lunedì 6 dicembre 2010

16

I fumetti sul bresslinz e come Ultimate Warrior ha violentato Babbo Natale

Le feste di Natale, il periodo dell'anno più amato dagli italiani iscritti a Confcommercio e dai fratelli Vanzina, dovrebbero aprirsi ufficialmente solo tra due giorni, ma le pubblicità dei panettoni e i babbinatali in arrampicata libera dei terrazzini sono già in ogni dove da settimane. Perciò sei più che legittimato a cavar fuori ora e subito un tuo post pregno di spirito natalizio, parlando per esempio di quella volta in cui Ultimate Warrior ha abusato sessualmente di Santa Claus […]
Il rapporto tra il Guerriero e i fumetti nasce tormentato e vira molto presto verso il delirante, il malato, il penalmente rilevante. Le prime apparizioni di Ultimate Warrior nel mondo dei comics sono nella testata WWF Battlemania, pubblicata da Valiant a cavallo tra il 1991 e il 1992.
La grande cultura del sorpresismo bresslinistico di Staccolanana
I Natural Disasters, i cicciopanzi Earthquake e Typhoon, che hanno visto troppi film di Terence Hill
I Bushwackers! Cioè, no: i Bushwackers! Lo volete un bel post sui Bushwackers, Brutus the Barber Beefcake e gli altri bressler dei primi anni 90 di cui NON si è parlato l'altra volta? Lo volete?
Cinque numeri, più alcuni speciali (uno dei quali interamente dedicato al Nostro: Ultimate Warrior's Workout) in cui i bressler più famosi dell'epoca sono impegnati in storie sulla falsariga di Cascina Vianello. Perché è vero che scrivere qualcosa di un minimo decente partendo dagli incontri di bresslinz è difficile quanto far parlare Gigi Del Neri in una lingua comprensibile, ma nessuno era spiritualmente pronto ad affrontare qualcosa di questo tipo:
Jake the Snake giocoliere di crotali
I Legion of Doom talmente buoni che ci cambiano una ruota a una signora
I Legion of Doom che se ne vanno in vacanza a DisneyLand
Un giovane tifoso vigliacco che incita al tradimento
Ultimate Warrior che affronta un Undertaker alto QUATTRO METRI, impugnando un MARTELLONE da carpentiere passatogli da UNA GIOVANE FAN a bordo ring, che evidentemente se lo trovava in borsa assieme a specchietto e nuvenia pocket
Paul Bearer maniaco omicida con lanciafiamme
Il Guerriero che fa lo sborone con la palla medica come gli zarri in palestra
Sempre il guerriero, che per festeggiare la fine dell'episodio si mette a SPACCARE A LEGNATE tutti i mobili di casa sua
Ah, due dei quattro numeri di Battlemania li ha disegnati Steve Ditko. Sì, quello Steve Ditko, il co-creatore dell'Uomo-Ragno, senza il quale non avremmo avuto neanche The Question, e senza The Question non ci sarebbe stato alcun Rorschach, e senza Rorschach niente Dottor Manhattan, e ora probabilmente questo blog si chiamerebbe l'antro naftalinico di Eta Beta. O qualcosa del genere.
Giusto per una botta di culo, Ultimate Warrior passa alla WCW quando ormai è troppo tardi per guadagnarsi una comparsata nella serie a fumetti sulla federazione realizzata dalla Marvel. Che, incredibile a dirsi, riusciva ad essere perfino più ridicola della Battlemania Valiant. Qualche esempio a campione:

Sting proclama il bresslinz unico VERO SPORT in circolazione
Rick Rude si traveste da Kriminal
Sting viene accolto dal pubblico con una salva di lattine e ortaggi
Per consolarsi, Sting parla con un piccione. Altro?
Ah, sì, giusto: le copertine. Le virilissime copertine. Questa era sponsorizzata da una scuola di samba di Rio
Ma il peggio doveva ancora venire. Perché un ormai fuori controllo James Brian Hellwig, dopo aver cambiato legalmente il proprio nome in Warrior, aveva in serbo una serie a fumetti sul personaggio Warrior scritta da, uh, lui stesso, Warrior. Una serie a fumetti in cui il protagonista scopre le forze che reggono l'universo e affronta i grandi mali dell'esistenza e della vita di oggigiorno. No, davvero.
La copertina del primo numero, con un certo numero di muscoli del collo inventati
e quella del secondo, con un avatar psichico argentato e in giarrettiere di Warrior affiancato da un felino alieno che… oh, al diavolo
Disegnato da un tale Jim Callahan seguendo LE PEGGIORI DERIVE contemporanee della Image Comics, tutte proporzioni ridicole e donnini peratissimi, Warrior è un fumetto disgustoso da sfogliare, figuriamoci da leggere. Eccone, se proprio ve la sentite, alcune perle. Ma se non ve la sentite, e volete passare oltre, è comprensibile. Non ci diciamo nulla.

Warrior insegna in un suo ateneo, la Warrior University. Scansafatiche dei centri sociali e fuori corso vengono puniti direttamente con una Gorilla Press Slam del rettore
Il protagonista sente delle voci nella testa come i serial killer
Warrior rispetta le donne. Mandandole a fare in culo per un non nulla…
…prima di abbandonarle a piedi. In lacrime. Nel deserto. Al tramonto
Ma la cosa più inquietante di questa manciata di albi (quattro? Sei?) era senza dubbio il PIPPONE finale con cui il Guerriero spiegava il suo senso della vita
Oppure il concetto di "Destrucity", una filosofia alla quale sono orientati tanto il fumetto quanto le lezioni motivazionali tenute allora in giro per l'America dal Nostro. Ché con quel nome lì fai presa di sicuro sui ragazzini di quattordici anni. Regolare
L'hai già detto che il peggio però doveva ancora arrivare? Sì, l'hai già detto. Allora diciamo che il peggio del peggio era in realtà dietro l'angolo. Perché in un albo speciale intitolato Warrior X-Mas
(questo)
il Guerriero faceva illustrare ad alcuni suoi sgherri della matita il suo personalissimo, suggestivo concetto di Natale. Comprendente:
se stesso che terrorizza dei poveri bambini, in quanto di colore
se stesso che si fa trovare ubriaco e mezzo nudo la mattina di Natale sotto l'albero
se stesso che uccide a mani nude il Grinch
se stesso che ascolta scoglionato i desideri dei bambini. Poi, in un crescendo sconsiderato di violenza gratuita…
…se stesso, nudo, tra le teste mozzate degli elfi di Babbo Natale
se stesso che SVENTRA Rudolph, Blizzard e le altre renne di Babbo Natale
se stesso che incapretta a un muro Babbo Natale. Sorridendo come un maniaco
e… uh… se stesso che si INGROPPA BABBO NATALE PER RUBARGLI IL VESTITO?!?!?
Non vuoi sapere, NON VUOI PROPRIO SAPERE quale lezione di vita del Guerriero chiudesse quest'albo natalizio. Per le immagini di Warrior X-Mas si ringrazia i-mockery.com, che terminava il proprio post sull'allucinante approccio di Warrior al Natale con questa gif animata. Pronta a gettare nuova luce su come siano andate realmente le cose in quell'epico scontro con l'odiato Hogan a WrestleMania VI:
anche questo è amore, avrebbe detto il grande tenore Enrico Pallazzo


POST CORRELATI: 

16 commenti:

  1. Lo volete un bel post sui Bushwackers, Brutus the Barber Beefcake e gli altri bressler dei primi anni 90 di cui NON si è parlato l'altra volta? Lo volete?

    YEP!

    RispondiElimina
  2. Bueno, e uno. Altri tre voti ed è andata :)

    RispondiElimina
  3. milanistaconvinto6 dicembre 2010 22:06

    Mi aggiungo anch'io a slave.

    RispondiElimina
  4. Io do il mio voto per i Bush cosi!!!

    RispondiElimina
  5. Maròòòò la gif è da morire dal ridere!
    Ah, anch'io voglio il post sui buscuacher!

    RispondiElimina
  6. Grande post!
    Mi accodo anche io alla richiesta :D

    RispondiElimina
  7. Anch'io voto per Bruto il Barbiere Fustacchione!

    RispondiElimina
  8. Ok, ok: abbiamo raggiunto il quorum. :)

    RispondiElimina
  9. Voto si anche io, giusto per unirmi alla compagnia. :)

    Per il resto, un post interessante e denso di informazioni che mi permetteranno di denunciare il guerriero per avermi impugnato senza il mio consenso, utilizzandomi per affrontare il becchino...

    Della serie: Propositi per l'anno nuovo? Morire schiantato dal Warrior. :D

    RispondiElimina
  10. Vista la fine che ha fatto fare a Babbo Natale, occhio a COME ti schianta ;;)

    RispondiElimina
  11. Ahia!

    In effetti c'è anche quella possibilità, ma probabilmente la riesco a scansare perchè se nei panni di Babbo Natale ci entra agevolmente, con i miei vestiti si fa al massimo calzini e manopole... :)

    In quel senso dovrei stare relativamente tranquillo. :P

    RispondiElimina
  12. ormai non serve più ma voto anch'io

    RispondiElimina
  13. "L'antro naftalinico di eta beta" sarebbe comunque stato un nome meraviglioso.

    E, proprio per il gusto di fare la cosiddetta pigna in culo, "anche questo è amore" veniva detto non da Enrico Pallazzo ma ad, anzi agli, Enrico Pallazzo. Ma immagino lo sapessi, vista la memoria sterminata.
    Comunque cit. finissima :D

    RispondiElimina
  14. Beh, sì, lo dice la guardia che li becca durante il "cambio di pantaloni", ma la citazione veniva troppo lunga :)

    Per tutti gli altri: I Bushwaker e gli altri peones arrivano a inizio settimana prossima. Accompagnati ovviamente da Dan Peterson che parla dei cazzi suoi

    RispondiElimina
  15. fumwtti allo stato trash più puro, che più puro non si può! Ma ammetto che i fumetti dei fratelli (lo erano?) Natural Disasters lo comprerei volentieri

    RispondiElimina
  16. t'hanno copiato l'articolo su

    http://www.i-mockery.com/minimocks/warrior-xmas/

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails