sabato 13 dicembre 2014

26

Video Girl Ai, vent'anni dopo (e altri fumetti e libri. Microletture Video - 2)

Nuovo appuntamento video con Microletture, la rubrica sulle letture consigliate. Hai recepito i consigli arrivati l'ultima volta, perciò a) hai usato un cavalletto, e b) in questo post trovate tutti i titoli e i dati degli albi di cui si parla, così non vi tocca prendere appunti durante la visione. Già, di cosa si parla? Video Girl Ai e altri lavori di Masakazu Katsura, tra cui il team-up con Akira Toriyama, il libro di Salvatore Giordano sui fumetti Bianconi, quello di Box Brown sulla vita di André the Giant, Empire USA e un Sex and the City alla francese. Solo un po' più zozzo [...]


Albi e volumi di cui si parla nel video, in ordine di apparizione:


K2R WORLD - Star Comics, 128 pagine b/n e colore, 15 euro
VIDEO GIRL AI NEW EDITION 1 - Star Comics, 336 pagine b/n, 6 euro
KATSURA AKIRA (di Masakazu Katsura e Akira Toriyama) - Star Comics, 210 pagine b/n, 5,90 euro
DA BRACCIO DI FERRO A PROVOLINO (di Salvatore Giordano) - Edizioni Sensoinverso, 168 pagine, 15 euro. Il blog di Salvatore lo trovate qui.
FOREVER BITCH (di Diglee) - Star Comics, 80 pagine colore, 12 euro. Il blog di Diglee lo trovate qui.
EMPIRE USA 1 e 2 (di Griffo, Desberg, Mounier) - Mondadori Comics, 96 pagine colore, 5 euro cad.
ANDRÉ THE GIANT, LA VITA E LA LEGGENDA (di Box Brown) - Panini 9L, 240 pagine b/n, 15 euro 

Avresti un paio di idee da aggiungere a questa rubrica in futuro, se trovi il tempo, si può anche fare. Intanto, a voi la parola per le letture consigliate: cosa avete letto di bello di recente?

26 commenti:

  1. Molte cose interessanti da tenere d'occhio . per ora suggerisco Colorless Mr Takizaki di H. Murakami

    RispondiElimina
  2. Video Girl Ai è tra le cose più belle che si possano leggere se appunto hai/avevi 16 anni e sei/eri un protonerd.

    Anche se mi imbruschetterò pesantemente gli occhi devo comprare il fumetto di Andrè the Giant. Consigli edizione cartacea o digitale ?

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Vediamo da dove incominciare... ecco sono un appassionato di manga ma Masakazu mi ha proprio rotto il Katsura, ho lì in sospeso una decina di volumi di Zetman perché non mi ha più preso tanto. Mi aveva conquistato con DNA^2 tanto che per anni usai Junta come nikname ma Video Girl AI non sono mai riuscito manco ad arrivare al 5° volume (volumi star comics, quelli con le pagine che si staccano) e lo mollai totalmente. Le pippe sentimentali non mi hanno mai preso, manco a 16 anni.
    Di Akira Toriyama ho in mente l'estrema ripetitività dell'ultima parte di dragon ball e di tutte le put...anate che sono servite ad allungare il brodo perché pur di qualcosa bisogna campare.
    Di Sex and the City non ho mai visto un singolo episodio quindi non ho un'idea di come sia e non sono curioso di scoprirlo. Il resto passo.

    Passando ai consigli ora mi devo finire il sublime e superlativo 2° cofanetto di Golgo 13 - Readers'Selection. Duke Togo aka Golgo 13 è uno dei personaggi più fighi di sempre del panorama fumettistico nipponico ed è li impassibile dal 1969 a scalciare culi a nastro e piazzare colpi di fucili impossibili, ci sarà un motivo. Continuo a seguire Master Keaton perché lo trovo rilassante anche se una terapia farmacologica costerebbe meno dei volumi, più di 10 euro a volume.
    Sto aspettando che esca il prossimo numero di Hammer e Lukas (quest'ultimo fumetto bonelli dell'anno).

    PS per Doc: sondaggino su quale mangaka vorresti incontrare dovendone scegliere solo uno (mangaka e non facciamo i furbi). Per me è facile facile, fino ad un certo punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bel tema per un sondaggismo, grazie :)

      Elimina
    2. Io una mangaka l'ho incontrata giusto ieri, e mi ha fatto pure un disegnone :P

      Elimina
  5. Come da segnalazione: Winter World di Dixon-Zaffino. Sempre sul tema sopravvivenza post-apocalittica, bella storia, disegni cupi, personaggi badassici e atmosfera che tira giù parecchi nomi...

    RispondiElimina
  6. Riguardo a Videogirl Ai sono rimasta delusa dal finale. Mi sembrava fatto per accontentare i lettori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì, prima che qualcuno lo precisi, mi sono resa conto di aver scritto male il titolo :D

      Elimina
  7. Vorrei dire però che non è tanto Katsura a omaggiare Toriyama nella capigliatura trasformabile di Goku SS, ( che poi lo ha fatto pure l'autore di Jojo con Koichi Hirose )quanto Toriyama che copia/omaggia lo Shutendoji di Go Nagai, dove il protagonista, quando si trasforma, i capelli cambiano colore e si drizzano.
    In arte nulla si crea, nulla si distrugge.

    RispondiElimina
  8. beh ma masakatsu a parte disegnar sederi non è che sappia fare granchè altro.
    Comprai Video girl Ai perchè tutti dicevano (all'epoca niente internet) che era una meraviglia toccante etc etc e lo trovai una robaccia ben disegnata...diciamo che negli anni il buon nippo allitterato col pene non mi ha fatto cambiare idea, zetman lo ho seguito tutto in inglese e francamente più va avanti e più diventa rumenta. Per me è no ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me VGA piaceva quando lo lessi al tempo.
      E lo trovai molto bello ...... all' inizio.
      Dopo, Katsura si è fatto possedere dalle sue fantasie sessuali represse e ha cominciato a far scivolare il manga in situazioni sempre più ecchi e scabrose ( ed esageratamente ridicole, a volte ).
      Penso che il salto dello squalo sia quando è arrivata la video girl cattiva.

      Elimina
  9. Beh, sostanzialmente non ho mai approfondito il "discorso" Katsura perché il primo approccio che ebbi, fu proprio Video girl Ai edito dalla Star comics. E, ammetto che ad oggi non ricordo manco più di cosa parlasse, ma ricordo perfettamente che mi diede una brutta impressione di melensa e stucchevole paccottiglia di temi riciclati alla buona. Letto quell'unico numero, bocciai ai priori - forse a torto, forse no - tutte le sue opere. Toryama invece, per quel che mi riguarda, mi venne a noia già da quando avevo 16 anni. Sopratutto per quel che riguarda Dragon Ball et similia; quindi qualsiasi cosa rechi sopra il suo nome lo evito a prescindere. Dott. Slump & Arale però, non nascondo che anche ad oggi se mi capita sottomano qualcosa, lo leggo/vedo volentieri. Per il resto, ultimamente mi sono riletto "Fortfied School" di Narumi & Hiromoto: un'opera che al di là del tempo trovo sempre fresca e piacevole nella sua interezza.

    RispondiElimina
  10. Sul fronte fumetti un amico mi ha prestato un volume di Fritz il Gatto, che devo ancora sperimentare, mentre per quanto riguarda i libri ho appena scoperto Murakami con Norwegian Wood, ed è stata una gran bella scoperta.
    Se poi avete una ventina di euro da spendere, c'è una sorta di atlante con storie, Atlante delle isole remote, 50 isole in cui non sono mai stata e mai andrò, che, oltre ad essere bellissimo già nella composizione, a fianco di una rappresentazione cartografica di ogni isola ci delizia con una breve storia che la riguarda. Si parla di naufragi, fatti scientifici curiosi, orribili storie di disumanità, esperimenti sociali e tante altre cose affascinanti. Vi troverete a cercare su google ogni possibile informazione aggiuntiva, tanta è la curiosità che sucitano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se puoi leggi Murakami nella versione inglese, poiche' le versioni italiane sono spesso ridotte ( vedi Dance Dance Dance dove hanno ELIMINATO un intero capitolo )

      Elimina
    2. Grazie per l'informazione :)

      Elimina
  11. Leggere che Video Girl Ai è brutto e che Masakatsu oltre a disegnare sederi non è che faccia molto altro, fa proprio bene allo spirito.

    RispondiElimina
  12. Anch'io lessi Video Girl Ai a suo tempo grazie alla Star e ricordo che la storia ad un certo punto mi venne a noia stentando ad arrivare all'ultimo volume.
    nel fine settimana mi son letto il volume con i primi numeri dell'ultimo Capitan Marvel (vol8!!!) con le storie successive a Infinity e bei disegni e storia piacevole che lascia la voglia di leggerne ancora!

    RispondiElimina
  13. Non freguento i socialcosi, l'ho saputo per caso, buon compleanno Doc!

    RispondiElimina
  14. Il pur bellissimo post sui bishonen, in cui spiccava la clamorosa assenza di Grifis :), mi ha fatto sorgere un dubbio: Doc, ma tu l'hai mai letto Berserk?
    Se l'hai letto e non ti è piaciuto/non ne vuoi parlare tutto ok, ma se non ti è mai capitato di sfogliare un volumetto stai attento, perchè se lo scopre l'amministratore del blog ti potrebbe ritirare la tessera antristica :) ...
    E sarebbbe il primo caso in Italia di un conflitto di interessi che danneggia chi ce l'ha anziché favorirlo...
    Katsura e Toriyama hanno rotto i cosiddetti anche a me, li ho amati a 16 anni ma adesso basta... Un'altra autrice che apprezzavo un tempo ma che poi mi è venuta a noia è Rumiko Takahashi. Forse è per quel loro ripetere all'infinito personaggi e situazioni, boh. Katsura sta provando a fare qualcosa di diverso con Zetman e fino a un certo punto l'ho anche apprezzato, ma più va avanti la storia meno capisco dove voglia andare a parare.
    Invece un autore che nonostante la ripetizione costante dei temi incredibilmente non mi viene a noia è Mitsuru Adachi: sarà il tratto, sarà la leggerezza delle storie, non so, lo trovo bravo.
    PS: auguri!!

    RispondiElimina
  15. Bella rassegna di fumetti e simili, qualcuno dovrei provare a leggerlo.
    VGA lo lessi all'epoca. Con le serie successive mi sono assolutamente stufato di Katsura e del suo complesso di Lolita, ma con VGA devo ammettere che in un paio di casi mi sono quasi commosso.

    Una domanda: la rubrica Microletture e' ora definitivamente in formato video?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. For the time being (finché non mi scoccio).

      Elimina
  16. Io ho adorato Video Girl Ai, è stato insieme a Ken il guerriero (vabbè compravo devilman e mazinga Granate press) il primo manga "moderno" apprezzato. T'ipnotizzava e non per i culetti fantastici di Katsura ma perchè in quell'età si prova l'AMMORE frastornante ed illogico, quello delle figure barbine, delle scritte sui muri e del "Per Sempre". Compravi il primo numero per caso (non è che ci fossero ancora tutti sti manga in edicola...) e poi lo collezionavi con passione. Le altre cose di Katsura mi sono sembrate un po freddine...P.S. Bravo Doc che legge Bianconi.

    RispondiElimina
  17. A meno che tu non l'abbia già fatto ti consiglio Roky Joe della Star Comics...è di qualche anno fa....ma è una storia meravigliosa!

    RispondiElimina
  18. mi annovero tra quelli (pochi) a cui è piaciuto, e tutto sommato ha un buon ricordo, di VGA. lo lessi 17enne (classe '79) ed è uno dei pochi manga di katsura che apprezzo. al contrario detesto "present ftom lemon" e anche dna2, comincia benino ma si perde maledettamente nella seconda parte e nel finale. comunque oltre i sederi di katsura, ho sempre apprezzato le altre "morbidezze"...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails