lunedì 5 giugno 2017

63

I 20 film che hanno incassato di più nella storia del cinema

Quali sono i 20 maggiori incassi della storia del cinema? I 20 blockbuster multimiliardari che se ne sbattono allegramente il belino della critica e degli hater, perché c'è ancora qualcuno che sta contando i soldi portati a casa? Beh, scopriamolo. SPOILER: seguono sorprese, anche abbastanza sconcertanti, occhio [...]

Ogni tanto qualcuno si chiede perché James Cameron stia lavorando a QUATTRO sequel di Avatar (2009), la cui uscita è prevista tra il 2020 e il 2025. La banalissima risposta è che nessun film ha mai incassato quanto il primo Avatar, che spadroneggia nella classifica All Time Worldwide Box Office (dati da boxofficemojo.com) con quasi due miliardi e 800 milioni di dollari rimediati in tutto il mondo. Cotiche (blu).
Al secondo posto... un altro film di Cameron, Titanic (1997) con due miliardi e 186 milioni di verdoni. Ecco la reazione composta di Cameron - uno abituato a terrorizzare e far venire le crisi di nervi a chi lavora per lui - quando gli ricordano che, in senso figurato e non, in quanto a incassi tutti gli altri cineasti del pianeta glielo puppano:
Al terzo posto troviamo Star Wars: Il Risveglio della Forza, per ora l'ultimo membro del club esclusivo degli over 2-miliardi (2.068 milioni $). 
Al quarto, Jurassic World, a quota 1 miliardo e 600 milioni. Tutto merito del dinosauro Cenzino, chiaro
Avengers, quinto (1.518 milioni di $), apre la pattuglia dei film Marvel che occupa la top 20... 
...staccando solo di pochi spicci, si fa per dire, Fast & Furious 7 (1.516). Così ora sapete anche perché continuano a sfornare questi Fast e Cosi. Dopo Tokyo Drift (2006) la serie sembrava sufficientemente morta, ma il boom del settimo film, che ha sfondato soprattutto nei mercati esteri (e in particolar modo in Cina) ha regalato nuove sgommate a Toretto e la sua cumpa. Con il 76,7% di incassi "overseas", Furious 7 è infatti uno dei film della top 20 che hanno incassato in proporzione molto di più al di fuori degli USA.
Seguono al settimo posto Avengers: Age of Ultron (1.405), Harry Potter e i doni della morte parte 2 (ottavo, 1.341), Frozen (nono, 1.276), il nuovo La bella e la bestia live action (decimo, 1.241).
All'undicesimo posto ancora la ghenga di Toretto, con Fast & Furious 8 (1.227), seguito da Iron Man 3 (12°, 1.214), Minions (13°, 1.159)
e Captain America: Civil War (14°, 1.153). I film Marvel nella Top 20 sono quindi quattro, quelli Disney ben otto. Le posizioni dalla 15 alla 18 sono occupate da Transformers 3 (1.123), Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re (1.119), Skyfall (1.108) e Transformers 4 - L'era dell'estinzione (1.104.)
In 19a posizione l'unico film DC, Il cavaliere oscuro - Il ritorno (1.084)
 e in 20a Toy Story 3 (1.067).

E fin qui è semplice: si guarda a quanti dollari si sono incamerati al botteghino e (frengo e) stop. Ma i biglietti del cinematografò hanno questo brutto vizio di costare sempre di più, come tutto il resto, perciò esistono le classifiche Adjusted for Ticket Price Inflation, che ricalcolano gli incassi dei vecchi film immaginando che i loro biglietti siano stati staccati al prezzo medio di quelli odierni. Il problema è che classifiche del genere attendibili riguardano perlopiù il solo mercato domestic, cioè USA. In quella di Box Office Mojo, ad esempio, 
spadroneggia Via col vento (1939), che al prezzo dei biglietti attuali avrebbe incassato 1 miliardo e 700 milioni di dollari nei soli States. Esistono in rete varie classifiche worldwide di questo tipo, ma spesso non sono aggiornate. C'è ad esempio questa di Wikipedia, ferma al 2014:
e qui se ne trova un'altra più recente. Quello che si evince è che Via col vento regna anche a livello uorldolargo, 
e che Star Wars ed E.T. - L'Extra-terrestre (o, ed era molto meno scontato, quel cacchio di Tutti insieme appassionatamente) hanno fatto i numeroni. Ma pure che Avatar e Titanic sfondano anche in queste classifiche amiche dell'inflazione. Insomma, se si parla di soldi a Hollywoo, l'unica che può tener testa a James Cameron è Rossella O'Hara. Te che ne pensi, Rhett?

63 commenti:

  1. Jurassic World ha fatto 1.6 miliardi di dollari?!?! O_O

    Veramente da non crederci..

    Vediamo se Wonder Woman (che pare partita molto bene come incassi) riuscirà a far fare capolino ad un altro film DC in questa classifica (e a sfondare il miliardo di petroldollari).

    Cheers

    RispondiElimina
  2. tutti filmoni di alto livello ovviamente.A cominciare da Avatar che è di una bruttezza disarmante (oltre ad avere copiato da ogni parte possibile e immaginabile)

    RispondiElimina
  3. giorno.
    Doc, sai se queste classifiche tengono conto anche della ridistribuzione in sala nel corso degli anni?

    p.s.: vedere 2 Fast & Furious e 2 Transformers in classifica fa piangere i panda.
    p.p.s.: sarà opinabile, ma è un peccato vedere dei capitoli di alcune saghe svettare a discapito di altri (toy story 3, al posto del primo; star wars VII rispetto a..boh.. tutti?; etc)

    RispondiElimina
  4. Mi sta bene tutto, ma Avatar è un film veramente idiota, certo con una estetica indovinata ma pieno di contraddizioni senza senso, con i personaggi macchietta stereotipati, molto del suo successo è in feinitiva sia l' hype sia il fatto che fu forse il primo grande blockbuster uwscito con la diffusione del 3d , che molti provarono in occasione di quella pellicola. Almeno queste sono le mie personali impressioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche le mie: film imbarazzante, coi puffi newage alieni giganti, e in cui il punto centrale della trama è che vince chi torna con l'uccello più grande (uccello volatile, ovviamente). Film che ti potresti immaginare da un Bay, fatto da Cameron è ancora più disarmante come cosa

      Elimina
  5. La cosa divertente del costo dei biglietti del cinema è che "oggi" non puoi sapere quando spenderai! tanto per intenderci mi è rimasto impresso il costo, all'uci cinema" per vedere Spectre... tra una cosa e l'altra (diritti di anteprima e di estorsione vari) il biglietto costava 11 euro!!!!!! tirata fuori la tessera UCI il prezzo è sceso magicamente (previo scalo/accredito di punti, valutazione sull'ultima volta che ero andato al cinema e diavolerie varie) a € 5,50

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero.. ormai se vai al cinema con una certa frequenza una qualche tessera è indispensabile. Da me (Spazio Cinema Cremona) l'ultima che si sono inventati e il Dolby Atmos, onestamente un po' una mimmata, e se per sbaglio scegli una proiezione con quello la tessera non vale e paghi € 11 con prenotazione.

      Elimina
    2. Anche io vado lì...carramba un antrista vicino casa

      Elimina
  6. Bel post Doc,ne avevi fatto uno simile sul sito di MTV o similari,ricordo bene?
    Fausto e Furio che hanno incassato così tanto è un po' lo specchio della civiltà moderna popolata da scienziati in cui viviamo...

    RispondiElimina
  7. Secondo me per questo tipo di classifiche andrebbero conteggiati il numero di biglietti staccati, piu che.le cifre.gisdagnate. Lo stesso film.oggi puoi vederlo in giornate da 5 euro cone da 8/9/10, s

    RispondiElimina
  8. Continua a troneggiare sto Avatar...a mio avviso troppo sopravvalutato...begli effetti,bel cast...ma alla fin fine è un Pocahontas con dei giganti blu al posto degli indiani...chiaramente all'epoca era imprescindibile per via del 3d dunque già quello ha portato milioni di noi in sala,...anche i film delle hot wheels non li pensavo così in auge...

    RispondiElimina
  9. La seconda classifica è quella più realistica e in ogni caso il numero di biglietti/spettatori è l'indice vero del successo.
    Dato che anche i costi aumentano, l'incasso da solo non dice tutta la verità e andrebbero tolte le spese e vedere il guadagno netto.
    Poi ovvio ci sono i guadagni dei dvd etc. che spesso non vengono calcolati in queste classifiche.
    Per Avatar ricordiamo che era il primo vero 3D e quindi tutti sono andati a vederlo di default. E siccome i biglietti per il 3D costano almeno il 50% in più di quelli normali, l'incasso stratosferico è ovvio. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ni. Di film in 3D ne sono usciti tanti, con un costo dei biglietti anche maggiore, dopo. Avatar è un film di otto anni fa. Ha incassato semplicemente uno sproposito, anche perché, vero, primo blockbusterone del nuovo corso dell'odiato 3D.

      I guadagni dell'home video ormai sono - relativamente a questi numeri - noccioline. DVD e BR se ne vendono sempre meno.

      Detto questo, e anche tenendo presenti i budget con parecchi zeri dei film tripla A, se incassi due miliardi di dollari c'è poco da star a fare i conti. Avatar pare sia costato circa 230 milioni, il guadagno netto supera di sicuro i 2 miliardi. Due. Miliardi :)

      Elimina
    2. Il tuo discorso Pedro è molto interessante. Se teniamo conto anche del merchandise, i supereroi e Frozen ownano l'universo. Tutti gli amichetti di mio figlio hanno anche le mutande targate Iron Man. A Carnevale le bambine avevano due soli costumi , da Anna o Elsa, e Frozen è già uscito qualche anno fa . di Moana non ho visto neanche i braccioli. Diritti di videogiochi, bibite, abbigliamento: il buisness del personaggio va ben oltre il mezzo che li ha creati e mi chiedo quanto possa valere. Se si facesse una classifica del genre chissà che risultati...

      Elimina
    3. Risultati prevedibilissimi, in realtà. Disney fa miliardi di dollari con il merchandising di Star Wars, super-eroi e classici, molti più soldi che con i film da cui sono tratti.

      Il che è comprensibilissimo. Io ho speso 14 euro o giù di lì per vedere gli ultimi due Star Wars, ma in merchandising, dai Lego alle magliette, negli ultimi anni avrò speso dieci o venti volte quella cifra.

      Si calcola che negli ultimi due anni, solo per Star Wars, Disney abbia portato a casa 8 miliardi di dollari solo per il merchandising (fonte: https://www.forbes.com/sites/natalierobehmed/2015/12/16/how-disneys-star-wars-merchandise-is-set-to-make-billions/#4c69cae37314). L'investimento per comprare la baracca di Lucas (4 miliardi) è stato ripagato da mo'...

      Elimina
    4. Scusa Doc secondo te " vale " di più l' indotto dei film di Star Wars o Marvel? Sull' internetto non trovo riferimenti. E cbiudo per non floodare.

      Elimina
    5. Non ho dati freschi sotto mano, ma anni fa ho letto che per il merchandising di Spider-Man entravano nella casse di Topolinia qualcosa come un miliardo di dollari e mezzo l'anno. Per gli altri eroi, a cominciare dagli Avengers, meno, ma sono tanti personaggi, fanno massa critica. Mettici i fantamiliardi di Frozen e degli altri cartoni, e si arriva facile a varie decine di miliardi annui per lo sfruttamento dei personaggi.

      Elimina
    6. #Riccardo Thiella

      Ti devo contraddire: una settimana fa ho regalato un pallone di Vaiana alla figlia di un'amica che compiva 3 anni (e che è andata in visibilio, cominciando subito a litigarselo con l'altra bimba presente alla festa). La commessa che me l'ha venduto, saputo che dovevo comprarle anche i braccioli da mare, mi ha detto di averli finiti e di attendere rifornimenti, ma che in effetti aveva avuto in negozio anche quelli di Oceania.
      (Alla fine ho comprato i braccioli della Paw Patrol, per scoprire che la mia amica aveva scelto proprio i cagnetti eroi per decorare la torta del compleanno. Mi sono sentita molto ganza! E paragnosta! XD)

      Elimina
  10. avatar, fast and furious, via col vento...
    ma in Italia niente e nessuno batte Checco Zalone, diciamocelo, signori della giuria e signori della corte.

    RispondiElimina
  11. Questa classifica, quando viene proposta, mi fa molto strano perché parla di film che in molti casi non ho visto o comunque di film che ritengo brutti.
    Per esempio non ho mai visto Titanic, Jurassic World, (Daiquiri) Frozen, Toy Story 3 e qualsivoglia Harry Potter o Fast and Furious a parte il primo film delle due saghe, entrambi non presenti in classifica. Transformers ho visto il primo e poi qualcosa qua e la ma poi ho lasciato perdere.
    Per esempio ho visto per la prima volta, meno di un anno fa, i Toy Story perché davano tutti i film Pixal su Sky ma arrivati al 3° ho mollato, belli ma non mi prendevano eccessivamente.
    Harry Potter il primo non mi era piaciuto e quindi ho mollato e stesso discorso F&F.
    Avatar l'ho visto ma oltre l'appagante effetto delle immagine per me è il vuoto spinto. Ep.7 ho già detto che tolto l'effetto nostargia rimane per me un brutto quasi remake che piace solo a chi ha tanto tanto amore per Guerre Stellari.
    Potrebbero sparire tutti questi film in classifica, a parte i cinecomics, che non ne sentirei proprio la mancanza.
    Nella predetta classifica i film più belli sono per me il Batman di Nolan e Civil War.

    RispondiElimina
  12. Classifica interessante. Anche se mi pare strano che nella Top 20 non ci sia nessun film de IL SIGNORE SEGLI ANELLI (che all'epoca vedemmo tutti al cinema!) e neanche il pessimo LA MINACCIA FANTASMA. Soprattutto quest'ultimo aveva generato un hype a mille che al confronto questi ultimi capitoli sono nulla.
    Per AVATAR capolista non riesco a capacitarmene. Come molti commenti prima del mio, lo trovò un film banale e molto "pompato" ma stringi stringi rimangono degli effetti da paura e stop. È curioso in fatto che ne AVATAR ne TITANIC li ho visti al cinema...
    Sempre ampia la presenza dei cartoni Disney visto che i bambini al cinema da solo non ci vanno di certo. Se scremassimo dal totale i genitori che vanno al cinema controvoglia, il totale degli incassi sarebbe almeno dimezzato.

    Doc, una proposta: sarebbe interessante una classifica "di rendita" degli attori. Se ne discuteva qua nell'Antro tra i vari commenti di come un attore mediocre come Adam Sandler sia garanzia per i produttori di una rendita sicura negli incassi. In una classifica costi/ricavi degli attori se ne vedrebbero delle belle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al sedicesimo posto c'è Il Ritorno del Re.

      Elimina
    2. E allora? Vuoi dirmi che sono un vecchio cecato? Eh? Mi stai dando del vecchio? Eh! Dimmelo in faccia se devi darmi del vecchio orbo! :-P

      Elimina
  13. D'altra parte in Italia Checco Zalone ad ogni film continua a battere il suo stesso record precedente e (off-topic) i libri più letti sono di Fabio Volo e/o Littizzetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico, mi hai messo una tristezza addosso che non puoi immaginare... :'-(

      Elimina
    2. Non vorreifar nascere discussioni inutili, ma sono anni che ho questa curiositá. Mi scusi il Doc, se crede cancelleró il mio messaggio, ma questa domanda volevo farla.
      Ma esattamente il problema dei film di Zalone qual é?
      A me piacciono molto e non mi pare abbiano mai avuto la pretesa di essere capolavori, ma spesso li vedo tirati in ballo in discussioni con una certa "tristezza" e non sono mai riuscito a spiegarmene il motivo, potete aiutarmi a capire?

      Elimina
    3. Cattivone anche io li apprezzo, oltre a farmi ridere di gusto non sono volgari e c'è sempre una base satirica sulla società Italiana, con un "Italiano medio" portato all'eccesso. Ben vengano rispetto a cinepanettoni di DeSica & co.

      Elimina
  14. Fabrizio Dionisio5 giugno 2017 12:18

    Niente da fare, si può dire quello che si vuole su certi film di cameron ma lui sa incontrare i gusti del pubblico.

    RispondiElimina
  15. Per Avatar soldi ben spesi e giustamente raccolti perché se li merita tutti, Titanic l'ho sempre un po' odiato invece, comunque sono tutti film visti e piaciuti ;)

    RispondiElimina
  16. E' una classifica che non mi stupisce più di tanto...non si parla di qualità del film ma di quanta gente riesce a tirare in sala. Da sempre i cosiddetti Blockbuster racimolano somme che film magari più meritevoli ma di meno impatto a livello visivo/effetti speciali si sognano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. E lo dice pure il titolo del post che si parla di quello, eh, no big surprise :D

      Il punto é: quanti sapevano che gli ultimi due Fast and Cosi sono tra i film che hanno incassato di più nella storia del cinema? O che, tenendo conto dell'inflazione, Tutti insieme appassionamente ha staccato più biglietti di E.T.?

      Elimina
    2. F&F, si, mi ha stupito.
      Tutti insieme appassionatamente VS E.T., no; forse perchè (a torto) credo che film di fantascienza (e/o fantasy) non avevano all'uscita di E.T. la stessa presa e lo stesso seguito che hanno oggigiorno.

      Elimina
    3. Chi lo sapeva? Io, ma solo perché leggo assiduamente i400Calci... :D

      Elimina
  17. Io stesso sono andato a vedere Avatar al cinema. Pur non essendo il mio film preferito è innegabile che l'esperienza visiva unita alla novità del 3D alla sua uscita è stata una esperienza notevole che ha attirato il pubblico, tra pubblicità e passaparola

    RispondiElimina
  18. Tra tutti questi, la vergogna è proprio Avatar...
    Chissà se adesso, smaltita l'orribile moda 3d, avrà ancora tutto questo successo.

    Moz-

    RispondiElimina
  19. è possibile che la morte di Paul Walker (piccolo caso di santificazione collettiva postmortem, alla Simoncelli o Harambe) abbia influito pesantemente sul risultato di F&F7. Inoltre, guardando il cast, c'è il fior fiore degli interpreti da mincheeata: Diesel, Statham, The Rock.

    RispondiElimina
  20. Una regola d'oro di questa classifica. Verrà seguita da commenti tipo "è uno scandalo, non è giusto, la gente è scema" e così via. Il Doc "knows it long" e quindi si sarà preso i popcorn per gustarsi il tutto :D

    RispondiElimina
  21. avatar visto al cinema da pischelletto, nonostante fosse un periodo in cui mi piaceva praticamente tutto lo odiai.

    È interessante vedere come tranne il ritorno del re e toy story 3, tutti i film in classifica sono parecchio stupidi e con sceneggiature proprio meh, a dimostrare che sono sempre lo spettacolo e l'hype a vincere

    RispondiElimina
  22. Diciamo che questa classifica non è che mi abbia stupito particolarmente. D'altronde basta osservare la "viulenza" con cui cercano di standardizzare serie come Fast & Furious, propinandoci ciclicamente varianti sempre più estreme ed esotiche e arrivando anche a mettere a tacere le polemiche tra gli attori come successo tra The Rock e Vin Diesel, nel nome della continuità e del mutuo beneficio economico (visto che Vin Diesel, tra le altre cose, è anche uno dei produttori).
    Sono grandi produzioni, con buget enormi e con in mente un target che considera un pubblico variegato e con l'obiettivo dichiarato di conquistare i mercati asiatici, vera Eldorado di tutte queste produzioni. Quindi ormai, tolta questa deriva sempre più smaccata verso la standardizzazione, non ci si può più meravigliare se tali pellicole incassino così tanto. In più, a mio avviso, riescono anche ad essere divertenti e ben congegnate (il richiamo alla famiglia sempre più preponderante in F&F e le dinamiche tra i protagonisti, ma forse sarebbe meglio dire gli antagonisti, sono parte di quella certezza per il pubblico verso prodotti che garantiscono una continuità tranquillizante, quasi fossero delle serie televisive pompate, dove ci si affeziona ai personaggi e ci si chiede quali intrecci narrativi possano escogitare gli sceneggiatori per proporre situazioni nuove e accattivanti che li coinvolgono).
    Discorso a parte merita la filmografia di Cameron, vero Re Mida del box officem del quale, però, si trascura una questione a mio avviso fondamentale: quanto ha inciso sulla sua capacità creativa la ex moglie Kathryn Bigelow? E quanto ci ha messo del suo nelle opere più famose del marito?
    Se pensiamo che Cameron ha scritto da solo Rambo II, vincitore di un Razzie Award per la peggior sceneggiatura, mentre i film che ne hanno costruito la fama di regista di culto (come Terminator II, True Lies, Aliens) si sono tutti sviluppati a cavallo degli anni '80 e '90, quando i due se la intendevano di brutto...
    Poi, dopo sono venuti Titanic e Avatar (tra l'altro, come sostengono molti antristi, abbastanza insipidi a livello di storia, per non dire altro). Grandi successi al botteghino ma film non perfetti. Cameron ha sicuramente dalla sua una capacità di sfruttare (e a volte creare) delle tecnologie che sono in grado di rendere uniche le proprie pellicole (dal metallo liquido di T2, tuttora non esiste nulla con la stessa potenza visiva, alle ambientazione di Avatar) ma in me rimane il dubbio che non abbia tutta questa capacità di presentare belle storie, in realtà è molto bravo a creare un forte hype per le sue pellicole, cavalcando di volta in volta il "totem" del momento (basta vedere la sponsorizzazione di Di Caprio per Titanic, soprattutto nei paesi asiatici, oppure il 3d di nuova concezione pompato per Avatar). Diciamo che Cameron è stato bravo a calvare l'onda e proporre il film giusto al momento giusto. La sua lunga assenza e il fatto che vada a proporre dei sequel di un film fortunato come Avatar ci dimostra che anche per lui sta diventanto difficile proporre cose nuove e riuscire ad anticipare le tendenza come ha fatto nel passato. Un pò per la concorrenza sempre più forte a livello tecnologico (basta guardare i film di Bay, sebbene siano senza lo stile di Cameron e di una rozzezza incredibile, riescono comunque a creare mondi e ambientazioni sempre più verosimili), un pò perchè è difficile proporre qualcosa di veramente originale e innovativo ai giorni nostri.

    RispondiElimina
  23. Bello che nella top10 ci siano DUE FILM DUE di numero decenti in mezzo a un mare di guano. E considerando che il secondo è Frozen il tutto è francamente sconfortante...

    RispondiElimina
  24. Sono particolarmente orgoglione nell'ammettere che non ho speso un solo centesimo per andare a vedere questa top twenty in una sala di cinema.
    E su quei pochi meritevoli ho l'alibi dell'anagrafe.

    RispondiElimina
  25. Anzi no, rettifico.
    SW Ep. VII è l'unica eccezione, e tutto sommato non me ne pento.

    RispondiElimina
  26. Facendo un rapido inventario, di questi 20 io al cinema ne ho visti 7 (e un altro l'ho recuperato in un passaggio televisivo, ma non so se la vendita dei diritti di trasmissione è compresa nell'incasso complessivo, dubito fortemente).

    Non mi metterò qui a fare il pianto perché i film compresi nella classifica non sono poi questo granché. C'era da aspettarselo, mi sembra di vedere che ciò che conta per gli incassi alla fine è soprattutto l'hype. Tra l'altro, salvo qualche eccezione, tutti i film elencati mi paiono molto recenti, e credo proprio c'entri il prezzo crescente dei biglietti e l'ampliarsi del mercato asiatico negli ultimi anni.
    Mi spiace solo perché, come film di animazione, ce ne ritrovo solo due appena "carini" (più uno che non ho visto), con tutte le cose belle uscite anche recentemente. Vabbè, come si diceva, non è una classifica di merito e comunque in quegli incassi c'è pure il mio biglietto, per cui mi taccio :P
    Piuttosto, nel leggere l'elenco si ha quella brutta sensazione che ti prende quando fanno un sondaggio per decidere, ad esempio, la canzone più bella del secolo, e nelle prime posizioni ti ritrovi quasi solo i tormentoni estivi degli ultimi due anni... Lì sì, è tristezza...

    Ad ogni modo, non è difficile capire che una classifica basata sugli incassi dica poco quanto a "significanza" della pellicola. Trovo che le classifiche stilate sul numero di biglietti staccati siano molto più rivelatorie. Quello stralcio di classifica di wikipedia pubblicata riporta, indubbiamente, titoli che "hanno fatto epoca", in un modo o nell'altro (sì, anche i due blockbusteroni di Cameron. Sì, anche "Tutti insieme appassionatamente"!) e che ci ricorderemo pure fra 50 anni.

    Io comunque posso dire con orgoglio di non aver MAI visto Avatar (so a malapena di cosa parla) o Titanic! XD
    O meglio, vivendo con qualcuno che invece Titanic lo adora(va?), mi è capitato a volte di beccare stralci di conversazione fra Kate Winslet-Leo DiCaprio-Billy Zane, o pezzi di affondamento/annegamento a caso, nel attraversare il salotto per andare in cucina, ma niente di più. Però ho comunque contribuito ad arricchire Cameron, perché la VHS (VHS!) di Titanic a sorella l'ho comprata io XD

    Comunque una cosa la dobbiamo dire: Clark Gable, messo a confronto con i vari Leo Di Caprio, Robert Downey jr. o Chris Pratt (che pure come attori mi piacciono), dà ancora le piste a tutti! :D

    RispondiElimina
  27. Anch'io trovo la seconda classifica più realistica, anche se avatar al secondo posto non si può vedere.
    SW presente tre volte nella top 20 vorrà pur dire qualcosa ;-)

    RispondiElimina
  28. Difficile confrontare i dati di opere così distanti nel tempo.

    Buono il tentativo di "parigliare" i prezzi dei biglietti, ma occorrerebbe anche tenere presente il mercato (prima e post Cina, ad esempio) e i costumi sociali.

    Di tutto ciò, alla fine chissene, anche perché i nomi probabilmente sono grosso modo gli stessi.

    Più interessante forse sarebbe una classifica che incroci (e quindi pesi) i film migliori (tipo che tengano conto delle migliori recensioni) con quelli che hanno guadagnato di più.

    Anche in questo caso i dati sarebbero comunque parziali e soggettivi, ma mi incuriosirebbe una rappresentazione del genere.

    Detto ciò, credo che Cameron sia uno di quelli che maggiormente ha ottimizzato "qualità" e "prezzo", soprattutto in ambito fantascientifico.

    RispondiElimina
  29. Il fatto che uno dei miei film preferiti (Tutti insieme appassionatamente) sia nella classifica "aggiustata" mi rende felice.
    E sono felice non ci sia il film preferito della mia ragazza (Mary Poppins)!

    RispondiElimina
  30. ho letto la prima parte con un facepalm fisso e mormorando come un mantra "incasso relativo, incasso relativo, incasso relativo..." poi finalmente è sorto il sole dell'ottimismo nell'umanità, SI! si parla di incassi relativi perchè anche se è difficile calcolarli seriamente sono quelli che hanno senso. Grazie Doc, domani è un altro giorno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah dimenticavo, Avatar! Cameron ha millantato consulenze di zoologi e biologi per l'ecosistema di Pandora per arrivare poi ad avere animali a sei arti e Na'vi a quattro arti pur essendo vicini evolutivamente (erano consulenti creazionisti?). E la storia? la stessa di Balla coi Lupi (già plagiata da The Last Samurai 6 anni prima). Il mistero degli incassi forse è da attribuire all'efficace campagna pubblicitaria oppure ad un disegno degli Illuminati.

      Elimina
  31. Sono commosso, non sono l'unico che spesso riguarda questa classifica.

    Ogni tanto qualcuno si chiede perché James Cameron... non abbia già sfornato QUATTRO sequel di Avatar.
    Caspita, tra Avatar e Avatar 2 passeranno ben 11 anni!
    Va bene che l'attesa mette appetito ma rischi che ti passi la fame.

    Visto il successo di Avengers mi aspettavo un incasso maggiore da Age of Ultron e sopratutto da Civil War (in pratica Avengers 2,5), mentre avevo azzeccato quello del Risveglio della Forza.
    D'altronde l'appeal di un sequel non si basa solo sulla propria qualità, ma sopratutto sulle aspettative che ha creato il primo film.
    Se il primo era un buon film, dal secondo per quanto mediocre mi aspetto un buon incasso, l'esempio che calza a pennello è Pirati dei Caraibi Oltre i Confini del mare e in parte anche Iron Man 3.

    Dei 20 film ne ho visti 14, ho saltato giusto i più recenti film d'animazione di cui, infatti, non mi spiego tale successo.

    RispondiElimina
  32. Era facilmente prevedibile che all'apice della classifica ci fossero tutti film più o meno recenti ma anche considerando la classifica relativa che il Doc ha pubblicato non ci si può fermare solo ad un calcolo dell'inflazione e del costo del denaro per comparare gli incassi. Bisogna considerare i redditi di allora, la diffusione dei cinema e dei mezzi di trasporto (pubblici e privati), il gusto del pubblico. Un film degli anni '40/'50 ovviamente, anche aggiornando il costo non potrà mai essere paragonato ad oggi. Banalmente se io oggi abito in una zona poco servita dai cinema sarà comunque per me facile trovare un mezzo di trasporto per raggiungere il cinema. Ai tempi questo non esisteva se non per chi vivesse nelle grandi città

    RispondiElimina
  33. Doc è molto divertente anche la classifica dei big flop(incassi vs budget e spese di promozione). Non so se hai già affrontato l'argomento ma leggere una classifica del genere in chiave antristica porterebbe ad un sacco di ghignate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo bellissima... e dimostra che c'è anche giustizia a questo mondo !!! ;)

      Elimina
    2. Appoggio anch'io la richiesta.

      Elimina
  34. Sarebbe interessante avere una statistica della composizione media del pubblico per età/sesso, e di come sia cambiata negli ultimi 20 anni. Immagino che ormai la maggior parte degli spettatori siano ben sotto i 15 anni.
    Penso anche che tutti abbiano notato un progressivo aumento dell'importanza degli effetti speciali a scapito della recitazione e della trama. D'altronde, essendo prodotti creati con le logiche della produzione industriale, all'aumento della quantità è impossibile evitare l'abbassamento della qualità. Ma finchè gli incassi gli daranno ragione, difficilmente ci saranno cambiamenti.

    RispondiElimina
  35. Sarebbe interessante avere una statistica della composizione media del pubblico per età/sesso, e di come sia cambiata negli ultimi 20 anni. Immagino che ormai la maggior parte degli spettatori siano ben sotto i 15 anni.
    Penso anche che tutti abbiano notato un progressivo aumento dell'importanza degli effetti speciali a scapito della recitazione e della trama. D'altronde, essendo prodotti creati con le logiche della produzione industriale, all'aumento della quantità è impossibile evitare l'abbassamento della qualità. Ma finchè gli incassi gli daranno ragione, difficilmente ci saranno cambiamenti.

    RispondiElimina
  36. Due secchi colmi di vermi marci come episodio VII e Iron Man 3 sono lì anche grazie ai miei soldi! :( Invece ho trovato il peggior flop di tutti i tempi secondo Wikipedia, John Carter, godibilissimo! Ma guarda un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto tantissimo i vermi marci su Episodio VII.

      Elimina
  37. Rossella O'Hara regna incontrastata dal 1939!!
    Uno dei film più belli tratto da un libro meraviglioso: comunque la classifica dei film in base all'inflazione la conoscevo grazie ad una puntata di Ulisse che parlava proprio di Via col vento e della guerra di secessione.

    RispondiElimina
  38. Credo che si faccia una media per gli incassi relativamente ai biglietti venduti per un costo standard.

    RispondiElimina
  39. Fino a non tanti anni fa mi ricordo che la classifica recitava più o meno: 1) Titanic 2) ET 3) Star Wars. Adesso i biglietti costano così tanto che tra un po' entrano in classifica pure i film di Checco Zalone

    RispondiElimina
  40. Francamente sono profondamente deluso dall'assenza in classifica di un capolavoro conclamato come Fermati o mamma spara (di cui, tra l'altro, si aspetta ancora il post Antristico, Doc).
    Una vera vergogna, ma si sa, a questo mondo non è la qualità a far staccare i biglietti...

    RispondiElimina
  41. Sto notando che, più passa il tempo, più questi record vengono infranti. Sono sicuro che con il passare degli anni verranno ancora stravolte.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails