martedì 15 gennaio 2013

29

Rocksmith (due parole su)

Tatuaggi per rimorchiare non inclusi
Giusto ieri sera ne scrivevi su FB che è l'unico clone di Guitar Hero che non ti fa sentire troppo un pistola. Ma un pochino sì. Uscito lo scorso settembre, Rocksmith è questo gioco musicale che al posto dei soliti controller plasticosi a forma di strumento, dei chitarrini coi tasti che fanno ormai troppo 2007, massimo 2008, ti fa usare uno strumento vero. Non una replica della Stratocaster prodotta apposta dalla Fender come in Rock Band 3 (il massimo realismo azzardato dal genere dei giuochi musicali, prima di morire nell'indifferenza generale due anni e mezzo fa), ma una qualsiasi chitarra elettrica o un basso con presa per jack da 1/4: colleghi il ferro alla console o al PC tramite il cavo in dotazione e strimpelli, ti sciroppi esercizi e giochini (un clone di Galaga da giocare con le corde? Perché no), e dovresti divertirti E imparare a suonare. Dovresti. Ci hai passato un po' di tempo nelle ultime sere e, sempre dall'alto di una fungia, da tizio-che-non-ha-mai-saputo-suonare-una-cippa ma ha comprato un basso per sfizio una decina di giorni fa, questo è il tuo giudizio […]
Concettualmente, l'idea alla base di Rocksmith è molto valida e il gioco ha indubbiamente i suoi pregi. Attacchi lo strumento, metti a posto le corde grazie all'accordatore digitale e inizi a suonare. Per un bassista carismatico che bassista lo è sempre stato solo nell'animo quale il qui presente amministratore delegato del blog, Rocksmith è fico per almeno un paio di ragioni. Tanto per iniziare, perché esser costretti a guardare lo schermo e non il manico dello strumento aiuta a migliorare il senso della posizione delle dita sui tasti e la rapidità nello spostarle. Poi perché le note son quelle vere del brano, con un sistema di difficoltà automatico che ne cela una porzione se vai male e prende a sparartele tutte a video se invece stai dando fuoco allo strumento. Il che, a sua volta, è fico perché è bello sentire che stai suonando davvero la tua parte del pezzo. Dice: tutto qui? None. Tra un brano e l'altro, o indugiando con i summenzionati esercizi, ci sono le tecniche da apprendere, dallo slide allo slap. Ci si fermasse qua, sarebbe una roba ludo-didattica uberpheega, la grande reginetta dell'edutainment schitarrato. Non fosse che un po' di magagne ti fanno smontare la scimmia, le rifilano un paio di cinquine e ti riqualificano immediatamente Rocksmith come titolo che fa bene/benino entrambe le cose (il divertire, l'insegnare), senza eccellere in nessuna delle due.
"Questa la dedico a voi, groupie prive di spessore"
Per metterla giù semplice-semplice, il problema di Rocksmith, come gioco, è che è poco divertente. Non sai come vada usando la chitarra al posto del basso, ma c'è poco entusiasmo di fondo. Eoni videoludici fa, i Guitar Hero avevano tutto quel casino a schermo, tutte quelle esplosioni di luci e robe da palco e demoni e vattelapesca, per non farti sentire un povero scemo che fa finta di suonare davanti a un televisore con un chitarrino fisher-price in mano; Rocksmith, al contrario, ammicca a quel mondo di note colorate ma cerca di distaccarsene con un aspetto più da, boh, edutainment schitarrato. Il risultato sono a volta situazioni da fiction pomeridiana e autostima sotto i piedi, come i concerti in cui ci si esibisce per un pubblico finto, fatto di giovani piatti come Parappa the Rapper. Son dettagli, sicuro, ma per l'aspetto ludico del pacchetto son dettagli importanti. Sul fronte apprendimento, invece, hai trovato fastidioso il modo in cui vengono visualizzate le note: un formato inverso rispetto a quello delle tablature tradizionali, con la corda dalla tonalità più bassa (Mi) in alto anziché in basso (EDIT: nelle impostazioni è possibile invertire l'ordine delle corde, grazie al cielo). Non viene data inoltre la giusta importanza al tempo nell'esecuzione delle note, e il fatto che i brani della tracklist vadano sbloccati progressivamente può avere un senso sotto il profilo ludico, ma non ne ha alcuno dal punto di vista educativo. Ma il problema principale è il lag che si avverte con una normale connessione HDMI console-TV: non è un caso che gli sviluppatori consiglino espressamente un collegamento audio separato (in analogico) a un impianto stereo. Usando solo l'HDMI e il televisore c'è un ritardo avvertibile tra il suono prodotto dalla corda e quello amplificato sullo schermo: il risultato è che per coprire il primo finisci con il pompare il volume, seppellendo un po' le sonorità del basso sotto gli altri strumenti. Appena puoi, provi il setting consigliato e vediamo come va. Insomma, divertente l'hai trovato poco divertente (laddove poco divertente ≠ zero divertente, attenzione), e come maestro di musica Rocksmith insegna poco (ma lo insegna): detto questo, un altro po' ci smanetti. L'obiettivo, in ogni caso, resta sempre lo stesso. E cioè:

29 commenti:

  1. Non vedo mutande nell'ultima immagine. Male. Se non lanciano le mutande non ha senso.

    RispondiElimina
  2. Aspettavo un tuo parere in merito, devo provarlo con la guitar. Comunque sta per uscire anche Band Fuse di una certa Realta Entertainment e vanta la presenza di gente del calibro di Slash e sua vichinghità Zakk Wylde che fanno, a quanto ho capito, da istruttori! Sembra anche graficamente molto più curato di Rocksmith.

    RispondiElimina
  3. Io mi ci divertivo assai con GH e Rock Band, ma pensare di apprendere con quei giochi è come cercare di imparare a giocare a calcio con Fifa. Doc ti consiglio di schiaffarti dei brani nello stereo e massacrarti con le tablature invece di perdere tempo con Rocksmith :)

    RispondiElimina
  4. Nabucodonozor:
    Guarda meglio :)

    Helldorado:
    Rispetto a Rock Band e Guitar Hero, pur con tutti i suoi limiti, Rocksmith è un'altra cosa. Insegna poco, come ho scritto, ma te l'insegna. Quelli erano giocattoli. :)

    RispondiElimina
  5. Hey Doc,
    io ho la versione per PC, in quella il problema lag è assente (usando monitor del PC e ampli via collegamento analogico, intendo).

    Non sono sicuro di aver capito il discorso della tracklist da sbloccare: la navigazione del tutto è piuttosto balorda in effetti, ma se "torni indietro" (sali di un livello) rispetto alla schermata che ti viene presentata, è possibile cominciare a suonare qualunque brano.

    RispondiElimina
  6. ...Sono invece decisamente d'accordo che la rilevazione del tempo è davvero troppo permissiva (soprattutto quando suoni in anticipo).

    RispondiElimina
  7. GozzoMan:
    Meenchia, ma nasconderlo un po' di più no, eh?
    (grazie per la dritta)

    RispondiElimina
  8. Rocksmith me l'hanno regalato a novembre e mi ha dato il coraggio di affrontare il basso che tanto avevo sognato ( come sogno marginale per carità, ma ne avvertivo il bisogno almeno per compensare la mancanza di carisma ). Da allora mi sono avvicinito alla teoria musicale, ho iniziato a praticare esercizi su scale e di diteggiatura ( con risultati ancora nulli) e ora rocksmith è un'interessante passatempo in coop con amici aspiranti chitarristi.
    Effettivamente manca di qualcosa, ma rimane a mio avviso una novità tutto sommato ben riusciuta, ma che necessita di "evoluzione". Rocksmith 2 ? chissà

    RispondiElimina
  9. Makmad:
    Il problema principale è per me il lag. Con collegamenti analogici viene davvero meno anche su console, come segnala GozzoMan per la versione PC?

    RispondiElimina
  10. Azz... proprio oggi pensavo di fare una recensione sul gioco :)
    Contento che ti sia piaciuto,
    io sono una sega l'ho trovato difficilotto, anche se è molto figo!

    RispondiElimina
  11. Non distinguo le mutande, ma se ci sono, bene così :D

    RispondiElimina
  12. Doc, una roba uber educativa per imparare il basso è GUITAR PRO.

    n pratica è un programma di tablature multitraccia che ti suone pure le tab. I suoni sono clamorosamente midi, ma whatever, è veramente ben fatto.

    RispondiElimina
  13. Si la situazione migliora parecchio, con rocksmith attacco sempre i cavi dell'anteguerra. Anche usare le cuffie mi pare aiuti (non ne posso fare a meno, ho vicini di casa da ogni lato)

    RispondiElimina
  14. Doc ti sei comprato veramente il basso apposta? Sei un mito.

    RispondiElimina
  15. Doc occhio alla bastardata però: ad un certo punto ti faranno cambiare accordatura (almeno con la chitarra è così): NON farlo subito. Aspetta.
    Cambiare accordatura per suonare UN SOLO BRANO e poi tornare ad un'altra è da delinquenti. Soprattutto se lo strumentoutilizzato non è praticamente perfetto.
    E se si trattasse di abbassare di un semitono una sola corda OK, ma ci vanno giù pesante e poi per sistemare tutto quanti ci impoeghi un sacco e, in caso di strumenti di fascia bassa, rischi di dover portare il ferro a far vedere in negozio per risistemare truss rod e action (leggi: curvatura del manico e distanza delle corde dal corpo dello strumento).
    Io dopo aver fatto la cazzata consigliata dal gioco ho "esiliato" dalle setlist i pezzi in affordatura non-standard per affrotarli in ordine di tipo tutti insieme.

    RispondiElimina
  16. SinGeramente sono sempre stato un po' scettico rispetto a sti giochilli di imparare le cose.

    Cioè, se è carente l'aspetto ludico non ci vedo grande appeal: per imparare le scorciatoie alla fine si rivelano sempre mezze sole. Ti prendi dei vizi che poi ti devi fare il mazzo per perderli.

    Meglio una lezione a settimana in una scuola no?

    (Dall'alto di un kazoo pure io, sia chiaro).

    Trovo invece interessante il regolarsi della difficoltà in base alle capacità. Che almeno non decidi di buttare 90 carte di gioco al primo solo katsooto.

    RispondiElimina
  17. kalythblog:
    Capitato: saltato brano perché mi scocciavo poi a riaccordare tutto (anche se ci si mette un attimo).

    RispondiElimina
  18. Doc, Da bassista (poco) carismatico (ma molto scarso), ti consiglio la lettura del fondamentale "Bass For Dummies". La bibbia per impratichirsi un poco...

    RispondiElimina
  19. Se non sbaglio alcuni televisori di ultima generazione dovrebbero avere setting dell'audio appositi per il game, che cercano di portare a zero i vari lag. Essendo abituato a registrare le parti di chitarra della mia band con Mac in Logic pro anche un lag infinitesimale mi farebbe spaccare tutto e abbandonare il gioco immediatamente.
    Doc, seriamente, ne vale la pena sotto l'aspetto dell'esercizio?

    RispondiElimina
  20. RadioCarlonia:
    Grazie per la dritta: me lo cerco subito.

    Wasp:
    Non saprei. Da dilettante l'ho trovato utile per alcune cose (velocizzare la diteggiatura), ma potenzialmente dannoso per altre (se, come scrive Omoragno, prendi un'impostazione sbagliata pur di suonare più note possibile, poi rischi di tenertela). A me l'hanno regalato per il lavoro, ma dovessi consigliare a qualcuno di prenderlo a prezzo pieno solo per l'aspetto didattico, boh, non me la sentirei mica.

    RispondiElimina
  21. Domanda: la chitarra ce l'ho, se compro il gioco, poi il cavo è incluso?

    RispondiElimina
  22. Vejita:
    Sì. C'è un cavo USB/jack da 1/4

    RispondiElimina
  23. Ragazzi, qui secondo me c'è da fare una enorme, grande premessa. Quale obbiettivo si ha, cominciando a suonare la chitarra? Diventare pro? Allora Rocksmith non è la strada giusta.
    Perché in quel caso, il buon vecchio e caro insegnante, e' quasi indispensabile.
    Si è' come la stragrande maggioranza dei chitarristi, autodidatti che scaricano tabs? Allora, a mio parere, rocksmith e' quanto di meglio possa capitare. Lo sto sperimentando con mia moglie, alla quale ho insegnato qualche anno fa giusto un paio di diktat basilari e la quale ha prontamente lasciato perdere. Ora, giocando, non dovendo affrontare noiosi solfeggi o complicate letture di pentagrammi, in cinque o sei giorni, comincia a suonicchiare. L'impostazione e' quanto di più personale c'è nel suonare. Dipende da talmente tante caratteristiche, che secondo me, definirla "sbagliata" non è propriamente corretto. Insomma, io lo trovo un buon esercizio per i neofiti, ed un pessimo gioco nel senso di giocosità :)
    Ho scritto un botto, non volevo dilungarmi tanto

    RispondiElimina
  24. Felice di essere stato d'aiuto ;))

    (BTW vedo che al momento Rocksmith è scontato del 50% su Steam, e c'è pure una demo gratuita. Ovviamente bisogna aggiungere poi il costo del cavo magico che sorregge e sostiene, da comprare altrove. C'è di buono che il cavo dovrebbe essere lo stesso per tutte le piattaforme e si può usare per il multiplayer.)

    RispondiElimina
  25. Felice di essere stato d'aiuto ;))

    (BTW vedo che al momento Rocksmith è scontato del 50% su Steam, e c'è pure una demo gratuita. Ovviamente bisogna aggiungere poi il costo del cavo magico che sorregge e sostiene, da comprare altrove. C'è di buono che il cavo dovrebbe essere lo stesso per tutte le piattaforme e si può usare per il multiplayer.)

    RispondiElimina
  26. Boh, da bassista (se carismatico o meno lo lascio giudicare agli altri, ma probabilmente no) "vero" da ormai 11 anni, non ho mai capito l'appeal di giochi di sto genere, Guitar Hero in primis...con una spesa equivalente oramai si può comprare una chitarrina/bassetto+ampli semi-decenti per cominciare...

    RispondiElimina
  27. Più che altro il problema di questo gioco è che se non hai alcuna base ti fa prendere delle "cattive abitudini" difficili da levarti volessi poi davvero cominciare a suonare ;)

    RispondiElimina
  28. giusto per capire...se uno è totalmente negato ma che più negato non si può e non ha nessunissima conoscenza musicale riesce cmq a combinare qualcosa o servono delle abilità minime?

    RispondiElimina
  29. simo BK:
    Io sono esattamente a quel livello lì :)

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI VENGONO ELIMINATI IN AUTOMATICO DAI FILTRI ANTISPAM. QUELLI SUPERSTITI, IRRISI ED ELIMINATI UGUALE. NON. USATELI.

Related Posts with Thumbnails