mercoledì 28 ottobre 2015

34

The Art of He-Man and the Masters of the Universe e Transformers Vault

The Art of He-Man and the Masters of the Universe Transformers the Vault
Sì, ti rendi conto che tirar fuori libri nerd costosi alla vigilia di Lucca è istigazione a delinquere, ma signori miei erano mesi - è uscito in America la scorsa primavera - che dovevi parlare di The Art of He-Man and the Masters of the Universe, un librone enorme in tutti i sensi, da colpo al cuore per chiunque sia cresciuto guardando in TV il principe ridicolo di Eternia e i suoi amici e giocando con i relativi pupazzini. Cogli l'occasione per parlarne proprio ora perché ieri ti è arrivato dall'amazzonia anche Transformers Vault, pubblicazione un po' più datata (2011) e non allo stesso livello di quella sui Masters, ma comunque piena di cosucce sfiziose. In totale fanno tre chili e mezzo di libri. E no, NON stai scherzando. Vi va di buttare un occhio a quello che c'è sotto quelle copertine? Che domande, certo che vi va [...]
Naturalmente hai fotografato solo una manciata di pagine ciascuno, per dare un'idea dei contenuti che, si sarà capito, soprattutto nel caso del primo libro sono qualcosa di meraviglioso. Pubblicato dalla divisione Books della Dark Horse, The Art of He-Man and the Masters of the Universe è un volumone cartonato formato 24 x 31, 320 pagine per oltre 2 chili di peso. Il titolo non gli fa onore, perché è molto più di un semplice artbook pieno di illustrazioni. Dentro, per farla breve, c'è qualunque cosa possiate immaginare legata alla storia dei Masters.
Si parte dalla genesi di He-Man e compagni di merenda di Eternia, con bozzetti e documenti originali che mostrano l'evoluzione del personaggio
e di vari comprimari, spesso molto diversi una volta tradotti in plastica e gomma rispetto ai concept iniziali. In un'apposita sezione c'è spazio anche per le action figure che non videro la luce... almeno allora (recuperate in tempi recenti per i collezionisti).
Ci sono le illustrazioni utilizzate per il packaging di personaggi e veicoli,
un esame approfondito di tutte le serie a fumetti, dai minicomic - dei quali uscirà a breve un omnibus che stai aspettando da mesi, cacchiarola - agli albi DC, Marvel, Image e infine di nuovo DC,
e naturalmente un vasto capitolo dedicato alla nascita del cartone e al suo making of. Storyboard, bozzetti, sfondi a tutta pagina,
con il tocco di classe della riproduzione di una cel (in basso a destra nella foto qui sopra) da piazzare davanti a vari sfondi. Cercando poi di non farsi sgamare mentre si imita la vocetta di Skeletor. E sì, sarà un gimmick da libro per l'infanzia, ma che figata, oh. Senti.
 E poi le illustrazioni bellissime di Earl Norem e colleghi,
gli agghiaccianti retroscena dell'agghiacciante film dei Masters (con tanto di intervistina a Dolph Lundgren),
i bozzetti preparatori della serie He-Man - Le nuove avventure e i nuovi design dei Four Horsemen per He-Man and the Masters of the Universe, la serie del 2002.
Chiudiamo con il pieghevole su quattro facciate con tutti i pupazzetti della linea Masters of the Universe Classics (aka MOTUC)
e una delle varie infographic/mappe che si trovano a fine volume, in questo caso il Castello di Grayskull in dettaglio. Sì, ma quanto picchia il tutto? Hai scucito agli amazzonici 32,20 eurosoldi, un prezzo dignitosissimo per tutto questo ben di Hordak, in cui c'è tantissimo da leggere oltre che da guardare. Nella scala ipotetica del piaciuto è: Piaciutone al quadrato, must buy, accattativìllo. 
Transformers Vault è un libro cartonato contenuto all'interno di un cofanetto celeste leggermente più grande (24 x 28) e altrettanto rigido: nella foto qui sopra, il cofanetto esterno e la copertina del tomo. 160 pagine, un chilo e quattrocento grammi.
Il volume ripercorre innanzitutto la storia dei giocattoli, dalla loro preistoria fatta di Microman e Diaclone
ai primi prototipi e modelli. Si parla quindi di G1, di G2 e delle altre linee succedutesi fino al 2011,
con un po' di contorno offerto da merchandising strambo (oh, bellissima la macchinina a pedali di Jazz/Tigre!)
 e dai modelli non entrati in produzione.
Spazio quindi ai fumetti (da quelli Marvel al presente in IDW)
e ovviamente alle varie serie animate e ai (primi due) film. Di materiale ce n'è, ma non tanto quanto ne è stato infilato nel volume sui Masters. Più che altro, questo libro dei Transformers ha meno testo e più immagini (e nemmeno troppe). Le curiosità da apprendere sono pochine e si punta soprattutto sui gimmick all'interno, che rendono più fico il tutto.
C'è ad esempio un cartoncino - da sfilare da apposita pagina/taschino, come tutti gli altri gadget presenti - con apposita striscia di plastica rossa trasparente per svelare i diagrammi con livelli di forza, coraggio etc di vari Autorobot G1, come ai vecchi tempi (lacrime napulitante),
c'è la stampa in formato ridotto di una doppia tavola con ammucchiata di Transformers di un fumetto recente,
e c'è anche qui la riproduzione di una cel da spostare su vari sfondi, riproducendo a voce il suono della trasformazione, k-ch-ch-ch-ch.
Chiudiamo con un posterino del film d'animazione dei Transformers (spoiler: Commander/Optimus Prime schiatta),
un documento su Hot Rod/Rodimus Prime, con il design del personaggio sul fronte e varie note di produzione sul retro,
e un biglietto del secondo film dei Transformers. Prezzo su amazonpuntoit, sempre 32 euroecu e spicci. Nella scala ipotetica del piaciuto è: Carino, con un sacco di cazzatelle che compensano il poco succo in termini di storia. Ai fan dei Transformers non dici niente, ché l'avranno già a casa da anni. Aloha.

34 commenti:

  1. Il film sui masters l'ho visto poco tempo fa preparandomi alla trashata delle grandi occasioni e invece lo trovai dignitoso e fini' pure col piacermi... Solo che non era un film sui masters, o quantomeno non c'era nulla che avrei mai messo IO in un film sui masters.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, benchè mimmo, a modo suo il fil dei Masters ha una sua dignità e si tira dietro anche un po tutto quello che c'era da dire sugli anni 80 (di cui in qualche modo ne rappresenta la fine)

      Elimina
  2. http://1.bp.blogspot.com/-fxg9OPNXFy4/VjDX91obijI/AAAAAAABers/uwXiEZti1vI/s1600/18-Transformers-the-Vault.jpg

    http://4.bp.blogspot.com/-xsyEehqLXG8/VjDX92HYy_I/AAAAAAABero/ggc9yhLBUng/s1600/17-Transformers-the-Vault.jpg

    Questi mi sembra di averceli o gli assomigliano davvero molto.
    Sapete però come si dice?
    "Ho 2 qualità, una è la memoria e l'altra..... non me la ricordo"

    RispondiElimina
  3. Sto già sbavando sul libro dei Masters... MIO!

    RispondiElimina
  4. aspè...aspè...ASPETTA!!!la striscia rossa per leggere le caeatteristiche dei vari personaggi!!!!???troppi belli ricordi di ore passate a giocare!!!ma quanto erano belli i giocattoli prima??? lagrime napulitane sia per i transformers che per i masters!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La striscia rossa della bruschetta a tradimento, la prima cosa che usavo quando aprivo lo scatolo della felicità e la prima a venir buttata...eh ci son cose che non son cose...

      Elimina
    2. eee...io no...io intagliavo scatoli di scarpe e li trasformavo nelle basi segrete!! all interno mettevo tutte le armi e ritagliavo dalle confezioni tutte le immagini possibili comprese le schede dei oersonaggi...ricordo che davvero passavo le giornate giocando...

      Elimina
  5. Il librone dei masters e' bellerrimo! Buona festa a Lucca a tutti gli antristi! Ci vediamo sabato al raduno e x l' autografo su rim city! Lucca Lucca Lucca! Antristi uniti!

    RispondiElimina
  6. L'artbook di He-Man è stupendo! Magnifico :D

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Giuro che quando ero piccolo (e tutti mi scherzavano) ho pianto come un vitello quando vidi Commander sacrificarsi per quell'autobt insulso dopo essere resucitato poco prima... nel corso degli anni non ho più avuto il coraggio di vederlo...

    RispondiElimina
  9. scusami ma parli di quella serie ambientata dopo la morte di megatron?
    quella in cui fa vedere anche il cimitero degli autorobot??xke se è la stessa anche a me mise una tristezza immane...e poi era cupa e malinconica...forse erano solo i miei occhi da bambino xo la ricordo cosi...davvero quelle puntate erano tristi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovessi essere sincero non mi ricordo proprio di quella particolare serie (in compenso mi viene alla mente un fumetto che avevo preso a babbo in cui c'era doc che siglava un patto di "energon" con megatron per poter riportare in vita tutti gli autobot ma li era pieni anni 90), mi ricordo giusto come dice il Doc nel post che era un cartone "stand alone" ambientato nello spazio in un imprecisato futuro in cui gli autobot sostanzialmente avevano soocato un sacco e ce n'erano più pochi tra cui il pistola protagonista e commander tipo pazzo/invecchiato male/disattivo.

      Elimina
    2. quello a cui vi riferite credo sia uno splendido OAV mandato in onda da qualche emittente privata sul finire dell'ottantesimo decennio...praticamente veniva siglato il passaggio di testimone fra Commender e il nuovo Prime...tristissima la scena ambientata nel cimitero degli autorobot e poi l'epilogo con - SPOILER - con l'artronave che si schianta su Megatron e il dettaglio della zoomata in cabina dove si vede che a pilotarla è un Commander (per me si chiama ancora così!) semidistrutto - FINE SPOILER

      Elimina
    3. ma quanto potevano essere malinconici i cartoni prima?
      cmq si anche io ricordo di un commander(!) pazzo...quasi simbolo del passaggio dalle scuole elementari all adolescenza...

      Elimina
  10. alla visione nel libro dei Transformers della pagina con le schede da vedere con il cartoncino rosso ho avuto un mancamento, era una roba di cui mi ero completamente dimenticato l'esistenza °_°

    RispondiElimina
  11. k-ch-ch-ch-ch penso che tu sei il primo che scrive il suono della trasformazione ;-)

    RispondiElimina
  12. il libro dei transformers, cioè, lo vojo....

    RispondiElimina
  13. il librone dei MOTU.. me lo devo comprarmelo ! Per il potere di Mastercard!

    RispondiElimina
  14. Doc hai ufficialmente attentato alle mie finanze con l'artbook dei MOTU...l'ho appena preso su Amazon!
    Già che c'ero, ci ho buttato dentro anche la collezione completa dei M.A.S.K. in DVD, tanto in Italia la vedremo col fischio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doc OT CLAMOROSO, hai visto che roba il seguito di Nier realizzato da Platinum Games? O__O

      https://www.youtube.com/watch?v=gIUaVTDLdG0

      Elimina
  15. tu chiamale se vuoi... erezioni...

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Che gli dei ti maledicano scaraventandoti per sempre nel mondo degli Orsetti del Cuore.... ma porca pupazza, ho in lista: la riedizione a colori del romanzo a fumetti di Dragonero, l'edizione Bao di "Chanbara" di Recchioni, L'Elenco Telefonico Degli Accolli di Zerocalcare..... e tu mi fai salire l'australopiteco sulla schiena con sto tomone dei Masters... e già l'ho ordinato !!!!! Indignati e vergognati !!!

    RispondiElimina
  18. han fatto anche i visual history delle ninja turtles e dei ghostubsters.
    Doc, ci fai da cavia anche con quelli?

    RispondiElimina
  19. Nostalgia Canalis a livelli uber per la striscia di plastica rossa.
    Il libro dei Masters lo prendo anche subito. Invidia appalla.

    RispondiElimina
  20. Te però ce vuoi male, dì la verità... ;)

    RispondiElimina
  21. Aspettate prima di ordinare il librone dei Masters, non avete considerato questa edizione...

    http://www.amazon.com/He-Man-Masters-Universe-Limited-Hardcover/dp/B010TT1MDU/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1446150654&sr=8-3&keywords=he-man+art+of+masters+of+the+universe

    Pace ai vostri portafogli...

    RispondiElimina
  22. Eccome se l'ho considerata.... purtroppo il prezzo mi ha buttato nello sconforto totale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai sulla baia, comprata da un australiano a 80 euri, contro i 200 che chiedono in giro (più 10 di spedizione).
      Sono solo 30 denari in più della versione standard.

      Elimina
  23. Il librone dei Masters mi fa prudere forte il portafogli...

    Devo risparmiare! Devo risparmiare! Devo risparmiare!

    RispondiElimina
  24. Che meraviglia!! E la cosa bella e che mentre leggo il post mi ritrovo a fare K-ch-ch-ch-ch anche io!!

    RispondiElimina
  25. Il Libro dei Masters è stupendooooooo!!!! Ed è mio, mio, tutto mio!

    RispondiElimina
  26. Notevole che qualche giorno dopo questo articolo il librone dei masters è il più venduto su amazon fra le "strisce a fumetti" in altre lingue :p

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails