venerdì 11 giugno 2010

2

C'è un uomo nuovo in città: Metal Man!

A guardare il design della corazza, l'inquietante trailer, le foto che se ne trovano in Rete, ci si fa presto l'idea che Metal Man, questo (si perdoni il termine) film uscito direct-to-video casualmente proprio nello stesso istante in cui quella sola di Iron Man 2 è arrivata nelle sale di tutto il pianeta, sia un banale clone. Un banale clone in cui la trama è quella di un Robocop all'amatriciana, girato talmente in economia che il protagonista in armatura si limita ad eseguire chokeslam su tutti i nemici, uno via l'altro, come un bressler con l'autofire.
Ma in realtà non è così. La storia di Metal Man è infatti di gran lunga più sordida [...]

Perché Metal Man, prima che un clone senz'anima, prima che una sequenza di chokeslam senza ring, è un riciclo senza vergogna. Perché questa entusiasmante coproduzione americana di Germania era già uscita in DVD sul mercato albionico, due anni fa, con il titolo di Iron Hero. Sì, all'epoca del primo Iron Man di John Favreau. Sì, sempre casualmente.

Scandaloso, dite? Forse perché non avete ancora sentito parlare dei film dei Transmorphers...


2 commenti:

  1. Io già conoscevo i transmorphers!!!!
    E esistono perfino film peggiori più spudoratamente copiati!!!
    Per citarne alcuni:Snakes on a train,2012 doomsday,2012 supernova,Sunday school musical...
    meglio non pensarci :)

    RispondiElimina
  2. Metal Man: parte uomo, parte macchina e parte nopeo...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails