giovedì 27 ottobre 2016

58

Doctor Strange, la recensione senza spoiler

Doctor Strange film recensione
Ci sono un paio di cose bellissime in Doctor Strange, quello che sulla carta doveva essere il film “diverso” dei Marvel Studios e in un certo senso lo è, ma non abbastanza. Ci sono alcune scene che ti hanno fatto sorridere da un orecchio all’altro, spuntando quelle due o tre voci di peso dall’elenco di robe che un Marvel fan vuole vedere sul grande schermo prima di morire (sul limone della Gatta Nera con la Presidentessa stiamo lavorando). Ma ci sono anche cose che hai trovato fuori luogo e, a macchia di leopardo, un po’ di noia qui e là a riempire gli spazi [...]
Stephen Strange è uno stronzo, lo sappiamo. Una buona fetta di primo tempo se la ciucciano le origini del personaggio e tutto va secondo copione. Stephen Strange, neorochirurgo di fama con il macchinone, ubriaco di hubris, tracotante di tracotanza, non sa che al vecchio Stan gli eroi piacevano sfigati, e teh, beccati una bella sfiga pure tu. Sì, con la s. Il punto è che lo Strange di Benedict Cumberbatch stronzo lo resta a lungo pure dopo. Sarà la faccia da alieno dell’attore inglese, a cui non a caso vengono bene i tizi scollati dalla realtà, sarà che questo Strange fa di tutto per stare sul pazzo alla gente, ma oh, simpatia zero. Vero è che Strange non è l’Uomo-Ragno, quel po’ di spocchia ce l’ha sempre addosso comunque. “Sono lo Stregone Supremo”: ciccio, ma vai a lavorare.
Sia quello che sia, è bello vedere la casa di Strange al Greenwitch Village, è bello vederlo trafficare con l’occhio di Agamotto e soprattutto è bellissimo gettare uno sguardo in tutte quelle dimensioni strambe che da sempre popolano le sue avventure nei fumetti Marvel. Quei mondi con i ponti e le pallette alla Ditko, dove te lo immagini - metti - a fare il precisino in forma astrale, a far magie tenendo il medio e l’anulare delle mani piegati, insomma dando dei cornuti ai demoni di chissà quale dimensione, oppure - metti - a dar ripetizioni a Dormammu, il suo arcinemico sardo.
E questo aspetto del film, queste gite fuoriporta al di fuori della nostra dimensione e del quotidiano di tre diverse metropoli, funziona magnificamente. Sono scene in cui spalanchi gli occhi e una volta tanto non rimpiangi le quattro carte di tassa-occhialini, visto che l’orario che ti viene più comodo è sempre quello in cui piazzano il dannato spettacolo 3D. Qui il 3D gira, e non solo nella nuova sigletta pettinatissima dei Marvel Studios, perché c’è tanta roba da far girare. Dice: beh, ma a ribaltare le prospettive, accartocciare le città e far impazzire il cervello con immagini assurde c’aveva già pensato Inception. Ma pure Maurits Cornelis Escher decenni prima, se è per questo.
Ma tra un caleidoscopio di wow e l’altro, e il genuino raccapriccio per quella scena delle mani con la successione di Fibonacci, dicevi, ti sono arrivati in faccia sprazzi di noia. Proprio perché tutto va come deve e, forse con un’unica eccezione, sai già dall’inizio cosa succederà a determinati personaggi nell’istante stesso in cui ne senti pronunciare il nome. E lì, più che un limite del film, che si rivolge a un grande pubblico che Strange non sa minimamente chi sia, è il fatto di conoscere la storia Marvel il problema. Strange, inoltre, resta fondamentalmente stronzo (ma ora chiede scusa a qualcuno. Oh, beh) perché non ha molto spazio per fare altro. Con le origini che si ciucciano mezzo film, resta solo il tempo per le botte.
Quando si sbaglia drammaticamente make-up
Coreografate abbastanza bene, per carità, quando ci si capisce qualcosa, e con un Mads Mikkelsen che si fa pure una chiagnuta da cattivo impegnato, ma paripampùm, poi è tutto finito, ciao Strange, ci si rivede negli Avengia, forse. E fin qui abbiamo un film d’azione con un po’ di mindf*ck visivo e uno sviluppo del personaggio che aggiunge poco (= una cippa) all’archetipo del medico stronzo che diventa stregone anche perché c’ha già il cognome adatto, tipo il mago Strano di Paola (CS). E ok, ci può stare. Quello che proprio non ci sta è che negli scontri con il Kaecilius di Mikkelsen si sia voluto infilare a forza uno humour slapstick che non c’entra un’infiocchettatissima. Intendiamoci: non sei contrario a una battuta qua e là in un film d’azione, con super-eroi o meno, per il semplice fatto che sei cresciuto guardando decine e decine di film con la battuta dell’action hero del caso a favor di camera. Che film sarebbe Commando senza le sboronate dei suoi protagonisti?
Ma una cosa sono le battute, altra le mimmate da candid camera canadese con risate registrate, tipo quelle robe tristissime che si beccano sempre in volo. Se non stai facendo un film di super-eroi volutamente scemo (Ant-Man, Guardiani della Galassia), non puoi, assolutamente non puoi, ammazzare ogni spunto epico di uno scontro o di una posa classica da eroe con robe da Beruschi al Drive-In. E qui ce ne sono davvero un paio in cui volevi lanciare il poppicorno contro lo schermo, sperando che una magarìa transdimensionale lo spatafasciasse direttamente sulla faccia di chi le ha pensate. Conosci il Doctor Strange (uno dei primissimi super-eroi Marvel a sbarcare in Italia nel ‘70, ricordiamolo) da tipo trentacinque anni, lo vedi librarsi in aria con la sua cappa della levitazione… e mi ci devi mettere quella stronzata da parodia tipo 3ciento? Eh no, dai. Eh no. Un bambino in sala ha riso, te avresti voluto strangolare qualcuno a caso dei Marvel Studios per ritorsione.

Non è facile pescare un voto che riesca a riassumere i pensieri contrastanti che ti ha suscitato la visione. Piacevole? Sì. Originale? No. Nel senso che ha tutta l’aria e gli strumenti per staccarsi dallo stampino dei film dei singoli Avenger (ultimi due Cap a parte, grazie al cielo), ma nelle scene in cui non ci sono miliardilioni di CGI meravigliosa le premesse dark fantasy annaspano nella stessa, identica confezione dei suoi fratelli di celluloidi. Si poteva fare molto peggio, d’accordo, ma per una volta pensi si sarebbe potuto fare anche di più, senza neanche sforzarsi troppo.



Doctor Strange
Recensito da: DocManhattan Data: October 27 2016
Voto: 3,5

58 commenti:

  1. Sarà che a me Dr. Strange fa rima con Jack Kirby, ma questo proprio non mi piglia zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano considerando che Kirby non lo ha mai disegnato

      Elimina
  2. Entro a gamba tesa per chiedere: secondo te è adatto a un bimbo di 7 anni? Se lo sono venduto come il primo film Marvel "horror" quindi sono un po' indeciso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sala era piena di infanti, ieri. Ma al di là di questo, direi proprio di sì, non c'è niente di terrificante, è il solito PG-13.

      Elimina
    2. Io ho avuto un coolo pazzesco,cinemino di paese (con schermo 4k però) e 10 persone in croce dentro,me lo sono proprio goduto.

      Elimina
    3. Grazie per l'info! Vo' a prendere i biglietti (per dopo Lucca...).

      Elimina
  3. Ok recensione perfetta la stessa cosa che ho pensato anche io.
    Origini perfette ma svolgimento della trama successiva troppo sbrigativa che era finito il minutaggio.
    Tolte le grandiose scene delle dimensioni alternative rimane solo un enorme,lunghissimo antefatto,non è un film con un senso compiuto come Ant-Man,no si vede che hanno voluto tenere tutto per un secondo film lasciando questo quasi come tagliato a metà,il che mi starebbe bene se fosse un film in due parti come Harry Potter e i doni della Morte ma essendo un film unico mi sembra un libro che non abbia una vera conclusione.
    Sono assolutamente d'accordo sulle battute,stupide e ridicole,soprattutto alcune da becero pubblico americano che prende in giro gli stranieri per non conoscere la loro stupidissima musica pop.
    Battute che veramente ti ammazzano completamente sia l'epicità del personaggio che la sospensione dell'incredulità.

    Vorrei anche capire se successivamente spiegheranno la presenza dell'Occhio di Agamotto nella collezione di Odino nel primo film di Thor.

    Ora un pò di commenti da
    ROVINATORE

    Wang con le cuffiette non si può vedere.

    Dormammu inguardabile che sembrava composto da tende da salotto,e pure lui che dovrebbe essere una sorta Grande Antico del mondo Marvel viene perculato in modo ridicolo.

    Belli tutti gli easter egg tipo lo scettro di Watoomb e il bastone del Tribunale Vivente.

    FINE ROVINATORE




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora peggio.
      Perché sminchiare al primo film del personaggio e in quel modo poi la nemesi per eccellenza del dottore. Sto cominciando a pensare che la Marvel ce l'abbia con le nemesi dei supereroi visto che in ogni film riesce a rovinarli

      Elimina
  4. "ammazzare ogni spunto epico di uno scontro o di una posa classica da eroe con robe da Beruschi al Drive-In."
    La stessa mania che ha colto Ortolani, facendogli buttar via OGNI scena che poteva essere epica con una battuta del menga. Comunque, se il film va bene per chi come me non ha mai letto un suo solo fumetto, ci darò un'occhiata. Grazie, Doc.

    RispondiElimina
  5. Crepascolino dice che il trailer è dark ergo vedrò il film, forse, uno zinzino alla volta, registrato da SKY parecchio dopo il referendum del 4/12. Pazienza.
    Leggo i comics del doc da sempre e ricordo l'infelisce scelta dei Thomas su matite di Isherwood a metà anni novanta scorso secolo quando Steve cercava di parlare e pensare in dida come il simpa della compa. Il postmoderno o avant pop applicato ad un personaggio che funziona davvero non tanto quando fa lo str...ano quanto è remoto e perso dietro ai fatti suoi come cantava il signor Rossi mistico di Zocca. Ricordo una storia dei Dedenders di Gerber/S.Buscema in cui al parco Steve si imbatte in un oratore trombone al cui fa precipitare i pantaloni fino alle caviglie con un ghignetto di cui immediatamente dopo si pente. E' Atlante con il peso sulle spalle delle dimensioni di cui è consapevole e guardiano ed almeno in quel caso le dimensioni contano.
    Il problema nei comics di Strange è nel fatto che spesso e volentieri chi se ne occupa è indeciso sulla direzione da prendere. Peccato perchè i concetti su cui lavorare sono ottimi e abbondanti: 1) Dormammu esiste perchè nella dimensione in cui è dio i discepoli credono esista quindi sparirebbe se la smettessero di sostenerlo 2) Wong potrebbe essere il Groucho di Recchioni ovvero sarebbe interessante capire perchè ha scelto di servire il suo mentore 3) l'Antico ha qualcosa di Yoda, ma una umanità maggiore ed è probabilmente matto come la lepre marzolina : in una vecchia storia si alcolizza e barbonizza x prevenire una apocalisse 4) in passato ci sono state storie toste come il sonno di Eternità che ricrea tutto appena desta a parte Strange o la saga di Sise-Neg ( Genesis al contrario ) con un cronoviaggiatore che torna nel passato e con il nome di Cagliostro cerca di riorganizzare la Storia come poi tenterà anche The Miracle Man con una sua versione della natività in una storia successiva di Cosa e Ghost Rider.
    Un personaggio notevole che negli anni settanta - insieme al Warlock di Starlin - ha ispirato un Grant Morrison teenager.

    RispondiElimina
  6. Tanto lo vedrò comunque... se il terremoto non tira giù il cinema T_T

    RispondiElimina
  7. Diciamoci la verità (per quanto riguarda le battute) a far da contro altare a certe scene c'è quella in cui Wong non ride alle sparate di Stephen e gli domanda se quelli che lo trovavano simpatico fossero stati suoi dipendenti.

    RispondiElimina
  8. Insomma, l'effetto Walt Sidious ha colpito anche qui?
    https://leortola.wordpress.com/2013/04/24/iron-man-3-la-recensione/

    Comunque boh, non conosco niente della sua storia ma in genere mi appassiono molto a realtá alternative e dimensioni parallele, se come mi dici é godibile anche per un non-fan magari ci faccio un pensierino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con una differenza, però, e neanche piccola.
      A me Iron Man 3 è piaciuto (vedi recensione) perché ha quel tono scanzonato dall'inizio alla fine, proprio come tanti action movie anni 80/90. Può piacere o meno, e rispetto chi non sopporta la cosa, ma ha una sua coerenza. Qui invece si buttano le macchiette nelle scene epiche, su una scala da zero a Thor che prende la metropolitana nel suo secondo film. Sono gag da serie TV giapponese che non c'entrano nulla col resto, messe lì (quasi) a forza, che si amalgamano col resto come un tizio che in chiesa si mette a provare i fischi da stadio.

      Elimina
    2. Si ma il bello è che da quel che ho capito tutta questa comicità non era prevista,hanno chiamato Dan Harmon,il creatore di Rick&Morty.
      Ma concentrarsi sulla terza stagione no eh?

      Elimina
    3. Concordo, detta cosí non sembra una differenza da poco.

      Elimina
  9. Sono rimasto soddisfatto dal film, lo attendevo con un bel hype addosso sinceramente. Ma concordo sul fatto che, per far vedere che anche questo è un film targato Marvel, siano state inserite delle scene che poco centrano con il personaggio di Strange. La battuta o la gag comica qua e là ci sta assolutamente, ma durante gli scontri mi fa storcere il naso, soprattutto con uno Strange.
    Ah, peccato che in italiano la battuta della Palmer verso la fine del film perda gran parte della sua bellezza, proprio per via della traduzione (ma non si poteva fare altrimenti).

    RispondiElimina
  10. Visto ieri sera. A me non è dispiaciuto. Premetto che frequento il Dottore da qualche mesetto nella versione a fumetti di Chris Bachalo e Jason Aaron. Non mi hanno infastidito più di tanto certe battute anche perchè in quanto a epicità io ne ho vista pochina e quel poco emanava più dall'antico che dal doc. Un 7+ se lo merita ;)

    RispondiElimina
  11. Il problema solito dei film marvel, unito al problema solito di film di origini: Ant-Man e Gotg non se li inculava nessuno prima, han potuto fare film in cui le origini ci sono ma anche no, e di svacco totale. Strange è un eroe più ''serio'' e radicato negli appassionati di fumetti, ma ancora sconosciuto alla massa. Quindi hai un film che gli appassionati andranno a vedere per forza, che però deve attirare altro pubblico (i bambini). E per una certa fascia di pubblico servono le battute e le pinzillacchere.
    Esempio. Le ragazze con cui ero al cinema han riso tanto alla scena di Thor in metro e si son annoiate nei momenti epici. Senza quelle scene perdi la demografica infantile.

    La domanda vera è, noi appassionati ce la sentiamo di ammettere le cazzatine nei nostri cinefumetti, pur di realizzare il sogno di vedere Strange che fa le magie e viaggia nelle dimensioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente no, non me la sento anche perchè esiste già un film animato sul Dottor Strange che ritengo dignitoso (non perfetto, ma dignitoso) e mi faccio bastare quello senza rimpianti.

      Elimina
    2. Sinceramente si. Basterebbe infilarle nei momenti giusti (o meglio evitare quelli sbagliati). Ma tra "niente film Marvel" e "film Marvel con troppe gag/gag in momenti inopportuni", non ho dubbi, scelgo la seconda

      Elimina
  12. a me comunque la gag di Thor sulla metro era piaciuta (una elle poche che avevo apprezzato di quel film). In qualsiasi altra città non avrebbe funzionato, ma a Londra mi era sembrata molto... beh, british

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io, la prima volta, l'ho vista a Brighton, con tutti che sghignazzavano!

      Elimina
  13. Sono rimasto molto soddisfatto dal film, più di quanto sperassi.
    Lo trovo molto ben costruito e coi tempi dettati alla grande, mai un momento di noia o che.
    Non è perfetto, certo, non è da (mio personale) podio del MCU, ma al netto di un paio di cose magari non eccelse (le "lame d'aria" dei cattivi sono una poverata terribile) decisamente positivo a mio giudizio.
    Rece a breve =)
    Promossissimo.

    RispondiElimina
  14. Gli effetti speciali sono bellissimi, in ogni scene dove se le danno con roba a caso strana di background sono magnifiche. Poi per me cappa della Levitazione nuovo best oggetto magico intelligente ever, lo infilerò male in una mia campagna di D&D probabilmente.

    RispondiElimina
  15. Visto ieri sera, in sala nuova di fiamma 4K + Dolby Atmos (no 3d, grazie).

    Lo spettacolo visivo c'è, e il protagonista è centrato, stronzo il giusto, d'altra parte se sei il miglior chirurgo del mondo, figo e pieno di soldi, un po' di spocchia è normale averla.
    Poi diventi lo stregone supremo dopo un allenamento la cui durata nel film potrebbe essere da 2 settimane a 2 anni, non si capisce...non diventi mister umiltà.

    Mi aspettavo comunque un film più dark, qualcosa con le atmosfere dal Hellboy per dire, con essere da altre dimensioni, elementi arcani.

    Bello l'effetto SPOILER SPOILER SPOILER del controllo del tempo e il movimento della mano, lì ho proprio detto "va che figata! FINE SPOILER

    Sono proprio curioso di come integreranno il personaggio, anche se la scena post-credit già ce lo fa capire.

    Domanda: c'era solo una scena post credit o anche un'altra dopo i titoli lunghi? Non mi sono fermato oltre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce n'era un'altra dopo i titoli lunghi incentrata su

      SPOILER

      Quel simpaticone incattivito di Mordo
      Bella bastarda ma abbastanza telefonata, se hai un minimo l'idea di chi sia il personaggio cartaceo ;)

      FINE SPOILER

      Elimina
    2. L'allenamento dura pochi mesi,cosa che trovo ridicola.
      Lo si capisce dal fatto che:

      SPOILER DOC STRANGE e CIVL WAR

      Mentre è in macchina prima di fare il volo gli propongono il caso di un militare rimasto paralizzato dopo un incidente con un'armatura sperimentale.
      Si capisce ovviamenteche parlano di quello che è successo a War Machine in Civil War,quindi tutto il film avviene poco tempo dopo quel film.
      Personalmente avrei trovato più corretto fargli cominciare l'addestramento durante Winter Soldier quando viene citato e finirlo dopo Civil War,avrebbe avuto molto più senso un addestramento di anni.

      FINE SPOILER

      Male non fermarsi per la seconda scena after credits,la fanno sempre ;)

      Elimina
    3. @ITLAS forse ti è sfuggito qualcosa

      SPOILER

      War Machine non è l'armatura sperimentale di cui gli parlano al telefono.
      Si riferiscono indubbiamente all'incidente con l'esoscheletro Hammer mostrato da Tony Stark alla commissione d'inchiesta in IRON MAN 2 (2010).
      Ricordi il tizio che si è girato di scatto di 180° ponendo di fatto fine all'esperimento?
      Al processo Hammer ha poi detto che il pilota si era salvato.
      Quindi, per quanto siano pochi (ma ci sta essendo Strange ancora abbastanza inesperto a fine film), ha studiato 6 anni, non 6 mesi ;)

      FINE SPOILER

      Elimina
    4. Non sono convintissimo,si parla di un colonello dell'aviazione,cosa che in effetti è Jim Rhodes nei film.

      Elimina
    5. In più se ricordi bene prima dell'incidente c'è una panoramica della città dove si vede la torre dei Vendicatori che fu appunto costruita dopo Iron Man 2.

      Elimina
    6. Grazie Zoro...la 2a scena me la vedrò più avanti, lo fanno vedere col costume da villanzone?

      Elimina
    7. @Gardus
      Figurati, no niente costume da villanzone,tiene quello del film, ma a voler vedere siamo lì (bavero a parte) quindi... ;)

      @Itlas
      Pensa che ogni volta che facevano una panoramica della città cercavo la Torre dei Vendicatori ma non sono mai riuscito a vederla.
      In più se pensi che passano mesi dall'incidente alla ricerca di una cura (varie operazioni, periodo riabilitativo eccetera) trovo impossibile si tratti di Rhodes, soprattutto perché specificano proprio si trattasse di un'armatura SPERIMENTALE: War Machine è attivo sul campo e riconosciuto dall'esercito come armamento dal 2010, alla faccia dello sperimentale.
      Peraltro l'algoritmo di Zola lo ritiene una minaccia già dal 2014 (Winter Soldier), e per quanto l'algoritmo fosse avanti non credo potesse prevedere in alcun modo che un chirurgo in ascesa avrebbe avuto un incidente rovinandosi le mani, sarebbe andato in nepal perché gliel'ha consigliato un totale sconosciuto e sarebbe diventato lo Stregone Supremo...con tutto il rispetto per Zola, ma...
      E' molto più probabile, per tempistiche terapeutiche, riabilitative e dichiarazioni fatte (nessuno ha mai detto che il tizio nell'armatura fuffa Hammer non fosse pure lui un colonnello dell'aereonautica eh?) si tratti dell'incidente del pilota Hammer.
      Almeno io l'ho percepita così, a meno che non mi tirino fuori la storia che ha studiato in un mese per diventare Stregone Supremo, nel qual caso si che sarebbe una ca$$ata fotonica.

      Elimina
  16. Non credo... nell'appartamento ha un premio targato 2016, mi sembra

    RispondiElimina
  17. Domanda: il doppiaggio com'è? Cigliano dai trailer mi sembrava adatto su Cumberbatch, ma per sicurezza volevo saperlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente è Bulckaen, non male ma credo di aver badato troppo alla differenza rispetto a Sherlock.

      Elimina
  18. Non lo boccio in toto, ma non mi è nemmeno piaciuto granché solito prologone in cui si tengono le cose migliori per il film successivo e non c'è niente che lo renda un buon prologo, soliti cattivi cagati male di cui ci dimenticheremo subito, e Mordo che doveva essere il vero cattivo viene rilegato a comprimario che diventerà cattivo nel sequel... anche Cap 3 era un puntatone di una serie tv, ma comunque era appagante, questo mi è sembrato proprio mozzato... Ha delle belle scene, Strange è ben presentato, ma non lo so... non mi piace proprio perché non godibile come film ma è tutto fatto per il dopo, ti lascia una sensazione di coito interrotto.

    RispondiElimina
  19. Visto ieri sera e secondo me promosso a pieni voti.
    Cumberbatch mi è sempre piaciuto come attore e devo dire che anche in questa veste non mi ha deluso. Nel complesso l'ho trovato un film molto godibile e "strano" quanto basta.
    Non posso fare paragoni con la controparte cartacea (che conosco solo di nome) quindi non conoscendo lo sviluppo del personaggio mi sono goduto i colpi di scena

    ROVINATORE ROBINATORE

    Ho trovato veramente azzeccato il "non combattimento " con Dormammu. in pratica Strange lo ha steso per "stressamentomaronico" ... non so se corrisponde al personaggio cartaceo ma mi ha fatto morire


    FINE ROVINATORE

    RispondiElimina
  20. Il finale è spettacolare, a me è piaciuto molto. E anch'io avevo pensato che il militare con la schiena rotta fosse uno dei pirletti di iron man 2. OPPURE TEORIA:
    Il colonnello dell'aviazione è effettivamente Rhodes, in effetti ci sta che Tony chiami il migior chirurgo del mondo per il suo amico (anche se non si capisce il commento ''50 potrebbero fare uguale). Se pensiamo alla timeline, da Civil War al prossimo film marvel ambientato sulla terra passeranno anni, c'è Gotg2, Thor 3. Quindi l'addestramento di strange può durare anni, e c'è da contare anche il recupero e le 7 operazioni subite alle mani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scritto poco sopra ad Itlas: bisogna pensare che passano mesi dall'incidente alla ricerca di una cura (varie operazioni, periodo riabilitativo eccetera) trovo impossibile si tratti di Rhodes, soprattutto perché specificano proprio si trattasse di un'armatura SPERIMENTALE: War Machine è attivo sul campo e riconosciuto dall'esercito come armamento dal 2010, alla faccia dello sperimentale.
      Peraltro l'algoritmo di Zola lo ritiene una minaccia già dal 2014 (Winter Soldier), e per quanto l'algoritmo fosse avanti non credo potesse prevedere in alcun modo che un chirurgo in ascesa avrebbe avuto un incidente rovinandosi le mani, sarebbe andato in nepal perché gliel'ha consigliato un totale sconosciuto e sarebbe diventato lo Stregone Supremo...con tutto il rispetto per Zola, ma...
      E' molto più probabile, per tempistiche terapeutiche, riabilitative e dichiarazioni fatte (nessuno ha mai detto che il tizio nell'armatura fuffa Hammer non fosse pure lui un colonnello dell'aereonautica eh?) si tratti dell'incidente del pilota Hammer.
      Almeno io l'ho percepita così, a meno che non mi tirino fuori la storia che ha studiato in un mese per diventare Stregone Supremo, nel qual caso si che sarebbe una ca$$ata fotonica.

      Elimina
    2. Quello che intendevo è che siccome il prossimo film ambientato nella terra sarà tra un bel po'......Tutto Dottor strange potrebbe PARTIRE dal 2016, ma svolgersi in un arco che comprenda 2017, 2018, fino a Infinity War, per dire. In questo caso il colonnello potrebbe essere Rhodes.
      Più probabile è che sia uno degli sgherri hammer, e che l'hydra lo consideri una minaccia in quanto chirurgo di fama mondiale con schemi di pensiero non proprio votati all'asservimento (il piano dell'hydra era far fuori milioni di persone, di sicuro non erano tutti supereroi).

      Elimina
    3. Ho visto ieri il film nella sala energia di Melzo e mi ha preso a tal punto che prima di andare a casa ho tentato invano di aprire un portale dimensionale, poi mi sono ricordato di aver lasciato a casa il mio sling ring.
      Battute a parte vorrei entrare nel merito della discussione sulla timeline con delle osservazioni:

      SPOILER



      1- quando Benedicto sta andando a cena (e a schiantarsi) si vede lo skyline di New York con l'avengers tower in bella vista. La torre prende l'insegna con la sola A nel finale del primo avengers.
      2- la telefonata che riceve in macchina afferma: “È un colonnello della marina che ha avuto un’incidente alla spina dorsale mentre era in una sorta di armatura sperimentale”. Ok War machine non è sperimentale però dicendo "una sorta di" potrebbe farlo intendere
      3- Dottor Strano guida una Lamborghini Huracan modello 2015, all'epoca di Iron Man 2 ancora non era stata costruita
      4- il programma di Zola può darsi abbia previsto che Strage non si sarebbe piegato all'Hydra visto il suo "docile" carattere
      5- certamente quando Wong spiega chi sono loro (i mistici)cita gli avengers come i difensori fisici per cui in quel momento da per scontato che tutti li conoscano
      6- infine come dice luca qui sopra-sopra dopo civil war (e l'incidente di Strange) non è dato sapere quanto tempo sia passato per il suo addestramento. Azzarderei che la risposta la troveremo "forse" in spider-man homecoming che sarà il prossimo ambientato sulla terra.

      Spero che facciano bene chiarezza e non pasticci alla X-fox

      Elimina
  21. Visto ieri sera e, da non Marvel zombie fino al midollo, l'ho trovato bello :) Ok, c'è una importante (in termini di minutaggio) fase introduttiva, ma credo sia sensata visto che pur essendo un importante personaggio dell'universo Marvel, è forse un po' sconosciuto ai più; Credo sia stato ben caratterizzato e tutto sommato non ho trovato questa lunga introduzione noiosa.
    Potevano risparmiarsi qualche battutina scema qua e là, che effettivamente stona con l'impostazione del film. Anche il siparietto con la Cappa della Levitazione è un po' fuori luogo ma, come detto già da qualcuno, serve ad agganciare il pubblico più gggggiovane.
    Esplosioni di miccette per tutti gli artefatti visti, anche di sfuggita, nel film :)
    unico, enorme WTF del film:

    ROVINATORE ROVINATORE ROVINATORE


    l'occhio di Agamotto contiene la gemma verde dell'infinito? eh???????????



    FINE ROVINATORE


    Belle le scene post credit, soprattutto la prima: la scimmia per "quella" pellicola comincia già a farsi posto sulla mia spalla destra :D

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. Tra i commenti Doc citi Iron Man 2 come esempio di film con battute con un senso (in quanto buddy movie alla anni 80). Per me Iron Man 2 sta a Doc Strange come l' Hard Rock sta al Prog Rock. Se scrivi una storia testosteronica la battuta sembra più fluida nel contesto ma a suo modo lo è anche in un contesto metafisico/psichedelico. Non è un contesto assolutamente epico come quello di Thor. È un contesto molto 70s/new Age dove l'umorismo (forse sí non la gag fisica) funziona abbastanza bene. Sarà che mio marito fa il fisico teorico quindi ci focalizziamo molto su certi aspetti ma ci è piaciuto a entrambi molto l'intersezione tra spiritualità e scienza che c'è nel film. Tra tutti è inaspettatamente il Marvel film più scientificamente accurato della serie.

    RispondiElimina
  24. Scritto da telefono e non riletto. Giuro che ho un italiano che va oltre i 10 vocaboli. Non sembra lo so. Scusatemi.

    RispondiElimina
  25. Mi sbaglio o oltre a Ditko molto fece Gene Colan e anche George Tuska?

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. A me è piaciuto molto l'aggiunta di concetti spirituali profondi e l'accenno al principio di autoguarigione. Finalmente in un film commerciale si, pur sdrammatizzando parecchio, si cerca di lanciare qua e là nozioni che pian piano si stanno facendo strada nella vita reale. Molto bene.

    RispondiElimina
  28. Doc(ma anche gli altri) ho beccato io un cinema con una copia del film danneggiata o il doppiaggio, proprio come suono, faceva schifo?

    RispondiElimina
  29. Un bella occasione mancata. Ammirevole dal punto di visivo, interessante per la profondità dei personaggi, molto più approfonditi del solito e meno manichei del solito, non c'è la solita redenzione o perdizione ma è più complesso, però sì la parte comica stona e rovina tutto.
    Spero che doctor strange 2 o Thor Ragnarok siano meno comici.
    Peccato.

    RispondiElimina
  30. Visto finalmente. Non conoscendo praticamente nulla del Dottore Strano, origini classiche escluse, credo di essermelo goduto appieno come semplice prodotto cinematografico per intrattenimento/nerd. La storia scorre, i personaggi sono i classici. Cumberbatch e Swinton sono dei grandi interpreti come sempre e ricreano degli ottimi Strange e Ancient One. Cumberbatch è rimasto sistematicamente sul classico mentre la Swinton ha dovuto decisamente ricreare il personaggio da zero dandogli quella sfumatura un po' pazzerella e un po' da Gabriel di Constantine e anche un po' olio di palma, poi la Swinton è indefinibile e l'amiamo anche per questo :D
    Devo dire che i mistici fanno molto "Ordine degli Jedi" con le loro regole, limiti, contraddizioni e un Lato Oscuro sempre seducente e vicino.
    Il doppiaggio è stato migliore di quanto credessi, ma c'è da dire che negli ultimi anni, le mie aspettative generali riguardo traduzione, adattamento e doppiaggio, si sono enormemente abbassate.

    E' L'ORA DEGLI SPOILER
    1) Chi cappero sarò la tizia colpita dal fulmine con l'apparecchio per la schizofrenia ? Mi è sembrata una descrizione troppo precisa perché fosse solo "contorno". Voterei per Carol Danvers.
    2) Prima scena post credit/pro scimmia: Come hanno sgamato Loki ?
    3) La Gemma del Tempo nell'Occhio di Agamotto ? Ma sul serio ? Non che ci fossero dubbi ma è ormai ufficiale che tutto l'impianto dello MCU sia fondato proprio sul ritrovamento delle Gemme dell'Infinito e quindi sulla mega scazzottata cosmica finale. Ne manca solo una all'appello ormai.
    4) Credo che, letteralmente alla fine, questo sia di più un film sulla genesi dell'antagonista preferito di Strange: Mordo. Convincente ? Per un prodotto di intrattenimento sicuramente si.

    RispondiElimina
  31. Io non ne ho notate di scene epiche che finiscono in mimmata, forse l'unica è quella del mantello che gli asciuga le lacrime che se la potevano evitare tantissimo.
    Quella cosa li mi aveva dato tremendamente fastidio in Iron Man 3, che mi ha fatto odiare il film, ogni fottuta scena un pò epica, andava sempre a finire in minchiata con tanto di risate fuoricampo e io che bestemmiavo da infondo alla sala, a una certa volevo andarmene dalla sala hahah

    RispondiElimina
  32. All'inizio grandi aspettative ,credevo di vedere un film introspettivo ma dopo una brillante partenza ho dovuto assistere a una vera idiozia che avrebbe stufato anche mio figlio di 12 anni....Come ridicolizzare il pensiero della filosofia orientale. Che fesseria di film.

    RispondiElimina
  33. A me il film ha fatto parecchia tristezza. Ok, c'è il problema dei minuti che son sempre pochi. Ma il film va liscio così come te lo immagini dall'inizio alla fine, di una banalità irritante. Anzi, quello che non ti aspetti sono le scenette comiche che rovinano anche quel poco di buono che restava.
    SPOILER
    SPOILER
    SPOILER
    Io per dire non ho assolutamente sopportato la scenetta del mantello che tira Strange verso la "trappola per villain", con Strange che corre nella direzione opposta come nei cartoni di Scooby Doo. Scenetta se non ricordo male ripetuta due o tre volte...
    /SPOILER
    /SPOILER
    /SPOILER
    La domanda è sempre quella: ma spendere qualcosa di più per i tizi che si occupano di scrivere testi e sceneggiatura?

    Nota finale riguardante il cinema: visto al Cinema Roma di Vicenza, sala 3. Qualità video triste, audio orrendo, impastato, e doppiaggio a mio parere brutto, voci poco adatte agli attori e tono "sbagliato" rispetto alle emozioni mostrate. Col il mio "semplice" proiettore fullHD e l'impianto 5.1 a casa, forse me lo sarei gustato leggermente di più.

    RispondiElimina
  34. So che il mio commento arriva tardi e si perderà come lacrime nella pioggia. Ma vabbé, lo scrivo lo stesso.

    Ho visto ieri Dottor Strano e, a malincuore, dico che non mi è piaciuto.

    Cosa secondo me non ha funzionato:

    SPOILER (anche se non l'avevo ancora visto solo io in europa, credo!)

    1. Buchi narrativi.

    i due principali: a) Strange manda indietro il tempo, ok. Allora perché non fa la stessa cosa per l'antico? b) Strange quando affronta Hannibal Lecter è, seppur dotato, ancora inesperto. Però tiene testa a lui e ai suoi gaglioffi per ore.

    Com'è che il santuario di Hong Kong cade in 5 minuti, annientando tutti i maghi del mondo.. FUORI SCENA?

    2. Effetto platform.

    Succede talvolta che, nel mondo dove gli effetti ormai possono tutto, le scene si trasformino in un insensato platform, dove tutti saltano, corrono, rimbalzano che manco Chobin. Eccoci.

    3. effetto Matrix

    Quando l'antico ha parlato di magie come "programmi", mi aspettavo che Morpheus saltasse fuori da un momento all'altro. Insomma, vuoi fondere scienza e misticismo? A parte che hai sbagliato personaggio, che quello si chiama Forge, in più sviluppa bene la cosa. Lanciata così, è davvero un copia e incolla piuttosto insipido.

    4. Love story.

    Inutile. Allora perché metterla?

    5. Sviluppo del personaggio

    Nullo. A parte capire che con quelle mani era meglio passare al rasoio elettrico e farsi il pizzetto, Strange diventa mago supremo così, come un qualsiasi pirletta di Saint Seya Omega.

    FINE SPOILER

    C'è di peggio al mondo. Ma secondo me, se invece che essere un film marvel fosse stato Dottor Tizio, sarebbe stato un grosso, grosso flop. Almeno così credo io, per carità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SPOILERISSIMO:


      1.a) Strange manda indietro il tempo, ok. Allora perché non fa la stessa cosa per l'antico?: Lo dice l'Antico stesso durante l'ultima chiacchierata nel piano astrale, quello è il suo momento in cui sarebbe dovuto morire, nelle sue visioni non è mai riuscito ad andare oltre quel momento, nonostante ci avesse provato tante volte, ogni volta qualunque viaggio nelle possibili alternative lo riportavano proprio lì, in quel momento. Quindi ritornare indietro nel tempo per salvarlo non avrebbe cambiato alcunché. La sorte è segnata.

      1.b) "Com'è che il santuario di Hong Kong cade in 5 minuti, annientando tutti i maghi del mondo": perché Doctor Strange è più potente di tutti loro. Fin dall'inizio anche se solo potenzialmente. Infatti tiene testa a Kaecilius.

      2. Effetto platform: è un film di supereroi tratto da un fumetto.

      3. effetto Matrix: Matrix non ha inventato niente, ha attinto a piene mani da libri (La Matrice Spezzata di Sterling) e fumetti. Doctor Strange compreso. C'è anche da dire, come fai a spiegare una cosa mistica a chi ha una mente scientifica? La questione di "programmi" - che può anche essere stringhe di testo - non l'hanno inventata i Wachowski

      4. Love story.perché metterla?: perché è un catalizzatore per il personaggio.

      5. Strange diventa mago supremo così: così mica tanto, visto che ha conseguito dottorato e master contemporaneamente, quindi tanto pirletta non è ma è un uomo ad altissimo potenziale. Il suo potere è l'intelligenza, come Stark. ;)

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails