mercoledì 27 aprile 2011

51

Thor: il film. Il nobile Rambo biondo

Anscianté, dønna di Midgard! Pciù!
Il concetto di base del Thor dei fumetti è quello di un personaggio arrogante, un po' ingenuo e molto, molto potente. Arrogante e ingenuo, perché perennemente fuori posto tra usi e costumi di un popolo che non capisce - tranne quando si tratta di bombarsi le terrestri come la Foster, chiaro - ma anche molto, molto, molto, molto potente. Un eroe che quando piomba sulla scena brandendo Mjolnir, il suo martello di uru, quando ti squadra con aria glaciale e sopracciglio severo, il messaggio che ti comunica è "Non voglio, ma se volessi vi ammazzerei tutti in un nanosecondo maledetti figli di put*ana stronzi dimmerda vaffancoolo". Il dio del tuono, per metterla in altri termini, è sempre stato se vogliamo una versione nobile e bionda del primo Rambo. Molto bionda […]
Il costume completo di Loki, con mantello verde e casco cornuto, lo vuoi fortissimamente per la prossima festa in maschera di Halloween. Anche se non vai a una festa in maschera di Halloween vera e propria da quindici anni
Ed è più o meno a questo che pensavi tre ore fa, mentre ti accomodavi in una poltroncina del cinema Garden. Sarà stato in grado Kenneth Branagh - ti chiedevi - di rendere come si deve su schermo la figura ingenua, regale, potente, gelida, affabile, pericolosissima di un dio del tuono che finisce in punizione giù nella patria del cheeseburger? E mentre te lo chiedevi speravi forte-fortissimo che fosse proprio così. Ché per essere lì a vedere Thor al day one come un pirla ti stavi perdendo la semifinale Real-Barcellona, porca di quella vacca argentina.
Lady Sif è Jaimie Alexander, attrice protagonista in passato di tutta una serie di telefilm che non hai mai visto
E no, niente capolavoro della storia del cinematografò, ma su una scala da zero a film con i super-eroi che si picchiano Thor è un film discreto. In giro se ne legge che le parti ambientate ad Asgard sono bellissime, mentre quelle sulla Terra superflue e stupide. Non sei d'accordo. Perché sì, è vero, la Asgard di Branagh è stupenda, e nella Asgard di Branagh ci sono i giganti del ghiaccio e Odino Anthony Hopkins e un grandioso Heimdall
Un Heimdall nero. La cosa ha dato molto fastidio ai membri del KKK, a qualche leghista delle ronde padane e ad altri coglioni. Che poi, un Hogun orientale è sempre andato bene a tutti e un Heimdall nero no?
mentre giù nel New Mexico troviamo per metà film quella rompicoglioni di Darcy, la stagista della Foster (giusto perché era rimasto libero uno slot da macchietta addetta al comic relief), e gli uomini in nero di ics fàils mandati dallo SHIELD.
Ma dove cazzo siamo, nel 1997?
Però è anche vero che il Thor di Asgard senza il Thor terrestre non funziona. Senza l'ingenuità, senza l'esilio e il processo di catarsi del personaggio, resterebbe solo l'arroganza. E per quella basta un calciatore con la terza media qualsiasi.
Il contorno sono gli elementi del mito del dio del tuono al loro posto, due tonnellate e mezzo di effetti speciali, una Jane Foster/Natalie Portman bella tosta
"Brava Giovanna! Braaaava!"
Stan Lee, il parrucchino di Stan Lee, e tutta una serie di accenni e cameo che preparano il campo all'arrivo di The Avengers (Occhio. Di. Falco. ZOMG. Zomigidio). Non perdetevi la scena dopo i titoli di coda e, già che ci siete, nemmeno i titoli di coda veri e propri, che si chiudono con un omaggio a Walt Simonson, Sal Buscema e altri autori cui i fan di Thor devono praticamente tutto. Detto questo, non resta che aspettare quell'ALTRO film di Thor, a inizio maggio. Quello tarocco di The Asylum, con i dinosauri e gli uzi-pistol, The Mighty Thor:
'Nuff said

Edit delle 6.39:
Ieri sera ti sei dimenticato due cose. Di dire che il Thor del film è davvero Thor (davvero), e soprattutto la tua solita, sentita invettiva contro il 3D di questa grandissima cippa. Posticcio e inutile per come è posticcio e inutile il treddì di Thor, è una roba insopportabile, la cui unica funzione è rendere ancora più scure le scene con poca luce della pellicola e infastidire la gente. Se proprio volete questi cacchio di tre, quattro euro in più sul prezzo del biglietto, signori di Hollywood, ve li si dà lo stesso, parola, purché ci liberate l'anima da questa enorme, ridicola stronzata degli occhialini. Grazie.

51 commenti:

  1. concordo in pieno, una menzione per il distruttore...una figata!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Pensavo in una tristissima berrettata (berretto, cappello, fai un po' tu...), ma se il Doc promuove allora forse un pensierino lo ci si fa, anche da fumettofilo non Thoriano... Per dire, Iron Man, il primo film, non mi era neanche dispiaciuto, anzi, nonostante le libertà prese nell'adattamento.
    Vai a vedere che mi toccherà andare a vedermi anche il buon vecchio Cap e il resto della banda di debosciati (ma Visione ci sarà? Dimmi che ci sarà un Visione!) :D

    RispondiElimina
  4. No un attimo. Esco dal mondo del lurkismo, un mondo fatto di ghiaccio e solitudine, per motivi di forza superiore. Non vedo una recensione di SuckerPunch. Ti piacque? Lo schifasti?

    RispondiElimina
  5. Finito di vedere mezz'ora fa.
    piaciuto, anche se in più momenti mi sembrava di vedere un film fantasy qualsiasi .

    Piuttosto, sono a lutto per una cosa: ero con un mio amico che è voluto andare via prima dell'ultima scena post titoli di coda.

    Doc, puoi mica farmi, nella tua infinita bontà, uno spoiler segreto?

    Grazie.

    RispondiElimina
  6. Se proprio devo trovare dei difetti sono un livello di recitazione sul mediocre andante (eccetto per Hopkins mentre Thor ha l'espressività di un Ultimate Warrior durante un promo per Wrestlemania) e un finale un pò affrettato. Poi magari (anzi, senza magari) mi sbaglio.

    RispondiElimina
  7. Con questo non voglio certo dire che mi abbia fatto schifo, anzi. Spero pure in un seguito all'altezza se non superiore.

    RispondiElimina
  8. Otoz: Sucker Punch alla fine non l'ho visto. Non ho trovato il coraggio di farlo. Magari ora che esce in home video.

    The Shocker: a me è piaciuto molto il tipo che fa Loki (all'inizio, per quella prima mezz'ora, sembra davvero uno stronzo combattuto). E alla fine anche Thor. Perché Thor è quello: un bisonte spaccone, ingenuo, nobile, etc.

    Minkia Mouse: Ok.

    ****SPOILERAZZO ALERT*****

    Dopo i titoli di coda, lo scienziato amico/mentore della Foster incontra Nick Fury/Samuel L. Jackson in una struttura segreta dello Shield. Fury gli mostra quello che sembra proprio essere il Cubo Cosmico, e attraverso il riflesso in uno specchio vediamo che lo scienziato/Stellan Skarsgård, interessato a questa "fonte di energia potenzialmente infinita" è in realtà sotto il controllo di Loki.

    ****FINE SPOILERAZZO*****

    RispondiElimina
  9. Al di là di "bianco" o "nero" ( per me basta che si rispettino i riferimenti alla Marvel, Nick Fury ad esempio può benissimo essere nero visto che c' è una sua versione afroamericana nell' Ultimate Universe) son sti occhi che mi lasciano perplesso! GIALLI! Con tutti i soldi che hanno cacciato per fare sto film, non potevano fargli gli occhi con l' "effetto cosmico" come nelle ultime versioni del Personaggio? ( vedi come in Dark Reign o Assedio...)

    RispondiElimina
  10. Quasi mi commuovo nel leggere che non sono l'unica a cui il 3D sta pesantemente sulle balle..
    Poi quando i mingherlini come me si inforcano quei cavolo di occhiali non ci sarà mai e poi mai verso di farli stare su bene, ergo si passerà metà film con la mano sulla stanghetta per non farli cadere, e l'altra metà a pensare: "ma chi cavolo è stato quell'emerito genio del male che ha riportato in auge il 3D? Presentatemelo che poi ci penso io..."
    Cmque anche a me Thor è piaciuto e complimentissimi x il blog, ormai è diventato un appuntamento quotidiano quello coi post del DR. Manhattan!

    Elisabetta

    RispondiElimina
  11. Ps: la mia esperienza da cosplayer mi fa supporre che alle prossime fiere del fumetto ci sarà una piccola/grande invasione dei costumi di Thor zi zi..

    Elisabetta

    RispondiElimina
  12. Ok. Sono sollevato. Aspettavo la rece per andare a vederlo. :)

    p.s. comunque non ti sei perso niente, piuttosto della semifinale di champions sarebbe stata meglio la replica di una qualsiasi royal rumble.
    Un giornalista commentò: una pila di letame da cui sono sbocciati due fiori di Messi.

    RispondiElimina
  13. P.s. @Elisabetta: tranquilla, quanto al 3D sei in numerosa compagnia.

    RispondiElimina
  14. Per me è un uovo di Pasqua con una bella carta dorata ma con la sorpresa scialba ed il cioccolato stantio.
    Questo Thor mi sembra realizzato solo ed esclusivamente in funzione del futuro "Avengers", così come Capitan America.

    Produttori: " Allora ragazzuoli, Hilk ed Iron-Man hanno già i film per conto loro, ma cazzo ci servono per forza anche quelli di Cap e Thor! Dai, muoviamoci a farli fuori dalle balle, così dopo ci possiamo finalmente divertire con i Vendicatori"

    Nonostante certi pregi, i difetti per me sono molti di più, quindi pollice verso.

    RispondiElimina
  15. Elisabetta: benvenuta. La preghiera, sempre per il discorso che i commenti anonimi mi incasinano l'antispam, è quella di loggarti usando il menu commenta come /Nome url. Oppure cliccando sul pulsante segui in alto a destra. E comunque sì, il 3D deve morire.

    Tornando al film, capisco le perplessità di DarkAlex. Ma credo che il punto sia: riesci a rendere credibile un guerriero vichingo con le alette sulla testa che vola appeso a un martello e percorre il ponte dell'arcobaleno assieme a Volstagg il voluminoso? Se sì (e per me sì), win.
    Portare su schermo un Iron Man, per dire, era molto più semplice: prendi un'armatura pheega, ci infili dentro un attore brillante e carismatico e il più è fatto (non a caso quasi tutto il resto, quasi tutto il contorno, nei due Iron Man non mi è piaciuto).

    RispondiElimina
  16. Per il discorso 3D io non la vedo nera come te (e altri appresso) Doc. Mi piazzo più su una zona grigia. Ok, grigio scura per la verità. Perché, per dire, in fondo in Avatar e in Dragon Trainer non mi è dispiaciuto affatto. Anzi.
    Come per tutte le cose, però, dipende da come lo si usa, e non da quanto è lungo... (ehm, vabbè, lascia perdere la seconda parte della frase...).
    Il fatto è che, siccome è la novità del momento, la nuova (vecchia) tecnologia (che tra le altre cose giustifica il blue ray e il ricambio periodico di TV) la schiaffano un po' ovunque a membro di canide, alla bell'e meglio, anche dove è del tutto superflua. Senza contare poi quando viene realizzata artificiosamente in post-produzione anziché a monte. Per questo scuro, il grigio: è che fin'ora per bene è stato utilizzato poco.
    Che poi, oh, so' sempre gusti, e il mio è solo un parere, eh!

    RispondiElimina
  17. No, ma chiaro: come detto tante volte la percezione del 3D è una roba soggettiva. Quel che per me è noia per altri è gaudio. Solo che, per l'appunto, ora la moda è quella di appiccicare il 3D a un film già girato. Così si risparmia sulle riprese e non si butta in sala di montaggio nulla che costi quanto tre film a tecnica tradizionale. Ed è una soluzione chiaramente pezzente e fuffaldina.

    Toh, intanto gustatevi il prologo del gioco ufficiale. Guest-starring: Surtur!

    http://www.youtube.com/watch?v=YlJkZ2k1MF0&feature=player_embedded

    (non vi esaltate troppo, però. Ché il giovo vero e proprio è facile sia una minchiata)

    RispondiElimina
  18. Ah beh, per il discorso pecetta post-produzione, come detto prima, mi trovi d'accordissimo.
    Specchietti per le allodole, o per gli allocchi.
    Un po' come mettere lustrini e paiette su un dirigibile marrone, senza elica e timone...

    Per il trailer... non ho visto, alla fine, tra i loghetti, riferimenti a PC Game. Console only?

    RispondiElimina
  19. Parlano, + o-, tutti bene di questo film...sn curioso di andarlo a vedere. I film Marvel che mi sono piaciuti di +, fra quelli che ho visto, sono il primo Iron Man e Spiderman 2 (quell'abominio del 3 è stata una pugnalata al cuore). Ghost Rider, Electra, DareDevil (CON BEN AFFLECK!!!OH!!!) e il primo Fantastici Quattro li trovo tremendi...anche i 3 X-Men fanno abbastanza schifo...Il fatto del 3D è che mi sono rotto di andare a vedere film dove le scene veramente in 3d sono 2 e tenermi, x tutta la durata, degli occhialetti che mi scuriscono l'immagine..oltretutto pagando di + il biglietto...la + grande presa x il culo è stata Scontro tra Titani: sia xkè il film era una merda e anche xkè il 3d nn c'era proprio...

    RispondiElimina
  20. Premetto che molti pregiudizi insensati, mi impongono di non vedere il film... ma da una parte non posso non ascoltare le critiche positive del film. Non bisogna dimenticarsi poi che è di Kenneth Branagh: il regista (e attore principale) di Enrico V, è una garanzia solo il suo nome

    RispondiElimina
  21. Doc, ma non ti dice nulla il fatto che quelli siano Dei Norvegesi? Il buon Heimdall, un nero?!? ...veramente una pezzenteria... buttata li solo per poter infilare un attore nero nel cast e magari rifuggere da eventuali accuse di razzismo. Hogun il Fosco, d'altronde.... beh, lui pure nei fumetti é orientale. C'é scelta e scelta... mettere un Kingpin nero in Daredevil ci poteva persino stare.. ma un Heimdall nero direi proprio di no. Per il resto complimenti per la recensione. Spero di vedere il film al + presto.

    P.S. Pure il Nick Fury cinematografico é un colpo basso... e NON perché sia nero, ma perché Jackson non c'entra un'emerita mazza. Ok, la sua faccia é quella del "Ultimate" Fury... e allora? L'avete visto in Iron Man 2? Vi pare che abbia anche solo un decimo del carisma del Fury a fumetti????

    RispondiElimina
  22. Oh, meno male che non sono il solo a pensare che il Fury visto in Iron man 2 sia la caricatura di quello tosto e stracazzuto (e anche bastardo, diciamolo) visto in Ultimates.
    Ma il doppiaggio?? Vi ricordate com'è doppiato, con quella vocetta ridicola?

    RispondiElimina
  23. HellORC: che ti devo dire, i norvegesi erano dei GRANDI navigatori. E comunque gli asgardiani sono a tutti gli effetti degli alieni, quindi ci possono stare gli orientali come Hogun, i neri, Cicchitto, chiunque.

    Su Fury ancora non mi pronuncio. Ché, cioè, vorrei vederlo per un po' più di quattro secondi sempre e solo dopo i titoli di coda. The Avengers aspettaci.

    RispondiElimina
  24. ci andrò sabato, già partivo ottimista (Kenneth Branagh alla regia, dai! cioè! *_* non articolo più parole di senso compiuto, ahah), ma ora che ho avuto la conferma dal Doc sono a dir poco fomentata :°D
    e io che pensavo di essere l'unica nerd di sesso femminile qui dentro, meno male c'è anche Elisabetta :)

    RispondiElimina
  25. HellORC: preferivi il bagnino di Baywatch?

    Comunque THor non l'ho visto, come gran parte dei film marvel,anche se l'he-man nordico della marvel incomincia a incuriosirmi.

    Ma nessuno sa niente dei film su Silver Surfer,Flash e il remake di Devil?

    RispondiElimina
  26. Mi è piaciuto assai.
    Questione Heimdall nero: quello NON è l'Heimdall della mitologia scandinava. È l'Heimdall di un film basato su un fumetto basato sulla mitologia. Ma "basato" non significa "che coincide con". Altrimenti neppure il resto della combriccola degli amici di Thor (meno Sif) avrebbe mica dovuto esserci: nei miti originali loro non c'erano...
    Per cui per me può essere nero, verde o anche arcobaleno come il Bifröst. Finché il personaggio rende (e Idris Elba rende) è ok. Se voglio un film sulla mitologia nordica allora sí che lo pretendo biondazzo. Ma questo film non lo è.
    Mi sarebbe invece piaciuto che lo avessero correttamente pronunciato Heimdall anziché AImdall, come hanno fatto. Tanto tedesco, norvegese, islandese, cosa vuoi che sia, saranno tutte uguali, eh certo...

    RispondiElimina
  27. Ieri sera leggo la recensione e sta mattina mentre prenoto e mi accorgo che è disponibile solo in 3D penso "ah! Doc non ha inveito contro il 3D! Che cosa strana..."
    Torno qua per chiedere spiegazioni... E mi sembra di essere stato accontentato! XD

    RispondiElimina
  28. Entro a conversazione già iniziata ma devo trovarmi d'accordo con DarkAlex quando afferma che questo film è stato solo un uovo di pasqua con una bella carta attorno.
    Ok la versione cinematografica di ironman sicuramente è stata più facile da realizzare ma non credo che quella di thor fosse così difficile.
    Partiamo dalle musiche, nei titoli di coda (che ho letto tutti) appaiono solo 2 canzoni, che canzoni non sono bensì anonimi accompagnamenti.
    Una colonna sonora coi Led Zeppelin non ci sarebbe stata poi così male...
    La trama è stata stravolta fino all'osso, insomma Don Blake è stato un contentino, Thor che non può sollevare il martello, il biondo dio del tuono dopo migliaia di anni di puzza sotto il naso, nel giro di un paio di giorni diventa il più umile degli umili e Jane è... un astronoma !?
    Poi si porta dietro dei buchi fino alla fine, gag senza senso e personaggi senza senso.
    Ad esempio la ragazzina col Taser, o Sif...
    Manca Balder, ma c'è un improvviso (quanto inutile) Clint Burton.
    Mi fermo qui poichè non voglio dilungarmi troppo e risultare tedioso...

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. P.S non ho nulla da dire contro Heimdal afroamericano o Hogun cinese (e non unno), queste sono scelte di casting che a mio avviso non influenzano l'andamento generale del film. Se l'attore è capace secondo il mio parere la nazionalità non conta...

    RispondiElimina
  31. uruz7, siam qui per discutere, quindi puoi dilungarti quanto vuoi. Tranquillo.

    Alla tua disamina aggiungo solo che la presenza di Hawkeye è solo un altro cliffanger per The Avengers. Tutto lì.

    RispondiElimina
  32. Non ci avrei scommesso una cippa. Sabato vado a vederlo e ti saprò dire.

    RispondiElimina
  33. @Manuel
    Non ha senso quello che dici sulla mitologia nordica, perchè non vedo proprio cosa possa giustificare. Lo sanno anche i sassi che il film è basato su un fumetto. Inoltre anche nel fumetto, gli Asgardiani sono caucasici (e la Marvel è piuttosto coerente con l'etnicità dei suoi pantheon) ed anche se ad esempio, Hogun ha un elmo che ricorda forse i mongoli, per il resto non è più orientale di me.
    Quindi hanno cannato sia mitologicamente che fumettisticamente.

    Questa questione non è la più importante perchè i problemi sono altri, però personalmente mi scoccia perchè era risolvibilissimo: metti un nero ed un orientale fra i personaggi umani. Si salva capra e cavoli no?

    RispondiElimina
  34. Noi eravamo sicuri di NOn andarea vedere il film, dopo la tua recensione poi!:D

    L'attrice sconociuta è l'androide di Kyle X-Y! ahahaha io me lo vedevo!
    e il "coso "nero mi sembra un cattivo dei power ranger!

    RispondiElimina
  35. @DarkAlex
    Giustifica, giustifica. Il Thor dei fumetti con quello della mitologia c'entra giusto di striscio. Che anche quello del film a sua volta c'entri poco con quello dei fumetti è cosa che non mi sorprende affatto. Al massimo puoi dire che hanno cannato fumettisticamente, se proprio allo Heimdall e allo Hogun del fumetto tieni tanto. Che poi Hogun dirà due battute in tutto il film, quindi sai che importanza gli han dato... :p
    E poi se dà fastidio a quelli del KKK è cosa buona e giusta a prescindere. :p
    Del resto lo stesso Idris Elba ha rimarcato che un tempo era pieno di film in cui neri, indiani e orientali erano interpretati da bianchi che piú wasp non si poteva, giusto un po' truccati...
    Il fatto che poi si DEBBA mettere "il nero" e "l'orientale" per forza nel cast è cosa che scoccia anche me, questo sí. Però oh, a me Idris Elba è piaciuto. Il povero Asano è fondamentale all'economia del film come la freccia di Clint Barton, per cui andava bene lui come chiunque altro...

    RispondiElimina
  36. A me è sembrato il remake dell'Hulk di Ang Lee: tutini che si menano OK, parrucchi che si drammano OK, commedi che si amano OK...
    ...ficcarci tutto l'insieme suona molto MAH.

    RispondiElimina
  37. Ma secondo me infilarci gli orientali e afroamericani in un film del genere e' una cosa giusta.
    Inanzitutto perche' siamo nel 2011, e io becco complessivamente piu' neri,cinesi,rumeni e co.
    che italiani puro sangue.
    Forse 30 anni fa era piu' raro incontrare razze che abitavano dall'altra parte del pianeta,ora non piu'.

    Di supereoi non Wasp ora come ora mi vengono in mente Shang-chi e Luke Cage, che sono il classico contentino per i lettori non-bianchi e con un potere commerciale vicino al ridicolo, percio' facciamoci andare bene questi "particolari" di poco conto e godiaoci il film.

    Ps: il KKK me lo sooca

    RispondiElimina
  38. Thor non è mai stato il mio personaggio preferito, anche se da vecchissssssimo lettore Corno ho avuto fra le mani un certo numero di suoi albi.
    Aggiungo che mi sono piaciute parecchio le "versioni" di W. Simonson e di Stracch (come cavolo si scrive).
    Al riguardo credo che ognuno di noi ha la sua versione preferita di Thor ed è con quella che confronta il personaggio cinematografico.
    Alla fine, pur non avendolo ancora visto, credo che il film sia piacevole e divertente.
    Sul 3 D mi limito a dire che ormai è una moda e dobbiamo sopportarla.
    Una curiosità: perchè non c'è Balder?
    Infine, temo che il film di Cap sia invece una enorme cag.....
    Saluti

    RispondiElimina
  39. sappi che hai sulla coscienza i miei 10€ perchè non volevo andare a vederlo ed invece ho letto il post e mi sono convinto ad andare. mi associo all'invettiva contro il 3D fintissimerrimo, e posso solo aggiungere che a chi come me non è un aficionados dei fumetti marvel la sensazione che da è di un bel film, privo però di trama... o meglio, la sensazione è come se manchi qualcosa, come se fosse stato interrotto ad una sorta di lungo primo tempo (per carità, il laconico "thor tornerà con i vendicatori" alla fine non sta li mica per niente...). Il mio amico che mi ha accompagnato però, grande fan di Thor, è uscito contento, quindi il problema sospetto sia solo ed esclusivamente mio.

    RispondiElimina
  40. Eh, lo so. Ma che ti devo dire, mi riusciva difficile calarmi nei panni di chi Thor non lo conosce.

    RispondiElimina
  41. non preoccuparti, ti lovvo lo stesso <3 :D

    RispondiElimina
  42. Io dico di goderci questo Thor e i prossimi due film super eroici (Cap Anerica e I vendicatori) perchè penso che saranno gli ultimi buoni e forse gli ultimi in senso letterale.
    Lo dico come appassionato che ha atteso venti anni il film su Spiderman, che si è quasi commosso nel vedere Blade e che si è divertito con i F 4(!!??)
    Temo infatti che i successivi due film in fase di realizzazione saranno delle "boiate pazzesche".
    Mi riferisco al prossimo Spiderman che dovrebbe far ripartire da zero il franchising (questa l'ho sentita spesso anche se non ho capito bene che vuol dire), ringiovanendo il protagonista e il cast, e al film sulla giovinezza degli X men che mi ricorda l'ultima serie di Star TrecK che era ambientata agli inizi della saga e raggiunse il bel risultato di affossare (forse per sempre) i telefilm di Star Treck.
    Ecco temo che i film su Spiderman ragazzino e sui giovani X men andranno così male al botteghino (il solo che conta alla fine) che i produttori che,non sarà bello da dire, ma è vero, hanno il portafoglio al posto del cuore non finanzieranno più film di supereroi per mille miliardi di eoni.
    Chiedo scusa per la lunghezza.
    saluti

    RispondiElimina
  43. Io comunque ho apprezzato la stagista:

    http://www.heaven666.org/kat-dennings-nude-46185.php

    RispondiElimina
  44. Appena visto e mi accodo ai BAH...
    Thor è riuscito come personaggio, anche se poco potente: un dio dovrebbe essere più di un Superman con martello annesso.

    Mi aspettavo qualcosa di più epico e la Asgard del film a me non è piaciuta: sapeva troppo di "Power Rangers"...

    Per quel che riguarda K. Branagh devo dire che vista la trama (del nostro Stracchino preferito) ci sta che si sia lasciato coinvolgere: dopo aver finito Shakespeare ha sentito anche qui parole tipo "intrighi di corte", "fratricidio" e ci si è buttato.

    Non è brutto ai livelli di Ghost Rider o de I F4, o Daredevil, ma sicuramente non raggiunge film come Spiderman 2 o X-Men 2.

    E ora aspetto First Class e i prossimi sui vendicatori.

    RispondiElimina
  45. Vorrei dire a tutti quelli che hanno inviato commenti sull'Heimdall di colore, che se fosse stato un altro film non avrebbe vuto importanza; ma Heimdall nella mitologia nordica era detto proprio "il bianco". Un motivo ci sarà? Seconda segnalazione, la cosa che a tutti è sfuggita, è che il padre di Loki (il mio beniamino) non era Laufei ma Farbauti<. Laufei era la madre. Terzo e ultimo ma importantissimo; il film si rifà proprio alla mitologia nordica.

    Anonima

    RispondiElimina
  46. Il concetto di base del Thor dei fumetti è quello di un personaggio arrogante, un po' ingenuo e molto, molto potente. Arrogante e ingenuo, perché perennemente fuori posto tra usi e costumi di un popolo che non capisce - tranne quando si tratta di bombarsi le terrestri come la Foster, chiaro - ma anche molto, molto, molto, molto potente. Un eroe che quando piomba sulla scena brandendo Mjolnir, il suo martello di uru, quando ti squadra con aria glaciale e sopracciglio severo, il messaggio che ti comunica è "Non voglio, ma se volessi vi ammazzerei tutti in un nanosecondo maledetti figli di puttana stronzi dimmerda vaffanculo". Il dio del tuono, per metterla in altri termini, è sempre stato se vogliamo una versione nobile e bionda del primo Rambo. Molto bionda […]

    il film e riuscito a meta.
    se le ambientazioni di barnarg sono stupende sia quelle su asgard che sulla terra la storia è scadente.

    è quella di un thor guerriero che trasgredisce il volere di odino per combattere i giganti di ghiaccio. odino se ne accorge e priva thor del martello e lo spedisce sulla terra . thor deve dimostrarsi capace di recuperare i poteri ed il martello. idea originale se escludiamo:

    1) tutte le storie di re artù

    2) la trama di hercules

    3) alcuni tratti dell' illiade

    la scena in cui thor cerca di estrarre il martello dalla roccia non si puo vedere ( si esattamente come re artù ed excalibur)

    se vuoi dare una parte drammatica ad uno dei personaggi più rissosi dalla marvel con la storia del guerriero esiliato devi agire su due fronti

    1) far diventare thor un leader carsmatico capace di incitare solo con la sua presenza

    2) incentrare il film su la ricerca del coraggio del guerriero

    barnargh centra solo il secondo obbiettivo. quando chiede che venga riaperto il portale dell'arcobaleno nonlo ascolta nessuno

    RispondiElimina
  47. Ma, secondo me, è più razzista un Heimdall nero, invece.
    Proprio perché dimostra di non conoscere né rispettare le culture altrui (in questo caso, la vecchia mitologia nordica).

    Cioé un Heimdall nero è pari a fare un film di samurai, e una parte importante, tipo Nobunaga Oda, la vai a dare ad un tizio occidentale. NO, ASSOLUTAMENTE NO.

    E' razzista invece metterci l'Heimdall nero per fare scena, per dire "guardate! è nero!" (proprio come la Marvel ha fatto con il suo nuovo Ultimate Spiderman, di cui si sa SOLTANTO che è mezzo nero mezzo latino, come se fosse questo a farti capire se un personaggio è interessante o meno). Cioé porca miseria, lo sapete che i vichinghi sono tutti biondi e pallidi, e ci andate a mettere un nero giusto perché avete paura delle battute idiote sul "potere ariano"? Ma siamo a 'sti livelli?

    RispondiElimina
  48. Letta la rece, anche se in leggero ritardo.. Concordo con tutto, la cosa che mi è piaciuta meno è forse stata una Nathalie Portman un pò plasticosa e "fuori luogo"...quasi meglio la sua assistente...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails