martedì 8 marzo 2011

23

Le gimmick cover e la morte del fumetto americano nei primi anni 90

"Salve, sono il Superman pezzente fluorescenzo"
Tra le tante colpe imputate oggi alla Image, assieme a quella di aver dato da mangiare a Rob Liefeld per anni c'è anche quella, ingiusta, di aver devastato il mercato del fumetto ammerrigano dei primi anni 90 con la moda delle copertine speciali, trascinandolo recalcitrante per le orecchie nella grande bolla della speculazione. Quando ogni numero uno della cippa sembrava un investimento sicuro e le fumetterie si riempivano di tonnellate di porcherie con cui avrebbero decorato a lungo, negli anni a venire, gli scatoloni del "tutto a un euro. Purché ci togliete questa roba dai coglioni" […]
È il 1993: le cover con l'effetto speciale sono ovunque. Ovunque
Ma è, si diceva, un'accusa ingiusta, perché il fenomeno gimmick cover nasce prima dell'Image, nel '91, con le figurine di X-Force 1 e le cover multiple di X-Men 1. Nasce e cresce nel giardino di casa Marvel e DC: Image e Valiant si sono limitate a buttarsi a bomba nella piscina affollata, trascinando il giochino alle sue più nefaste, fantozziane conseguenze. In un tripudio di numeri 1/2 e 0,5, finti collector's item per finti eventi e copertine fluo-embossed-holo-foiled-chromium sempre più zingare. Ma quali erano le soluzioni più gettonate nel grande calderone delle, virgolette, copertine speciali, chiuse virgolette? Eccone giusto qualche esempio, in una bella carrellata da incubo pensata per ricordarvi a tradimento i soldi buttati dietro a queste simpatiche, gioviali, americanissime, truffaldine iniziative editoriali per poveri polli collezionisti a cui noi tutti si abboccava felici:

COVER MULTIPLE (VARIANT)
Dopo che, grazie a una figurina pezzente infilata nella bustina, una porcheria come X-Force 1 gli ha venduto 5 MILIONI DI COPIE (ripetiamolo assieme: 5 MILIONI DI COPIE), in Marvel si dicono Sai che c'è?, e ci riprovano pochi mesi dopo con l'X-Men 1 di Claremont e Jim Lee e le sue cover multiple. Di milioni di copie, questa volta, ne piazzano 8. Per il fumetto stelle e strisce sembra l'inizio di una nuova era, e invece è l'inizio della fine.
Esempi:

X-Men 1 (le varie cover, affiancate, formavano la più spettacolare rappresentazione degli schiavetti di Xavier di sempre)
Oppure le SEDICI copertine di Gen 13 # 1
GLOW IN THE DARK
Le copertine sbrilluccicanti al buio, che andavano fortissimo nella prima metà degli anni novanta soprattutto in casa DC.
Esempi:

Batman 530
Superman 123 (con il ridicolo Superman elettrico)
The Spectre 1
Ghost Rider 15
Daredevil 321
FOIL
Con una sottile lamina metallica appiccicata sulla copertina per darle quel tocco di vernice tossica in più. Chiamate anche Prismatic per l'effetto arcobaleno delle lamine chiare (e qualcosa rimane, cfr. Rimmel di De Gregori), tipo adesivi fustellati tamarri dei tardi anni 80.
Esempi:
Fantastic Four 399 e 400
Deathmate Red (uno degli albi di quel triste crosTover Valiant/Image)
Vengeance of Vampirella 1
Uncanny X-Men 300
Iron Man 288 e 290
Spectacular Spider-Man 200
EMBOSSED
Cioè a rilievo, sagomata a sbalzo, con un disegno praticamente in Braille grazie a quel simpatico effetto finto marmo di un finto arredamento classico. Finto.
Esempi:
Batman 515
Fantastic Four 371
Amazing Spider-Man 400 (con la finta morte della vecchia puttanazza zia May. Ma in realtà era un'attrice ingaggiata da Norman Osborn. Don't ask)
Punisher 75
FOIL-EMBOSSED
Il frutto di una notte d'amore tra una cover foil e una embossed.
Esempi:
Avengers 360, 363 e 366
Deatblow 1 (il fumetto in cui Jim Lee si mette a fare il verso a Frank Miller. Per una qualche ragione)
Action Comics 695, featuring il terrificante Superman con il mullet post-resurrezione
OLOGRAFICHE
Popolarissime quelle delle serie del Ragno, poi in parte riproposte da Marvel Italia in un paio di Speciale Uomo-Ragno Natale che ancora oggi tentano di spacciare alle fiere a prezzi allucinanti.
Esempi:

Wolverine 100
Spider-Man 26
Spectacular Spider-Man 189
DIE-CUT
Ritagliate in qualche punto per quel tocco da lavoretti con la carta dell'asilo.
Esempi:  
Wolverine 50
Incredible Hulk 418 (che numero. Che numero)
Protectors 5
Fantastic Four 358
CHROMIUM
Anche qui l'effetto ricercato è quello pezzente del metallo, ma con una finitura lucida in più, giusto per. La Valiant di Shooter ne ha fatto un po' la sua arma vincente di Pirro.
Esempi:
Ninjak 1
Turok 1
X-O Manowar 1
Generation X 1
Age of Apocalypse: Alpha
LENTICULAR
Cioè munite di quel particolare effetto visivo che dovrebbe far cambiare l'immagine inclinandola ma che in realtà, sin dai tempi dei righelli delle elementari, non funziona mai bene per una fungia.
Esempi:
Robin 1
CON INCHIOSTRI O SU CARTE SPECIALI
Tirate su con tutto quello che si riusciva a raccattare in tipografia.
Esempi:
Spirit of Vengeance 15 (ché un inchiostro rosa shocking ci sta benissimo su un fumetto nominalmente horror...)
Hellstorm 1, su carta da salumiere
Bloodstrike 1. Albo del quale, dicevamo, ti ritrovi per una qualche ragione in casa una tavola originale, e che in copertina aveva il famigerato effetto "rub the blood". Strofinandole, le finte macchie di sangue avrebbero dovuto scomparire o cambiare colore o whatever. Nessuno lo sa, perché potevi stare lì a strofinare quanto volevi, ma non succedeva una benemerita fava
IMBUSTATE (POLYBAGGED)
Albi calati in una qualche bustina non trasparente tipo giornaletto mediozozzo americano.
Esempi:
Superman 75 (edizione speciale per l'albo della "morte" di Superman, con fascetta da braccio, finta prima pagina di un quotidiano e altre minchiate)
Adventures of Superman 500 (la "resurrezione" di Superman. Giusto per abbondare, la cover vera e propria aveva uno strato bianco di roba lattiginosa appiccicata sopra per dare l'idea di aldilà. Di un aldilà da cartoleria cinese)
GATEFOLD
Cover pieghevoli di grande impatto, ancora oggi usatissime dall'industria del fumetto. Quando l'immagine merita, la cosa ha pure un senso.
Uncanny X-Men 275
CON GEMMA FINTA INCASTONATA
Eclipso 1
FAI UN PO' IL CAVOLO CHE TI PARE
Superman-Lobo, la cover fai-da-te con gli stacca-attacca tipo quelli dei Flintstones dell'84
POP-UP
Force Works 1. Che sembra una cover normale...
...ma invece si apre per regalare quell'amarcord libro d'infanzia con le robe sagomate che escono fuori che a nerd ventenni con ben altri problemi fa benissimo, guarda
EDIBLE
Legion of Super-Heroes 49, la prima cover con una parte commestibile (e sì, era solo una presa per il culo di questa stupida, stupida mania delle cover gimmick)
Abbiamo finito. Ma giusto perché a incollare queste copertine ti è venuto un fortissimo senso di vertigine e nausea, e anche un po' di fastidio, guarda.

23 commenti:

  1. La vera domanda è: perché da pischelli queste cose (non tutte, eh, ma almeno le foil e le "chromium": poi quelle olografiche non si vedeva comunque niente) piacevano?
    Perché le fiere erano un pullulare di queste cose, card, cover variant etc. e tiravano pure parecchio: io mi rispondo col fatto che da noi negli anni '90 il comics USA trovava una sua fioritura, per cui tutta quella roba finiva per diventare uno status symbol anche per chi fosse già arrivato alla maggiore età.
    Ma 8 mln di copie di X-men 1?

    RispondiElimina
  2. 8.1 milioni, ed è un record ovviamente imbattuto. Al giorno d'oggi, quando se un fumetto yankee vende 200mila copie sgozzano il vitello grasso per festeggiare, è pura fantascienza

    RispondiElimina
  3. No Superman elettrico No!!! No superman col Mullet noooo!!

    Che schifo cacchio...le peggiori erano quelle Marvel Italia che facevano tanto "vorrei ma non posso". Uno dei post più difficili da digerire...

    p.s. gli adesivi fustellati Corno sono un incubo ricorrente.

    RispondiElimina
  4. O_O
    Sul versante Marvel ricordo quasi tutte quelle cover e credo di averne in casa una buona metà.
    Quel mondo m'aveva dato una stomacata tale che nel 98 ho tagliato tutto e son stato dieci anni senza più leggere mezzo fumetto americano. Ora purtroppo ho ricominciato :|

    RispondiElimina
  5. Che poi, Gen 13 sedici copertine? SEDICI? E l'essere in quella copertina alla Pulp Fiction dovrebbe essere Freefall? La (più) ragazzina del gruppo?
    Minchia che depressione...

    RispondiElimina
  6. Diciamocila verità: all' inizo questa idea delle covere speciali era carina: ti trovavi un albo più figo da vedere e serviva a fare pubblicità al medium fumetto , risollevare a testate che non se la passavano bene ( la DC con le cover speciali e la morte di Supes uscì da una brutta crisi ).
    Il problema è sorto quando si puntava solo sulla cover e non sul contenuto del giornale per vendere.
    Se avessereo usato cover speciali per promuovere albi come Swamp Thing o Animal man,ciò sarebbe stata cosa buona e giusta.
    Purchè fossero state cover con un certo buon gusto.
    Non usare il truchetto per far vendere X-force o altre vaccate sul genere.

    RispondiElimina
  7. Lucca '93, gli stand di tutte le fumetterie con gli albi Image zingari e il Ghost Rider fluorescente appesi, con prezzi assurdi. Certe cose ti segnano.

    RispondiElimina
  8. Madò quant'è vera quest'ultima frase.
    Comunque la mia era una domanda vera e propria: intendevo dire "in Italia vendevano per i motivi elencati e ok, ma come diavolo hanno fatto a vendere quelle cifre in USA?"

    RispondiElimina
  9. Semplice. C'era la speculazione. C'era gente convinta di poter fare soldi con i fumetti (e sul brevissimo c'è pure riuscita), e con le storie delle cover multiple ogni negozio se ne comprava ennemila copie. C'è una ragione per cui quel numero, oggi, lo trovi a un euro o anche meno.

    RispondiElimina
  10. Infatti. Penso che le cifre astronomiche di cui si sta parlando facciano riferimento alle copie distribuite nelle fumetterie, non al venduto reale. 8 milioni e passa di copie per X-men 1. E almeno 3 all'epoca sono finite in casa mia. Rendiamoci conto.

    RispondiElimina
  11. Notare come sulla cover di X-Men 1 gli x-tizi siano tutti in posa da combattimento mentre Magneto si dispone garbatamente in favore di camera.

    RispondiElimina
  12. L'Amazing Spiderman 400 nemmeno si capisce cos'è!!!

    RispondiElimina
  13. Diobrando: LOL

    thisKID: Magneto è un signore. Ricordiamolo.

    Macphisto: è il grande nascondismo di Amazing Spider-Man

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Tutto ciò mi ricorda il numero uno di Bartman dove l'Uomo Fumetto vendeva delle copie di Radioactive Man cadute nella vasca della vernice argento...
    Uomo Fumetto "Edizione completamente argentata"
    Bart "Ma così le pagine sono incollate tra loro...nn si può nemmeno leggerlo"
    Uomo Fumetto "Così non si rovina"
    era una roba del genere + o - XD

    RispondiElimina
  16. Mi stupisce una cosa. Non c'è stata la fase: "Copertina nera-patinata-opaca con serigrafia trasparente ultra-glossy" modello "scheda di protezione avventura Lucas"?

    Le cover dei volumi di Devilman sono tutte così (con titolo rosso sangue) e stra-spaccano. :)

    RispondiElimina
  17. Ahahah, alcune di quelle copertine le ricordo perché avevo gli albi.

    Comunque aggiungo che le chromium erano fichissime, ma ho sempre avuto il timore che un paper cut con una copertina chromium significhi perdere un dito.

    RispondiElimina
  18. Si chiamavano così apposta, ferruccio. Quando ti tagliavi, bastava spalmare un po' di copertina sulla ferita per disinfettarla.
    Mercurio chromium.

    RispondiElimina
  19. Non è solo speculazione: è cattiveria!

    RispondiElimina
  20. mitch. Dai, su. Per cortesia.
    Qualcuno si starà chiedendo (perché lo so): Ok, milioni di copie, nani e ballerine nel '91. E oggi^ Vent'anni dopo? Quanto vendono i fumetti più venduti d'America?

    La risposta corta è: un cazzo.
    Quella lunga invece sta qui:
    http://www.icv2.com/articles/news/19572.html

    RispondiElimina
  21. Le Polybagged sono le più diabolicamente geniali. Stampavano una sola versione (riducendo i costi, "loro") e costringevano a comprartene due (aumentando i costi, "tuoi") perchè... non posso mica tenerlo chiuso là dentro, ma non posso neanche rivenderlo come pezzo di collezione se l'ho già aperto!!!!

    RispondiElimina
  22. Però la cover pop up spacca il deretano.

    RispondiElimina
  23. Ho appena ritrovato in casa una copia di "Adventures of Superman 500" ancora nella... "rivestitura" originale!
    Quanti ricordi :')

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails