giovedì 23 marzo 2017

59

Gundam addio - sad piano music (Giappone 2017)

Temi di non farcela più a riprendere il diario di viaggio del Nipporeportaggismo2017, ché da quando siete arrivati a Tokyo: a) hai scattato due miliardi di foto, b) stai facendo tremila cose in simultanea, c) avete trasformato un pub qui accanto all'albergo in un vostro covo di deboscia in cui tirate tardi a parlare di minchiate e bere birra carissima. Insomma, oh, c'è poco tempo per il resto, e va bene così. I video e le foto di ringere e quelle delle nerdate astrali arriveranno quando arriveranno, non scappano mica. Anche perchè ora c'è il Playmobil Barbone a tenere tutto d'occhio dalla sua panchina. Chissà, magari quello stronzo del Boia si decide pure a tornare, boh. Oggi facciamo che ci occupiamo allora solo di una roba specifica, mentre ascolti a volume tremila in cuffia questo pezzo storico, che ti ricorda il tuo primo sbarco qui nella terra della meraviglievole meraviglia, dodici anni fa. Ti stai incartando di nuovo: dicevi? Ah, sì, che avete visto smontare il Gundam di Odaiba, ma avete fatto a tempo a girare il Gundam Front, prima che sparisca anche quello. E lì hai pilotato un Gundam Strike Freedom, tipo, e sbavato sul BOMBER DI AMURO RAY (e sulle foto dell'amata Sayla Mass, chiaro). Come per il Toriino votivo di Kyoto, l'Antro ha lasciato il segno del suo passaggio anche lì, manco a dirlo [...]

È stato metà di un pellegrinaggio ossessivo compulsivo da parte tua, nel corso degli anni, ma ora il Gundam di Odaiba, l'RX-78-2 in scala 1:1, non c'è più. Al suo posto metteranno un Unicorn e il processo di smantellamento del mobile suit precedente, vero ambasciatore dello scalciaculismo worldlargo, procede. Quando siete arrivati lì, ieri, stavano tirando giù il gonnellino del robot.
Avete provato a ciularvi un pannello, ma forse non ci stava al rientro manco suddividendolo nei bagagli di tutta la cumpa. Peccato.
In compenso era ancora aperto il Gundam Front, lo showcase-museo-luogo dalla figaggine astrale all'ultimo piano del centro commerciale alle spalle del Gundam. Pelo pelo anche quello, ché a inizio aprile smantellano pure il Front.
Era la terza volta che facevi un salto al Front, e l'hai trovato un luogo da Genuino Momento Emozione© come le altre due. Nell'area ad accesso libero c'è la più grande esposizione di Gunpla al mondo.
In mostra, praticamente, tutti i kit dagli esordi a quelli appena arrivati sugli scaffali. La cosa più interessante è che, ad eccezione di alcuni SD, non sono dipinti, pannellati o verniciati, ma semplicemente assemblati: si può così apprezzare la differenza tra i plasticoni orribili all'inizio del fenomeno e il livello pazzesco raggiunto dagli ultimi, praticamente su tutti i fronti (materiali, progettazione, dettagli).
Ah, wargarv? Segna il Barbatos (Gundam Sgarbatos) Lupus 1/100 Full Mechanics, grazie. Lì chiaramente c'era, ma non hai più spazio in valigia, ti tocca prenderlo al rientro.
 Il Barbatos Lupus con la clava ignorante, e gli altri Gunpla muti.
Due High Grade belliFFimi da Gundam Thunderbolt e, a seguire, un altro po' di kit notevoli/terrificanti:
 (il Bearguy Charlie Chaplin, #santocielo)
Il piatto forte dell'area a pagamento sono invece i prop giganti da fotografare. Il Core Fighter di Amuro semidistrutto, mentre volteggia nello spazio acapasotto,
una roba talmente bella che vorresti portartela a casa - e comprarle poi una casa più grande attorno, certo.
Oh, c'era pure il manualone per imparare a pilotare il Gundam, hai detto fischiett.
Su tre schermi si poteva scegliere un personaggio qualsiasi delle saghe del Gundamverso, e ovviamente hai fatto apparire su tutti e tre Sayla. Eternal lovvo per Sayla.
Il signor bestio qui, invece, è il busto 1:1 dello Strike Freedom. Si poteva salire nella sua cabina di pilotaggio,
perciò ne hai approfittato a) per rivolgere il tuo saluto del Capitano a tutta la baracca.
b) per pilotare in battaglia il mobile suit (ovviamente vero e funzionante), abbattendo decine di nemici. Dopo una fugace occhiata all'area VR,
 il presepio gigante con le lucette di A Baoa Qu
e una statua di Zeta Gundam vi hanno portato all'area shop, dove avete rischiato seriamente di farvi del malissimo.
Parata di Gunpla impressionante, alcuni dei quali esclusivi del Gundam Front,
busti del Mikazuki di Iron Blooded Orphans (senza uvetta, però)
 (wargarv, si diceva: me l'hai segnato questo, sì? Sì)
e gadget di ogni altro tipo. Su questo bomberino di Amuro hai lasciato davvero gli occhi. Guardate che meraviglia quelle toppe. Peccato costasse due reni.
 E ancora: i guanti da motociclista,
 le finte All Star,
le cover per i cellulari, eccetera, eccetera, et cedrata. Grazie a quella storia dello spazio esaurito, alla fine, sei riuscito a trattenerti, comprando solo una t-shirt commemorativa con la data di nascita e, ehr, morte del Gundamone di Odaiba. Tasso di figaggine totale delle magliette comprate durante questo viaggio, su una scala da zero a dieci, duecento.
 C'era anche una mostra sulla storia dei giochi di Gundam,
Con i progetti originali su carta millimetrata delle animazioni di alcuni titoli
 e una rassegna di tutte le uscite per i vari formati, dal Famicom in poi.
 Il sempre splendido GameCube rosso di Char
e la tamarraggressiva, ma comunque splendida uguale, PS2 dorata come lo Hyaku Shiki (Zeta Gundam, sempre di Char).
Un lato del corridoio era tappezzato dagli art originali delle cover di alcuni giochi e, uh, di altra roba, tipo questo, con Gihren Zabi al karaoke.
Infine, prima di lasciare il Front al suo futuro a brevissimo termine, potevi scrivere su un cartoncino una dedica all'RX-78-2 gigante. I più belli erano appesi in un'apposita bacheca, gigante pure quella, e c'era davvero di tutto.
 Da alcuni disegni pazzeschi
 a delle dediche sul filo del toccante, praticamente da C'è メール per te,
passando per il #bastailpensiero. L'antrista Michele, l'unico a saper tenere dei pennarelli in mano tra voi, in cinque minuti tira fuori questa dedica da GME© qui:
e lì i giapponesi devono chiudere tutto, perché stanno piovendo dal cielo Mariomeroli. L'Antro was there.
Addio, Gundamone, e grazie di tutto. Della meraviglia, delle risate, dei tremiliardi di foto scattate insieme in questi anni. E oh, mo' che ti mettono a riposo, fatti curare quella spina dorsale, che senza core fighter stai messo malissimo. Riccardo 1, in basso a destra nella foto, l'hanno dovuto invece allontanare i poliziotti con le loro mazzarelle luminose di Darth Vader, perché voleva incatenarsi alle gambe del Gundam per non farle smontare. Sigla:
 

59 commenti:

  1. Il bearguy charlie chaplin è in realtà il padre dell'allegra famiglia bearguy :°D

    RispondiElimina
  2. Lagrime napulitane come se non vi fosse il domani.
    È stata la tappa migliore del tour.
    Sayonara Gundam!

    RispondiElimina
  3. Che malinconia lo smantellamento del Gundam, era bello pensare che c'era, come se - in un futuro fatto di chissà e magari - anche io avrei potuto compiere il pellegrinaggio. Grazie per aver salutato l'unico vero mobil suit. Quanto al Gundam Front... come trovare le giuste parole per caratterizzare la mia personale versione di paradiso? Passerò la notte con gli occhi sbarrati su quelle foto splendide! Cavolo che sogno! La cabina di pilotaggio... mamma mia...

    RispondiElimina
  4. E viene la malinconia a pensare che la prossima volta che passerò di lì, lui non ci sarà.

    RispondiElimina
  5. Farà anche parte della cultura giapponese dare una fine alle cose(anche le più meravigliosamente​ meravigliose), ma non capirò mai perché smontare La Mecca di noi gundamofili. Ora vado a ramazzare le bruschette che ho sparso in giro

    Confermo che il Barbatos Lupus FM scalcia i cooli e con un filo di colore al frame tira pure giù i nomi

    RispondiElimina
  6. E io che credevo che ormai sarebbe rimasto lì per sempre ... tipo giappotorreeiffel. Devo ammettere che vederlo è stato veramente impressionante. Mi spiace che sparisca anche il "gundam front" ... l'esposizione dei modellini è una cosa unica ... e poi non ero riuscito a fare la foto dentro lo strike (sad mode). Quindi se ho capito bene hanno intenzione di montare l'uniforme gundam al posto dell'rx78?

    RispondiElimina
  7. So sad . Era cosi un mito che mentre arrivavi lo vedevi spuntare tra gli alberi e ti sembrava di essere gia' su side 7 . Alla nostra visita c'era una specie di " Camp Ninja " per ragazzi ed era come avere Sasuke vs Amuro . We love you Gundam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Propongo non dico subito ma due ore fa una raccolta firme su change.org per farlo rimontare da qualche parte.
      In tempo per la mia gita in Giappone, ovviamente.
      ;-)

      Elimina
  8. ...eh niente, avrei sempre voluto vedere dal vivo il mitico RX-78 visto che per me Gundam esiste solo in QUELLA serie. Pazienza, però la foto del DOC che fa il saluto è una figata astrale!!! Ciao ragazzi, buon proseguimento ma non dimenticatevi di noi perchè è vero, rosichiamo a vedervi lì, ma ci fa troppo piacere leggere le scorribande di questa cumpa di deboscia

    RispondiElimina
  9. Anche io come Luca dopo averlo visto dal vivo (una esperienza indimenticabile come tutti gli appassionati potranno confermare) ero convinto sarebbe rimasto fisso in Odaiba come simbolo della cultura geek/nerd/otaku del Giappone! Mi rimane la speranza che per i 40 anni del franchise lo ripristino con una sua versione motorizzata! Nel frattempo da quello che si legge in giro il Gundam Front non verrà abbattuto ma semplicemente sostituito e ampliato in un museo(mostra permanente) sull'universo gundamico!

    RispondiElimina
  10. Ma perche'? PERCHEEEEE' :''''(

    RispondiElimina
  11. e vabbè.... pure lo smantellamento del mbile suit con tristezza allegata è in linea con l' allegria delle serie di Tomino, che vanno sempre a finire male come i film di Fantozzi... Martin gli fa un baffo


    Mi mancherai Gundam, non sono riuscito a vederti nella mia precedente visita, un domani che vincerò la lotteria di capodanno me ne farà costruire uno dal mio fabbro di fiducia. Aspetta e spera.

    PS mi sto per ordinando il barbatos lupus pure io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh se proprio non sai dove prenderlo :D

      Elimina
  12. Scusa Doc, ma non sei riuscito a capire dove finiscono i pezzi del Gundam smontato? Magari si riescono a recuperare (tramite una spedizione di ninja) prima che qualcuno li piazzi sulla baia! Fighissimo il Gundam, ma devo dire anche il mezzo che lo sta smontando ha qualcosa di figo inside!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo capito che lo rimontavano altrove, ma niente di sicuro eh

      Elimina
  13. e vabbè... in Italia alla sparizione di Gundam dovremmo esserci abituati.. visto che per tanti anni non l'abbiamo potuto vedere quasi più... io credo che prima o poi lo rimonteranno, in qualche posto di Nippolandia.... perchè? Perchè lì c'è chi pensa a noi!
    Perchè nessuno ce la fa...

    RispondiElimina
  14. Che tristezza. Nel 2013 non ero riuscita ad andare a Odaiba e quest'anno che torno con più tempo ovviamente lo smantellano -.-
    Che dire, aspetterò il prossimo, con la sfiga che mi ritrovo o non l'avranno ancora montato o lo staranno portando via! XD

    RispondiElimina
  15. Aaahhh!!! Il MANUALE, il periocolossimo manuale!

    Torno serieo :P
    La valigia piena mi ricorda la scorribanda lucchese.
    Per quanto riguarda la visita ad Odaiba faccio presente che iiioo [detto stando in piedi e gonfiando il petto] ho la foto con il Gundam indossando la maglietta dell'Antro.
    Buona continuazione e bevete una Kirin alla mia salute.

    PS per Wargarv: lo Strike Freedom è quello che si vede nella cel?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NESSUNO TOCCHI IL MANUALE :D

      La cell è del MKII ver. AEUG ;)

      Elimina
  16. Ora ditemi voi COME SI FA a pensare di chiudere un negozio del genere...

    Sono cose che non sono cose che non sono cose, che fanno il giro e che tornano ed essere cose che non sono cose...

    RispondiElimina
  17. Questo Giappotour credo sia il più emozionante di tutti, forse perché l'antrismo è moltiplicato per tutta la cumpa.
    Non hai nemmeno postato tutto e abbiamo già pietre miliari come Marandorino, l'uomo carrarmatino, e segni antristici in giro per Nippolandia. E' una Bellezza per davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marandorino superstar.
      Sempre nei nostri cuori, mentre dice la preghierina dell'odio per far morire Anno.

      Elimina
  18. "Smontano il Gundamone di Odaiba"

    NUUUOOOOOOOOOOOOOOOO! (cit)

    RispondiElimina
  19. Un giusto tributo a un pezzo di storia che se va. Bella l'idea che cartoncini in bacheca.
    Devo dire che i guanti da moto mi piacciono parecchio..

    RispondiElimina
  20. SALUTO! Al Gundammone di Odaiba T_T

    RispondiElimina
  21. Buon viaggio doc! Scusate, faccio un OT grande come una casa. Qualcuno ha visto il film La Bella e la Bestia? Va bene per bambini/e di 5-6 anni? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è la copia carbone del vecchio classico di animazione e contiene quindi anche le scene dell'attacco dei lupi a Belle e della lotta tra la bestia e Gaston (oltre a un retroscena un po' triste sulla madre di belle che è stato aggiunto apposta per il film).
      Se il bambino guarda senza problemi il cartone animato non dovrebbe avere problemi nemmeno a vedere il live-action.

      Elimina
    2. Doppio OT
      Ho visto che la Puccini doppia Belle ed oltre ad essere bella ha una bella voce ma sono solo io a trovare la Watson terribile come attrice?

      PS: prima o poi dovrò far vedere un classico Disney a mia figlia.

      Elimina
    3. A me non dispiace come attrice. In "noi siamo infinito" e "Bling Ring" non è niente male. Attendo di vederla in "the circle" con Tom Hanks.

      Elimina
    4. per stemperare il lutto della rimozione del mio mobile suit proseguo con gli OT: OBBLIGO ogni Antrista a recuperare 'Sing street', visto settimana scorsa al cineforum e letteralmente adorato. Forse un pochino furbetto e 'ruffiano', ma anche in questo riflette perfettamente il periodo in cui è ambientato (gli anni 80 dublinesi). Se l'avessi visto quand'è uscito sarebbe sicuramente finito nel mio trittico del Minollo d'oro. Va da sè che andrebbe visto in lingua originale

      Elimina
    5. @Luca Manfredini non gliel'ho ancora fatto vedere (dei classici Disney, credo solo la Sirenetta), ma immagino che non la possa turbare, e che le possa piacere; però il dubbio era - appunto - sul fatto che come Live Action (quindi magari senza le tazze puccettose etc.) fosse un po' più drammatico/un po' meno divertente per lei. Grazie

      Elimina
    6. Alla fine mia figlia maggiore (5 anni) è andata con la signora Visione :-)
      Direi un po' lungo (2 ore e 10), bello anche se non taratissimo per la sua età, contiene qualche scena che può spaventare i più suggestionabili (durante il film, la sua amica di 7 anni; nel cuore della notte, lei è venuta nel lettone, probabilmente aveva sognato una scena del film...)

      Elimina
  22. Posto qui perchè SI. Vorrei comprarmi una moto solo per indossare quei guanti meraviglioserrimi. Buon viaggio compà!

    RispondiElimina
  23. Anch'io ci fui. Onore all'unico vero Gundam, che mai sarà battuto in figaggine da nessuna delle sue pallide imitazioni, prima fra tutte il tamarrissimo Unicorn.

    RispondiElimina
  24. Nooo, ma come lo smontano?! ;___;
    Ma io non ci credo che lo mandino in discarica, Doc. Non è previsto che parta per un bel viaggio di Nippolandia, un anno qui, un anno lì, affinché tutte le città giappiche possano goderne la presenza (e l'attrazione che esercita sui turisti)? Eh? Eh?
    Alla peggio, lanciamo una petizione per comprarcelo noi italiani! I soldi di un F35 basteranno? Ce lo vedrei bene di fronte al Duomo di Milano, fra le palme di Starbucks... XD

    (Quello Zaku rosa super-deformed in versione gachapon ce l'ho pur'io °_°)

    RispondiElimina
  25. @Massimo: visto con mia figlia di 5 anni, si è divertita. Sono un po' di strizza in certe scene (ad es. lupi nella foresta) ma no problem.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. E' esattamente la scena che mi ha citato la signora Visione :-) Ma mia figlia si è divertita. Nel cuore della notte è venuta nel lettone (vedi commento sopra), ma poi ha dormito e lasciato dormire :-)

      Elimina
  26. come sempre nell' antro si ride e si ringe con una punta di commozione,peccato per Gundam,dovremmo lanciare un corwdfunding per portarcelo in italy,piazza duomo a milano va benissimo :-)

    RispondiElimina
  27. Vedere lo smantellamento del Gundam mi ha messo addosso un pò di tristezza, sapere che sarà sostituito dall'Unicorn non aiuta; poi per carità casomai lo fanno in modo da replicare la "trasformazione" e diventa una cosa pazzesca ma non sarà mai come il Gundam (almeno per me ovviamente) La cabina di pilotaggio dello Strike è una figata pazzesca, dovrebbe esistere un legge da renderla obbligatoria in ogni casa :)

    RispondiElimina
  28. Cioè ragazzi capiamoci qua sbava anche Wargrav. ;)

    RispondiElimina
  29. Ammetto che dapprima i Gundam non mi prendevano,poi,quando ho scoperto delle millemila serie...no,nisba,anche di meno...ma se per ipotesi volessi guardarne qualcosa da dove dovrei iniziare?

    Ps nessun gundam potrà mai competere con Omino Carrarmatino,90percento uomo,10 percento cartone,100percento badass carismatico!

    RispondiElimina
  30. Premetto che non sono un fan di Gundam (l'ho visto, da piccolo, ma preferivo le serie in stile Nagai. Gli riconosco l'originalita' e la profondita' dei temi trattati: si e' in mezzo ad una GUERRA, non ci sono buoni o cattivi, solo UOMINI. Ognuno con i suoi ideali, giusti o sbagliati che siano.), ma capisco cosa si prova. E' quello che ho provato quando, da bambino, gli operai del comune hanno smantellato il parchetto giochi dove io e i miei compagni ci trovavamo tutti i pomeriggi con i nostri nonni. Brutti bastardi, era il nostro regno. Come avete potuto?
    O come a Milano, quando hai visto sparire uno dietro l'altro, le tue sale giochi che bazzicavi, i negozi di importazione parallela di videogames ed il VIRGIN MEGASTORE in duomo. Ti tolgono i punti di riferimento, e non capisci neanche piu' dove ti trovi.

    RispondiElimina
  31. Cioè, appena arrivato a Tokyo e valigia già piena, Doc? Complimenti! Sarei proprio curioso di vedere le t-shirt...
    La notizia dello smantellamento del Gundamone di Odaiba non mi sciocca più di tanto perché... l'aveva già fatto alcuni giorni fa, quando avevo letto del fattaccio su un altro sito. Peccato, avrei voluto davvero vederlo prima o poi.
    PS: il link a "questo pezzo storico" non funziona, mi da errore 404

    RispondiElimina
  32. giusto per curiosità, i due reni per il bomber devono per forza provenire dalla stessa persona? Perchè potrei proporre a qualche Antrista di portarlo a turno...;-)

    RispondiElimina
  33. Risposte
    1. Anzi visto che è in magazzino senza fai ti aspetta a casa :D

      Elimina
  34. Sta cosa che non potrò mai e poi mai più avere l'occasione di vedere dal vivo un RX-78 a dimensione naturale mi mette addosso una tristezza che se lo dici in giro ti pigliano per il coolo nerd.
    Cioè, dell'Unicorn anche stiRazzi, per chi è cresciuto con PeterAmuro c'è un solo Gundam da ammirare scala 1:1.
    Tristèss.

    RispondiElimina
  35. Il riflesso dei neon sui modellini è l'effetto speciale non voluto più fico di sempre!
    Sembravano le linee di movimento dei manga! Lo Unicorn che si libera dall'impalcatura con quelle linee sembra in movimento!

    RispondiElimina
  36. Lo Sgarbatos è in viaggio dalla terra delle meraviglie, dovrebbe arrivare a far compagnia all'Exia verso metà del mese prossimo, dogana permettendo.

    RispondiElimina
  37. Vai doc, pensa a divertirti che i post quando arrivano arrivano, come il natale ;)

    RispondiElimina
  38. Dì la verità, Doc... il Gundam lo stanno smontando per parcheggiartelo davanti a casa tua ;-) !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché davanti? Dentro. Devo solo convincere quelli dei due piani sopra al mio a lasciarmi bucare il pavimento.

      Elimina
    2. Andata, prendo casa sopra il doc e buchiamo il pavimento. Io prendo la parte della testa, in soggiorno farà un figurone. Se mi resterà un soggiorno...

      Elimina
  39. Devo mostrare questo post ad una mia cara amica. Lei adora i gundam!

    RispondiElimina
  40. qui l'antro si tinge ancora una volta di lacrime di emozione mariomerola.
    ciao gundammone, insegna alle statue 1:1 di robottoni ad essere tanto fighe quanto eri tu

    RispondiElimina
  41. Tranquilli tutti, asciugatevi le lacrime e liberate le scimmie: l'RX-78-2 in scala 1:1 ritornerà nel 2019, solo che... stavolta, sarà in grado di muoversi, camminare, forse perfino sollevarsi da un rimorchio per replicare l'iconjca scena del primissimo episodio!
    L'iniziativa, chiamata "Gundam Global Challenge", é stata lanciata nel 2014, ed é una cosa talmente seria che perfino la facoltà di robotica di Pisa ci ha messo le mani in pasta. Su youtube potete trovare una lunga conferenza stampa in inglese con delle previsualizzazioni in CGI dei quattro progetti finalisti (uno prevede anche la costruzione dello Zaku di Char!!!), direi che non c'é proprio motivo di rattristarsi.

    Comunque, complimenti per il reportage!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci sono stati aggiornamenti sul progetto, dopo il 2015? Perché sono anni che non se ne parla più. A prescindere, per riesumarlo dovrebbero rimpiazzarne buona parte: la principale ragione per cui lo tirano giù, anche se non c'è scritto da nessuna parte, è che molte parti della corazza sono belle che andate. Da vicino, mentre lo smontavano, si vedeva chiaramente come all'interno erano mangiate dalla ruggine. Tutta quell'acqua che colava dalle macchine del fumo? Il mite clima geloforno di Tokyo? Boh. Fatto sta che da molto tempo non aprivano più il cockpit durante lo spettacolo, forse non funzionava più.

      Vedremo.
      (Ma, a questo punto, lo si vuole funzionante, non solo che cammina, chiaro).

      Elimina
    2. L'ultimo annuncio sul sito ufficiale risale all'ottobre 2016 (quindi, non tantissimo tempo fa) e dice che, sebbene le date chiave del progetto siano confermate, l'annuncio del progetto vincitore sarà ritardato rispetto al previsto e che le motivazioni per questa procrastinazione saranno rese note assieme alla nuova data appena possibile...
      ...d'altra parte, sullo stesso sito ci sono contenuti anche successivi, ad esempio un video espositivo sulla tecnologia da impiegare risalente al 27 dicembre 2016...

      Elimina
  42. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails