lunedì 9 marzo 2015

94

So 90s: mode, manie e tormentoni degli anni 90 (parte 3)

Mode e manie anni 90
Terzo appuntamento con So 90s, enciclopedia di ridere a fascicoli digitali su mode, manie e tormentoni degli anni 90 (le prime due parti le trovate qui e qui). E come direbbe solo il miglior giostraio dell'autoscontro e dei calcinculo, via che si va [...]

Una serie TV Disney che non sembrava affatto una serie TV Disney. Andata in onda per tre stagioni, tra il 1994 e il 1997, Gargoyles - Il risveglio degli eroi aveva toni cupi, atmosfere shakespeariane e una trama orizzontale consistente (i primi 5 dei 13 episodi della prima stagione formano un'unica macro-puntata, "Awakening") che la resero una serie di culto anche in Italia (da noi andò in onda sulla RAI). Una serie che regge ancora oggi molto bene i vent'anni che si porta sul groppone.
Va sottolineato però che solo le prime due stagioni (la seconda delle quali di ben 52 puntate) sono degne di nota, perché la terza - messa in cantiere da ABC dopo che Disney aveva cancellato la serie - è stata realizzata da un team completamente diverso, e si vede. Tuo personaggio preferito nel clan di Manhattan, guidato da Golia: il cagnolone Bronx.
È triste che i frequentatori più giovini dell'Internet conoscano Alberto Tomba solo come meme vivente di Alex l'Ariete: che non abbiano avuto modo di vivere in diretta una delle più esaltanti epopee sportive tricolore di sempre. Tomba inizia a collezionar vittorie già a fine anni 80 (l'oro di Calgary '88, per dire), ma è nella prima metà degli anni 90 che esplode come fenomeno nazional popolare. Sono gli anni di Tomba la Bomba, di quelle seconde manche tirate a cannone per recuperare il tempo perso nelle prime, della Coppa del Mondo portata a casa vent'anni dopo Thoeni, delle prese per il culo infinite a Mai Dire Gol. Gli anni in cui, soprattutto, Tomba è stato per lo sci quello che Valentino Rossi ha rappresentato e rappresenta per le due ruote: un grande catalizzatore di sogni iridati.
Quella dei Pogs è una mania che ha solo sfiorato l'Italia, di rimbalzo, dopo aver trascinato i rEgazzini USA in una delle frenesie collezionistiche più assurde di sempre. Perché le card avevano e in qualche misura hanno ancora un loro fascino, questi gettoni di cartone no. Per niente. Ne hai ancora a casa una micropila a tema Marvel, in regalo con un qualche fumetto MITA dell'epoca, ma credi che abbiano circolato poco al di fuori delle fumetterie. Negli USA, dicevi, era diverso: negli USA i rEgazzini ci giocavano a scuola, sparando un gettone verso la colonna di POG dell'avversario per vincere quelli che cappottavano. Il gioco delle figu senza le figu. I POG nascono alle Hawaii negli anni 30 e il nome, per chi se lo stesse ancora chiedendo, deriva dalle iniziali dei tre tipi di succhi di frutta i cui tappi venivano usati per giocare: frutto della passione, arancia, guava. Un gioco della guava. 
Ancora Axl Rose, poster-boy, testimonial e manichino vivente di mode truzze da prima metà degli anni 90. Così, dopo i pantaloncini da ciclisti visti nella prima puntata di So 90s, questa volta tocca alla bandana. Fazzolettoni di stoffa con stampa paisley dai colori aggressivi: blu e rossi li usavano quei tizi delle bande che si aggidevano per il controllo della droga prima che arrivasse il Punitore a vrusciarli tutti, così i giovani rEgazzini bulli di periferia dei primissimi anni 90 usavano colori tipo l'arancione fluo, il viola villanzone, il verde acido da discoteca, spesso con risultati alla Martufello come quel tizio dei Ragazzi del Muretto di cui si diceva la volta scorsa. Variazioni sul tema: il Superjovannotto (bandana portata sotto al cappellino) e il look da Rosie la Rivettatrice, buono anche per le pulizie di primavera. 
Non si può descrivere in poche righe tutto l'ammore che milioni di giovani italiani hanno riversato sull'Amiga 500 e i suoi fratelli a cavallo tra la fine degli anni 80 e la prima metà del decennio successivo. L'ultimo, grande home computer prima che lo standard PC decollasse e nuclearizzasse ogni sacca di resistenza. L'ultima grande macchina Commodore, l'ultimo computer non IBM-compatibile che c'avevano tutti, così trovavi sempre qualcuno con dei dischetti nuovi da passare al fil di xcopy. Oh, ma hai visto che c'è pure Golden Axe? Sì, l'hai visto.
No, non lo si può descrivere, perciò non intendi farlo: su questo blog ci sono decine e decine di post sul glorioso Amiga e i suoi giochi, le sue isole scimmia, le sue palle veloci, i suoi Nord, i suoi Sud. Se vi va, cercateveli cliccando su questa keyword di ringere qui.  
Per molti il primo telefonino, o comunque il primo contatto con un telefonino, perché magari lo StarTAC Motorola, in quella seconda e ancora molto analogica metà degli anni 90, ce l'aveva il papà, un amico coi soldi, una zia ricca argentina regalatrice di poncho. Il primo vero telefonino clamshell della storia, con quel look lì a double mazzarella e l'antennina incerta, che ai tempi sembrava fantascienza, e che oggi sembra brutto e basta.
Chiudiamo con Robert Miles, nome d'arte dell'italoelvetico Roberto Concina, DJ e produttore che nel '95 azzerbina l'intero pianeta alla sua Children, una traccia di musica trance con il celebre video della bambina in macchina. Questo:

Il brano ottenne un tale successo che non solo arrivò ad assediare militarmente le classifiche di 12 paesi diversi, ma fu oggetto anche di un rippone in ambito videoludico:

il tema di 
Rock Howard nel bellissimo Garou: Mark of the Wolves aveva infatti fagocitato il brano di Miles (dal minuto 0:58 circa in poi). Ma oh, come dicevano gli avvocati pelandroni di MJ, le note sono solo sette...


[CONTINUA]

PUNTATE PRECEDENTI:
So 90s, parte I
S0 90s, parte II

94 commenti:

  1. Di Gargoyles mi piaceva un sacco anche (visto che si parla anche di moda!) come agganciavano le ali tipo mantello!

    E sarà un caso che era ambientata a Manhattan, caro Dottor Manhattan??

    Eh, mi sa proprio di sì!

    RispondiElimina
  2. Non ce la faccio! Troppi ricordi! Gargoyles lo guardavo sul mai troppo compianto Solletico! Approposito, a quando un post sulla fine che hanno fatto i conduttori dei programmi per ragazzi (Mauro Serio e Elisabetta Ferraccini in primis)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ommiodio Solletico! Lagrime! T.T
      Allora non me lo ricordo solo io!

      Elimina
    2. Ho idea che il Doc per questioni anagrafiche non fosse un assiduo telespettatore di Solletico.

      Elimina
    3. Noi avevamo Bonolis, Manuela, Roberto... Alle brutte brutte garbolino tiè :D
      Bonolis a parte tutti a far televendite e garbolino il doppiatore

      Elimina
    4. Ah, i Gargoyles, ai tempi si contendevano i miei amori di ottenne insieme ai Power Rangers :D
      Andrea, se ti interessa sapere la fine di quei personaggi ti consiglio di seguire lo youtuber Dario Moccia, sta lavorando ad un progetto che non so quando uscirà, ma sarà interessante :)

      Elimina
    5. E comunque Garbolino ha tipo anche rotto il c*zzo, lui e quella sua voce da bambinetto cacameenchia, non se ne può più, sono 20 anni che è lì a doppiare il più scarso allenatore di Pokémon della storia e a ridoppiare quel pistola insopportabile di Nobita.
      Ecco, credo che il mio odio viscerale per la voce di Garbolino sia motivato soprattutto da questo.
      Che Nobita, ogni volta che lo vedo, comincio a preparare la ola per l'arrivo dei bulli.

      Gargoyles sta a Solletico che sta a Stellaris che sta a TinTin che sta a Mauro Serio che sta a Elisabetta Ferracini...piangere di bei ricordi.

      Elimina
    6. @Diego Andrea Pagano giusto me ne ero dimenticato (si autolancia un coppino)!

      Elimina
  3. I Pogs per una stagione brevissima sono stati molto popolari anche da noi. Ricordo distintamente un anno di elementari passato tutti a giocare con quei gettoni di cartone.

    RispondiElimina
  4. Non ho mai seguito molto lo sport, ma ricordo una discesa di Tomba in cui aveva fatto un errore, si era fermato un attimo, aveva terminato la manche ed aveva vinto l'oro. In una disciplina in cui tra il primo e il trentesimo posto c'è una differenza di massimo 2 secondi vuol dire essere su un altro pianeta rispetto a TUTTI gli altri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso tu ti riferisca a questo: http://youtu.be/U3YBjZLIDwM speciale di Lech del '94 di coppa del mondo..anno in cui vinse poi la coppa con 7 vittorie di fila di SS...

      Elimina
  5. Doc, tu ieri sera ti sei guardato sicuramente l'Interona. Io invece ho avuto la malsana idea di lasciare il bastone del (tele)comando alla mia compagna. E lei cosa mi ha sparato? Maratona di BEVERLY HILLS 90210 su Sky Atlantic 1992. Lei aveva gli occhi a cuoricino e la smascellata da adolescente innamorata. Io volevo morire...

    RispondiElimina
  6. La serie dei Gargoyles piaceva un frappo anche a me..scopro ora, alla veneranda età di quasi 27 anni, a cosa servissero quei dischetti di cartone..è proprio vero che l'Antro "ti impara le cose" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo segno dell'età incipiente..ho scritto 27 invece di 37..

      Elimina
  7. I pogs me li ricordo giravano a scuola e parecchi ci giocavano...una stagioen forse 2 poi scomparverò chissà in quale angolo recondito della galassia.

    Gargoyles... standing ovation...la sigla era esaltante uno spettacolo

    RispondiElimina
  8. Ecco, ma di Garou: Mark of the Wolves ne vogliamo parlare? Che è uno dei picchiaduro più fantasticamente fantastico di tutti i tempi (inclusi quelli futuri) e nessuno sembra filarselo neanche di striscio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero..spesso una delle mie scelte preferite sul mame..ci vorrebbe un bel post sui picchiaduro neo-geo e snk.

      Elimina
    2. All'epoca, per comprarlo su DC, era costato "IBEISOLDI"®

      Elimina
    3. Che non sempre si tramutano nell'oggetto "GIOCOFIGHISSIMO"..momentomariomerolo per il DreamCast..

      Elimina
    4. Il miglior picchia picchia che l'SNK abbia mai prodotto. Chi se lo dimentica! Ancora oggi, a quasi dieci anni di distanza, si posiziona tra i cinque migliori picchiaduro 2D di tutti i tempi.

      Elimina
  9. frank.drebin9 marzo 2015 11:43

    In tutto ciò, da pochi giorni è attivo su sky il canale Atlantic1992 (in attesa della serie 1992 dedicata a tangentopoli e dintorni) e non so perché, ma rivedere tutti insieme quei telefilm dell'epoca, paiono vecchissimi... Forse perché lo sono :P Cioè, se mi capita di rivedere spezzoni vari o puntate singole miste anche a prodotti di altre annate, anche più vecchie, (tipo su foxretro) non mi fanno lo stesso effetto di vecchitudine.

    RispondiElimina
  10. Ammetto di essere stata un'assidua spettatrice della serie dei Gargoyles :)

    RispondiElimina
  11. Doc sei andato a scovare dei ricordi che le lacrime napulitante mi stanno creando un acquapark in faccia!

    Gargoyles era la serie piú bella e mitica dell'intero universo per trama, ambientazioni, personaggi...ricordo i millemila pomeriggi davanti alla tv guardando Solletico proprio in attesa dei Gargoyles...
    Alberto Tomba, invece, causa giovanissima età non lo conobbi per le prodezze sportive ma per vie traverse, come spot della Barilla (ricordo uno in cui veniva sottoposto ad un test in laboratorio e correva su un tapis roulant, tutto ricoperto di sensori. Più ingurgitava pasta, più correva) e, soprattutto, per gli indimenticabili sfottò della Gialappa's!
    Con i Pogs ci giocavo, sono stati popolari anche da noi per.un breve periodo, ma non ricordavo si chiamassero così! Io li trovavo in regalo con i Chupa Chups e ricordo che per colpire la pila di gettoni in cartone veniva fornito un disco in plastica più pesante chiamato Slammer, se non vado errato.
    E poi sua maestà lo StarTac!! Il signore dei telefoni cellulari, l'unico a vantare l'apertura dello sportello dal basso verso l'alto, un vero must all'epoca! Bellissimo e indimenticabile! Mio padre lo aveva, ed ogni occasione era buona per trafugarlo, comporre numeri a caso e far finta di parlare...così, come un piccolo imbecille demente...quanti ricordi...Dio (delle città) quanto mi mancano gli anni '90...

    RispondiElimina
  12. Mamma mia quanti ricordi, Gargoyle é finito nella nebbia sfocata dei ricordi da lagrime napulitane... Doc, ma la beneamata non la commenti più? Io dopo le partite vengo sempre sul blog per vedere se possiamo fare quattro chiacchere da Bar Sport!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'ondata di troll cagarazzi, stanati dai post sul calcio, finiva col tracimare poi puntualmente anche nei post non sportivi, portando in giro la propria ignoranza e il proprio avercelo piccolissimo. Ché certa gente, se gli fai esplodere il fegato ricordando quella lettera dell'alfabeto, poi stanno lì a rimuginarci. A macinare, nella loro ruota di criceti. Quando ho tempo, commento le partite su twitter, dove i figli di padre ignoto e madre notissima non ci sono: non per altro, perché ancora non hanno capito come funziona.

      Elimina
    2. Ti ringrazio della risposta...e quindi mi devo iscrivere a Twitter? Ahahahahah. Quella lettera dell'alfabeto che non si può dire ma che viene dopo la A? Comunque capisco la cagatura di razzo da colpa dei troll...che rottura, leggere un post é meglio che 400 caratteri però...

      Elimina
  13. e a proposito di cartoni fighi anni 90....ma Aladdin, Duck Tales, e Batman the animated series? Cioè quest'ultimo era tutto tranne un prodotto per bambini....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Duck Tales *___* Avevo anche le vhs! Sembra che la Disney produrrà nuovi episodi entro in 2017...

      Elimina
  14. Children, king of mountain e altre...discoteca domanica pomeriggio a milano...che truzzeria! Le fornarina, le Buffalo! Mamma mia...

    RispondiElimina
  15. Per quella storia che nella periferia le mode arrivano dopo sono, quasi, sicuro che i Pogs siano arrivati anche nelle edicole nella seconda metà/fine anni '90. Da me, quando avevo 8 o 9 anni sono andati fortissimo... per tipo mezza stagione. Comunque il gioco me lo ricordavo diverso: 'sti tappi non si lanciavano, ma si facevano saltare e vinceva quello che era riuscito a far ricadere pi tappi dalla parte disegnata... o almeno da noi si faceva così, boh.

    RispondiElimina
  16. Gargoyle! Avevo il giocattolo con le ali che si aprivano e chiudevano! Quanti ricordi XD

    RispondiElimina
  17. Bellissima serie Gargoyles, averne di cartoni di quel tipo. Belli i personaggi e la trama elaborata per un cartone animato. L'aspetto che amavo di più era che vi era una pluralità di fazioni che interagivano contemporaneamente fra loro avendo tutte dei fini leggermente diversi, per capirci non c'erano i buoni, i cattivi e basta.

    Tomba, cosa dire. Personalmente scio e ho incominciato a sciare con regolarità solo dopo aver conusciuto la mia Consorte. Una cosa che però odio e vedere lo sci, lo trovo uno degli sport più pallosi dell'universo, da vedere. Mi diverto di più a vedere il curling. Per colpa di Tomba mi sono dovuto sorbire le gare di scii sulla rai la domenica mattina quando ero a casa dei miei cugini con la solita pantomima della seconda manche dove uno fa la manche della vita e lo inquadrano un ora perché ha il miglior tempo. Il povero sciatore semi-anonimo è lì che sorride e in tanto lancia le macumbe più atroci a quelli che vengono dopo di lui per poi essere cacciato a calci nel sedere dai quei 5 che scendono per ultimi e il tempone l'anno fatto anche nella prima manche.

    AMIGA: quanti pomeriggi con il mio Amico Alessandro (non il Doc, un altro) a giocare in multy a giochi come Golden Axe.

    Basta mi fermo.

    RispondiElimina
  18. La bandana: ne avevo prese 2 alle bancarelle della festa patronale, poi le indossavo in casa perchè mi vergognavo a metterle quando andavo in giro. Però mi piacevano, facevano molto Billy Kane di Fatal Fury.

    Alberto Tomba me lo ricordo abbastanza bene, ma mi rifiutavo di seguire lo sci (come la formula 1, il motomondiale e il tennis).
    Il motivo era che questi sport venivano trasmessi su Italia 1 il sabato o la domenica mattina, andando a sostituire dei cartoni che seguivo oppure il wrestling.

    L'Amiga invece era stata la mia fidata compagna di giochi dal '92 al '99, coi dischetti che mi procuravo sempre da amici o da uno che li spacciava nel retrobottega del suo negozio di bombole del gas (dove teneva pure dei tornei clandestini di Sensible Soccer)

    RispondiElimina
  19. quanta carne al fuoco... Robert Miles star tac e amiga 500 meriterebbero davvero un approfondimento nell'approfondimento, per sintetizzare a chi non li ha vissuti: sappiate che sono ricordi che solo a nominarli scaldano il cuore.
    i pogs invece MAI sentiti, anzi adesso vado a googolare perchè mi sembra quasi strano averli proprio saltati a piè pari.
    infine tomba: ecco, anche qui, per i più giovani bisogna dire che tomba è stato l'antesignano del bomber come personaggio (citofonare tra le altre la colombari negli anni in cui era faiga faiga o il fotografo ferito dal lancio della coppa) e una specie di maradona/pelè come sportivo, campione purissimo e personaggio da prima pagina.

    RispondiElimina
  20. Doc scusa l'intromissione e il lieve off topic. Io sono Juventino da sempre e non credo di essere l'unico in Italia che ride leggendo ANCHE i tuoi commenti sull'Inter. Dai, ricominciamo come direbbe Pappalardo...

    RispondiElimina
  21. Sull'Amiga non dico niente che se no piango a dirotto e sono in pubblico, non sarebbe bello. I floppy di sensible soccer fumano ancora oggi da quanto li ho usati.

    Ma Doc, Thudercats come lo vedevi? Forse è più fine 80? Secondo me rimane uno dei cartoni più fighissimi e meno menzionati della storia! Tipo Gargoyles, un'altra bomba micidiale, almeno all'inizio.

    Cosa che non c'entra Doc: fine settimana sei al Cartoomics?

    RispondiElimina
  22. Ma sono l'unico sul pianeta che detestava visceralmente Alberto Tomba???

    RispondiElimina
  23. doublemazzarella XD. ti stimo doc.

    RispondiElimina
  24. Ahhhh l'amiga che amica che era!

    RispondiElimina
  25. Aaaaaa...I gargoyles.. ero proprio fissato da ragazzino...ma invece questo post mi ha fatto balenare in mente un altro ricordo sfocatissimo della mia infanzia...Mighty Max. Doc ne hai parlato da qualche parte di questo cartone?

    RispondiElimina
  26. Ahhh, l'Amiga!!!
    Io ce l'ho ancora perfettamente funzionante, solo il vecchio monitor è partito e il joystick ha perso le ventose, sta in taverna come una reliquia e talvolta spinta dalla nostalgia lo accendo e gioco a Nord e Sud :-)

    RispondiElimina
  27. Rileggendo ho visto solo adesso "l'uovo di pasqua" del desktop dell'amiga 500..sei sempre troppo "davanti" Doc. :D

    RispondiElimina
  28. Ogni volta che scrivi la parola "Amiga" sul tuo blog contribuisci all'innalzamento del livello delle acque a causa delle mie Lacrime Napulitane, sappilo!

    Mi stupisce Gargoyles, mai avrei pensato che fosse una produzione Disney. Non ero un grande amante, sinceramente, all'epoca mi sa che fosse il periodo in cui stavo andando in palla con Ranma e l'accoppiata manga/anime di conseguenza.


    Nota a parte per lo StarTAC: il primo telefono portatile che ho visto in vita mia non è stato il classico cellulare ma bensì una roba più antiquata costituita da una valigetta con attaccato una cornetta con il filo, all'epoca sembrava tipo di essere nel futuro.

    RispondiElimina
  29. Da qualche parte, non so più dove, devo avere ancora una pigna di pogs, ché ne avevo collezionati sia a tema Dragonball che a tema Street Fighter (che, per una ragazza che non ha mai giocato a nulla di più complesso del Tetris e - sull'Amiga! - di Frog, era una stranezza grossa. Ma andavo matta per i disegni XD). Giocare con quei 'tappini' non se ne parlava, ovviamente, ché ai tempi ero già troppo grandicella. Ma una collezione scema non si nega mai.
    Grazie all'antrista che mi ha ricordato anche l'esistenza degli 'slammer' di plastica che servivano a tirare giù le pile di tondelli di cartone. Avevo rimosso questo particolare, ma in effetti ora me li ricordo benissimo! Chissà se per casa ce n'è ancora, o se ho dato via tutto a qualche cuginetto insieme ai doppioni dei cartoncini...

    RispondiElimina
  30. (T_T) altro post che apre vecchi cassetti polverosi nei meandri della memoria...
    Mi spuntano ciuffi di capelli bianchi ogni volta. (^_^)

    RispondiElimina
  31. I Gargoyles li guardavo sempre! E l'Amiga era fantastico!!! I videogiochi li ho ancora tutti. Quanti ricordi...

    RispondiElimina
  32. Amiga... appena ho letto l'effetto nostalgia mi ha mandato in Guru Meditation. L'ultima volta che ho controllato funzionava ancora purtroppo il joystick invece è stato colpito dalla sindrome di Zoolander e non gira a sinistra.

    RispondiElimina
  33. I Pogs erano di un'inutilità clamorosa, albetti della marvel e altre cose ti regalavano queste cose assurde e mai veramente capite con sopra tutte le figure della marvel disegnate dagli autori dell'epoca piene di tasche, fuciloni, donne semi nude con la faccia da zorre e i pettorali come il cruscotto di una jeep Hammer. Nel '95 esagerarono e li fecero di plastica (con le fossette per la corretta posizione delle dita) e io non comprai gli albi solo per non avere quelle cose dentro casa.

    I Gargoyle erano bellissimi, credo che ne fecero anche un paiuo di film animati (che però non ho mai visto). Il cagnolone gargoyloso sembrava ispirato a quello dei Ghostbuster.

    Per quanto riguarda Alberto Tomba, posso solo postare questo:
    https://www.youtube.com/watch?v=ttQbOp4VvHI

    Le bandane se le mettevano anche intorno al collo le ragazze e io le trovavo in questo modo incredibilmente sexy...

    RispondiElimina
  34. Sui Gargoyles mi tolgo tanto di cappello alla Disney, con tanto di applauso (e detto da uno al quale la Diseny sta generalmente sulle balle, è tutto dire XD )

    RispondiElimina
  35. Aaaaaaaaaaaaaaah i Gargoyle, quanti ricordi <3
    Questa rubrica la sto amando, da buon ragazzotto cresciuto nei 90!

    RispondiElimina
  36. Mi sarebbe piaciuto tenere l'Amiga per ricordo, ma me lo hanno buttato via! ;-(

    RispondiElimina
  37. I Gargoyle erano fichi, ma lo davano troppo presto la mattina e l'ho beccato di sfuggita. E poi dai nella mia cumpa, guardare la Rai era da sfighez, Italia uno era il canale di noi giovinastri dell'epoca.
    Lo Startac, correggetemi se sbaglio, non prevedeva di mandare SMS a qualcuno nella tua rubrica. Dovevi andare in Rubrica, scriverti il numero su un foglietto oppure dire ai tuoi amici "Ricordatevi questo numero (figurati)" e infine scrivere il messaggio e inserire il numero di cellulare cifra per cifra.
    Amiga 500...a 36 anni ho ancora il callo da Joystick Albatros tra indice e medio. Un mio amico ed io lo spaccavamo talmente spesso che abbiamo persino imparato a saldare con lo stagno per ripararlo ogni volta che si staccava qualche contatto. Scusate, vado a ringere in bagno.

    RispondiElimina
  38. L'Amiga... solo scrivendo quel nome, mi hai tirato delle bruschette così piccanti, da fondere la crosta terrestre: devo essere stato l'unico a giocare a F1GP indossando un casco (fregato al mio fratello maggiore, ai tempi aveva appena fatto la patente per la moto), e con un volante costruito con i LEGO, due fili volanti e poco altro.

    E se non era un volante, era un rudimentale joypad assemblato con materiali di recupero.

    O un joystick tradizionale... almeno, finché durava.

    Ma la cosa più infernale di questo home computer era sicuramente l'incredibile numero di floppy che richiedevano alcuni giochi, come Monkey 2 ed Indy 4: 11 dischi (più quello per i salvataggi, che mica aveva l'hard disk).

    RispondiElimina
  39. L'Amiga... solo scrivendo quel nome, mi hai tirato delle bruschette così piccanti, da fondere la crosta terrestre: devo essere stato l'unico a giocare a F1GP indossando un casco (fregato al mio fratello maggiore, ai tempi aveva appena fatto la patente per la moto), e con un volante costruito con i LEGO, due fili volanti e poco altro.

    E se non era un volante, era un rudimentale joypad assemblato con materiali di recupero.

    O un joystick tradizionale... almeno, finché durava.

    Ma la cosa più infernale di questo home computer era sicuramente l'incredibile numero di floppy che richiedevano alcuni giochi, come Monkey 2 ed Indy 4: 11 dischi (più quello per i salvataggi, che mica aveva l'hard disk).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io giocavo a Mortal Kombat (4 o 5 dischetti) e dovevo decidere se fare la fatality a fine round, perché farla implicava cambiare floppy e aspettare il caricamento...

      Elimina
  40. Nei post precedenti c'era sempre qualcosa che magari avevo intravisto nella mia infanzia ma niente più; di questo invece ho realmente vissuto tutto, fantastico.

    Dei Gargoyles (che pensavo di conoscere solo io) avevo pure due giocattoli: quello di Golia e quello di Broadway (il tizio verde). Muovendo la coda (solo in Golia mi pare) si muovevano le ali. Quanto ci ho giocato... In cantina dovrei ancora averli, era veramente di buona qualità, si vedeva che erano giocattoli solidi e ben costruiti.

    E i Pogs? Non aspettavo altro che tu ne parlassi in questa rubrica, fantastici. Non sono però troppo d'accordo sulla loro "volatilità italiana", io ricordo di averci giocato molto con i miei amici anche all'asilo, proprio nello stesso modo in cui ci giocavano i "rEgazzini USA" che tu citi :D. Interessante la storia del nome. Scoprire che sono nati nelle Hawaii spiega anche il perché molti gettoni raffiguravano paesaggi tropicali, tavole da surf ecc...

    L'Amiga 500 ce l'ho ancora a casa di mia nonna ed è perfettamente funzionante, l'ho provato proprio un paio di mesi fa :D
    PS: qualcuno si ricorda quale fosse la combinazione per resettarlo e cambiare gioco?

    Sullo StarTac poco da dire: il primo (o quasi, mi pare di averne avuti un altro paio prima di lui) cellulare entrato in casa mia come per molti altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CTRL + Amiga destro + Amiga sinistro = Soft reset. ;)

      Elimina
  41. All'Amiga mi si è stretto il cuore, allo Startac è esploso. Poi va beh, i Gargoyles. SANTOCIELO. Sto piangendo.
    Bruschettissime per me, graziearrivederci.

    RispondiElimina
  42. Ahhh lo StarTac, il mio primo telefono, ereditato da un cugino grande anni dopo l'uscita, quando era ormai un pezzo da museo.
    Ma fa niente, sempre preferito ai telefonini-telecomando, tipo il Nokia 3210 o l'Ericsson T39 in voga negli stessi anni.

    RispondiElimina
  43. l'amiga. stop. il mio punto di riferimento videoludico fino a liceo inoltrato (avevo il 500+) poi ha ceduto le armi alla playstation. è ancora li nello sgabuzzino, funzionante, che aspetta di essere tirato fuori per una serata vintaggia. mi ricordo che in classe mi chiamavano il re dell'xcopy...

    RispondiElimina
  44. Le pogs le avevo un casino da ragazzino.
    I Gargoyles erano qualcosa di davvero potente, la Disney dovrebbe puntare qualcosa di più... erano altri tempi!

    RispondiElimina
  45. Gargoyles: check.
    Cartone cazzutissimo, ditemi voi se non è meravigliosa la sigla iniziale...ancora adesso ho i brividi quando dice "siamo tornati alla vita!"
    https://www.youtube.com/watch?v=RfOBUA0f4qo

    Pog: check
    Da bravo cretino assuefatto alle mode mi sono lasciato coinvolgere (ed ho coinvolto quei poveri cristi dei miei genitori) da un mio amico decisamente più benestante al quale compravano ogni cacchiata. Li ho ancora con tanto di porta pog.

    Tutto il resto pervenuto in parte, specie lo startac...il cellulare n'altro po' non l'aveva neanche mio padre! xD

    RispondiElimina
  46. I Gargoyles erano un trionfo, forse la serie animata Disney più bella dopo Ducktales ed Ecco Pippo! :D

    RispondiElimina
  47. Mitici gargoyles, la cosa più sconcertante era il fatto di essere un prodotto disney, anche per gli standar dell'epoca figuriamoci adesso

    è da tempo che volevo riguardarmeli ma non lo ritrasmettono mai e non esiste manco una collana in dvd (non ho rimediato nulla nemmeno a pescare nel torrente) ma roba da matti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Dvd esistono solo in lingua originale. Di recente la serie è uscita in torrent con immagine (presumo) rippata dai suddetti dvd e audio italico preso dalle vecchie registrazioni in vhs.

      Elimina
    2. Ciao! un paio d'anni fa trovai fra torrent e mule tutte le prime due serie in italiano. Se non le trovi dimmi qualcosa che le condivido con gioia via wetransfer o cose simili. ciao!

      Elimina
    3. Già scaricate tutte e tre, grazie lo stesso, amico! ;)

      Elimina
  48. Doc, hai già fatto un post esclusivamente sulla musica 'dance' anni '90 ? Magari non sarà proprio il mio genere preferito ADESSO, ma c'ho un pezzo di cuore dedicato e ogni volta che sento le note di Rhythm of the night o Rhythm is a dancer sono lacrime napulitante a iosa. Sarà sarà quel che sarà ma mi fa st'effetto, oh.

    RispondiElimina
  49. vabbè, ma qui si lagrima senza fine!
    I miei capelli un po' afro hanno limitato l'uso della bandana, ma andare in bici con la svolazzante stoffa colorata stile pantani è sempre stato il mio sogno nel cassetto.

    RispondiElimina
  50. Ah l'Amiga...
    lo ebbi dal 1987 al 2000 (500 e 1200) e facevo collezione di copiatori, antivirus, programmi scacchistici e linguaggi...
    ancora oggi ogni tanto vado su winuae sul mio win 8 64bit...

    RispondiElimina
  51. Ma... in un periodo in cui vanno di moda i supereroi, i film dark "alla Nolan", i film fantasy, i film dei cartoni anni 80 rifatti in live action, i film coi personaggi rifatti in digitale tipo transformers e le tartarughe ninja, i film coi Kaju e i robottoni (godzilla, pacific rim), a nessun furbone della Disney viene in mente di fare un live action dei Gargoyle????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco non incazzarmi anche per lo stupro dei gargoyle, grazie :P

      Elimina
  52. Di Gargoyle ho il volume a fumetti della Disney che era un brutto riassunto delle prime 5 puntate.
    Credo sia l'unico fumetto pubblicato in Italia.
    La Disney fece anche uscire delle vhs con rimontaggio degli episodi a mò di film ( come i primi 5 ep. ) ridisegnando alcune scene ( quella dove si risvegliano per la prima volta nel castello di Xanador ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è un rimontaggio, ma un cut alternativo fatto apposta per la commercializzazione in VHS.

      Poi quando diventarono episodi singoli divisero il pilot e rifecero alcune scene


      "Gargoyle" comunque un paio di anni fa la rai li ritrasmise ma al solito orario farlocco (tipo 7 di mattina, forse pure prima) e mi trovai un prodotto strano davanti, come se fosse un vecchio videogioco a 600x480 di risoluzione (tipo immagini grandissime con certi primi piani che riempivano totalmente lo schermo)... LOL!

      Elimina
    2. No, è il contrario.
      Altrimenti non avrebbe senso disegnare bene la scena in cui si risvegliano nel presente nelle VHS e poi ridisegnarla male per la serie tv.

      Elimina
  53. Gli anni 90 sono troppo nostalgici.. Mi è appena entrata una bruschetta nell'occhio!

    RispondiElimina
  54. Lo StarTAC!!! Il mio primo cell, ovviamente acquistato per me da mia mamma, usato perché costava un botto e una cifra. Era veramente IL cellulare per il truzzo di seconda metà anni '90. C'avevo anche il gancio per la cintura. Super tamarissimo!!! Non ci credo che andavo in giro con quel coso agganciato ai jeans :D
    Successivamente, schiacciato da tanta tamaraggine, abbandonai il gancio in favore di una mitica custodia di plastica/finta pelle con la manina. Ma ve le ricordate le custodie per cell con la manina: un vero must.

    Il mancato possesso di Amiga e di amici amighisti è invece un vero e proprio smacco per un ragazzo classe '82 come me. Ero consolaro attorniato da consolari e PCisti in erba. Quindi solo SNES, megadrive, 486 e Pentium 75 attorno a me.

    RispondiElimina
  55. Gran serie Gargoyles,a mio avviso la miglior serie animata televisiva mai prodotta dalla Disney. La riguardai anni dopo il passaggio in televisione e non ha perso il proprio smalto,un pò come Batman TAS (il cartone anni '90 di Spiderman invece non mettiamoci un velo ma tutta la merceria sopra,definirlo invecchiato male è l'understatement del secolo). Il creatore della serie,Greg Weissman,ha prodotto diversi altri cartoni,tra cui il recente Star Wars Rebels.

    Per l'Amiga,beh...vado di là a vedere dei Lemmings che si uccidono come dei tordi che in fondo si sa,la guerra non è mai stata così divertente.

    RispondiElimina
  56. 1995, quinto superiore. L'anno in cui della scuola non ne puoi più e l'autogiustificazione è una conquista di civilità pari al primo passo di Armstrong sulla Luna.
    Si arriva davanti alle 8 passate, un attimo dopo il suono della campanella, ad aspettarmi c'era già Marco. Non si perdeva manco tempo a salutarci:

    - Ué
    - Óh
    - Ce si fa?
    - Filone.
    - Andiamo.

    E andavamo a casa di Davide, che un anno più grande di noi era già all'Università. Questo voleva dire che stava ancora dormendo. I suoi a lavoro, casa libera.

    Suonavamo al citofono, lui apriva senza manco chiedere chi fosse. Salivamo e trovavamo la prota già aperta, e lui che era ritornato a dormire.
    Marco andava ad accendere l'Amiga, io andavo a copulare con il frigorifero che a quell'ora c'era la colazione dei campioni: panino con salumi, maionese, ketchup, sottaceti, sedia, criceto, cinghiale ripieno di cinghiale ripieno.
    Tornavo in camera che Marco aveva già caricato Moon Stone.

    E ci giocavamo finché Davide non si alzava. Alle 12. Quindi uscivamo e si proseguiva la giornata da giovani debosciati di metà anni '90.

    Ora Marco non c'è più, è andato via da poco, Davide lavora in un'altra città e non ci si vede più.

    ...ti rendi conto, Doc, cosa hai fatto semplicemente con una foto di Amiga 500?

    http://www.rue89lyon.fr/wp-content/uploads/2013/05/moonstone-a-hard-days-knight-amiga-004.jpg

    RispondiElimina
  57. Io avevo Monkey Island, mi pare che fossero 8 dischetti... Dyna Blaster era uno dei miei preferiti, ricordo ancora la musichetta, mi piaceva tanto!

    RispondiElimina
  58. E' vero : niente restera' impunito ! La bandana sotto il cappello e' ancora un incubo che mi perseguita con ferocia nei peggiori incubi , mentre Gargoyles era bellissima.... Ora me la recupero e me la rivedo di lacrime napulitante

    RispondiElimina
  59. E, ridendo e scherzando, lo scorso autunno Gargoyles ha compiuto vent'anni.
    http://www.pelapatatecomics.it/gargoyles-20-anni-scolpiti-nel-mito/

    RispondiElimina
  60. Mentre io sognavo il Commodore 64, mio padre cosa mi va a comprare? Un MSX Philips... Pazienza, se non altro ci imparo il Basic, molto più avanzato di quello Commodore. Poi esce l'Amiga e io "Olè" è ora di cambiare standard. E invece ecco mio padre omaggiarmi trionfante di un MSX2, sempre marchiato Philips, e sempre senza interfaccia grafica. Avevo un amico ricco che s'è cuccato tutti gli Amiga fino al 4000, poi uno dice che c'ha i complessi...

    RispondiElimina
  61. I gargoyles:
    1 - fantasy E fantascienza insieme.
    2 - trama orizzontale E verticale di una compattezza unica
    3 - subplot vari e intricati, ma chiarissimi, senza buchi nella trama
    4 - tutti i cattivi erano fighissimi e diversi gli uni dagli altri (xanatos, demona, macbeth, ma anche il branco e ailog, per non parlare di puck e di oberon)
    5 - stranamente, anche i buoni erano fighi: golia col suo senso di lealtà spinto fino alla stupidità, la detective che nessuno si ricorda e infatti serviva solo per far andare avanti la trama… e poi tutti i cattivi, che erano anche un po' buoni!
    6 - ogni puntata aveva un "tema" educativo (la fedeltà, il rapporto coi genitori, il delirio di onnipotenza, l'amicizia) che veniva trattato in modo non catechetico ma al contrario epico e fortemente narrativo
    7 - andrei avanti per ore. Rivisto grazie al torrent/mule un paio di anni fa: ha conservato tutto il suo fascino. peccato per il finale tranciatissimo quando ancora avrebbe avuto molto da dare. ho scaricato anche i fumetti marvel tratti dal cartone, ma non li ho ancora letti. grazie doc, grazie weisman

    RispondiElimina
  62. ... E ogni volta che parli dell'Amiga, io piango e passo il resto della mattinata a cercare screenshots dei miei giochilli preferiti...
    Mi guardo pure le partite svolte su Youtube, sto messo davvero male.

    RispondiElimina
  63. I Pogs!!! Probabilmente è dovuto al fatto che nel mio paesello di 3000 anime non abbiamo mai visto una fumetteria e tutto (dai videogiochi ai giornalini) si trovava dal tabacchino ma i pogs son durati qualche anno... Quanti ricordi di una delle passioni più non sense dell'infanzia!
    Questi post sono fonte di magoni non indifferenti... :'(

    RispondiElimina
  64. Robert Miles della foto sembra Dave Bautista dopo la cura. O prima dell' incidente.

    RispondiElimina
  65. Ammazza che plagio quello di Miles per il videogioco! Altro che 7 note!

    RispondiElimina
  66. I gargoyles era un cartone bellerrimo, oggi la Disney non produrrebbe più una cosa del genere.
    Per quanto riguarda lo Star-Tac era fantascienza pura anche perché assomigliava troppo al comunicatore di Kirk in Star Trek (e credo che la somiglianza fosse puramente voluta). ancora oggi lo considero una pietra miliare della telefonia nonché il nonno del telefono più bello di sempre il Razr V3

    RispondiElimina
  67. Devo spezzare una lancia a favore dell'Albertone nazionale...da bimbetto di 9 anni appassionato di sci rimasi folgorato da Calgary '88 (prego filmato per i più giovini: http://youtu.be/8D5xbfxrUiA) e da lì fu subito il mio idolo sportivo per i 10 anni a venire...

    RispondiElimina
  68. I Pog! Volevo nominarli nel commento della seconda puntata! Allora non sono stati dimenticati come credevo! Andarono forte per un annetto massimo due quando facevo le elementari, anch'io ricordavo il metodo di gioco spiegato da Meme (commento 15).
    I Gargoyles erano una figata assurda. Li seguivo a "Disney club" il sabato pomeriggio, era il primo cartone trasmesso dopo il "gioco delle palline" XD

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails