lunedì 9 maggio 2011

19

Almighty Thor: il Thor di Asylum, ben oltre i confini della pezzentaggine (prima parte)

"L'unica cosa che mi interessa è farvi sudare", urlava il tuo allenatore francese di rugby incredibilmente identico a Luc Merenda diciotto anni fa, anticipando di fatto il testo di Sweat di Snoop Dog di tre lustri e mezzo abbondanti. E non perché, nel suo essere sosia di Luc Merenda, fosse un bastardo sadico. È che il suo concetto della professione di allenatore era: mi pagano per spremervi come limoni, e io lo faccio. Bene, la filosofia con cui Asylum realizza i suoi film tarocchi è essenzialmente la stessa: ho un'idea da copiare e la copio, a qualsiasi costo, pur di uscire in contemporanea e succhiarmi un po' di promozione a ufo. Anche se devo farlo ambientando un film su Thor tipo in Sila. E facendolo interpretare da quattro scappati di casa vestiti come pastorelli. Con tremilaecinquecento lire di budget. Lo faccio. E Asylum lo fa, perché ad Asylum fondamentalmente non gliene frega un cazzo […]
Il (si perdoni il termine) film si apre all'Inferno. Una figura avvolta nell'oscurità recita un antico sortilegio. Quella figura è Loki, e la scena è molto Regina Himika su una scala da zero a nighiri nighiri nasacusolò. In superficie il guardiano Himdall (sic) si accorge che qualcosa non va. Ora, chi si lamentava dell'Heimdall nero nel Thor di Branagh può accomodarsi
Loki appare davanti a Himdall e alle sue guardie (due) e il suo obiettivo è chiaro: distruggere Asgard
Cioè la cartolina di un castello Disney appiccicata su una foto del Lago di Garda ritagliata da una scatola di caramelle Sperlari del 1979 che è tutto quello che il budget ha permesso di spacciare per Asgard
Le guardie di Himdall (sempre due) scoccano le loro frecce (due)
ma nell'inquadratura successiva le frecce sono diventate migliaia. Oh, ché questi sono arcieri di Asgard, mica fischiett
Loki, intanto, questo Loki che è la sintesi perfetta di Keith Richards, Mickey Rourke e Renato Zero, se la ride. Perché?
Perché si è portato da casa il PlayStation Move
(e anche dei cani-stegosauro avanzati al reparto effetti speciali Asylum da qualche altra minchiata precedente)
Odino, nel frattempo, avverte che qualcosa non va. Il padre degli dei ha tutti e due gli occhi ed è interpretato dal bressler Kevin Nash, in passato noto anche come Diesel
Odindiesel è affiancato dai suoi due figli: Thor e Baldir (sic). Thor è quello vestito come Peter in Heidi
I tre vanno a trovare le Norne, che sono tipo le Parche o le Moire però in versione cispadana, stanno tessendo l'arazzo del destino e partono con un pippone pazzesco sul fato, la predestinazione e quelle altre cazzate lì da telepredicatore del sabato mattina sui canali Sky dopo l'800
Loki è arrivato ai cancelli di Asgard. Che hanno questa simpatica foggia architettonica da trullo di Alberobello
Sopra il trullo ci sono un tizio coi baffi e una guerriera che potrebbe o non potrebbe essere Sif. Loki elimina entrambi a colpi di PlayStation Move, poi entra in città con le sue bestiole e inizia a spatafasciare tutto, tiè, vaffancuore
Odino nel mentre si prepara allo scontro, ricordando a un esuberante Thor che non è ancora pronto ad assumersi le sue responsabilità eccetera eccetera
Ma Thor se ne fotte e prende a spadate un lucertolone gigante, animato in modo talmente pedestre che Ray Harryausen con due pupazzi di gomma nel '54 avrebbe messo in piedi qualcosa di molto, molto, molto più dignitoso
Odino marcia contro Loki
con i suoi regali stivali da zampognaro
Seguono un duello di livello inferiore a quello di una qualsiasi recita scolastica di terza media
e l'uccisione di Baldir da parte dello stesso Odino, ingannato da un barbatrucco resta di stucco di Loki
Baldir spira tra le braccia di Odino, chiedendogli di dare una chance a suo fratello Thor
ma Odino non ne ha il tempo, perché viene a sua volta colpito a tradimento da Loki. Giusto un attimo per scagliare in un'altra dimensione il MARTELLO DELL'INVINCIBILITÀ (sic) e Odino è lì lì per schiattare
Thor, con il suo pippone alla Ibrahimovic, piange lacrime napulitante, in un vero, genuino momento mariomerolo
Con un'aria da vabbè, mi tocca affidare il regno al figlio più minchione, Odino chiede a Thor di recuperare il MARTELLO DELL'INVINCIBILITÀ che ha scagliato tra i rami dell'Albero della Vita. E muore
Assetato di vendetta, Thor si avventa su Loki. Che lo mena
Il figlio scemo di Odino viene salvato solo dall'intervento di Jarnsaxa, guerriera addestrata dalle valchirie che aiuta Thor a fuggire. E gli dimostra di non essere ancora pronto. Menandolo
I due si infilano in un varco magico e raggiungono... dice: l'Albero della Vita? No, una specie di portale per gli altri mondi. Ora, presente quello tutto dorato e fantascienzo del film di Branagh?
Qui invece c'è tipo un nuraghe
Il nuraghe però è rotto, e così Thor e Jarnsaxa parlano per cinque minuti DI NUOVO di come Thor non sia ancora pronto eccetera eccetera. Le palle a questo punto ti sono già arrivate per terra. Lo si fa solo per voi. Ricordatevelo
Ah, Jarnsaxa, ti sovviene ora (= l'hai letto in questo istante su uichipìdia) era nella mitologia norrena tipo una gigantessa con cui Thor ha fatto due figli. Solo che questa al massimo è uno e settanta. Coi tacchi
Thor, questo Thor che è un po' un Tom Cruise con la nasca, non è però convinto del discorso di Giansuonailsaxa, e le dice di essere pronto eccome
Allora a lei tocca dimostrargli che si sbaglia. Menandolo di nuovo. Siamo a un quarto del film e Thor è già finito col culo per terra un fottio di volte
I due arrivano all'Asgard ritagliata dalla scatola di caramelle Sperlari del '79, e la trovano in fiamme, in tutta la sua maestosa sagoma cartonata
Ma Jarnsaxa mostra felice a Thor dei fiori. Vedi, gli fa, la vita è tornata a crescere: c'è ancora speranza. E Thor la guarda come a dire: mi hanno sterminato la famiglia e distrutto casa, sai cosa cazzo mi frega di due margherite dimmerda?
I due rifilano allora il MARTELLO DELL'INVINCIBILITÀ a Loki e fuggono su Midgard, ma si tratta ovviamente di un inganno. Dice: e il dio degli inganni non se ne accorge? E come diavolo ha fatto Jarnsaxa a creare questa illusione? Oh, senti. Andiamo avanti
Thor e la sua amichetta arrivano a Los Angeles, una Los Angeles tutta desaturata azzurro puffo
Qui si imbattono nella tipica scena di violenza metropolitana in un vicolo malfamato e pieno di graffiti di questi giovani di oggi che si fumano le sigarette drogate
e Thor mena il rapinatore. Poi ride per diversi minuti, ché finalmente è stato capace di alzargli pure lui le mani a qualcuno. Sarebbe sempre il protagonista del film. Ecchecazzo
Jarnsaxa conduce Thor nel suo rifugio segreto in città (sì, perché c'ha un rifugio segreto in città), dove gli rifila un cappotto "per passare inosservato"
e ci insegna a usare una pistola. Hai visto mai. Thor si allena esplodendo una mezza dozzina di colpi nello stanzino, ché tanto cazzo gli frega, e siccome ci ha preso gusto Jarnsaxa gli fa un bel regalo
Un Uzi pistol. Ripetiamolo assieme: Thor con un uzi pistol.
Ancora una volta: Thor. Uzi pistol.
Fine prima parte. Il resto domani mattina, ché per stasera hai sudato abbastanza, avrebbe detto l'allenatore francese uguale-uguale a Luc Merenda. Mortacci sua.

19 commenti:

  1. Potevi darmi un'oretta in più però eh...

    RispondiElimina
  2. Dai, che hai tutto il tempo per finire di vederlo e tornare qui domani all'alba per la seconda, disgustosa parte della rassegna

    RispondiElimina
  3. Finirò per fare richiesta ufficiale di cittadinanza, sappilo.

    RispondiElimina
  4. Uzi pistol! :-D
    UZI PISTOL!!!
    ahahahahahahahahahajajcoffcoffahahahajahahahahajah
    No dai sul serio, chi ha scritto sta boiata è un genio immane! XD

    RispondiElimina
  5. Thor non è cresciuto ad Asgard ma a Detroit.

    RispondiElimina
  6. "Capelli lunghi non porta più,
    non usa la mazza ma
    uno strumento che sempre dà
    la stessa nota ratatata!"

    RispondiElimina
  7. Si hanno già notizie di "Thor XXX: A Porn Parody"?

    Già che siamo in argomento...

    RispondiElimina
  8. Loki lo preferivo qui:
    http://youtu.be/eB1iJmhNjec

    RispondiElimina
  9. Ottimo...
    "Cioè la cartolina di un castello Disney appiccicata su una foto del Lago di Garda ritagliata da una scatola di caramelle Sperlari del 1979 che è tutto quello che il budget ha permesso di spacciare per Asgard"-LOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL

    RispondiElimina
  10. Oh, ma questo con la Janssen?
    http://www.theasylum.cc/product.php?id=162

    RispondiElimina
  11. Ma di questo un tie-in no? Che tanto peggio di quello del film Marvel non potrà essere...

    RispondiElimina
  12. La domanda più importante:
    come possiamo gustare questo immortale capolavoro dell'arte cinematografica?
    Dove le nostre assetate pupille potranno dissetarsi con la vista di cotanta bellezza?
    Attendo risposta, grazie.
    Saluti

    RispondiElimina
  13. Oh, comunque qua c'è Baldir che sarà la brutta (bruttissima) copia di Balder ma il film ufficiale manco quella c'ha.

    ASylum 1 - Marvel Productions 100

    RispondiElimina
  14. il manichino che interpreta thor sarebbe comunque un capitan america più credibile di chris topogigians

    RispondiElimina
  15. @Doc
    Si dice " neghiri neghiri, nasanucolò" , gnùrant :)

    RispondiElimina
  16. "Cioè la cartolina di un castello Disney appiccicata su una foto del Lago di Garda ritagliata da una scatola di caramelle Sperlari del 1979 che è tutto quello che il budget ha permesso di spacciare per Asgard"

    Qui ho riso per cinque minuti :))

    RispondiElimina
  17. Ohohohohoqgahahahahah Kevin Nash Odino ahahah hoohohohoh stivali da zampognaro ahahahha non resisto...ahahahahaha ohohoh!!

    Asylum=recensione divertente, come Yotobi (http://www.youtube.com/user/yotobi?blend=1&ob=5) insegna. Grazie per il sacrificio Doc, mi fiondo con disgusto a leggere la seconda parte.

    RispondiElimina
  18. Ma che roba da neuro deliri è?Ma che si fumano quelli dell'Asylum?

    RispondiElimina
  19. Lo conosco grazie a Yotobi, una porcata pazzesca!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails