mercoledì 20 novembre 2013

102

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (stagione IV, parte II): novembre 1992

Giocattoli belli, giocattoli brutti, grandi momenti di ringere per veri videogiochisti, inviti ad entrare nel mondo della droga direttamente dalla porta principaLOL e tanto, tanto altro andando a ravanare tra le pubblicità di due numeri di Topolino di 21 anni fa (Topolino 1930 e 1931, 22 e 29 novembre 1992, lire 2300), fischiettando Addams Groove di MC Hammer coi pantaloni bracaloni [...]

Erano, quelli, gli anni in cui Sega spaccava in tutta Europa, e Topolino era zeppo di pubblicità delle sue console. A te, che ti commuovi ogni volta che vedi il logo blu metallo del Mega Drive, basta poco per gettarti nella mariomerolitudine. Il Game Gear zucapile no, ché l'hai comprato solo cinque anni fa per collezione e si vede uno schifo.
Anche se poi, vabbè, "il numero 1 degli anni 90" aspetta un attimo, ché è ancora il '92.
Per fratelli minori e rEgazzini più piccoli in generale c'era sempre il vecchio Sega Master System, anche se il modello II era molto più brutto dell'originale. Il testimonial Walterone Zenga, in quella foto lì, sembrava stesse toccando una roba velenosa.
Senza dimenticare il concorsone della spilletta di Sonic con gli occhi sparaflashanti, talmente semplice che per spiegarlo c'hanno dovuto tappezzare di testo tutta la faccia al porcospino blu.
Ma se Giochi Preziosi aveva le sue console Sega, Gig rispondeva spacciando nei negozi di giocattoli il Super Nintendo, sbarcato in Europa da una manciata di mesi. Erano anni meravigliosi, e se lo ripeteva anche il giovane videogiochista smanettone, mentre era in fila davanti a una clinica clandestina per vendersi ENTRAMBI i reni.
I 5 Samurai, col sirenetto Hariel, le loro "mosse mitiche" zozze e, in regalo, "l'anello dai magici poteri per il bambino". Bambino ci chiami tua sorella, rispondeva il giovane potenziale acquirente/lettore, risentito. 
Peraltro, a differenza dei cuginetti mamozi dei Cavalieri dello Zodiaco, questi pupazzini dei 5 Samurai erano fatti abbastanza bene. Cioè, a parte il 72 di piedi.
Si avvicinava il Natale, e il concorsone Amico Giò, il cugino della Dottoressa Giò, ti faceva vincere una Mazda Miata per il papà, una Mazda 121 Cabrio per la mamma, 3 milioni di buoni acquisto in giocattoli, due mignot*e e una bottiglia di Dom Pérignon del '71.
Cicciobello, una storia d'amore tra la mamma e il suo piccolo, il bambolotto preferito dalle bambine, piange se gli levi il ciuccio, eccetera. Ma dopo trent'anni, non sarà il caso di cambiargli quelle calzette catananne di lana a 'sto povero criaturo?
Erano, quelli, gli anni di eroi uattà su Italia 7 e Odeon, di Mega Drive e Super Nintendi, e le semplici macchinine arrancavano. Per renderle appetibili a un pubblico di giovani amanti dell'iperbole fantascienza viulenta, dovevano diventare uattàtamarre anch'esse. E allora le Micro Machines sfornavano il BESTIONE MANGIAMACCHINE, che prima le mangia e poi le sputa, che schifo, dove andremo a finire signora mia.
Oppure la pista California, con "doppia spirale fluorescente" e Micro Machines "a trazione ultramagnetica". Che sembra un metodo anticoncezionale del futuro ma no, son sempre macchinine.
Idem per gli ubiqui radiocomandi Gig Nikko, come SUPERTURBINE, con "DOPPIA TRIVELLA ANTERIORE" per farlo sembrare uno di quegli accrocchi di I-Zenborg. Ma in questo tripudio di doppi motori e tamarrate oscene, non si correva forse il rischio di spingere inesorabilmente i giovani rEgazzini verso il baratro dello smarmittamento feroce? Di trasformarli in guidatori zarroaggressivi frustrati e pericolosissimi del domani, alla guida un giorno di una familiare truccata, per saturare di CO2 il centro cittadino una sgasata dopo l'altra? Cioè, c'era qualcuno che pensava almeno un po' all'ambiente?
 Ciao.
Non aiutava peraltro il fatto che il messaggio ecologista venisse incarnato da Capitan Planet, uno degli eroi dei cartoni più stupidi e brutti che si fossero mai visti.
Detto della bambina che crea i suoi profumi con Profumio, miscelando sostanze chimiche circondata da tanti cuori da farci venire il diabete in un attimo, 
eccoci alle prese con una nostra vecchia conoscenza. Il robot parlante 2-XL, quello che raccontava le barzellette terrificanti con una posa - mani sui fianchi - da grandissimo precisino della fungia a cassette. Nella foto, ascoltata per l'ennesima volta l'agghiacciante barzelletta sui robot, il rEgazzino con la maglia blu sta per rifilargli una papagna fortissima per spegnerlo, prima di correre a piangere nella stanzetta perché i suoi, al posto del Mega Drive, gli hanno comprato 'sta meenchiata.
Le papagne, peraltro, le rischiò in una sera di quel tardo 1992 anche un tuo amico, dopo aver cercato di trasformare la sacra serata del Risiko in una partita a questa roba con gli spaghetti.
All'epoca non riuscivi a capire che appeal potessero avere dei mezzi da lavoro radiocomandati. Cioè, che gusto c'era a guardar muovere escavatrici e betoniere. Ma questa linea andava fortissimo, pare, tra i papà ultraquarantenni e protocinquantenni.
Ventuno anni più tardi...
Lacrime napulitante per le deliranti rubriche di Francesco Salvi/Perry Naso. Dopo devi troppo sentirti "Maionese", che son più o meno vent'anni pure lì.
Vola ad Eurodisney con il Calimero sotto l'effetto di sostanze psicotrope!
Debuttava proprio in quei giorni su ItaGlia 1 il telefilm di limonare e drogarsi Beverly Hills 90210, per tutti Beverly Hills, per il redattore del Topo Beverly Hills Casella Postale 90210. Titolo della prima puntata: Se non risponde nessuno all'interno, suonate al portiere. In basso leggiamo invece l'indirizzo per scrivere a Schwarzenegger, con una foto che sembra proprio presa dal set di un certo film, già protagonista indiscusso virtualol per mesi e mesi della rubrica le 20 cose che forse non sapevate su...
Sul numero 1931 c'è una rubrica intitolata "Regalissimi di Natale", una lunga vetrina di consigli per gli acquisti... con una suggestiva peculiarità. Tipo che nella prima pagina si parla del Batman per Atari Lynx, e accanto c'è proprio la pubblicità di Batman per Atari Lynx. Fate finta di non aver letto quella roba nella palla rosa sui drogati di Recanati e andiamo avanti.
Giri pagina e c'è la Bugatti BBurago, con la pubblicità della Bugatti BBurago.
Idem per il Canta Tu (occhio alla tizia a destra, che fa finta di cantare a denti stretti),
 per il Super Nintendo,
 per il Nintendo 8-bit,
 e per il Game Boy.
 Con un'altra pubblicità del Nintendone a uffo, ché c'era l'offerta.
E avanti così per una ventina di pagine. Un'infilata di marchette che manco in un lupanare di epoca romana. Detto questo, non ricordi se l'hai mai scritto o meno, ma il personaggetto dei pennarelli Carioca, Carioca Jo, e quel logo scamuffo della Universal sono sempre stati per te potenti motori di imbruschettamento oculare. Vai a capire il perché.
Overlord dei Transformers: tripla trasformazione, base, jet e carro armato, con micropiloti, eccetera eccetera. E il fuciletto fucsia. Fail.
E il "wrestling kid", sentendosi sfottuto, colpì il fotografo con una running powerbomb di Animal.
Luciana, la bambola amica orribile, e Karnak, il gioco da tavolo che era un'interpretazione dell'oroscopo basata sulle tradizioni e sui misteri dell'antica cultura egizia (zzzzt...), e che con un tocco del mignolo era in grado di spaccarti in due il tavolino in un modo proprio inumano.
Gino e Gina, i simpaticissimi adesivi stirazzi dei formaggini, con la triste storia di Gino il Terzino.
Passettina, la bambola che va a gattoni e muove i suoi primi passi, mentre la padroncina le fa segno con l'indice di venire fuori così le spezza le gambe.
Altro concorsone, questa volta della Giocheria. Il genio della lampada se la ride, ché la lampada è ghiacciata e col piffero che la strofini.
Zefiro, il cavallo delle stelle, che se lo vede Andromeda pianta un casino per avervelo pure lui, ecco. "Si illumina e si muove come per magia", dove "per magia" = con quella pompetta di pernascò.
 Voi, Novi. Solo voi. Da trent'anni con questa caz*o di storia. Ebbasta, eghe.
Vi starete chiedendo a questo punto come mai non siano saltate già fuori delle pubblicità dell'Algida Stronza, nel loro fucsia molesto. E in effetti, incredibile dictu, in questi due numeri non ce ne stanno. In compenso, nella sezione home video si parla di questa videocassetta: Balla con Barbie. Per imparare l'aerobica assieme a Barbie pastore pugliese del Seicento appena uscito da un trullo. 

TUTTE LE ALTRE PUBBLICITÀ FUORVIANTI DI TOPOLINO
 

102 commenti:

  1. Ah, i primi anni 90, che periodo d'oro per il videogiochista di allora.
    E poi erano anche gli anni del Neo Geo, per quei pochi figli di ultramiliardari che potevano permetterselo. A proposito, Doc, ma un post sulla bestia nera SNK non ce lo regali? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nera come i calzini... ;)
      http://docmanhattan.blogspot.it/2010/01/retrogaming-mon-amour-1-il-neo-geo.html

      Elimina
    2. Era il soprannome che gli diedero su Consolemania :D
      (il post me l'ero perso, vado a cospargermi il capo di cenere per far compagnia alla forfora)

      Elimina
  2. I 5 samurai erano una figata, peccato solo per gli elmi con la maschera (nel cartone erano a volto scoperto e io ero un pdf e mi giravano troppo se non erano uguali), ma soprattutto per le cinture di gomma che ti duravano un niente e puntualmente si tagliavano e ciao pep (almeno, a me succedeva, soprattutto se le montavi/smontavi un po' di volte).
    Assolutamente meglio dei Cavalieri dello Zodiaco, comunque.

    RispondiElimina
  3. Zefiro, il cavallo con ti finimenti rosa di Barbie, quando ero piccola, l'avrei fortemente voluto ma nessuno me l'ha mai comprato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per via del "prezzo amico"... :D

      Elimina
    2. Quel cavallo ha reso la mia infanzia magnifica...purtroppo poi quando sono cresciuta mia madre ha avuto la magnifica idea di gettarlo via. Ma io dopo tanti anni sono riuscita a trovaralo e ricomprarlo da un negozio vintage anche se ho 25 anni suonati :-D

      Elimina
  4. Dal miscelare essenze con Profumio a diventare signore della metanfetamina ci voleva un attimo, ci volevaci

    RispondiElimina
  5. Ma perché la rubrica di Perry Naso è scritta in bimbominkiese? ARGH! C'erano già i segnali dell'apocalisse!

    Non so cosa sia più satanico, il cavallo a pompetta o lo sguardo della bambina che cerca di farlo muovere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi sembra strano che nella rubrica le doppie esse non siano scritte con la ics e pochi non sia scritto poki

      Elimina
  6. Aragon...piango tantissimo a ripensarci. Chissà che fine avrà fatto il mio modellino :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso vale per me :( Ma ti ricordi tipo il portaspade sulla schiena in cui infilavi le spade a raggiera, che puntualmente andavano a perdersi da qualche parte?

      Elimina
  7. Doc, ma in mezzo alle centinaia di pubblicità scannerizzate, ti è mai passata per le mani quella in cui dei formaggini o dei dadi per il brodo regalavano le squadre di calcio tipo subbuteo ma piatte? praticamente erano stampate su plastica verde di spessore 2/3 mm, avevano 11 giocatori e 11 basette piatte anch'esse e gli adesivi delle maglie da attaccare fronte/retro.
    Ho cercato come un dannato su google ma niente....anche perchè non mi ricordo con quale prodotto erano in omaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho come un vaghissimo ricordo ora che me ne hai parlato, ma no, mai capitata finora una pubblicità simile...

      Elimina
    2. Fabio (a meno che tu non sia "Ludikamente") su questo forum (http://oldsubbuteo.forumfree.it/?t=63523726) mi pare che ne parlino, e che ci sia qualche certezza in più: pare che fossero in regalo con i formaggini, Mio o Milione (Invernizzi), più probabile il "Mio"

      Elimina
    3. Ma grazieeeee!!!!! sono loro di brutto. Lacrime come se piovesse. Metto subito il link alla foto: http://s285.photobucket.com/user/darkcity66/media/P1060656_zpsf0d535fe.jpg.html

      Elimina
    4. You welcome. Me li ero immaginati diversi, tipo un cerchio (piatto), con adesivo tondo da appiccicare :-)
      Alla fine il formaggio era il Milione...

      Elimina
  8. Confermo che il profumio era davvero chimico al massimo: se ne rovesciò un pò su di un quaderno che mi rimase macchiato per tutto l'anno scolastico

    RispondiElimina
  9. Mitico il Sega Mega Drive... il mio regalo della Comunione

    RispondiElimina
  10. Ho raggiunto il massimo di lacrime napulitante con la pista California delle Micro Machines e il Superturbine...e si, sono diventato un cazzo di tamarro...

    RispondiElimina
  11. Ohoh, leggo solo ora i nomi della squadra dell'eroe ecologista Capitan Planet: Lady Velenia, Rody Rogna, Capitan Flagello...
    Con quei nomi lì è un mistero del perché la linea non abbia avuto successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente quelli erano i nomi dei cattivi. A me Capitan Planet non mi esaltava ma nemmeno mi faceva poi così orrore. Non mi piaceva il fatto che in ogni puntata lui apparisse pochissimo mentre il grosso del lavoro dovevano farlo i marmocchi con gli anelli.

      Elimina
    2. Capitan Flagello era iscritto all'Opus Dei.

      Elimina
    3. Doc!
      Devi assolutamente procurarti il pupazzetto di uno dei cattivi!
      Hai idea di cosa potrebbe venir fuori nel Twisted Theater con uno che si chiama RODY ROGNA???
      :-D

      Elimina
    4. Con uno che si chiama "Rody Rogna" non saprei ma con uno che si chiama "Robbie Rancido" qualcuno ha fatto saltar fuori un lavoro che levati...
      http://it.wikipedia.org/wiki/Lazy_Town
      Mi è capitato di vedere un documentario sulla storia di Scheving e della ideazione, creazione e gestione di "Lazy Town" che non nascondo avermi affasicnato.

      Elimina
    5. Oddio Captain Planet, l'avevo rimosso, terribile davvero. A rivedere i giocattoli però mi sono ricordato che avevo quello con la camicia hawaiana.

      Elimina
  12. SUPERTURBINE!!! La macchina di Quaresma!!!

    RispondiElimina
  13. Certo che Dylan in quella foto sembra proprio in piena crisi d' astinenza. :-p
    Bellissime le pubblicità della Sega, ma io il Megadrive e le altre Console manco le consideravo ero in piena fase Amiga ( sebbene di lì a poco avrebbe tirato le cuoia.)

    RispondiElimina
  14. Bella Doc... qui ero già oltre il livello di guardia (avevo 20 anni) e quindi serbo poca memoria di questi giochi e giocattoli....ma Nintendo e Sega, beh...e soprattutto la mazda MX5 Miata...da poco arrivata in Italia e sogno impossibile del sottoscritto (a quei tempi) che ne vedeva una rossa, uscire sgommando da un garage, giusto accanto la solita fermata del solito autobus...ogni maledetta mattina!!!!
    Ma c'è un lieto fine!!! oggi sono già alla seconda...grazie per questo bel ricordo
    Detto ciò, si sono mai accorti he le "mosse mitiche" dei 5 samurai sembrano momenti di "ammoredeimaschi" presi dal video di "Relax" dei Frankie Goes To Hollywood???. ...buona giornata a tutti!!!!

    RispondiElimina
  15. nn mi fa condividere questo fantastico post su facebook!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Really? Non ti funziona il tastino? Vai sulla pagina FB dell'Antro e prova a condividere da lì.

      Elimina
  16. ok, il fucile fucsia non si può guardare... ma il resto di overlord mi pare una discreta gallata...

    RispondiElimina
  17. Bellissimo il riferimento a Karnak l'inumano! Doc, ma un post dedicato al MegaSalvi Show no? (La Befana a Recanati la si passa da stonati!)

    RispondiElimina
  18. Allora è tutta colpa di Salvi, il proliferare, nell'era informatica, di tutti quei "per" a ics e articoli indeterminativi numerizzati! Il maledetto!

    A Passettina, a giudicare dalla foto nel riquadro, le gambe gliele hanno spezzate sul serio.

    A Zefiro invece, la "magia" sembra più un clistere posizionato male.

    E usare la rigida algida come insegnante di aerobica, data la sua scioltezza nei movimenti pari solo a quella di Turati/Villaggio in Grandi magazzini, non mi pare una gran furbata.

    RispondiElimina
  19. La prima volta che sentii SEEEEGAAAAA!!! All'avvio di Sonic. Ahhhhh, che ricordi!
    I 5 samurai io li adoravo. Sul cellulare ho il video di quando per la prima volta Ryo si infila l'armatura bianca spaccaculi per picchiare Arago sugli zebedei. Aspetto solo che mio figlio inizi a comprendere le fondamenta di giustizia, saggezza, fiducia, determinazione e sensibilità per farci una run pesa di tutta la serie.

    RispondiElimina
  20. I 5 Samurai...mioddio, quanti ricordi! E' stato il primo cartone che ho visto, mi piaceva un botto e tutt'ora ne sono follemente innamorato. A quando qualcosa su di loro Doc? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho provato, mesi fa, con la prima puntata, ma ne veniva fuori una roba troppo pallosa. No battute di ridere. Magari più in là ci riprovo.

      Elimina
    2. I 5 samurai nacquero dal successi dei Saint seiya..la Toei c'ha provato. C'è da dire che io preferì di gran lunga loro ai SS.
      Diciamo che a gradimento la prima serie dei SS è alla parì con i 5 samurai

      Elimina
    3. Per una "prima puntata" di ridere, con il dovuto rispetto, suggerisco ATLAS UFO ROBOT nella traduzione originale ( dove originale = fatta in casa dalla RAI e ci se ne frega del Japponese )

      Elimina
  21. "Mamma mia" (PLS da leggere alla mario) che tuffo nei ricordi, ho ancora il pallone firmato da Zenga che davano con il Master Sistem. Doc una domanda hai notato come le pubblicità sega avessero proprio un look anni 90 con quei coloroni saturi saturi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacevano molto proprio per quello: erano un frappo avanti.

      Elimina
  22. Notare, nel Batman Returns Lynx,CHI E' l'arcinemico dell'uomo pipistrello. Il Joker? Fuochino... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh gia', dice "Il Jolly". Ma allora non e' Batman, ma Batroberto!

      Elimina
    2. Magari era un gioco crossover con BatRoberto...

      Elimina
  23. ...mosse mitiche... Come quelle di Marisa Laurito....
    Piccolo aneddoto sui pupazzini dei cavalieri dello zodiaco. 1992 con le mie sudatissime 39000 mila lire o su di li (non ricordo il prezzo esatto) vado nelle famose cartolibrerie di quei tempi che vendevano anche giocattoli e con passo sicuro e il cosmo a mille entro e rivolgendomi all'attempato signore chiedo: buongiorno avete i cavalieri dello zodiaco? Lui mi guarda in silenzio poi si rivolge alla moglie e grida, Maria abbiamo " i cavallini dello zodiaco?" Risposta " no abbiamo solo i Mini Pony"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco a smettere di ridere :-):-):-):-):-):-):-):-):-)

      Elimina
  24. qui ci sarebbe da commentare tutto almeno 2 volte... cmq: anche io solo a vedere la scritta mega drive mi sciolgo e mi emoziono, le pubblicità del mastersistem erano non solo con zenga ma anche con MANCINI, le spille di sonic erano fighissime e rarissime. facci caso perry naso era una roba talmente avamnti che sarebbe apprezzabile pure ora, capitan planet ai tempi per me era un babbo di M...A e... e niente doc, bellissimo momento di lacrime napuletane.

    RispondiElimina
  25. ma qualcuno sa come mai non fanno più le micro machines?? cioè tipo qualche mese fa ad un mercatino ne ho prese una cinquatina a 7 euro (militari ovviamente)

    RispondiElimina
  26. A proposito di Capitan Planet, non posso non segnalare questo...

    http://www.youtube.com/watch?v=TwJaELXadKo

    RispondiElimina
  27. durante l'unico episodio che abbia mai visto di Capitan Planet,
    il vostro eroe si trovava in difficolta e per accumulare enegie, inviò un messaggio telepatico a tutto il mondo chiedendo di spegnere gli apparecchi elettrici... spegnere gli apparecchi elettrici... spegnere gli apparecchi elettrici... come finì?
    non lo sò... spegnemmo il televisore! true story....

    RispondiElimina
  28. Almeno 4 trasformatori fusi per giocare sul Game Gear..che è ancora in cantina dai miei; il Mega Drive invece l'ho venduto anni fa.
    In cantina invece c'è uno scatolone con dentro Ryo, ben DUE Pegasus (eh si, il raccomandato) prima e seconda armatura, ma anche il Winspector Rosso!! Doc a quando un post su di loro e le altre serie live action di eroi in armatura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è in cantiere di una vita. Entro il ventordici di quaglio arriva, promesso. ;)

      Elimina
    2. OSSANTOCIE'LO!!! E' stata pronunciata (scritta) la parola Winspector? Un immenso sciame di ricordi mi causa un dolore tremendo alla testa, come quando mi vengono le idee...
      Condivido in pieno le colate laviche di lacrime napulitane per il Mega Drive, anche perchè per quanto mi riguarda Sonic rimane ancora il personaggio videoludico più figo che abbia mai visto...

      Elimina
    3. @Doc: ok me lo segno sul mio calendario maya personale!

      @TheKaz: già i Winspector..io avevo quello rosso, un mio amico quello giallo e quello verde e pure la macchina trasformabile del tizio rosso (Ryu? Ryoma? Ciccio? Boh) Altro che la Mach Patrol o l'auto dell'uomo tigre.. ;)


      No, dai scherzo, Mach Patrol tutta la vita!!! :D

      Elimina
    4. La Mach Patrol non si tocca XD

      Elimina
    5. Non bestemmiamo per favore.
      Ho ancora la bava che cola sui postalmarket dei primi anni 80 sulle foto della suddetta e del daitaN

      Elimina
  29. Prezzo amico per il cavallo Alan Sorrenti 69.000 lire?!?
    Stica... °_°

    RispondiElimina
  30. SOLO il fucsia della Barbie è molesto?!
    Non mi sembra che negli altri post della rubrica ci sia (o almeno non ci ho fatto caso), ma in tutto questo post mi è stato scaraventato grandi quantità di rosso, di giallo (stemperati con del blu) soprattutto a inizio pagina, tipi che escono dalle fottute pagine (vedi la Pista California e Capitan America)...

    RispondiElimina
  31. Ma non si possono fare post così!
    Che poi uno passa la mattina a canticchiare in laboratorio: "Sono i cinque samuuraaaaiiiiiii!", con i colleghi che lo guardano anche più strano del solito.
    Si aggiunga che uno si ingrifa coi meraviglevoli pupazzoni dei 5 samurai e quando va a vedere sulla baia trova cose ancora più lovogliosubito ma a prezzi da smartphone, che non sono cose, come direbbe qualcuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La linea Samurai Troopers Armor Plus sembra flippotrippissima. Molto bello, in particolare, Ryo.
      http://i903.photobucket.com/albums/ac236/ultramanjason1/20121122_syu.jpg
      Ma, appunto, son 160+ carte l'uno...

      Elimina
    2. Esattamente quello su cui stavo sbavando!

      Elimina
    3. Il problema dei samurai è che non valgono assolutamente i myth o ancora meno i myth ex, ma costano quelle cifre allucinanti perchè sono usciti solo come esclusive del web store giapponese bandai.
      Purtroppo la primissima uscita che era stata "normale" di ryo armor plus non ha venduto una mazza e sia il recolor metallizato che tutti gli altri samurai e armatura bianca sono usciti solo in questo formato infame (e carissimo)

      Io li ho presi tutti all'uscita preordinando con larghissimo anticipo pagandoli quanto costavano (una 70ina circa) che già era un prezzo fuori dal mondo, a queste cifre li sconsiglio vivamente.

      Le armature sono anche fighe ma i volti proprio non ci stanno a parte due o tre espressioni massimo su tutti e 6 i samurai usciti ( 5+ ryo armatura bianca), ognuno con circa tre volti...su 18 circa ne salvo due per capirsi :D

      PS
      I recolor hanno gli stessi volti per cui non contano :D

      Elimina
    4. Comprai ai tempi il primo Ryo a 50 euro tramite la baia. Per gli altri ho rotto le balle a Wargarv ma alla fine non gli ho presi, vediamo se becco qualche affare.

      Elimina
  32. Io ho un Kratos dei 5 Samurai Gig nuovo di pacca mai aperto .
    Interessa a qualcuno ?
    Mi piaceva il Megadrive, ma il Super Nes era cento volte meglio e infatti comprai quello al' epoca ( la versione USA però) e un anno prima che arrivò in Italia.
    Già, perché in quei tempi preistorici, Sega e Nintendo facevano uscire la loro console prima in Jap, poi dopo un anno in USA, e dopo un altro anno in Europa.
    Veramente dei geni del marketing , guarda.

    RispondiElimina
  33. Karnak, e il modo proprio inumano: LOLLE

    RispondiElimina
  34. Allora non è solo il mio di game gear a vedersi male! E per la cronaca la mega escavatrice della foto in alto ho avuto la sfortuna di averla...ci avrò giocato un paio di volte sul mucchio di sabbia in giardino. Ora vado che ci sono lavori in corso nella mia via e non posso mancare.

    RispondiElimina
  35. Confermo che il miglior cioccolato è quello Svizzero :D

    RispondiElimina
  36. ma naSale '92 (quindi quasi '93) e ancora vendevano il NES?

    ma allora non era solo "roberto con l'asma" che ti inculava vendendoti i NES tarocchi made in cina coi giochi prememorizzati! Ho visto di quelle televendite fino a metà anni 2000! immagino il nonno che voleva far contento il nipote ed invece...

    RispondiElimina
  37. Overlord imbraccia il fuciletto fucsia perchè come recita la scritta:
    Overlord
    Il Gigante
    Trans
    e poi ci sarebbe formers! :)

    RispondiElimina
  38. Il 92...dieci anni e tanta bava lasciata sulle pubblicità del Mega drive (che era troppo caro appena uscito, tant'è che i miei li regalarono un ormai obsoleto c64) per poi ricevere il game gear a santa Lucia..alimentatori e pile consumati come noccioline. Però non mi sembra si vedesse così male. I 5 samurai cartone stupendo, alla vestizione pelle d'oca..


    RispondiElimina
  39. Il game Gear era un accrocchio assurdo che per giocare richiedeva allineamenti precisissimi con la luce e angolazioni da tendinite. Che tempi... :D

    RispondiElimina
  40. Lacrime napulitante per Spago Spaghetti e il cavallo Zefiro!
    Anche a me, come a Robin, è capitato di distruggere le parti in gomma delle armature dei Samurai, a furia di fare "Samuraiii... Vestizione!".

    RispondiElimina
  41. A quanto pare il Game Gear, oltre a consumare troppo le pile, aveva il difetto di essere quasi illeggibile per alcune persone. I giochi non erano male, con molte conversioni e qualche esclusiva, ma in quanto a praticita' era un mezzo pacco!
    Ci ero cosi' poco affezionato che a tutt'oggi non so bene dove sia finito il mio... forse nella cuccia del cane?

    RispondiElimina
  42. Noooo Zefiro! Ho ancora il cavallo rosa confetto del Male in una scatola coperta da ventordici strati di polvere sotto un armadio nella mia vecchia cameretta a casa dei miei.
    Ci giocai tipo 3 giorni poi si ruppe il telecomandino rosa fuffissimo e lo abbandonai al suo triste destino...
    A saperlo, lo mandavo ad Andromeda, avrei fatto felice un'altra bambina... ahem, volevo dire un cavaliere assolutamente straight...

    RispondiElimina
  43. Alla faccia del biscotto, prezzo amico 69000 Lire, erano un capitale anche allora. Comunque non sono riuscito a leggere che c'era scritto nella palla rosa.

    RispondiElimina
  44. Il Gino chitarrista stà ancora lì sul mobiletto per le chiavi qua affianco a me, giuro.

    Quel "L'anello magico per il bambino"... chi ha scritto quella pubblicità? Uno psicologo infantile? Parlare di un bambino come "il bambino" mi sa di analisi psicologica, non so come mai.

    Comunque quando è uscito quel Topolino avevo appena compiuto 3 mesi, giuro.

    RispondiElimina
  45. Lo confesso, Capitan Planet in quel Natale 1992 me lo regalarono, all'età di 7 anni. E mi piacque pure molto... A mia discolpa, devo però dire che il cartone lo guardavo pochissimo!

    RispondiElimina
  46. Grande la foto dell'umarel che guarda i lavori, dovevi raccontare meglio il contesto che era molto divertente.

    PS: sono stato quasi tutto il giorno in giro e sono passato davanti al negozio dei sogni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho fatto sui socialcosi sabato sera :)
      Gran, gran bel negozio...

      Elimina
  47. Ah, le odiose micromachines! Responsabili della mia emarginazione dal giro "dei giusti" alle elementari. Tutti ce le avevano, se invece no venivi innocentemente ignorato. Anche dai bidelli.

    RispondiElimina
  48. Ricordo ancora come fosse ieri quando da piccolo chiesi per Natale il Game Boy. Tutto contento apro il pacco regalo e ci trovo dentro il GAME GEAR. Pianti a dirotto, depressione, Natale rovinato a tutta la famiglia.
    Impossibile utilizzarlo a batteria che si mangiava SEI pile in forse un paio d'ore, solo collegato al trasformatore. Ricordo però che lo schermo a colori (per l'epoca) era una gran figata paragonato a quello del game boy, unica piccola consolazione di un povero bimbo deluso da Babbo Natale. Ebbi anche un giochicchio con protagonista il Precisino della Fungia per eccellenza, Topolino, che ricordo come bellissimo/stupendo/chettelodicoafare. Inutile dire che ho il TERRORE di rivederlo e rovinare così un bel ricordo d'infanzia :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parziale discordanza con il Doc, aggiungo che Spago Spaghetti era un giocone. Solo era una bestemmia continua incastrare i "condimenti" della pizza nella plancia di gioco, in almeno il 75% dei segnalini della mia scatola si è rotto il piedino di plastica in forse un paio di mesi di uso saltuario :P

      Elimina
  49. "Overlord dei Transformers: tripla trasformazione, base, jet e carro armato, con micropiloti, eccetera eccetera. E il fuciletto fucsia. Fail."

    In realta'e'viola. Ma fail uguale... la foto e'osceMa, come tutta la pubblicita'nel complesso, rispetto le precedenti a marchio Gig.
    ^_^

    RispondiElimina
  50. io ne ho 5 pupazzi dei 5 samurai

    RispondiElimina
  51. Profumio ce l'avevo!! Ad ogni modo scopro oggi che la nemesi di Batman è "Il Jolly".

    RispondiElimina
  52. Pensare che il 2XL più pdf di sempre l'avevo, non solo, ce l'ho ancora
    Sono cose che non sono cose

    RispondiElimina
  53. Qui a casa ho Capitan Planet e Dick Disastro ancora funzionanti. Il primo parla, il secondo fa versi incomprensibili..

    RispondiElimina
  54. Qui a casa ho Capitan Planet e Dick Disastro ancora funzionanti. Il primo parla, il secondo fa versi incomprensibili..

    RispondiElimina
  55. OMG!!!! SI SI SI SI!!! Sono tornate le pubblicità fuorvianti!! YESSSSSS!!! (so che suono come una fangirl, ma, veramente, YESS!) :DDD

    Leggendo queste pubblicità non posso non constatare quanto creativi fossero i giocattoli all’epoca, molti erano piccoli capolavori di tecnica, va detto!! Per scoprirne i segreti, oggi Internet è vostro amico...

    Per dire, la spilla di Sonic: era in grado di riconoscere un segnale sonoro emesso dagli "spotS televisivi” e quindi di reagire lampeggiando gli occhi. Ovviamente solo le spille “vincenti” erano in grado di farlo…

    La macchinina GIG Nikko Superturbine non solo aveva quelle due trivelle gialle, ma addirittura dei cingoli al posta delle ruote, ognuno dotato di un motorino elettrico indipendente. Così in pratica si muoveva come un carro armato!!! Questo unito allo splendido corpo alla Mini4WD rende questo gioco assolutamente flippo-dannatamente-trippesitante!!!!

    La pubblicità del robottino 2-XL, con quella freddura sottozero sui robot (ma forse con anche l’impostazione generale della pagina), secondo me, francamente non da giustizia a questo giochino, che come si può vedere dal seguente video (in inglese) era una discreta figata!! http://www.youtube.com/watch?v=Hk7nAitZ7QA. Tra l’altro questo gioco nascerebbe addirittura nel 1978, con un design squadrato molto anni 70, color verde oliva e la faccia ridotta a un largo quadrato beige con due “occhi” rossi e LONTANISSIMAMENTE riminescente di Robby the Robot nelle rifiniture e con le storiche cartucce a 4 tracce al posto delle moderne audiocassette. Tecnicamente era un robot piuttosto avanzato:ogni cassetta era divisa in 8 tracce lette sempre simultaneamente da un’apposita testina. Premendo un pulsante dei quattro, si selezionava essenzialmente una delle 8 tracce,selezionando così una risposta tra quelle disponibili per le domande. Assieme alla risposta, un commento di 2XL sul successo o l’errore della risposta. Le tracce potevano anche esser scelte da 2XL per la prossima domanda, la risposta giusta o altre tracce. Incidendo in maniera ben organizzata le tracce, una certa “continuità” era possibile. Addirittura alcune cassette contenevano “storie a bivi” in cui premendo i pulsanti si decideva come procedeva la storia! Altro che "robot con la salute di ferro"...( http://www.2xlrobot.com/).

    Il catalogo “Regalissimi per Natale” c’ha più faccia che le mosche con quella impostazione superpubblicitaria, anche se un po’ si salva in zona Cesarini usando quelle piccole poesie (palla rosa…) per descrivere alcune usanze Natalizie in varie città italiane…

    “Non faccio mai gol ma sono bravino” per la serie #lImportanteEPartecipare XD

    Nella videocassetta di Barbie c’era un gruppo di bambine che ballavano secondo le indicazioni di una istruttrice e appariva anche Barbie, proprio la bambola, che ballava grazie alla magia dello stop-motion!

    Aaaah, anni 80 e 90…. se non ci foste dovrebbero inventarvi (per citare un’altro tormentone dell’epoca XD)...

    RispondiElimina
  56. Grande commozione per tutte quelle fantastiche console T.T

    RispondiElimina
  57. Nostalgia canalis per il Megadrive con Sonic e il Master System II (con Alex Kidd in memoria).

    RispondiElimina
  58. Il Game gear...che ancora adesso giace in fondo ad un cassetto insieme al master system II con la sua pistola ottica...dev'essere proprio lui la causa per la mia avversione verso tutte le console portatili...che poi mi ci volevano sei (SEI!!!) pile stilo per riuscire a giocarci per meno di mezz'ora...

    E anche quel coso mangia macchine delle Micromachines era grandioso...peccato che smise di funzionare dopo poco!!!!

    RispondiElimina
  59. Ero (o probabilmente sono, devo controllare in soffitta) un fiero possessore di Overlord dei Transformers, tripla trasformazione. Ci tengo a dirlo
    Quanti pomeriggi passati a montare quella base con i ponti bluverdastri ;_;

    RispondiElimina
  60. In una puntata della serie "L'ultimo sbirro" il detective più truzzo di tutte le Germanie ha un'urgenza mentre indaga in un asilo, e i sanitari a misura di bambino lo mettono in difficoltà. Vedendo quella scena ho avuto un déjà-vu, chi mi conferma che Schwarzenegger ha un problema simile nel film di cui si parla in questa pagina?

    RispondiElimina
  61. Questa rubrica mi suscita sempre commozione (ma anche preoccupazione) perchè non solo ricordo esattamente le pubblicità, ma anche le rubriche deliranti come quella di Salvi. Lacrimuccia, sto invecchiando.

    RispondiElimina
  62. Ora che ho visto Superturbine ho una idea molto più chiara di come siano fatte le macchine dei fighetto del Doc!

    RispondiElimina
  63. La pubblicità del Sega Mega Drive e della NES... che sbotti che mi facevano venire!
    Dovevo avere una delle due console.
    Alla fine arrivò un Game Gear!

    RispondiElimina
  64. Ce l'avevo il 2XL... oh, sarò stato strano io, ma mi piaceva un casino! :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails