie decenti, non hanno battute degne, insomma, perfetto sitle Sendler.

      Elimina
  16. ok. Già ero in dubbio vederlo. Ora almeno ho preso una decisione gracias :D

    RispondiElimina
  17. Cucciolone the Movie= GENIO!

    La sensazione è quella: un film scritto accazocanidis, tanto non gliene frega niente del risultato, l'importante è vendere il logo.

    Feig non fa nulla per cercare di comprendere dove stava la riuscita dell'originale. E manco le attrici.

    La McKinnon, è vero, è la migliore del gruppo. Ma cazzo: quello non è un personaggio, è una parodia. E non solo di Spengler, sopratutto di Doc Brown, tanto è sempre roba anni '80 per cui chissene.

    E sopratutto: si sono incazzate come checche isteriche (no, non chiedo scusa per il termine e non me ne frega di sembrare omofobo e misogino, visto di chi si sta parlando) urlando alla misogninia contro chiunque non abbia apprezzto il trailer. Ma poi nel film caratterizano tutti i maschi (ma proprio TUTTI) come dei ritardati inutili e inetti.

    E cmq il cameo migliore è quello di Ozzy Osburne, unico momento in cui ho riso davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ma poi nel film caratterizano tutti i maschi (ma proprio TUTTI) come dei ritardati inutili e inetti."

      Benvenuto nei film di Kevin Feige... sono TUTTI così. ;)

      Cheers

      Elimina
    2. :-) Momento pdf :-): Kevin Feige è il presidente dei Marvel Studios (e quindi non me lo toccate :-)). Paul Feig è il regista di questo Ghostbusters, de Le amiche della sposa, di Spy etc

      Elimina
    3. Ostrega, scivolone di quelli gravi!! :D

      Hai fatto benissimo a sottolinearlo, effettivamente mi riferivo al Paul e non a Kevin che non si tocca.

      Cheers

      Elimina
  18. Diceva bene uno youtuber americano di cui condivido il pensiero: io non andrò a vederlo perchè non c'è niente che mi invogli ad andare a vederlo, non è un sequel, non ha alcun collegamento anche tenue con i film precedenti (come era il reboot di Star Trek di J. J. Abrams). È solo un tentativo di monetizzare sfruttando un brand già famoso e amato. È solo la stessa storia raccontata un'altra volta senza nuovi elementi di interesse se non il cast tutto al femminile e sarò anche maschilista, ma non mi sembra un qualcosa per cui valga la pena pagare.
    Se poi aggiungiamo che dai trailer non mi convincevano né gli effetti speciali né la comicità, di certo preferisco aspettare che il film arrivi in TV piuttosto che spendere dei soldi.

    Quello che a me proprio da fastidio è che bastava veramente poco per fare un film che si collegasse a quelli precedenti e sarebbe bastato questo ad arricchire la storia del film. Anche senza per forza avere gli attori dei due precedenti film.
    Faccio un esempio proprio facile facile: passati quasi 30 anni dai fatti di "Ghostbusters 2" gli avvenimenti paranormali sono cessati e gli Acchiappafantasmi sono caduti nel dimenticatoio, Improvvisamente iniziano nuovi fenomeni e la squadra originale perde la vita nel tentativo di studiarli.
    La figlia di uno di loro (che magari non aveva mai preso sul serio gli studi del padre) decide dimettere insieme una squadra per capire cosa è successo.

    Ecco, già solo per una differenza MINIMA come questa i fan avrebbero rotto molto meno le palle e ci sarebbe stato almeno una punta di interesse in più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. praticamente è il prologo degli acchiappafantasmi con lo scimmione?

      SPOILER per chi non sapesse: esisteva una serie tv dal vero degli anni '60 chiamata "Ghostbusters" che si cagarono in 3... poi dopo il film Universal ripescarono il brand (per cui il cartone degli acchiappafantasmi si dovette chiamare THE REAL, perchè il titolo Ghostbusters non apparteneva alla Universal) facendo una serie animata con I FIGLI del serial precedente e nel primo episodio compaiono anche i genitori (su YT dovrebbe esserci anche in italiano).

      Elimina
    2. Ciumbia manco lo sapevo che la serie con lo scimmione partiva da questo presupposto :D

      Elimina
    3. @ Fergus

      Sul tubo tempo fa trovavi la sigla iniziale di The Ghost buster, può darsi ci sia ancora con tanto di episodi.

      Elimina
  19. "Cucciolone: The Movie"
    che poi magari farebbe anche più ridere di questo fil...ah no. XD

    RispondiElimina
  20. l'idea di rowan che fa ballare polizia ed esercito con i suoi poteri è pure copiata da "the Mask"... gli ho dato un' occhiata in lingua originale (non al cinema, ovviamente), le battute non le ho capite ma certe scene dicono molto...il direttore della columbia che agita le dita medie, la wiig che infila il braccio nel didietro dello staypuft-pallone per farlo esplodere, la mcCarty che quasi vola con il flusso protonico, i fantasmi che cadono come se avessero un peso e vengono tritati invece che intrappolati e altro ancora!
    spero proprio che vada abbastanza male da evitare un seguito, che uno è già troppo!

    RispondiElimina
  21. Ho visto un video del regista, praticamente un autentico misandrico.
    Vabbeh, sapete la mia parrocchia, insulti nella cassetta degli insulti, minacce di morte in quella apposita, grazie.
    Grazie di questa recensione Doc, insomma, io mi riprometto sempre di provare le cose prima di confermare i miei preconcetti negativi, ma penso che a sto giro risparmierò i soldi.

    Io sono stanco dei remake, per lo meno quelli statunitensi, dove cambiano tutto tranne il titolo per motivi di marketing, disgustoso.
    I Magnifici Sette é ispirato da I Sette Samurai, ma non ha lo stesso titolo dannazione!
    E a proposito, faranno il remake de I Magnifici Sette! Coi personaggi deversi! Come cavolo fa ad essere un remake se gli cambi i personaggi!?
    E farann oanche Trainspotting 2...che non centrerà niente con l'1 e c'ha sto titolo solo per motivi di marketing.
    Tipo quando esce una nuova versione di Mazzinger...ma almeno i giapponesi sono onesti, te lo dicono che sarà diverso, che riprende alcune cose ma ne cambierà altre, infatti ti aggiungono sempre qualche parolina nel titolo per fartelo DIFFERENZIARE dall'originale.
    Dagli Stati Freschi invece arrivano ste robe fatte solo per fregarti che alla fine sono quelle che mi fanno proprio indispettire*!


    *Mi sforzo di indispettirmi solo un pochino e non di incazzarmi per rispetto al Doc e al suo sito. ^_^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trainspotting 2 però è un sequel a tutti gli effetti, con gli stessi personaggi e lo stesso regista.

      Almeno, così ho capito io.

      Elimina
    2. Quoto buona parte.
      Agli "stati freschi" ho riso trattenuto con spruzzo nasale, sappilo. ;-P

      Elimina
    3. Ma non sarà Trainspotting, infatti pare sia liberamente ispirato ad un'altra opera ma manterrà il titolo per motivi di marketing.

      http://www.comingsoon.it/cinema/news/trainspotting-2-ecco-il-primo-vero-teaser-trailer-del-sequel-del-film-di/n58395/

      Elimina
    4. Sì, ma una cosa è il libro, un'altra è il film.

      In questo caso, il regista si è ispirato ad un'altra storia ma sta dando un seguito ufficiale ai personaggi del film.

      Non è solo una questione di marketing, visto che gli attori hanno gli stessi nomi.

      Diverso sarebbe stato (come succedeva un po' di più negli anni 80-90) avere gli stessi attori, stesso regista, ma personaggi completamente diversi.

      Elimina
    5. Boh, spero tu abbia ragione, Trainspotting mi era piaciuto molto, al contrario de I Magnifici Sette, se fosse davvero un seguito decente lo guarderei.

      Elimina
    6. Incrociamo le dita! :)

      Elimina
    7. Trainspotting 2 è a tutti gli effetti il sequel. Potevano chiamarlo "Porno" (ovvero come il titolo del libro-seguito di Trainspotting), ma vuoi un pò per la censura, vuoi (soprattutto) un pò per questioni di puro marketing, hanno deciso di impiegare questo alla fine della fiera.

      Elimina
  22. il politically correct ci ucciderà tutti.

    RispondiElimina
  23. Vedi? Su "FB", ad occhio, i "precipitati da Google" son già arrivati.

    ...E la nuova parola d'ordine è "seu un figo". ;)

    RispondiElimina
  24. Ma no, Doc, cosa mi hai combinato!! Ma lo sai che ora che hai scritto che non ti piace il nuovo GB verrai bollato come sessista, maschilista, sciovinista e dadaista?!?! :D

    Scherzi a parte, confermi quanto già capito dal trailer: humor zero... o comunque non lo humor che potrebbe piacermi.

    Soldi risparmiati.

    Cheers

    P.S. nelle recensioni d'oltre oceano si vede lo sforzo fisico con cui cercano di dire qualcosa di positivo sul film o al limite far solo capire tra le righe che si tratta di una ciofeca... poveracci.

    RispondiElimina
  25. Doc, il fenomeno adamsandler ha una spiegazione molto easy: Gli danno palate di soldi per fare film di merda perchè è stato studiato con un algoritmo (nn scherzo) che i suoi film, anche se la critica li distrugge e fanno pena, costano poco e incassano circa il doppio. Sono praticamente soldi sicuri per la casa di produzione. Lo stesso Adam sandler ha dichiarato più volte che se ne sbatte di tutto, che recita male facendo lo stesso personaggio da sempre senza impegno, solo perchè lo pagano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi vale lo stesso discorso per Zalone

      Elimina
    2. costano poco = poco per una produzione di alto livello. Jack and Jill è costato qualcosa come 80 milioni di dolla. dieci milioni più di Inglorious Basterds, per dire.
      http://www.the-numbers.com/movie/budgets/all

      Comunque sì, il ragionamento dietro Adamsandler è proprio quello: fanbase inossidabile, investimento calcolato, ritorno assicurato.

      Elimina
  26. io non lo guarderò, non ho manco visto il trailer che non ho il coraggio, ma devo dire una cosa: l'iconicità dei primi 2 film non stava tanto nella storia ma negli interpreti e nella caratterizzazione perfetta dei personaggi.
    Ghostbusters 2 rispetto al primo non era di livello inferiore ma i personaggi e la genialità delle situazioni lo rendevano comunque un capolavorò!

    RispondiElimina
  27. io in buona sostanza li odio.Hanno preso un mito (il mio mito e quello di milioni di persone nel mondo) per fare questa cagata che piace solo agli ameriminkia (epigoni in salsa usa dei jappominkia).
    Harold Ramis si sta rivoltando nella tomba,l'omino dei 'mellow ha preferito andare a signorine.In buona sostanza l'apocalisse.
    Un film che non andava fatto ed è stato fatto solo per i soldi;che poi basta sembra di stare ancora negli anni '80/90 tartarughe ninja,robocop,ghostbusters jurassic park eccetera,almeno qualche idea nuova!!
    Si,stavolta sono diventato un hater feroce

    RispondiElimina
  28. Ma fra tutto mi chiedo, come è possibile che esistano recensioni ultrapositive di questo film?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Money, it's a gas
      Grab that cash with both hands and make a stash

      Elimina
  29. han già guadagnato un Pipitaliardo? Mecojoni!

    RispondiElimina
  30. Comunque Doc ti consiglio di dare un'occhiata agl'altri film di questo regista, come "AMiche della Sposa" e "Spy" ti assicuro che è un bravo commediografo, in questo caso dev'essersi trattato per forza di una sceneggiatura ignobile e una produzione probabilmente che l'ha tenuto al guinzaglio... Lo trovo un buon mestierante in grado di mettere in scena commedie di sole donne senza risultare misogino o pateticamente stereotipato...

    RispondiElimina
  31. ...se già ero intenzionato a girar al largo, beh.... meglio ascoltare Ray Parker Jr.

    RispondiElimina
  32. Doc, te la butto là: non è che magari qualcosa ha perso nell'adattamento per il doppiaggio? Mi spiego meglio: tutto il cast è SNL, praticamente è una super puntatona a tema di SNL (non che l'originale fosse diverso, gli attori venivano quasi tutti da là), e se ti capita di vedere qualche cosa in rete, molto spesso ci sono battute e giochi di parole che da noi sono intraducibili, e per divergenza di assonanza e significato e per mancanza di riferimenti culturali.
    Adesso non voglio dire che sia bello, ma ecco già se guardi il trailer in italiano e quello in lingua originale, il secondo è meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il doppiaggio di questo tipo di comicità ci mette sempre del suo. MA il 99% delle gag erano talmente semplici e banali che c'era poco da girarci in torno.

      Elimina
    2. SNL è uno show piuttosto sopravvalutato per me, ho visto anni fa parecchie puntate , e gli sketch che facevano ridere erano molto pochi. Andavano e vanno a periodi, e dipende molto proprio dalla qualità dei comici che ne fanno parte (in passato ci fu proprio... Adam Sandler).

      A volte con il doppiaggio neanche ci rendiamo conto quanto i nostri doppiatori fanno un lavoro di qualità anche superiore per le battute per adattarle al nostro pubblico.

      Però questo è un discorso molto ampio, ma molto brevemente, se già in origine il lavoro è banale, al massimo si può provare a migliorarle... se ne hanno voglia.

      Elimina
    3. L'ho visto in lingua originale (coi sottotitoli)e ho sperato che un qualche disastroso adattamento in iatliano potesse migliorare invece la situazione. Ma mi sa di no.
      Un film insipido, banale, con un cast non in parte. La peggiore, almeno poi in inglese, è la geniaccia bionda (che costruisce attrezzature antifantasma alla velocità della luce, manco fosse Iron Man...). Non recita, grugnisce e fa versi e facce, non si capisce niente di quello che dice quando parla e non intendo per via della lingua ma proprio dei... "dialoghi". La maggior parte delle persone che lo hanno visto hanno fatto caso soltanto ai camei del cast originale (e bisogna restare fino ai titoli di coda...) e questo la dice lunga. Bocciato, su tutta la linea.

      Elimina
  33. Era da un po' che non ti vedevo scrivere un pezzo così bello. Bravissimo!

    RispondiElimina
  34. Era da un po' che non ti vedevo scrivere un pezzo così bello. Bravissimo!

    RispondiElimina
  35. Io veramente apprezzo la tua forza di volontá nell'andare al cinema, spendere dei soldi e regalarci questa recensione ma, davvero, non dovevi. É troppo, non te ne avremmo mai fatta una colpa.
    Vorrei comunque precisare che le barzellette del cucciolone di una volta erano ancora ancora acettabili e con disegni simpatici, diciamo che il livello era un mezzo gradino sopra quelle della settimana enigmistica. Lo scorso anno comperai un cucciolone e... boh, non ho nemmeno capito se era una battuta, non solo non faceva ridere ma scatenava addirittura imbarazzo. A quale livello di cucciolone sono le battute di questo film?

    RispondiElimina
  36. Cioé, AD ESEMPIO: https://scontent.cdninstagram.com/hphotos-xfa1/t51.2885-15/e15/11328551_1107588275936135_1491830558_n.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ho capito male c'è tutta una saga sulla pistola spara-noia o qualcosa del genere , solo che se uno non vede le vignette precedenti non capisce nulla !

      Elimina
    2. Ma appunto! Non sono barzellette brutte (quelle le adoro) e nemmeno nonsense, sono proprio... boh!
      Eccone qualche altro esempio:
      https://scontent.cdninstagram.com/hphotos-xaf1/t51.2885-15/s320x320/e15/11247550_108950746104187_167477655_n.jpg
      https://scontent.cdninstagram.com/hphotos-xaf1/t51.2885-15/s320x320/e35/11380839_404149096439006_1424892621_n.jpg
      https://scontent.cdninstagram.com/t51.2885-15/s320x320/e15/11326321_917030005023599_496750100_n.jpg?ig_cache_key=OTk0ODc0NzQ5ODk1NzU5MjA0.2
      https://scontent.cdninstagram.com/hphotos-xfa1/t51.2885-15/s320x320/e15/11249735_353978934807197_1787753703_n.jpg
      https://scontent.cdninstagram.com/hphotos-xaf1/t51.2885-15/s320x320/e15/11356737_404701133064930_1714736279_n.jpg

      Elimina
    3. A proposito di ste vignette, su twitter ho letto uno scambio di battute fra Daw e Sio .. perfino loro che sono maestri del nonsense .. non le capivano :D

      Elimina
    4. Non conosco Dew, ma sono un fan di Sio e sarei interessato a sapere la sua opinione su questa che considero una piaga, potresti linkarmi questa discussione per favore?

      Elimina
    5. https://twitter.com/Dawberry?lang=it
      Vai al tweet del 17 luglio

      Elimina
    6. Anzi.. 19 luglio , scusa

      Elimina
  37. Purtroppo è in linaa col tono delle commedie americane in generale, c'è un motivo se Adam Sandler lavora ancora o se Family Guy e sue copie vanno ancora in onda. Ogni volta mi viene da fare la stessa domanda su com'è possibile che certa gente venga pure pagata per scrivere battute così sceme.

    Tralaltro questo film è incredibilmente sessista verso gli uomini (un pò come Maleficent) visto che tutti i personaggi maschili sono negativi, dal segretario iper-scemo al cattivo...il tutto esemplificato nelle scene del raggio sparato nei cosidetti del fantasmone. Tutto per tirarsi dietro le fans del "girl power" di sta ceppa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è esattamente ciò che penso anch' io, condivido tutto!
      ma poi, che avversario! prima c' erano un dio distruttore e un tiranno maestro di magia nera, ora un tizio qualunque che vuol vendicarsi dei bulletti!

      Elimina
    2. @Babil: non vorrai paragonare I Griffin con la comicità di Adam Sandler o con questa porcheria, spero...

      Elimina
    3. Hai ragione, viste le ultime stagioni è diventata anche peggio.

      Elimina
    4. O_o
      Oddio io sono fermo alla 12 ma, a meno di clamorosi cambi della guardia, non mi sembrano proprio paragonabili le due cose.
      Family Guy può essere blasfemo, corrosivo, provocatorio, surreale, demenziale, di cattivo gusto, fuori dalle righe, ma mai Adam Sandler.
      (Il cinema di) Adam Sandler è stupido e vuoto, per scelta.

      Elimina
  38. Anche io fin dal trailer avevo una indefinita brutta sensazione, che è aumentata a forza di vedere nuovi trailer e spezzoni di film. Come ha detto il Doc non fanno ridere, alcune mi sono sembrate poi una voluta forzatura ad esagerare delle battute del vecchio film, ad esempio:
    la ecto 1 era un ambulanza? e noi usiamo il carro funebre
    avevano lo zaino protonico? e noi gli diamo lo zaino, le pistole, i tirapugni e il trita fantasmi (a che cosa può servire tritare un fantasma non si sa)
    quando provavano le armi la prima volta incendiavano il carrello della cameriera? noi le facciamo provare tutte con "gag" della tipa che rimbalza per i muri.
    Non credo proprio scucirò 10€ per vederlo, lo ripescherò nel torrente giusto per dovere di cronaca.

    RispondiElimina
  39. Non saprei... gia' mi sembravano delle ciofeche I due film originali quindi questo remake me lo perdero' con nonchalance...
    Sulle battute che non fanno ridere, bisognerebbe vedere intanto come sono in lingua originale, probabilmente ci sono giochi di parole che sono andati persi con il doppiaggio.
    Ma anche se non fosse cosi' temo che il "sense of humor" degli americani sia molto diverso dal nostro. Personalmente talvolta guardo su youtube i monologhi dei vari comici americani, quelli che fanno dal palco del teatrino-bar tanto per intendersi, ed il 90% delle battute fa pena, oppure non esiste proprio la Battuta ed il pubblico ride mentre io cerco disperatamente di capire cosa c'e' di divertente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh perchè colorado caffè e zelig in italia invece fanno sganasciare dal ridere?
      cioè penso che il livello sia più o meno lo stesso.
      faccia non ridere e deprimere ugualmente

      Elimina
    2. Prova George Carlin e poi ne riparliamo. ;)

      Cheers

      Elimina
  40. Non hanno ancora capito nulla , ora faranno pure il reboot di Rocketeer al femminile . non sto scherzando !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh inutile negare che siamo in una fase "quotarosista", non solo siamo anche in una fase "amo la scienza" e le due cose si fondono benissimo nello spottone che mandano al cinema "I am pretty" dove bambine e ragazzine vengono prima presentato come "pretty" e poi come "pretty curious" "pretty inventive" ecc. Poi oh, tutto bene eh, quotarosizziamo tutto, ma perché solo quando facevamo noi ingegneria c'era una ragazza ogni 2548 maschi?

      Elimina
    2. Vorrei solo ricordarvi che Iron Man sta per diventare al cinema

      [SPOILER]

      una ventenne di colore con l'afro, come se una Thor donna e prima ancora un Loki donna non fossero bastati

      [FINE SPOILER]

      così, eh?

      Elimina
    3. Ma questo ci sta, cambia la sensibilità, cambiano i lettori e pure nel fumetto è bello che ci siano protagoniste che non siano bambole gonfiabili ambulanti a uso e consumo delle tempeste ormonali dei lettori. Però dev'essere una cosa fatta "con senso", non che mi prendi un film con protagonisti uomini e me li cambi in donne pensando che hai fatto la genialata del secolo. Ghostbusters, dopo tanti anni, è "Ghostbusters", con i suoi pregi e i suoi difetti, non è "una commedia fantascientifica con 4 protagonisti maschi" che puoi riscrivere come "una commedia fanstascientifica con 4 protagoniste femmine". Almeno io la vedo così

      Elimina
    4. Paolo sei tu? Nel caso, io sono Max =D
      Guarda che mi trovi del tutto d'accordo su questa cialtronata, non fraintendere, il mio pensiero era rivolto allo stravolgimento sessuale poco femminista e troppo politicaly correct che sta travolgendo il mondo di cinema e fumetto (e non solo).
      Quello che penso di questo "GB" lo puoi trovare tra i primi commenti lassù, e anch'io sono d'accordissimo nel "pure nel fumetto è bello che ci siano protagoniste che non siano bambole gonfiabili ambulanti a uso e consumo delle tempeste ormonali dei lettori" ma...inventare personaggi nuovi invece di cambiare quelli esistenti? E' quello che non condivido

      Elimina
    5. MA fare robe nuove no?

      Poi io quando stavo in biblioteca ho letto un po' di romanzi scritti per donne da donne, e non cambia un cavolo: i personaggi maschili erano bambolotti gonfiabili ad uso e consumo delle lettrici.
      IO penso che l'opera di un artista sia interessante quando é originale e non mediata dal sentire comune o dalla moda, quando é propositiva.
      E penso che avere DIFFERENTI personaggi femminili nei vari media sia un arricchimento quando questi vanno ad AGGIUNGERE roba nuova, non quando ti riverniciano il castello di Grayskull di rosa e ti minacciano di fartelo piacere altrimenti sei una brutta persona.

      A scanso di equivoci, a me va benissimo che le autrici abbiano i loro personaggi bambolotti pronti a dare ragione alla Mary Sue di turno, ESIGO la stessa libertà per gli autori di mettere una gnocca per il gusto di mettercela; oé, non é che uno deve stare a leggere Kundera tutti i giorni, ci si può anche svagare alla carlona ogni tanto, no?

      Elimina
    6. "inventare personaggi nuovi invece di cambiare quelli esistenti? E' quello che non condivido"

      D'accordissimo. E comunque... Max chi?!? :D

      Elimina
    7. @Sebashaw: scusa, sicuramente è una cosa mia, ma non ho capito.
      Rispondevi al mio commento o era un discorso in generale?
      Qual'è la tua posizione in merito?
      Giuro, senza retorica, ma non ho capito

      @Paolo: Ahahahah mi rendo conto che sia assurdo pretendere che tu sia il "Paolo" che intendo io vista la diffusione del nome, dimmi solo una cosa: Cremona?

      Elimina
    8. @MisterZoro
      Rispondevo direttamente a fperale, ma non farti problemi con me, io spesso rispondo pure ai troll per eccesso di ottimismo.
      L'opinione mia rischia di sembrare un po' contraddittoria, io sono totalmente a favore che i media AGGIUNGANO nuovi tipi di personaggi femminili (e maschili) nelle varie produzioni, non mi piace che si prenda un vecchio prodotto e con la scusa del remake lo si faccia per accontentare qualche "specie protetta" (ma non son ogli uomini numericamente inferiori delle donne?)per motivi di marketing, non mi piace che in ambito artistico il "nuovo" soppianti il "vecchio" (in un mondo virtuale possibile non ci sia spazio sia per la bambolona sexy che per il personaggio approfondito!?), non mi piace per niente che programmi politici sian oficcati a forza in videogiochi e fumetti e film (le campagne per le donne ricevono fondi statali ed europei, questa é politica a casa mia) senza che il prodotto non sia etichettato chiaramente come POLITICO (c'é il simbolo per le droghe e le paroloccia, scusate!), non mi piace questa editoria di massa che ormai segue solo le tendenze e non propone più niente (la IMAGE venne creata da Silvestri per avere carta bianca, adesso i fumetti glieli scrivono praticamente i SJW), vorrei vedere gli autori davvero liberi di fare quello che vogliono, sia una cosa approfondita, sia una cosa tette e culi perché al momento gli piaceva così (e ci sono pure autRICI che vanno di tette e culi e sono pure molto brave se non lo sapete), non mi piace che una tipa venga assunta in uno studio di videogiochi o le sia dato in mano un progetto editoriale solo perché ha una laurea in "tematiche femminili" (o come cavolo si chiama) o ha aperto un blog in cui ci comunica che tutti gli oumini sono dei porci schifosi.
      Cazzarola, nella mia biblioteca c'é si HHH di Distance che Mause, il fatto di apprezzare l'uno non mi impedisce di godermi l'altro.
      Il fatto che mi piaccia l'amazzone in bikini di maglia di Dragon's Crown non significhi che non aprezzi Ripey col lanciafiamme (lacrime amarissime all'inizio del tre quando scopre che le uniche due persone che era riuscita a salvare sono morte).
      Insomma, e mi rendo conto di stare incasinando ancora di più le cose, non mi piace che un'estetica sostituisca un'altra, per me é solo un impoverimento.
      Fa na roba, fammi domande specifiche, che come noti, divago. ^_^'

      Elimina
    9. LOL allora si, deduco che siamo d'accordo XD
      L'accendiamo?

      Elimina
    10. E accendiamola, che a rileggere quello ho scritto mi viene l'affanno...

      Elimina
  41. Mah... io resto curioso. Non andrò al cinema, ma vedrò di guardarlo appena lo trasmettono in PPV. Ma d'altronde a me piacciono anche Adam Sandler (non tutto tutto, ma buona parte), e mi fanno morire Seth Rogen & Friends, le commedie di Apatow, Steve Carel...

    RispondiElimina
  42. Il film era un pò un disastro annunciato, specialmente per via dell'impietoso paragone con l'originale.

    C'è da dire che, secondo me, verrà ricordato solamente per l'incomprensibile, ma molto di moda, polemica del "non ti piace perchè c'è un cast quasi interamente femminile".
    Sinceramente avrei voluto vedere anche, per dire, una brava comica come Tina Fey in quel cast, magari sarebbe uscito fuori qualcosa di decente, magari no.

    E Doc, sono pienamente d'accordo con te sul discorso della gente che si incendia per futilità del genere, ma questo è l'internet, il mio tranquillissimo vicino di casa geometra non augurerebbe mai le peggio cose ai demoniaci giocatori di Pokemon Gò al bar, mentre prende il suo caffè macchiato, ma sulla pagina di Liberoquotidiano, invece...

    RispondiElimina
  43. Grazie per il tuo sacrificio Doc.
    E' sempre bello leggere le tue recensioni e trovare conferma di tutti i miei sospetti.

    RispondiElimina
  44. Ma sai che"Cucciolone. The Movie" come idea mi piace assai?

    Lo ambientamo nell'86: il biscotto diventa radioattivo per colpa del latte delle mucche che hanno mangiato l'erba contaminata da Chernobyl (e ancora anni dopo minacciavano i campeggi in Aspromonte) e invade il mondo in mille cloni malvagi.

    Gli eroi li armiamo con laser a bastoncino di ghiacciolo.

    (scusate, sono davanti alla tastiera da stamani e fa molto caldo)

    RispondiElimina
  45. Per me sono stati dei geni a scritturare un cast tutto femminile e molto "unsexy" in modo che qualunque fallimento (probabile vista la pochezza dei dialoghi e le scarse novità rispetto al già visto) possa essere ascritto alla misoginia/maschilismo del pubblico.

    Tra l'altro mi son reso conto solo ora cercando Paul Feig su wikipedia (ripetendomi "ma chi ca%%o è poi 'sto paul feig?") che una delle ghostbusters è la McCarty alias Suki di Una mamma per amica, ruolo in cui era perfetta ed esilarante. Qui ho faticato a riconoscerla sulla locandina, giuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non è che Paul Fleig sia proprio nessuno-nessuno...
      È il regista de Le Amiche Della Sposa, uno dei film più divertenti degli ultimi anni, dove proprio la McCarthy e la Wiig (protagoniste anche in questo) si beccarono una nomination all'Oscar a testa (la Wigg per la sceneggiatura e la McCarthy come milgior attrice non protagonista).
      Ora, per anticipare l'ovvio "sticaxxi", posso dire che i due film successivi (sempre con la McCarthy come protagonista) non sono stati al livello del precedente, ma rimangono tuttavia delle buone commedie del tipo avercene. Su GB mi pronuncerò a film visto, ma io comunque non sono un fan del primo, quindi se di delusione si tratterà, sarà meno cocente della media...

      Elimina
    2. Credo di aver visto Le Amiche Della Sposa (non al cinema) ma non me lo ricordo, il che depone a sfavore del film o della mia memoria :D Seguo poco le commedie americane al cinema (un film come le amiche della sposa per mio pregiudizio non spenderi mai soldi per andarlo a vedere al cinema), trovo più divertenti le commedie francesi ma anche qui sarà solo perché ne trovo molte al cinema dove vado di solito :D

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Io al cinema ci vado una volta all'anno, o meno. Il Film l'ho visto in aereo, e un paio di volte a casa. Se però non segui o segui poco le commedie americane, inutile provare a fartelo piacere ;-)

      Riguardo le commedie francesi, generalmente il mio giudizio critico staziona tra il blea e il mblea.

      Elimina
  46. Beh, considerato che il 2 ai tempi mi deluse parecchio, l'emblema degli anni 80 più finti e brutti a personale memoria, con una fotografia da videoclip-soap opera, e una verve da morti di sonno, direi che questo lo passo volentieri. O rivedo il 2, con un pò di revisionismo e di nostalgia dei bei tempi andati, magari esce il miracolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il "2" l'ho sempre trovato semidecente.

      Il trucco è chiudere gli occhi e le orecchie quando inizia il twist intitolato: "Salviamo NY con la Statua Della Liberà collegata ad un pad Nintendo" e riaprirli quando incomincia la "bossbattle" contro Vigo... :D

      Elimina
    2. Grazie per aver rievocato spiacevoli ricordi....
      Comunque a parte gli scherzi, nella mia memoria (dato che l'ultima volta che l'ho visto era decisamente il secolo scorso) rappresenta l'archetipo del: "facciamo il seguito per battere cassa".

      Elimina
  47. SE lo vedrò, sarà in lingua originale e non al cinema. Devo dire che le attrici coinvolte non mi hanno mai fatto ridere più di tanto all'SNL, quindi non mi aspettavo un grande risultato. Se ci aggiungiamo le critiche fatte dal Doc direi che siamo proprio di fronte ad una ciofeca!

    RispondiElimina
  48. premesso che ero cascato anche io come Danilo alle prime righe, pensando, uh allora non è così brutto...
    seu un figo
    ebbasta ;)

    RispondiElimina
  49. Se avessi scritto un commento ieri sera appena uscito dal cinema avrei scritto esattamente le stesse cose, con l'aggiunta di qualche insulto a Bill Murray (mio idolo da sempre) che è 10 anni che rifiuta sceneggiature su sceneggiature per paura di rovinare il buon nome degli originali....e poi???...cosa fa?.....recita pura lui in sta merdata per giunta con un cammeo da brividi??? Non a caso il cammeo più bello, nonché la scena più bella di tutto il film, è [INIZIO SPOILER] quando si vede la statua di Egon all'inizio del film [FINE SPOILER]. Per citare un VERO film comico "...il mio falegname con 30000 lire lo faceva meglio".

    RispondiElimina
  50. Aspettavo questo post con curiosità.
    Il film fa così schifo che dalla recensione traspare un velo di tristezza. Si esce dal cinema un po' avviliti, come se si fosse andato a vedere uno di quei film impegnati d'autore

    RispondiElimina
  51. Io che sono il portavoce del reparto marketing Algida vorrei sottolineare che la Algida e il summenzionato gelato al biscotto Cucciolone non siamo stati interpellati nella creazione di questo film. Il nostro sottoposto Gennaro Esposito da 30 anni autore delle barzellette del Cucciolone si rivarrà legalmente con l'autore di questo blog per i danni d'immagine ricevuti. Che da ieri deve andare in giro con la scorta (suo cognato Carmelo e Peppino il figlio della Gina) per evitare i pomodori marci tirati dalla gente convinta sia l'autore del film.

    RispondiElimina
  52. Questo film non funziona. Semplicemente. A cominciare dal fatto che non sembra Ghostbusters ma piuttosto GhostComedy 2016. Paul Feig, si è dimostrato inadatto come regista, come temevo. Nel suo curriculum cinemae c'è roba come "Spy" e "Le Amiche della sposa". Non so se avete presente, io sì. Non voglio accanirmi sul film (l'ho già fatto in separata sede) Piuttosto mi fermo ad aspetti satellitari, alla base di questo scempio. Perché non reclutare Richard Donner o un regista sui generis, più adatto di Feig? Perché voler fare un assennato tabula rasa sulla nostalgia, perché, non mettere i figli o le figlie degli acchiappafantasmi? E se proprio vogliamo andare nello specifico, perché non lavorare meglio su tanti di questi aspetti, con maggiore perizia. Perché?
    Perché questo Ghostbusters è merchandise. L'iniziale obiettivo di Sony. Produrre Happy-Meal, Lego Ghostbusters, action figure, comix, statuine e statuette, plush-me, Cubix, videogiochi (orrendo) e molto altro. Lo scopo è solo ed unicamente questo. Ghostbusters 2016 è una operazione mirata solo a far rivivere, o direi piuttosto spremere fino all'ultima goccia, un brand storico senza tanti convenevoli, perché Hollywood ha un vuoto pneumatico a meno che non si tratti di Cinecomix. Ghostbusters è una serie di film/cartoni che la generazione millennium ha letteralmente amato, zeppa di pop-reference che si sono sedimentate dentro ognuno di noi. E questo film è uno stupro proprio di quella cultura underground. Anziché soffrire, guardatevi Stranger Things e bona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ghostcomedy 2016. Hai tutta la mia stima per questa battuta

      Elimina
  53. Attento che ti vengono a dare del misogino sessista.
    Ho appena bloccato un idiota pur avendo argomentato.
    Ti ringrazio per le risate che mi hai fatto fare!

    RispondiElimina
  54. A me "Spy" è piaciuto. Penso che mi piacerà anche questo Ghostbusters.

    Il bello è che io e la mia amica eravamo lì, tutte innocenti, a guardare il primo trailer e a dirci: cheffigata, le Ghostbusters femmine!!!

    Poi in seguito abbiamo fatto un giro su internet e l'odio della gente strabordava. Vabbé, scusateci, ritornate a usare le attrici per fare vedere tette o culi......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non penso sia una questione di "tette o culi", ma proprio di una cosa fuori luogo e pure mal fatta...

      Elimina
    2. Non credo proprio.
      Questo Ghostbusters è un brutto film? Forse sì.
      Questo Ghostbusters è tanto odiato perché è un brutto film? No, sicuramente no.

      Fatti un giro in qualsiasi forum internet e nota come tutti parlino di come sia un film anti-uomini o un film femminista (?), e quasi nessuno parli del film in sé.

      Il problema non è se il film sia brutto o meno: anche se davvero lo fosse, sono uscite dozzine di reboot/remake/sequel uno peggiore dell'altro e NESSUNO ci ha mai fatto tutto questo casino.

      Non è che questo film ti debba piacere per forza sennò sei un misogino. Sarebbe ridicolo.
      E' che tutto il casino contro questo film, e tutte le discussioni su questo film, partono sempre e solo dal fatto che le Ghostbusters sono donne e non sono nemmeno superbonazze.
      Se la gente avesse detto "'sto film fa schifo", mi sta benone. Ma un sacco di gente invece ha detto "'sto film fa schifo perché le Ghostbusters sono donne", e questo davvero non mi va giù.

      Elimina
  55. ne ho guardati 10-15 minuti solo per vedere quanta ragione avessi(altrimenti non mi sarebbe mai passato per la testa nemmeno di striscio!)..e come sempre sei preciso come una kawasaki appena revisionata!
    mi unisco al coro dei "ma perchè devono fare queste cose?!?!?!?!??!"

    RispondiElimina
  56. Una tizia su un blog ne parlava un gran bene, ma va detto che uno dei motivi per cui invitava le amiche a guardare il film era la presenza di Chris... Che sarebbe come dire che Fantastici Quattro 1 e 2 erano una figata perchè c'era Jessica Alba... Mah!

    RispondiElimina
  57. Ma ragazzi, da donna (nata negli '80), vi posso tranquillamente dire che qui non c'entra niente la misoginia: sono la prima a dire che gli acchiappafantasmi uomini erano e uomini dovrebbero rimanere, per un semplice fatto di coerenza. Che poi, a sto punto sarebbe stato molto meglio avere un gruppo misto. Non è che la par condicio significa prima tutti uomini e poi tutte donne, boh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parla per te.

      Da donna, mi piace vedere che film come questo sono il primo segno che cominciano ad esistere personaggi femminili diversi dall'unico stereotipo che il cinema consentiva. Personaggi femminili che possono essere protagoniste, possono fare le buffone, possono non dover essere per forza sexy.

      Da donna, so benissimo che il problema principale di questo film è la misoginia perché un qualsiasi forum internet che parli di Ghostbusters ha 100 commenti su come sia "un film che odia gli uomini", ed 1 singolo misero commento su "è un film che non mi piace".
      Puoi anche metterti le fette di prosciutto sugli occhi e pensare che la misoginia non c'entri nulla.

      E dimmi, perché quando ci sono le donne devono essere un gruppo misto con gli uomini, ma se ci sono uomini protagonisti nessuno si chiede come mai non ci sia almeno una ragazza? Tu dici "anziché tutte Ghostbusters donne, ci voleva un gruppo misto"..... eppura sono sicura che tu non hai MAI detto "anziché tutti Ghostbusters uomini, ci voleva un gruppo misto".

      Ma tant'è.
      Purtroppo i problemi di sessismo esistono soprattutto per via delle donne, non degli uomini. Molte donne hanno una paura matta a dire "a me questo film piace, mi piace l'idea di rendere i Ghostbusters femmine per fare qualcosa di diverso". E sai perché? Perché sia mai che qualcuno abbia da pensare che siano delle fanatiche femministe lagnose, o che magari siano delle brutte ciccione che si immedesimano in Melissa McCarthy!

      Elimina
    2. Se parliamo di donne maschiliste sono con te.
      Ne esistono a dozzine e frequentano, purtroppo, i fandom che seguo io.
      Nel fandom di Fringe c'erano le mentecatte che non sopportavano che la storia d'amore tra i due protagonisti, Peter e Liv, ribaltasse i soliti cliché e fosse sempre lei, peraltro agente dell'fbi molto tosta, a fare il primo passo, mentre lui, molto timido e molto intelligente, dimostrava di amarla standole vicino, anche nei momenti peggiori. Ma per queste galline lui non l'amava perché non era uno stalker maniaco. Fa niente se aveva rischiato mille volte la vita per lei, fa niente se si vedeva che la desiderasse, no doveva fare lo stalker maniaco. E lei, per queste galline, se lo sognava, era sicuramente manipolata da lui -_-...
      Nel fandom di Doctor Who ci sono una marea di donne che odiano la rigenerazione femminile del Master, il migliore amico del Doctor, pur avendo sempre adorato il personaggio.
      E potrei fare mille altri esempi.
      Tipo le dementi che odiano Rey in Star Wars perché fa le stesse cose di Luke e Anakin e per inciso io adoro tutti e tre i personaggi.
      Come adoro Leia e Padmé.
      A me le attrici di Ghostbusters piacciono.
      Non sono contro l'idea di ghosbusters donne, sono contro l'idea di una scopiazzatura mal fatta.
      Come ha scritto una mia amica: se avessero fatto un sequel dove la figlia di uno dei Ghostbusters riprendeva l'idea del padre, a cui non aveva mai creduto, no?
      Così la storia è pasticciata.
      Mi sono sentita dare della misogina solo perché il film non mi piace. Idem il Doc.
      E io ho sempre detestato i remake mal fatti, tipo Willy Wonka, per me esiste solo quello con Gene Wilder: quello con Depp, che pure adoro, è osceno.

      Elimina
    3. "A me le attrici di Ghostbusters piacciono.
      Non sono contro l'idea di ghosbusters donne, sono contro l'idea di una scopiazzatura mal fatta."

      Se è questa la tua opinione, io non ho nulla in contrario.

      Ma devi capire che con le palate di odio misogino che questo film ha ricevuto, i poveracci senza colpa a cui semplicemente il film non piace vengono sommersi dai commenti di tutti quelli che invece odiano questo sequel solo perché ci sono quattro protagoniste donne ma non supersexy.

      Elimina
  58. Premesso che non l'ho ancora visto e che lo vedrò per curiosità senza pretendere nulla, ma continuo a chiedermi come gli sia venuto in mente di fare una cag.. Un reboot di un film che era perfetto e non chiamava certo un sequel se non con gli attori originali.

    RispondiElimina
  59. E' la semplice ripartenza di un franchise (pre-solded) ad uso e consumo delle nuove generazioni e quindi segue l'onda delle protagoniste femminili. I vecchietti come me non si devono illudere o arrabbiare perchè il film non è stato concepito per loro. Anche se paradossalmente sfrutta un marchio più conosciuto dagli adulti che dai ragazzi. Quello degli anni ottanta nasceva dalla passione e dalla sfrenata fantasia di Dan Aykroyd, questo è un prodotto Sony del tutto impersonale. Può essere carino, ma non diventerà un cult. Quanti ne abbiamo visti di remake inutili? Tanti. Con questo qui c'è più affetto, è "pure 80's". La coltellata finale arriverà, e sò che arriverà, col remake di "Ritorno al Futuro" e sarà una "spremuta di saancue!"
    Detto questo, perchè non darlo in mano ad un autore che abbia un po' di vera passione per l'argomento così da avere più spessore come film? Cioè cara Sony, sto dicendo: "senza cambiare il budget!", solo farlo un po' meglio per il bene del mondo e del cinema:) Loro risponderebbero, più è nullo e neutrale più ampia fascia di pubblico acchiappa ed io direi: forse, ma questa teoria va confrontata con i dati dei guadagni...

    RispondiElimina
  60. Mi sto facendo molte idee leggendo le svariate recensioni sull'internet. Tutti sono concordi sul: non era necessario...
    Lunedì lo vedrò, così mi farò un'idea definitiva.

    RispondiElimina
  61. Sul film non mi dilungo: era una sfida già persa in partenza.
    Più interessante la tua digressione sulla comicità in generale: sono io che sono un vecchio cagnaccio rognoso che non è più capace di ridere di nulla, o gli autori comici di oggi sono degli INCAPACI?
    Facendo un esempio stupido, é pur vero che da pischello sghignazzavo per un niente, ma è anche vero che se mi paragoni una puntata odierna di ZELIG o un qualsiasi altro clone con lo ZELIG di vent'anni fa (quando si chiamava FACCIAMO CABARET e lo davano in tarda serata su Italia1) o con MAI DIRE GOL non gli porta manco le scarpe.
    Ma forse il problema è un altro: tornando sui film d'animazione, ci sono film curati sotto ogni aspetto, con un umorismo brillante ed intelligente, (vedi gli ultimi film Disney, Zootropolis su tutti, e non é che sia un estimatore di Topolino e company) e film dove la noncuranza ed il menefreghismo nei confronti del pubblico vengono spacciati per umorismo.
    E lo stesso discorso si può estendere ai film in generale.
    La terribile sindrome di Vanzina (ricicliamo le stesse gag trite e ritrite da un film all'altro, tanto la gente è stupida)ha colpito anche gli Yankee?
    Per me film del genere sono un insulto all'intelligenza dello spettatore. Chi li fa è convinto di avere a che fare con degli emeriti imbecilli.
    Pensiamoci.

    RispondiElimina
  62. I film dei Vanzina hanno un loro senso: escono in un periodo preciso dell'anno, quando la gente almeno per un paio d'ore o giù di lì vuole staccare la spina al cervello, é festa, si vuole ridere, anche di prepotenza, ne esce uno all'anno e ciao, stop, finita lì. Piace, non piace, io almeno trovo che abbia il suo perché. Poi sono anni che non vo a guardarli perché tutti uguali.

    Ma qua ne escono in CONTINUAZIONE, natale, estate, pasqua, san Rocco, non c'é giorno dell'anno che ne sia risparmiato!

    RispondiElimina
  63. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  64. A me non è dispiaciuto, ma io sono un caso a parte... è 30 anni che aspettavo il ritorno del franchise Ghostbusters sul grande schermo (dopo la cocente delusione di GB2) inseguendo il logo col fantasma ovunque: cartoni animati, fumetti (ottimi quelli della IDW), pupazzetti (la mia collezione l'avete ammirata sul collezionantro... grazie Doc!) e per me è stato un piacevolissimo tuffo negli anni '80, con lati positivi e negativi: negativi certo il livello delle battute, positivi la mole di citazioni anche affettuose al film originale, io ne ho contate 50 esatte. L'altro lato positivo sono gli effetti speciali, finalmente dei fantasmi ben realizzati, dove nell'originale alcune sequenze erano abbastanza raffazzonate (a detta dello stesso Ivan Reitman). Apprezzabilissimo il personaggio di Holtzmann come nuovo Egon... praticamente mi son preso una cotta come... se avessi 30 snni di meno!

    RispondiElimina
  65. Credo che molti di voi hanno avuto la possibilità di dare un'occhiata agli Script di GB 3 o perlomeno sapere di cosa parlava.
    Beh, quel film avrebbe avuto lo stesso effetto di questo, ovvero il famoso NON NECESSARIO.

    Appurato che sarebbe stata un'operazione di Marketing allora per sfruttare il prodotto (come fecero con TMNT... ), ed è appurato tutt'ora che questo Reboot non avrebbe portato a nulla.

    Il fatto che ci sia molta gente,che pensano che il problema sia tutto dipeso dal fatto che il cast è tutto al femminile...
    beh, sinceramente è l'ultimo dei problemi (anche se avrei cambiato almeno 2 di queste ma vabbè).

    Il motivo è molto più semplice, hanno fatto un reboot al femminile perché trovare comici al livello di Murray e Aykroyd non sarebbe stato e non è facile. Quindi tolto il problema cast dovevano, ma non gli interessava, dedicarsi molto di più nella sceneggiatura, invece il massimo che hanno fatto lo leggete dalla recensione di DOC.

    Le attrici quindi si trovano a sobbarcarsi un peso che magari non era neanche giusto nei loro confronti, o forse per alcune sì.

    Sicuramente c'erano molti altri modi per creare una storia, fare una sorta di Sequel/Reboot (tanto combinazioni di Sequel/Remake/Reboot/Prequel le sorbiamo da anni), un passaggio di mani che era anche molto più sensato, anche per attualizzarlo ai tempi attuali.

    Per me questa è un'occasione persa. E ancora prima che uscisse l'idea di questo film al femminile, ricordo che dissi ad un amico proprio la famosa frase che "NON ERA NECESSARIO".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio alcune considerazioni interessanti sul tuo commento.

      - Pensi davvero che il cast al femminile sia "l'ultimo dei problemi"? Allora forse vivevi in un'isola felice, perché il cast al femminile è praticamente l'unica cosa di cui si è parlato. Potrei farti un LUNGO elenco di commenti misogini reperibili in qualsiasi luogo si parli del film.

      - Quali sono le due attrici che avresti cambiato, e perché? Tiro a indovinare: la nera e la cicciona?

      - Ma, soprattutto, ti rendi conto di quanto sessista sia il tuo commento sul fatto che "non si trovavano comici del livello di Murray o Aykroyd, quindi hanno preso delle donne"? Ah perché, le donne vanno considerate con un metro di giudizio diverso? Possono essere meno brave o meno divertenti o comunque non paragonabili ai colleghi maschi?

      Elimina
    2. ....Ah, e dimenticavo di aggiungere: PERCHE' questo film tu e moltissimi altri lo chiamate "Ghostbusters al femminile".... ma nessuno, nessuno si è mai sognato o si sognerebbe mai di chiamare gli altri film "Ghostbusters al maschile"? Lo capisci che è proprio questo il problema, e la cosa che mi ha tanto dato fastidio delle reazioni a questo film?

      No, non lo capisci. Lasciamo perdere: tanto il film è stato un flop e passeranno altri 20-30 anni prima che vedremo una commedia a budget alto con protagoniste donne che fanno le comiche invece di fare le sexy.

      Elimina
    3. Non so cosa ti abbia spinto a tornare, Lunsei, ma dei tuoi commenti aggressivi e del tono che usi non si sentiva la mancanza. Se vuoi restare, datti una calmata e rispetta il parere altrui, qualunque esso sia: per litigare ci sono sempre i forum di cui parli. In caso contrario, quella è la porta. Un solo altro commento così e ti accompagno io all'uscita.

      Elimina
    4. @Dr.Manhattan a me sinceramente dargli una risposta non tange, anche perché se avesse letto bene avrebbe capito ben altro, invece non ha capito NULLA di ciò che intendevo del film.

      Ma sì, il solito maschilismo vero Lunsei?

      Peccato che il mio discorso verteva su un ragionamento molto semplice, ovvero che un prodotto del genere non avrebbe funzionato ugualmente, chiunque siano i protagonisti.

      Non hai capito che le ragazze in se son gli ultimi dei problemi come "Torcia Nero" nei F4 (che anzi).

      Se invece di partire in quarta avresti letto bene quel che ho scritto avresti notato che il problema per me è principalmente la "sceneggiatura".
      Quindi cara Lunsei, le tue "intessanti" considerazioni non mi tangono, "l'isola felice" di cui parli non ne faccio parte, anche perché spesso del film alla fine si parla di un'insieme di cose che posson andare e altre no. Ed io guardo l'insieme e poi giudico.

      Altra cosa, non hai chiaramente capito il discorso di Aykroyd e Murray, e questo la dice lunga.

      Ah, magari ti chiedi quale delle 2 avrei voluto cambiare, ma stranamente son più curioso sul perché tu abbia scelto quelle 2.

      Comunque Doc, il mio commento era tutto tranne quello che è stato fatto passare, non era mia intenzione, e se magari avesse avuto un tono diverso potevo spiegare cosa non gli era chiaro.
      Cosa che al momento non farò, e non ho motivo di esser altrettanto aggressivo. Ne sono capace come tutti, ma non mi pare il caso.

      Elimina
    5. Dispiace a me, Tigermask, lo sto chiedendo per cortesia.

      Non mi frega niente di queste diatribe: si parla del film, non delle reazioni che ha provocato altrove.

      Per quelle c'è tanto spazio là fuori.

      Elimina
  66. Wow .. mi ha stupito il numero di risposte a questo post: anch'io ero un po' prevenuto visto che si andava a toccare un punto fermo per molti di noi, e a quanto pare i dubbi sono fondati.

    In effetti, ad oggi, non mi viene in mente un Reboot/Remake di un vecchio titolo che sia degno di nota (forse il franchise Star Wars/Star Trek, ma in questi casi si parla di una storia che prosegue, si rinnova)

    L'alchimia di quei titoli è molto difficile da ricreare (e forse oggi potrebbe sembrare quasi fuori posto), penso ai soliti noti, dai Goonies, a Ritorno al futuro, anche gli horror, tanto per citare un certo Nightmare), non mi interessa la polemica del cast al femminile (che poteva anche essere una variante interessante), ma piuttosto la dilagante crisi di idee che porta a queste cose: possibile che non si riesca a pensare a qualcosa di originale e si debba ripescare dai vecchi film oppure sfruttare l'enorme bacino di storie che sono stati i comics (e questo spiega l'esplosione di titoli Marvel/DC).

    Per tentare un minimo di analisi, si potrebbe dire che di questi sono i prodotti richiesti dal mercato (attuale): un prodotto accattivante, effetti speciali da consumarsi in fretta e spesso senza lasciare memoria, salvo per produrre un possibile seguito.

    Si parlava molto del consumismo anni 80, ma qui siamo ad uno stadio successivo! (e non molto positivo direi).. detto questo torno a preoccuparmi per altre due paroline sentite di recente ("Blade Runner" + "2"!)

    RispondiElimina
  67. "Per chi fanno questi film?" anche per chi ci spende dieci carte per andarli a vedere, bene sapendo che sono una meenchiata. Il loro risultato chi l'ha girato/prodotto l'hanno ottenuto. E non vale nemmeno il discorso "mi freghi una volta ma non due", se poi uno ritorna al cinema a vederlo solo per poi criticarlo. Basta smettere di vederli, easy

    RispondiElimina
  68. Ho visto il film, devo dire che è indecente, esattamente come ci si poteva aspettare dal trailer. Le attrici fanno il loro, per quanto possibile, soprattutto l'ingegnere, ma la storia e le battute sono di livello infimo, unica cosa bella gli effetti speciali.

    L'unico film più brutto di questo è F4, paragonato ad il nuovo Ghostbusters quello di Sandler mi sembra un'opera d'arte, ed è tutto dire.

    RispondiElimina
  69. A me il film è piaciuto, forse perché non avevo aspettative elevate e speravo semplicemente in una commedia ben girata che m'intrattenesse e mi facesse ridere e questo ho trovato. Aggiungo che ci sono momenti che mi hanno anche mediamente emozionato. Secondo me con l'adattamento un sacco di battute hanno perso molto della carica comica, con l'audio originale l'impressione già buona migliorerà sicuramente. Forse un po' troppo macchiettistico il ruolo di Hemsworth ma vabbè.
    Il classico dell'84 resta iconico e inarrivabile, con una personalità sicuramente più forte, ma questo reboot a modo suo si dimostra coraggioso nel prendere distanze dall'originale per rinfrescare il franchise.
    Ovviamente è lecito che a qualcuno il film non sia piaciuto, per ragioni di opportunità o estetica o per motivi squisitamente cinematografici, ma, vi prego, non sottovalutate l'ondata di misoginia, sessismo e razzismo che ha accompagnato questo film durante tutte le fasi della produzione e della promozione perché, come diceva lunseisleidee, in molte manifestazioni di puro odio contro la realizzazione di questo nuovo capitolo gli insulti rivolti direttamente alle attrici in quanto donne si sono sprecati in lungo e in largo, arrivando al più becero razzismo nel caso di Leslie Jones, che ha addirittura chiuso l'account di twitter (qui ne parla il Post: http://www.ilpost.it/2016/07/20/ghostbusters-jones/ ).

    RispondiElimina
  70. Detesto i reebot e i remake, almeno da quando hanno rifatto "Sabrina" senza Audrey Hepburn, Humphrey Bogart e William Holden. Non parliamo dei Superman successivi a Christopher Reeve, i nuovi Fantastici 4, Star Trek di Abrams...
    E questo film scivola sul mantello della mia indifferenza.

    RispondiElimina
  71. Sarà, ma quando penso a me che vado a vedere questo film immagino la scena di Jurassic Park in cui Jeff Goldblum si trova davanti alla montagnona di mèrda del triceratopo.

    RispondiElimina
  72. Volevo andare a vedere il film e l'ho proposto ai miei figli (5 e 10 anni)... poi ho letto la tua recensione e volevo andarci un po' meno ma ormai a loro era salita la scimmia così siamo andati. Concordo con quanto hai scritto, l'ho trovato godibile come film estivo ma molto più banale rispetto all'originale, ho visto tante occasioni sprecate, e tante battute poco riuscite però...
    Però ai miei figli è piaciuto, ed è piaciuto molto più dell'originale perchè "in quello vecchio ci sono pochissimi fantasmi qui ce ne sono tanti!"

    Dai loro commenti ho capito una cosa: il film è stato confezionato per dei dieci-dodicenni e i richiami al fil originale sono solo dei trucchetti per tenere in sala anche i loro genitori... Però per i 10-12enni non è affatto un film da buttare!

    Vale però la stessa coniderazione che ho fatto su molti film usciti di recente: "quando gli effetti speciali scarseggiavano era necessario tirar fuori più idee buone per far funzionare un film"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parafrasando Piero Angela "effetti speciali zero, idee cento...effetti speciali cento, idee zero"! :)
      BTW..da "vecchio" fan dell'originale con bimbo di 5 anni ti chiedo: ma il nuovo è adatto a un bimbo di siffatta età?
      Il mio non ha ancora visto l'originale perchè gli fa paura..in effetti anche io lo vidi a 6 anni e ricordo ancora i brividi alla scena iniziale della biblioteca e sulle note di "Magic"..brr..magari in questi giorni ci riprovo ;)

      Elimina
    2. è stato lui a chiedere di andarlo a vedere al cinema e sebbene abbia avuto paura in diverse scene (stritolandomi un braccio) è usicto contento dicendomi "ho deciso che da grande non voglio più fare Capitan America, farò il Gostbuster!" ma credo diepnda molto dalla sensibilità del singolo...

      Elimina
  73. Ma guarda Doc, sulle prime il film mi ha intrattenuto a dovere. Però adesso, ogni volta che ripenso al film, anche senza paragonarlo all'originale, saltano fuori un sacco di dubbi.
    Ad esempio: come funziona acchiappare i fantasmi? Il film è piuttosto fumoso su questa cosa, e nel finale si riduce tutto a un semplice sparare a dei banali bersagli in movimento. Hanno privato i fantasmi della loro principale caratteristica (corpi eterei) e li hanno trasformati in semplici talebani volanti che fraggare, picchiare o triturare.

    Poi vabbè, la comicità surreale che salta fuori ogni tanto, a caso, che a volte pare di vedere una parodia dell'originale girata da Zucker.

    RispondiElimina
  74. Oh, ragazzi, chiedo perdono ma a me era piaciuto il trailer e mi è pure piaciuto il film.

    Forse che ero dello spirito giusto, forse perché ero in buona compagnia, forse perché avevo un po' bevuto, ma:

    - la trama funziona (non è meglio nè peggio della trama dei primi due ghostbusters), anzi ci sono alcune cose che mi sono piaciute SPOILER tipo che il cattivo *diventa* un fantasma, che ha un contro-zainoprotonico per evocare i fantasmi, che alla fine si trasforma nel fantasma del logo FINE SPOILER

    - le attrici sono brave: diciamo che il tono del film mi ricordava più una puntata del cartone che non i film originali, ma va bene. Di tutti i reboot-remake-spinoff tirati fuori dagli anni 80 l'idea di ribaltare il genere dei protagonisti a me è piaciuta: in transformers o nei gijoe, ad esempio, non era così.

    - la trama funziona. L'ho già detto? Ah sì, ma per me è fondamentale. Ad esempio in Warcraft o nei Transformers la trama non funziona. E anche per superman vs batman ho dei dubbi. Quindi è già tanto.

    (Sono andato a vederlo al cinema perchè non mi piace l'idea che un film venga stroncato dal trailer)

    ciao a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sembrerà impossibile, ma più o meno la penso come te, nonostante il film non mi sia piaciuto per niente
      Soprattutto sul fatto che sembra uscire da una puntata del cartone animato
      Ah perché non mi piace il film? Per il pessimo humor: unica nota positiva è stata la comparsata di Dan Aykroyd

      Elimina
  75. Visto ieri sera. Boh... Che dire? Il fatto che le protagoniste siano donne è irrilevante, se un attore è bravo lo è indipendentemente dal sesso. Mi pare che ci provino queste, ce la mettano tutta per tutta la durata della cag.. Ehm del film, ma proprio non ce la fanno. Ma del resto con l'asticella posta su "Ghostbusters" cosa pretendi? Hai perso in partenza. Qualche sorriso me l'hanno strappato e gli effetti speciali son ben fatti, punto. Forse un passaggio di consegne dai vecchi acchiappafantasmi ad un party di giovini volenterosi misti sarebbe stato più sensato. Ambientarlo in un universo dove i precedenti due film nn esistono è un po' pararsi il culo: "oh! Ragaz ho fatto un film sui ghostbusters, ma non è ghostbusters eh? Nn siate severi... “
    Ah! Io l'alter egon di egon, scusate la battuta proprio l'ho trovata odiosa!!!!

    RispondiElimina
  76. Ho visto ieri sera l'originale, su Italia 1. Forse era meglio di no. Non sono invecchiati male solo gli effetti speciali. Sul finale mi sono anche addormentato, e quando mi sono svegliato era iniziato Gremlins 2...

    RispondiElimina
  77. Recensione memorabile! Quoto tutto!

    RispondiElimina
  78. Aaah finalmente qualcuno che la dice tutta, chiara e tonda. Questo scempio di remake/reboot personalmente non lo considero proprio. Proprio non esiste nella mia realtà. Nego la sua esistenza. Ho dato un'occhiata a una proiezione riciclata di infima qualità, esportata su una nave di contrabbando, scaricata svogliatamente e in modo riluttante di straforo, proprio per dargli una minima chance. Dopo 10 minuti mi é venuto un cognato di vomito e ho dovuto smettere. Si, ho proprio voglia di vomitare. Perché violare un cult come quello, soprattutto per farci sopra qualche soldino in più, sfruttando un beneamato franchise di tutto rispetto, é blasfemo.

    E come se non bastasse, (non per fare polemica) ma per me é tutto il contrario di quello che vogliono farci credere con la storia della misoginia. L'hanno fatto proprio apposta a proporre un cast di tutte donne stramega-cool, in contrapposizione al resto dei poveracci uomini, tratteggiati come completi idioti, inetti e scassaballe. E' evidente. Non é una strana sensazione che qualche povero deficiente troglodita ha maleinterpretato, ma é una sfacciata verità, sbattutta sul muso degli spettatori, con lo slogan "if you don't like, you're a misoginist!", per tutto il film. Diciamolo apertamente, la verità é che il regista e la produttrice sono dichiaratamente misandrici!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails