venerdì 19 marzo 2010

4

The Expendables: steroidi e gerovital

Ci sono Stallone, Schwarzenegger e Bruce Willis. Ma non è una barzelletta.
Ci sono Stallone, Schwarzenegger e Bruce Willis, nello stesso film. Ma ci sono pure Jet Li, Jason Statham, Mickey Rourke e Dolph Lundgren, l'ex bressler Steve Austin e il fratello cattivo di Julia Roberts, ovviamente nei panni del fratello cattivo di Julia Roberts.
Dice: uh, minchia, mancano solo Steven Seagle, il suo parrucchino e Van Damme. In effetti hanno provato a tirar dentro anche loro, ma si era già raggiunto fatalmente il tetto massimo di grugniti e smorfie virili. Chi proprio se la sente, può continuare la lettura, per saperne di più sulla (si perdoni il termine) trama, sul culo collo rotto di Stallone, sulla quota rosa da action movie (leggi: un po' di pheega), sul sequel. Anzi, SUI sequel [...]

A dirigere questa allegra banda di sessantenni, questo who's who (pronuncia: uuuhsuuuuù) del cinema action anni 80, non c'è però, come ti saresti aspettato, un Michael Bay. O un McG. O uno di quegli altri registi che quando non sanno come risolvere una sottotrama sentimentale in una pellicola fanno esplodere tutto e vaffanculo.
Che dietro la macchina da presa c'è sempre Stallone, di cui ricordiamo peraltro, oltre che vari Rambi e Rocckii, la sontuosa regia di Staying Alive, uno dei peggiori film di Travolta (e ce ne vuole). Ma comunque.
In mezzo a tanti pettorali scolpiti dalla liposuzione e colli rattrappiti - Stallone, peraltro, si è rotto il suo di collo durante le riprese. Il che fa all'incirca il dodicimilionesimo incidente sul lavoro di Sly in carriera. Che manco gli immigrati irregolari che raccolgono pomodori nella piana di Gioia Tauro - troviamo la messicana Giselle Itié. No, manco tu hai idea di chi sia, ma, interrogato al riguardo, Google Immagini ha risposto sdegnato sputando il primo piano di un paio di bocce, accompagnato da un'espressione inequivocabile alla Belen Rodriguez. Per il ruolo da camicetta sbottonata e pelle abbronzata sudaticcia che le affibbieranno, basta e avanza.

Nel film (di cui sono già in cantiere non uno, ma ben due seguiti. Che bisogna capitalizzare, prima che i protagonisti si becchino tutti l'alzheimer), gli uomini d'assalto coetanei di tuo padre interpretano un'elite di soldati altamente specializzati assemblata dagli Stati Uniti per bla bla bla. Sì, sembra la trama di un film di Chuck Norr...
Uh, minchia, è vero: e Chuck Norris?

Nelle foto sottostanti: la poetica conclusione di una sofferta sottotrama sentimentale, un po' di grugniti, altre smorfie virili, radicali liberi come se piovesse.

 

4 commenti:

  1. Steven Seagle è impegnato col Machete.

    RispondiElimina
  2. Lo tirano dentro per il sequel. Assieme a Lorenzo Lamas e Bud Spencer (che anagraficamente ci sta dentro alla grandissima).

    RispondiElimina
  3. Voi burbe non capite proprio un cazzo.
    Quello era cinema d'azione, quelli erano attori.

    Non quei quattro froci tutti cremine da culo che mettono sullo schermo oggi.

    RispondiElimina
  4. Doc, sulla scia del clamore per il leak del terzo episodio sul torrente, ho recuperato i primi due film della serie...e..mi sono divertito un casino!!
    Certo...gli steroidi fanno a gara con il gerovital e con il silicone nella faccia di Sly, ma quel gusto di action anni '80 senza prendersi troppo sul serio e vedere insieme Willis, Schwarzy e Sly che si "rintuzzano"...bè...mi hanno regalato 3 ore di puro divertimento..!
    Ah...questo post è un po' datato..ma Van Damme e Chuck Norris nel secondo ci sono sul serio e hanno due momenti mimmissimi...!!!
    "Chi manca, Rambo?"

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails