martedì 4 settembre 2012

26

Sleeping Dogs e tutti i votoni che sta rimediando in giro (plus: il nuovo Snake con la faccia da babbo)

"9 su 10? Ma che diav...?"
Il videogiocatore moderno magari di come va il mondo non ne sa una cippa, e se pure lo sa non è che gliene freghi più di tanto. Il videogiocatore moderno, in compenso, conosce a menadito le meccaniche interne delle organizzazioni mafiose di mezzo pianeta. Così, dopo la delinquenza ammerrigana etnicamente assortita di GTA, la mafia di Mafia e i nippomafiosi di Yakuza, si sentiva fortissima l'esigenza di fare un giro anche tra i tizi tatuati e con i collanoni d'oro da rapper/giostrai dell'est appesi al collo delle Triadi di Hong Kong. In un'altra vita, Sleeping Dogs si chiamava infattamente True Crime: Hong Kong: questo prima che Activision lo buttasse nel secchione dell'umido invitando il suo team di sviluppo ad andare a ciapare i ratt, e che Square Enix lo ripescasse e gli desse una bella mano di vernice e una carezzina sulla nuca. A leggere quello che se ne legge in giro, Sleeping Dogs è lo studente in fondo alla classe che sembra dormire tutto il tempo, ma in realtà ascolta con attenzione le lezioni e, quando lo interrogano, fa una sparatona che nessuno si aspettava, lasciando tutti a bocca aperta e la vecchia professoressa acida a rosicare. Il classico gioco che guarda cosa fanno gli altri e poi lo fa anche lui. Però meglio. E in effetti ci sono tante cose messe giù bene, in Sleeping Dogs: peccato che manchi quella più importante di tutte […]
Perché l'impegno, la voglia di non accontentarsi del compitino, un certo qual celodurismo vintaggio, va detto, ai ragazzotti di United Front Games non sono mancati affatto. Sleeping Dogs non si limita a copiare da GTA come fa qualunque gioco free roaming e sua sorella, e ciao, tutti a casa, publisher dacci i soldi, ma assorbe e reinterpreta gli spunti migliori dei rappresentanti più celebri della categoria. I combattimenti a mani nude - le armi da fuoco fanno capolino nella storia solo dopo diverse ore di gioco. Quando nessuno ne sente la mancanza - ricalcano lo schema di quelli degli Yakuza e le contromosse dei due Batman di Rocksteady, ma sono molto meno legati dei primi e un pelo più vari dei secondi. Più sciolti, più brutali, insomma adeguatamente galvanizzanti. Ché quando proprio devi menare l'ennesima banda di spacciatori, è molto, molto più fico farlo presentandoti in scena con un calcio volante alla bruslì
"Fermi tuttUATTÀ!"
quindi infilare un povero pistola in un forno per la testa, spatafasciarlo dentro una cabina telefonica alla ricerca dei gettoni caduti o in un acquario, garrotarlo con il filo di un lampadario o regalargli un qualche altro incontro ravvicinato del terzo tipo tra le sue gengive e qualcosa di molto solido,
scuola Punitore
per poi finire i suoi compadres a ginocchiate nei maroni e pesci in faccia
LETTERALMENTE
La tutina giallonera killbilla da antrista è tra i costumi sbloccabili nel gioco, ovvio. Che-te-lo-dico-a-fare. Allo stesso modo, dribblare passanti intenti a mangiare schifezze, casse e barili mentre insegui un tizio in mezzo a un mercatino, oppure lanciarti giù da un tetto o scalare lo scalabile, è più appagante se non basta tenere premuto il "tasto di Juri Chechi" come negli Assassin's Creed, ma tocca pigiarlo al momento giusto. Pena detrazione di punti, figura dimmerda pubblica, fischi dalle tribune.
E poi ci sono le animazioni del protagonista, l'agente sottocopertura Wei Shen - cinese di Hong Kong doppiato quindi dall'americano di origini coreane Will Yun Lee. Che, si diceva, in The Wolverine sarà il giapponese Silver Samurai. O un idraulico italiano. Una delle due - tra le migliori mai viste in un gioco free-roaming quando salta/corre/spara/fa robe. Le corse clandestine, le tipe da portare in giro come GTA V (ma non vi immandrillate: non si vede niente), i veicoli zingaroridicoli
modello munito di petomarmitta con cui Wei sfreccia, esclama porco dito ma non impenna.
Per quello ci vogliono le moto vere
il collectaton intelligente (recuperare statue e valigette e scovare altarini SERVE una volta tanto a qualcosa), i minigiochi pezzenti tipo le scommesse sui combattimenti dei galli o i fightclub dove la prima regola è… boh, te la sei scordata. Gli hijack al volo dei veicoli in stile Wheelman, il dualismo missioni da poliziotto e quelle da infiltrato nelle triadi, un colpo al cerchio e l'altro al tasto triangolo. Tutto bene, non fosse per quel PERÒ a caratteri fluo lampeggianti corpo 250 di cui si diceva all'inizio.
E non sono le ambientazioni un po' così (pochi interni, livello di dettaglio infimo di quelli esistenti, i negozietti con la vetrina JPEG, una Hong Kong che alla fine oh, sticattsee), e nemmeno il fatto che durante le sequenze d'intermezzo i personaggi siano espressivi quanto una banda di Apache Mescalero imbalsamati. No, è che le missioni di Sleeping Dogs sono una palla pazzesca. Di un barboso che levati, proprio, su una scala da zero a emmobbasta. L'esatto contrario, per dire, di un Saints Row The Third, che è un gioco della cippa, ok, ma un gioco della cippa con missioni talmente deliranti che uno non si annoia fino alla fine.
Il che è ovviamente un peccato, eccetera eccetera, [frasi di circostanza tradizionali da recensione videoludica], le speranze riposte in un eventuale seguito che, eccetera eccetera. Eccetera. Tanto in giro fioccano lo stesso i nove su dieci e ne stanno vendendo un botto di copie, e a quelli di Square Enix sai che gli frega. Ma zero, proprio.

Coming next: Darksiders II. Di Dark Souls: Prepare to Die si aspetta la versione console, è deciso. Di The Walking Dead la raccolta completa su disco (LALALALALA non sento LALALALALA). Ah, dimenticavi: ci sarebbero quegli undici minuti del nuovo Metal Gear Solid, Ground Zeroes. Con il Fox Engine, Ennio Morricone, Sacco e Vanzetti, ambizioni alla Assassin's Creed e una faccia di Snake un po' (parecchio) da babbo. Per quei due o tre che non l'avessero ancora visto:

26 commenti:

  1. Ieri sera mi sono chiesto se Dark Souls fosse il miglior catalizzatore per la creazione di nuove imprecazioni ed insulti e al secondo porca p... ed al terzo no caxxo ho capito.
    E' sicuramente un viatico per l'insulto creativo ma ti permette anche di sfruttare a pieno gli evergreen del turpiloquio.

    RispondiElimina
  2. Qualsiasi Metal Gear con Big Boss = capolavoro a prescindere.

    Sleeping Dogs da recuperare dal cestone degli usati a 9,90 piu' avanti. Tanto ho appena finito il primo giro di dragon's dogma e ho talmente tanti giochi sullo scaffale che gli acari ormai ci hanno costruito sopra la capitale dell'impero.

    RispondiElimina
  3. Mi aspetto grandi cose da Darksiders 2, soprattutto i boss.

    RispondiElimina
  4. eppure alcune recensioni esaltavano la varietà delle missioni principali, in contrasto con la durata della storia, che in generale dura pochino, anche se poi ci sono le millanta cretinate da fare in giro...

    RispondiElimina
  5. La notizia di un'altro Metal Gear offusca qualsiasi altro gioco, potrebbe essere anche il capolavoro del secolo (ma non in questo caso)e passerebbe al secondo piano.
    Metal Gear è una garanzia da sempre, purtroppamente anche il secondo, per quanto non sia carismatico in quel episodio Raiden è comunque un bellissimo gioco.

    I free roming personalmente non mi sono mai piaciuti, soltanto di recente ho rivalutato il genere ma limitatamente a Red Dead Redemption, L.a. Noir e i due Batman, ma altri mi fanno salire la noia al secondo caricamento.

    RispondiElimina
  6. Una piccola nota sull'utilizzo del termine "ciapare": in 32 due anni di dialetto milanese, mio nonno non ha mai utilizzato quel verbo all'infinito, preferendo "te sù",quando il caso proprio lo pretendeva. A ciapà i ratt, invece, mi ci ha mandato più e più volte. Ecco. :caffe:

    RispondiElimina
  7. mmm. Però sembra divertente spatafasciarci tutto. Boh, se capita lo provo.

    Intanto ho iniziato giusto ieri Alan Wake, vediamo dove vado a parare.

    (DK2: siiiiii, non vedo l'ora!)

    RispondiElimina
  8. Do-You-Frank:
    Oh, molto varie. Per chi non ha giocato un gioco freeroaming negli ultimi... boh? Sei anni? Otto :)

    Luciano:
    Se ci metti anche GTA V, hai elencato i miei titoli freeroaming preferiti. Red Dead su tutti, credo. Boh, ci devo pensare: materia da sondaggismo del sabato.

    il Cinese:
    Il mio milanese ha sempre fatto schifo.

    Minkia Mouse:
    Oh, gli enviromental attack SONO divertenti. E, più in generale, quando c'è da uscire la violenza dai pugni funziona. Quando si spara, per dire, molto, molto, molto, molto meno.

    RispondiElimina
  9. Vabbè, "Snake" sta diventando sempre più uguaglio al suo emulo "Snake (Jena) Plissken".

    Per il resto, il motore del gioco è iperrealistico da paura (e non finirò mai di stupirmi degli standard attuali), ma le ombre portate in situazioni di scarsa illuminazione mi paiono ancora decisamente approssimative rispetto alla resa cinematografica... :P

    RispondiElimina
  10. Marte
    Sono d'accordo. Ma aggiungerei che le rocce c'hanno quell'effetto bagnato sbrilluccicoso finterrimo tipico dell'iper-risoluzione degli engine odierni. Più vero del vero, cioè finto.
    Ah, la faccia è comunque da babbo. Ripetiamolo.

    RispondiElimina
  11. Io più che altro, e l'ho scritto chiaro e tondo nella recensione, l'ho trovato di una facilità disarmante. Un combat system davvero profondo azzoppato da combattimenti e da trovate come i buff per nulla temporanei, per non parlare dell'intelligenza artificiale criminale, dei cric, del tasto triangolo onnipotente e della kill ambientali, che annullano il livello di difficoltà. Riguardo alla missioni secondarie Doc è un peccato veniale secondo me. Se non hai la verve parodistica del tutto è lecito di Saints Row o l'approccio action totale di Just Cause c'è poco da fare, anche perchè hai scelto un approccio "realistico" per il gioco. Tante belle cose ma realizzazione approssimativa insomma.

    RispondiElimina
  12. Gozzer:
    Ma io non mi riferivo alle missioni secondarie, bada. Quelle che facciano pena e siano tutte uguali è praticamente un vizio endemico del genere. Parlavo di quelle principali. Buttate lì anche quando potevano essere più interessanti (come quella dei monaci), o clonate in serie (tutte quelle con l'hijack del veicolo finale).

    Di base, comunque, credo che non sia un caso che i giochi freeroaming elencati nel commento precedente siano quelli che mi sono piaciuti di più: se non c'è una bella storia dietro e/o non ti danno qualcosa di divertente da fare, il vai da A a B all'infinito mi viene presto a noia

    RispondiElimina
  13. [OT] Per me RDR è il gioco più bello degli ultimi anni [Fine OT]
    Ho provato la demo, mi è sembrata carina :)

    RispondiElimina
  14. Cani che dormono non mi attira proprio, ma il nuovo gioco di MGS sembra fico, nonostante la faccia di Snake. Quoto fortissimo Nervo su RDR.

    RispondiElimina
  15. Sarebbe da provare, magari prendendolo usato, sempre piaciuti i giochi alla GTA, pur reputando inimitabili i titoli Rockstar.
    Metal Gear? Curiosità contenuta...

    RispondiElimina
  16. Giuseppe di antimateria4 settembre 2012 12:58

    ma è Snake contro il teschio rosso?

    RispondiElimina
  17. Non saprei, gli unici free roaming che mi sono piaciuti davvero tanto sono stati mafia, san andreas e red dead redemption per una questione di ambientazione e storia... hong kong non e' che mi ispira molto anche se l'idea di avere un sistema di combattimento piu' complesso di sicuro da piu' spessore ( a quando un free roaming picchiaduro /fps stile nomad soul? ).

    Per Metal gear, non vorrei scatenare un flammone ma... a livello di gameplay MGS e' sempre stato inferiore a splinter cell, per quanto mi riguarda non lo considero nemmeno un vero e proprio stealth game. La storia dei vari MGS e' pure un po' meh... e' giapponese al punto giusto ma troppo spesso ci sono scene da soap opera ridicole. A parte MGS 2 e 4 pero' e' leggermente piu' sopportabile dei pipponi fantapolitici firmati tom clancy...

    RispondiElimina
  18. Giuseppe di antimateria:
    No, Deadpool.

    Speedwago:
    I travoni. Hai dimenticato il travone di MGS2.
    Read Dead Redemption, piangiamo:

    http://docmanhattan.blogspot.it/2010/05/red-dead-redemption-il-primo-vero.html

    http://docmanhattan.blogspot.it/2010/06/la-fine-di-read-red-redemption.html


    RispondiElimina
  19. E io che mi aspettavo un ottimo antipasto prima di GTA V (che spero sia esente da minchiate in grado di rovinarlo).
    Comunque c'è la missione in cui rapinare la banca, no? Non può mancare, siamo nel 2012.
    Vabbè, vorrà dire che al diavolo darksiders e vada per borderlands 2, almeno vado a colpo sicuro, credo. A proposito, hai intenzione di metterci le mani sopra?

    RispondiElimina
  20. Loris:
    Non mi attira molto, ma di sicuro quando esce lo provo.

    RispondiElimina
  21. Perché ora Snake/Big Boss ha il visore di Sam Fisher?

    RispondiElimina
  22. No, decisamente non mi entusiasma. Sinceramente sono molto più scimmiato da Dishonored che da quanto ho potuto vedere è un incrocio fra assassin's creed e deus ex e forse anche un pò di Bioshock (a proposito, ma Infinite? Boh!).

    RispondiElimina
  23. Fighissimo mgs "4.5", ma un dubbio: qndo tira fuori la (apparentemente) radiolina e questa sparaflesha fuori popò di ologramma di mappa, beh... non è un tantino ECCESSIVAMENTE all'avanguardia per l'epoca in cui potrebbe operare un big boss a quanto mi pare 50enne??? Secondo i miei calcoli dovremmo essere tipo nel 1876 a.c....

    RispondiElimina
  24. @ Nababbo - purtroppo dopo la telecamera e il sistema di Lock On, i Boss sono una delle pecche di Darksiders 2.
    Sono tantissimi ma, a parte 2-3, tutti molto simili e si combattono più o meno allo stesso modo.
    Quello finale poi è una pippa ar sugo.

    Per il resto è un grandissimo gioco, diverso dal primo, ma artisticamente spettacolare e con una catasta di cose da fare; sono all'inizio del secondo giro in modalità Apocalittica ed ho superato abbondantemente le 30 ore.

    RispondiElimina
  25. Sleeping Dogs giocone, quoto in toto la recensione a parte la cosa delle missioni noiose, in senso, sparatorie uscito fuori dal finestrino e grandissimo senso scenico (ultime missioni sono una delle cose più belle a mo di film che ho visto da anni) che coprono tantissimo la ripetitività che ci stava pure in un GTA IV. Certo è, fare le cose in mezzo, dai furti ai favori, allegerisce questo senso di monotonia.
    Comunque, 44 ore, finito al 100%, ma tutto proprio, pure una sfida assurda di mantenere la velocità massima per 30 secondi con la classe A delle automibili senza mai perdere velocità. Una roba che mi ha portato via almeno almeno mezzora :D Primo gioco platinato su steam, ma ad avercene!

    GTA V mi importa una sega. Ora i miei standard sono il prossimo Saint Rows per il cazzeggio che levati, e Sleeping2 per tirare calci uatà! :D

    RispondiElimina
  26. ma che ci fa teschio rosso in mgsgz?
    Cmq mgs per newgen tantaroobba!!
    Che dire di sleeping dogs, è difficile capire dove finisce la rece e inizia la marchetta, nel dubbio o si va di scarico o si acquista postumo.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails