giovedì 9 giugno 2011

49

X-Men - L'Inizio. Alla fine ti è piaciuto

A X-Men - L'Inizio non davi un centesimo. Se ti veniva sotto casa, X-Men - L'Inizio, strisciando sulle ginocchia, con il volto scavato dalla fame, e ti chiedeva un centesimo, gli avresti risposto comunque no, vaffanculo, tanto scarsa era la tua fiducia nel progetto, tanto forte la tua convinzione che un film sui tempi in cui Xavier e Magneto erano ancora amicici e Xavier aveva la faccia di Charlie Brown sarebbe stato solo un'enorme, fluorescente, coloratissima puttanata. E invece qualcosa ti ha spinto imprevedibilmente ad andarlo a guardare ieri sera, appena uscito. Chiamatelo, se volete, sesto senso. Oppure: "botta di culo" […]

(il papà di Nightcrawler)
E insomma sei andato. Hai parcheggiato lo squalo tigre nell'ultimo buco libero nel raggio di due chilometri dal cinema, sei entrato, hai baciato in terra perché sì, effettivamente non era una roba in 3D, ti sei seduto in una delle prime file e te lo sei visto tutto, questo X-Men - L'Inizio di Matthew Vaughn. E sapete una cosa? Ti è piaciuto. Non è che sia questo capolavoro, capiamoci, ma ti è piaciuto.
Si chiama Bestia. Per essere un genio, fa un paio di scelte molto, molto sbagliate
Il punto è che in tutti i film precedenti degli X-Men, i primi tre, al netto di quella roba super-duper-uber-pezzente su Wolverine, è che tutti seguivano lo stesso, identico copione: gli X-Men, questo gruppo di mutanti potentissimi, di metaumani in grado di spaccare montagne, bucare l'acciaio, scatenare tornado, far diventare obiettivo Minzolini, che se la prendono con un vecchio rincoglionito. In quasi cinquanta anni di vita editoriale hanno accumulato nemici uno più potente dell'altro, ma al cinema è stato sempre e solo un X-Men contro un Magneto da reparto di geriatria. X-Men - L'inizio parte col piede giusto anche e soprattutto perché Charlie Brown Xavier e i suoi sono attesi questa volta da una nuova, temibile minaccia:
Il grande cocomero
Sebastian Shaw e tutto il suo fottutissimo Club Infernale. Ora, se c'è qualcosa che i film di super-eroi ci hanno insegnato, è che il film te lo fa la grandezza del cattivo. Mettici un supervillain figo, e come protagonista puoi avere persino, che so, quella faccia di tonno di Michael Keaton, e prenderti comunque applausi e lodi sperticate per vent'anni. 
Ecco, di Sebastian Shaw più fichi di un Kevin Bacon con quelle basette e quella faccia proprio non riesci per l'appunto proprio a immaginarne, guarda. Anche senza Azazel e Riptide al suo fianco.
Azazel e Riptide in una scena del film
Ma non è solo questo. X-Men - L'Inizio ha il grande, grandissimo pregio per un film di super-eroi di non ricordarti per buona parte della sua durata che si tratta di un film di super-eroi. La storia, incredibilmente, funziona. L'interazione tra i personaggi, nonostante Magneto si spari per la prima mezz'ora le pose da Frank Castle, pure. E sì, ci sono qua e là delle sbavature, perché un paio di sequenze d'archivio usate per la vecchia Las Vegas e la Piazza Rossa di Mosca non si legano bene con le riprese, oppure perché alcuni effetti speciali - come la forma adamantina di Emma Frost - sono abbastanza pezzenti. Ma funziona. Per quasi tutti i suoi 132 minuti, X-Men - L'Inizio funziona.
cazzo ti guardi? Problemi?
Se dici questo è perché la pellicola scacia in effetti un pelo sul finale, un po' perché Vaughn non ha ancora imparato com'è che funzionano i finali (vedi anche alla voce: pagliacciata ridicola negli ultimi minuti di Kick-Ass), un po' perché si voleva a tutti i costi chiudere con una storia COMMOZIONANTE alla Maccio Capatonda, un po' perché trattandosi di un prequel certe scelte erano alla fine obbligate. E prima dei titoli di coda i buoni dovevano accomodarsi da questa parte, i malamente dall'altra, prego.   
Il problema principale del film è semmai un altro: quella cofana che hanno scelto per interpretare Emma Frost. 
Ma. Per. Piacere
Ora, ti vanno pure bene il Banshee minchietto e la Mystica ragazzina con gli zigomi gonfi da campionessa mondiale di soffocotti, ma la Emma Frost dei fumetti è probabilmente la più grande pheega dell'intero Universo Marvel. Ma siccome "Ester Patatas" e "Naomi Cognomi" erano già impegnate, in Fox hanno preso questa tizia, January Jones, le hanno stretto di due ganci il push-up e le hanno detto vai, bella, contiamo su di te. Basti dire che nel film viene messa in ombra perfino dalla tipa che fa Moira McTaggart (Rose Byrne). Cioè, Moira McTaggart. 
Sono cose che non sono cose
Ma a prescindere da quegli ultimi minuti lì e dalla Emma Frost cofana - fattori peraltro compensati pienamente da due cameo fantastici, da sofficini gran sorriso, che una volta tanto arrivano molto prima dei titoli di coda - qualora non si fosse capito, X-Men - L'Inizio ti è piaciuto. Alla fine. Battuta. Ridere. 


PS
Una roba totally unrelated: l'altro giorno, parlando del reboot totale-globale in arrivo in casa DC, dicevi che per metter su un nuovo Heroes Reborn mancava solo Rob Liefeld. Beh, SEI STATO ASCOLTATO:
Hawk & Dove #1, testi di Sterling Gates e disegni di Rob Liefeld, a settembre in fumetteria e nei peggiori bar di Caracas.

49 commenti:

  1. ROB E' TORNATO.

    approposito del film, lo vedrò perchè vedo tutti film dei supereroi, o come spesso mi viene da dire, dei supererori.

    RispondiElimina
  2. Gli zigomi da campionessa mondiale di soffocotti...mi sono ribaltato dalle risate...OMIGIDIO!!!

    RispondiElimina
  3. Liefeld! Dio ce lo salvi nei secoli!

    'Sto film inizia a farmi voglia perché vi sento in parecchi a lodarlo.
    Ora bisogna solo convincere la mia spalla...

    RispondiElimina
  4. Per alcuni versi pare quasi un film di James Bond: ambientazione interessante, un cattivo memorabile, gadget futuribili e spionaggio a manetta, l'unica differenza è che qui Kevin Bacon accarezza un differente tipo di gatta bianca...

    Ma la cosa che veramente mi ha preso sono i personaggi: il "triangolo" Xavier-Mistica-Magneto esprime con bellezza e semplicità tutto il dilemma degli X-Men: integrarsi con gli umani o accettare la propria superiorità? E' indubbiamente un bel film, nonostante gli effetti speciali a basso budget che rendono un po' pagliacciose le sequenze d'azione.

    P.S. a me January Jones gusta parecchio, ma credo che dipenda dall'essere un fan di Mad Men.

    RispondiElimina
  5. doc, ti chiedo un solo spoiler: durante il film qualcuno farà battute/accenni al fatto che Charles diventerà pelato?

    RispondiElimina
  6. Genio del '900!

    Forse lo vedrò, ma non al cinema, meglio con comodo più in là...

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. > X-Men - L'Inizio ha il grande,
    > grandissimo pregio per un film di
    > super-eroi di non ricordarti per
    > buona parte della sua durata che > si tratta di un film di
    > super-eroi.

    E per questo prevedo quindi incassi non tanto eclatanti al botteghino. Non sarei andato a vederlo. Ma adesso un pelo di curiosità ce l'ho.

    Comunque figa Moira Orfei McTaggart. Mai vista così rampante.

    E a proposito di Liefeld che ritorna, sono basito. Pensavo avesse aperto un Orlo Express a Los Angeles per cucire pantaloni e basta.

    Mah.

    RispondiElimina
  9. Visto ieri e confermo... gran bel film. Ma del resto tutti i bei film sugli X-Men sono una grande festa, e ultimamente non abbiamo esultato molto ecco. Qua abbiamo un cattivo coi controcazzi, tanti bei personaggini, una storia degna e soprattutto FASSBENDER che è enorme. Praticamente più che X Men l'inizio potevano chiamarlo Magneto - Le origini. Vogliamo mettere Erik con Charles YAAAWN CHE NOIA Xavier? Ecco. Comunque 2 ore che non pesano nulla, io ho anche voglia di rivederlo...

    RispondiElimina
  10. Ma sì, anche perché Magneto da almeno vent'anni è il tizio muscoloso disegnato da Jim Lee, non mio nonno. Fassbender come Magneto - nonostante le pose di cui si diceva, o forse proprio per quelle - spacca.

    RispondiElimina
  11. Grazie Doc, stavo quasi per perdermelo.

    Già Thor non ho fatto a tempo a trovare uno straccio di spalla, come la chiama qualcuno sopra, e al cinema da solo mi prende a male andarci.
    Stavo per bissare con questo, con rassegnazione dovuta soprattutto alle scarse aspettative, decretando la fine della mia personale era cine-super-eroi-stica.

    Ma visto da quale pulpito arrivano le quasi-lodi, beh, a costo di seda(dava)re la signora ragno per farla risvegliare nel cinema (magari in un fosso senza un rene, già che ci sono) a titoli di testa iniziati, a sto giro si va.

    RispondiElimina
  12. @omoragno
    visti i prezzi di certi cinema vendere il rene della spalla semi-incosciente è quasi un obbligo :)
    (io a Thor ho rinunciato perché qui intorno lo davano solo treddì che non m'interessa :| )

    RispondiElimina
  13. Guarda, io alla fine ci casco sempre con la cosa del treddi, perché sia mai esce qualcosa di fatto bene come con Avatar e Dragon Trainer. E chiudo qui con gli esempi perché non ce ne sono altri di decenti.
    Per dire, mi son visto persino l'ultimo Pirati dei Caraibi in 3D, che non era fatto male, ma non serviva a una beneamata cippa.
    Ma chiuderei qui la questione 3D, che sennò al Doc gli viene un conato di vomito... xD

    RispondiElimina
  14. ROB LIEFELD HA IMPARATO A DISEGNARE I PIEDI!!!

    La fine del mondo si avvicina davvero.

    RispondiElimina
  15. Ciao Doc,
    io il film sugli X-men devo ancora vederlo, però come fai a definire "cofana" January Jones?
    Hai visto le sue foto in rete? E' una bellezza notevolissima!

    K

    RispondiElimina
  16. l'unica Emma Frost che posso accettare e' quella di Ashley Hartman, no competition con quello spauracchio january jones.

    E ROB LIEFELD!! e' tornato.
    Grandissimo.
    Ma sbaglio o ROB LIEFELD!! ha imparato a disegnare?Hawk mi pare molto meno pompato del solito uomo medio ROB LIEFIELD!!iano.
    Anzi mi sembra fin troppo disegnato da Jim Lee.... non vorrei che per creare hype, Jimmi abbia disegnato un po' di tavole al posto di ROB LIEFELD!!

    RispondiElimina
  17. Bellissimo, come dici tu doc. ci sono difetti legati ad un budget leggermente inferiore, e un regista potenzialmente bravo ma che su qualche cosa ( giustamente ) inceppa, ma è un film molto molto molto bello.
    La dimostrazione perfetta che per farei bei film con la marvel non servono per forza miliardi di dollari , ma semplicemente una trama curata e stimolante.

    RispondiElimina
  18. K (non usare i commenti anonimi, pleeeease): no, guarda, no. Se vado a vedere un film sugli X-Men degli anni 60, in cui Emma Frost è ancora ai tempi in cui faceva la porca al Club Infernale, mi aspetto la più grande pheega della storia del cinema. Non una biondina qualunque con i capelli cotonati.

    Shoryuken: pare abbia fatto un trapianto di mano. Ora le ha tutte e due destre.

    Tiziano: sì, come detto alcuni effetti erano imbarazzanti. Eppure la sequenza di addestramento dei mutanti erano molto più digeribile di quelle analoghe in un sacco di altri cinefumetti. Montaggio non palloso e, appunto, buona storia.

    RispondiElimina
  19. Rob is back!! E ora posso anche morir felice...

    Parlando del film, fatemi un piccolo spoiler please:
    Nel bellerrrimo film sul canadese peloso, ci viene proposta una Emma cozza ed adolescente che viene raccattata da un Charles paralitico e calvo.
    Spiegano come mai qui siano grosso modo coetanei??

    RispondiElimina
  20. Hai capito tu...
    Quindi mo tolgo i pregiudizi e andrò a vederlo
    una domanda: convince Kevin Bacon?

    RispondiElimina
  21. Marco Grande Arbitro: eh, l'ho ben scritto che è un grande cattivo :)

    Gachi-Boy: no, e non è un caso. Vaughn ha volutamente ignorato la continuity di X-Men Last Stand e X-Men Origins: Wolverotfl, legando la storia de L'Inizio solo a quella dei primi due film. Non è un caso che alla stesura del soggetto per questo prequel abbia partecipato del resto lo stesso Bryan Singer

    RispondiElimina
  22. In effetti non è male,anche se il nuovo background di Shaw non mi convince del tutto.(e anche il suo gran piano non mi sembra 'sta genialata visto che non mi risulta che i mutanti siano a prova di radiazioni,a parte quelli di Kamandi)Paragonato poi a Last Stand è un capolavoro.

    RispondiElimina
  23. Più che altro i pirla sono gli altri tipi dell'Hellfire Club: Shaw/Bacon le testate nucleari se le mangia, quindi a lui della guerra nucleare sai che frega. Il punto è come l'abbia spiegato alla cofana e ai due Wham

    RispondiElimina
  24. " Il punto è come l'abbia spiegato alla cofana e ai due Wham"
    Non vi proccupate se inizierete a perdere i capelli e a brillare al buio cari miei è tutto perfettamente normale.
    P.S.Comunque Liefield torna alle origini perchè Hawk and dove era una delle prime cose che ha fatto.

    RispondiElimina
  25. Alla fine quindi è carino...nn gli avrei dato 2 lire...

    RispondiElimina
  26. Il grande Rob è tornato!!
    E con la sua personalissima visione del corpo umano (dico, avete visto quanto è largo il busto di Hawk e la strana prospettiva del seno di Dove? Per non parlare delle sue mani)
    Cq gli auguro tanta fortuna, sperando che non affossi le testate DC come ha fatto con quelle per l' Image!

    RispondiElimina
  27. Olivia Wilde platinata no eh ?

    RispondiElimina
  28. Leomax: non si poteva. Nessuno si sarebbe cagato più il film.

    RispondiElimina
  29. Visto ieri sera l'annuncio di Liefeld a lavoro sui "nuovi" Hawk e Dove. Ero e sono ancora profondamente shockato (i toraci di Hawk ma SOPRATTUTTO di Dove!), ma una cosa è certa: i miei sospetti sulla discutibilità di un reboot generale globale totale della DC Comics sono improvvisamente diventati molto più seri.

    RispondiElimina
  30. raga, parlo a tutti quelli che si lamentano del tratto odierno di ROB LIEFELD!!, andatevi a vedere il suo Capitan America.
    C'e' chi dice che il torace di Steve ROger ispiro' Michel Bay a come realizzare il cofano di Optimus Prime in versione Tir.

    RispondiElimina
  31. Jim Lee - e dico Jim Lee. Il co-publisher della DC - scriveva ieri su Twitter "will give some of these new titles a shot, even tho I don't like the new status quo."

    Non gli piace il nuovo status quo. A lui. Figurati a noi.

    Ah, nel tweet successivo, Jim scriveva " I'm mainly a Marvel guy". OMiGiDio.

    RispondiElimina
  32. "I'm mainly a Marvel guy"

    Se voglio leggere una DC simil Marvel, leggo direttamente la Marvel.

    Bah.

    RispondiElimina
  33. Che è come dire che l'amministratore delegato della Pepsi si dichiari "principalmente" un amante della Coca Cola. ;)

    RispondiElimina
  34. Hai detto tutto tu, Doc.

    Ma a me Emma Frost non è dispiaciuta. E l'attrice che fa Moira ha sempre quell'espressione da pesce lesso che non si può proprio.

    RispondiElimina
  35. Ciao Doc,
    scusa per il post anonimo, non si ripeterà!
    Anche a me piaceva tanto la Emma Frost dei primi tempi, però chi la poteva incarnare al cinema(escludendo appunto Santa Olivia Wilde?).

    Io ci avrei visto bene Nicole Kidman, tu che dici?

    K

    RispondiElimina
  36. Visto proprio poco fa :D
    Che dire, secondo me il migliore di tutti quelli fatti finora!

    Una cosa però non l'ho capita: Emma Frost (a parte tutto) era in questo film. Ma era pure infilata a forza dentro al lacrimogeno Wolverine origini. Quindi mi chiedo: va bene non seguire alla lettera il fumetto, va bene che fai quello che ti pare...ma se ti crei una continuity tutta tua, puttana Eva, ci vuole tanto a starci dietro? (troppo pignolo? Può darsi T.T )

    P.S: entrare in sala e NON ricevere in mano quei dannati occhialini è nella Top 3 dei momenti felici di quest'anno.

    RispondiElimina
  37. Per Crash:

    E' chiaro e lampante che dovremo dimenticarci dei tre film precedenti più l'Origins.

    Oh, io sono iNIorante riguardo agli X-Men e infatti credevo che ci fosse Whirlwind. Scopro solo grazie al Doc l'esistenza di Riptide.

    RispondiElimina
  38. Fermo restando che dimenticare il terzo film e Origins è tutto tranne che un problema.

    RispondiElimina
  39. Cercando di non spoilerare nulla, quel cameo è la scena migliore che abbia recitato nei 5 film.
    Era proprio necessario rigirare pedissequamente la scena iniziale ? Un copia e incolla con vdub veniva meglio.

    RispondiElimina
  40. Riptide di cui abbiamo una diapositiva:

    http://www.tvshowsondvd.com/graphics/news3/Riptide_S3.jpg

    RispondiElimina
  41. Visto ieri sera.
    M'è piaciuto ma non entusiasmato. Risultato notevole visti i meh lanciati con alcuni dei precedenti...
    Concordo nel dire che quella NON è Emma Frost, ma proprio per niente, sembrava un bastoncino findus...
    E non ho potuto fare a meno di fissare le guanciotte da soffocotti di Mistica :D

    RispondiElimina
  42. MA DOVE CAVOLO LE HANNO MESSO L'ATTACCATURA DEI CAPELLI A MISTICA?!??
    TRE PIANI SOPRA?!?!

    No, ma fagliela un po' di fronte...

    RispondiElimina
  43. bella doc, voglio vederlo. rimanendo in ambito marvel, sto leggendo in sti giorni la storia del punisher "la lunga e fredda notte" sulla collana supereroi le grandi saghe.
    siccome m'è piaciuta, tu non ne hai qualcun'altra da consigliarmi?
    complimenti per il blog

    RispondiElimina
  44. Finalmente visto, probabilmente uno dei migliori film marvel che ho visto, sicuramente il migliore sui pupilli del prof.X.
    Magneto e' un personaggio che ha decisamente spaccato, anche se vederlo con la barba del giorno prima e tutina gialla, accanto a Banshee/ROn Whesley(o come meenchia si scrive) fa un po' impressione.....

    Ripeto film bello, ma *°§***§§, tu regista, se sai che negli altri film ricompaiono certi personaggi che catso me li infili a forza nel prequiel?
    Cioe' fai lo sborone e ci metti Darwin per appagare i fan e poi mi presenti Havoc e Bestia, che dovrebbero essere circa coetanei di Ciclope, rendendoli invece quasi dell'eta' di Xavier?!?

    Ma sei scemo?
    VOlevi un personaggio forte fisicamente ma non imbattibile? THunder Bird.Non bestia in versione pelushe trudy caduto in un barattolo di vernice blu

    Volevi uno con un raggio per attaccare da lontano?
    Sole ardente.Non Havoc in versione bulletto contro il povero Hank.

    Banshee invece lo ho apprezzato anche in quanto, in una storia di Claremont Charles affermasse fossero coetanei.

    Infine, non vi dico la goduria di vedere gli spettatori in ovazione x WOlvie, e vederli persi nei loro interrogativi dopo che Logan manda a fanqulo entrambi i protagonisti.

    RispondiElimina
  45. ...aggiungo (miGlioni di mesi dopo l'uscita del post) che l'apparizione dell'altro cammeo ha avuto l'effetto di una bomba-W(ilde) sulla mia attenzione per una decina di minuti durante la visione...

    RispondiElimina
  46. Facciamo un pò di sano necroposting.
    Dopo aver rivisto con calma il film a bocce ferme non posso arrivare che a una conclusione: questo è il film di Magneto, su Magneto, per Magneto, e tutte le altre preposizioni; gli altri sono tappezzeria, figuranti, o gente che passava di li per caso. Visto in questo modo, tutto acquisisce un senso.

    RispondiElimina
  47. A me non è piaciuto... A parte la trama molto scadente, ci sono una marea di buchi nella storia... Fatti che non si r'accapezzano per nulla con i film precedenti. Ad esempio: in x-men 3 Xavier e Magneto sono ancora alleati quando vanno a casa di Jean Grey (bambina) per "reclutarla" nella loro scuola; altro fatto fondamentale è che nel primo film della serie, Magneto racconta che l'elmo è stato creato in collaborazione con Xavier e non un'invenzione dei russi rubata al suo nemico Sebastian Shaw; altra discrepanza è che William Stryker è più giovane nei vecchi film rispetto a questo che dovrebbe essere un prequel. Ci sono altre discrepanze minori che in generale rendono il film una pellicola buttata sul grande schermo solo per continuare un cult della fantascienza ed, a mio parere motivo principale, guadagnare altri dollaroni.
    In generale, il peggior film della serie.

    RispondiElimina
  48. Visto, con leggerissimo ritardo ieri. Il fatto è che non mi convinceva per niente, nonostante la buona recensione del Doc. Ebbene sono rimasto piacevolmente sorpreso, l'ho trovato un ottimo film di supereroi, non un capolavoro, ma mi è piaciuto moltissimo, e il tutto lascia ben sperare per il prossimo.
    Per strane coincidenze della vita ieri l'ho visto in blu ray, dato che ho comprato il cofanetto con i 5 film fatti finora, e poco prima di inserire il disco scopro che lo davano anche sulla Fininvest, ovviamnet in alta definizione e con l'impianto Surround è però un'altra cosa.

    Piccolo appunto sul metro di giudizio femminile del Doc. Se diamo della cofana a una come January Jones siamo proprio alla frutta, ammenochè tu non viva sull'isola di Themishira e allora vabbè. Sono d'accordo che non è abbastanza figa per fare Emma Frost, ma cofana no! Per pietà.
    Se poi vogliamo buttare nel cesso una come Jennifer Lawrence perchè......ha gli zigomi troppo gonfi ti ricordo che hai eletto a vetta massima della bellezza femminile una tizia con una fronte così grossa che se la dipingi di rosso sembra un Super Santos :)

    Rose Byrne è bellissima, poco perata, ma bellissima!!! :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails