martedì 8 aprile 2014

54

Game of Thrones S04E01, il riassuntone

Game of Thrones Trono di Spade Stagione 4
I riassuntoni degli episodi di Game of Thrones / Il Trono di Spade sono un'altra di quelle robe nate praticamente per caso qui sull'Antro che poi hanno preso a calci l'Internet, perciò, ora che è partita negli USA la quarta stagione, eccoci al riassuntone del suo primo episodio, "Two Swords" (pr: tuu soordz). Niente spoiler dai libri, promé, andate Brooklyn [...]
Dopo il riassuntone delle puntate precedenti, con una parata di morti ammazzati come neanche nella filmografia intera di Sean Bean, l'episodio 1 della quarta stagione di Game of Thrones parte dal campionissimo dell'ultimo torneo di STACCE™, Tywin Lannister, che ha portato al comprooro sotto casa uno spadone per rivenderselo. Ce l'avevano regalato alla prima comunione e non l'aveva mai usato La spadona da +40 di forza e +35 destrezza di Ned Stark. Fan-fan-farafanfàn-farafanfàn, sigla.
Dalla spadona di Stark, Tywin Lannister ha fatto forgiare due spade gemelle tipo quelle di He-Man e Skeletor, tutte d'oro zucchino e acciaio di Valyria con fondo inox 18/10, per ammazzare la gente subito e con pochi grassi. Una gliela rifila al figlio, Jaime Lannister, lo sterminatore di re, un ragazzo alla man… in gamba. Ma, papà, e l'altra spada?, chiede Jaime.
Mo' non t'allargare, gli risponde il genitore, talmente un uomo severo e tutto d'un pezzo che a Tombola prendeva sia il tabellone che tutte le cartelle. E vinceva tutto lui, riuscendo pure a fare il primo ambo quando era uscito un solo numero. E quando Jaime insiste sul fatto di voler tornare nella Guardia Reale, il padre gli fa un'altra di quelle facce da Cliff Robinson, ché vuole spedirlo a Castel Granito/ Castelry Rock a badare agli affari di famiglia. Ma quello non sembra voler capire,
e allora il campionissimo piazza il suo tiro da 70 metri sotto l'incrocio dei pali.
Intanto Tyrion, che ha sempre un naso di troppo, è in compagnia del p0rnodivo Poddrick e di Bronn, di ritorno da un allenamento della Roma a Trigoria.
Bronn la butta subito sul filosofico,
ma il trio è lì per ricevere il signore di Dorne, il capofamiglia dei Martell, che non sono proprio in rapporti da amicici con i Lannister. E così ad accoglierlo gli amabili parenti di Tyrion c'hanno mandato lui. Hai visto mai. Nano, nano, l'hai nell'an... pensaci tu.
Così arrivano i tipi di Dorne, preceduti dagli stendardi dei vari alfieri. Casa Dalt di Bosco dei Limoni, Casa Blackmont, Manwoody di Tomba del Re, eccetera eccetera. Pod li riconosce subito tutti, che prima di dedicarsi all'orizzontalizzazione di qualsiasi donna nel raggio di duecento chilometri faceva da rEgazzino l'album panini delle casate.
Ma in mezzo ai cosplayer di Sandokan mancano proprio i Martell, che non sono venuti. Nisba, nessuno. 
Manco il cugino Rick. Tyrion capisce subito che le cose buttano male, tipo i vertici di Forza Italia entro i 500 metri da una questura,
e infatti il capofila dei vassalli, Lele Adani, gli conferma che il Principe Martell è rimasto a Lancia del Sole/Sunspear perché non sta bene, manda il certificato. Al suo posto, però, ha inviato suo fratello, il principe Oberyn Martell, che è già arrivato per cazzi suoi, ha preso un volo low cost.
Il principe Oberyn è uno, scopriamo dalle parole di Tyrion, che ci dà dentro di brutto, tanto da guadagnarsi soprannomi come il Trapano di Dorne e lo Stantuffo di Lancia del Sole, e infatti lo troviamo nel bordello di Ditocorto a cercare mercanzia per una roba a tre con quella lussuriosa di sua moglie, Ellaria Sand.
Le famiglie, a Dorne, hanno come modello di riferimento i p0rnazzi con Siffredi, dice. Seguono le prime tette, le prime chiappe e il primo nudo full frontal della stagione, ma ci sono voluti questa volta ben 12 minuti. Si vede che per questa season gli autori vogliono puntare tutto sui contenuti. Bella topa la rossa contorsionista alla Tognazzi, comunque.
Ah, dimenticavi: nel pacchetto, i signori Martell ci vogliono buttare anche il magnaccia al servizio di Ditocorto, una coperta in pura lana merino, una mountain bike con cambio shimano e un motorino della tomos. E Oberyn Martell è chiaramente il figlio segreto di Burt Reynolds.
Ma a rovinare la festicciola dell'ammucchio disordinato ci pensa un altro cliente della casa poco aperta, un tirapiedi dei Lannister vestito come quelli della municipale che si occupano della differenziata. Lo stolto sta cantando la canzoncina delle Piogge di Castamere, quella che se te la cantano a un matrimonio in genere poi non ricevi molti soldi nelle buste, pare. Tale allegra canzoncina sta molto sul pazzo anche a quelli di Dorne, in quanto canzoncina di quei fot*uti Lannister di melma. Ma c'è una cosa che ai dorniani sta più sul pazzo delle canzoncine dei Lannister: i Lannister.
Soprattutto quelli che non sono esattamente dei campioni di bon ton.
E Oberyn Martell, oltre a quegli altri soprannomi lì, né ha anche un altro. Perché, come stanno per scoprire quei due poveri stronzi, è un tizio superbadassico.
Ma i due stronzi se la cavano con un mano bucata, un po' perché terrorizzati da Oberyn, un po' perché arriva Tyrion.
Una bella limonata con la moglie, ed è tuttappò. Questa gente meridionale, sempre a ballare e a far figli, poi dice che non c'è lavoro.
Tyrion e Oberyn vanno a fare due passi e legano subito. Tutti e due secondogeniti, tutti e due con un nome con dentro la Y. Ma poi il discorso si fa triste, perché Oberyn ricorda la fine fatta da Elia. Che era sua sorella, nonostante avesse un nome da uomo e un paio di baffi.
Perché questa cosa che i Lannister gli hanno massacrato sorella e nipoti, Oberyn e i suoi non l'hanno mai presa particolarmente bene.
Gente permalosa. Eghe.
Intanto, a Fantasilandia, la nana ciglioparrucca sogna il suo trionfale ritorno a casa il ventordici di quaglio del duemilaequindi, in un tripudio di bandiere con su scritto #credici.
E cucci cucci, bravo cagnolone, non ti mangiare però più le ciabatte o ti picchio col giornale arrotolato. Solo che poi gli altri due draghi portano una pecora, e cucci cucci una cippa, ché quello nero un altro po' e alla nana ciglioparrucca se la magna.
Sono draghi, Khaleese, non possono essere domati, le ricorda quel frantumaroni gelosone e campione dell'ovvio di Sir Jorah. E grazie al gigante Ciccio, gli risponde lei, scocciata. Prego, urla da Asgard il gigante Ciccio.
Poi Daenerys passa in rassegna i suoi immacolati, l'esercito di cloni, ma resta turbata perché non vede il suo amore, il giostraio dell'Est Daario Naharis.
Tutti, al suo passaggio, la chiamano intanto Mhysa!, Mhysa!, che ancora non si è ben capito se voglia dire Madre! Madre! oppure Mignottone! Mignottone!,
e Daario è lì, impegnato in una gara di stupidera con Verme Grigio.
Solo che, nuoooo, Daario ha cambiato faccia, tipo Franz dei Ragazzi del Muretto. Maledetti recasting. Ora non sembra più un giostraio dell'Est, ma tipo un hipster di San Francisco. Si vede che la giostra gli ha chiuso. Ti han bruciato il soprannome, boicottiamo il telefilm, basta.
Intanto, da una serie di sguardi, capiamo che a Verme Grigio piace Missandei, l'interprete HBOizzata da ragazzina del libro a tizia perata del serial. Solo che Verme Grigio è, uh, fisicamente svantaggiato, e allora Daario se ne approfitta per calciare il suo rigore a porta vuota.

Intanto, ad Approdo del Re, miss felicità Boy Georgia Sansa continua a godersi alla stragrandissima il suo matrimonio con Tyrion, 
poi si mette a cantare Do you really want to hurt me,
ché pure lei c'è rimasta male per quel fatto che c'hanno sterminato l'altra metà della famiglia. Oh, non si può manco più fare gli scherzoni ai matrimoni. Echecacchio.
Va detto che dall'inizio della puntata tutti raccontano a Tyrion dei loro casini in famiglia, ma anche lui come parenti non è che stia messo benissimo, ché qui sembra una puntata di Beautiful superviulenta.
Quella nobildonna di Shae cerca di ricorrere alla sua fine arte, uh, oratoria per farlo rilassare, ma stavolta non funziona. Sapete come sono i nani quando s'incacchiano, no? Ve li ricordate i calzini del giudice? Ecco.
Meanwhile, Jaime si sta facendo attaccare sul moncherino una mano d'oro, con l'unico scopo di poter prendere a cinquine più forti in faccia suo nipot… suo figl… Joffrey, insomma. L'idea è di quell'avvinazzata di Cersei, che apprezza molto il risultato.
Moltissimo. Ah, perdonate il disco rotto, ma anche Cersei non è contenta di come le stiano andando le cose in famiglia. Il fatto che suo figlio debba sposare quella tizia di Alto Giardino
 e quell'altro particolare lì.
E cin cin. Alla salute di Ventù.
Nel freddo nord, la povera Ygritte sta ancora aspettando che quello stronzo ignorante di Jon Snow torni, ché è andato a comprare le sigarette ormai una settimana fa. Quand'uno è bastardo. Appunto.
Ma la banda di bruti di Ygritte viene raggiunta da Tormund veleno dei giganti e gli altri Thenn, che sono dei tizi alti e calvi e tutti sfregiati, con l'acne a tunnel, che sembrano usciti da un altro finto sequel di 300.
Diciamo che tra Ygritte e Michael Stipe, lì, non è subito l'ammmore.
Ah, i Thenn adorano tutto quello che sa di pollo. Tranne il pollo.
Al Castello Nero dei Guardiani della Notte, intanto, Jon Snow l'analfabeta sta facendo i conti - daje - pure lui coi drammoni familiari. La morte di Robb, i tre buchi rimediati nel sedere come cicciobombo cannoniere per le frecce di Ygritte, quella storiaccia dell'eruzione del Vesuvio.
Poco dopo, viene celebrato il processo per Jon, per quel fatto che è finito in mezzo ai bruti dopo aver accoppato Qorin il monco, ma il figlio illegittimo di padre noto e madre ignota, un record vivente, se la cava tirando in ballo la macchina del fango, la gogna mediatica e quelle altre meenchiate che vengono sempre buone.
Poi, visto che quelli continuano a rinfacciargli che se l'è fatta con i Bruti/Wildling, risponde che sì, ha mangiato con i bruti, ha scalato la barriera con i bruti e a una bruta l'ha conosciuta in senso biblico e forse pure scintoista. Ma lì Jon si ferma per rispetto, ché quei tizi una donna non la vedono da una vita.
Soprattutto Aemon Targaryen, che è cieco /risateregistrate È un attimo che quello si mette a fare pensieri sconci sulle sorelle.
 Poi niente, partono anche lì le eliminatorie del torneo di STACCE™,
 ma è una particella di ragazzi. Dilettanti.
Ad Approdo del Re/Santorini, Olenna la regina di spine dice intanto alla nipote Margaery Tyrell che deve scegliere una collana più fine per il suo matrimonio, visto che "sarà una regina e non una vacca".
Al che la nipote resta un attimo perplessa, convinta di aver sbagliato tutto nella vita.
Ma arriva la povera Brienne di Tarth, assolutamente a disagio senza la sua armatura da guerriera,
in un abitino che la rende femminile quanto un Massimo Palanca vintaggio.
Brienne racconta a Margaery, la reginetta del cleavage troppo schiacciato, che il suo precedente marito l'ha aggiso uno spettro oscuro di Dark Souls. Quei tizi cagapazzo che ti invadono per i patti, quelle robe lì. Ma a Margaery, un altro dei nomi meravigliosi di questo cacchio di telefilm che ogni volta devi copincollarlo per paura di perderti per strada qualche vocale, poco importa, ché ora c'è da pensare a quel buontempone di Joffrey. Già, il sadico mentecatto! Come abbiamo fatto a dimenticarci di lui? Che diavolo starà facendo?
Ma no, niente, il solito. Si pavoneggia, con addosso i vestiti fatti con i cuscinetti damascati da divano delle catananne e l'espressione da povero disperato che sembra nato da due consanguin… Normale. L'espressione normale. Parentesi: riuscite a immaginare un giovane re più odioso di Joffrey? No?
Beh, ora sì. Andiamo avanti.
L'attenzione a brevissimo termine di Joffrey viene catturata dal grande libro degli scout della Guardia Reale, con le imprese della Spada dell'alba e di tutti gli altri tizi che hanno fatto parte della cumpa.
Solo che poi arriva alla pagina di Jaime e inizia a sfotterlo perché è tipo il curriculum del Trota. E Jaime quella mano d'oro gliela vorrebbe far ingoiare, gliela vorrebbe. Ma non dalla bocca.
Dall'altra parte di Santorini, dove evidentemente hanno girato tre quarti delle scene in esterni delle ultime due stagioni, la nana ciglioparrucca e Missandei delle Spice Girls parlano del più e del mentos, finché non si intromette il supplente di Daario, che d'ora in poi chiameremo perciò Il Suupplente™.
Segue celebre successo stracciamaroni di Michele Zarrillo.
In buona sostanza, ce n'è. E Sir Jorah muto.
Ma a rovinare il momento malizia profumo d'intesa c'è questo spiacevole dettaglio dei rEgazzini crocifissi sulla strada per Meereen. Gli schiavisti a capo della città hanno avuto infatti questa FELICE pensata di far incazzare una donna alla guida di un fot*uto esercito e di TRE draghi. Facendo l'unica cosa che possa spingerla davvero a prenderli tutti a calci nel sedere a due a due finché non diventano dispari. Dei geni.
Brienne è stata raggiunta intanto (a quanti intanto siamo arrivati? Parecchi) da Jaime, avvolto in una giacchetta di pelle da giuvinotto alla moda, e i due parlano delle sorelle Stark.
Poco dopo, la prima delle due, Sansa Boy Georgia, fa amicizia con Ser Dontos, l'ex cavaliere trasformato in giullare perché ubriacone con la faccia da dipendente delle poste alcolizzato. L'ubriacone si sente in debito con Sansa perché gli ha salvato la vita, e così le dona una preziosissima collana uscita dall'uovo di pasqua economico del discount.
Ma tanto basta, a Sansa, per renderla per un istante felice:

L'altra Stark, Arya l'aspirante ninja scalciaculi, è ancora in giro col Mastino. In cerca di cibo, i due avvistano degli uomini in una taverna. Solo che quei tizi non sono dei tizi qualsiasi. Sono Polliver e gli altri stronzi che hanno accoppato Lommy Maniverdi e portato Aria ad Harrenhall. Rubandole pure la spadina, Ago.
E non si fanno girare le balle a un'aspirante ninja scalciaculi. Nossignore. 
Polliver ricchie a copino cerca di convincere il Mastino ad unirsi alla sua allegra banda di stupratorisaccheggiatori in nome del Re,
ma il Mastino non è più esattamente un grande fan della monarchia. Dice, vabbè, ma qui Polliver capisce e sta zitto, no?
No. Se no è finita che sono una banda di poveri incoolacapre.
Segue scena da film di Bud Spencer. Solo che qui, finita la birra, assieme ai cazzottoni voleranno denti, occhi e, uh, organi genitali.
La scena della spada infilata dritta negli zebedei, nel vedere la quale, tutto il pubblico maschile a casa ha stretto i denti e aspirato forte-fortissimo.
Poi sale in cattedra la giovane scalciaculi, che azzoppa Polliver e gli fa QUELLA domanda. La stessa che il bastardo aveva rivolto al povero Lommy prima di aggiderlo a sangue freddo.
E ciao, ricchie a coppino, ciao. Nella prossima vita, vedi di non far girare i cojones alla persona sbagliata.
Ci fosse stata Arya Stark al posto di quell'imbracchiata della nana ciglioparrucca, a quest'ora avrebbe riconquistato tutta Westeros e preso Tywin Lannister a cinquine così forti da farlo diventare Tylose Lannister.

Appuntamento a martedì prossimo per il nuovo riassuntone. Se questo vi è piaciuto, fate il vostro dovere e fatelo girare su tutti i socialcosi, ché anche questa settimana ci tocca sfondare l'Interweb.

54 commenti:

  1. Arya è diventata il personaggio più spaccacoooli di tutti, ed è ancora minorenne (almeno credo, che qua ormai attori 40enni interpretano liceali e non se ne accorge nessuno).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi pare - ma non ricordo al 100% - che nei libri abbia ancora sugli 11/12 anni...

      Elimina
  2. Mettersi contro Arya equivale a firmare la propria condanna a morte. Se nei libri aveva già un tasso di badassitudine elevato, qua invece...

    RispondiElimina
  3. all'inizio, mentre vedevo la scena della forgiatura, pensavo a questo: https://www.youtube.com/watch?v=7ESI5gHPJDs

    RispondiElimina
  4. Ma ser Dontos è Lillo di Lillo e Greg.

    RispondiElimina
  5. Da tywin a tylose. La tizia della biblioteca mi ha cambiato per le risate malcelate!

    RispondiElimina
  6. Non per fare il PDF :P, ma la spada che viene fusa all'inizio dovrebbe essere quella di Eddard (e cioè Ghiaccio) e non di Robb.

    RispondiElimina
  7. Doc, la spada che Tywin porta al comprooro di fiducia è Ghiaccio, quella che aveva Ned Stark, non Rob. Rob aveva una normale longsword ad una mano +1 alla forza e -10 all'intelligenza.

    Bell'esordio, e Oberyn rulla come mi aspettavo, già compiendo una menomazione dopo nemmeno due minuti.

    Soltanto le parti con Dany sono rimaste lente, e pure quello me l'aspettavo, purtroppo.
    E meno male che non è comparso Bran!

    Il sorrisetto da serial killer di Arya non poteva chiudere meglio la puntata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in mezz'ora me l'hanno fatto notare già in trentordicento. Non so perché ho scritto Rob, peraltro con una b sola, visto che intendevo Ned. So' tutti sti cacchio di nomi. E tutte quelle Y. #Eghe.

      Elimina
    2. Figurati, Rob è così sfi*ato che non merita nemmeno che gli si scriva il nome correttamente XD

      Ora che ci penso, il forni(ca)tore biondo al bordello di ditocorto è lo stesso che infilzava Satomi Tyrell. Spero non diventi la versione maschile di Ros.

      Elimina
  8. Arya già da due stagioni è il mio personaggio preferito. Chi c'è lo doveva dire al povero Ned, che tra i suoi figli fatti qua e la', l'unica con un poco d'iniziativa era quella che secondo le menti aperte del nord, doveva stare a casa a fare la calzetta.

    RispondiElimina
  9. Oberyn Nymeros Martell è IL personaggio della quarta stagione per quanto mi riguarda.

    Voglio fortissimamente uno spin-off con lui che gira a fare il mercenario per il mondo, tromba femmine (e dicono anche uomini se non ha di meglio), scalcia culi e magari incontra Syrio Forell (ovviamente parliamo di avventure della giovinezza).

    Ah, il povero Ser Jorah, in uno stupendo Honest Trailer degli Screen Junkies, è stato appropriatamente rinominato Lord Friend Zone.
    Mai soprannome fu più azzeccato. :D

    Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me potrebbero fare una serie infinita buddy-movie stile Bud Spencer e Terence Hill con Oberyn e Syrio
      *____*

      Elimina
  10. Rotolo!
    Leggendo la tua recensione Doc, sembra tutta un'altra puntata! :-D

    "Tylose" vince (pun intended)

    Ci spiaceci per il giostraio defenestrato però. Speriamo che Il Suupplente™ sia all'altezza.

    Arya ormai potrebbe fare gli Avengers tutta da sola. Meno male, visto che nei libri era molto più badassica fino ad ora.

    In conclusione, l'episodio era carino ma niente più. Mi è sembrato un fillerone, dove hanno voluto tappare buchi lasciati scoperti nelle scorse stagioni. Speriamo sia solo passaggero e nei prossimi episodi scalcino più cooli... :-)

    RispondiElimina
  11. Volendo fare i PDF ancora un poco, il titolo dell'episodio sarebbe "Two Swords" e non "Two Soords"... Anche se la pronuncia è giusta.
    Grandissimo come al solito, Doc!

    RispondiElimina
  12. Non lo guardo, non l'ho mai guardato e non me ne frega una cippa di guardarlo, ma le recenzioni del Doc mi fanno spaccare uguale. :D

    RispondiElimina
  13. Aspettavo questa stagione da tempo immemore, peccato che prenderanno la seconda metà del terzo libro e parte del quarto.
    Spero inseriscano qualcosa del quinto libro, il mio preferito, dove tipo non mi sono mai annoiato, in confronto al quarto, dove mi addormentavo una pagina si e l'altra pure.

    Ma non siamo qui a parlare dei libri!

    Bella puntata, mi è piaciuta! L'intro pieno di feels con il recap delle precedenti stagioni, Oberyn è perfetto [anche se lo aspettavo con i capelli lunghi, mavabbècazzomene] e tutto il resto piano piano prenderà forma.
    In attesa dell'ottava puntata, con quel titolo lì che lascia fare...

    RispondiElimina
  14. Le battute sul giostraio dell'est erano qualcosa di esilarante. Mi mancheranno un bel po'.

    Prima puntata di riscaldamento (= in cui non succede niente di niente), ansioso di proseguire!

    RispondiElimina
  15. "Segue celebre successo stracciamaroni di Michele Zarrillo."
    Muoro.

    RispondiElimina
  16. Perlando in generale degli attori, il nuovo Daario mi sembra più simile al libro ed anche il principe Dorniano mi trasmette la giusta 'ignoranza', quindi bene, mi piacciono.
    Joffrey in compenso è ormai un ragazzone, ma ha sempre la stessa faccia da riempire di calci, bravo così. Pollice verso invece per Jamie Lannister che tutto sbarbatino e col nuovo taglio di capelli, subisce un -5 al carisma... ed infatti pure Cersei non gradisce e gli rifila la duina reale di picche. :-/

    Come storia, a parte i gradevoli momenti sui Dorniani, mi ha quasi commosso la scena in cui Tiwyn Lannister fa fondere la spada del fu Robb Stark e mi sono ovviamente esaltato per il pezzo finale col Mastino ed Arya che _finalmente_, dopo tonnellate di angherie subite, riesce ad ottenere un po' di vendetta.
    Situazioni invece più mosce per le vicende che si svolgono al di la del Mare Stretto, ma purtroppo da Mereen in poi, tutto quello che riguarda Daenerys per quanto mi riguarda è LA NOIA inframezzata qua e la da qualche sbuffo d'impazienza e quindi non mi aspetto grandi cose...

    Buona partenza comunque e finalmente regia che ci fa vedere dei campi lunghissimi degni di essere menzionati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh. Per me, ma l'ho già scritto in passato, TUTTO quello che riguarda la nana ciglioparrucca è noia molesta...

      Elimina
    2. Io ci aggiungerei anche le gitarelle lisergiche al nord di Masterbalster e dei ranocchi: anche due OO

      Elimina
    3. Mi sa tanto che tutta la stagione, per chi trovava Dany noiosa, sarà particolarmente lenta... Fortunatamente ci sono Oberyn ed Arya da quest'altra parte del Mare Stretto che dovrebbero tenere le cose vivaci.

      Elimina
  17. finalmente, essendomi messo in pari con i libri, posso leggere a mente serena la mia rubrica preferita dell'Antro, ovviamente dopo Gundamiana (a proposito, che fine ha fatto?), senza rischio di auto-spoiler come quello clamoroso delle nozze rosse (man mano che leggevo pensavo: 'devo fermarmi!', ma era più forte di me e andavo avanti).
    Grandissimo Mormont/Grillo parlante!
    Chi è invece il re peggiore di Joffrey? Non l'ho riconosciuto (anche se probabilmente avrei dovuto).
    Ecco finalmente spiegato lo scioglimento dei REM: la carriera d'attore di Stipe!

    RispondiElimina
  18. Grandissimo Doc... curiosità, ma giochi al fantagameofthrones anche tu oppure no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, no? Cusa l'è?
      (ho giocato però al gioco da tavolo)

      Elimina
  19. Il Daario di questa stagione, con quella faccia da buono e lo spirito da ecologista, non ha niente a che vedere col giostraio che si intrufola nella tenda della khaleesi con le teste degli ex sodali nella sacca, non ce lo vedo proprio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non è capace mica di mettere a posto le macchinine dell'autoscontro. Boicottiamo il telefilm.

      Elimina
    2. Anche i calcincoolo si sono hipsterizzati...

      Elimina
    3. A me piace,fisicamente è più simile al personaggio,vedremo se riuscirà ad avere gli atteggiamente da stronso del Daario cartaceo

      In ogni caso meglio lui del giostraio

      Elimina
  20. L'assenza di Rick Martel è paragonabile solo ai Tyrell sempre a giro a cavallo e mai con la macchina a 6 ruote che li ha resi famosi o ai Frey senza i capelli platinati e ingellati

    RispondiElimina
  21. Puntata,per essere solo introduttiva,niente male tutto sommato.E comunque la scena iniziale è stata qualcosa di superlativo.Con quella canzoncina di sottofondo e lo sguardo di Tywin,valeva come momento STACCE anche senza discorsi.Comunque doc,conosci per caso Black Sails?Una nuova serie-tv sui pirati,non male,non incredibile ma piacevole.Se apprezzi il genere dacci un'occhiata

    RispondiElimina
  22. esordisco da perfetto Precisino della Fungia: Ellaria Sand non è la moglie di Oberyn Martell ma solo la sua amante (paramour in originale), essendo lui nobile e lei bastarda

    RispondiElimina
  23. Ok...mi sono stufata di dirti che sei geniale,fantastico,simpaticissimo e che mi fai morir dal ridere quindi per questa volta nisba! Hai fatto un qualche errore grammaticale ma tanto puoi sempre dire che l'hai fatto apposta! Che dire...aspetterò volentieri martedì prossimo e spero prima o poi di parlare con te in privato e seriamente di questo argomento senza minchiaggini perché dopo due anni non ho ancora capito cosa ne pensi perché non so mai se mi prendi per il culo o no! :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, no, dai, l'ho scritto un sacco di volte: nonostante i tempi morti della nana ciglioparrucca, la serie mi piace. Alle volte (ho scritto "alle volte", eh, posate i forconi) anche più dei libri. Tutte quelle parti in cui Ciccio Martin parte con l'elencone di cosa si magnano o con le genealogie infinite, tipo? Avrei voglia di strangolarlo con le sue bretelle...

      Elimina
    2. se penso a tutto il tempo che ho perso a leggermi i who's who finali dei primi libri (ovviamente sdoppiati grazie alle politica editoriale Mondadori), pensando mi tornassero utili per poi scoprire che non servivano a una fava... mi sentivo come Ned Stark alle prese col libro delle casate. Ora li salto a piè pari

      Elimina
  24. Il bello è che Sansa -Sophie Turner- è una grande fan di Justin Bieber #mecasca'nmito
    Brienne ce la vedo sempre più con Zweihander in mano a fare a fette gente.

    RispondiElimina
  25. Secondo me una delle cose più belle è stato sentir nominare Ser Duncan L'Alto. Adoro quei cacchio di racconti e spero che l'idea dei film su GoT sia incentrata su di loro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se solo Ciccio Martin si decidesse a portare avanti anche quelli... quell'uomo è incorreggibile.

      Cheers

      Elimina
  26. C'è un unica lamentela da parte mia: Daario;

    non ho letto i libri, ergo fottesega se quell'attore non rispecchiava fisicamente il personaggio, per come me l'han fatto conoscere attore e regista era uno stronzo badass belloccio forterrimo a guerreggiare, e quell'attore lì era perfetto, questo... Fa cascar le balle, ma andiamo!! E' troppo moscio e con un volto generalissimo per Westeros (dove son tutti tipo ehm taglialegna barbuti), e pure nelle movenze è imbranato, cioè NO!!

    Per il resto, è rimasto Games of Thrones, grazie agli dei.

    ps: e poi penso ad agents of P.I.P.P.E., e lì sì che mi vien male... Meglio un Daario sfigatello che una Serie demmerda... ... .... .

    RispondiElimina
  27. Sapevo che avresti detto qualcosa sulla giacchetta in pelle di Jamie. Lo sapevo.

    RispondiElimina
  28. "I calzini del giudice"... Fine, e condivisa, satira politica! (Se l'ho capita, eh!)

    RispondiElimina
  29. auauauauauauaua sono caduta dalla sedia!

    RispondiElimina
  30. Beh Doc più che il supplente io direi che Dario é un Daario Doc.
    Rende molto più l'idea del Daario dei libri (escludendo il look da pappagallo di Rio dei libri) rispetto al giostraio

    RispondiElimina
  31. Ok, visto ieri su skai e finalmente letta la receDoc.
    Direi che oramai 'sta serie mi fa l'effetto Marvel: sento la musichetta, vedo il logo e tutto mi sembra bellissimo. Tutto. Non c'ho riserve, non ho dubbi, è tutto fin troppo pheego.
    Argomento Daario. Lo vedo e mi parte la sigla di Nashville. Cortocircuito seriale. Chitarre e camice a quadri che sbucano everywhere, lui oltretutto che fa il filo in maniera oscena alla protagonista è uguale. Non so. Il giostraio mi stava sulle balle solo a guardarlo (effetto Joffrey) ma silurarlo a 'sto modo, poraccio...

    RispondiElimina
  32. spoiler alert: collana discount ma importantissima, ops

    RispondiElimina
  33. La cosa curiosa è che ricordo benissimo la nerd rage dei lettori quando videro l'attore Ed Skrein nella scorsa stagione. Tutti a piagnucolare e lagnarsi su quanto NON fosse somigliante al Daario cartaceo e bla bla bla...
    Ma almeno il tizio sapeva rendere bene il suo personaggio con un paio di smorfie, mentre questo che c'è adesso, barba a parte, sembra uscito dal casting di una fiction di canale 5.

    RispondiElimina
  34. Visto ieri "Chiù Svuords"..non male, per quanto sia fatto benino, il potere evocativo del libro è un'altra cosa (che bananità...), ci sono un paio di scene in cui i personaggi sono caratterizzati in maniera un po' diversa da quello che si aspetterebbe (vado a memoria, eh..), tipo in locanda quando la lupacchiotta aggide con un po' troppa decisione e sangue freddo...
    Inenarrabile la sostituzione del giostraio dell'est, brutti parecchio i draghi, bastava guardare su un qualsiasi manuale di D&D per fare meglio..:)

    RispondiElimina
  35. Continuo a godermi la mia totale distanza da Games of Thrones!
    Ne so qualcosa solo per via delle numerose parodie in cartoni e telefilm che lo citano.

    Ma guardando le immagini qui sopra ho come la sensazione che mi sto risparmiando un sacco di noia! Vedo solo gente che parla con altra gente. Non vedo azione neanche col binocolo. A occhio sembra Beautiful in costume. Solo il frame con il braccio al girarrosto mi fa capire che parliamo di fantasy.
    Fantasy....beh...fantasy è avventura, azione, magia...io qua vedo gente che fa la fila appa posta...di un mondo fantasy ma pur sempre la fila alla posta.
    Nel prossimo episodio vedremo: Come compilare il 740 degli gnomi!
    :-P

    RispondiElimina
  36. Si potrebbe fare un post Arya Stark vs. Carl Grimes...chi è più scalciacooli? Ma Arya naturalmònt

    RispondiElimina
  37. Michael Stipe?! A me sembra più il Kurgan. L'acne a tunnel mi ha ammazzato.

    RispondiElimina
  38. Da nuova iscritta è mio preciso dovere informarti che sei un genio, adoro il modo in cui scrivi, questi post sono geniali e sto ridendo fino a star male anche solo per la scelta di alcuni termini piuttosto che altri. Ora non mi scollo più di qui!

    RispondiElimina
  39. Per la serie manco a farlo apposta:
    Sophie Turner (Sansa), ha dichiarato "Justin Bieber è il Jeoffrey dei nostri tempi"

    http://variety.com/2014/tv/news/game-of-thrones-actress-justin-bieber-is-the-joffrey-of-our-time-1201144951/

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails