martedì 2 settembre 2014

80

Spulciando un catalogo di giocattoli (e non solo) americano del 1991

Steve Urkel
Per dire.
È un gioco che ci piace giocare. Lo sai te, lo sapete voi. Si carica a plutocane la macchina del tempo e si sfoglia un catalogo di acquisti per corrispondenza arrivato dal passato come un mostro guerriero Haniwa. Così, dopo (in ordine di apparizione) un catalogo americano del 1984, uno del 1982 e uno del 1985, e dopo aver sondato gli orrori nostrani nascosti tra le pagine di Vestro e di Postalmarket, è tempo di tornare in yankeelandia. Direzione: un catalogone JCPenney del 1991, con i suoi giocattoli orrendomeravigliosi, i suoi videogiochi e un paio di genuini momenti di terrore […]

Un grande classico dei prodotti su licenza guaglionica, come abbiamo visto nei cataloghi precedenti, erano tende e sacchi a pelo ispirati alle mode del momento. Ed ecco allora quelli delle Turtles, compresa una praticissima tenda-pizzeria per bambini con i baffi neri e il mandolino,
oppure quelli dei Simpson, del bresslinz WWF (nelle due varianti pezzenthogan e Ultimate Warrior, per i bambini migliori) e GI Joe, in un tripudio di colori mimetici, gavette da mini-naja e tende a forma di cingolato d'assalto.
Ma per i bambini che si sentivano un po' più Ken Falco dentro, senza saperlo, c'erano proprio i letti a forma di macchina. Prego notare il mobiletto per console Nintendo su licenza, in basso a destra.
La sezione "Malvagità" del catalogo è ovviamente aperta da una carrellata di algide stronze in versione da collezione. Abbiamo così Barbie Drag Queen, Barbie escort d'alto bordo, Barbie del Lago dei Cigni che purtroppo non muore,
Barbie Dracula, Barbie marinaretta, Barbie arlecchina coi soldi, Barbie donnina del saloon che ce n'è e perfino Barbie sposa. Ovviamente di se stessa. #CrediciKen
 Dice: ma il nostro antieroe? Il povero Kentozzi? Eccolo là, in versione "BENNETTON(sic)", povero sbirulino riempito di marchi dalla testa ai piedi, simpatico zimbello, lui.
Tanto, qualora dovesse provare ad alzare la testa anche solo di un millimetro, è pronto un esercito di giovani cloni cinesi del Mago Mirkos per rimpiazzarlo. Soprattutto i due modelli Mirkos MaurizioCostanzo e Mirkos p0rnodivo.
I Cabbage Patch Kids, letteralmente bambolotti del caz cavolo, abbandonati lì dagli anni 80,
 una sirenetta parlante e l'inquietante bambola nana Michelle.
E a proposito di robe inquietanti: qui, tra un Bugs Bunny, un canetopo filoguidato via catetere e i dalmata della Carica dei 101, c'è pure un mostruoso pelouche di Harry, il bigfoot della serie TV Harry e gli Henderson,
 mentre qui abbiamo quelli delle Turtles, dell'elefante abbraccione e soprattutto LA BAMBOLA PARLANTE DI STEVE URKEL DI OTTO SOTTO UN TETTO.
Sezione modellismo. C'è anche il vulcano ordinato in versione extra-large-grandissimo da Pernascò per Arcore.
E passiamo al momento dalla grande potenza bruschettofora dei videogiochi. Il catalogo parte dal Genesis, nome con cui i responsabili Sega appassionati di Phil Collins avevano ribattezzato per gli States il caro, vecchio, glorioso Mega Drive. Shadow Dancer, Caste of Illusion, Strider, Sonic, e il fornaio sta già citofonando, ché è arrivato un nuovo carico.
Ma c'erano anche il vecchio Nintendone a 8-bit e il Super Nintendo. A cui per gli USA non avevano cambiato il nome ma il look, tirando fuori quella roba lì che sembrava un kit di pronto soccorso.
Super-infilata di giochi NES, e che ognuno ci cerchi dentro il proprio Genuino Momento Emozione©
 Ditto per il Game Boy,
mentre il Game Gear di Jerry Calà era troppo succhiapile per ricevere davvero l'affetto della gente, nonostante la sua grafica da paura. E infatti il rEgazzino in alto ha chiaramente la faccia un po' schifata, mentre quello in basso si è cappottato.
La sezione per videogiochisti si chiude con gli immancabili Gig Tiger, qualche tarocco come quell'ubiquo coso del Tetris e un paio di flipperini da cinquanta grammi.
Qui invece abbiamo tutta una serie di accrocchi pensati per far prendere agli utilizzatori dei colpi violentissimi all'apparato genitale, in modo da azzerarne le capacità riproduttive e mettere una pezza al problema della sovrappopolazione mondiale. Tutta una roba ordita dalla CIA e dagli alieni amici di Giacobbo.
Occhio al set di fumetti Nintendo e, soprattutto, al bustone sorpresa con 25 fumetti Marvel a caso. "I titoli potrebbero non essere quelli mostrati", avverte una nota. Hai voglia rimediare numeri pezzenti di Marvel Comics Presents o Power Pack.
Tra i costumi per allouino sono da segnalare sicuramente quello di Super MarGneto Bros e il Wolverine col Power Glove. Ma anche Capitan America col grembiulino da cucina non è male.
Pupazzame assortito delle Turtles, da action figure e veicoli standard (cuoricioni per il Mutant Module alla I-Zenborg) a quelle giganti, compresa quella roba del gioco di cazzotti.
Action figure Marvel, anche qui in versione normale e gigante, Magneto in carrozzella per sfottere Xavier, un intero esercito di clonazzi dei Gi Joe.
E tarocchissimo è anche quel ring di bresslinz lì in alto. Poi abbiamo gli eroi del wrestling WWF, la linea concorrente della WCW e degli inquietantissimi sgabelloni di Hogan e Warrior. 
In alto action figure e playset di Robin Hood, in basso tutta una linea di giocattoli dedicata a Swamp Thing, perché ai tempi andava in onda la serie I misteri della laguna (Swamp Thing).
Vari skateboard su licenza. Quello dei Simpson si chiama "The Official Bart Simpson Vehicle of Destruction". Applausi.
Un giro veloce anche nelle pagine della teNNologia, giusto per ricordare quanto potessero arrivare a costare un semplice walkman,
un computer con la bellezza di 1 MB di RAM e un HD da 40 mega, un Amiga 500 (piangiamo)
o una gigantesca videocamera, pesante come una smart gun di Aliens - Scontro Finale. Giusto per capirsi, 1.000 dollari del '91 equivalgono a circa 1.300 euro di oggi. Ricordatevene, la prossima volta che vi viene da lamentarvi per i filmati in HD girati con il telefonino.
Ma prima di chiudere, merita un giro anche la sezione moda, per tutti gli orrori che sfoggia con nonscialanza. Tipo giacche da uomo con le spalline fa football americano e lunghe fino all'inguine, inquietanti camicie damascate, ciabattoni da sera,
 completini fintopaninari con jeans sopra la caviglia e toppe da pagliazzo.
 La moda sportiva, galvanizzata dalla pompetta delle reebok pump,
si produceva in risultati altrettanto da chiamare la buon costume, tipo il look sporty-animalier di questo tizio. Roba da far sembrare il primo Jovanotti un modello Gucci.
Poi, per chi proprio voleva sentirsi come Cliff Robinson, c'erano i maglioni con le stampe giganti, da abbinare ai pantaloni bracaloni. Non a caso, su quelle stampe c'erano i nomi di Vanilla Ice e MC Hammer.

Bracalonismo oltre ogni limite.

80 commenti:

  1. ...ma il tipo con la giacca con le spalline fa football americano è il tizio di Lost?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena l'ho visto ho pensato anch'io la stessa cosa.

      Elimina
    2. Anche a me sembra proprio lui! Il biondino invece deve essere finito in un brutto giro (anzi c'era già a giudicare l'espressione).

      Comunque scommetto che anche qualcuno degli altri bimbetti ha fatto.. ehm... carriera.

      Elimina
    3. Mica solo quella volta :-) http://matthew-fox.net/2010/03/24/foxy-does-jcpenny-circa-1993/

      Elimina
    4. Puro Brandon Walsh style! ;)

      Elimina
    5. Anche per me è lui. Mi ci gioco la cravatta,la giacca e pure le spalline.

      Elimina
    6. Ammazza che occhio! E' proprio lui.
      Io ero troppo allucinato dalla giacca per accorgermene.

      Elimina
    7. Vabbé, volevo fare lo splendido per averlo riconosciuto, ma sono stato preceduto da tipo IL MONDO. Oh, da qualche parte avrà dovuto cominciare pure lui...Da noi c'era chi faceva i fotoromanzi!

      Elimina
  2. ma quanto erano fighi i giocattoli di una volta?, adesso quando entro in un negozio di giocattoli mi viene solo da piangere


    ma niente lego? strano...oppure hai saltato delle pagine?

    RispondiElimina
  3. Diamo fuoco al pupazzo di Steve Urkel!!

    Il playset di Robin Hood è un ricliclo violentissimo di quello degli Ewoks con qualche fronda in più.

    http://theswca.com/images-forei/trilogo-ewokvillage.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza che occhio, ma che ce l'avevi???

      Elimina
    2. Grazie xD
      No, ma il villaggio ewoks ha passato anni ed anni sopra uno scaffale della mia cartoleria di quartiere, a farmi sbavare XD

      Elimina
  4. e poi dicono che stavamo messi male noi in Italia...
    Eccezionale, Doc...
    a quei tempi ero già piuttosto grnde per tutti i giochi....si salvava giusto il glorioso Amiga 500 con espansione che io e mio fratello avevamo finalmente conquistato!!!!!
    Personale citazione d'obbligo per il Ken Costanzo (ma forse è più la buonanima di Franco Bracardi al piano)... e le orrende ciabatte (mocassini) a marchio "Giorgio Brutini" (tipico cognome fintoitaliano da film di mafiosi).

    E l'inquietante MC Hammer (fenomeno di una stagione e mezza), arrivato l successo con la pedissequa cover di "Super Freak" dell'indimenticabile Rick James, con videoclip che già a metà anni 80 mi dava una certa sensazione...

    https://www.youtube.com/watch?v=QYHxGBH6o4M

    RispondiElimina
  5. Oddio! Il "canetopo filoguidato via catetere" me l'avevano regalato per la Befana. Faceva un rumore incredibile.
    Inoltre la bambola di Steve Urkel è inquietante in maniera incredibile.
    Della serie "Non lamentiamoci del prezzo di adesso" mi ricordo che le videocassette una volta venivano 49.900 lire ovvero quasi 25 euro

    RispondiElimina
  6. CAN'T TOUCH THIS (PAAA-PA-PA-PA)...
    uh... scusate...

    Commozione a leggere "40Mb Hard disk", ora che vedo girare presentazioni di PowerPoint da 40Mb (viva l'analfabetismo informatico!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... presentazioni da 40 Mb e più: fatte :-)
      Ne faccio annualmente per lavoro (il "format" obbligatorio e pesante più un tot di foto da inserire, per quanto alleggerite)

      Elimina
    2. Spero almeno che tu non tenti di inviarle via mail :P

      Inoltre, il "per quanto alleggerite", ti pone su un piano completamente diverso rispetto ad interlocutori che ho avuto che semplicemente IGNORAVANO la possibilità di ridimensionare immagini. ;)

      Elimina
    3. No, se proprio uno le vuole gli giro il pdf...
      Penso che quell'ignoranza sia abbastanza diffusa. A me dà più fastidio chi mi manda allegati da 5 mega che potrebbero pesare un ventesimo (es. foto di documenti in bianco e nero), ma pazienza :-)

      Elimina
  7. CHE MARAVILIA!
    Le figures di Robin Hood P.D.L. (IL film della mia giovinezza)!!!!!

    Ma è normale che alla vista dei Gig Tiger mi viene voglia di piangere abbracciato a un cuscino in posizione fetale mormorando "voglio la mamma, voglio la merenda"?

    E che invece altre volte penso "Voglio la mamma di.."? Anche questo è normale? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, dipende un po' dall'età di "..." :-)

      Elimina
    2. Riguardo ai Gig Tiger, più che altro mi vien da pensare "Rivoglio i miei soldi" XDXDXD

      Elimina
    3. @massimo

      Tranquillo al massimo 80 anni... sennò poi uno è maniaco..
      :-P

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. e trovatemene anche uno solo che preferirebbe essere regazzino oggi piuttosto che in questi anni ruggenti!

    RispondiElimina
  10. Ma sbaglio... e` o non e` l'attore di Lost quello con la giacca grigia`?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è anche un mirkos versione finto superman :D

      Elimina
  11. Mirkos pornodivo/clone cinese è il giocattolo definitivo! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ma i baffi erano opzionabili? Cioè, erano a parte giusto? :)

      Elimina
  12. La pompetta delle Reebok...... ci stavo proprio in fissa...... ma che cacchio pompavano non l'ho mai capito...

    RispondiElimina
  13. Ritorno regazzino a bomba e parte il listone:

    1)Voglio, esigo e pretendo subitissimo il letto/tenda cingolato con cannone! Talmente tamarro da "fare due giri e diventare figo" ;) (cit)

    2) il tomcat è quello dei GiJoe? Ce l'aveva un mio amico ed era fighissimo, enorme, con le ali mobili ed il carrello retrattile, stracarico di missili..

    3) Applausi a scena aperta per le Pump sponsorizzate da Dominique Wilkins, "The Human Highlight Film" gran giocatore NBA e tremendo schiacciatore; chi avesse voglia faccia un giro sul tubo e vedrà..peraltro quelli erano gli anni della "guerra" tra Nike e Reebok per il mercato delle sneakers, solo che l'azienda col baffo aveva come testimonial un certo Michael Jordan, "solo" il miglior giocatore evaaaa.

    Ah per quelle giacche/maglie con le foto dei giocatori storici cederei anche un rene.. ;)

    RispondiElimina
  14. La sezione moda è lo specchio preciso di due icone dell'epoca: Beverly Hills 902010 e The Fresh Prince of Bel-Air :P :)

    RispondiElimina
  15. IL GAME GEAR !!!
    Ce l'ho ancora assieme al primo Game Boy e confermo, era un succhiapile da paura.
    Comprai quasi immediatamente un alimentatore per poter giocare in casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, e con 6 pile dentro pesava una tonnellata!
      Il mio è ancora in cantina.

      Elimina
    2. Il mio poi non so proprio dove sia finito, da tanto spesso lo usavo, a un certo punto.
      Bello anche il power pack esterno, sembrava che il Game Gear fosse in dialisi...

      Elimina
    3. Ve la ricordate la lente d'ingrandimento per lo schermo ?
      http://segaretro.org/Category:Game_Gear_accessories
      http://segaretro.org/Super_Wide_Gear

      Elimina
  16. Ommaronn'!
    Steve pupazzone è mostruoso oltre ogni dire. "Sono stato io a fa re questo?!" lo dovrebbe chiedere chi ha deciso di commercializzarlo!
    (Ovviamente è un mia personalissima opinione)
    Il tizio con la giacca grigia nella sezione "moda" sembra Matthew Fox da guaglione, praticamente prima di finere nel cast di "Party of five".
    E MC Hammer mi ricorda, col suo "groove" un certa famiglia di sciroccati :D
    https://www.youtube.com/watch?v=WRAg_bjxTPg

    RispondiElimina
  17. nooooooo! il tecnodromo e il party-van sono stati i 2 accessori ninja che NON ho mai ricevuto da bambino... cavolo doc, sai come far lucrare gli psichiatri eh!?!

    Accipigna quanto costavano i videogiochi, 40$ quelli scontati, 45 a prezzo pieno (tra cui anche l'orrido "Dov è Waldo"... a fanculo!)! Personalmente però tra quelli mostrati TMNT e TMNT2 + Super Mario Bros 3 sono stati i giochi della mia infanzia!

    PS: sono stato uno dei pochi ad avere il GameGear (Ax Battler e Sonic... LIBIDINE!) E il Game Boy (SuperMario Land 2 e TMNT 2 - back from the sewer)... ho finanziato la lobby delle pile! Da qualche parte ci sarà un dipendente ormai in pensione della Varta con un figlio chiamato Andrea87 in mio onore :D

    RispondiElimina
  18. Quanta roba: mi ricordano i cataloghi che sfogliavo a Natale di quel periodo.
    Molti di quei giochi sono arrivati anche in Italia. Ricordo che la postazione di allenamento degli X-men la possedevo!

    RispondiElimina
  19. Appena ho visto il bambolotto di Steve Hurkel mi è uscito un OH MY GOOOOOD d'orrore che manco Troll 2.

    Lacrime Napulitante per la base dei Turtles che possedevo e per i gochi ammerigani dello Snes da usare con l'adattatore.

    Doc a proprosito,tu che ne pensi del Retron 5?
    http://www.retron5.com/


    P.S. secondo me dei lettini a forma di auto ne hanno uno stock invenduto quelli di Extreme Makeover Home Edition visto che ne piazzano uno in ogni casa con un bambino maschio.

    RispondiElimina
  20. Volevo commentare il post ma non riesco a togliermi dalla testa l'incredibile faccia da schiaffi del tizio con la giacca di jeans.

    RispondiElimina
  21. ... a proposito di complotti... sbaglio o una volta si diceva che i Cabbage Patch Kids in realtà fossero un modo per far affezionare i bambini ai bambini "deformi" causati da una eventuale guerra nucleare con la Russia?XD

    RispondiElimina
  22. doc ke rottura, scommetto ke elimini il commento xke sei uno di quelli a cui piace narutoschifo o le robe vecchie e nn sai dire xke secondo te One Piece nn è la più grande opera di sempre. ora nn sono anonimo quindi rispondi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ROTFL

      Ma te nn stai bene :D
      nn continuare a leggere ce xicolo ke qua impari qlc.


      :D

      Elimina
    2. ma vai avanti ancora per molto?

      Elimina
  23. Il pupazzo di Steve Urkel solo come velata richiesta per un esorcismo .

    Il letto auto da corsa era il must bambino ricco e felice da "il mio amico
    Ricky" (aka Silver Spoons) in poi .

    Genio chi ha sgamato Matthew Fox.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si che sono una ciofeca come fisionomista ^^

      Elimina
  24. beh mr lost è del 1966, il catalogo del 1991... ci stiamo con i tempi!
    meraviglia il pupazzone di steve urkel, sulla baia tra 10 e 20 dollari se ho beccato il modello giusto...

    RispondiElimina
  25. ...ho il più che fondato timore che la "bambola nana" cui ti riferisci sia la riproduzione di una delle terribili GEMELLE OLSEN, protagonista dell'altrettanto orrdo telefilm "Gli amici di papà" in cui inerpretava la piccola Michelle (vedi anche scritta sulla maglietta della bambola).
    Quel che però più m'inquieta è il fantomatico fail della frase detta dal pupazzone di Sesame Street che dice "ciao sono uccellone!!!"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si è proprio lei/loro… di questa serie avevo rimosso anche il ricordo

      Elimina
  26. Ma che ci fa il pupazzo di Supertelegattone sotto Bugs Bunny???

    by Brib's

    RispondiElimina
  27. AAAAAAAHHHH, no, cioè, AHAAHAHAHHHHAHAH!!!! Bruschette volanti in arrivo!!! Tra tutte incredibilmente la cosa che mi ha più imbruschettato di tutte è, anzi sono i Cabbage Patch Kids! Perchè? Perchè in realtà mi hanno ricordato gli Sgorbions, le figurine skiferrime che prendevano come base proprio i pupazzotti in questione e li ritraevano in azioni assurde al limite del vomito:
    http://static.bonsai.tv/625X0/www/bonsai/tv/img/sgorbions-film-stop-motion-pes.jpg

    RispondiElimina
  28. Io la mia bruschetta l'ho trovata in Babar, lelefante carino vestito in giacca e cravatta verde( e prima o,poi avro' un completo uguale ). Il resto e' puro fine anni 80 groove, come uscire di casa e trovarsi nel cast de " i Robinson" ... Quanto ci tornerei volentieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. odido Babar...io ricordo ancora la sigla a memoria. Lo adoravo letteralmente. Ecco, ero riuscita miracolosamente a non imbruschettarmi troppo in questo post e tu Gianluca mi hai appena rifilato un vassoio pieno...vergogna! :)

      Elimina
  29. Certo che la grafica del catalogo era proprio squallida.

    RispondiElimina
  30. Prima di scoprire l'Antro non piangevo da anni... Ora in neanche 2 anni ho versato tante di quelle lacrime napulitante da riempire la vasca e farci il bagno...

    RispondiElimina
  31. Doc, però la tenda dei G.I.Joe è fiqa assai.

    RispondiElimina
  32. Desmond Sunflower2 settembre 2014 15:17

    Le tende.. quanto le avrei volute all'epoca.. TMNT of course!

    RispondiElimina
  33. Addirittura un mega di ram....e pensare che adesso si sentono discorsi del tipo "5 giga perun cellulare non è un cazzo!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio primo PC aveva 1 MB di RAM poi espansa a 2, nel 1990. Era un 286 Olivetti / AT&T.... bruschettonaaaaaaaa!!

      Elimina
    2. Pensa al Commodore Vic-20: processore MOS 6502, memoria ROM circa 20 kB contenente sistema operativo e interprete BASIC, memoria RAM 5 kB, di cui 3,5 kB disponibili per la programmazione in BASIC
      :-)

      Elimina
    3. https://www.youtube.com/watch?v=B7e007Yhbow

      Elimina
  34. Miii, la versione pupazza di Steve Urkel mi ha fatto lo stesso effetto del clown di "It". Caruccia la Ferrari fucsia dell'Algida, ma nella realtà ne esistono? Non si è mai sentito che Scarlett Johansson o Jessica Alba abbiano fatto partire per Maranello un ordine di una vettura di quel colore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio che non esistono! La Algida ha la prerogativa mondiale assoluta su tutte le ferrari rosa! chi avrebbe mai il coraggio di sfidarla?

      Elimina
    2. https://www.google.it/search?q=ferrari+rosa&client=firefox-a&hs=GaP&rls=org.mozilla:it:official&channel=fflb&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=3aYGVOKsHczYavHigvAB&ved=0CAgQ_AUoAQ&biw=1440&bih=768

      Elimina
  35. Narra la leggenda che se ripeti "Sono stato io a fare questo" per tre volte di fila ti appare la bambola di Steve Hurkel sul letto che vomita passata di piselli e non è una bella cosa!

    RispondiElimina
  36. Ma Bugs Bunny che saluta il Doc dalle pagine di un catalogo americano dei primi anni '90? E' una cosa terribilmente inquietante su una scala da zero a "Morte a 33 giri"...

    RispondiElimina
  37. comunque, il mio preferito tra i look da Carnevale è quello da rockstar!

    RispondiElimina
  38. Omg le cupcake doll! Le bambole plasticose e profumose, me ne regalarono una imbevuta nell'essenza di vaniglia alla partenza pdr le vacanze estive e vomitai per tutto il
    viaggio. Da allora è ancora chiusa nella sua scatola...
    Bruschette alla vista del game 'mangiapile' gear, che giace nel mio vecchio armadio a casa dei miei dopo tonnellate di pomeriggi estivi passati con Castle of illusions, Donald duck lucky dime, Asterix, ecc. Colums se ricordo bene era il giochino compreso con il GG e una roba tipo tetris. Per non parlare del senso di emarginazione provocato dal mangiapile rispetto al resto de bambini col game boy...

    RispondiElimina
  39. La bambola parlante di Steve Urkel è troppo perturbante, sembra il cugino nero di Chucky.
    La Barbie col vestito di velluto verde, invece, ce l'avevo. Anzi, ne avevo due.

    RispondiElimina
  40. uno dei letti a forma di macchina si vede nel film Cucciolo con Massimo Boldi (ok è un film dimmerda, ma è il contesto che è da bruschettarsi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Film in cui Claudia Koll non ancora suora laica aveva l'improbo compito di risvegliare nel protagonista la produzione di testosterone per renderlo finalmente adulto a tutti gli effetti ;)

      Elimina
  41. quanto invidiavo i bambini delle pubblicità dei giocattoli

    RispondiElimina
  42. Io avrei venduto mia madre agli arabi (e giuro la venderei pure ora) per il set completo Tecnodromo-Tartafurgone-Tartarifugio!

    RispondiElimina
  43. Noooooo... Ma quanto è bello l'hockey da tavolo dei bressler??? Nel 1991 avevo 6 anni, mi avrebbe fatto letteralmente impazzire! :-D

    RispondiElimina
  44. Ma a proposito di Steve Urkel, vi ricordate la sua auto? Una Isetta! La stessa che guida Stromae nel video di "Papaoutai". Un veicolo abbastanza horror anche quello :D

    RispondiElimina
  45. Ma per quel 348 rosa la Mattel ha pagato i diritti alla Ferrari?

    RispondiElimina
  46. Bellissimo! ^^ Stralol la bambola parlante di Steve! Oh, mamma la versione SNES per il nord-america! °_O
    A proposito di tecnologia dell' epoca: in una puntata di "Che famiglia è questa family" in una puntata in una scena ironica per testimoniare nno ricordo cosa si usano: telecamera, macchina fotografica mi pare e un audioregistratore! Oggi basterebbe un telefonino! Accontentiamoci di questo che se si ripensa tipo a 2001 o "Ritorno al futuro 2"... XD

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails