martedì 7 ottobre 2014

52

Transformers MP-20 Wheeljack, la recensione

Wheeljack Transformers MP-20 recensione
L'ultima uscita della perigliosissima (per le postepay della gente) linea Transformers Masterpiece è il glorioso Wheeljack (nome vintaggio: Saetta), lo scienziato dei Transformers G1. Però uno scienziato sportivo, ché si trasformava in una altrettanto gloriosa Lancia Stratos da rally. E allora, com'è questa action figure? Quanto picchia?

Prima di tutto, due cose. La prima è che la Lancia Stratos è per te l'auto più bella mai prodotta dall'uomo. La seconda è che nei nostri ricordi tendiamo spesso a migliorare le cose, perciò è facile che Wheeljack, il primo Transformers ad apparire nel cartone (uscendo da un tombino) , lo si ricordi così:
 e invece era così:
Un po' mimmo e con le orecchie luminose. Ora, saranno riusciti a renderlo figo in questa sua nuova vita di plastica, pur non allontanandosi troppo dal design originale? La risposta è "Sì, cacchiarola".
Questo è l'interno della scatola, con pistola e cannone, istruzioni e card collezionabile.
La Stratos HF, nella sua livrea da ammazzarally, è semplicemente fantastica. Come per gli altri Masterpiece su cui hai avuto modo di mettere le manacce, il veicolo è solido, compatto.
A un occhio distratto potrebbe sembrare un normale modellino, tanto che a un certo punto dispiace sia tutta plastica e non metallo.
 Dice: ma non manca qualcosa?
Sì, gli specchietti, che per qualche ragione sono inseriti a parte nella confezione e vanno agganciati. Nella scatola ce ne sono due coppie, nel caso in cui se ne dovesse perdere qualcuno. E ora, trasformazione!

Premete play.
La trasformazione (qui appena iniziata, con la Stratos in modalità Supercar Gattiger) è come al solito all'inizio un po' complicata per chiunque non abbia una laurea con lode in ingegneria. Ma un quarto d'ora e un paio di Macomediavolosigiraquestaparte più tardi, vualà:
L'aspetto è flippotrippissimo, ricorda quello del cartone ma è molto meno mimmo, e gli snodi sono ottimi, soprattutto per quanto riguarda gambe e bacino. Tutte le parti si incastrano bene, dando solidità al pupazzino. Quelle due alette durante la trasformazione ti hanno fatto dannare, finché non hai capito che oltre a ruotarle era possibile anche alzarle o abbassarle. Un altro po' di foto:
Lo sculpt del volto ti piace molto, si perdoni la rima. È il vecchio Saetta, ma è un Saetta sufficientemente badassico. Da quando è uscito questo Masterpiece MP-20, molti appassionati hanno visto un omaggio al pupazzino originale...
...nella nuca di Wheeljack,
che sarebbe identica al volto dell'inquietantemente tozzo robottino vintaggio. Giudicate voi.
Gli accessori sono la pistola e il cannone da spalla,
quest'ultimo agganciabile anche sul veicolo, come vediamo in questa foto promozionale, ché ti sei dimenticato di scattarla e ti scocciava ritrasformare apposta il robottino nella Stratos, oh.
Per quanto ti riguarda, un gran bel pezzo. E dal pezzo, giocando al Bersaglio della settimana enigmistica, arriviamo al prezzo: quanto costa? Abbastanza. Te l'hai trovato per puro coolo due settimane fa da un venditore nippo sulla baia a meno di cinquanta carte. Comprandolo dai soliti pusher italiani di pupazzame giapponese si parte dalle 60 in su. Se siete interessati, tenete d'occhio le aste sulla baia dei venditori asiatici.
(sì, si chiama Sbirreggia...)

GLI ALTRI POST SUI TRANSFORMERS
LE ALTRE RECENSIONI DI ACTION FIGURE

52 commenti:

  1. Primo? Incredibbileee..

    Tanta tanta roba, già la Stratos è un'auto mitica di suo, figuriamoci trasformabile; è un'attentato al portafoglio, mannaggia Doc!

    RispondiElimina
  2. bellissimo, non uno dei miei transformers preferito ma veramente bello

    ma cercarli nel intrawebnet basta masterpiece o devo cercare una linea in particolare? giusto per far venire la cagarella al mio portafogli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e cmq adesso vogliamo il nome del venditore, sia mai che ci scappa l'affare anche per noi plebei asd

      Elimina
  3. e qui io piango tanto...
    perchè la Lancia ormai non esiste più.... ma la memoria non ce la possono asportare...
    e finalmente lo sponsor è Alitalia e non "alitalla"....

    RispondiElimina
  4. Ed eccolo lì a gestodelminolleggiare :)

    RispondiElimina
  5. Bellissimo, stupendo, fantastico, ultranostalgia galoppante ! Sono riusciti a renderlo davvero molto simile al cartone G1.
    C'è un nuovo gallo nel Pupazzoverso :D

    In certi casi avere internet e una carta di credito può rivelarsi moooolto pericoloso per la sopravvivenza.

    RispondiElimina
  6. Il mio è in viaggio dal sole levante fino a noi. Aspettavo questa recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mio partirà assieme a maggiolino ;)

      Elimina
    2. Ma Exhaust, la versione Decepticon di Wheeljack in uscita nell'anno nuovo (MP-23)? Ricordo male o era un Diaclone?

      Elimina
    3. Maggiolino stupendo!!! Perché mi devo dare una regolata se no lo prendevo. Gli aiutanti di Soundwave li hai poi visti a quanto li vendono nella versione KO.

      Un domanda su Maggiolino: cos'è quell'orrore che ti vendono insieme, sembra una specie di tuta da combattimento per l'amico umano ma io non la ricordo minimamente.

      Elimina
    4. Sarebbe la tuta spaziale trasformabile di Spike e/o del figlio di Spike, nella serie in cui Commander cede (T_T) la matrice a Captain/Rodimus Prime

      Elimina
    5. Per i KO delle cassette ti ho già risposto, a parte ratbat li trovi tutti ma stai sul 20ino basta che cerchi su ebay MP 15 e MP 16 KO.

      Exhaust è un diaclone recolor del wheeljack che sarebbe stato, nella serie non si vede, lo hanno fatto per riciclare lo stampo: basta mettergli lo schema colori marlboro e cambiare testa et voilà....e figurati se takara se lo faceva scappare ;).

      La roba dentro la scatola di maggiolino MP è la Exo-Suit vista nel film dei trasformer, una tuta (inutile) indossata da spike e suo figlio daniel che consente di trasformarsi in una macchinetta.
      La hanno aggiunta per mantenere il prezzo di maggiolino sopra i 10 euro LOL :D

      Elimina
  7. Dimenticavo, fare la trasformazioni dei masterpiece è un mix di sanguefreddo e master cum laude al MIT. Quando ho trasformato Soundwave in stereo e poi di nuovo in robot faceva dei sonori crack ad ogni articolazione che piegavo e per piegare queste maledette articolazioni la pressione da applicare non era poca. Quante volte ho esclamato "mo l'ho rotto".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lol ma hai pure una valk, quella allora che hai fatto :D?

      Elimina
  8. Dài, con Saetta si vince facile. Cacchio, una macchina italiana, con sopra i colori dell'Italia, che diventa un genio mezzo sciroccato con la testa che ricorda Jeeg, che quando parla gli si illuminano le recchie e che nei ritagli di tempo ha costruito i Dinobot? Chiedere scusa, chinare lo sguardo e cedere umilmente il passo. Tanto più che il modellino è FANTASTICO, modesta opinione di uno che ha la fissa dei TF fa circa trent"anni...

    Ah, vuoi vedere Wheeljack che fa il cosplayer di Hulk Hogan? Prova a rimuovere la placca davanti alla bocca svitando la vitina dietro la testa e sappimi dire ;)

    RispondiElimina
  9. Mi sento costretto a dire una cosa da precisino della fungia: Saetta non è una Stratos da rally (con quell'altezza da terra si ribalterebbe in un tripudio di micette e raudi), ma l'ancor più spaccaculi versione da gare di durata (Le Mans, per intenderci, anche se credo non abbia mai corso con la livrea Alitalia lì): http://lh6.ggpht.com/_NCTKUEHu-jQ/Rzses_IjgKI/AAAAAAAAC-I/Sgoc3wDMSso/Lancia+Stratos+Turbo+Gr.+5,.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione, mi hai tolto un bel dubbio. Ma questa Stratos 539 l'ha guidata anche il Drago Munari o non c'entra nulla?

      Elimina
    2. E' esattamente la sua :)

      Fra l'altro di Saetta un mio amico ne aveva una versione in metallo (si parla del '91 o giù di lì) di una bellezza IRREALE, quanto cazzo gliela invidiavo...

      Elimina
    3. Bravo, infatti non mi tornava per nulla con la versione Rally, invece con quella da pista Gruppo 5 è perfetta.

      Elimina
    4. Scusa, Doc....ma quando si tratta di Lancia, mi scatta la fungia a precisione.....
      La Lancia Stratos Turbo Gruppo 5, preparata dalla Lancia per il mondiale Gr. 5 "Silhouettes", nacque in livrea Marlboro, poi nel 1975 in livrea Alitalia corse il Giro d'Italia e negli ultimi anni passò alla livrea OlioFiat - Pirelli nera/arancione...

      Ovviamente furono sempre classificate come "prototipi" e non corsero mai nelle prove del Mondiale Rally, in cui gareggiavano le HF ufficiali aspirate di Gruppo 4, con le consuete livree Marlboro (74) Alitalia (75-77) e Pirelli - OlioFiat (78), guidate da Munari, Pinto, Valdegaard, Andruet, Darniche, Ballestrieri etc etc

      ....il bello è che la Stratos, che già nel 1977 venne usata più di rado, comunque trionfando per la terza volta a Montecarlo con Munari, vinse innumerevoli prove dell'europeo, ancora il Sanremo nel 1978 con Markku Alen e - ormai nelle mani dei soli privati - ben tre rally mondiali nel 1979 (Montecarlo e Corsica con Darniche, del le Stratos blu a cerchioni giallli del team francese "Chardonnet", elaborate da Maglioli e Sanremo con la privatissima tratos di Tony Fassina, davanti ad un nugolo di 131 e Ford).

      Il canto del cigno fu nel 1981, al Tour de Corse, quando già correvano l'Audi Quattro, la Renault 5 Turbo, l'Opel Ascona 400... ancora Darniche arrivò davanti a tutti....vincendo l'ultima gara della Stratos, trionfando addirittura dopo l'ultimo successo della vettira che l'aveva sostituita, la Fiat 131 (per l'ultima volta prima, qualche mese prima in Portogallo)

      Per tornare ai prototipi, le prime Turbo a 12 valvole corsero già nel 1973-74 al Tour de France ed alla Targa Florio, guidate da Munari, Larrousse, Ballestrieri....poi furono condotte al giro d'Italia ancora da Munari, da Pianta da Facetti, Alen...

      Chiedo ancora Scusa per la PDF, ma è questione di cuore....

      Elimina
    5. Reparto Corse Lancia... per farsi un'idea....

      https://www.facebook.com/pages/Reparto-Corse-Lancia/364829370297799

      Elimina
  10. Savasandir (scritto in burbero, appositamente), è ovviamente più bello "Sbirreggia".
    Ma, la domanda trasuda by herself, quella posizione da Zucchero che canta Un'overdose d'amore all'inizio, con panza in fuori, un po' caracollante all'indietro, è necessaria per farlo stare in equilibrio? Nel senso, ha una posizione precisissima, tipo Grimlock Takara, altrimenti sviene a terra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, nelle foto è venuto così, ma come ho scritto è molto posabile e i piedi sono stabili.

      Elimina
  11. L'unica cosa che mi dispiace è di non essere risuscito a trovare un modello 3D decente da papercraftare... :(

    RispondiElimina
  12. No, vabbè, che nostaligia!!! Certo che la LANCIA era proprio al top! :P

    RispondiElimina
  13. Il mio ê arrivato da Hong Kong giusto ieri! Bellissima rece Doc, d'accordissimo su tutto ^_^

    RispondiElimina
  14. Giusto l'altro giorno parlavo con un mio carissimo amico, il quale mi confidava la scimmiazza potente che stava montando per la serie MP... Per dare il colpo di grazia gli giro subito la tua rece... :D Parlando del modellino, hanno fatto davvero un ottimo lavoro, Saetta è sempre stato uno dei miei preferiti, quindi c'è un pò di bruschetta nell'occhio nel vedere questa rivisitazione che conserva l'anima vintaggia attualizzandolo quel tanto che basta per non renderlo buffo... Le scenette con gli altri personaggi di casa Manhattan sono sempre spassosissime!

    RispondiElimina
  15. Peccato non abbiano mai utlizzato la gloriosa Fulvia Hf Montecarlo.... Sarebbe stata un Autobot da Sballo. In ogni caso : Fantameraviglioso

    RispondiElimina
  16. Non provo mai il brivido dell'acquisto compulsivo per il pupazzame, ma questa volta si rischia enormemente...

    RispondiElimina
  17. Mitico Saetta!!! Da piccolo avevo il modellino vintaggio, è stato il mio primo Transformer... Piango...

    RispondiElimina
  18. OT: Doc ma lo hai mai fatto un posto su nonno Ugo e la città del mobile Rossetti???????? Più anni 80 di così!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non era roba che andava sulle reti nazionali, vero? Tipo un Aiazzone? Una versione geograficamente diversolocalizzata di Concetta Mobili?

      Elimina
    2. Nonno Ugo era un mito incontrastato nell'agro romano :D

      Elimina
    3. Ecco qua:
      https://www.youtube.com/watch?v=gOpZDC9TUgg

      Elimina
  19. dhe hi ho... il fumettino di ridere mi ha fatto cappottare.

    RispondiElimina
  20. Pantera e Saetta sono stati i primi TF in assoluto su cui ho mai messo le mani. Ce li regalo un sant'Antonio di taaaaanti anni fa una mia zia, no a me e uno ad un cugino omonimo. Il mio era Pantera (ma Sbirreggia non è male), mentre il mimmo di mio cugino si becco Saetta.
    Certo non me lo ricordavo cosi .... sarà la memoria che fa cilecca.

    RispondiElimina
  21. Petizione per la promozione immediata a membro degli AVENGIA!

    RispondiElimina
  22. Doc, 2 dritte/curiosità.

    se sviti la maschera di Saetta (la vite sulla nuca), sotto la maschera il nostro scienziato preferito ha... la bocca e il pizzetto XD

    alcuni, dato che i dettagli delle anche sono più ricchi nel retro che nel davanti, hanno modificato il bacino invertendo gli snodi, non so se te la senti.

    Saetta è indubbiamente nella mia top three insieme a Commander e Memor, però a malincuore ho rinunciato a comprarmi i master piece che sennò davvero esco di casa, ma conservo con affetto il saetta vintage.
    Coi preorder nei siti giusti veniva abbastanza economica.

    RispondiElimina
  23. Scusa Doc, non so dirti molto perché ero piccolo, ma mi ricordo chiaramente che la prima serie italiana dei transformer GIG aveva una stratos inizialmente diversa e, secondo me, molto più cool. E' durata poco: l'avevo chiesta come regalo, ma qualche mese dopo già non si trovava più, e si trovava solo questo nuovo Saetta, uguale a quello della serie TV, ma che nella versione giocattolo era davvero il robot più sfigato e dall'estetica peggiore, come si vede nella tua foto. Me lo ricordo bene perché avevo mandato mia mamma al negozio a chiedere se si poteva avere il modellino in versione vecchia ma con la testa del nuovo (che in effetti era l'unica parte che trovavo migliore!)
    A proposito, ho faticato parecchio, ma alla fine sono riuscito a trovare un indizio fotografico qui http://goo.gl/oh9e3o
    Che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe essere la variante del Wheeljack Diaclone con la livrea Marlboro e la testa differente.
      Qui una galleria:

      http://www.tfu.info/issue03/Marborojack/index.htm

      Onestamente non ricordavo fosse stato distribuito anche in Italia.
      Se ti può interessare, è in uscita nella linea Masterpiece con il nome di Exhaust.

      Elimina
    2. Scusa ma non mi pare proprio: quello che hai indicato tu è praticamente lo stesso modello del saetta ufficiale, solo con la testa un po' diversa e altri colori. Quello che indicavo io era sempre una stratos alitalia, ma con trasformazione totalmente diversa, come si vede al n° 10 della foto che ho linkato!
      In un forum in lingua inglese di collezionisti (che non ho salvato) ho letto una possibile spiegazione: secondo un tale quella non sarebbe una foto, ma un dipinto fotorealistico fatto in fase di prototipazione e in realtà mai prodotto... Non so, come spiegazione non mi convince: all'epoca la differenza tra foto e illustrazioni era più che evidente (anche solo per lo stile carico di effetti che andava di moda, con tutte le varie tecniche da aerografo) e quelle che ho linkato mi sembrano inequivocabilmente foto di modellini. Semmai potrebbe essere la foto di un modellino prototipo mai entrato in serie, ma mi pare comunque un po' strano: lanci una serie di giocatoli fatta da soli 12 pezzi, fai un marketing tale che siano venduti ovunque e dovrei pensare che almeno uno di questi non è mai stato prodotto? Boh, mi suona male.

      Elimina
    3. Le versioni della Diaclone C-18 effettivamente prodotte furono tre. Quello che conosciamo come Saetta, la sua versione in livrea Marlboro e testa remoldata e in infine una "di mezzo" con testa classica e livrea rossa.
      Tutte e tre si basano sullo stesso modellino. Non sono a conoscenza di ulteriori versioni. Quello del catalogo che hai linkato tu è con tutta probabilità un prototipo. Non sarebbe la prima volta che siano stati inseriti in catalogo modellini mai entrati in produzione. Sei sicuro di averlo visto dal vivo?

      Elimina
    4. Mai visto, infatti, credo tu abbia ragione sul fatto che fosse un prototipo.
      Questo post del Doc mi ha provocato un flashback notevole! Volevo solo sapere se qualcun altro ricordasse questo fatto. Comunque il catalogo in foto è il foglietto che si trovava dentro alle confezioni della prima serie gig, quella con la scritta rossa su sfondo giallo "TRASFORMER" per intenderci!
      Saluti e grazie :)

      Elimina
  24. Lo preferisco in versione macchina! Davvero bello.

    RispondiElimina
  25. lo aspetto dalla terra del sol levante...speriamo arrivi.

    RispondiElimina
  26. Ottimo acquisto, tanto più se la versione vecchia rimane decisamente brutta, pare Ram-Man dei Masters...

    RispondiElimina
  27. e piega in su le portiere/alette di Sbirreggia! XD

    RispondiElimina
  28. Come ho fatto a mancare questo post meraviglioso?
    Vabbè... colgo comunque l'occasione per fare il PDF: in realtà il nostro Wheeljack si trasforma non in una Stratos da Rally ma in una Stratos Turbo appositamente preparata per gare su strada Group 5 (categoria Sports 5)
    Agevolo diapositiva:

    https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/ac/Lancia_Stratos_Turbo.jpg

    Da notare il numero di gara sulla portiera, che è proprio quello! :D
    Tra l'altro, è riconoscibile anche l'ingrombrante spoiler anteriore che la versione Rally più famosa non aveva.
    La livrea Alitalia invece è sempre quella, e in effetti può trarre in confusione... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo mai visto la Stratos con quegli spoiler, stavo iniziando a pensare che i progettisti del diaclone/transformer se li fossero inventati, comunque hanno scelto bene, io preferisco questa versione a quella "liscia".

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails