giovedì 1 dicembre 2011

83

Se n'è andato Shingo Araki

E, come hai sempre detto, non sei bravo a scrivere quanto e soprattutto perché ti dispiaccia quando se ne va un tizio che non hai mai visto neanche in fotografia ma che comunque ha praticamente campato te e tutti i tuoi coetanei molto più e meglio di Pippo Baudo. Ecco, anche perché se tipo schiattava Pippo Baudo non te ne fregava una cippa, ma di Shingo Araki sì, ti dispiace, perché per una vita da ragazzino ti sei chiesto perché tutti quegli eroi dei cartoni avessero la stessa faccia e gli stessi capelli con le punte. Se Rocky Joe fosse cugino di Babil Junior e Actarus, se Lady Oscar fosse parente delle tre sorelle un po' bone e un po' no di Occhi di Gatto, e così via, giù fino a quel debosciato di Pegasus e i suoi compagni di merenda […]
Bia, la sfida della quant'era bona Noa
E una parentela infatti c'era, e rispondeva al nome e cognome di Shingo e Araki, quasi sempre affiancato dalla fedele Michi Himeno. Fedele e silenziosa, anche perché con quel cognome dove vuoi andare. Se n'è andato oggi, Shingo, che nella vita ha fatto anche il capo-animatore e il regista, ma per tutti era un character designer. IL character designer di un'intera epoca degli anime giapponesi, e non lo dici solo perché ora è schiattato e quando uno schiatta tutti giù a dire Oh che brava persona che era, ma quant'era bravo, signora mia. Araki era uno che te lo immaginavi ancora lì, seduto a farsi il culo quadrato lavorando come una bestia venticinque ore al giorno anche se era ufficialmente in pensione, anziché andarsene in giro a commentare i lavori stradali come tutti quelli della sua età. Come quei tassisti tristi settantenni che trovi la notte quando vai in giro per Tokyo, solo che con lui non correvi il rischio di stamparti contro un palo di Shibuya. 
Ricordiamolo come si deve, voialtri debosciati, evitando i soliti R.I.P. da servizio del tg1 dedicato a facebook e citando piuttosto al volo la sua opera che vi è rimasta più impressa. Su, veloci.

83 commenti:

  1. L' Ispettore Gadget: perchè quando seppi che era disegnato da Araki stentai a crederlo.

    RispondiElimina
  2. Goldrake, sicuramente.
    Adiòs, Shingo :(

    RispondiElimina
  3. Come tutti coloro nati dopo il 1980 voto i Cavalieri, e per fortuna anche da matusa ci ha messo le mani e abbiamo il suo regalo finale nella serie di hadesu

    SI, ci mancherai.
    In allegato un bel pacco di zucchero e caffè virtuale alla famiglia

    RispondiElimina
  4. Cavalieri della Zodiaco, specie gli oav disegnati e animati benissimo
    Federico "Fleym"

    RispondiElimina
  5. Stavo guardando la lista dei progetti in cui è coinvolto.... se n'è andato un uomo che lavorava sui sogni.

    Ma l'ispettore Gadget lo ha disegnato lui, o lo ha prodotto lui? Perchè io ricordavo che il character design dell'ispettore Gadget fu ideato da un italiano.

    RispondiElimina
  6. Federico, i commenti anonimi non sono ammessi. Loggati oppure usa l'opzione Nome/URL del modulo commenti per darti un nick. Grazie.

    RispondiElimina
  7. @Lun Sei
    Si, il character design di Gadget era di Bruno Bianchi, ma Araki disegnò molte puntate.
    Come disegnò anche la serie di Isidoro ( quella con Riff Raff), G.I. Joe e American Rabbit

    http://www.youtube.com/watch?v=igTpN25XjVQ

    RispondiElimina
  8. Goldrake, sicuramente. Libri di cibernetica e insalate di matematica son commestibili solo grazie a lui, ed è con queste inusuali pietanze che abbiamo alimentato la nostra infanzia.

    RispondiElimina
  9. Però ricordiamoci che non fu Araki a curare il chara di Goldrake dall' inizio, ma Kazuo Komatsubara: Araki gli subentrò dal episodio 25.
    Quindi ad Araki lui dobbiamo il look con minigonna di Venusia nella seconda parte dell' anime e il personaggio di Maria, la sorella di Actarus, partorito al 100% da Araki (Nagai in questo non c'entra nulla)

    RispondiElimina
  10. Assolutamente Crystal il Cigno, Phoenix la fenice e Actarus.

    RispondiElimina
  11. Sam: è vero. Tant'è che Maria era un'evoluzione di Bia a tutti gli effetti. Assonanza del nome inclusa.

    RispondiElimina
  12. Forse, per assurdo, Bia la sfida della magia, ma a causa del motivetto che a tutt' oggi non riesco a togliermi dalla testa. Altrimenti, direi i Cavalieri dello zodiaco.

    RispondiElimina
  13. gadget era di araki?? Comunque, i Cavalieri... ma chi sto a piglià in giro, quest'uomo ha letteramente disegnato la mia infanzia ed oltre, ne devo scegliere una sola di opera?

    RispondiElimina
  14. Danguard e Lady Oscar. Non a caso i miei unici due album di figurine panini COMPLETI

    RispondiElimina
  15. Ma ha lavorato anche sui GI JOE?
    (così dice wikipedia)

    Io appoggio Devilman.

    RispondiElimina
  16. I cavalieri... io ero Phoenix e il mio amico Davide era Pegasus, quanti schiaffoni ci siamo dati. E poi io sono sagittario e lui gemelli... Mi han segnato la vita... R.I.P.

    RispondiElimina
  17. Saint Seiya. Perchè l'ho visto in tutti i luoghi, in tutti i laghi, in tutti i mari, in ogni forma e dimensione, a tutte le ore.
    Ricordo quando lo davano su "Junior TV", in qualche misconosciuto canale regionale, e lo interrompevano sempre alla seconda puntata nella casa del Leone (mai capito il perchè), ma ero troppo piccolo per insultarlo a sangue.

    Però c'è da dire che questo "sconosciuto" orientale praticamente mi ha cresciuto. R.I.P.

    RispondiElimina
  18. @Doc
    Ehm.. se non fosse per il fatto che Bia in originale si chiama Meg (si, ho fatto il solito precisino della fungia) :)

    RispondiElimina
  19. Megu, Maria, è uguale (ehm). Comunque era lei. Per fortuna.

    RispondiElimina
  20. a me non è proprio chiaro quale fosse l'apporto di Araki sui personaggi. Cosa facenva nel concreto? Per dirne uno che tu citi, Rocky Joe nel manga non è mica tanto diverso dall'anime e il character design immagino sia di Tetsuya Chiba, cioé Araki che cosa ci ha messo di suo sul personaggio nel concreto? Stesso discorso vale per i personaggi di Go Nagai ecc.? Qual è effettivamente l'apporto che Araki (e in generale chi fa il suo mestiere) porta ad un personaggio preesistente? Ho visto che ha lavorato ad un mucchio di personaggi, ma la maggior parte preesistenti e di altri autori, qualcuno mi spiega?

    RispondiElimina
  21. Lo Zione Lardass1 dicembre 2011 21:21

    ancora mi vedo li, sdraiato con una ciofega di televisione laccata arancione in bianco e nero pervenuta dagli anni settanta e posata li sulla camera di un ragazzetto di nove/dieci anni che lasciava il tv color e quegli stupidi telegiornali ai genitori per vedersi per conto suo i suoi eroi preferiti:
    Goldrake (ancora grendizer non mi veniva, I cavalieri dello zodiaco, Lady Oscar ecc...
    Non ringrazierò un'opera in particolare del maestro, mi limiterò solo a ringraziare una persona che mi ha fatto (e ancora mi fa) sognare e vivere meglio,
    Grazie Shingo!

    RispondiElimina
  22. Direi Lady Oscar e i Cavalieri Dello Zodiaco!

    Goldrake non lo considero visto che il design non era suo in origine.
    E di altri cartoon (tipo Devilman) era spesso solo il direttore dell'animazione e non il character design.
    La pagina wiki italiana è imprecisa ma qui c'è una lista decisamente più dettagliata:

    http://www.animenewsnetwork.com/encyclopedia/people.php?id=1637

    Però anche Bia aveva il suo perchè... ;-)

    RispondiElimina
  23. @Dism
    Il Character design è la persona incaricata di creare , o ricreare ( nel caso sia tratto da un manga) i personaggi di un cartone.
    Nel caso di Rocky Joe, Araki ricreò molti personagi col suo stiel, rendendoli più accattivanti

    basta vedere come appare danbei nel manga

    http://www.mangafox.com/manga/ashita_no_joe/c056/1.html


    e nell' anime


    http://4.bp.blogspot.com/_Ot2E-EUZnnY/TQNUUE18BBI/AAAAAAAAHwo/KsAVAe2JyRw/s400/Rocky_Joe_Danpei.jpg


    Nel caso delle opere nagaiane, Araki e Komatsubara dovettero ridisegnare da zero i personaggi di Nagai, che nel manga sono così

    http://www.mangareader.net/ufo-robo-grendizer/1/227


    e nell' anime così

    http://imageshack.us/photo/my-images/453/biiiiiiiigli2.jpg/

    Araki, insieme a Komatsubara, creò molti nemici di Goldrake, in poche parole, i tizi che arrivavano in ogni episodio per poi schiattare, e Maria, la sorella di Actarus che fu una sua creazione originale al 100%.

    RispondiElimina
  24. come fare a scegliere??? quell'uomo insieme ai creatori dei personaggi sono stati parte della mia crescita un filino meno dei miei genitori ed un attimo di più dei vari zii e cugini... se apparisse l'uomo che punta la pistola alla tempia tenterei il tutto per tutto nel disarmarlo. e qualora dovessi riuscirci gli urlerei: goldrake, lady oscar, saint seiya, devilman babil junior e bia. forse glielo urelerei lo stesso ance a rischio di beccarmi na palla..

    RispondiElimina
  25. Da ricordare anche il sottovalutato "D'Artagnan e i moschettieri del Re"!
    Da bambino era tra i miei preferiti!

    RispondiElimina
  26. Sarebbero veramente tanti ma scelgo quello che mi ricorda di più la mia infanzia e cioè Ryu il ragazzo delle caverne!!! Hai ragione non so neanche che faccia avesse ma è stato presente nella mia fanciulla stagione più di zii e nonni!!!

    RispondiElimina
  27. Pace all'anima sua. Maria di Goldrake, se sua creazione, gli vale da sola l'immortalità.

    RispondiElimina
  28. Ragazzi ci ha cresciuto di fatto, la nostra generazione venuta su a pane e robottoni gli deve ore e ore di intrattenimento, il minimo che possiamo fare è ricordarlo.

    Anche a me dispiace, almeno quanto mi è dispiaciuto per la morte di Ken Ishikawa... Si muore, c'è poco da fare.

    Tra le sue opere la scelta è davvero ardua, ma non posso non citare Ashita no Joe come quella che mi è rimasta nel cuore.

    "Non voglio fare come tanti che se ne restano a bruciare senza fiamma di una combustione incompleta.Anche se solo per un secondo...voglio bruciare con una fiamma rossa e accecante!E poi..quello che resta è solo cenere bianchissima...nessun residuo...solo cenere bianca."

    Lui l'ha fatto. Punto. Scusate la lungaggine.

    RispondiElimina
  29. I Seiya, non si discute. Perché da più o meno piccoli tutti si è provato a raggiungere il settimo senso. Ad espandere il proprio cosmo. Alla corsa per il Santuario delle 12 Case dalle scalinate infinite come e più del campo di calcio di Holly e Benji. E potrei andare avanti per ore, ma sarebbe superfluo. I Seiya. Stop.

    RispondiElimina
  30. Sicuramente Danguard ed i Cavalieri.
    Mi dispiace molto sia mancato.

    RispondiElimina
  31. Però si noti che nel topic di Goldrake ho scritto "PARE sia morto"
    Già pare.
    Perchè su twtter giapponese non è stata diramamta nessuna dichiarazione ufficiale in Giappone sulla morte di Shingo e la notizia pare venga da un forum francese.
    Anche sulla Wiki nipponica, è stata aggiornata la data di morte, salvo poi levarla poche ore dopo.
    Sai che ridere se è una bufala??

    RispondiElimina
  32. A costo di essere banale, dico "I Cavalieri dello Zodiaco".
    L'elegante e sinuoso stile del chara design è stato qualcosa che mi colpì tantissimo.
    Grazie infinite, maestro Araki.

    RispondiElimina
  33. @Sam: l'ho sentito pure io sta cosa... nella pagina di Facebook del mio blog ho postato la notizia data dal doc.
    Di attendibile ho trovato questo:
    http://www.animeland.com/news/voir/3153/Deces-de-Shingo-ARAKI

    Speriamo bene...
    In ogni caso: Shingo Araki era ed è un grande!

    RispondiElimina
  34. non si sa se è una bufala o meno, comunque la sua opera preferita per me è lady oscar, seguita a ruota dai caballeros gay dello zodiaco.

    Goldrake, PER ME, non è partorito da Araki, Maria Fleed o Venerea in minigonna che siano.

    RispondiElimina
  35. saint seiya,che domande.
    Dato che mi ha fatto amare un mangascritto con ipiedi e disegnato col culo, un opera nata per vendere pupazzetti fin dalla prima scrittura dello storyboard, me lo ha reso la superfigata della mia infanzia.
    Cioe' vi dico solo di confrontare che l'immensa armatura di Pegasus dell'anime (quella con l'elmo a testa di cavallo) a quella merdata che Kuruma aveva creato....manco c'e' l'elmo, c'e' un cerchietto schifoso!!111!!
    SLAP!!11!! (coppino potentissimo sul collo di Masami Kurumada)

    RispondiElimina
  36. @Wargarv
    Nessuno ha detto che Goldrake è di Araki ;)
    Però Maria l'ha inventata lui.
    Infatti, alla Toei si chiedevano chi mettere come pilota della trivella spaziale ( avevano pensato a Banta, ma temevano di creare un doppione di Musashi della squadra Getter) e Araki se ne uscì con l'idea di fare un asorella per Actarus.
    Il resto è storia.
    Ma lo sapete poi che i Saint Seiya dovevano essere inizialmente i personaggi di un un seguito di Goldrake co-prodotto con la Francia ma poi, visto che il progetto naufragò, divennero la serie che tutti amiamo e conosciamo ( e vai di sguuub come direbbe Biscardi)?

    RispondiElimina
  37. Con tutti i giusti distinguo del caso, esposti sapientemente da altri fellow antristi, voto Goldrake!

    RispondiElimina
  38. è morto portandosi dietro un buon 30% dei personaggi che hanno segnato la mia infanzia. Tra le sue opere dico Saint Seya perché sono uno dei miei primi ricordi.

    RispondiElimina
  39. il cuore direbbe Goldrake, ma seguo la mente: Saint Seya.

    RispondiElimina
  40. No, demonio ladro.
    Un mito.
    Cmq cavalieri mi hanno cambiato insieme a Ken Shiro, ma Ulisse 31 rimane troppo nel mio cuore.
    (ci vorrebbe un film con neeson ^_^)

    Tks wikipedia, manco sapevo che fosse opera sua.

    RispondiElimina
  41. Difficele scegliere tra i tanti e devo citarne almeno 2: "I Cavalieri dello Zodiaco" e "Lady Oscar".

    RispondiElimina
  42. Il mio primo pensiero è stato Araki chi? Poi ho fatto un salto su wikipedia ed ho ricordato la mia infanzia. Quelli che ricordo con più affetto sono Kimba il leone bianco la cui sigla credo di aver cantato milioni di volte e Memole della quale ho un ricordo dolcissimo ed al contempo tristissimo. Memole era un cartone animato particolare che affrontava un argomento come la malattia, con grande delicatezza.
    Mi dispiace tanto per la morte di questo geniale artista. Fino a pochi minuti fa non sapevo chi fosse eppure sono cresciuto con le sue opere.

    RispondiElimina
  43. Babil Junior. Nettamente. Quel Koichi. Quel Poseidon. Quel Ropuros. Quella Roden. Soprattutto quella pantera nera di Roden.

    Addio a uno degli uomini che ha segnato la mia vita. Portandomi in un posto dal quale ancora oggi mi ostino, con le unghie e con i denti, a non uscirne.

    Mi piace immaginarmelo così, come uno che ha fatto quello che amava fino all'ultimo round.

    E se invece è tutta una bufala, tanto meglio, si è scherzato.

    RispondiElimina
  44. Lady Oscar nel mio caso, ma il punto è che è vero che 'sta storia puzza.
    Ho spulciato i siti dello Yomiuri e dell'Asahi Shinbun e... della morte di Araki NON c'è traccia alcuna! O_o
    Sui forum giappi si chiedono come sia possibile tutto ciò, ma nessuno sa nulla, ora come ora.

    RispondiElimina
  45. Ancora adesso io sono un accanito delle anime, li guardo a tutte le ore(guarda che ora è adesso..)...senza quest'uomo probabilmente non sarei ciò che sono(e forse da una parte sarebbe anche megio). Grazie di tutto zio Shingo.

    RispondiElimina
  46. Manuel, su, informati. Ché qui mica possiamo restare col dubbio.

    RispondiElimina
  47. Ovviamente I Cavalieri Dello Zodiaco e Ufo Robot Goldrake....grazie di tutto Maestro...

    RispondiElimina
  48. In effetti il nome non mi diceva niente, e viene fuori che forse è pure una bufala. Comunque: Grande Mazinga non lo dice nessuno perchè non è considerato una sua opera (di mecha design) o perchè gli preferivate Goldrake?

    RispondiElimina
  49. anche se non fosse vera la notizia è una buona occasione per rendere omaggio ad Araki... pur avendo amato quasi tutte le sue opere io dico Saint Seiya, anche se dalla seconda serie in poi i suoi tipici tratti mi sembravano eccessivamente sottolineati e spigolosi, la prima serie è davvero elegantissima nel Chara Design.

    RispondiElimina
  50. Goldrake Goldrake Goldrake! Veloce no?

    RispondiElimina
  51. Siccome sto seguendo una mangaka (che scrive solo ed esclusivamente in giapponese, per me totalmente incomprensibile: si, sono stata folle a decidere di seguirla) su twitter, stamattina mi sono messa di buona lena a tradurre con google (beh, tradurre è una parola fin troppo grossa) tutti i suoi tweet: non menziona nemmeno lei della dipartita di Araki. Sperando sicneramente che dedichi qualche parola al suo collega...

    RispondiElimina
  52. I santi cavalieri, che la colonna sonora originale (su una cassetta! Ah che nostalgia riavvolgere i nastri con la biro per non consumare le pile del walkman) ha accompagnato le mie infinite partite a civ1

    RispondiElimina
  53. I cavalieri dello zodiaco, il manga non mi mai piaciuto, a differenza dell'anime, forse il mio preferito in assoluto, le prime armature dei 5 cavalieri di bronzo dell'anime sono e resteranno le più belle

    RispondiElimina
  54. Probabilmente il mio character designer preferito assieme alla Takada (ma per tutt'altre ragioni). Non dimenticherò mai come abbia potuto rendere epici grazie a deformazioni e linee cinetiche Joe, Oscar e quella merda sciolta dei cavalieri diventata oro colato nelle sue mani e che tanto hanno influito sulla mia adolescenza. Lo ringrazierò per non aver fatto fare una brutta fine alle 3 di occhi di gatto (guardate City Hunter invece che fetecchia...), per aver fatto e rifatto Babil Junior. Grazie Maestro

    RispondiElimina
  55. Certo che, pensavo, se è vero tanto di cappello a questi francesi per lo scoop. Se non lo è, gli andiamo a bruciare la sede.

    RispondiElimina
  56. OT: il mio primo walkman era un irradio (forse) rosso con delle piccole casse che si potevano attaccare ai lati tramite due binari per farlo diventare ministereo, non trovo niente sulla rete qualcuno ne ha un vago ricordo?

    RispondiElimina
  57. Ok, ci avevo sperato anch'io. Niente da fare. Stamane la notizia è apparsa anche sullo Yomiuri (non ancora sull'Asahi, curiosamente...), e hanno aggiornato la wiki nipponica riferendosi a quello.
    Addio, maestro.

    RispondiElimina
  58. I pilastri della mia infanzia: "I cavalieri dello zodiaco", "Lady Oscar" e "Occhi di gatto"... in pratice è come se fosse morta la balia!

    RispondiElimina
  59. Inevitabilmente, per questioni anagrafiche e altro, il character design dei Cavalieri... un pezzo della mia infanzia (un pezzo portante). Riposa in pace sotto la Cascata dei Cinque Picchi, Shingo :) :(

    RispondiElimina
  60. BABIL JUNIOR!
    E Saint Seiya...
    E la tizia sulla destra: http://goo.gl/3aaRw
    E Goldrake...
    E...

    RispondiElimina
  61. Da piccolo mi fu fatto da genitori iperprotettivi divieto di seguire cartoni giapponesi che fossero troppo violenti, quindi molti di questi li ho saltati a piè pari (mi chiudevo in camera come un giovane pipparolo giusto per guardare Dragon Ball all'una e mezza a basso volume) e scoperti a sedici, diciassett'anni. Quindi non posso che citare l'Ispettore Gadget, MERAVIGLIOSO ricordo della mia teleinfanzia a pari merito con il dimenticassimo "Dov'è finita Carmen Sandiego?" della Disney.

    RispondiElimina
  62. Double Posting, perdonatemi, ma nel caso in cui la notizia sia fake che si fa? Doc, trovaci una simbolica vendetta contro i mangiabaguette :-P

    RispondiElimina
  63. Purtroppo, come scriveva il nostro amico bressler, è tutto VERO.

    Fatevi tradurre da Chrome questa pagina dello Yomiuri Online: http://www.yomiuri.co.jp/entertainment/news/20111202-OYT1T00758.htm?from=tw

    Dando credito all'italiano incerto del traduttore automatico, la famiglia pare averne già celebrato le esequie.

    RispondiElimina
  64. Così, spulciando la lista dei lavori di Araki e cercando il ricordo più spontaneo che torni alla memoria, dico Sam il ragazzo del West. Ma è impossibile ignorare i CdZ che hanno influenzato una certa fase della mia vita e non poco (furono un ottimo incentivo per scegliere il Liceo Classico, ad esempio). Grazie Maestro Araki.

    RispondiElimina
  65. Ma quanto è bello il "chara" di "Danbei Makiba"? :)

    Goldrake per sempre.

    RispondiElimina
  66. SONOICAVALIERIDELLOOOOOOOOOOZODIAAAAAAAAAACOHANNONOMIIMPORTANTISONOGRANDIEFORTIEROIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  67. Ora posso dirlo.
    Riposa in pace Maestro, te lo meriti.

    RispondiElimina
  68. @Sam

    Cavoli, adesso voglio assolutamente sapere quali sono gli episodi dell'Ispettore Gadget su cui ha lavorato Araki!!! DEVO!!!! (Si dia il caso che io abbia l'intera serie originale del cartone su dvd....)

    RispondiElimina
  69. Sicuramente il suo tratto ha raggiunto l'apice con Saint Seya, soprattutto nella prima serie animata dedicata ai cavalieri di bronzo e d'oro.
    Il suo chara design è stato veramente uno dei due motivi che mi hanno spinto a seguire i CdZ senza perdermi mai un episodio.
    L'altro motivo era il doppiaggio nostrano, semplicemente immenso.
    Per me è una questione di cuore e di ragione, i Cavalieri dello Zodiaco è stato l'anime disegnato da Araki che ho sempre preferito rispetto agli altri suoi lavori.

    Sayonara, Araki sensei.

    RispondiElimina
  70. beh.. sicuramente i cavalieri dello zodiaco.. shingo araki è stato un pezzo fondamentale della mia infanzia.. se sono così è sicuramente anche colpa sua..

    RispondiElimina
  71. Sarò banale ma i Cavalieri per me sono stati il primo anime, il primo "cartone animato" che mi ha invogliato a disegnarne i personaggi di cui poi ne inventai pure ulteriori, sempre nella mia innocenza di bambino, sono quelli che non dimenticherò. (e la ricaratterizzazione è decisiva a mio parere!)

    RispondiElimina
  72. Oh cacchio. Mi dispiace tantissimo.
    E mi unisco alla schiera di fan dei Saint Seiya per citarla come la sua opera migliore.
    Anche e soprattutto per i capelli, dalla serie di Asgard in poi.
    Un tratto fenomenale.

    http://youtu.be/8uIVr4bNLbQ

    http://youtu.be/LlpLc_y9VwU

    RispondiElimina
  73. Devo quotare la bellissima frase di Onilink "quest'uomo ha letteramente disegnato la mia infanzia", dicendo Cavalieri dello Zodiaco. da quando avevo 5 anni a oggi il mio cartone animato preferito (anche se parte del merito va anche al doppiaggio italiano).

    RispondiElimina
  74. Saint Seiya perchè, beh, sono la mia infanzia.

    RispondiElimina
  75. Eh si, il vecchio Shingo Araki, mi è dispiaciuto anche a me, più di Steve Job e di Raimondo Vianello, e anche più di quando hanno rubato la salma di Mike Bongiorno.
    Beh considerando che mi ha cresciuto disegnando il 90% dei cartoni che guardavo, voterò l'unico che comunque è talmente bello che me lo risparerei tutto anche domani, I Cavalieri dello Zodiaco!

    RispondiElimina
  76. Shingo Araki Grande.
    Nemmeno un tg si è sprecato a dare la notizia della sua scomparsa.


    Ehi Doc ti linko cosplay di Noa.
    http://www.giorgiacosplay.com/mycosplay/single_detail.php?id_cosplay=6

    RispondiElimina
  77. Akira Fudo - Devilman che nel cartone aveva sempre una cinta di cuoio in mano e la usava per minacciare i compagni di scuola...epico.

    RispondiElimina
  78. Indubbiamente Saint Seiya,

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails