domenica 23 dicembre 2012

73

Ralph Spaccatutto, che, beh, spaccatutto

Sai che ad alcune persone Ralph Spaccatutto non è piaciuto. Ci pensavi ieri sera, mentre uscivi dal cinema, ghignando per la miglior scena after-credits di sempre su una scala da zero a QueltizioviolasichiamaThanos. Felice (ci arriviamo subito) ma anche un po' triste (ci arriviamo subito). Ci pensavi e ti ripetevi che oh, ognuno. Perché i gusti son gusti. Perché te, per dire, la storia di Ralph lo spaccacose che sogna una medaglia da eroe per non essere trattato più di melma, l'hai trovata bellissima [...]

Ralph: lo Shrek che Shrek non è mai riuscito ad essere
Non sono solo le mille citazioni, occhio. Quelle più esplicite e quelle più sottili, da cogliere letteralmente al volo (l'omaggio a Final Fantasy VII, metti), il fuoco di sbarramento di giochi e personaggi per accalappiare il quasiquarantenne che l'era delle sale giochi l'ha vissuta in pieno, di petto. Non sono solo Roadblasters, Q*Bert, Zangief che parla come Viktor Rosta o l'inserimento di un certo codice su un certo pad. Non sono solo le strizzate d'occhio da adepti della stessa setta vintaggia. É stata proprio la storia, nella sua costruzione classicissima da avventura a cartoni, a piacerti. Non c'è nulla di veramente originale in Wreck-it Ralph, nel suo essere un Toy Story che incontra Tron e lo porta a bere una birra da Tapper, eppure tutto funziona. C'è una fase di pausa a metà film, che coincide grossomodo con l'arrivo a Sugar Rush, ed è proprio il punto in cui il product placement si fa molesto. Alcuni spettatori, hai idea, si sono fermati con l'entusiasmo lì, affogati nelle pozze di nesquik, travolti dalle esplosioni di mentos pucciate nella diet coke, scesi alla fermata di Beard Papa's, il vecchietto dei bigné alla crema giapponesi.
Un corno. Accogliendo la supplica degli occhi, l'hai visto in 2D
Ma è solo un momento e, alla fine, non è questo problema enorme di cui avevi letto in giro. Vuoi perché il product placement è ovunque nei film di oggi, vuoi perché qui si sono presi la briga di piazzarlo in un contesto. Vinte le resistenze del sopracciglio, da quel punto in poi il film ricomincia la sua corsa (ah-ah) e sprinta verso la fine. Una fine che quello spettatore quasiquarantenne, fino a quel momento divertitosi quanto e più dei ragazzini in sala, un attimo lo spiazza con una sferzata di nostalgia. Quello spettatore vintage come lo stesso Ralph, al suo posto da trent'anni, testimone di un mondo che non c'è più, custode di mille ricordi legati al consumo spasmodico di monetine e gettoni, nella cacofonia di suoni e colori di decine di cassoni sporchi di cenere affiancati, in grado di trasformare scantinati bui e invasi da una densa e persistente cortina di fumo in piccoli angoli di competitivo e tecnologico paradiso. 
Ralph Spaccatutto Felix Aggiustatutto
Mentre uscivate dal multisala, ieri, siete passati davanti all'area dei videogiochi del cinema: tutti quei vecchi coin-op di Virtua Striker, di Point Blank, di Daytona USA, del gioco di Ken il Guerriero con i cuscinetti da prendere a cazzotti. Residuati bellici di un'altra era, che per i giuovini di oggi sono solo roba vecchia e priva ormai di senso. Ma per voialtri vecchietti no, sono ricordi e pezzi di vita, macchine che dopo aver visto un film così le guardi e sorridi, un po' triste. E allora vai e spacca, vecchio Ralph. Spacca tutto.

73 commenti:

  1. Avevo ragione o no a dirti che DOVEVI vederlo?
    Ho adorato il film molto più per la storia che per le citazioni (anche se assieme sono una combo fatale).

    SPOILER SPOILER SPOILER




    Il momento in cui Ralph si libera dagli artigli del Re/Turbo/Scarafoide, gettandosi verso morte certa(almeno per lui),stringendo in mano il medaglione fatto da Vanellope e recitando il giuramento del cattivo? Ho avuto i brividi.

    E le guardie del castello?

    O-RE-O!

    RispondiElimina
  2. ManjiClan:
    Gran bel momento. Ma Papa Beard's mi ha fatto ghignare più degli Oreo :)

    RispondiElimina
  3. Comunque, gran bel film in toto.
    Io mi aspettavo una sorta di "Roger Rabbit meets Videogames" ed è stato qualcosa di completamente diverso (non che Roger Rabbit non mi piaccia,anzi).
    Qualcosa di più profondo, di più coinvolgente.. La motivazione del cattivo, in un era consumistica come la nostra è più che giustificata, così come vedere Q*bert ridotto ad un barbone, o la scena iniziale con l'avvicendarsi di tutti i cabinati ha fatto male persino a me che la golden age delle arcade l'ho vissuta solo poco,e solo alla fine.
    Niente,si è chiuso il 2012 col botto.

    RispondiElimina
  4. RRobe:
    :D (e viva Q*Bert. 'Tacci sua, ché nell'82 non c'ero proprio buono).

    RispondiElimina
  5. Bella rece, doc. Io vado stasera.

    RispondiElimina
  6. Io da un lato sono curioso, dall'altro ho tanto tanto tanto il sentore dell'operazione commerciale mascherata da omaggio nostalgico, e 'sta roba del product placement a metà film mi fa aumentare ancora di più il dubbio...

    RispondiElimina
  7. Bruno B:
    Beh, TUTTI i film Disney sono operazioni commerciali, che finiscono sugli happy meal di McDonald's e su millemila prodotti di merchandising. Il product placement, come scritto, c'è in tutte le pellicole delle major americane.
    Nessuno si è strappato i capelli all'epoca perché Ritorno al Futuro (tutta la saga, ma soprattutto la Parte II) era pieno di loghi e nomi di prodotti, non credo ci sia bisogno di farlo ora.

    Alla fine, ma è la mia opinione, quel che conta in un film è se è un bel film o non è un bel film. E questo, secondo me, è un bel film.

    RispondiElimina
  8. Lacrimuccia...
    Un brindisi alle defunte vecchie sale giochi...

    La mia infanzia l'ho buttata tutta dentro alle gettoniere dei vecchi cabinati scrostati della sala giochi di Carletto, vedendola, con amarezza, piano piano lasciare sempre più spazia a quelle maledette slot machine, e trasformarsi cosi, rumorosa e chiassosa arena di sfide agonistiche in una tetra e fumosa bisca, con quelle silenziose facce di cemento dagli occhio spenti, immobili a pigiare un tasto a cadenza regolare come automi.
    Altra lacrimuccia...

    RispondiElimina
  9. L'anno non si poteva chiudere meglio.
    Sono stato quasi con l'ansia, fino alla visione, con la paura che fosse l'ennesimo sottoprodotto spacciato per titolone, che mi avesse attirato con l'inganno e false premesse.
    Invece ho trovato una storia bella, magari anche non originalissima, ma comunque godibile e divertente, farcita fino a traboccare di quel mondo che conosco ed amo e che non smette di farlo.
    Dalla più smaccata partecipazione al cammeo in penultima fila, una storia che non si limita a citare videogame ma che (come hai detto) li integra perfettamente e ci limona pure duro.

    [SPOILER INSIDE]

    //

    Sinceramente? Il colpo finale con Re Turbo non me lo aspettavo più...e invece TAAAAAC.

    Il "Sacrificio"? Stretta allo stomaco, ci stavo credendo: poteva finire davvero così...poi mi sono reso conto che dietro c'era sempre il vecchio Walt, ed era ovvio che così non sarebbe stato.

    L'inserimento del codice sul pad del NES?
    10 minuti tra il gasato e il divertito, e ho realizzato definitivamente che il target del film ero IO

    Ryu e Ken che a fine giornata vanno al bar (e scusamelo, il bar) è da antologia

    //

    [END OF SPOILER]

    Film spettacolare.
    Blu-Ray sicuro.
    Brava Disney.



    RispondiElimina
  10. Più che altro, considera che per dire Scott Pilgrim l'ho odiato, perché dall'inizio alla fine m'ha dato un'idea di "ehi, ti stiamo facendo il film che è figo perché ci stanno le citazioni alla roba di cui sei appassionato, non ti piace? eh? eh? dai che ti piace, stron*o di un trentenne cresciuto a videogiochi, tira fuori i soldi per ricomprare il tuo passato!".

    Questo Ralph Spaccatutto ha il potenziale per scatenarmi un odio su una scala esponenzialmente maggiore, dato che va a toccare robe ancora più "antiche" e "preziose", per cui... boh! prima o poi lo vedrò e saprò!

    RispondiElimina
  11. Oooohhh :o Mi hai fatto ricordare che i cabinati avevano anche il portacenere di lato.

    Comunque, ci sarebbe anche il Lato Oscuro delle Sale Gioco, ci trovavi i teppisti, ladri, proprio pronti per il riformatorio. Questo ovunque, fino alle sale gioco dei luna park (in genere i luna park possono essere postacci per dei ragazzini)

    RispondiElimina
  12. Andrò a vederlo in questi giorni. Aspettavo una tua recensione per orientare la scelta cinema o no. Ora ho le idee un po chiare

    RispondiElimina
  13. BrunoB:
    Il punto è proprio quello. Scott Pilgrim era una meenchiata perché se gli toglievi tutti gli ammiccamenti nerd (fin troppo espliciti) non ci restava nulla. Una storia che in versione a fumetto era anche divertente, ma sullo schermo diventava un video di dorky's, una cazzata. Qui, anche se gli togli i videogiochi, la storia resta bella lo stesso. A mia moglie, che non sa chi sia Q*Bert, è piaciuta, per dire.

    RispondiElimina
  14. Io dovrei andare a vederlo oggi ma non sono affatto convinta....
    In primo luogo non ho mai amato i cartoni o i film che straripano citazioni e metariferimenti. Non so, vedere Zangief o Kano in Ralph Spaccatutto non è che mi è esalta... mi viene semplicemente da dire "toh, ci sono Kano e Zangief". Sì, ci sono.... e allora?

    Una citazione infilata così, a sorpresa, di soppiatto, dentro un cartone può colpirmi. Ma un film che sbandiera ai quattro venti il suo essere strapieno di citazioni così che anche gli adulti vanno al cinema.... bof. Non mi convince proprio per niente.

    RispondiElimina
  15. Il cheat code di Contra è stata la ciliegina (candita) sulla torta.
    Oltre a tutti gli ammiccamenti presenti nelle scritte sui muri della stazione...
    Amore a prima vista e dopo 5 minuti dai titoli di coda ero già attaccato tipo sanguisuga ai giochilli per iPad e iPhone (quello che riproduce Fix-It Felix Jr è troppo drogante !!!)

    RispondiElimina
  16. NOOOARGH! Mi è sfuggita la citazione di Final Fantasy VII! Esattamente in che punto si trova?

    RispondiElimina
  17. @YumeTatakai: in due punti del film, subito all'inizio quando il trenino con Ralph e tutti i cattivi arriva alla stazione, e poi quando Felix rompe le scatole a Calhoun per seguirla dentro Sugar Rush prima di partire. Se guardi i graffiti sulle pareti vedrai scritto "AERITH LIVES". :)

    RispondiElimina
  18. Appena uscita dal cinema avevo una sensazione di soddisfazione: ho finalemnte visto (dopo un bel pò di tempo) un bel film!
    Carino, spiritoso, pieno di citazioni ad hoc e finalmente non con una trama per bambini dementi; ok, si, ci sono i soliti clichèt ma nulla di insormontabile.
    Insomma, un gran bel film :)

    RispondiElimina
  19. Ps Ah,l'ho visto RIGOROSAMENTE in 2D: a questo giro finalmente sto odiosissimo 3D non l'hanno imposto..

    RispondiElimina
  20. YumeTatakai:
    Ecco la citazione. Ringrazio Manuel, già che ci siamo, visto che mi aveva avvertito :)

    RispondiElimina
  21. Stamattina ho scoperto che Zangief è doppiato da Sergio Parisse: io mica l'ho riconosciuto!

    RispondiElimina
  22. @lun-sei: vedi la risposta che il Doc dà a BrunoB proprio sopra il tuo commento. Le citazioni che il battage pubblicitario ha tanto sbandierato nei mesi addietro (e anche ora, nelle locandine...) sono lo specchietto per le nerdallodole, per portarle a vedere un BEL film con una BELLA storia.

    RispondiElimina
  23. Ma almeno i personaggi di Sonic, Zangief ecc... hanno una parte decente, o appaiono giusto quei 5 secondi-fregatura per attirare più nerdacci possibli ?

    Cmq anche io dico che Scott Pilgrim è un brutto film ( e anche un fumetto mediocre).

    RispondiElimina
  24. @Sam: guarda, il ruolo piú consistente che hanno è quello di "Mr. Exposition", praticamente. Tipo Zangief che fa il maestro di vita, o Sonic che nei pannelli della stazione ti spiega che se crepi in un gioco diverso dal tuo poi sei spacciato in modo definitivo. L'unico con un ruolo lievemente piú attivo è Q*Bert.

    RispondiElimina
  25. Visto ieri sera come conclusione del mio b-day. Il mio giudizio è paro paro a quello del padrone di casa qui. Ho apprezzato molto la storia, i personaggi e le caratterizzazioni, e sono anche io soddisfatto che gli ammiccamenti e il citazionismo spicciolo alla Seth McFarlane non ci siano stati e il product placement onestamente non l'ho trovato molesto.
    Sul valore affettivo e sociologico delle sale giochi: da una parte fa piacere sapere che in altre parti del mondo siano vive, tipo in Giappone che sono strutture enormi o i family centers come quelli del film, mentre in Europa (almeno Italia e Spagna, realtà che conosco)sono ormai estinte. Io da ingenuo romantico idealista quale sono, spero che grazie a Ralph rinasca un maggiore interesse per il retrogaming, ma soprattutto per le sale giochi come luogo di aggregazione sociale. Non solo per bimbi ma anche per i grandi...non sarebbe male riportarle in auge come alternativa all'aperitivo dopo il lavoro, in cui impiegati in giacca e cravatta scaricano lo stress di una giornata lavorativa facendo doppi a Final Fight!

    RispondiElimina
  26. L'hype, anche se velato da un filo di dubbio, già c'era dai tempi dell'annunciazione (anche qui sull'Antro).
    Poi RRobe ne scrive e il velo sparisce, l'hype aumenta.
    Ora la conferma Antristica, l'hype alle stelle.

    Il film del 25 (come da tradizione) è ordunque scelto. Ralph è l'eletto. :D

    RispondiElimina
  27. PS: Ogni volta che mi cade un occhio dentro quelle sale giochi frequentate da rEgazzetto, e le vedo ora piene di slot e videopoker, di poveracci (spesso gente di altri paesi che viene qui sperando di "trovare l'ammerriga", gli illusi) che buttano via il poco denaro guadagnato con sangue e sudore nella vana speranza di vincere e svoltare la vita, beh, quel rEgazzetto muore un po' dentro.

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. @Marko

    Io non vorrei ripetermi e smontare i tuoi ricordi romantici, questo è sicuramente un'ambiente limite, ma ci sarà un motivo perchè non suona così assurdo e fantasioso che un posto così sia frequentato da gente cosà.

    http://www.youtube.com/watch?v=4wRhQdk0WeA

    (Mio dio, m'è impazzita l'opzione "commenti" O_O)

    RispondiElimina
  32. l'ho trovato il film più bello bellissimo, adesso voglio il dvd/blurèi per analizzare ogni singolo fotogramma e scoprire TUTTE le citazioni che sicuro me ne sono persa una (tipo sonic che perde i ring colpito dall'astronave non l'ho visto, la cit a ff7 nemmeno, che era?). sono uscito dal cinema che ero lacrime agli occhi non per la commozione (pure) ma per l'eccitazione più sublime che davvero, al cinema dai tempi di Advent Children proprio. splendido. e la mini storia prima del film era una cosa, proprio. *_*

    RispondiElimina
  33. Salagiochi, ogni domenica mattina, 5000 lire max 10000 se proprio il papà era generoso... Chi non c'era non potrà mai capire, era l'equivalente per la mia generazione di chi andava al bar per vedere rischiatutto. Oggi non hanno più senso.

    RispondiElimina
  34. ok ho visto l'immagine della cit a FF7, ma sbaglio o a destra il graffito dice "all your base are belong to us"? perché nel caso sarebbe qualcosa di indimenticabile, proprio.

    RispondiElimina
  35. grazie mille a tutti. tanto amore per questo film <3 <3 <3

    RispondiElimina
  36. @lightningcloud: no, NON sbagli. ^_^
    Quando Felix insiste per seguire Calhoun dentro Sugar Rush ci sono anche le scritte "LEEROY JENKINS" e "SHENG LONG WAS HERE".

    RispondiElimina
  37. Ma della parte musicale del film nessuno ne parla? Davvero un tocco di classe del regista far realizzare una canzone di Wreck-it Ralph a Buckman & Garcia, quelli di Pac-Man Fever (che poi Garcia è pure morto pochi anni fa).

    RispondiElimina
  38. Come già detto, ho avuto l'enorme piacere di godermi il film solo con la mia ragazza, unici 2 spettatori/nerd-urlanti nella sala (proiezione delle 15 e 30, stacce).

    Lo devo rivedere. Il prima possibile. Ho troppe citazioni da spremere fino al midollo.

    P.S. "O-re-o, Oreeeeeeo" coro ufficiale dell'Antro f.c., senza nemmeno pensarci.

    RispondiElimina
  39. @Manuel

    Sarà, ma visto che tutti dicono "hai visto la citazione a Final Fantasy? Lol! Hai trovato la citazione a Starcraft? .........Oh, ah, ehm, sì, bella la storia, vero"....

    .....mi viene proprio da pensare che non è il film per me, che delle citazioni superpesanti e calcate me ne frego. :P

    RispondiElimina
  40. No, va beh comunque io ho preferito di gran lunga Scott Pilgrim a questo

    RispondiElimina
  41. @lun-sei

    Ma TUTTI chi? Se te ne stai in un blog di NERD, grazie tante che saranno le citazioni l'argomento con cui nei commenti ci si dà di gomito a vicenda e ce le si canta e ce le si suona, avanti... Questo film ha ben altre frecce al suo arco, e te lo dico io, te lo dice il Doc, te lo dice Recchioni, te lo dicono ventimila recensioni in giro pella rete se ti dai la briga di cercartele. Tipo questa, toh.

    RispondiElimina
  42. film bellissimo, proprio di storia, le citazioni sono solo un plus; senza ombra di dubbio il film disney che mi è piaciuto di più dall'avvento dell'era CG.

    @lun-sei: guarda, io durante la visione del film di citazioni non ne ho colta neanche una o quasi :P ero completamente preso dalla storia (giusto mi accorgevo dei pg che comparivano, da zangief a dr. robotnik e altri). E in questo film, personalmente, le citazioni passano in secondo piano :)

    RispondiElimina
  43. Appena visto...e onestamente non comprendo tutto sto entusiasmo. Capisco che la storia non sia male, ma è abbstanza anonima in se. Non ci fossero le chicche videoludiche me lo sarei già dimenticato.

    RispondiElimina
  44. Io e il cinema ormai siamo due binari del treno:non ci incontriamo più.

    Provvederò nella versione home-video (aggiungedolo ai millemila titoli recenti in stand by)


    :(((((

    RispondiElimina
  45. Probabilmente, esclusi i film con la Pixar, è il miglior cartone animato della Disney, non solo per le citazioni, ma soprattutto per la storia e l'insegnamento che vuole dare.

    Poi vabbè, esco dal cinema e sent un ragazzino di 8 anni che dice "eh era meglio I 2 Soliti Idioti" e mi uccido.


    NUOOOOOOOOOOOOOOOOOO MI SONO PERSO LA SCENA POST CREDIT!!!!!

    RispondiElimina
  46. @Manuel

    Di recensioni ne ho lette eccome, e tutte concordavano sul fatto che la trama è stereotipata e dimenticabile.

    Poi sulla percentuale di voti non mi fido per niente, perché qui siamo in un mondo dove se un recensore da un voto un po' negativo al film di moda del momento, riceve minacce di morte (ricordato il caso del recensore a cui non era piaciuto l'ultimo Batman di Nolan?).

    Poi vabbé, come ho già scritto io ho questo sesto senso grazie a cui riesco a capire esattamente cosa mi aspetta prima di vedere un film..... però ovviamente non sono Nostradamus e quindi chissà forse il film è veramente bello. Secondo me no ma i gusti son gusti: per l'appunto, a me fa schifo pure il Batman di Nolan, e i Vendicatori l'ho trovato semplicemente un film vedibile ma non da rivedere.
    Credo che i miei gusti cinematografici si siano fermati agli anni '90 massimo....

    RispondiElimina
  47. "I gusti son gusti", appunto.
    E meno male, aggiungerei. O sai che palle.

    RispondiElimina
  48. Invidio un po alcuni messaggi lasciati da altri antristi riguardo le sale giochi.

    Da me soltanto venti anni fa ce ne erano tante,ma molte di queste erano frequentate da tipi ben poco raccomandabili per cui col quarzo che i miei mi mandavano la dentro.Oggi comunque se trovo un Metal Slug o una tavola da flipper in un bowling mi ci fiondo,il tempo passa ma sempre ci si diverte un mondo.

    Comunque il succo e' semplice: citazioni a parte non e' chissa' quale film da nerd per nerd,e' un film per tutti,famiglie e nerd e in questo svolge un lavoro egregio.A me e' piaciuto molto.

    Anzi,a me una certa mentalita' nerd per cui un oggetto (fumetto,cartone,videogame ecc) dev'essere soltanto appannaggio di pochi eletti mi ha scocciato;ricordo quando c'e' stato il film degli Avengers gente piagnucolare perche' il loro oggetto di adorazione rischiava di essere inquinato da orde di "poser" brutti e cattivi;ecco,a questi toglierei il diritto di comprare fumetti.

    RispondiElimina
  49. Grande Doc, quanto ho amato questo film tu non lo sai, la disney poteva campare solo sulle citazioni, ma oltre a quelle citazioni ovvie e quelle geniali, ha messo pure una storia veramente bella e dei personaggi che li ami, come se fossero amici che non vedi da un po' ma che li ritrovi.

    SPOILER DI QUINTO LIVELLO

    La parte che mi fa fatto scendere una lacrima è la fine, quando Ralph viene sollevato dai personaggi del gioco per essere buttato giù, rivede Vanellope felice e dice

    "se lei mi vuole bene...be..tanto cattivo non penso di essere no?"

    RispondiElimina
  50. Concordo col Doc, appena visto. La citazione a Leroy Jenkins l'ho persa, se l'avessi vista avrei letteralmente ululato in sala.

    Ma nessuno parla di Paperman? Uno dei corti più belli della Disney a mio parere, io mi sono commosso di brutto *_*

    RispondiElimina
  51. Da lacrimoni in più punti.
    E la voce di Vanellope è *_*

    RispondiElimina
  52. Bahuahauahauah l'ho visto ieri: risate assicurate!

    RispondiElimina
  53. Un momento, Scott Pilgrim era una meenchiata perchè il protagonista era odioso più che per le citazioni ;) (nessuna delle quali esplicita fra l'altro, non mi pare si riconoscessero giochi reali o cose simili).

    Wreck-it Ralph, beh, non è male, ma non è proprio quello che speravo. Diciamo che il target è decisamente un po' più basso del previsto... e non parlo di "troppe poche nerdate", eh: semplicemente, c'è un grande spreco di potenzialità dei personaggi a servizio di una storia da bambini. Adoro Vanellope, ma mi spiace che monopolizzi le battute sarcastiche, semplicemente perchè potevano farne anche gli altri... Calhoun alla fine non fa quasi nulla, e sì che la storia d'amore con Felix poteva essere una miniera infinita. Non dico pigliare per il culo direttamente Mass Effect, quello forse era troppo, ma almeno lavorarci un po' di più: vi ricordate, chessò, il dottor Doppler e capitan Amelia nel Pianeta del Tesoro? (con poche gag e pochissimo minutaggio sul totale, fecero una cosa deliziosa).

    Vista la giornata, potrei anche ricordare una cosetta minore e misconosciuta come uno speciale di Natale del 2009 fatto per la TV, "Prep and Landing", che nessuno si è filato eppure è molto più godibile per gli adulti, con battute fulminanti su donne in carriera schizzate e cinquantenni stufi del lavoro unite alla classica storia di regali e Babbo Natale. Insomma, la Disney sa fare meglio di così nell'intrattenere "i vecchi" insieme con gli infanti, secondo me... ma comunque, non mi dispiace certo di avere visto questo film :) I'm bad, and that's good, eccetera eccetera.

    RispondiElimina
  54. Ah, e DIMENTICAVO: "Paperman" è fantastico, e non mi tolgo a nessun costo dalla testa l'idea che chi l'ha fatto ama Makoto Shinkai. E non solo perchè c'è il trenino.

    RispondiElimina
  55. I trailer mi avevano già incuriosito qualche tempo fa e dopo aver letto la recensione del Doc, non potevo far altro che prendere un'automobile, 4 amici e partire alla scoperta di questo film! Che dire? Io l'era dei cabinati l'ho vissuta solo nel suo declino, alla sala giochi dell'oratorio e ho recuperato un pochetto a casa col Mame, ma Ralph mi è piaciuto "abbestia"! è un perfetto amalgama di storia e citazioni!

    La storia regge, non mi pare ci siano particolari buchi narrativi! è un qualcosa di un po' banale forse, ma nel mezzo ci si inseriscono delle trovate geniali...

    SPOILER, piccolo, ma pur sempre SPOILER!!!

    ...come la storia del glitch, il monte Diet Coke e le Mentos! E anche alcune buttate di product placement come gli Oreo guardie!

    Alcune cose sono state un pelo velocizzate, vedi la distruzione del kart di Vanelope e la parte in cui Ralph rischia di schiantarsi e recita il giuramento (se l'avessero allungate un poco sarebbero state lacrime napulitane sicure, ma non mi si faceva in tempo a bagnare l'occhietto che subito la cosa si risolveva!)

    Ha controbilanciato la scelta del cattivo che non mi aspettavo proprio (si citavano 'stò Turbo, ma pareva una meenchiata tanto per fare), il suo piano, la colonna sonora, il fatto che pareva Vanelope dasse dello "stronzo" a random a chiunque gli si parasse davanti mentre gli dava dello "strudel" e tante altre belle cosette... gran bel film e gran bel messaggio! Bello bello!

    RispondiElimina
  56. Io il film l'ho abbastanza gradito da videogiocatore indefesso che ha vissuto fino in fondo quell'era dei giochi da saletta. Non mi ha entusiasmato ma il magone per qualche minuto dopo la fine del film te lo lascia ( come ho scritto da me). Il problema secondo me è che non arriva al suo target potenziale che sono i bimbi. Mi spiego: l'ho visto coi miei figli di 10 e 7 anni e non gli è arrivato nulla di quello che è arrivato a me, anzi nella parte centrale si sono anche un po' annoiati. Anzi una cosa gli è arrivata:l'immane product placement di caramelle, mentine e liquirizie della parte di Sugar Rush....il che tradotto vuol dire altri soldi spesi per una bustina mista di caramelle a testa...

    RispondiElimina
  57. matteo da reggio emilia26 dicembre 2012 12:07

    Io ho auvto i brividi quando


    SPOILER SPOILER SPOILER

    Ralph spacca tutta la macchina costruita insieme al Glitch.

    Il film mi è piaciuto moltissimo.

    Anche Scott Pilgrim mi è piaciuto moltissimo, proprio per il motivo che diceva il Doc: anche se ci togli gli ammiccamenti nerd a me pare che una storia resti, in realtà: l'uso della "Katana della dignità" prima di quella dell'amore mi sembra geniale.
    (...Resta però che alla mia lady Ralph è piaciuto e Scott no, quindi forse ha ragione Doc...)

    RispondiElimina
  58. Potenzialità enormi bruciate quasi tutte come soli la disney sa fare. Il tasso melassa è oltre ogni umana sopportazione, sceneggiatori leggeri come un ippopotamo drogato di oppio, al film manca la delicatezza di scrittura della Pixar (che nei momenti migliori è inarrivabile). Metà film a sugar rush è veramente un insulto con 40 anni di cabinati e ambientazioni infinite a disposizione, ogni tanto si respirava grazie alle genuine risate di felix e la marines.
    Cazzo ragazzi, ma anche io da piccolo avrei avuto il rigetto per tutto buonismo implacabile. Da bambino non ero un coglioncello diabetico.

    Chiaro come l'oro che mettere i nostri miti della scorsa era dei vg era solo un'esca per spillarci del denaro, perché se no col piffero noi 30-40enni saremmo andato a vederlo. Paragonarlo a Scott Pilgrim (il cui citazionismo é anche molto più godibile e persino meglio integrato) é come paragonare C'é posta per te a Blade Runner solo perché entrambi hanno i computer.

    RispondiElimina
  59. dodo ha scritto quello che tutti noi videogiocatori abbiamo pensato nel profonfo durante la visione del film. quello che ci rifiutavamo inconsciamente di esprimere perchè o mangi sta minestra o salti da sta finestra.

    p.s.: un saluto a bradipo, di cui leggo sempre volentieri le opinioni su filmtv.

    RispondiElimina
  60. Serbelloni Mazzanti Viendalmare27 dicembre 2012 14:20

    una sera durante il classico zapping avevo visto zangief e cosi' mi è saltata la pulce al naso.
    poi dopo questo post sono ancora piu' convinto: un ecco il quasi quarantenne che tra poco lo andrà a vedere

    p.s:la mia concezione di retrosalagiochigamer è ancora piu' vecchia: Virtua Striker,Point Blank, Daytona USA sono già nuovi :)

    RispondiElimina
  61. il tempo in sugar rush è in effetti un po eccessivo, ma cinicamente non mi aspettavo, a differenza di molti una film tutto costellato di citazioni, inoltre alcune idee di game design per le piste non sono male per nulla. Da 7, quello che mi ha convinto poco , escluso la concezione di gameland circoscritta alla sala giochi è la conclusione cattivovirus e princyglich senza compromessi.

    RispondiElimina
  62. bel film, ma la pubblicità spudorata di mentos e nesquik è a dir poco VERGOGNOSA !

    RispondiElimina
  63. Primo post in questo blog che non conoscevo e da due giorni mi sta facendo sbellicare.

    Sono molto sorpreso dei tanti commenti positivi per questo film.
    Ero convinto che quelli che come me hanno passato le estati correndo da sala giochi a sala giochi a cambiare gettoni si sarebbero lamentati e invece vi è piaciuto.

    Per me è stata una delusione. Ralph poteva andare di arcade famoso in arcade famoso e invece hanno scelto di mandarlo su due giochi inventati ad hoc per fare pubblicità occulta. Uno spreco immane! E le citazioni sono forti solo all'inizio e alla fine del film. Il 90% è solo una storia per bambini anche molto stereotipata.

    Speriamo che nel secondo lo vedremo muoversi in mondi che conosciamo e non mondi creati per il film (eccezion fatta per i piccoli cameo di pacman, tapper ecc).

    RispondiElimina
  64. Con colpevole ritardo riesco solo a dire di averlo visto come il protagonista di Nuovo cinema paradiso guarda il collage di spezzoni nel finale del film ... si pure con la colonna sonora strappalacrime.

    RispondiElimina
  65. Questo film è una figata,punto e basta.Alla fine lacrime vere..

    RispondiElimina
  66. Visto ieri sera con la mia ragazza. Lei alla fine ha pianto. Io ero carico di positività. Delle citazioni me ne frega poco. Struttura della storia collaudata e classica ma mentirei nel dire che non mi è piaciuto. Una gemma di seta. Basta dire questo.

    RispondiElimina
  67. Admiring the persistence you put into your site and
    in depth information you provide. It's good to come across a blog every once in a while that isn't
    the same out of date rehashed material. Wonderful
    read! I've bookmarked your site and I'm including your
    RSS feeds to my Google account.
    cheap NHL jerseys

    RispondiElimina
  68. Everything is very open with a really clear description of the issues.

    It was definitely informative. Your website is very helpful.
    Thanks for sharing!

    My web site :: anti slip tape

    RispondiElimina
  69. This doesn't make reference to automobile-posts of
    posts or web page posts which you make. The whole concept behind
    tweeting is people want to keep in touch with you and also know what you're doing.
    Besides it's got given the businesses and corporations the good way to generate profits quickly.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails