venerdì 19 agosto 2011

38

Conan the Barbarian 3D: due palle hyboriane

Conan è Jason Momoa, il khal Drogo di Game of Thrones, ma senza l'eyeliner
Avevi presente il pericolo. Sapevi, quando hai deciso di andare a vedere Conan the Barbarian 3D il 18 di agosto, allo spettacolo pomeridiano delle cinque e mezza, che al cinema non avresti trovato nessuno. Quello che non ti aspettavi, mentre tagliavi una città in cui tutti i negozi erano chiusi e le balle di erba mobile rotolovano per il corso sferzato da un torrido vento africano, era di non trovarci LETTERALMENTE nessun altro in quel cinema. Spettori paganti: 1. Te. Da solo in sala, come in quella scena commovente di Nuovo Cinema Paradiso. Solo che qui c'era da piangere per tutta un'altra serie di ragioni [...]
Ron Perlman: padre di Conan, capo del villaggio, ostetrica (don't ask)
Il Conan il Barbaro di John Milius, ventinove anni fa, era uno Schwarzenegger dall'aria implacabile e un po' ottusa. Un barbaro scolpito nel granito che prega Crom e alla fine gli dice che se non l'ascolta può andarsene pure alla malora, una macchina di morte il cui motto è crush your enemies, see them driven before you, and hear the lamentation of the women (da cui il noto musical, ricordiamo). Sì, insomma, Conan. 
Jason Momoa, il Conan 3D di Conan the Barbarian 3D è invece un Conan 3D credibile solo quando fa l'aria truce e se ne sta zitto.
Nella sua migliore interpretazione di Undertaker
Lo è MOLTO meno in tutto il resto del film, quando gli fanno fare lo sborone, gridare minchiate, fare battute, tirare fuori - omigidio - l'animo da fascinoso macho tenerone da pubblicità di un profumo
pucci pucci
Un Conan (3D) che diventa per lunghi tratti un action hero alla Indiana Jones qualsiasi, il che col tono trucido di tutto il resto, con le teste spaccate e gli arti mozzati, ci sta bene quanto il cacio sulla zuppa inglese. Il Conan 3D di Conan the Barbarian 3D, in buona sostanza, è Conan solo fino a un certo punto. Ma questo, se vai a vedere, non è neanche il problema principale del film di Marcus Nispel.
Stephen Lang, il cattivo sfregiato di Avatar, qui nei panni del cattivo sfregiato
Se infatti attorno al Conan che è un po' Conan e un po' un tamarro di periferia alla giostra dei calcinculo ci fosse stato un bel film, oh, a un certo punto poteva pure starti bene. Qui invece il film proprio non c'è, manca, è rimasto a casa ché oggi non stava molto bene, domani porta il certificato, professoré.
Tamara (Rachel Nichols): oltre ad essere una discreta patonza, uccide nel film praticamente più soldati, guardie e demoni di sabbia di Conan
alcuni anche A MANI NUDE
Lo spunto di partenza è lo stesso di quello del film di John Milius: i cattivi tutti di nero vestiti, il signore della guerra Khalar Zym e la sua banda, ci sterminano la famiglia al Conan regazzino e lui giura vendetta, vi ammazzerò tutti, bastardi, in culo a chi vi è vecchio.
Ma per arrivare a 'sto benedetto scontro finale ci sono prima 112 minuti di niente. Nispel (non a caso già regista di quella minchiata di Pathfinder) prova a metterci un po' tutto quello che trova nel mito coniano cercando sull'internetto: i pirati, le ballerine tettone, la magia nera, i sacrifici umani, l'assalto stealth alla roccaforte nemica, il piovrone degli abissi che non si vede bene però mamma mia, dev'essere brutto-brutto. Insomma, gli ingredienti base di alcuni racconti di Howard e di millemila storie del Conan a fumetti.

Mancavano praticamente giusto lo scontro con Wolverine
o Conan che fa il pappone
Ma sono ingredienti buttati lì, senza neanche ricordarsi di infilarli nella pentola e accendere il fuoco. La banda multietnica di Zym, il signore della guerra ad alta digeribilità, è materiale da action figure: crepano tutti in due secondi; sua figlia Marique (Rose McGowan) una Lady Deathstrike con l'alopecia; la trama una serie di sfondi farlocchi in CGE posti che Conan il Cimmerio (sic) deve visitare giusto per allungare il brodo, mulinando ovunque in slow-motion quella spada che sembra di alluminio da forno (e forse lo è), schivando frecce scoccate da due metri come un ninja, piroettando felice nell'aere come le testimonial degli assorbenti. 
Marique, un personaggio da puntata di Buffy
Il film annaspa in una noia letale, collezionando buchi logici spaventosi, fino a un finale zingarissimo cui segue nei titoli di coda una sfilza infinita di nomi di tizi russi. Che te li sei letti tutti giusto perché il proiezionista si era dimenticato di avere uno spettatore pagante e di riaccendergli le luci.
Il tutto senza un'idea che sia una, uno spunto che sia anche pure mezzo, una trovata, un momento, una qualsiasi minchia di cosa che ti spingesse a non sentirti un pirla per esser andato a vedere questo film in una sala deserta il 18 di agosto anziché andarti a sparare una brioche col gelato. Niente, zero, vaffanculo.

38 commenti:

  1. Recensioni concordi quindi. Bene. Stasera cena di pesce invece del cinema. Grazie del consiglio Doc!

    RispondiElimina
  2. Immaginavo la sola. Da dove esce fuori quel conan pimp, doc? :)

    RispondiElimina
  3. Sia quello che lo scontro con Wolverigno sono chiaramente due vecchi What If.

    RispondiElimina
  4. Vabbe', ti ascolti Anvil Of Crom come sto facendo io in questo momento e passa tutto :) .

    RispondiElimina
  5. Vedere un film in una sala soli è una esperienza mistica.
    Ancora di più guardare Piranha 3D con un vecchietto dall'altro lato della sala che ride sguaiatamente per tutto il film :)

    RispondiElimina
  6. Tanto più un film ti delude, tanto più divertente risulta la recensione, speriamo che questo filone di film sciagurati non si esaurisca mai!
    Quello che mi stupisce è come fanno dei presunti professionisti del settore a credere ogni volta che stuprare un'idea già consolidata per renderla appetibile ad un pubblico diverso sia una mossa economica vincente...
    Questo per dire che se mi trasformi Conan in un Angel di buffyana memoria devi essere matto.

    RispondiElimina
  7. Forse sarebbe stato meglio se Conan l'avesse interpretato HHH, come si vociferava all'inizio del progetto. Almeno qualche mossa di bresslinz avrebbe aiutato il giudizio sul film.

    RispondiElimina
  8. Nooooo, cazzarola.
    Io speravo (ma ero conscio della verità) che potesse essere non dico BELLO come il primo di Milius, ma almeno passabile.

    Ma ce la fanno a raccontare le storie dei romanzi o è troppo difficile?

    Hate them.

    RispondiElimina
  9. Un remake di "Conan". Il mondo intero chiede all'unisono: PERCHE'???

    Io sto ancora piangendo da quando ho visto il trailer in televisione...

    RispondiElimina
  10. Mi piacerebbe vedere una rece del film di Dylan Dog.
    Ci sarebbe da ridere duro.

    RispondiElimina
  11. Pathfinder?
    Dio che schifo.

    Comunque, grazie per il sacrificio, Doc!

    :D

    RispondiElimina
  12. Il film di dailandòg proprio no, proprio mai. Per questo, invece, alla fine bastava effettivamente poco per uscirsene con un film migliore. Ma oltre alla storia annacquata, sono millemila dettagli a dirti che il regista, beh, non è proprio cazzo.

    RispondiElimina
  13. Mia moglie è cappottata al pucci pucci, e stiamo ancora asciugandoci le lacrime per il signore della guerra ad alta digeribilità XD.

    Mi spiace solo per Ron Pearlman che mi è sempre stato simpatico, cosa non si fa per la pensione eh ?

    RispondiElimina
  14. Se non vuoi recensire "DD", recensiscici perlomeno "Dellamorte Dellamore". :D

    RispondiElimina
  15. Premesso che il film di Conan devo vederlo perchè, pur fidandomi moltissimo del tuo giudizio, ritengo sempre bene toccare con mano, dico qualche ovvietà.
    Primo: il cinema è pienissimo di remake (anche Ammavampiri e Footlose sono stati rifatti) perchè non ci sono più idee originali e/o produttori che ci mettono sopra i soldi.
    Secondo: quando fai un remake devi in qualche modo differenziarlo dall'originale pur prendendolo come ispirazione; quindi via con cazzate a gogò.
    Terzo: i gusti del pubblico moderno (soprattutto i ragazzini destinatari, secondo me, di questi film) sono cambiati e in peggio
    Quarto: questi remake vengono affidati a registi e attori certamente inferiori agli originali
    E per chiudere, sto aspettando il remake di Spiderman di cui pretendo a tempo debito la tua recensione.
    Saluti

    RispondiElimina
  16. Era solo questione di tempo, sapevo che la recensione era dietro l'angolo, e a quanto pare non ero l'unico a nutrire dei timori

    RispondiElimina
  17. Chissà perché me lo aspettavo... Doc, hai intenzione di andare a vedere anche Lanterna Verde?

    RispondiElimina
  18. Seguo questo post da molto tempo, anche se non ho mai postato niente. Tuttavia volevo solo esprimere il mio disaccordo. A mio parere Momoa ricalca il personaggio MOLTO più fedelmente di quanto non facesse Schwarzenegger. Conan è uno sborone, Schwarzy sapeva a malapena parlare inglese e avrà detto al massimo due parole in tutto il film. E anche fisicamente Momoa è più credibile. Da fan di Howard preferisco di gran lunga quest'ultimo film che, sottolineo, non è un remake di quello dell'82.
    Ps. complimenti per il blog

    RispondiElimina
  19. I complimenti sono sinceri, volevo precisarlo dato il tono del mio post che poteva apparire polemico!

    RispondiElimina
  20. Sul film non dico nulla, perchè l' ho evitato/eviterò con cura. Dirò solo che non avevo ancora visto il "musical" e sono proprio morto dalle risate!

    RispondiElimina
  21. Ma è giù uscito?
    A bhe era una cagata si era capito dal trailer...

    RispondiElimina
  22. La recenzione, pur negativa, contenendo la parola patonza e un immagine, per quanto inguardabile, di Rose Mc Gowen, mi induce ad andarlo a vedere, in 2D e in orario low cost.
    Riprendendo una richiesta precedente: domani vai a vedere Green Lantern? Gli antristi vogliono sapere (e godere).
    [polemica preventiva on ] chi sono i DC film rispetto ai Marvel film, i figli della serva? [polemica preventiva off]

    RispondiElimina
  23. Ma come?
    Scrivi un post su Conan e niente per la replica di Wonder Woman su fox retro?
    Fanno persino la prima stagione inedita per l'Italia...
    Suffering Sappho!! ;p

    RispondiElimina
  24. Non c'entra nulla e di Conan 3D non me ne frega nulla (del film, non del post)... comunque, anche io ho vissuto la magia della solitudine in sala. La città incantata, Miyazaki; mercoledì, giorno risparmioso, L. 2.500. Non avevano neanche mai montato la bobina. Vado alla cassa e quello mi dice "ma lo sai che è un cartone animato?". Certo che lo so. Pago il biglietto, ovvero 1,30 dei nuovi euro, quindi segue un rumore: il rumore di un tizio che si alza da una sdraio e va a montare la bobina.
    Da quella volta, iniziarono a fingersi morti quando passavo da quelle parti il mercoledì sera.

    RispondiElimina
  25. @Capitan Lkl:ma che momento fottutamente Epic!
    "La Città Incantata" in un cinema, da solo, voglio farlo anch'io!

    Su Conan il rabarbaro:inutile Doc, sei andato a vederlo solo per scrivere questo pezzo, lo abbiamo capito!;)

    RispondiElimina
  26. Dottò, quanti attacchi in salto ci sono da 1 a Trilogiadipitergecson?!?

    RispondiElimina
  27. Ecco, la cosa incredibile è che attacchi in salto non ce ne stanno. Manco uno. E neppure quelle robe veloce-lento-veloce da moviolone di Sassi tipo 300.
    Strano, ve'?

    RispondiElimina
  28. Da solo al cinema? il mio sogno proibito mai realizzato :3

    Doc, nessuna invettiva contro il 3D? Sì, lo so che l'hai già fatta più volte, ma mi piace ribadire il fatto che non sono l'unico che lo odia con tutta l'anima

    RispondiElimina
  29. Ah, ma qui il 3D non c'è mica. Si chiama Conan the Babbbarian 3D, ma il 3D è un altro di quei 3D aggiunti posticci in fase di montaggio, giusto per fotterti qualche euro in più sul biglietto. La solita vergogna che è talmente tanto una solita vergogna che mi scoccio ormai di parlarne.

    RispondiElimina
  30. Ma la domanda da un milione di dollari e': Che posto hai scelto essendo completamente da solo?!?

    RispondiElimina
  31. Che domande: l'unico rimasto libero ;)

    RispondiElimina
  32. Concordo pienamente con la recensione di Doc: per quanto diverso dall'originale, il personaggio può pure piacere (specie se poi te lo sei già visto in GoT...anche se ti chiedi perchè quì lo facciano parlare!), ma il film manca completamente. Non esiste. Nada. Non pervenuto.

    RispondiElimina
  33. L'unica cosa per non arrabbiarsi troppo per i soldi buttati è recensirlo e farci su qualche briciola di accessi.

    Che monnezza di film!

    RispondiElimina
  34. Io sono con Kalyth: ho continuato a sperare fino all'ultimo, anche di fronte al pessimo trailer; mi dicevo, la qualità di un trailer è inversamente proporzionale alla qualità del film.
    Non volevo accettare la verità, e forse non la voglio accettare neppure ora. Forse preferisco credere che la gente parli male perché "non ha capito il film".
    Insomma, è Conan!

    RispondiElimina
  35. Ah, la magia di Miyazaki nel buio del cinema, da solo... ah, quel cinema che chiuse dopo poche settimane...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails