giovedì 26 maggio 2011

30

Stan Lee, che fortuna averti qui (le comparsate al cinema e in TV del Sorridente)

È quella cosa che ormai quando sei lì, in sala, a vedere un nuovo film Marvel, prima arriva e meglio ti senti. È l'inevitabile, onnipresente, puntuale come lo sciroppo comparsata di un uomo e del suo vissutissimo parrucchino. Quell'uomo si chiamava un tempo Stanley Martin Lieber. Quel parrucchino si chiamava Alfonso. Assieme sono il solo, unico, inarrivabile, ottantanovenne, sorridentissimo Stan Lee, e quelli che seguono sono TUTTI i camei della diabolica coppia in film, telefilm e financo cartoni animati. Excelsior! […]

La primissima comparsata del vecchio Stan nei film Marvel risale addirittura al 1989. Lee, che era grossomodo uguale ad oggi, già pietrificato in una figura incurante degli anni, era il presidente della giuria nel film tv Processo all'Incredibile Hulk (The Trial of the Incredible Hulk, diretto dallo stesso "David" Bruce Banner, il povero Bill Bixby) 
Undici anni più tardi, nel 2000 è un venditore di hot dog sulla spiaggia in X-Men di Bryan Singer. Sì, è la scena in cui il senatore Kelly torna nudo dal mare. Il vecchio porco. In mezzo ci sarebbero Mallrats e un paio di altre cose, ma della roba non Marvel parliamo in fondo. Ordine, non facciamo i soliti precipitevolissimi, per piacere
2002, il primo Spider-Man di Sam Raimi. Quello con Macho Man. Lacrime napulitante. Stan è uno dei passanti durante l'attacco di Goblin al World Unity Festival
2003, quella discreta porcheria del Daredevil di Mark Steven Johnson. Stan cammina per strada leggendo il giornale. Che è una cosa che non si fa. Specie per i pensionati. Che poi è un attimo che finisci contro un lampione e Bruno Vespa ci fa un'intera puntata sull'allarme lampioni
Sempre 2003. Il sopravvalutato, pallosissimo, munito di barboncini mutantLOL Hulk di Ang Lee. Stan e Lou Ferrigno sono due guardie giurate. Quale agenzia di security ingaggi ultraottantenni non si sa, ma è uno dei tuoi camei di Lee preferito. Ah, chi non conosce Lou Ferrigno non è chiaramente più il benvenuto a queste coordinate. Può lasciare la tessera da antrista all'ingresso, grazie 
Spider-Man 2, anno 2004, sempre Raimi. Uscendo da un taxi, Stan scansa delle macerie provocate dallo scontro tra Spidey e Doc Ock. E al contempo, già che si trova, salva una ragazza. Il tutto indossando un trench da maniaco
Ma, no, il tuo cameo preferito è decisamente questo: nel terribilmente meh I Fantastici Quattro (The Fantastic Four, di Tim Story, 2005). Qui il Sorridente è nientemeno che Willy Lumpkin, il postino del Quartetto. Si tratta peraltro dell'unico cameo in cui Stan interpreta un personaggio creato da lui
X-Men - Conflitto Finale (X-Men: The Last Stand, di Brett Ratner, 2006). Stan sta annaffiando le begonie quando perde improvvisamente il controllo del tubo. Può essere l'arrivo di Magneto e degli altri mutanti malvagi. Oppure la prostata
Spider-Man 3, 2007, ancora Sam Raimi, ma un Sam Raimi più confuso e casinista. Peter Parker incontra per strada un vecchietto che gli dà dei consigli. "Anche un solo uomo può fare la differenza", dice Stan, ed è una roba talmente metareferenziale che per poco in sala non ti esplodeva il cervello
Ne I Fantastici Quattro e Silver Surfer (Fantastic Four: Rise of Silver Surfer, Tim Story, 2007, orchite grave), Mister Fantastic e la Donna Invisibile si sposano. Stan non è tra gli invitati, ma si imbuca lo stesso al ricevimento 
No, anzi, è questo! Il tuo cameo preferito è decisamente questo! In Iron Man (2008, di Jon Favreau) è Hugh Hefner, un altro attempato miliardario come lui, anch'egli inventore di un mondo immaginario che ha fatto la storia dell'entertainment. Solo che quello di Stan si è sempre basato sulla fantasia, quello di Hefner sempre sulla fi... Ma andiamo pure avanti
Anno 2008. Nell'incompreso, bizzarro, abbastanza bellissimo L'Incredibile Hulk di Louis Leterrier (se ne parlava, una vita fa, qui), il sangue radioattivo di banner finisce in una bottiglia. E chi si berrà mai quella bibita? Poi uno si chiede come faccia a esser sempre uguale
Altro Iron Man (Iron Man 2 di Jon Favreau, 2010), altro cameo nei panni di una celebrity, in questo caso il noto giornalista ammerrigano bretellatissimo Larry King. Era meglio la vestaglia di Hefner, Stan 
E siamo ai giorni nostri, al 2011, al Thor di Kenneth Branagh, a Stan che guida un pick-up per cercare di tirar via il martello Mjolnir dal punto in cui è precipitato. E sì, ok, la foto fa schifo, ma è l'unica che sei riuscito a trovare. E ora, con gioia nell'animo e sprezzo del pericolo, passiamo pure alla sezione FILM NON MARVELIANI, TELEFILM E VARIE
Nel godibile (ma solo se allora, e se eri abbastanza nerd) Generazione X (Mallrats, 1995) di Kevin Smith, Stan interpreta se stesso. Quando Brodie/Jason Lee lo incontra, va fuori di melone e inizia a tempestarlo di domande da fumettaro malato incallito, tipo se la Cosa abbia davvero un affare di roccia nelle mutande
In Principe Azzurro Cercasi (The Princess Diaries 2: Royal Engagement) di Gary Marshall, 2004, lo ritroviamo al matrimonio della Hathaway nei panni di un improbabile gentleman ITALIANO. Don't ask
Una veloce apparizione in un episodio di Heroes (il sedicesimo della prima serie, "Inatteso, 2006), in cui fa l'autista e aiuta Hiro...
...e Stan è pronto per occupare anche un secondo e un terzo posto nel quintetto ideale dei grandi numi tutelari di tutta nerdolandia, quando è l'assoluto protagonista di una puntata di Big Bang Theory. Sedicesimo episodio della terza stagione, "The Excelsior Acquisition", 2010: Sheldon Cooper si infila in casa sua e lo trova in vestaglia, una vestaglia con il logo dei Fantastici Quattro. Entrare in casa di Stan Lee, il sogno di ogni marvel zombie. Ma anche: effrazione, fino a tre anni di carcere
L'ultima scorribanda in TV dell'Uomo è per il momento nel quinto episodio della serie Nikita (2010), nel quale viene intervistato come testimone oculare di un salvataggio. Poi resterebbe il discorso dei cartoni: 
Nella serie animata di Spider-Man prodotta da MTV nel 2003, Peter viaggia nelle dimensioni fino ad approdare nella nostra, dove incontra il Sorridente (doppiato chiaramente dallo stesso Lee) 
Ma avendo collaborato alla serie anime Heroman (2010), basata sul manga di Tamon Ota, Stan impone anche lì la sua gioviale presenza, nelle vesti di un personaggio identico a lui e chiamato, uh, Stan
(EDIT: e poi ok, ok, hai capito. C'era anche questo episodio dei Simpson ("Papà Incacchiato", in originale "I Am Furious Yellow", il 18° della Stagione 13) in cui Bart disegna un fumetto sul padre e Stan Lee appare ancora una volta nella sua migliore interpretazione di Stan Lee. Ora posate i forconi) 
In X-Men - L'inizio Stan non ci sarà, in Capitan America non si sa, ma di sicuro lo vedremo nel 2012 in The Amazing Spider-Man, visto che lo stesso Lee ha spoilerato tutto il suo cameo, parlando di una battaglia in biblioteca tra l'Uomo-Ragno e Lizard, della quale lui, il bibliotecario, non si rende conto perché sta mettendo a posto i volumi sparandosi della musica in cuffia. "Fa morire dal ridere. E io sembro un vero idiota. Il fatto di sembrare un idiota mi sta sempre a cuore. Questo è quanto". Contento te, Stan. Che ti dobbiamo dire.
E questo l'oggi, al massimo il domani. Ma per il dopodomani? Dove porterà il futuro Stan, il suo sorriso e il suo parrucchino? 

Ma soprattutto, vogliamo davvero saperlo?

30 commenti:

  1. DOC il primo Hulk è di Ang Lee non di Raimi :-)

    RispondiElimina
  2. Ma The Princess Diaries 2: Royal Engagement perché?? Non mi sembra proprio una roba Marvel! :D

    RispondiElimina
  3. C'è chi ha apprezzato l'Hulk di Ang Lee? La pallosissima palla? 2 ore e rotti di film fatto di primi piani del (per me) inguardabile Eric Bana?
    :|

    Ma che cosa curiosa...Il tipo pompato del cameo in quel film pallosissimo assomiglia tanto a quell'esaltato dipinto di verde più sopra che...
    hey!
    hey!
    Perché mi portate via così???

    RispondiElimina
  4. Credo anche io che, dovessi rivedere Generazione X, mi farebbe proprio schifissimo... Ai tempi invece era deliziosa la sensazione di "film che possono capire solo pochi intimi" che mi lasciò.

    RispondiElimina
  5. Chissà come mai non è apparso in X-Men 2 (io sapevo che "saltava" solo i film su personaggi non creati da lui).
    Ciao e complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  6. il questa fetente clip, cameo simpsoniano del Sorridente (in realtà ce ne sono almeno altri due o tre nell'episodio)

    http://goo.gl/5IK7Z

    RispondiElimina
  7. correzione: quella a cui ti riferisci

    http://4.bp.blogspot.com/-1FPu858GvbM/Td3TvovOvmI/AAAAAAAAKsc/RRY_y0apd5A/s1600/20_stan-lee_spider-man_cartoon.jpeg

    non è la serie animata del 2003, ma "spiderman the animated series" 1994/1998

    ora ascendo al trono di nerdlandia, scusatemi

    RispondiElimina
  8. @ Lorenz: di X-Men lui si fa solo quelli dispari :)

    RispondiElimina
  9. Stan Lee "mortacci"! Uno che afferma di divertirsi a passare da idiota non si può non stimare. In fondo fa più danni con la penna ultimamente...

    RispondiElimina
  10. lo aspettiamo per il 5 allora! :D

    RispondiElimina
  11. Voglio degli occhiali come i suoi...

    RispondiElimina
  12. Punto 1: Generazione X era, è, resterà una ficata. "Come mai una granda indovina come lei lavora in un ipermerdaio?".
    Tra l'altro, una volta ho detto ad un mio amico la mitica battuta "Credevo di avertelo dimostrato, in dieci anni di amicizia, che non capisco un cazzo!" rendendomi conto solo un secondo dopo di aver citato involontariamente.

    Punto 2: Hai saltato la sua comparsata ne I Simpson, nei panni di sè stesso.

    RispondiElimina
  13. Stan è una di quelle cose che va presa così come viene, e che (grattati lee, Lee) quando verrà a mancare si porterà dietro un pezzetto di tutti noi, sia di chi lo stima, sia di chi lo ha preso in odio per le decisioni da senilità parruccata. È come un matrimonio: prometti di amarlo, rispettarlo e onorarlo nel bene o nel male, nelle glorie della Marvel di un tempo o nei nefasti di oggi. Se non per quello che fa, almeno per quello che ha fatto. Camei compresi.
    E a proposito di camei... grazie Doc, per aver citato, parlando di Hulk, il buon vecchio paceall'animasua Bill. Tutti parlano sempre di Ferrigno, (e qui parte l'eresia) ma per me il telefilm è prima di tutto Mr Bixby, come Hulk è prima di tutto (David? Robert?) Bruce Banner. Ok, pronto per la lapidazione...

    RispondiElimina
  14. SCIUSCIA: ok, ok. l'aggiungo

    omoragno: ma quale lapidazione. Per me l'Incredibile Hulk ERA "David" Banner che rubava una camicia appesa ad asciugare e se ne andava da solo su una strada di provincia, con la musica triste

    RispondiElimina
  15. Esatto ti sei dimenticato la comparsata nei simpson, dove lui va a stare per mesi nel negozio dell'uomo fumetto e prova a mettere il pupazzetto della Cosa nella Batmobile...

    http://www.youtube.com/watch?v=sFaAS2N5W4k

    RispondiElimina
  16. Stima Doc :').
    A sentire in giro è tutto un parlare di Lou Ferrigno di qua, Lou Ferrigno di la... (per quanto nell'immaginario figurativo il suo Hulk finora è il migliore e più credibile, anche se quello dell'ultimo film, quello con Norton, - che a me, oh, è pure piaciucchiato - è fatto bene).

    RispondiElimina
  17. Commento la prima foto: penso che Stan non sappia nemmeno chi sia DeadPool XD

    RispondiElimina
  18. Stan è anche il sindaco di Superhero City nella serie Marvel per bambini Super Hero Squad Show. Ma sebbene doppiato da lui il personaggio non gli somiglia per niente. Quindi DQ!

    http://en.wikipedia.org/wiki/Mayor_of_Superhero_City

    RispondiElimina
  19. Figo, posso postare una commento *completamente* nerd:

    Willy Lumpkin non si scrive con la "y" ma con "ie". Willie non Willy :)

    RispondiElimina
  20. Stan Lee e' una leggenda umana, certo rincoglionito e non piu' capace di scrivere una storia decente, ma una leggenda lo rimane.
    Penso che non si sia filato i film sugli uomini x perche' a parte che sono un macello,secondo me lui li ha sempre considerati un fallimento.Certo chi se ne frega, portano un sacco di soldi alla marvel, ma il successo della serie non dipende certo da lui.

    Infine volveo dirvi che gli sarebbe piaciuto partecipare pure in batman begins e superman returns.

    Per quanto riguarda me,Hulk di Ang Lee e' l'unico film di cui ho visto 5 volte l'inizio, ma non ono mai arrivato alla parte in cui si trasforma

    RispondiElimina
  21. fa anche il politico nel videogioco marevl la grande alleanza 2.

    RispondiElimina
  22. Incredibile come pur avendo visto parecchi dei film che hai citato non avessi mai fatto caso a Stan Lee. Forse è colpa del mio rincoglionimento pressoché totale che me lo farà dimenticare fra poche ore.

    RispondiElimina
  23. Qualche maligno direbbe che Stan non è mai stato capace di scrivere una storia ( che invece faceva il Kirby , a sentire lo stesso Jack) , ma si limitava a scrivere solo i mediocri dialoghi che lo contraddistinguono.

    RispondiElimina
  24. La grande dote di Stan è la simpatia a pelle. Non ho mai conosciuto qualcuno a cui stesse sui coglioni Stan Lee, per dire.

    Vi ho già raccontato di quando l'ho incontrato, il vecchio Stan?
    (sì, l'ho fatto. Sto diventando vecchio, cazzarola)

    RispondiElimina
  25. I suoi cameo sono perle! Una domanda: in Kick-Ass non appare?

    RispondiElimina
  26. Insomma il buon vecchio Stan è comparso in tutti i film Marvel?
    Eh no.
    Andando a memoria non c'è nessun cameo di Lee nella trilogia dedicata a Blade nei due Punisher e in Elektra.
    Forse questi film sono stati ritenuti troppo drammatici, violenti o che?
    Ne sai qualche cosa, Doc?
    Ah ricordo poi un film con protagonista un disegnatore di fumetti super eroistici ambientato proprio nella redazione della Marvel con Leee che interpretava se stesso, ma non ricordo il titolo.
    Saluti

    RispondiElimina
  27. A saperlo, Pangio. Ma non credo abbia scelto lui di non partecipare: fosse dipeso da lui, come ha più volte sottolineato in varie interviste, il vecchio Stan sarebbe apparso anche nei film DC su Batman e Superman.
    Insomma, se lo invitano lui c'è.

    RispondiElimina
  28. Peccato allora che la DC non abbia mai offerto a Stan di fare un cameo in qualche suo film, sarebbe stato divertente.
    Saluti

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails