martedì 23 agosto 2016

55

Tutti i cartoni animati dell'Uomo-Ragno

Cartoni Spider-Man Uomo-Ragno serie animate
Rispetto ad altri listoni celebri dell'Antro, come quelli sulle  armature di Iron Man, le versioni di Hulk o i tizi che si sono accollati il simbionte di Venom e parenti vari, tirar giù un elenco di tutti i cartoni animati dell'Uomo-Ragno (per i giovini: Spider-Man) era semplicissimo, ma non avete idea di quante richieste siano arrivate all'Antro-Tower al riguardo. E allora: dal 1967 a oggi, tutte le serie animate sull'Arrampicamuri. Plus: Sole Ardente che limona duro con Stella di Fuoco [...]
L'Uomo-Ragno (Spider-man, 1967)
Nota ai più, oggigiorno, come la fabbrica dei Meme scemi di Spider-Man, la serie animata classica dell'Uomo-Ragno ti fa tanta tenerezza, perché quelle puntate viste nel contenitore SuperGulp! su RAI 1, ai confini più remoti della tua memoria, ti si sono marchiate a fuoco nella testa. Doveva essere il tuo super-eroe, ti sei detto, e per una trentina abbondante di anni lo è stato. Grazie ancora, One More Day, eh. 'Tacci tua. Anyway, la serie classica si compone di 52 episodi, andati in onda negli USA tra il '67 e il '70 e arrivati da noi nel '77. Ispirato al primo Spidey di Lee e Ditko, il cartone lo presentava con le ragnatele solo su maschera, guanti e calzettoni, per sparagnare sulle animazioni. La mitologica sigla, rifatta anche dai Ramones:
Spider-Woman (1979)
Per quanto possa sembrare strano, il secondo cartone del Ragno arriva solo nove anni dopo la fine del primo, un lungo inter-regno in cui fanno a tempo a nascere le due serie live action: quella americana con Nicholas Hammond ('77) e il tokusatsu Supaidaman ('78). Della prima parleremo un'altra volta, della seconda sarebbe bello riprendere i commenti audio. Dicevamo: il secondo cartone ragnesco... e Peter è solo una comparsa in due dei 16 episodi, perché la serie è dedicata a Jessica Drew, la prima, sempre bonissima Donna Ragno. Il Riassuntone™ del primo episodio, con tanto di sigla italiana sadomaso, lo trovate qui.
L'Uomo-Ragno (Spider-Man, 1981)
Due anni più tardi, la neonata Marvel Productions realizza un nuovo cartone dell'Arrampicamuri da spedire in TV in syndication. Per tanti, te compreso, è LA serie dell'Uomo-Ragno e il volto qui sopra è quello che ancora oggi tendi ad associare a Peter Parker. Indimenticabili i momenti di tensione accompagnati sempre da quel para-para-para-para-pà! Parapà! Para-para-pàààà! Una sola stagione, 26 episodi, per far posto alla fantastica supercumpa che segue. Siglona da lacrime napulitante, occhio:
 
L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici (Spider-Man and His Amazing Friends, 1981)
24 episodi spalmati in tre stagioni per la serie in cui Spidey divide il palscoscenico con gli amici Stella di fuoco (Firestar) e Uomo Ghiaccio. Il Riassuntone™ della prima puntata lo trovate qui, mentre nella quarta appare Sole Ardente,
e ovviamente con Angelica/Stella di fuoco ce n'è. Due tipi calienti, se li metti vicino è facile che prendono fuoco cantando come un sole e una stella. Luce che cade dagli occhi, sui tramonti della mia terra.
Spider-Man: The Animated Series (1994)
Fast-forward fino al 1994, quando la Fox realizza una nuova serie del Ragno da affiancare a quella, popolarissima, degli X-Men. Per la prima volta l'Uomo-Ragno diventa Spider-Man anche per il pubblico italiano. Il cartone faceva spesso uso di una primordiale grafica 3D per i palazzi ed altri elementi dello scenario, le movenze del Ragno non erano affatto male e le storie spesso molto vicine alle atmosfere del fumetto. Non era un capolavorò come la serie di Batman, occhei, ma ben più che accettabile sì. Problema personale semi-insormontabile, al di là del 3D e della sigla,
la faccia di pazzo di Peter. Giocate al cambio della consonante. 65 episodi in 5 stagioni ne testimoniano comunque il successo in tivvì. La sigla-fastidio con la vocetta al distorsore per gli scherzi telefonici:
 
Spider-Man Unlimited (1999)
I progetti originali per la nuova serie che doveva raccogliere il testimonial di TAS alla Fox erano fighi: il Peter di una dimensione parallela in cui lo Zio Ben non è morto, e nessuno gli ha spiegato quindi il concetto di poteri e responsabilità, si trova benone col simbionte alieno e diventa Venom. Il nostro Peter arriva in quella realtà e affronta il suo alter-ego villanzone. Ma alla Marvel l'idea di un Peter malvagiuo non piace, e non se ne fa niente. Il tema della Contro-Terra resta comunque alla base della serie, che dura solo una manciata di episodi (13), diversi dei quali incentrati su Venom e Carnage. La Fox staccò la spina durante la corsa, perciò la serie rimase orfana di un finale. Dov'è che l'hai già sentita? La nuova tuta sfruttava la tecnologia di Reed Richards per affrontare meglio quei simbionti sfaccimmi, e non era neanche bruttissima, dai. La sigla zarrissima nostrana ("Stai attento spider-spider-man!"), da cantare fingendosi cosplayer di Nikki ai tempi de L'ultimo bicchiere
   
Spider-Man: The New Animated Series (2003)
Solo tredici episodi anche qui, per una serie tutta in CGI e cel shading trasmessa negli USA da MTV e pensata come un prologo alle vicende del primo Spider-Man di Raimi. Peter Parker viene doppiato in originale da Neil Patrick Harris, Ian Ziering di Beverly INPS dà la voce Harry Osborne, e in un episodio appare il Kingpin di colore di Daredevil, doppiato dallo stesso Michael Clark Duncan. La sigla, tunz-tunz, tutti in acido!
 
The Spectacular Spider-Man (2008)
Due stagioni di 26 episodi per il cartone successivo, The Spectacular Spider-Man, che presentava questo Spidey con una suggestiva testa a forma di scudo medievale a punte. Acclamata dalla critica, non era una serie malvagia, nonostante il charadesign da minchietti del cast non ti facesse impazzire, diciamo. Da segnalare l'episodio 10 della prima stagione, in cui Peter indossa il costume nero:
 La sigla:
Ultimate Spider-Man (2012)
Arriviamo così a Ultimate Spider-Man, serie che all'inizio, lo confessi, ti piaceva molto (le prove, signor giudice). Dopo qualche puntata quel tipo di umorismo ti ha fatto però calare le palpebre, e non solo quelle, e vabbè. La serie è ancora in corso, anche se la terza stagione è stata ribattezzata Ultimate Spider-Man: Web Warriors e la quarta, che terminerà negli USA a metà settembre, Ultimate Spider-Man vs the Sinister 6.
Per un Marvel zombie qualsiasi, al di là della mimmitudine di molte gag, è sempre un piacere vedere una puntata con Thor Frog (S01E09),
o una in cui Peter fa visita al 2099 e incontra Miguel O' Hara (S03E09), anche se quel mondo è tutto in CGI per farlo sembrare più futuristico.
La terza stagione, come lascia intuire il titolo, è un tripudio di Spider-Man provenienti da realtà diverse,
da Spider-Girl a Spider-Man Noir e Spider-Ham,
e nelle puntate successive Miguel si unisce alla cumpa, lasciandosi alle spalle la CGI farlocca. Il costume, come sempre, spacca come un polverizzatore di materia ammazza-Galactus.
La quarta stagione si è aperta con un doppio episodio trasmesso da Disney XD come un film di un'ora. L'hai pescato un giorno su Sky mentre guardavate i cartoni con il piccolo terremoto, e non è malaccio.
Anche qui, raffica di Ragni, compresi Agent Venom e Scarlet Spider. Le serie del Ragnetto finiscono qui, ma ci buttiamo dentro in omaggio, insieme al motorino della Tomos, anche le recenti comparsate in serie altrui o corali, via. Crepi la liquirizia.
Peter appare dunque nell'episodio 13 della seconda stagione di Avengers - I più potenti eroi della Terra ("Along came a spider", "E poi venne un ragno") nel 2012;
fa un salto insieme a Thor, Iron Man e Hulk nello special estivo Phineas and Ferb: Mission Marvel (2013)
 e nel film in computer graphic LEGO Marvel Super Heroes: Maximum Overload (2013).
appare in quattro episodi della serie animata attuale dei Vendicatori, Avengers Assemble (2013)
ed è uno dei personaggi della serie giapponese Marvel Disk Wars: The Avengers (2014) un anime prodotto dalla Toei e incentrato su degli accrocchi creati da Tony Stark, i Digital Identity Securement Kit, o DISK. Nell'arco dei 51 episodi si vedono delle reinterpretazioni del look degli eroi Marvel piuttosto peculiari. Guardate Iron Fist:
 oppure la corazza di Cap:
Ma sì, quella cosa dei DISK si traduce in una minchiatina alla Pokémon, ché il target erano pur sempre i fanciullini giapponesi affascinati dagli eroi americani visti al cinematografò.
Chiudiamo con lo special LEGO Marvel Super Heroes: Avengers Reassembled, TV movie che può esser visto legalmente sul canale youtubico LEGO, e perciò lo embeddiamo al volo, via:
Dovrebbe essere tutto, ma se manca qualcosa è colpa di un gombloddo ordito da J. Jonah Jimmy Jiminy Jenna Jameson, chiaro. 
 

55 commenti:

  1. Sulla sigla de "LA serie dell'Uomo-Ragno" ci starebbe bene uno "spin off" di "misheard lyrics", che io ancora oggi capisco LAQUALSIASI!!! :D

    RispondiElimina
  2. Secondo me la serie del 2008 aveva del potenziale, peccato che un po' tutte, a parte forse quella degli anni '90, sono proprio roba da bambini.

    Come scrivevo, o meglio, rispondevo ad un utente sull'ultimo post su un film di animazione di Batman, purtroppo un po' tutte le serie Marvel (a parte due film sui Vendicatori versione ultimate) son roba che dopo i 12 anni non guardi più, se non perché sei un Marvel zombie.

    Fra l'altro, nell'ultima serie, la scelta di assegnare dei compagni di squadra più o meno fissi al Ragno è, secondo me, considerato il personaggio, molto infelice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mossa più infelice e soprattutto snaturante per il personaggio è fargli gettare alle ortiche l'insegnamento delle "grandi responsabilità" ogni due per tre.

      Elimina
  3. Visti tutti quelli fiano al 1999

    RispondiElimina
  4. Ricordo che nel lontano pleistocene guardavo con mia nonna,che ci ha salutato da un po' di anni ormai,L'Uomo Ragno del 1981.
    Quindi per ragioni di cuore ci sono affezionato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu pensa. Io ho questo ricordo di quando a 4-5 anni vengo lodato da mia nonna per aver mangiato il mio piatto di riso e patate con qualcosa tipo "che bravo! abbiamo due Uomo-ragno!" (nel senso che uno era quello che stavo guardando in TV e l'altro ero io).

      Elimina
  5. Con i Fantastici Amici ci sono cresciuto, la serie con la sigla synth non potevo soffrirla a causa non solo della realizzazione di Peter ma anche del doppiaggio da minchione che gli hanno appioppato, ma almeno aveva il pregio di presentare l'intero roster di villain al completo (Hobgoblin e Morbius inclusi) il che me la fece reggere più del previsto.
    Ultimate la trovo fresca e ben realizzata, o almeno lo erano i primi episodi, dovrei recuperarla e procedere per confermare.
    Per esprimere invece quanto quanto fosse cessa "Avengers - I più potenti eroi della Terra" mi mancano i termini nel vocabolario. Diciamo pure "Tanto/Troppo".

    Grande Spidey, se mai ritorni dal tuo baratro editoriale e mi riparti da Back in Black, fai un fischio né!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie del 94 aveva, secondo me, il difetto di voler in quelche modo implementare lo stile anni 90 del ragno con alcune soluzioni stilistiche alla Batman di Bruce Tim, con il risultato di un Peter mascellone e fondamentalmente quadrato...

      Elimina
    2. Ossia "Quando la Marvel inseguiva la DC" in pratica...
      Pensa come cambiano le cose in una manciata di anni! XD

      Elimina
  6. bah io credo che per tutti quelli della mia generazione la serie dell uomo ragno del 81 sia LA serie...che bei ricordi... ☺

    RispondiElimina
  7. Il mio Peter Parker sarà sempre quello del'94,con la polo verde e la zia May che non sembra una mummia.
    Nota a margine, fino a poco tempo fa, diciamo prima del successo assoluto della Marvel al cinema,i miei amici mi chiedevano per quale motivo nelle pellicole di Spidey fatte da Raimi, non si vedessero Stella di Fuoco e L'uomo ghiaccio, segno che, per quanto breve, come serie sia rimasta impressa al popolo italiano.
    Della serie animata della Donna RaMagno,non ho invece alcun ricordo, ed strano che ne la Rai ne la Mediaset si siano interessati a trasmetterlo, visto che hanno recuperato pure lo Spidey del '67

    RispondiElimina
  8. La serie in CGI non la conoscevo per nulla, forse è stato meglio così :s
    Bisogna ammettere che, comunque, la sigla di The Spectacular Spider-Man è bella assai.

    RispondiElimina
  9. spectacular spider man è inguardabile, gli occhi dei personaggi sono dei punti a matita che li rendono ridicoli oltre il sopportabile. Spider del 2012 invece è una serie molto godibilissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul chara design ti posso dare ragione, ma a livello narrativo e' di molto superiore a quella schifezza di Ultimate spiderman

      Elimina
    2. Infatti, non c'è proprio paragone con quella bambinata di Ultimate. Tralaltro il chara non sarà questo spettacolo, ma a livello di animazioni era veramente Spectacular.

      Elimina
    3. sulla storia concordo: spectacular è effettivamente degno del titolo. Anche le animazioni sono ben realizzate. Purtroppo il look trombino & pompadour ammazza la serie. Ultimate è una scemenza allucinante,non ci piove , ma a me fa ridere, a differenza di altri cartoni demenziali che fanno scolo schifo ( esempio teen titans go e teen titans: roba da acidi)

      Elimina
    4. Comparato a Teen Titans Go fà ridere un pò tutto. Il fatto è Ultimate che non dovrebbe essere una serie comica, ma una serie d'azione che fà un mix di tutto (per dire l'originale Teen Titans sapeva alternare tra i momenti serie e quelli comici).

      Elimina
  10. Non pensavo di averne mai viste e invece guardando la sigla della serie del '94 mi sono reso conto che almeno qualche episodio da piccolo l'ho seguito...
    Ma nella serie del 2008 (Spectacular Spider-Man) Peter Parker viene morso mentre fa le medie? Ha troppo una faccia da bambino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una caratteristica di molta dell'animazione americana del nuovo millennio, fanno il verso a quella giapponese con tratti più spigolosi e personaggi più giovani.

      Elimina
    2. spectacular, secondo me , ha un peter parker che sembra Trombino e Pompadur.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  11. Che meraviglia le serie del Ragno! Io sono molto legato a quella dell'81, la davano su una trasmissione contenitore che si chiamava "Noi super eroi" dove però la maggior parte dei cartoon erano basati su eroi DC. Poi ricordo anche quella del 2004 con la sigla v-coder e l'assolo alla Satriani. Puntate liberamente tratte dai fumetti dell'epoca, con tanto di Guerre Segrete e nascita di Venom. Purtroppo non sono mai riuscito a seguire le serie più moderne forse le ultime meritano, non so.

    PS.: credo che Spider Man compaia anche su quel cartone di supereroi marvel disegnati in maniera super deformed, come si chiamava.... Super Hero Squad?

    PSS: Doc, hai mai pensato di fare un listone di contenitori televisivi di cartoon? Da super Gulp a Fantasupermega, ce ne sarebbero da ricordare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il secondo PS: si può fare!
      Per il primo: parli di The Super Hero Squad. Sembrava anche a me... ma parrebbe di no.
      Da Wikipedia: "Marvel initially intended to put Spider-Man in at least one episode of the show, but Sony Pictures Entertainment (then-owners of Spider-Man's television rights) appears to have chosen not to allow it. However, Spider-Man appeared in Marvel Super Hero Squad's video games and other tie-ins..

      Elimina
    2. Hai ragione, ho fatto l'errore di controllare meglio solo dopo aver scritto il commento e le immagini che avevo erano tutte inerenti al videogame. Sorry Doc ^_^

      Elimina
    3. @Zione Divertiti (questa la conosco bene, l'avevo su una musicassetta) https://www.youtube.com/watch?v=wtEiNc69m4g

      Elimina
  12. A me l'Uomo Ragno mi è sempre stato sui maron glasè. Sia nei cartoni, sia nei film, sia nei fumetti. Si salva in team facendo l'imbecille. E detesto pure i suoi nemici. Vogliamo parlare dell'Avvoltoio? W i Fantastici Quattro.

    RispondiElimina
  13. "Spider Man, tu sei l'Uomo Ragno, Spider Man, che forte sei tuuu..."

    RispondiElimina
  14. Doc, mi scuso per l'off topic ma ho una domanda che posso fare solo qui.
    Rileggendo il post sui simbionti ho pensato: Venom diceva sempre di voler mangiare i cervelli, ma li mangiava effettivamente? ne ha mai mangiato uno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ha fatto, il simbionte se non mi sbaglio in una vecchia miniserie comincio a pasteggiare con cervelli umani con grande disappunto di Eddie Brock.

      Elimina
    2. Certo che si, ma essendo Venom un personaggio parecchio popolare negli anni 90 la Marvel aveva non pochi problemi a mostrare la cosa direttamente, e dunque veniva lasciato ad intendere. Quasi sempre.

      http://static.comicvine.com/uploads/original/11112/111121292/3260260-5354926596-venom.jpg

      Nella mini "The Hunger" (vado a memoria) venne spiegato che il simbionte aveva bisogno di una sostanza contenuta nel cervello umano per sostentarsi. Ma Venom era stato spostato da Mamma Marvel nella zona grigia dei non-più-così-cattivi (sempre per la storia della popolarità di cui sopra), e la sostanza tanto ambita a quanto pare la si poteva trovare anche nel... cioccolato. e le vittime in questa mini vennero esplicitamente uccise dal simbionte e non da Eddie Brock (si erano separati).

      Poi vabbè, quando il simbionte passa a Gargan lo si vede sgranocchiare chiunque un episodio si e l'altro pure.

      http://static.comicvine.com/uploads/original/0/77/498418-venom_mike_deodato10.jpg

      Elimina
    3. Papero, scusa il crosspost :)

      Elimina
    4. never mind :-D, certo il doc potrebbe fare un bel post sui personaggi che per un certo periodo furono ultra popolari, come il punitore per esempio che negli anni 90 aveva piu' serie del ragnetto con ospitate in molte testate per rivitalizzarle, e poi all'improvviso la popolarità' scemo' le sue serie chiusero in fretta e furia e fini' per molti anni nel dimenticatoio

      Elimina
  15. Da notare come all'inizio non c'era questa ossessione di fare Peter un teenager a tutti costi come oggi.

    Ricordo bene quella degli anni '90 che però, apriori, ha troppi difetti che le impediscono di entrare nelle top delle serie animate migliroi sui supereroi. Dalle assurde scelte, che farebbero imbarazzare anche la censura italiana dell'epoca, di impedire al protagonista di sferrare un pugno (fateci caso) a tutti, da cirminali e poliziotti, che sono armati di pistole laser (con mira da Staormtropper) invece che di armi reali.

    Spectacular è un vero peccato che sia stata segata alla seconda stagione causa il passaggio da Sony alla Disney. Perchè aveva davvero molte potenzialità: ottime animazioni, personaggi interessanti e rivisitati in maniera interessante (Gwen non se la filava più nessuno prima di questa serie), nessun cameo gratuito di altri eroi ed una buona trama.

    Sull'attuale "Deadpool per bambini" tristezza a palate. Sentimento zero (tralaltro le relazioni sentimentali sono totalmente bannate), pathos idem (sai già che non morirà mai nessuno), battute a go-go (si sono un pò calmati nelle ultime stagioni), un mucchio di personaggi butatti lì per poi non essere più usati (la vecchia squadra di Spidey, i web warriors, ecc...cavolo hai Squirrell Girl e la usi solo in un episodio?). Salvo davvero poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti, mi hai anticipato con la storia del "pugno vietato" XD. Non ricordo una sola volta che ne abbia tirato uno, mentre il Batman di quei tempi tirava cartoni come un fabbro ed i Gargoyle idem. Mah....

      Elimina
  16. De "L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici" avevo almeno 3 videocassette, viste all'infinito. Immaginavo comunque molte ma molte più serie animate per l'uomo ragno, invece sono relativamente poche a quanto mi sembra

    RispondiElimina
  17. lo spidey '94 si faceva apprezzare per la continuity serrata e le saghe multiepisodio, oggi come oggi però è invecchiato maluccio soprattutto dal punto di visto grafico (quella cg, mammamia...)

    la migliore serie di spidey per me rimane spectacular, riusciva a coniugare splendidamente un'atmosfera "ultimate" con spunti e tematiche prese direttamente dalle primissime storie di lee/ditko/romita.
    Tra l'altro lo showrunner era greg weismann il creatore dei Gargoyles.

    RispondiElimina
  18. Sono commosso nel sentire di nuovo "Uomo Ragno" da parte di tante persone: forse c'è ancora speranza per il mondo :P

    La Donna Ragno me la ricordo: fin da bambino mi sembrò incomprensibile che si "trasformasse" come Linda Carter in Wonder Woman, visto che coi poteri di ragno non c'entrava niente (ero piccolo, mica rincoglionito XD). Solo dopo ho realizzato che probabilmente non si potevano permettere uno "spogliarello" femminile (indipendentemente che sotto avesse quel costume integrale).

    L'Uomo Ragno Unlimited è stata una sconclusionata cagatona col botto. Si salvava un poco il costume, ma solo perchè ricordava platealmante quello di Miguel.
    Spectacular non l'ho mai vista, perchè il design minchietto me ne ha tenuto alla larga. Ormai fra design minchietti, stilizzati, finti-anime eccetera, sono sempre più convinto che gli americani non sappiano più disegnare o almeno affidare i disegni a chi di dovere, come negli anni 80.

    RispondiElimina
  19. Ricordi che riaffiorano...la sigla della 1a serie l'avevo addirittura inserita come brano nel cd che girava a ripetizione in auto...sniff...

    RispondiElimina
  20. >>>La sigla-fastidio con la vocetta al distorsore per gli scherzi telefonici:

    cioè, solo io trovo invece che sia una sigla molto rockettara e quindi pompa di brutto???

    le serie tv cmq le ho viste fino a quella 1994, che per me rimane insuperata (assieme alla sua gemella sugli "Insuperabili X-Men")! alle altre nemmeno mi ci sono approcciato!

    RispondiElimina
  21. Lacrime napulitante per la serie originale, per LA serie (e LA relativa sigla) e per gli Amici Uomo Ghiaccio e Stella di Fuoco.
    Ah, la vegliardia...
    Per ovvie ragioni, un post che ho adorato, grazie Doc.

    Oltre alla cover dei Ramones, ci tengo a ricordare quella degli Aerosmith uscita ai tempi del (primo? Secondo? Boh) film con Tobey "lacrimuccia" Maguire. Poi vabbè, c'è pure Boublè che swinga, si sa.

    Lo posso aggiungere, dopo aver ascoltato la sigla di Spider-Man Unlimited che Giorgio Vanni è il male? Che è una cosa che mi porto dentro da ormai decenni, per decine di anime. Cioè, a sto punto meglio Cristina D'Avena!

    Plauso invece ai The Tender Box per la sigla, che non conoscevo, di Spectacular. Omaggia il giusto, originale il giusto, qualitativamente giusta.

    RispondiElimina
  22. Doc c'è anche chi possiede quel cd incriminato di Nikki "Rock Normale" del 94. Prima o poi toccherà parlarne o anche no.

    RispondiElimina
  23. La serie a cui sono più affezionato per motivi anagrafici è quella del '94 che davano su Solletico. Ricordo con piacere le saghe lunghe adattate dai fumetti (la saga di Venom, con tanto di Punitore è mille volte meglio di Spiderman 3). Rivista recentemente è effettivamente invecchiatissima, peccato.
    La serie del '81 la beccavo spesso sulle tv private e più o meno la ricordo bene.
    Di recente mi è piaciuta tantissimo Spectacular Spider-Man, forse l'ultima volta che ho letto/visto qualcosa su Peter in cui ho ritrovato il mio personaggio preferito. Peccato duri solo due stagioni e sopratutto che sia stata sostituita da quella schifezza di Ultimate Spider-Man.
    Ecco, non vorrei fare il nostalgico e il vecchio puzzone, ma USM (la serie tv) rappresenta esattamente tutto quello che non va in come viene trattato l'Uomo Ragno attualmente alla Marvel e alla Disney.

    RispondiElimina
  24. Mi sono fermato all'81. Cioè, in pratica, alla fine degli anni 80, primi 90. Perché, poi, il mondo dei cartoni animati è continuato?
    Reminiscenza: Doc, può essere che la serie dell'81 andasse in onda sempre nel contenitore Gulp - io, almeno, la ricordo così, prima o dopo o alternata a Capitan Harlock... e può essere che la mitica sigla italiana fosse montata anche sulla vecchia serie arrivata da noi nel '79? Ho qualche vago ricordo del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in "Supergulp" andò in onda la serie del '67 (la prima a tutti gli effetti), che fu poi riproposta completa nel contenitore "Noi Supereroi" che la attaccò con quella dell'81 mettendo la sigla in italiano per dare continuitàtra le serie. Noi Supereroi propose anche Hulk '67 e '81 nonchè i cartoni animati della DC comics tragati filmation (compreso Tarzan, Mighti Man & Yago, Manta & Morai ec...) prima e Hanna e barbera poi...

      Elimina
    2. Grazie Lardass, in effetti, così, tutto torna. Mi hai risvegliato, tra l'altro, il ricordo di quei cartoni "animati" fatti da strisce vere e proprie (Mandrake e altri) che trasmettevano - non so in quale frangente - in fermo immagine, fatte da un solo fotogramma fisso. Tarzan della Filmation rimane un capolavoro insuperato, forse la versione più fedele a Burroughs.

      Elimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Spezzo un'altra lancia a favore di Spectacular Spiderman: il character design può far storcere il naso ma il resto era più che valido, a partire dalla sceneggiatura per arrivare all'azione in se (l'episodio in cui debuttano i Sinistri Sei spicca particolarmente)...e poi c'è l'Uomo Sabbia, grande mancanza della serie del 1994.

    E parlando della serie del 1994 beh, ricordo che ai tempi la guardavo religiosamente ma qualche anno fa mi è capitato di riguardare qualche episodio e...diciamo che è meglio tenerla lì nel cassetto dei ricordi.

    RispondiElimina
  27. La serie "Spider-Man: The Animated Series" è quella che ho maggiormente nel cuore.
    Ricordo ancora quando la trasmisero alla Rai ai tempi di "Solletico". Quanti ricordi!

    RispondiElimina
  28. Quella del 1994 è stata un vero e proprio azzardo riuscito. Una serie dove si incastrano trame e sotto-trame in modo oserei dire sensato. Bene anche la compartecipazione limitata degli altri super eroi (compaiono War machine e gli X-Men, oltre ad una certa selezione nella copia di "guerre segrete").
    Come sempre Peter è coinvolto in situazioni dove deve usare il suo cervello e le sue conoscenze assieme ai suoi super-poteri.
    Personalmente quella fatta meglio.

    RispondiElimina
  29. Per me LA serie dell'uomo ragno per ovvi motivi di età rimane quella degli anni 90, The Animated Series.

    RispondiElimina
  30. ma la serie del 1994 è stata composta da Joe Perry degli Aerosmith! E' talmente bella che l'ho scaricata per metterla sul mp3 xD

    RispondiElimina
  31. A me turbava il fatto che il Peter Parker dell'81 fosse uguale a Enrico Montesano

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails