martedì 23 settembre 2014

72

Destiny, la recensione

Dopo una settimana di sparo matto e disperatissimo, dopo aver tirato giù un miliardo di nemici ed esser morto decine e decine di volte, dopo aver camminato sulla Luna, su Marte e su Venere, puoi finalmente parlare di Halo 5 Destiny, il nuovo gioco di Bungie uscito per PS4, PS3, Xbox 360 e Xbox One due settimane fa (te ci stai giocando su PS4). Nella fattispecie, hai da scrivere quanto di bellissimo e di incredibilmente brutto tu ci abbia trovato dentro [...]
Anche se a Bungie non piace definirlo così, preferendo parlare di uno shared world shooter (sparatutto in un mondo condiviso), Destiny è un MMO. Cioè, è un gioco che prende molti spunti degli MMO e li coniuga nell'unico verbo presente nel suo vocabolario: sparare. Scelta una delle tre classi disponibili, nei panni di uno delle migliaia di Guardiani che affollano il gioco si devono portare a termine alcune missioni su vari corpi celesti del sistema solare. Missioni in single player aperte però al gioco cooperativo in compagnia di altri due giocatori, o in taluni casi più lunghi e articolati assalti a un boss da sciropparsi necessariamente in tre (con due amici o con due tizi appioppati d'ufficio dal gioco). Allo stesso tempo, una delle destinazioni verso cui è possibile orientare la propria astronave è il Crogiolo, l'arena del multi competitivo: deathmatch a squadre, controllo, etc.
Qualsiasi cosa si faccia e qualunque nemico si tiri giù garantisce dei punti esperienza per salire di livello. Unito al loot di oggetti mollati dal villanzame orizzontalizzato, questo permette di upgradare e migliorare continuamente il proprio set di armi, corazza e abilità speciali, superpoteri che vanno dal cazzottone superpUtente al salto potenziato. Ma solo fino al livello 20, superato il quale la progressione non dipende più dai punti esperienza ma dal racimolare determinati item rari. L'hub del gioco, rappresentato dalla Torre, permette di ottenere taglie e missioni, di comprare oggetti e pezzi di armatura, di farsi interpretare quelli che hanno bisogno di un occhiodiparagone dell'esperto e... uh, basta. Perché questo non è WoW, non si crafta o altro: si spara.
Dice: sì, ok, ma è divertente tutto questo sparare? Per quanto ti riguarda sì, e pure tanto, ché Destiny ti ha scimmiato parecchio, anche se diverse cose ti hanno lasciato un po' così. Le missioni Storia, di per sé, seguono tutte lo stesso schema: ripulisci un posto da tutto ciò che si muove, affronta una zona finale più ostica in cui se crepi vieni rispedito al checkpoint immediatamente precedente, tornatene a casa. In più si snodano spesso negli stessi scenari, costringendoti a rivisitare di continuo punti già affrontati in precedenza. Quanto al multi competitivo, inevitabilmente alle prime partite si viene macellati a nastro da giocatori di classe 20+ con armi e poteri infinitamente migliori dei tuoi. 
Ma l'antidoto per la chiara celeste monotonia è il giocare insieme a qualcun altro, soprattutto affrontando i boss fight da tre giocatori (le missioni Assalto): 20 minuti di moccoli alle prese con un esercito di nemici e un bestione spugnaperproiettili a cui sparare per oltre un quarto d'ora, rianimandosi a Vicenza sotto l'unforgettable fire di milioni di mostrilli alieni fan degli U2. Non che da soli, in singolo, le missioni non sappiano trovare i loro momenti divertenti, ma per come è stato pensato, Destiny funziona anche e soprattutto in compagnia. Tornando alla macelleria del multi, l'aspetto positivo è che anche quelle partite regalano punti XP e proiettano pian piano verso il livello 20. In quel fuoco incrociato si è così prima paperelle indifese, poi pian piano corvi sempre più massicci e incazzati. Il tutto con la solidità di fondo dei titoli Bungie in questo campo, con un feeling delle armi e una fisicità dei combattimenti (a partire dalla legnata dell'attacco melee) eccellenti. Quando sei nella mischia, e quei guardiani che arrivano saltellando o in sella a una moto volante laggiù in fondo sembrano proprio degli Spartan, dimentichi per un attimo che il gioco si chiami Destiny e non Halo qualcosa.
La natura del titolo e la fusione di campagna e multi competitivo in unico mondo porta a saltellare dall'una all'altro, occupandosi ora di una missione su Marte, ora di un deathmatch a squadre sulla Luna. Tutto fa esperienza, si diceva. Letteralmente. Manca però un elemento fondamentale: il contesto. La storia si limita al minimo sindacale da anni 80 (scacciamo gli alieni brutti e cattivi dal sistema solare a cavucincù) e a un paio di spunti ripresi da Halo, ma manca un supporto narrativo alle singole missioni. Qualcuna si apre di tanto in tanto con un po' di parlato, ma è fuffa, non sostanza. Una storia più articolata, alla Mass Effect o come in tanti altri MMO, avrebbe reso le varie missioni più appaganti. Invece sei lì e non sai mai esattamente cosa stai facendo e perché lo stai facendo. Alcuni retroscena sono affidati alle carte del Grimorio, sbloccate man mano che si avanza nella campagna, ma queste sono visualizzabili sul sito di Bungie e non direttamente nel gioco. #Credici che te le vai a cercare lì.
Ricapitolando: ripetitivo, feroce da principio nel multi, lacunoso in termini di storia, ma anche solidissimo nel gameplay e uno spasso se giocato in compagnia. Il che è forse la cosa più importante, perché Bungie ha intenzione di portare avanti per anni il suo gioco, aggiungendo man mano nuovi mondi e contenuti: se l'ossatura funziona, i problemi di storia e ripetitività, volendo, li risolvi facile. Detto questo, se si vuole metter su una minicumpa su PS4 per giocarci la sera, te ci sei (su PSN: docmanhattan4). Se riuscite a trovarli, forse potrete ingaggiare il famoso Antro-Team, peppereppé, eccetera.

Destiny
recensito da DocManhattan il 2014-09-23
Rating: 5

72 commenti:

  1. Segnalo, come faranno in molti, un'altra autorevole recensione: http://www.zerocalcare.it/2014/08/25/la-recensione-della-beta-di-destiny-per-ps4/

    Beati voi che ci potete giocare a sti giochi, io soffro di mal di doom e dopo 2 minuti vomito pure l'anima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stesso mio problema, mi bastano 5 minuti... siamo videogiocatori di serie B, dovrebbero fare qualcosa per noi.

      Elimina
    2. Il top è la vignetta per la scuola ahah!

      Elimina
    3. Avevo lo stesso tristissimo problema, anche se solo con alcuni motori grafici; per esempio potevo giocare ore a Battlefield, ma stare male dopo 5 minuti con Call of Duty. Ho risolto con grande sollievo trattando il fastidio come fosse un mal d'auto! Perché se ci pensate è in effetti la stessa identica cosa. Potreste ridere di gusto a pensarmi alle prese con uno sparatutto con ai polsi i miei fidi braccialetti anti-nausea ben stretti, mi rendo conto XD, ma io intanto ho risolto il problema, e ho potuto gustarmi Half Life 2 senza vomitarmi addosso, per dire... :)

      Elimina
  2. La grafica sembra davvero spettacolare, ma non è gioco che fa per me...continuo a preferire single player con una trama degna di nota ai lobotomici sparatutto in multiplayer odierni. :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quoto, single player sempre!

      Elimina
    2. Quoto e rilancio, dopo il successo di Skyrim non avete pensato che fosse senza senso lanciare TES online? Proprio il successo di TESV è a mio avviso la pietra tombale sui MMORPG. Poi per carità gli sparatutto in multiplayer sono divertenti, contesto solo l' aspetto RPG- esco che si riduce al level grinding più becero e al collezionismo segaiolo di ogni item , dalla formaggera +1/+3 contro licantropi all' awkward artificiale.

      Elimina
    3. E comunque, ha ragione il Doc , la giocabilità ( il vecchio " fattore K" per chi se lo ricorda ) alla fine spacca su tutto, ti fa dimenticare storia degna delle televendite di Mastrota , grafica da Peppa Pig e sonoro Adlib.

      Elimina
  3. Mi ricorda vaghissimevolmente Borderlands...
    per i punti XP, le armi e gli oggetti mollati in giro, le carneficine ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti quando ho provato la beta su PS3 (al momento ho solo quella) ho detto "ma è Halo+Borderlands!"

      Elimina
    2. Magari ci fosse la varietà di armi di Borderland :)

      Elimina
  4. Gia' il fatto che si debba sempre essere online non mi piace. E se io non volessi gente tra i corbelli, o aiuti vari? Tipo Dark Souls che se vuoi giochi offline e ciao? Non se ne parla, eh? Poi mi ispirano poco questi boss enormi con tonnellate di hp, tanto per occupare piu' persone, stile Monster Hunter. Un boss fight dovrebbe essere un esercizio di riflessi, concentrazione e memoria, non una prova di pazienza in cui scheggiare pian piano una barretta di salute enorme. Mah, semmai lo provero' se cala un po' di prezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella pratica va un po' diversamente: Spesso bisogna fare giocoforza con i due alleati, equilibrandosi fra le armi usate e le classi di appartenenza e usando un minimo di strategia, perché il grossone sistematicamente ti bishotta senza troppa fatica, quindi bisogna districarsi in maniera organizzata fra distrazioni, attacchi ad alto rateo e colpi di precisione al suo spot sensibile, che accusa molti più danni, ma è solitamente visibile quando il boss ti sta attaccando.

      In più, ogni tot, spawna un'ondata di nemici normali più o meno agguerriti e violenti, che va tenuta sotto controllo e placata senza fare la fine del topo.

      Se si muore tutti e tre contemporaneamente è Game Over e si riparte dall'inizio del boss, buttando via un buon 10-15 minuti di sforzi.

      Aggiungi la possibilità di giocare ogni livello Assalto (quell odei boss) a più livelli di difficoltà ed ecco che le soddisfazioni vanno in pari passo all'impegno gargantuesco richiesto.

      Giuro, gli assalti sono una delle modalità multiplayer per fps, e forse non solo, più belle che abbia mai provato.

      Elimina
    2. This. Ho fatto solo due missioni Assalto, in entrambi i casi parte di un trio abbastanza al di sotto del livello indicato per quella missione, e ne siamo usciti solo dividendoci un minimo i ruoli e supportandoci a Vicenza quando uno crepava. Servono quello, molta aggressività nell'affrontare la missione... e la telepatia, visto che non si comunica e i gesti sono pochi.

      Elimina
  5. Io odio gli FPS e la visuale in terza persona mi da la nausea ma nonostante queste premesse riesco a giocare agevolmente con Destiny e concordo con doc su pregi e difetti ( nel mio caso su Xboxone).

    RispondiElimina
  6. A me pare una copia di Warframe ( per chi ha giocato appena uscito ora è molto cambiato rispetto all'inizio) gioco uscito nel 2013

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giocato fino al vomito fino a due settimane fa.

      La differenza sostanziale è che Warframe ha zero atmosfera, tre scenari tre, tre nemici tre, i warframe nonostante siano una valanga offrono l'unica soluzione efficace con il Rhino pompato al massimo, le meccaniche fisiche e di script di nemici ed elementi di scenario sono piuttosto lacunose e il tutto è 50% bug e 50% gioco.

      Oltretutto, per essere uno shooter in terza, il fatto che le armi da fuoco siano terribilmente scomode per via della natura degli scontri al fulmicotone e che sia preferibile giocarlo (quasi) tutto in mischia come un Dinasty Warriors l'ho trovato abbastanza inappagante.

      Destiny è ben lungi dall'essere perfetto eh, però sticazzi; si vede la differenza da un free to play ad una produzione ad altissimissimo budget.
      Tanto per dire, Destiny è fuori da due settimane e non ha mezzo bug mezzo, se non proprio poca roba sporadica, e i server tengono botta in una maniera rara, che per un gioco fresco di lancio è notevole!

      Elimina
  7. ALLA CARICA, DOC!

    Ti aggiungo subito! Io ho già un party saltuario di altri 2-3 amici, ma ci si prepara per il team da 6 della Volta di Vetro!

    RispondiElimina
  8. Io pago il fatto di preferire, agli sparatutto, gli strategici. Datemi uno Starcraft o un Warcraft senza World e mi farete contento. Datemi anche Diablo e avrete un sonoro orgasmo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem, gli FPS non riesco proprio a farmeli piacere.
      L'unico in prima persona in cui si spara che apprezzo moltissimo è Metroid Prime 3, che come si sa non è un FPS.
      Nota particolare è che nonostante adori Starcraft sono un pippone astrale, il massimo che ho fatto è stato militare (per poco) in lega oro.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. XCOM domina , il più ironman possibile ( io salvo SOLO in mappa, ma lì tengo salvataggi multipli perchè basta un pulsante sbagliato e ti fotti la campagna ) . Quante bestemmie mi ha fatto profferire quel gioco , tremavano i muri come neanche i thu'um di Skyrim. Momenti topici? Apri la porta di una cabina ENEL e saltano fuori 12 (!!) thin men, Demolisci un muro e compiaiono 8 (!!) mutons. Spari con 5 uomini ad 1 m di distanza all' Olodisco , e lo manchi sempre.
      Durante la difesa della base , un missile al plasma ha distrugge una intera ondata di robot.
      Quanto amo quel gioco . Ogni errore, un morto, una imprecazione, una mezza lacrima.Ogni nemico abbattuto, un sospiro di solievo, una imprecazione tra i denti, e nuovi calcoli di posizione per non esporsi al fuoco.

      Elimina
    4. XCom, che figata astrale

      Elimina
  9. Ciao, ti ho aggiunto agli amici, se accetti di giocare anche con pipponi come me... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sure! In confronto ai giovani mostri cresciuti a pane e CoD, siamo tutti dei pipponi, vai brooklyn :)

      Elimina
  10. Un ottimo sparatutto con la trama scritta da un bambino di 4 anni, insomma Halo. Fold.

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. NOOOOOOOOOOOO e io che lo sognavo per PC.... mi rifarò con BF Hardline allora!

      Elimina
    2. si parla di febbraio per il pc.....spero

      Elimina
  12. Feroce in game contro gli alieni puzzoni, elegante nella propria misse, operativissimo e ben felice di far parte di una squadra antroatomica, se volete potete aggiungermi:

    ILTeBaNo.

    Doc., stasera appena torno, ti aggiungo ;-)

    RispondiElimina
  13. scusate ma se non ho la console connessa mi è precluso giocare ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, inoltre subirai come tutti continue disconnessioni (in realtà molto meno frequenti negli ultimi giorni...)

      Elimina
    2. A me l'ha fatto solo un paio di volte, ma è bastato per tirar fuori frasi da scomunica. Comunque sì, per rispondere a Christian, è necessaria la connessione online.

      Elimina
    3. peccato....non ho una connessione internet decente a casa
      viaggio in 2g con chiavetta tim XD ... se per grazia divina riesco a restare connesso l'azione a schermo è in differita di ore

      Elimina
  14. Non riuscirò mai a giocare ad un FPS con il pad, è più forte di me...

    RispondiElimina
  15. A me nei giochi piace ci sia una storia, un background (tipo bioshock)
    se è uno spara-spara e basta non ce la faccio a giocarlo

    RispondiElimina
  16. non è gioco per me e mi ha stupito che i media ne abbiano fatto cos' tanto parlare, alla fine mi pare di capire che è un cod nello spazio.

    @doc: non so se hai già detto ma parlerai di gotham?

    RispondiElimina
  17. Doc, ma dopo questa recensione in cui sbandieri senza pudore il tuo nick di psn, quanti mille mila milioni di persone ti aggiungeranno? (me compreso, ovviamente :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, a giudicare dalle robe che mi arrivano, è molto più pericoloso pubblicare il proprio indirizzo email... :)

      Elimina
  18. io aggiungo che destiny sopratutto nextgen non ha un minimo di motion sickness neanche se lo preghi,questo fa la differenza.

    RispondiElimina
  19. Borderland eSkyrim tutta la vita...offline.☺

    RispondiElimina
  20. Comprerei la Pleistascionquattro solo per poter ingaggiare il famoso A(ntro)-Team e sparare migliaia di munizioni senza che nessuno muoia...

    RispondiElimina
  21. Benvenuto nel mondo della droga, io sono stato letteralmente risucchiato da questo gioco

    RispondiElimina
  22. Dottore, qual'è il suo nickname su PSN?
    Magari ci si fa un crogiolo in compagnia con gli altri diversamente skillati di TFP :)

    RispondiElimina
  23. Ti aggiungo stasera e appena possibile si sparacchia assieme!

    RispondiElimina
  24. In quanto allergico ai MMO e al grinding, purtroppo devo lasciar perdere Destiny. Speravo in un versante storia più corposo, ma le due correnti di pensiero ("Ce n'è pochissima!" e "Aspetta i DLC"!) non mi fanno ben sperare. :(

    RispondiElimina
  25. Preso dal primo giorno su ps3, mi piace abbastanza, anche se farmi sodomizzare nel crogiolo proprio non mi gusta, infatti lo evito come la peste. Ma antristi su ps3 ce ne sono?

    RispondiElimina
  26. Premetto che ci ho giocato da un amico per mancanza di console.
    Ma non mi ha fatto impazzire: sembra qualcosa di già vitsto (almeno per il mio punto di vista)...

    RispondiElimina
  27. una curiosità, credo ovvia, ma i "mondi" delle varie console immagino siano completamente separati, nel senso ps4 e xone non hanno unico server così come 360 e ps3 giusto?
    ma ps3 e ps4 ad esempio?
    tanto il gioco, grafica a parte, è uguale...

    RispondiElimina
  28. Sinceramente non mi attira troppo da quanto giocato (a scrocco): potrà pure essere bello, ma non ha nulla che lo faccia spiccare troppo rispetto alla giungla di FPS che già si trovano in giro, a parere mio...

    RispondiElimina
  29. appena staccato dopo un bell'assalto, concordo in pieno con la recensione

    tanti difetti (ripetitivit° in primis) ma cavolo quando ti ritrovi in mezzo alla mischia con un paio di amici casinari il divertimento è assicurato


    spero che col tempo migliorino alcuni aspetti

    RispondiElimina
  30. Titan lvl 25 risponde all'appello! Portiamo l'Antro nella Galassia!!!

    RispondiElimina
  31. Eh qua sfrutto Destiny come trampolino per il mio primo commento sull'Antro :D

    Io nonostante la ripetitività delle missioni, devo ancora riuscire ad annoiarmi. Il che è una cosa fantastica, visto che questi feels di godimento e dipendenza ultimamente me li ha dati solo Darks Souls 2 :D
    Sono preso malissimo anche dal pvp del crogiolo, che anche se brutalmente squilibrato, da le sue soddisfazioni (dopo aver finalmente preso la mia prima arma leggendaria capisco come mai molti guardiani burloni siano così propensi a farti il c00lo senza problemi).

    L'unica nota dolente per me è il matchmaking cooperativo. Essendo l'unico console-dotato tra gli amici, mi ritrovo praticamente solo con Destiny, ergo, le missioni più difficili, tipo gli assalti settimanali e robe varie speravo che avessero un pò tutte un matchmaking "facoltativo", ma vabbeneh così dai.

    In poche parole? Destiny non sarà di certo un capolavoro, però è dannatamente divertente per me.

    BTW su ps4 sono MetalAlchemist93 :)

    RispondiElimina
  32. La sera dopo che la family va a nanna vado alla'assalto dei caduti, peccato non poter far parte del famoso Antro Team dato che ci gioco su 360.

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Destiny non è un FPS in senso stretto. Ok, si spara a tutto ciò che si muove, ma l'anima è quella di un MMO, specie per quel che riguarda l'accumulo di punti per le varie "gilde" (chiamiamole così anche se sarebbe fuorviante) e per la ricerca dell'equip migliore. Premesso questo, e considerato che un MMO ha una vita media ben più lunga di un gioco "normale", non capisco le critiche mosse alla "poca varietà" delle missioni..del resto nessuno in un gioco di calcio si lamenta che "si deve sempre fare gol per vincere" o in un gioco di guida che "si deve arrivare primi al traguardo". Personalmente ritengo Destiny come un punto di riferimento per il gioco cooperativo online, per certi versi superiore a quel capolavoro che risponde al nome di Borderlands (1 & 2). E se qualcuno dice che in Borderlands ci sono un "gozziliardo di armi" (cit,)e qui no, dico; vero, ma qui ottenere un Leggendario dà quel senso di soddisfazione quasi etereo..a patto che uno non abbia un fondoschiena tanto gigante da droppare alla prima run, ma vabbè, va sempre potenziata poi l'arma xD.
    Ci si becca online allora (indovinate un pò il nick PSN? xD). IO il Clan già lo ho, ma se si fa l'AntroClan non ci sono scuse, non lo avrò più e sarò pronto per il reclutamento \m/

    RispondiElimina
  35. Borderlands, che bello. Dialoghi divertenti, personaggi folli, missioni assurde, divertente in single player ma non male nemmeno in cooperativa (testato solo il 2 in questa modalità): con il gioco coop sono riuscito a superare una missione in particolare che da single player mi aveva assolutamente bloccato.
    Borderlands veramente per me è stato il top.
    Destiny, per un quasi neofita del multiplay come me, in certi casi (il dannato crogiolo) può essere davvero frustrante. Ho trovato dei consigli per sopravvivere, vedremo se sarò in grado di metterli in pratica.
    Per chi fosse interessato:
    http://multiplayer.it/articoli/137467-destiny-10-consigli-per-svettare-nel-crogiolo.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ha scritto Stefano, è sicuramente un crogiolo di caz*ate!!!1!
      (per Stefano = :*)

      Elimina
  36. I veri problemi vanno ricercati in quanto uno riesce a sopportare la ripetitività associata al grinding lentissimo e frenato del gioco. Perchè si raggiunge molto velocemente il level cap ed a quel punto il gioco è si diverso come dice Bungie.... è una lotta contro un muro che si sposta di poco alla volta. Per durare 10 anni, la base non esiste praticamente.

    RispondiElimina
  37. Era da tanto che volevo chiedere se l'Antro si riunisce anche online (PS4), il mio parco al momento è molto ridotto: GTAV ed Evolve ma se qualche antrista volesse unirsi per sessioni esplorative: easter eggs, glitch etc in quel di Los Santos il mio id é: Maugiozzu.
    Sarei ben lieto di fare qualche partita insieme agli maici dell'Antro :)

    P.S. io gioco per "gustarmi il gioco" (giocatore pippa)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails