martedì 21 aprile 2015

35

Game of Thrones S05E02, il riassuntone

Game of Thrones riassuntoni S05E02
Rieccoci qui, con un nuovo appuntamento con Game of Thrones/Il Trono di Spade e i suoi Riassuntoni™ del martedì, dopo che quello di settimana scorsa ha fatto il giro dell'Internet (appropò, ora anche chi segue la serie su Sky se lo può leggere). Secondo episodio della quinta stagione, "The House of Black and White" (in italiano "Votantonio") [...]
Previously, nelle puntate precedentemente di prima: la vipera di Dorne è morta di congiuntivite grave da polliCI, davanti agli occhi della sua disperata compagna, Ellaria Sand Mazzamauro.
"Valar Morghulis!"
"Ma cumu cazzu parli, figlicé, iu un ti capisciu".
Sigla, fan-fan-farafa-fan-farafaaaaan.
Mentre la sua imbarcazione arriva a Bravoos e tutti intonano le note di una famosa hit locale, quella che fa "A Bravoos Giulia, A Bravoos Giuliaaah, prenditi la vita che vuoi, basta che facciamo a metà coi soldi", il volto della piccola aspirante ninja scalciaculi Arya Stark è perplesso.
Che pacco colossale!, pensa la ragazzina, fissando la statua del Titano.
Il capitano che l'ha portata fin lì, dopo aver erroneamente pensato - grazie alla consulenza del marinaio più colto della nave, uno che ha fatto metà della prima elementare - che Valar Morghulis significasse "Mio padre è uno così ricco da fare schifo, vai tranzillo, zio", le racconta la rava e soprattutto la fava della statua. Compresa quella volta che ha salvato New York e tutti l'applaudivano giù in strada, o qualcosa del genere.
Il mercato del porto di Bravoos è uguale a tutti i mercatini del mondo: c'è chi vende angurie,
chi il pesce o il pane fresco, chi i CD del festival di SanDhorne copiati o gli stivali hogan falsi, che la gente compra per sentirsi più alta e alla moda.
La destinazione di Arya è la casa del bianco e del nero, covo di esistenzialisti francesi e di rinnegati gobbi, al sabato sera baretto dei cornetti al cioccolato bigusto.
Arya congeda il capitano barcarolo: Valar Morghulis, dice lei. A tia e a sorata!, risponde l'uomo, sputando in terra.
Arya bussa e arriva un vecchio ad aprire. "Aria!", le dice il vecchio. "Mi conoscete già, che bello!", risponde lei tutta emozionata. "No, Aria, con la i: fuori dai coglioni".
La rEgazzina tenta allora la carta passepartout del Valar Morghulis, ma quello la prende per una rappresentate della folletto e la sfancula.
"Ma vi prego, ho attraversato lo stretto di Mereenina apposta da Villa San Giovanni, non saprei dove andare".
Un rigore a porta vuota.
E giù con la formazione dell'odio. La montagna, Walder Frey, Meryn Trant, etc. Cersei in porta perché è bravissima a maneggiare palle. La mattina dopo, Arya è ancora lì, a guardare la moneta di Jaqen H'ghar, il ninja dal nome espettorante.
"Ma bafangule, vatti a fidare degli uomini con le meche".
Intanto, Briennhulk e Fabrizio Frizzdrick lo spingitore di cavalieri sono arrivati all'amena locanda La Merda Fangosa.
Una giovane locandiera con l'aria da settantenne si avvicina con una brocca, non sapendo a quali rischi va incontro:
lo sguardo da predatore del p0rnodivo Frizzdrick si avventa sulla fanciullavecchia. Scusa, bella, che programmi hai per le prossime nove settimane e mezzo?, le chiede, prima che Brienne gli strizzi i testicoli sotto il tavolo con il guanto di ferro.
Fintintanto (I), a dodici centimetri da loro, nel privée per ricchi che ordinano la coca da bere col naso, c'è quell'inno all'orchiclastia e all'abbiocco rappresentato dalla coppia Boygeorgia Stark e Ditocorto Pupazzo Rockfeller. Lei si lamenta, come fanno tutte le ragazzine incollate a un uomo più vecchio per ragioni di cuoreconomiche,
lui sfodera gli incisivi da topo gigio e le risponde Fttczztstpdcrtngnrntspstpddtmdr.
Fortunatamente per loro, sfortunatamente per i soldati di Ditocorto che stanno per ricevere una rettoscopia a base di calcinculo, lo spingitore di cavalieri erotomane si accorge del rattuso e della ragazza pertica cantante.
Briennhulk sta per scatenarsi. L'occhio della tigre. La determinazione di Canà che urla Lo voglio vedèpetterra a Zico. La furia di un cittadino nei confronti della municipale che si fa i cazzi suoi mentre i selvaggi lasciano l'auto in terza fila.  
Fintintanto (II), Ditocorto sta cercando di convincere la ragazza sulla spinosa questione del post-fellatio. Il gusto acquisito, l'ananas, quelle storie lì.
Brienne si presenta stringendo l'elsa della sua spada. Il mio nome è Brienne di Tarth, dice, e il vostro culo sta per passare la peggiore mezz'ora della sua vita.
Il pupazzo Rockfeller cerca di farla incazzare ancora di più, riuscendoci, tirando in mezzo Renly Baratheon. Che con Brienne è un po' come chiederle se sta bene l'orsa che l'ha partorita. Ma la cavaliera lo ignora e dice a Sansa Vieni con me, ti porto via da qui, mettiamo su una squadra di basket. Tipo le Harrenhal Globetrotters.
Ma quello c'ha il vizio di tutti gli stupidi convinti: insiste. Brienne potrebbe ricordargli che il nomignolo Ditocorto non si riferisce al dito, è risaputo, o che è sempre meglio una donna in armatura che un hipster rattuso del caz*o con la gonna pantalone. Dice: oh, ma almeno quella stupida di Sansa capirà che questa è forse la sua unica occasione per liberarsi di quel maniaco omicida, no? Capirà che il destino le sta dando una mano e non per prenderla a ceffoni, come meriterebbe, no?
Macché. O se no è finita che è stupida quanto sua madre. Al povero Ned Stark, nell'aldilà, girano le balle così forte che decolla e torna per un po' nell'aldiqua.
Brienne corica un paio di gorilla di Ditocorto, prima di darsi alla fuga con Frizzdrick. Gli inseguitori sono alle loro calcagna e rischiano di prenderli prima del gran premio della montagna.
Trattandosi però di guardie scelte personalmente da Ditocorto, sono tutti svegli quanto un bradipo morto per letargia. Brienne semina i due tizi che la inseguono e… No, eh, cos'è quella faccia... Non sarà mica che… Ah, no, è solo Sansa che se ne sta andando con il suo pigmapedolione, pensavi avessero aggiso Poddrick, chi diavolo se ne frega. Vai bella, vai te e il pupazzo Rockfeller, non vi fate vedere tipo mai più (#credici). Resta allora da salvare lo spingitore di cavalieri, soprannominato Tubo dai suoi amici. E non perché gli piacciono i baci Tyroshina.
Il cavalier Fighetto da Momammazzano sta per uccidere lo scudiero, caduto in un fiume dopo esser inciampato nella sua terza gamba, ma Brienne affetta il fighetto, e al suo compare con la barbetta ci spacca con un solo colpo a) la spada, b) la spalla, c) le noci, d) quelle altre noci. Se la Montagna affrontava Brienne, anziché il povero, sfortunato sborone di Dorne, Brienne gli faceva partorire un topolino. Dal naso.
Poddrick, lo sai cosa ci serve ora?, chiede al ragazzo.
'Mbuto, risponde lui.
Intanto (2), Cersei Lannister ha finalmente accettato un'amara verità: quella grattugia gigante comprata sul postalmarket è un'incoolata.
Ma poi arriva il fratello e le dice Oh, se è solo per quello, io son sempre disponibile. Se serve ti faccio ammazzare pure qualche cugino per creare l'atmosfera.
Ma dentro la grattugia si cela un aggressivo serpente finto di plastica. "Che senso ha questa cosa? Che diavolo è?", si chiede Jaime, intimorito. "Premi l'interruttore sulla base", risponde la sorella.
Ma insieme al vibrorelax Viperection le hanno mandato anche una medaglietta di Myrcella, ragazza che per non farle seguire le orme della madre l'hanno spedita a Dorne per allontanarla dall'unico fratello superstite.
E allora si mettono a parlare di stato di famiglia, che per i Lannister è una roba talmente malata e incasinata che se arriva Ridge Forrester ci dice Oh, ma minchia se siete perversi.
In compenso, il rapporto con la nuora va a gonfie vele.
Jaime però è stanco di questa storia che non si tromba più: c'è bisogno di un altro figlio morto. Vado a prendere nostra figlia Myrcella a Dorne!, dice. Lo faccio, davvero, ci metto la mano sul fuoco! La destra!
Il pubblico simpatizza istintivamente con questo povero cavaliere sfortunato, le cui uniche colpe nella vita sono aver generato dei figli dementi accoppiandosi con sua sorella (alla bisogna, gettando dalla finestra rEgazzini guardoni), e aver fatto fuggire il fratello, che aveva ucciso suo padre, che per due soldi al mercato mio padre comprò. E allora vai, Jaime, regalaci un sogno, ma soprattutto regalaci un piccolo STACCE™ a questa cosplayer spirituale di Barbie:
Intanto (3), l'ex mercenario arricchito Bronn, il cacciatore di doti, sta parlando del loro matrimonio con la sua promessa sposa, Lollys Stokeworth, un'altra totale imbracchiata.
Donna che potresti definire infantile, non fosse che poi arrivano i bambini della materna e ti dicono Oh, zio, ma come caz*o ti permetti?
Ma all'improvviso i due scorgono un vecchio amico di Bronn, Jaime, con il suo giubbettino di pelle delle grandi occasioni. Bronn è felicissimo di rivederlo, la sua futura moglie ancor di più, che appena adocchia quel bello guaglione così alla mano (/risateregistrate) ti diventa tutta rossa. Ascianté, pciù!, ci dice lui, facendole il baciamano.
A Bronn girano ad elicottero, e per qualche istante incrocia in cielo il fantasma di Ned Stark. Ma quando torna giù, Jaime gli fa la migliore promessa senza testa di cavallo che non si possa rifiutare:
una pheega di un certo livello. Tipo una modella, una Velina di Volantis, un'astaporca di Astapor.
Intanto (4), a Dorne, Ellaria Mazzamauro vuole parlare con il principe, l'ex wrestler Doran Martell. La guardia del corpo del principe, di cui mo' non ti ricordi il nome e devi andartelo a cercare, echeduepalle, eccolo, Areo Hotah, sbarra il passo alla donna, che lo convince a lasciarla passare ricorrendo alle sue fini arti oratorie. Biscottino amoroso, Oreo la Lota, falla avvicinare, ci dice il Principe.
Lei, per ringraziarlo, fa subito una battuta di cattivo gusto di quelle che manco Gasparri.
Doran non è entusiasta della sua proposta di rispedire Myrcella dalla madre un pezzo alla volta. A) perché queste cose da barbari lui non le fa, B) perché ancora devono capire come Myrcella sia cresciuta di un metro e mezzo in sei mesi, C) perché poi metti che alle poste si sbagliano, e non consegnano i pezzi nell'ordine giusto, eh? Poi è un casino. Ma cosa succede in questo mondo terribile, partorito dalla fantasia di un panzone fancazzista e sadico, a chi prova a dire qualcosa di umano? La terza regola dello STACCE™. Non si scappa.
Intanto (5), nel regno della Nana Ciglioparrucca, dove vediamo gli Immacolati passare sempre e solo nello stesso cacchio di vicolo,
Daario il Precaario e Skorpion Verme Grigio fanno irruzione nel presunto covo dei figli dell'Arpia. Tirate fuori le vostre bambole di Barbie, adoratori del demonio!, urlano. Siccome sembra non ci sia nessuno, Daario, essendo un Suupplente, anziché accoltellare subito il figlio di Barbie nascosto dietro la parete che si è murato attorno quando ha scoperto che lo seguivano, si mette a spiegare una roba che non interessa a nessuno in classe. In particolare, dice a Verme Grigio che è venuto il momento di mettersi in gioco, di tirar fuori gli attributi. "Tra me e te qui facciamo solo quattro testicoli!", gli dice Daario. "Guarda che io sono un castrato!". "Appunto".
Nella cumpa della Ciglioparrucca non si sa bene che pesci prendere. Cosa fare del prigioniero. C'è chi lo vorrebbe morto, chi processato, chi condannato a vedere solo il TG4 a vita. Il partito di Daenerys, il PD, è spaccato.
Rimasti soli, Sir Barristan ricorda alla regina dei draghi che suo padre, con tutto il rispetto vostra grazia, era un fot*uto pazzo maniaco. Ammazzava i figli davanti ai padri! E Jaime Lannister correva a chiudersi in bagno! 
Intanto (6), Tyrion e il Ragno sono in un carro diretto a Volantis e parlano delle solite cose conosciute da tutti: il vino, la vita, la pheega di Cersei.
Tra il lusco e il brusco, Varys la butta lì in merito a una certa diceria sul conto dei nani, facendo il gesto della pistola e ruotando il polso.
Intanto (7), dei cacciatori pezzenti hanno portato la testa di un nano a Cersei per riscuotere la taglia,
ma ancora una volta non è quella giusta.
Poco dopo, nel consiglio ristretto, quello che uno ti dà quando vuole il tuo benino, Cersei si porta dietro Qyburn Prandelli
e il vecchio bastardo rattuso Pycelle sooca con la forza di una pompa idrovora. Non è tutto. Qyburn ha preso il posto che era di Varys il Ragno come capo del servizio di spionaggio di Approdo del Reuma, e per Pycelle è pronto solo un titolo di ripiego, quello di Maestro di 'sta gran Cippa.
A Kevan Lannister, fratello dell'ex campionissimo, dovrebbe andare il titolo di Maestro della Guerra, un insegnante di storia e geografia particolarmente aggressivo, ma Zio Kevan rifiuta. Non vuole diventare il pupazzo di Cersei!
"Tu dici, eh?"
Intanto (8), su al Nord, la figlia sfigurata di Stannis Baratheon sta insegnando a Gilly l'impedita a leggere e a scrivere. Che cos'è questa lettera, eh?, le chiede. La S come…?
"BARBABIETOLA!"
Sam, invece, si trastulla con Trivial Pursuit Black Castle Two Coglions Edition.
Con grande tatto, Gilly chiede alla bambina che diavolo le sia successo alla faccia. Questa forma di acne pietrificante molto grave viene chiamata al Sud Greyscale. E al Nord, dice Shireen alla ragazza bruta, come la chiamate? Ora tutti voi, a questo punto, pensate di sapere già cosa risponderà Gilly. Ma la ragazza ci tiene a far vedere che ha studiato. Si sforza. Si impegna. Mette mano a tutto il bagaglio culturale accumulato da quando sta con Sam!
"Bar… Bar… barbagianni?"
Stannis, intanto, è incazzato come una biscia perché Jon Snow l'ignorante c'ha interrotto il barbecue con quella freccia. Che loro avevano comprato già le salsicce e le birre e si erano messi d'accordo per spegnere il fuoco alla fine in stile boyscout, prima che lui rovinasse la serata. E che modi sono, e che villanzoneria. Sai perché mio nonno, Tanino Baratheon, è campato cent'anni?, dice Stannis al ragazzo.
"Mangiava molte fibre?"
"Non sai proprio una minchia di niente, Jon Snow. Ma niente".
Eppure, ignorante per com'è ignorante, Stannis ha bisogno di Gionsnò. Senza di lui un sacco di casate non sono disposte a seguirlo. Per esempio ha scritto una racCorvandata a Lyanna Mormont, la nipote dell'ex lord comandante, ora lady di Bear Island. Questo è quello che gli ha risposto:
Così Stannis vuole il Nord, e le cose si sono fatte più complicate da quando ha perso l'appoggio della Lega Bruti. Jon gli ricorda che non può aiutarlo: lui è solo un bastardo, come tutti quelli che si chiamano Snow.
"Ma vaffanculo un po'!"
Ma Stannis insiste e gli promette di farlo diventare tipo il sindaco di tutto il Nord, il gran visir di quelle lande in cui non c'è una mazza e tira un vento che mollami. Gli fa promesse da politico, e questa è una promessa da politico migliore di Ti trovo un posto a tuo cugino come guardia forestale o Vi faccio cambiare l'illuminazione comunale.
E a proposito di elezioni, sono in corso le municipali per il nuovo Lord Comandante dei guardiani della notte, come ci ricorda il vecchio maestro Targaryen diventato cieco a furia di pensare a sua sorella. Avete qualche candidato?, chiede il vecchio. Swan!, risponde uno, prima di essere preso a coppini forti sulla nuca. I guerrieri, i guardiani, è facile che uno poi fa confusione. Slynt il leccaculo, tirapiedi e democristiano nell'anima, tira la volata ad Alliser Thorne, aka Ser Carogna, leader del movimento Insieme per il Castello del Nero.
Ma la coalizione Uniti per il Castello Nero, guidata da Ser Denys Mallister recupera punti grazie alle ciglia cespugliose del candidato. Si va verso il ballottaggio, quando a un certo punto si fa avanti Sam.
Slynt, pur di recuperare nella classifica dei pezzi di merda che devono morire malissimo, lo sfotte subito, tirando in ballo le barbabietole. Sam risponde con uno STACCE™ di un certo spessore:
e giù risate di tutti alla faccia di barbetta. Che uomo è uno che si fa STACCIARE™ brutalmente davanti a tutti da Sam? Distrutto, Slynt si allontana, accompagnato dal suono triste dei tromboni. Sam spiega perché Jon sarebbe il miglior comandante possibile per i Guardiani della Notte e, ecco, in mezzo a tanti discorsi motivazionali della ceppa nei film fantasy o bellici, questo è un bel discorso. Di quelli che scaldano il cuore ai confratelli dei Guardiani, che poi diventano tutti amici, si abbracciano e cantano le canzoni di Baldan Bembo oscillando a destra e sinistra.
I voti dei due candidati principali sono pari, ma il vecchio Aemon dà la sua pietruzza a Jon:
la sala esplode, la bile di Thorne pure, Slynt muto.
Aemon uno di noi. Sua madre, essendo anche sua zia, sarebbe stata doppiamente orgogliosa di lui.
Intanto (9), a Bravoos, Arya viene importunata da tre villanzoni che vogliono rubarle il piccione che ha appena accoppato e la spada. Grosso, grosso errore, Gianni, Pinotto e Giannotto: la quarta regola dello STACCE™ dice che non si scoccia una piccola apprendista ninja scalciaculi.
 Signori, abbiamo una nuova capolista del torneo.
A mettere in fuga i tre pirla è in effetti il tizio della casa dei cornetti, ma non sottilizziamo. Arya lo segue fino al bar/agriturismo,
dove l'uomo le ridà la moneta che aveva buttato in acqua. "Aria!", le dice poi di nuovo. "Mi state cacciando?", chiede la ragazza. "No", risponde il vecchio. E si piega su un lato e ne fa partire una molto potente.
Ma attenzione! Colpo di scemi! Il vecchio non è il vecchio, ma il ninja cambiavolto Jaqen H'ghar!!!
Syrio Forel, dai. Tizi della HBO, visto che di Ciccio Martin ormai non ci frega più una mazza, l'avete messo da parte a mangiare aragoste finché non scoppia, dateci Syrio Forel. Mettiamo in piedi i Blues Brothers di GoT. #yougottabelieve
Intanto (10), a Mereen, il tizio dei figli dell'Arpia viene inchiodato a un muro. Kill the Masters, recita una scritta lasciata sulla parete da un gruppo di fan integralisti dei GI Joe.
La Nana Ciglioparrucca la prende malissimo e fa incatenare il responsabile,
 Giovinco.
Poi esce e tutti la chiamano Mhysa! Mhysa!, che ancora non si è ben capito se voglia dire Madre! Madre! oppure Mignottone!
Vi avevo promesso libertà e giustizia - dice la madre dei draghi a tutto il suo popolo - vero? E quelli Sì! Sì!
"Stacippa". E fa decapitare il calciatore.
E allora tutti quegli straccioni non l'acclamano più. Non la chiamano più madremignotta, ma soffiano come gatti incazzati. Shhhhh! Fssshhhh! Shhhhh!
Vi prego, basta!, dice Daenerys. C'ho la vescica debole!
E fugge, mentre scoppia un rissone pazzesco tra tifosi dell'Hellas Verona e quelli dello Sporting Pezzenteria.
Poco dopo, la regina chiede di restar sola con i suoi pensieri, ma fuori al terrazzino trova una grande sorpresa: il drago nero è tornato! È tornato a casa! Lassie! Figlio mio!, lo chiama lei, dove sei stato?
Ma', non m'assillare. Esco di nuovo, cià, scialla. E se ne va, impennando col booster truccato.

I Riassuntoni™ di GoT tornano martedì prossimo. Se questo vi è piaciuto, pliiz, fatelo girare su tutti i socialcosi che conoscete e anche su quelli ancora non inventati.

35 commenti:

  1. A questo punto, qua ci vuole il partito #ForzaSyrio :D

    RispondiElimina
  2. La deviazione di Jamie Lannister mi sta preoccupando non poco... vedremo come la gestiscono.

    Sansa e Ditocorto... mamma mia, se nei libri i capitoli di Sansa erano una palla, qui sono persino peggio col nuovo look che ha fatto abboccare tutti i fan sbavosi per la perticona.

    Sottoscrivo la petizione "ridateci Syryo" che assolutamente va presentata sui tavoli dei produttori della HBO. :D

    Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu quando hai letto "Jaime e Bronn a Dorne" hai pensato a chi dei due sarà quello che nei libri prende le parti di Arys Oakheart?

      Elimina
  3. Bello l'appuntamento fisso del martedì mattina col riassuntone (TM)

    CMQ io ho sempre pensato che l'uomo gentile fosse l'uomo una volta conosciuto come quello che ti fa scatarrare quando provi a pronunciare il suo nome, non so se sia stata una precisa scelta degli autori per dare ad Arya un volto familiare (in modo da non spendere molto in caratterizzazione per un nuovo PG) oppure se un preciso spoiler dato che comunque gli autori bene o male sanno tutto.

    In quella conversazione con la regina madre poi Kevan Mc Lannister dimostra di non aver perso l'aereo, ma anzi che la staccitudine è una dote che scorre in tutto il parentame maschile di una certa età.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. Kevan ha rifilato una bella dose di STACCE(tm) alla cara nipote. Non come nel libro, ma se è stata comunque una bella scena.

      Elimina
  4. a mio parere sansa che si porta in zona champions nel campionato di STACCE dicendo che rimane con lo zietto è la notizia principale della giornata got-roniana, così come fa eco il clamorosissimo STACCE che si becca arya (leader indiscussa con la morte di papà lannister) nel vedere il volto di Jaqen H'ghar.

    RispondiElimina
  5. E comunque, Jaime Lannister a Dorne.

    Ho sentito qualcuno sussurrare sottovoce Arys Oakheart?

    RispondiElimina
  6. Presumo che Jaime e Bronn diventino il nuovo buddy duo della serie. Vedremo se riusciranno a non farci rimpiangere, Sandor & Arya e soprattutto Tyrion sempre con lo stesso Bronn (Bronn rulez)
    Tyrion invece mi sta deludendo, i suoi discorsi con Varys sono sempre gli stessi, e quanto sono depresso, e ho perso tutto, e quanto mi piace bere... boh speriamo in un colpo di scena nella prossima puntata perchè finora i due attori son stati sprecatissimi in questa stagione.
    Lollys e Shireen sono veramente un tripudio di pucciosità, e tutto sommato un pò ce ne vuole in mezzo a tutti quei serpenti.
    E parlando di serpenti, il repentino cambiamento di Ellaria mi sa un pò di forzatura, va bene la vendetta ma ora sembra priva di qualsiasi capacità raziocinante, e se penso alla gentile e sorridente tizia della stagione scorsa il dubbio che si parli sempre dello stesso personaggio un pò ti viene. Boh vedremo.
    Il discorso elettorale di Sam a me è piaciuto davvero, tutto quello che non sa il suo amico lo sa lui. Sam, il peso della cultura, potrebbero farci uno spin-off.

    RispondiElimina
  7. Riassuntone stupendo come sempre, ormai è appuntamento fisso.
    Però Doc, noi ti si vuole bene, ci fai ringere e i tormentoni piacciono a tutti..

    Però accanna un po' sta barbabietola, che tre volte in un episodio inizia a rompere tre quarti di Mereenchia

    RispondiElimina
  8. Sono scoppiato a ridere in mezzo al tribunale... grazie Doc, la perla Giovinco era impareggiabile.

    RispondiElimina
  9. Credo si debba tenere una classifica e dare un punteggio in base allo STACCE. Ad esempio, quello di Arya, visto il numero di persone e l'altissimo tasso di badassitudine dimostrato, credo vada moltiplicato almeno x5, portandola a tutti gli effetti in cima alla classifica e facendone un serio candidato alla vittoria finale di questo campionato.

    P.s.

    L'albo d'oro? Qualcuno me lo passa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto mi riguarda il gesto atletico di questa puntata è quello (per lettera) di Lyanna Mormont a Stannis, tenendo conto che la signorina ha 10 anni.

      Sì, Stannis si è beccato uno STACCE in faccia da una bambina...

      Elimina
  10. Giovinco, Prandelli, il mai dimenticato Pyat Pree-Collina come arbitro. Stanno arrivando i Westeros World Cup

    RispondiElimina
  11. le differenze cominciano a sommarsi, si prevedono bei discostamenti dai tremendi ultimi libri ogirinali.
    Speriamo che andando più a braccio riescano a fare qualcosa di coerente e non vadano troppo dietro al fandom...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me sa invece che un po' di accontentamento del fandom (della serie tv, che a volte discorda drasticamente col fandom dei libri) lo fanno

      Elimina
  12. bwaahahahahah bellissimo anche questo

    RispondiElimina
  13. Riassuntone favoloso. Sull' 'mbuto mi sono piegato.
    Grazie

    RispondiElimina
  14. ROTFL!
    Ho stralollato dall'inizio alla fine! Uno dei migliori riassuntoni (anche se la puntata non era niente di speciale...)
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E comunque mentre la guardavo ho pensato in continuazione: "Guarda quanti STACCE™ ci sono oggi! Domattina il Doc ci farà la classifica di sicuro!"
      Direi che ti conosciamo bene... :-D

      Elimina
  15. Eh, Syryo Foredecapu...mammagari! Però la vedo improbabile visto che era nella stagione molto fedele ai libri e quindi è stato gangbangato di morte da quarantundici guardie di Approdo del Meh.
    Il ritorno del mmmitico Jaquen H'ghar non sono sicuro che sia del tutto fuori dall'originale cartaceo del ciccionazzo. Ci sono varie ipotesi nell'internetto sul fatto che cicciomartin lo abbia già reinserito nella trama col suo nuovo volto/identità a seminare zizzania nei 7 regni, visto che quando molla Arya ad Harrenhal le dice che "un uomo tiene chiffari da altre parti".
    C'è infatti chi sostiene che lui possa essere


    ROVINATORE (FORSE)




    Il messo del recupero crediti della banca di Braavos che va da Stannis alla Barriera con l'idea di pignorargli anche la pelle del culo e poi finisce col farci l'offertona di superfinanziamento agevolato al 7000% per la campagna di conquista il mondo e per costruirsi un nuovo plastico dei sette regni per giocare coi soldatini come quello che ha lasciato a casa.
    Oppuranche quel simpatico e oscuro tizio che appare a Città...Vecchia? del Gabbiano? boh, quella dove si addestrano i Maester e tira l'inculata di prepotenza al pischello novizio al quale promette le 3 monete d'oro (che quello voleva per potersi trombare la cameriera puttansuora della locanda) in cambio del "libro oscuro supersegreto di magia arcana arcimimmola che guarda è meglio se non lo apri, sa?" e custodito nella bibliotecona della scuola di Maesteria di Hogwarts.
    E altre varie ed eventuali ipotesi.


    FINE ROVINATORE (FORSE)

    In definitiva ci si puoterebbe credere nei Blues Braavosian Bros, però non nutro serie speranze al riguardo (anche se sarebbe gajardo forte).

    RispondiElimina
  16. Grande Doc! Finalmente qualcun altro che conosce le proprietà dell'Ananas! Ormai pensavo di essermele inventate.

    RispondiElimina
  17. Incredibile, ma ti è sfuggito un intanto tra l' (8) e il (9) :-D

    Comunque temo che "E' molto utile come spandicrema" rischi di oscurare la bellezza di questo post.

    RispondiElimina
  18. Il suca nel pizzino è stato magnifico

    RispondiElimina
  19. Toh nel finale succede qualcosa XD

    RispondiElimina
  20. Dannati fan integralisti dei GI Joe

    RispondiElimina
  21. E il budget per i draghi di questa stagione direi che se lo sono già bruciato tutto.

    RispondiElimina
  22. Grande! Mi ero persa la puntata, che non ho ancora capito quando cazz da danno qui in franGia (sicuramente il lunedi come OVUNQUE, so phava io)

    Mi hai fatto morire dal ridere.

    RispondiElimina
  23. Le matte risate. Riassuntoni forever XD

    RispondiElimina
  24. Grandissimo riassuntone! giovinco!!

    RispondiElimina
  25. Devo confessare che ho applaudito convinto al discorso di Sam! Ma, tanto per capire, a quale scopo Ditocorto voleva far catturare Brienne?

    RispondiElimina
  26. HAHAHAHHA una racCorvandata allora??!

    RispondiElimina
  27. ...ma quella di Swan l'ho capita solo io?! :/

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails