venerdì 25 marzo 2016

55

Soldatini Atlantic: The Romans, Gladiatori e cristiani

Soldatini Atlantic The Romans Gladiatori e Cristiani
Dei soldatini Atlantic, meravigliosi soldatini degli anni 70 che hai avuto la fortuna di vivere in differita, si è detto più volte a queste coordinate. Qui, ad esempio, parlavi dei soldatini Atlantic di Capitan Harlock e Raflesia, in plastica non velenosa. Nel post sui giocattoli del cuore degli anni 80, invece, raccontavi di aver ricevuto un giorno in regalo da uno zio una scatola di metallo, di quelle dei biscottini al burro, piena di soldatini Atlantic, alcuni già dipinti, gli altri nell'arancione originale. Legionari, egiziani e soprattutto gladiatori, tanto che credi sia stata quella l'origine per la tua fissa per armi e vestiario dei morituri che, quando si è fatta una certa, te salutant. Un mondo meraviglioso in scala H0, sciroppato in differita perché l'Atlantic ai tempi, metà anni Ottanta, aveva già chiuso i battenti, mentre la produzione di soldatini si era interrotta già nel 1978. L'altra sera, cercando tutt'altro sulla baia, ti sei imbattuto in una confezione della linea The Romans: erano proprio i soldatini dei gladiatori, venduti insieme a un altro soggetto da arena, i soldatini dei martiri cristiani da far sbranare ai leoni... [...]

La confezione di The Romans: Gladiatori e cristiani (codice 1517) contiene 64 pezzi ed è a libro: attaccate alla cover ci sono altre pagine in cartoncino, che mostrano i vari soggetti finemente dipinti accanto a un testo di approfondimento storico in quattro lingue: inglese, tedesco, gianfransuaico e italiano.
 Qui vediamo il leone, la tigre e un soldato romano appulcinellato,
qui una coppia di gladiatori dai costumi fantasiosi (i reziari non usavano elmi, tanto per iniziare, e non erano cosplayer dell'Uomo-Ragno col costume nero), l'imperatore e un senatore,
qua un'altra coppia di gladiatori con armi sbagliate, un altro tizio elegantone, una signora del popolo che fa la comparsa nel presepe,
e qui infine i martiri cristiani e dei prigionieri che stanno per diventare l'apericena di leoni e altri grandi felini.
La botta di nostalgia ti ha colto alla sprovvista, con un coppino giusto sulla nuca, appena hai rovesciato sul tavolo il contenuto della confezione. Il mucchio selvaggio arancione, come trent'anni fa, dal quale andavi a ripescare ogni volta i soggetti preferiti per inscenare scontri egizioromani con i legionari come arbitri (don't ask).
Il tizio da cui hai preso questi soldatini deve aver fatto però un po' di confusione, perché i pezzi sono più di 64 e ci sono finiti dentro altri soldatini della linea The Romans, come una piccola scuderia di cavalli
e un soldato romano fantino. Ma comunque. La scala, indicata sulla scatola come H0 (una scala usata soprattutto nel modellismo ferroviario), è in pratica 1/72, perciò gli omini sono alti circa due centimetri.
Il livello di dettaglio, per dei soldatini così piccoli, era comunque notevole, e quasi tutte le armi erano un pezzo di plastica a sé: si potevano quindi rimuovere, cambiare e, ovviamente, perdere sotto qualche mobile o dietro al divano. Le aste dei tridenti le hai sempre viste tutte storte, non sai se ne sia mai esistita qualcuna dritta.
Un'altra cosa che ricordavi, e che nelle foto si nota appena, è che non tutti i soldatini erano fatti della stessa plastica, perché alcuni erano più opachi, altri di un arancione più chiaro o lucido.
Le armi, come accennato, erano tutto fuorché storicamente accurate, però va' che figata il soldatino Mirmillone in prima fila a sinistra. E poi c'erano loro,
i martiri cristiani, con le belve in procinto di papparseli. Il racconto dei primi santi che affrontavano cantando la morte, l'esaltazione da passione reloaded per questi poveri sventurati che facevano una fine terribile, caposaldo del protocristianesimo e poi della sua versione da catechismo e storia elementare, ha portato negli anni molta gente a credere che nelle arene dell'Impero ci fossero solo giochi gladiatori e cristiani giustiziati. In realtà tutti gli spettacoli avevano in epoca imperiale una sorta di break per il pranzo, durante il quale si eseguivano le condanne capitali, in modi via via più sadici, creativi, terrificanti. Dalle sanguinose ricostruzioni di racconti mitologici a persone legate a un toro e lasciate alla mercé di vari predatori. Le vittime non erano solo i cristiani, ovviamente, ma condannati a morte di vario genere,
inclusi gli schiavi che si erano macchiati di un qualche reato grave. Perciò, in una botta di filologia in scala 1/72, ecco due schiavi o prigionieri di guerra in catene lì lì per finire nello stomaco delle fiere.
Infine il commando ultrà, composto dall'imperatore e dagli altri tizi togati visti nelle foto all'inizio. Siam venuti fin qua, siam venuti fin qua, per vedere Cosma e Damià, oooh-ohohoho-oho-oho.
Il retro della scatola mostra i soggetti, le armi da abbinare e le foto delle altre uscite della serie The Romans: l'esercito romano (codice 1515), le bighe (1516, da lì arrivano i cavalli), le torri d'assedio (1518), le catapulte (1519) e soprattutto il Colosseo (1520),
la grande meraviglia assemblabile che doveva essere il Colosseo, per dare un palcoscenico migliore alla masticazione di cristiani. Poi, certo, per chi non era interessato agli Atlantic spaziali o a quelli di Harlock e Goldrake, ma ad altri periodi storici,
c'erano sempre vari dittatori tra cui scegliere, a sole 100 lire. Pensa, ragazzo: i gladiatori contro Hitler e Stalin, ed è subito cult. La Atlantic ha chiuso nel 1984 e la produzione dei suoi soldatini è stata ripresa dalla Nexus Editrice, che nella seconda metà degli anni 90 ha iniziato a ristamparne diverse linee. Solo che anche la Nexus ha chiuso, alla fine dello scorso decennio. Non c'è più spazio al mondo per i soldatini di plastica, pare: non sai come o perché, ma dietro ci saranno sicuramente i malvagi tabaccai [...]

55 commenti:

  1. Da wargamer i Soldatini Atlantic hanno un posto soeciale nel mio cuore, soprattutto per essere il regalo preferito di mio Nonmo paterno. E che belli gli Egizi contro gli Spaziali contro gli Ammmerigani. E cercare di inventare regole che avessero un senso, anche solo per un attimo . Scusate, ho una bruschetta in un ocvhio

    RispondiElimina
  2. Questi soldatini all'epoca non li ho mai avuti, al massimo conoscevo la linea di Goldrake, ma certamente mi ci sarei divertito...

    Molto belli senatori e imperatore, tutti con la posa di Padre Pio. Notare fra l'altro la colorazione accurata nell'ultima pagina: Mao e' rosso, e Mussolini e' in plastica nera...

    RispondiElimina
  3. Al bazar dei cinesi vicino casa mia ci sono scatoloni e bustoni di soldatini vari misti, chissà chi li produce.

    RispondiElimina
  4. Ho sentito parlare più volte di questi soldatini e del fatto che avesso un ottima qualità. Ricordo quando a Mantova hai comprato quelli di Harlock.

    Adesso dovresti fare il salto di qualità e cimentarti nella pittura, magari quando andrai in campagna questa estate anche se l'investimento iniziale non è da poco. Questa estate personalmente voglio provare a colorare qualche modellino ma prima mi devo fare una cultura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Drakkan io faccio modellismo di qualunque genere,civile militare navi aerei figurini plastici e gunpla grazie al Doc,un po' di esperienza coi colori ce l'ho,se vuoi qualche ripetizione chidi pure

      Elimina
    2. Per prima cosa grazie. Adesso prima di rompere le palle a qualcuno devo essere sicuro di portare avanti la cosa. Volevo colorare come esperimento un labor di Patlabor (l'Helldiver o l'Ingram). Poi vorrei troppo tuffarmi su questo che ho sepolto in un armadio:
      http://ecx.images-amazon.com/images/I/71UljASFz-L._SL1494_.jpg

      Per contattarci io sono uno dei pochi della mia età a non avere facebook ma ho twitter e se mi cerchi sono @Drakkan81.

      Elimina
    3. Son troppo piccoli, non avrei mai la pazienza di dipingerli. Trivia superfluo: da rEgazzino, avendo in casa colori a tempera e pennelli in grande quantità, mi misi a dipingerne alcuni, tentando di seguire - in assenza di scatole originali o foto - lo schema di colore di quelli già dipinti dal proprietario precedente (un nipote di mio zio, ma dall'altro ramo della sua famiglia). Risultato: i primi egiziani new wave della storia dell'umanità. Uno schifo tale che mi misi a rilavarli tutti per farli tornare arancioni :D

      Elimina
    4. Non c'è di che .
      Drakkan io invece penso di essere l'unico al mondo a non avere fb,Twitter ecc ecc.
      un modo per contattarsi si trova al limite.
      Bei modelli niente da dire,ma nell'armadio ci sono sepolti robottoni e scenario? Però...

      Elimina
    5. E' un kit completo c'è tutto quello che vedi: scenario, valk, mezzi e omini.

      Elimina
    6. https://www.hlj.com/product/BAN977905

      Per capirci.

      Elimina
    7. Che cosa strafiga,se continui va a finire che me lo prendo anche io :-)

      Elimina
  5. Al solito bellissimi questi post.

    Io avevo gli Atlantic western, quelli marroni, dove per altro i cavalli erano gli stessi di questi "romans".
    Erano mescolati ad un infinità di altri soldatini di plastica arrivati chissà da dove, per lo più sempre western, con giusto qualche soldato della 2° guerra. Però gli Atlantic erano i più belli, i più ben fatti, i più piacevoli da maneggiare, pieni di particolari e accessori.
    In un cassetto in soffitta da mio padre dovrebbe essere rimasto qualche pezzo sopravissuto a una di quelle migliaia di battaglie giocate con gli amici nei prati intorno alla casa di montagna dei nonni... ma visto come mi gira la vita ultimamente meglio stare alla larga, troppa malinconia.

    Per alro di malinconia me n'è già venuta una bella dose aprendo il link dei "giocattoli del cuore degli anni 80": anch'io avevo il robot di latta col televisore nel petto! Ma me n'ero completamente dimenticato...

    RispondiElimina
  6. Doc, mi aspettavo almeno un attacco in salto di un qualche soldatino amico di "SpartacuSangueSabbia". Che viaggio nel tempo, oramai i bimbi giocano solo col tablet della mamma, altro che soldatini o macchinine (avevo una "centina" di Majorette, scala 1 a piccoline).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei martiri, se lo guardi bene, sta proprio per saltare. In fondo allo stomaco del leone.

      Elimina
  7. niente, lagrime napulitante.
    mia madre ha rinvenuto nel sifone dello scarico del lavandino del bagno tre eroici sommozzatori da me inviati in missione credo nel 76-77. adesso hanno un posto d'onore nella vetrinetta delle cianfrusaglie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho controllato: in effetti non sono sommozzatori ma sono dei fanti distesi con una mina a mo di pizza margherita. colore sul grigioverde direi

      Elimina
    2. Eroici, rimasti lì per quarant'anni. Come manco i soldati fantasma giapponesi sulle isole del Pacifico :D

      Elimina
    3. erano i fanti!!! comunque mission impossible.!!

      Elimina
    4. Che botta...io li avevo i sub: erano parte di un diorami di plastica che rappresentava uno sbarco, infatti oltre ai sub (con i gommoni) c'erano i natanti per lo sbarco (potevi metterci dentro una jeep), vari fanti, un tank e una flippotrippissima postazione lanciamissili!

      Elimina
    5. Potenza dell'Internet...ecco quello che avevo, vai con le bruschette!

      http://www.atlanticmania.com/IT/MP-362.htm

      Elimina
    6. eroicissimi. però quella missione apparentemente suicida ha finito per salvar loro la vita. i loro commiltoni saranno stati annientati ai tempi della temibile Prima Grande Spazzolata operata dalle forze congiunte di Madre e Nonna.
      ricordo anche i fichissimi egiziani atlantic con i loro carretti, protagonisti di scontri sanguinosi contro le legioni romane. scusatemi, ora vado a togliermi la bruschetta dall'occhio

      Elimina
    7. grandi eroi ! Alla prossima Collezionantro voglio vederli!

      Elimina
    8. ho provveduto ad inviare telefoto al Doc.
      in realtà quando madre me li ha fatti vedere ho subito pensato che fosse una storia da antro, e ho aspettato paziente che venisse fuori l'occasione...ma sinceramente non pensavo che la storia di questi 4 eroi dispersi nel sifone potesse interessare così tanto :D

      Elimina
    9. Ed ecco i reduci di guerra di Mr Step :)

      [[img]https://lh3.googleusercontent.com/-9v2NqzFn5b0/VvVMGHM1htI/AAAAAAABkbA/D4R6f8iGhzgdvsDhuiNv7j0c4wyrn-JzwCCo/s450-Ic42/4ef03bf2-ac3c-4ce5-9138-2d85992cc0a5.jpg[/img]

      Elimina
    10. Che eroi! Hanno vissuto per 40 anni in un sifone! Meritano un onoreficenza

      Elimina
  8. Mettere in commercio dei soldatini delle varie epoche/civiltà del passato era un gran cosa secondo me,troppo facile fare sempre e solo i Marines ammerigani che massacrano i vietcong.
    Colorati sono davvero belli,mi vengono in mente le miniature che ogni tanto mi diletto a pitturare

    RispondiElimina
  9. bellisimi,senza eccezzioni-- esisteva il regolamento atlantic wars,di Roberto Gigli.ora introvabile.. qualcuno sa se esiste in rete?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che su Librogames Land abbiano scannerizzato molti libri della collana giochi del 2000 , di cui atlantic wars faceva parte. .Prova a vedere .

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. purtroppo non c'è,comunque grazie ancora per il consiglio

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. c'è su scribd. Se ti interessa mandami una mail.

      Elimina
    7. l ho trovato!!! grazie!!!
      p.s . ho trovato anche la scatola dei miei atlantic...

      Elimina
    8. ho letto il regolamento. è una figata. Posso usare Actarus e i samurai contro Mussolini che comanda la cavalleria romana!

      Elimina
    9. si è fatto veramente bene...ora devo coinvolgere qualcuno ..XD

      Elimina
  10. Belli!! Bel colpo Doc! Da quello che vedo in giro per negozi ormai sopravvivono solo i classici soldatini Americani vs Tedeschi.

    RispondiElimina
  11. sono appassionato di miniature in quanto giocatore di 40k . Come coloratore vi anticipo che faccio non schifo , di più, perchè al posto delle mani ho due badili.
    https://www.youtube.com/watch?v=8mgJiPBfS9g
    ma comunque mi sono fatto una cultura sulle miniatue degli altri.
    I soldatini Atlantic erano realizzati divinamente per l' epoca,roba da wargamari .
    infatti a volte vengono ancora utilizzati per certi wargame da tavolo.
    Se teniamo poi conto che erano in plastica anzichè in piombo, la loro qualità emerge ancor più chiaramente. Peccato che oggi , sebbene nuovamente riedtati, non siano più visti come giocattoli per bambini ma come oggetti da modellismo , basti vedere il prezzo ; a mio avviso, invece , erano uno spettacolo per l' infanzia.
    Purtroppo oggi abbiamo modellini perfetti ma troppo costosi per giocare e soldatini da bambini realizzati veramente dimmerda , e poco in mezzo .
    I peggiori sono sempre i soldatini dei giapponesi 2° guerra mondiale .
    Mio figlio ha una scatola regalata di soldati del sol levante dei quali veramente non capisci quale sia il fronte e quale il retro, e che stanno in piedi solo se gli incolli la basetta al tavolo.
    Oltretutto, confrontando i miei vecchi soldatini non atlantic con quelli odierni , si nota chiaramente un crollo di qualità non da poco.
    Peccato perchè i soldatini e i libri illustrati di battaglie ed assedi sono la miglior introduzione alla storia per gli infanti; lo sono stati per me, spero potranno esserlo anche per i miei furfanti.

    RispondiElimina
  12. Mai vissuta l'epoca dei soldatini. Peccato.
    In compenso un amico aveva su in soffitta un tavolone su cui riproponeva con accuratezza storica battaglie della qualunque, dalle legioni romane alle SS tedeschie. Con tanto di libri di storia e strategia militare a documentazione.
    A 11 anni.

    Quei poveri, poveri soldati, con le gambe squagliate dall'accendino per fargli assumere pose non standard ma più in linea con il copione, o per simulare ferite e menomazioni varie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da ricordare anche i primi casi di doping dei soldatini. Un mio amico ne aveva un'infinità e a casa sua giocavamo alle cannonate: si preparavano due schieramenti, con il soldatini trincerati dietro sacchetti di sabbia finti e altre strutture di plastica che si vendevano assieme ai soldatini standard. Poi con i cannoni a molla si sparava a turni, finché non resteva un solo soldato, e il suo datore di lavoro vinceva. Solo che lo stronzo provò a barare, zavorrando con dei piombini di ferro da pesca le gambe di alcuni tedeschi (grigio su grigio, non si notava)...

      Elimina
    2. evabbè... un mio conoscente barava coi soldi del monopoli... adesso non ti dico neanche che mestiere fa!! LOL

      Elimina
  13. Che ricordi fantastici!
    Ho, perchè li ho ancora, tutti mescolati in una borsetta in similpelle anni '70 come loro, egiziani e fanteria greca della serie arancione, ovviamente non pitturati, impossibile per un bambino dell'epoca, e poi vari eserciti moderni, italiani, tedeschi, inglesi, i russi, gli indiani coloniali, i giapponesi...

    Posso dire che le linee arancioni erano... sono fragilissime, aste delle lance subito spezzate, gambe dei soldati egiziani a dir poco afflitte da rachitismo e osteoporosi, tutti azzoppati, mentre ai greci saltava subito il braccio con la spada...

    L'uso bellico era semplicissimo, il player piazzava le sue truppe nella propria porzione di mondo (coincidente con la cameretta), visibili all'avversario ma difesi come possibile da spigoli, gambe di sedie e altre asperità del territorio, poi con un elastico, a turno, si provava ad abbattere la forza nemica, e ovviamente vinceva l'ultimo sopravvissuto...
    In effetti mancava il concetto di prigioniero di guerra in quegli anni!

    RispondiElimina
  14. Bruschettone per chi all'epoca, ovviamente fuorviato dalle pubblicità del topo Disney, chiese le 100 lire del claim Atlantic per una scatola di sommozzatori (anche se a dire il vero rimasi un po' deluso dall'assenza di squali, che la mia fantasia vedeva come indispensabile villain di complemento)

    A questi seguirono diversi reparti E.I. (qualcuno pure in 1/32), carri armati, eserciti WWII, qualche fortificazione, un plastico e dittatori vari.

    Quelli storici erano molto ambiti, ma fui costretto a una dolorosa scelta, orientando le limitate risorse economiche
    sul Subbuteo...

    RispondiElimina
  15. Beh... ci passavo i pomeriggi nel parco con gli amicia giocare con i soldatini dell'Atlantic e dell'Airfix. Gli Atlantic erano preziosi perche' avevano anche un ampio repertorio di mezzi di tutte le epoche, in plastica morbida, con cui poter giocare tranquillamente senza romperli. Costavano poco, rendevano molto e spesso erano molto piu' dettagliati di quelli della concorrenza.

    Unico neo, all'Atlantic, facevano fatica a rispettare le proporzioni e la scala. L'1:72 non era sempre rispettata con attenzione.

    Pero' potevi spesso avere gli stessi set anche in scala 1:33 una cosa che credo nessun'altra ditta di soldatini ti offriva.

    RispondiElimina
  16. Bellissimi. Ho avuto la fortuna di averne ereditati un po' all'epoca e di avervi giocato.
    Ricordo inoltre limpidamente che avevo alcuni di questi soldati romani ma in una scala più grande. Identici a quelli di questo articolo ma più grandi.

    RispondiElimina
  17. Ora mi viene in mente un episodio...
    quanto cercavo la casa da ristrutturare, dopo un anno di ricerche infruttuose, sono entrato nella casa nella quale ora abito. Il locale era in condizioni fatiscenti, disabitato da anni. Pensieroso sulla a possibilità dell' acquisto, ma dubbioso per il prezzo che mi avrebbero sparato , in mezzo alla merda di topo che ti trovo? un soldatino medievale ( un cavaliere in cotta di maglia con l' ascia) appartenuto ad un bambino che abitava lì . Ho capito da quel momento che era la casa del destino. Raccolto il soldatino dalla cacca e pulitolo a dovere, ho sparato un prezzo bassissimo ( l' unico che potessi permettermi)e tenuto da parte il soldatino . Alla fine hanno accettato, e il soldatino attualmente occupa il posto di cimelio portafortuna , il nostro piccolo penate moderno di polietilene protettore della casa .Vedi alle volte.

    RispondiElimina
  18. una domanda: quelli che usavi come "arbitri" avevano per caso incisa una scritta "30 sul campo" ?

    RispondiElimina
  19. Gli atlantic... li avevo praticamente tutti... (sguardo perso nel vuoto)
    e li ho regalati quasi tutti...
    nondevopiangere, nondevopiangere, non devo piangere...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails