mercoledì 21 agosto 2013

35

Olivia Wilde, i G.I. Joe, Stallone e le sue espressioni (una)

Santa ieri
Ovvero due-parole-due sui sei-film-sei che ti sei visto in volo tra andata e ritorno: I Croods, The Incredible Burt Wonderstone, G.I. Joe Retaliation/La Vendetta, L'Intervallo, Un giorno speciale e Bullet to the head, pellicola ribattezzata da noi Jimmy Bobo giusto per far incacchiare con la doppia Z il Leo Ortolani [...]

I CROODS
Filmetto d'animazione in 3D che alla fine ha due meriti: quello di non aver tentato la via facile della flintstonata, e il fatto che sei arrivato alla fine senza abbioccarti. Credenziale che la quasi totalità di questi film d'animazione in 3D, se togli giusto un paio di capisaldi Pixar, non riesce proprio a presentarti. Li trovi tutti uguali, tutti noiosamente uguali. Per il resto si ride pochino e il solito, inevitabile buonismo da film per famiglie ammazza qualsiasi spunto interessante: non trionfa il bene, come nei film di Miyazaki, ma il volemose bene, canzoncina moderna e titoli di coda, andiamoci a bere un analcolico moro. Se vi capita, guardatevelo in TV, quando sarà, ma spenderci dei soldi proprio non sapresti. Ah, il protagonista, il capofamiglia Grug, ha la voce di Nicolas Cage in originale, di Pannofino in italiano. Dipende se vi piace immaginare questo cavernicolo con il sorriso da pistola di Cage o con le espressioni di René Ferretti.
THE INCREDIBLE BURT WONDERSTONE
Commedia sul mondo dei maghi di Las Vegas uscita negli USA a marzo e inedita, per quel che ne sai, in Italia. Ambientazione originale ma tutto troppo, troppo, troppo, troppo scontato. Nonostante il finale cattivello, la tipica commedia americana barbosa, NON FOSSE PER LA PRESENZA DELLA PRESIDENTESSA. Che in un'inquadratura, per qualche secondo...
...appare vestita da luchadora con lo scollo a cuore. Epistassi.
G.I. JOE LA VENDETTA
Il secondo film dei G.I. Joe, visto l'argomento, nel suo essere la trasposizione su schermo dei pupazzini più stereotipati dell'universo conosciuto, la definizione di minchiata rotante se la tiene ben stretta sin dal primo vagito. Accettati all'origine i limiti da film scemo fracassone, Retaliation/La Vendetta ha un paio di bei momenti. Veicoli dei Cobra fichissimi e un paio di scene d'azione ben coreografate (Snake Eyes contro i ninja sulla parete di una montagna). Il resto, ovviamente, dai terrificanti dieci minuti iniziali in cui The Rock prova a recitare alle scenette a casa di Bruce Willis, è da buttare dal balcone fuggendo poi a chiudersi in casa. Un paio di cose belle in mezzo a tanta, prevedibile fuffa pupazzosa, vogliamo dire?
E diciamolo. Anche se poi lei, Adrianne Palicki, ci RIMANE MALISSIMO.
L'INTERVALLO
Ecco, L'Intervallo, dell'esordiente Leonardo Di Costanzo, è una pellicola molto particolare. Due giovani ragazzi di Napoli rinchiusi in un edificio abbandonato, ma con ruoli diversi. Uno è stato costretto a fare da carceriere dell'altra. Interessante lo spunto iniziale, un po' così la conclusione. Simbolo forse dell'ineluttabilità di certe situazioni negli ambienti controllati in modo capillare dalla criminalità organizzata, ma non sviluppata secondo te benissimo. In ogni caso, un film onesto, umile nel modo di proporsi ma non sempliciotto. Ah, in volo te lo sei dovuto sorbire con sottotitoli obbligatori in inglese, ma quelli in italiano magari a qualcuno di Bergamo alta potrebbero servire, visto che tutti i dialoghi sono in napoletano stretto.
UN GIORNO SPECIALE
Anche quello di Francesca Comencini, sorella minore di Paola e figlia di Luigi Comencini, è un film incentrato pressoché totalmente su due ragazzi. In questo caso trattasi però di due giovani della periferia romana, un'aspirante attrice e un autista al suo primo giorno di lavoro, messi assieme dal caso e destinati a vivere una giornata diversa dalle altre. C'è un senso di tristezza profondo in questo film, anche quando si abbandona a scene comiche e battute. La voglia di rivalsa mescolata a un po' di disperazione che si respira tra i ragazzi delle grandi periferie. I sorrisi amari di un neo-neorealismo senza grandi pretese, ma che narra il fin troppo verosimile. E senza i dialoghi da Centrovetrine dei primi film di Muccino. Guardatevelo. Se non avete paura che vi disintegri l'umore, guardatevelo.
JIMMY BOBO - BULLET TO THE HEAD
I casi della vita. Walter Hill: cioè, signori, il regista de I guerrieri della notte, torna dietro la macchina da presa dopo una decina di anni per un nuovo buddy movie all'insegna dell'etnicamente misto, come i suoi 48 ore e Danko. Un evento festeggiato nel peggiore dei modi, ossia affidandogli una sceneggiatura da film di Italia Uno Action dei primi anni 90 e una coppia di manichini al posto dei protagonisti. Il coreano Sung Kang ha tipo due facce in repertorio, il che significa comunque il doppio di quelle di Sylvester Stallone. Ché al vecchio Sly (che non è mai stato esattamente De Niro già di suo), dopo tremila lifting, è rimasta una sola espressione:
quella dell'anziano scoglionato. E un tizio con la faccia da anziano scoglionato che spara e mena la gente per un'ora e mezza o è Clint Eastwood o niente, stai sbagliando tutto.

35 commenti:

  1. Comunque visto che la Adrianne continua a rimanerci malissimo io sono disponibile per consolarla eh!

    :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato per quel mezzo chilometro tra una zinna e l'altra...

      Elimina
  2. Doc, indosso la maschera del Precisino Da Fungias (Luchador che usa la temibile presa dello stiramento dei coooleones) per notare che nei capolavori di quel maledetto vecchiaccio di Miyazaki (vorrei invecchiare io così!) il bene, normalmente, non vince. Pareggia. (Il che è già normalmente meglio di quanto capita IRL).

    RispondiElimina
  3. > Credenziale che la quasi totalità di questi film d'animazione in 3D, se togli giusto un paio di capisaldi Pixar, non riesce proprio a presentarti. Li trovi tutti uguali, tutti noiosamente uguali.

    Vero, vero...

    RispondiElimina
  4. Mi chiedevo in effetti che fine avesse fatto il film dei maghi con Oliviona nostra.

    RispondiElimina
  5. Ci credi che di tutti questi l'unico che mi interessa un po' e' G.I.Joe La Vendetta? Il primo (visto al cinema) non mi era dispiaciuto! Certo, devo guardarlo con la predisposizione d'animo di chi sa di stare per vedere una meenchiata rotante... Ma e' un sequel o hanno reboottato tutto anche qua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sequel. Inizia là dov'era finito il primo e si annidavano i nemici dell'igiene.

      Elimina
  6. I vari nuovi film in ciggì sono una noia perforante. Li comincio e non li finisco neanche di guardare. Cosa che continuo a ritenere sacrilega in ambito cinema,neanche fossero film romantici, ma tant' è. Ma guadagnano così bene tutti al botteghino ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni tanto tantissimo, altri poco, nel dubbio continuano a sfornarne a nastro.

      Elimina
  7. L'intervallo lo vidi a Milano coi sottotitoli.

    RispondiElimina
  8. "Italia Uno Action"... mamma cosa hai tirato fuori dai cassetti della memoria....

    RispondiElimina
  9. Doc, hai mai visto quella sit-com di inzio 2000 credo, che aveva per protagonisti una peratissima ballerina di Las Vegas e il suo meno attraente marito che voleva sfondare nel mondo del bressling iniziando in qualche lega di serie C1 ?
    Come caspita si chiamava......

    RispondiElimina
  10. Me la penso peggio... sul piano recitativo!

    RispondiElimina
  11. "Credenziale che la quasi totalità di questi film d'animazione in 3D, se togli giusto un paio di capisaldi Pixar, non riesce proprio a presentarti. Li trovi tutti uguali, tutti noiosamente uguali."
    -----------------------

    Quotone anche da parte mia.
    E' impressionante come sembrino tutti fatti con lo stampino. Uno stampino poco brillante già di suo.

    La Pixar ha fatto tante belle cose (magari non così tante e non così belle quanto sostengono i fan...), ma ha il gigantesco torto di aver dato un contributo fondamentale nella trasformare una tecnica dal potenziale infinito in un genere dai percorsi narrativi definiti fino alla nausea.

    RispondiElimina
  12. A me Jimmy Bobo è piaciuto...sono il solo?

    RispondiElimina
  13. Ho visto Expendables 2 e anche lì Sly ha la faccia da anziano scoglionato ma è in compagnia di Van Damme che ha la faccia da "mi sono chiuso il dito nella portiera", Swarzy "ho messo le dita nella presa" e Bruce Willis "buona questa caramella mou".

    RispondiElimina
  14. Chenomescelgo?21 agosto 2013 14:03

    Dal post si evince una cosa: lo stallone silvestre (noto deodorante per cazzuti in geriatria) prima dei lifti aveva più espressioni? Ma tipo due? Appparte la facezia, jimmy bobo è un "il ragazzo ha le capacità,ma non si impegna".. Poteva dare di più,ma la gestazione travagliata si vede tutta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'aveva la faccia storta piangente e la faccia storta urlante. Mo' manco più quelle.

      Elimina
  15. Certi film cagosi si possono vedere solo in aereo.

    Oltre a quotare forte la tua analisi sui film 3d d'animazione debbo confessare che ho sempre una certa reticenza a vedere i film italiani apertamente intellettuali perché mi sembrano costruiti da qualcuno che si ritiene capace di dare un messaggio diverso, più alto degli altri, mentre spesso il messaggio è diversamente uguale ad un sacco di altri film intellettuali italiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yep, ma questi due sono quanto di più diverso da un film da occhialetti stretti si possa immaginare. Sono, volutamente, due pellicole molto ma molto semplici. Nel senso buono del termine.

      Elimina
  16. Concordo su Stallone che, tra l'altro, pareva già un vecchio rincoglionito fin da Rocky 5, che non sono mai riuscito a vedere oltre un terzo, e ancora non si era rifatto il parrucchino, oltre alla faccia.

    RispondiElimina
  17. Non so Doc, a me ha gasato la roba del combatto con le accette :D E non mi è dispiaciuta nemmeno l'interpretazione dello Sly , ha i suoi anni, però a parer mio è un filmozzo godibile, un pò come Killing Season, se lo hai visto :)



    BAD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per piaSèr usa il commenta con nome/url dal menu a tendina o loggati: i commenti anonimi che sopravvivono ai filtri vengono rimossi comunque.
      Venendo allo specifico: mah. Scena non girata malaccio (oh, di chi fosse il regista l'abbiamo detto), ma la faccia di pigna del protagonista non aiutava neanche lì. Momoa, d'altro canto, come sicario fotomodello di Dolce e Gabbana viene benissimo.

      Elimina
  18. "Non trionfa il Bene, come nei film di Miyazaki, ma il volemose bene"
    Quanto cacchio è vero...

    RispondiElimina
  19. Parlando di Momoa, forse il Doc può spiegarci perchè uno capace di interpretare un personaggio così cazzuto come il Khal Drogo di GoT è stato poi un Conan tutto meno che barbaro...

    RispondiElimina
  20. Doc. in tema Olivia "santissima presidentessa" Wilde, mi sono imbattuto in questa clip tratta da un film che probabilmente hai già visto ma nel dubbio......
    http://www.youtube.com/watch?v=3oXz1t8t23E
    Intanto io vado a fermare l'emorragia al naso!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OCCRISTODDIO ma ci vuoi far morire tutti quanti?

      Elimina
    2. Ho scoperto il titolo del film, è Butter! Cose tipo che adesso devo assolutamente comprarlo in bluray!!

      Elimina
    3. E non avete visto Alpha Dog.

      Elimina
    4. Tutto intero, una volta sola. Una certa clip , ad libitum .

      ^_^

      Elimina
  21. La cosa che mi fa morire dal ridìre (perché da ridere c'è ben poco) è che tanto per cambiare, in Italia, i film in cgi sono detti anche "quelli in 3d" come si diceva dei primi videogiochi poligonali, generando la solita confusione nella cultura media italiana (più o meno quella di un gabibbo). "Ma quelli con gli occhialetti o in treddì treddì?"

    RispondiElimina
  22. Ci son 3 cose che han lasciato il segno in G.I. Joe 2:
    - Mmm...The Rock sottoposto di quel biondino inutile?...BOOM...biondino morto, The Rock unico e vero leader!
    - Storm Shadow viene treanciato in 2 nel primo film, senza spiegazione alcuna e senza che nessuno batta ciglio, nel 2 c'è...PUNTO
    - Storm Shadow viene arso vivo, i Cobra han le nanomacchineipertecnologiche, ma viene spedito in Nepal a fare i fanghi...altrimenti come fare le scene ipersborone di combattimento ninja tra la neve? EH!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails