mercoledì 24 settembre 2014

64

Gotham, l'episodio pilota

Gotham S01e01 pilota
Lunedì sera è andato in onda in Paninolandia l'episodio pilota di Gotham, la serie che racconta la città di Batman prima dell'arrivo di Batman, creata dal Bruno Heller di Rome e The Mentalist. E? E come prima puntata non è stata affatto male. Seguono le tue considerazioni, senza spoiler e con poco sodio, andate Brooklyn [...]

Gotham City, un tot di anni prima dell'arrivo del suo paladino mascherato. Una Gotham City che è esattamente come te l'aspettavi: sporca, pericolosa, piena di fumo, buia, piovosa, calata in un passato recente ma non ben identificabile, e con i gargoyle. Soprattutto con i gargoyle. Su questo sfondo si muovono vari protagonisti ovviamente pescati dal pantheon del Cavaliere Oscuro: personaggi all'inizio della loro carriera, come Jim Gordon, e versioni juniores di volti noti, come una certa ragazzina che da grande vuole fare la gattara.
Non ci sarà Batman, nella Gotham di Gotham, ma pronti via ci sono Bruce Wayne e la scintilla che porterà alla nascita del suo eroico alter ego. Una scena vista mille volte, come il morso di un certo ragno radioattivo, e raccontata qui con il giusto pathos. Ma se presentare eroi e villain di domani con i drammi, le fissazioni e le turbe psichiche che li porteranno ad esser tali è un gioco relativamente facile, più complesso è rendere interessanti i personaggi che non avranno in futuro costumi sgargianti e folkloristici nickname. Se parli del commissario Gordon, anche con un po' di anni in meno sul groppone, sarà sempre il solito Gordon, no? No, non proprio.
Gotham evita l'impegnativo confronto diretto con il Gary Oldman di Nolan, mostrando un giovane detective Jim Gordon (il Ben McKenzie di The O.C. e Southland) caratterialmente diverso dalla figura cui siamo abituati. Insicuro ma dal cazzotto facile, alla ricerca di un suo posto in questa città infernale in cui tutti quelli che lo circondano sembrano sapere qualcosa in più di lui. E sarà l'attore, con quello sguardo spaesato, sarà il personaggio, ma ti piace: non è il solito Jim Gordon, ma in lui si vede già bene il futuro Commissario che farà spendere un sacco di soldi al suo dipartimento con quella storia del riflettore sul tetto. 
Un po' più complicato il quadro se parliamo degli altri protagonisti, partendo da Harvey Bullock (Donal Logue, Vikings, Sons of Anarchy): cinico, perennemente incazzato, tendenzialmente alcolista e con il temperamento da Hai detto Sandro?!?. Tutte le caselle spuntate sulla lista del poliziotto cattivo, [OMISSIS] e bidimensionale supertrito a Hollywood e dintorni. Spiazzante la presenza di Montoya (nel presente di Batman cos'avrà allora, cinquant'anni portati benissimo?), davvero OTTIMO il giovine Cobblepot, lollevole l'Alfred scaricatore di porto londinese (quella vecchia lenza di Sean Pertwee), troppo forzato - su una scala da zero a Top Dollar - l'unico character nuovo di rilievo, la Fish Mooney di Jada Pinkett Smith. Non scendi nello specifico degli altri personaggi per non finire con lo spoilerare mezzo pilota a chi ancora non l'ha visto, anche se il trailer e gli art promozionali della serie li mostravano in pratica tutti. Magari torniamo a parlarne nei prossimi circolini.
Si gioca infatti col mito del pipistrello in Gotham, si citano in continuazione per tutto il pilota nomi che i lettori dei fumetti ben conoscono, in molti casi accompagnati da una giovane faccia: si fa finta che quegli incontri siano del tutto casuali, chiaro, ma è come se i due detective del GCPD stiano facendo l'appello della futura gallery di alleati e antagonisti del Cavaliere Oscuro, girando in una città popolata solo da tipi noti. Perché in fondo non costa nulla, e soprattutto perché dà contesto, ché se non stai attento la serie ti diventa in un attimo Law & Order Gotham City. In Arrow è facile differenziarsi dal resto del panorama telefilmico, perché c'è l'eroe mascherato e ci sono le sue nemesi, i nemici del vigilandi, più o meno dotati pure loro di un nome da battaglia. Qui, in mancanza degli eroi, devi calcare la mano sui richiami e le strizzate d'occhio. E funziona?
Beh, difficile dirlo. Difficile capire quanto questa corda potrà esser tirata senza spezzarsi: magari non succede, non si spezza, e ne viene fuori un telefilm godibilissimo, o magari no, e nel worst case scenario se la giocano male e il tutto diventa un What If? (o meglio, essendo in casa DC, un Elseworlds) di quelli disegnati male: "Cosa sarebbe successo se avessimo seguito le vicende di Gotham City quando di Gotham City non interessava un batmanino a nessuno?". Ma, appunto, è presto per dirlo. Questo pilota, intanto, l'hai trovato gradevole. Nulla per cui saltare sul divano facendo finta che il telecomando sia il microfono con cui annunciare al mondo l'avvento del TELEFILM, con tutte le maiuscole, ma si è giocato bene le sue carte, scegliendo un elemento fondamentale della genesi di Batman e concentrandosi su quello. Girato bene, con un taglio cinematografico, a metà, anche per fotografia e musiche, tra Nolan, una crime serie e un film poliziesco anni 90 (il che, visto il tema, non guasta), molto, molto meno televisivo e a target guaglionico di Arrow. Plus, potete guardarvelo con la vostra dolce metà o i vostri amici anche se non sopportano i super-eroi: si perde buona parte del senso della serie, ma oh, "in bocca al lupo" (cit).

Ah, del primo episodio della seconda stagione di Agents of P.I.P.P.E. parliamo domani mattina. Con una sorpresa: stay come il tonno.


Discussione libera, come da tradizione del circolino anche su altre serie che state seguendo. Ma se necessario usate sempre il tag [SPOILER] a inizio commento. Graziz.

64 commenti:

  1. Top Dollar come vertice della scala non è affatto male! Comunque, una recensione degli ultimi episodi della seconda serie di Arrow? Ah, qualcuno degli antristi sa se consigliarmi o meno Black Sails e Defiance?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Black Sails. Vista solo la prima puntata ma non mi par male. Diciamo che saltano fuori parecchi nomi che solleticano l'immaginario ed aiutano ad affezionarsi. E comunque, dai, pirati, vincono facile.

      Elimina
    2. black sails come se non ci fosse un domani,cazzuti pirati con i denti estremamente bianchi,sesso a gogo,avventura...che vuoi di piu!!

      Elimina
    3. Black Sails l'ho visto e mi ha deluso amaramente, l'ho trovato abbastanza noioso e lento, molto lento. (si, ho letto l'Isola del Tesoro e il giudizio è condizionato anche dalle aspettative alte che avevo)

      Elimina
    4. Black sails tanta roba: ha tutto il bene dell'universo MaicolBei ($$$) senza i difetti da casino-incomprensibile-WTF dei suoi ridicoli film

      Elimina
    5. Black Sails ho paura a iniziarlo perché avendo letto che è violento e sexuoso, ho paura che sia una specie di Game of Thrones piratato. Considerando che GoT non lo seguo proprio per queste caratteristiche, ho paura che Black Sails mi deluda per lo stesso motivo. A me piacciono tanto i pirati, non voglio che me li rovinino!!!

      Elimina
    6. certo black sails è un bellissimo telefilm, non parte a bomba ma merita assolutamente di esser visto

      Elimina
    7. fabrizio,

      black sails è si violento è sexuoso come hai detto , perchè diciamo che è ambientato appunto in un epoca dove appunto non è che la vanno a raccontare in molti essendo tutti tagliagole, prostitute ecc l'unico con un poò di autocontrollo forse è il capitano flint :) cmq guardatelo è davvero favoloso

      Elimina
    8. Va bene, seguirò il tuo consiglio allora! ;)

      Elimina
  2. Non vedo l' ora di vederla, mi piace sia la scelta di McKenzie per Gordon che di Pertwee nel ruolo di Alfred.
    Vedremo...

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto davvero moltissimo ,i personaggi sono molto azzeccati,Donal Logue ha fatto come al solito un lavoro eccellente,anche Gordon è perfetto e mi piace molto e Cobblepot ha dato fin da subito un'aria di pericolo e di realismo ad un criminale che fin troppe volte è diventato solo una macchietta.

    [SPOILER] a seguire

    Sinceramente trovo troppo visivamente simili Nigma e Cobblepot,entrambi secchi,mori e allampanati,se ci infileranno dentro anche Jonathan Crane spero non seguano questo clichè anche per lui.

    Capisco che certi personaggi siano stati usati e strausati però non puoi farmi un Alfred che sbraita PORTA GIÙ IL CULO DA LÌ!! checcacchio

    Ma il cognome di Pamela non è Isley?non capisco perchè sia stato cambiato.

    Dite che il cabarettista che stava facendo l'audizione fosse...Lui?
    Per me si.

    [FINE SPOILER]

    Comunque promette davvero bene,e dopo l'orrenda Gotham City ultramoderna di Nolan è bello rivedere una Gotham tetra,piovosa,fatisciente e di nuovo goth-ica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sugli [SPOILER]

      Su come Alfred abbia tirato su il piccolo Bruce si è scritto molto poco, tranne che su Earth-One, ma non è pensabile - e lo dico da padre adottivo - che Bruce abbia sviluppato una tale stima verso il suo maggiordomo/mentore se questi lo avesse tirato su a "Master Bruce, trovo disdicevole che lei abbia ridotto in farntumi il vaso Ming di Nonna Wayne". L'Alfred ingessato e sardonico che conosciamo è un maggiordomo che parla a un adulto che gli paga lo stipendio. quindi sì, quella scena ci sta tutta.

      Sul cabarettista, aspettati sorprese, ma non esattamente quelle che pensi tu. ;-)

      [FINE SPOILER] e fine post

      Elimina
    2. pamela isley è diventata ivy pepper non so per quale motivo,tra parentesi su tumblr gira una certa polemica al riguardo in quanto ivy pepper è il nome della protagonista di un fumetto che va forte in usa

      Elimina
    3. Anche io ho confuso Nygma e Pinguino. Ma Crane non sarebbe rosso, Nolan permettendo?

      Elimina
  4. Legiittimo il timore che diventi L&O Gotham, ma io temo ancor di più che diventi Gothamville, con mezzo universo DC che gira intorno a Batman, ma non c'è Batman perché sta recuperando al CEPU. Le premesse non sono malaccio, ma infiocchettare le origini è facile: vedremo.

    Pertwee sta diventando così uguale al padre che a questo punto spero che lo usino a dovere in qualche episodio a venire di Doctor Who ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, piacerebbe anche a me... Peccato che lo stesso Pertwee abbia dichiarato che non lo farebbe per rispetto al ruolo che era di suo padre, e non suo.

      Elimina
  5. Solo io ho provato un po' di ribrezzo per il nome del boss mafioso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito che gli americani si interessino della nostra cronaca nera,comunque il Boss Falcone è un personaggio dell'universo di Batman dal 1987,esisteva anni prima della strage di Capaci.

      Elimina
  6. Allora secondo me: Il primo quarto d'ora è da buttare in toto. A partire dalla prima scena. Sarà una cosa da pdf, ma la gattara è troppo ''vecchia''. Capisco che il personaggio deve essere agile,sexy eccetera, ma farmi una Selina 16enne (e anche più) con un Bruce di 8.9 anni finisce che quando Batman diventa grande si trova a farsi una MIlf :P Benissimo eh, ma si perde un po' del senso del personaggio (ad esempio la catwoman ladra ispirata da batman stesso a indossare il costume e quindi un pochino più giovane è necessaria).
    Secondo problema è l'omicidio degli Wayne. impossibile renderlo diverso dalle miriadi di volte che si è visto. Per questo si poteva puntare più sulla reazione del piccolo bruce. Invece di un bambino piagnucoloso e traumatizzato si poteva far andare il trauma in una direzione diversa...Far notare come quel singolo evento cambia il cervello di Bruce facendolo passare da un bimbo di otto anni a un Batman in miniatura (come dice nei cartoni ''ho smesso di essere un bambino a otto anni''). In questo senso il finale aiuta, ma poteva essere un cambiamento piu visibile e radicale.
    Dopo il primo quarto d'ora la serie decolla e diventa molto buona. C'è il problema di fondo che per giustificare la futura presenza di batman bisogna rendere gotham un posto di corruzione totale, in cui Gordon è si cazzuto ma anche completamente inefficace e impotente (come nel primo film di nolan). Quindi la linea per rendere gordon un buon personaggio senza renderlo un cretino che non sa dove sbattere la testa perchè tutti son corrotti è sottile. Cmq potrebbero fare una cosa audace e dividere lo screentime metà su gordon e il GCPD e metà sull'addestramento del piccolo Bruce. MAgari con un timeskip a ogni stagione per mostrare l'evoluzione sia della criminalità che di chi si allena per sconfiggerla

    RispondiElimina
  7. Si direbbe una Gotham molto simile a quella di Burton e Kane. Immagino che ci sarà uno sconvolgimento delle dinamiche alle quali siamo abituati in Batman pur mantenendo e approfondendo le personalità. Niente freaks a parte l'imberbe Pinguino che mostra tutti i segni del bastardo. Un po' forzata secondo me l'apparizione di un paio dei futuri nemici di Bats invece è stato reso benissimo QUEL tizio della scientifica, quello che risponde con le domande :)

    RispondiElimina
  8. Oggigiorno la moda dei supereroi e' tale che si fanno telefilm anche con le briciole: Freccia Verde, lo Shield senza superpoteri, Gotham senza Batman. Poi per carita', possono essere buone serie action/thriller/procedural, ma non e' il mio genere.
    Se qualcuno segue le comedy ne sono uscite diverse di nuove e abbastanza divertenti: Garfunkel&Oates, You're the Worst e Married non sono male. Ah, ed e' tornato Sheldon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno segue più le comedy, sono tutte orribili, non fanno ridere manco con la piuma sotto l'ascella, sono fuorilegge se non hanno almeno il 25% di personaggi gay, e durano meno della mozzarella in frigorifero...

      Elimina
  9. OT (e parecchio grosso)
    Ma la domanda è: ma a nessuno, tranne il sottoscritto, urta pesantemente un Oliver Queen ragazzetto tendente al bimbominkia, privo totalmente del carisma che la versione storica, pizzetto compreso, aveva a secchiate? Cioè, a me urta pure il freccia verde di new 52...
    Ma ve li ricordate gli albi Green Lantern/Green Arrow di O'Neil???
    Fine OT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io amo l'universo pre-crisis ma la versione babbiona ufficiale con un pizzetto che andava di moda due secoli prima (e che lo farebbe identificare a prima vista) non mi è mai piaciuta.

      Elimina
    2. Negli Stati Uniti non puoi dire che i ricchi dovrebbero pagare più tasse che ti danno del "commie" figurati mandare in onda un personaggio che è super di sinistra che da del fascio ad Aquaman.

      Elimina
  10. Io ho solo una grande paura: come si giocheranno il personaggio di Joker?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appare un comico nel locale di Fish Mooney nel pilot. Non credo lo trasformeranno in Joker.

      Elimina
    2. Eh, la citazione l'ho colta, ma mi riferisco a quello che hanno dettogli autori sul personaggio qualche tempo fa... cioè che hanno in mente di utilizzarlo e di "nasconderlo dietro molti inganni" (semicit.). Speriamo bene...

      Elimina
    3. Ah pensavo non avessi visto l'episodio, my bad.

      Elimina
    4. gli autori hanno detto che in ogni puntata ci sarà un "possibile futuro Joker" quindi non è detto che quel comico lo sia per forza

      Elimina
    5. [SPOILER]
      A quanto so in ogni puntata si vedrà un diverso personaggio con una caratteristica che li riconduce al Joker, facendo ogni volta credere che potrebbe essere quello buono. In pratica una gag ricorrente. Mi sembra verosimile che prima di lanciare un personaggio chiave, il cui passato pre-Batman non è mai stato volutamente chiarito - l'idea è che Joker esiste perché esiste Batman - vogliano vedere in che direzione vada la serie.

      Elimina
  11. A me è piaciuto più di quanto mi aspettassi, spero diano poco spazio a Bruce però, lo stretto indispensabile perchè non se ne sente proprio il bisogno secondo me. Speriamo solo non la tirino troppo per le lunghe con sto caso anche se mi sa che se lo tireranno dietro per minimo metà stagione.

    RispondiElimina
  12. Bhe ero dubbioso su questa serie ma questa recensione mi ha tolto qualche dubbio, appena ho un pò di tempo me la guardo.
    Doc hai avuto tempo di guardare House of cards ieri sera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non segui la pagina FB dell'Antro o il mio profilo su Twitter? Male, ragazzo, male! :D
      Jokes aside, scrivevo ieri sera mentre lo guardavo: "Che botta! (in tutti i sensi)". ;)

      Elimina
  13. SPOILERS (sort of)




    Io sono molto interessato al personaggio di Cobblepot, in questa seria non è altro che un debole vermiciattolo senza potere che non piace a nessuno, è una spia ed è pure sciancato; la sua scalata al potere sarà una cosa fantastica.
    Inoltre il fatto che Bruce descriva il killer dei suoi genitori come un uomo con una "Black Mask" è solo un caso o sarà un cambio di carte in tavola?

    RispondiElimina
  14. ma quindi niente Jack Napier che uccide i coniugi Wayne "danzando col diavolo nel il pallido plenilunio"?

    ma almeno il piccolo Bruce fa la colazione nel mastello?

    RispondiElimina
  15. Come pilot non è stato male, adesso sono curiosa di vedere come proseguono senza allungare troppo il brodo vivendo di citazioni..

    RispondiElimina
  16. Io invece sono rimasto molto deluso da Gordon, in pratica Ryan di O.C. con qualche anno in più, eterna espressione da cane bastonato (espressività livello Nicolas Cage), mena ma è bbuono, e in generale ho trovato l'episodio banale e ultrastereotipato. Certo, è un pilot, si spera che altri personaggi più carismatici (Alfred, Pinguino, confidiamo in voi!) prendano il sopravvento, per ora per me si becca un bel MEH.

    RispondiElimina
  17. A voler essere cinici è un mediocre telefilm poliziesco troppo licenzioso verso l'universo di batman (anno 1, per dire, nessuno della produzione deve averlo letto). Cmq scorre e le atmosfere sono abbastanza accattivanti. Vediamo come va.

    RispondiElimina
  18. io l'ho trovato banalissimo.
    qualche sorpresa potrebbe arrivare dal pinguino, per il resto calma piatta...

    RispondiElimina
  19. Devo dire che nel complesso non mi è dispiaciuto affatto.

    Condivido su Gotham, hanno fatto un lavoro veramente buono sulla città, scenografie e fotografia veramente ottime.

    Un difetto, che poi neanche lo è tanto, è che secondo me hanno sbagliato a mettere in mezzo tutti questi Villain già dal Pilot, qualcuno di loro (senza fare nomi), che fondamentalmente non è stato così influente ai fini della trama del Pilot, potevano risparmiarselo e metterlo in mezzo nelle prossime puntate, anche perchè la curiosità degli spettatori è praticamente tutta su di loro, non so quanto possa essere saggio mettere subito tutte le carte in tavola.

    Poi la paura che avevo già all'annuncio del casting rimane, mi preoccupano le età dei personaggi, in alcuni casi completamente sballate, speriamo non diventi uno Smallville 2 dove diventano tutti villain prima ancora che Bruce Wayne diventi maggiorenne...

    RispondiElimina
  20. [spoiler]
    Ho trovato da MEH voler infilare in una puntata metà dei Villains di Batman, ma alla fine è un Pilot e cerchi di sparare tutte le tue cartucce. Avrei evitato una catwoman così caratterizzata, sembra una cosplayer finita in un film di Nolan, e Ivy buttata li cosi per far brodo. In compenso mi son piaciuti molto Pinguino e Alfred, e non mi è dispiaciuto Ry..ah no Jim Gordon!

    RispondiElimina
  21. più che Nolan è molto Tim Burton.

    Grandissimo Sean Pertwee, figlio di Jon Pertwee, terzo dottore di Doctor Who!

    RispondiElimina
  22. A me onestamente non è piaciuto, a parte rare cose come la fotografia che ci regala una Gotham fredda sporca e cattiva al punto giusto e quell'Alfred scaricatore di porto che inverte il trope del maggiordomo brit tutto compito. Per il resto, a partire dal Gordon di McKenzie alla regia imbarazzante in certi frangenti (la scena dell'inseguimento di Pepper OMG) per me è un grosso MEH.
    Inoltre [SPOILER]




    inserire a forza molti dei villain principali* nel pacchetto mi sembra abbastanza ridicolo, e anche se per qualcuno la resa è ottima - ammetto che l'Oswald Cobblepot che si muove come un pinguino perché ferito alle gambe è un'idea che ho apprezzato così come l'interpretazione sopra le righe dell'attore, nonché dei pochi minuti del futuro Enigmista - non si può dire lo stesso di tutte le altre apparizioni che non solo rasentano ma sfociano nel totale stereotipo. A Bullock manca solo l'insegna luminosa sulla testa "poliziotto corrotto" per dire.
    E in effetti si, se qualcuno della produzione avesse letto Anno Uno non avrebbe fatto male.

    * spero di sbagliarmi ma temo che il comico della scena tra Fish Mooney e il giovane Pinguino sia il Joker, è una soluzione troppo banale per non essere considerata dagli autori! [/SPOILER]

    In ogni caso guarderò il secondo episodio ma mi domando come farà a reggere bene la storia in 15 episodi :|

    RispondiElimina
  23. Devo ancora recuperare mezza Agents of P.I.P.P.E. porca miseria e già mi comincia Gotham e la seconda serie dei pipparoli? PIU' The Walking Meh e American Horror Story? Non posso farcela, credo mi limiterò a leggere i riassunti!!

    P.S. Grazie per aver citato il glorioso Ugo Dighero e il suo "Hai detto Sandro?" Belin, sei stato spacioso! :D

    RispondiElimina
  24. Ormai i telefilm che vorrei seguire sono così tanti che non riuscirò a seguirne nessuno... Ho appena finito di vedere la serie in CGI di Beware the Batman (bella, bella, bel) e sono in pieno bat-mito che manco Adam West. Se deiderà di vedere una serie dall'inizio, mi sciropperò questa. A question, che fine ha fatto il telefilm "Gotham Police Department"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. . Se deciderò di vedere... non so più scrivere

      Elimina
  25. Cioè....un telefilm sul mondo di Batman senza Batman!
    No, mi dispiace...non ce la faccio aresistere devo dirlo: Per me (e solo per me sia chiaro) non può che essere una stronzata! Come lo è stata P.I.P.P.E senza supereroi.
    Potranno anche farla benissimo, con abili registi e grandi attori ma chissene!
    E' come andare al Gran Premio di Formula 1 e fissare un secchio della spazzatura per tutto il tempo. Dai...

    RispondiElimina
  26. [SPOILER]

    Buona la prima, bravo Elio, bravi tutti. Ma, peccato il finale. L'ho trovato poco utile, frettoloso e, abituati come siamo da mirabolanti scene finali, ganci o non ganci che siano, che lasciano con le ali redbull al culetto, poco emozionante. No, doc?

    RispondiElimina
  27. Non vedo l'ora di leggere la recensione delle P.I.P.P.E.

    RispondiElimina
  28. Attesa lunghissima e ovviamente me lo sono perso -.- urge recuperare subito!

    RispondiElimina
  29. Finalmente torna il circolino!!

    Gotham: visto ieri, buon inizio, anche se sembra piu' intento a far vedere quanti piu' personaggio del bat-verso possibili. Se per alcuni personaggi va bene (il Pinguino in primis) altri sono buttati li' senza alcuna ragione (Ivy, Nygma). Chiaro che poi dipendera' tutto da come portano avanti la trama principale e le trame settimanali. Il giudizio per ora e' positivo, ma molto dipendera' dalle prossime 2-3 puntate.

    RispondiElimina
  30. Non amo troppo le serie televisive... ma penso che Gotham parta bene! Forse forse uscirà una bella serie...

    RispondiElimina
  31. Leggevo ieri una recensione di Wired US, loro non è che fossero proprio entusiasti, insistevano soprattutto su presunti troppi cliché e su copioni un po' stucchevoli... Detto questo, la rece positiva del Doc ha riattizzato il mio interesse che comunque era rimasto nonostante Wired, quindi avanti con Gotham!

    RispondiElimina
  32. Ho voluto dare una possibilità alla serie tanto per vedere in azione Pertwee (che pensavo avrebbe avuto più di 3 battute, ma ci sta', ero io che non avevo capito chi fosse il protagonista, pensavo che la serie parlasse del giovane Wayne, per fortuna mi sbagliavo).
    Anzitutto 10+ all'ambientazione che è così noir che quando usano per la prima volta i telefonini mi sono un'attimo confuso, poi però ci si abitua.
    E' bello, hanno fatto buon uso delle scene violente, e i due protagonisti sono cool (ma è rimmel quello che Gordon ha intorno agli occhi?).
    E niente, mi tocca seguire anche questo, e vediamo come va' a finire, tanto credo non sia collegato a nessun'altra serie DC tipo Arrow e Flash, e il fatto che sia standalone è un'altro punto a suo favore.
    P.S: Comunque lolle sul vestiario di Ivy.

    RispondiElimina
  33. Occhio che io [SPOILER]o sempre anche senza farlo apposta:

    Avrei voluto scriverne anche io sul mio blog, ma data la totale assenza di mimmate, si è rivelato inadatto al mio stile.
    Semplicemente perfetto.
    Bello che fra Selina e Bruce si sia creato già un legame.
    Bello che Pinguino sia stato azzoppato, acquisendo la sua caratteristica camminata.
    Bello che Gordon sia l'esempio che porterà alla nascita di Batman: come Gordon ha perso il padre e ha trovato riscatto diventando poliziotto, così Bruce riscatterà la morte dei genitori diventando il Cavaliere Oscuro.
    Bello il sottotesto della relazione passata tra Montoya e Barbara Keane.
    Come ho già scritto dalle mie parti, l'unica cosa che non mi convince è questa Poison Ivy, ma almeno l'origine sembra vicina a quella di New 52, quindi non proprio improvvisata, dunque si può ancora sperare.
    Però sti attori americani che fanno i mafiosi e parlano in pseudo-italiano non si possono sentire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora ti sconsiglio caldamente di vedere i Borgia in lingua originale XD

      Elimina
  34. Il momento migliore secondo me è quando fa il cammeo la canotta di Ryan direttamente da Orange County: solo per le fan di vecchia data!

    RispondiElimina
  35. Ed ecco qui il mio parere http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2014/09/al-sabato-sulla-gotham-gazette-ce-una.html

    RispondiElimina
  36. In estremo ritardo, sto guardando la serie. Sono arrivato al quinto episodio, “Viper” (lo guardo in originale in streaming con i sottotitoli di Subsfactory o Fan Subs Addicted, non ricordo).

    Superato l'effetto musichetta del telefilm “The O.C.” ogni volta che in scena c'è Ben McKenzie (ta na na na na, ta na na na na, California, here we come), è proprio un bel telefilm, se lo si valuta con un parametro del tipo “sceneggiatori di fumetti che scrivono una serie noir di fumetti pensando sia una serie di fumetti in carta patinata della Vertigo anche se poi le loro sceneggiature verranno usate per girarci un telefim”.

    E infatti tutti i dialoghi, il taglio delle scene, le luci, sono un continuo gioco di rimandi - o almeno così mi sembra - ai fumetti noir della DC o anche alle serie più darkettone della Marvel (come appunto quelle su Jessica Jones, il cui fumetto e il cui telefilm, di cui ho visto solo il trailer, mi pare si avvicini abbastanza a Gotham, oltre che al padre putativo Daredevil in versione telefilm).

    Il bambino che fa Bruce Wayne è molto in parte, mi sembra.

    Un appunto per i fansubber. Il loro lavoro è egregio (sono molto più bravi dei professionisti, cioè dei sottotitolatori professionali delle società). Questo si sa.
    Però il nome “Wayne” vuole i seguenti articoli: lo/gli/uno. Si scrive e si dice “gli Wayne“, “Bruce è uno Wayne” ecc.

    Saluti e buone feste!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails