lunedì 18 agosto 2014

73

Utopia Season 2 e The Leftovers (Il circolino dei telefilm)

Utopia Stagione 2 Wilson
Riapre dopo una lunga pausa di flessioni il circolino dei telefilm, ché c'è da parlare - senza spoilerare manco un capello, tranZillissimi - della seconda stagione di Utopia, di The Leftovers e di quanto d'altro voialtri debosciati stiate guardando di questi tempi a telefilmolandia [...]

UTOPIA, STAGIONE 2
I primi sei episodi di Utopia, serie scoperta grazie alle segnalazioni qui sul circolino, ti avevano travolto lo scorso febbraio come un treno in corsa. Bene, la seconda stagione, questi altri sei episodi della serie albionica non potevano contare sul medesimo fattore sorpresa - sappiamo già cosa cavolo sia questo Network, cosa voglia fare con Janus, e chi sia quella tizia con la faccia d'aliena che risponde al nome di Jessica Hyde - e presentano qualche magagna per mandare giù la quale tocca ingoiare un paio di bicchieri di vabbè. Tipo il fatto che attorno al quarto e quinto episodio i protagonisti continuino ad andare e venire da un paio di luoghi incontrandosi a nastro. O tipo una certa voragina logica che si spalanca d'un tratto sotto i piedi di Dugdale.
Il primo episodio della seconda serie è ambientato nel passato, nei quattro terzi televisivi degli anni 70. Guardate un po' chi c'è tra i protagonisti. Poi, se non avete visto l'episodio, provate a immaginare con la faccia di chi si apre. Non indovinerete MAI.
Detto questo, ti sei goduto anche la stagione 2. Di brutto. Quegli scoppi di superviolenza che, quando credi di averci fatto il callo, ti centrano a tradimento allo stomaco, lasciandoti col cucchiaino del gelato a mezz'aria. L'evoluzione di Pietre/Arby, la brutale semplicità del piano del Network e le sue implicazioni, la faccia da coolo incredibile del tizio semiparalizzato, Jessica in modalità superschizzata perigliosa. Meno bella della prima, probabilmente, ma godibilissima. Ad avercene di serie così. Ah, ricordiamo un'altra volta che Channel 4, l'emittente inglese di Utopia e Black Mirror, è una rete PUBBLICA. Ricordiamolo, ché male non fa. Anzi, no: fa malissimo.
Lo sceriffo pasticcione e il dottor Who
THE LEFTOVERS
E qui scemo te. Perché lo sapevi, dai. Se una serie è opera di quella capra del word processor che risponde al nome di Damon Lindelof, l'inguacchia storie, il tizio responsabile dell'infausto Punto di non ritorno Lindelof®, cosa vuoi mai aspettarti? Appunto. La premessa di The Leftovers, in Italia The Leftovers - Svaniti nel Nulla - è semplice e intrigante: di punto in bianco, il 2% della popolazione mondiale è perlappuntamente svanito nel nulla, puf. La qual cosa, la premessa intrigante, non è ovviamente farina del sacco bucato di Lindelof, perché viene dal romanzo originale di Tom Perrotta. La serie segue il modo in cui questa sparizione è affrontata tre anni dopo in una piccola comunità, tra parenti in lutto e una strana setta di tizi che fumano, vestono solo di bianco e non parlano.
Liv Tyler, ormai con la tessera ufficiale di Milfona da battaglia
Le stranezze alla Lindelof, le robe buttate lì senza un senso che sai non troveranno mai una spiegazione, giusto per fare mucchio e creare l'aria di mistero da quattro centesimi, abbondano sin dal primo episodio. Insieme a un paio di personaggi insopportabilmene insopportabili e al product placement più ridicolo dai tempi della batida de coco ne I ragazzi del muretto (quella. cacchio. di. Prius). 
Sei arrivato per inerzia, planando di sopracciglio, fino alla quinta puntata, poi hai sentito come una specie di boato: erano i tuoi testicoli che rimbalzavano al suolo con una tale potenza da produrre un boom sonico. It's decisamente a nay. Hai iniziato a guardare anche Manhattan, serie dedicata alla creazione dell'Antro Atomico al progetto omonimo, mirante a sfornare la prima atomica. Ma sei fermo ai primi due episodi e non te ne sei fatto ancora un'idea precisa: ne riparliamo magari più avanti, ok? Ok. A questo punto possiamo aprire ufficialmente il circolino: che serie state seguendo, gente? E come vanno? Discussione libera ma, come al solito, NIENTE SPOILER. Se proprio dovete, usate il tag [SPOILER] a inizio commento.

73 commenti:

  1. La notizia che c'è una seconda stagione di Utopia da vedere è splendida. Per quanto riguarda il cugino emo di Avanzi, dall'insistente pubblicità su Sky avevo già dedotto fosse una mezza sola.

    RispondiElimina
  2. In questo periodo non sto' seguendo niente, in lista però c'è True Detective, che ne parlano tutti e devo togliermi lo sfizio di vedere com'è, poi un'altra serie che sulla carta sembra cool è Black Sails, serie sui cazzuti pirati, ma se di True Detective la gente ne parla troppo, di questo Black Sails si dice poco è nulla, qualcuno lo segue? Vale la pena? Se dovete andarci pesante andateci, tanto ormai mi sono messo in testa di vederla, e probabilmente la seguirò comunque.
    Ah, poi c'è il Classic Who, alterno giorni in cui guardo almeno un episodio al giorno con periodi in cui non lo guardo per settimane, sono arrivato a metà delle stagioni, con Tom Baker è il suo vocione, ma credo che mi accompagnerà ancora fino all'anno prossimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Black Sails è da vedere. Buona la storia e le premesse, nonostante alcuni momenti telefonati e alcuni momenti lenti.
      Da evitare assolutamente Crossbones, altra serie piratesca incentrata su Edward "Barbanera" Teach (John Malkovich): storia insulsa, finale arrangiato perché non hanno rinnovato la serie.
      Da vedere assolutamente "Halt and catch Fire", serie di 10 episodi ambientato nella prima metà degli anni '80 nel mondo dell'informatica.

      Elimina
    2. Che bello SUITS! leggero ma bello!

      Elimina
    3. Grazie per le dritte :D

      Elimina
    4. Daniele grazie di avermi avvertito che non hanno rinnovato Crossbones,avevo degli episodi in sospeso ma non mi convinceva molto,eviterò di perderci tempo.

      Elimina
  3. personalmente sono in pausa. Nel senso che seguo solo suits (summer finale settimana prossima) e sono in attesa che ricominci tutto quanto a settembre....

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Ok, lo dico: Utopia mi ha deluso. Parlo della prima stagione, la seconda non l'ho ancora vista e non conto di farlo. La qualità media è alta vero, ma tolto il primo episodio, che è davvero qualcosa di clamoroso, la serie poi però sembra andare avanti con il freno a mano tirato. Nella parte centrale quasi si ferma da quanto il ritmo si abbassa e molte situazioni sanno di già visto. Il finale aperto non mi ha detto granchè... senza contare che il colpo di scene intorno all'identità di Mr. Rabbit è telefonatissimo.

    RispondiElimina
  6. La vera sorpresa in questa estate di pausa è stato Outlander, per ora solo due episodi, ma promette benissimo. Adesso mi metto anche io con la seconda di Utopia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei curioso,ma leggendo la trama mi è sembrata troppo incentrata sulle storie d'amore,o mi sbaglio?

      Elimina
    2. Sicuramente la serie è romantica ma lascia spazio anche all'avventura. Il suo romanticismo poi potrebbe rivelarsi il suo vero vantaggio. Dopo due episodi devo dire che cast, costumi messa in scena e potenziali sviluppi promettono molto bene!

      Elimina
  7. Ciao Doc mi unisco a quelli che ti consigliano The Strain,serie vampirica finalmente senza alcuna traccia di sesso o love story tratta da un libro scritto a quattro mani da Chuck Hogan e (rullo di tamburi) Guillermo del Toro.
    Serie fantastica che ripropone in chiave moderna il terrore per i vampiri che si respirava nel romanzo di Stoker(il libro,non i film).

    Sto seguendo anch'io Manhattan e sembra interessante,anche se forse un pò lento,vedremo come prosegue.

    Ho visto il pilot di The Knick e mi ha convinto,anche se consiglio ai più impressionabili di guardarlo con il secchio per il vomito affianco.

    Poi sto seguendo True Blood,più che altro perchè è l'ultima serie perchè è diventato una mimmata pazzesca purtroppo.

    Devo finire di vedere le ultime puntate di Turn,serie storica sullo spionaggio durante la guerra d'indipendenza americana, con Kevin McNally(Gibbs di pirati dei caraibi) e Burn Gorman(Pacific Rim,Il cavaliere oscuro,il ritorno)

    Poi se volessi recuperare qualche serie vecchia io raccomando tantissimo Sons of Anarchy,se Breaking Bad ti è piaciuto ti piacerà anche questo,anche perchè ha un cast eccezionale:Charlie Hunnam(Pacific Rim) e Ron Perlman(Hellboy)

    RispondiElimina
  8. Io ultimamente ho seguito Under the Dome, Interessante e abbastanza piacevole (e doveva esserlo, visto che è basata su un libro del buon Stefano Re), e di tanto in tanto mi riguardo The Finder, serie che ho trovato molto piacevole e divertente (sarà almeno la quarta volta che la rivedo)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Under the Dome va per la maggiore qui agli antipodi e me l'hanno consigliata in diversi...adesso sto guardando Fringe che mi ero fatta sfuggire a suo tempo, poi magari inizio anche io a vedere come si sta sotto sto' cupolone.

      Elimina
    2. Passare da Fringe a Under the dome la vedo traumatica, mettici qualcosa in mezzo, tipo "The following", così il cupolone ti sembrerà un capolavoro.

      Elimina
  9. Ho finito ieri la Quinta di community.. è davvero geniale imho, rottura della 4^ parete, stravolgimento dei cliché e momenti di puro WTF !! Avevo anche iniziato a vedere penny dreadful..mi piaceva la premessa dell incontro di personaggi letterari alla league of extraordinary gentlemen, ma circa a metà mi sono reso conto che oltre ad eva green nn trovavo altri motivi per continuarla..forse un giorno la recupererò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti è piaciuto Community (ma è stato cancellato o no?), secondo me potrebbe piacerti anche "Episodes", con Matt LeBlanc che interpreta Matt LeBlanc. E' tutta un'altra cosa, però credo ci voglia la stessa testa per apprezzarle entrambe. Non lo so cosa ho detto, però fidati. :-D

      Elimina
  10. quindi posso cancellare The Leftovers dal mio decoder sky? Io per adesso sto recuperando TWD, sono alla stagione 3.

    RispondiElimina
  11. Qua nella mia magione ci si è appena scaricati "legalmente" tutta la prima stagione di Fargo, ché ne dicono tutti un gran bene, ma sta ancora tutta incellofanata quindi ancora non posso esprimermi. Ah Doc, visto che praticamente ad ogni giro del circolino usciva in qualche modo che i Soprano fosse la tua serie preferita evah (o almeno così ricordo) ho deciso finalmente di colmare questa imbarazzante lacuna, e... SERIE PIÙ MEGLIO ASSAI EVAH! Denghiù very màcc ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho finito di vedere Fargo ieri e la ho apprezzata moltissimo. Secondo me ha il cattivo migliore di sempre, forse esagero ma mi da proprio l'impressione di essere il dimonio.

      Elimina
  12. Questa estate e' staa una Gundamian, con il recupero di tutto, Broadwalk Empire che mi e' piaciuto per l'atmosfera da poliziottesco anni 70 e poi il 23 agosto ottava Stagione del Doctor Who su BBC ..... Cosa volere di piu' dalla vita ?

    RispondiElimina
  13. Utopia manca ma voglio necessariamente recuperare. Leftover ho incominciato a vederlo e non è che non mi piaccia il problema ma è un buco logico dietro l'altro con incazzamento costante per la stronzagine dei tipi vestiti di bianco.
    Come serie vecchia ho visto con grande piacere la serie originale di The Bridge danese/svedese, bella con elementi iniziali che potevano essere costruiti meglio ma che poi si incastrano meglio di come ci si possa aspettare.

    RispondiElimina
  14. Io vado OT visto che settimana scorsa non ho risposto ai consigli per le microletture perché non ne avevo che non ti avessero già consigliato. Questa settimana ne ho però letti un po' e ti consiglio Black Science della Image. Vale anche solo per disegni e colori della coppia Scalera+White, tra i più belli in circolazione; e la storia, anche se dopo i primi sei numeri è presto per dirlo, scorre via che che è un piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OT per OT sto leggendo la roba arretrata e ho ripescato un vecchio manga intitolato Bestia e non è malaccio; narrazione volutamente scombinata, ti spoilerano in parte il finale dei vari episodi ma carino.

      Elimina
  15. Nessuno guarda robe di ridere insomma? Io ho finito l'ultima serie di Wilfred con Wood-Frodo e devo dire che la conclusione è degna, umorismo senza freni che scherza su tutto, bestiality, profanità, coprolalia varia.
    e tra una settimana ricomincia The league, anche qui demenza e grezzitudine pura ma se si entra nello spirito non proprio raffinato fa ridere abbastanza pur nella sua monotematicità.

    RispondiElimina
  16. Io ho finito di vedere Penny Dreadful e non mi è dispiaciuto.
    Adesso aspetto fine settimana per la nuova stagione di Doctor Who con il dodicesimo dottore (Peter Capaldi).

    NB

    Nella lunga pausa del circolino si è perso il resoconto del finale di Arrow, o mi son perso il post io?

    RispondiElimina
  17. Madò The Leftovers che minchiata.
    Hai avuto resistenza per arrivare alla quinta puntata:io ho droppato alla terza -__-
    Utopia devo recuperarla....
    Dottò andando OT:ma cosa non è Bloodborne?Sarà putrido come l'inferno ma dimostra una passione verso il medium che non vedevo dal primo Dark Souls ed artisticamente tocca vette altissime:sono sinceramente Hypato

    RispondiElimina
  18. con continuità da giugno seguo in tv la serie Hell on Wheel :-) storia carina che si lascia seguire

    RispondiElimina
  19. Recentemente ho visto il primo episodio di "The last ship": l'autore deve essere entrato in coma dopo Rocky 4, o al massimo Independence Day, per poi svegliarsi e fare 'sta cosa. 30 anni di serie tv buttati al...mare.
    Poi "A touch of cloth": inglese, demenziale, molto demenziale, prende in giro le serie poliziesche. Carino e divertente, sono 2 episodi per stagione, 4 in tutto. Il quinto, primo della terza stagione, è uscito qualche giorno fa.
    "The killing" (Usa): bella bella bella, è uscita la stagione conclusiva in questo mese, consiglio vivamente. Consigliata anche la versione originale svedese.
    Fargo, True detective: livello superiore.
    Under the dome: voglio vedere dove vanno a parare, ma niente di imperdibile.
    Ho preso il primo episodio di "Legends" perchè c'è Sean Bean e voglio vedere se muore.
    E niente, volevo partecipare. :-)
    Dimenticavo: Gomorra(h)! Sono indecisa perchè non mi piace il genere, ma ne parlano tutti talmente bene che sarò costretta a guardarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Under the Dome è un adattamento di un romanzo di King, come sospetto, preparati ad un maccosa deludente.

      Elimina
    2. Sì, lo è, e diciamo che la delusione è già in corso. :-)

      Elimina
    3. E' vero, se non cambiano il finale del libro preparati a un grosso WTF!!!!

      Elimina
    4. E' vero, ne parlano tutti bene , ma a mio avviso è sopravvalutata, della camorra si vedono solo le faide interne, poco o niente sui legami politici, con l'alta finanza o altro. è tutto un bum bum tra fratelli. mi ha messo tristezza, poi ho dovuto vederlo coi sub ita.
      Niente a che vedere con romanzo criminale, che aveva una sua poesia.

      Elimina
    5. Dopo il finale di It non mi meraviglio più di niente. :-)
      Gomorra: ciò che temevo, tra l'altro credo che all'estero sia piaciuta anche perchè fa comodo tenere l'Italia relegata in certi stereotipi (mafia, spaghetti). Però si parla anche di buon prodotto, a prescindere dal tema, e una possibilità gliela voglio dare. Romanzo criminale non l'ho visto, a questo punto mi tocca recuperare anche quello.

      Elimina
  20. Ho finito di vedere Salem (la serie sui processi alle streghe, mi è piaciuta tanto e attendo con ansia la prossima stagione) e Terra Nova (sapevo già che non avrebbe superato la prima stagione, quei dinosauri erano veramente fatti con maccheroni e porporina e la pesante mano Spilberghiana del "nessuno si fa male" è davvero pesante). Ho abbandonato di recente Leftovers per lo stesso grande "boh" espresso dal Doc e ora mi preparo a gettarmi su Manhattan che sembra intragante, poi, a Ottobre, American Horror Story naturalmente.

    RispondiElimina
  21. Io ho deciso di non iniziare nessuna serie nuova e di finire solo quelle iniziate perchè ho vissuto troppe delusioni. E perciò di nuovo sto vedendo solo quella porcheria di Under The Dome...sapendo di farmi del male da solo perchè ha toccato vette di cacca inenarrabili.
    Però mi sono deciso a cominciare il Doctor Who! Dalla stagione del 2005 e mi sto divertendo parecchio...chi l'avrebbe mai detto...continuerò a vedermelo.
    Dai torrent poi ho scoperto una miniserie chiamata Spaced con Simon Pegg...sono solo 12 episodi divisi in due stagioni. La prima stagione carina ma non "super". Ma la seconda da sbellicarsi!
    Ah si! Voglio vedermi Last Ship ma almeno quello me lo voglio vedere in italiano tanto per cambiare. Spero sia carino..vedremo.

    RispondiElimina
  22. Ottima notizia la seconda stagione di Utopia, in modo particolare in questo periodo di mio "immobilismo" telefilmico. Potrei essermi perso qualche cosa: s'è parlato in queste pagine di House of Cards? Secondo me merita parecchio!

    PS: mi accodo con chi aspetta il ritorno di Doctor Who :D

    RispondiElimina
  23. A mio parere la seconda stagione di Utopia è meglio che la prima, mi ha preso molto di più.
    Leftovers, nonostante sia noioso e non vada a parare da nessuna parte continuo a seguirlo, nell'ultimo episodio è spuntato un particolare che mi è piaciuto molto, ma temo che cadrà nel vuoto grazie alle abilità di storytelling del caro Lindelof.
    Oltretutto, esclusa un po' di violenza esplicita e qualche organo genitale a caso, quanto poco sembra un prodotto HBO?

    RispondiElimina
  24. Appena finito di vedere "Halt and catch Fire", solo 10 episodi per una delle migliori serie che io abbia mai visto, davvero geniale! Probabilmente finisce con la prima stagione, ma in ogni caso è abbastanza conclusiva, consigliatissima!
    Ho iniziato anche "The strain" e per ora promette bene, mentre l'ultima di True Blood ormai la vedo per "simpatia" e la seconda di "Under the dome" mi pare sempre più campata in aria...bah.

    RispondiElimina
  25. Su "Utopia" non dico niente che la seconda mi manca (zittiiiiiiiiiiiii), la prima comunque mi era piaciuta mooooltissimo!
    Qualcuno invece ha visto la seconda di Black Mirror? Altra roba flashante...

    RispondiElimina
  26. Doc, ti consiglio The Strain. La mano di Guillermo del Toro si vede, i vampiri sono mostruosi e ripugnanti, oltre che spettacolari (hanno i tentacoli) e il ritmo cresce di episodio in episodio in maniera inaspettata ema credibile. Alla puntata 5 i protagonisti sono già nella merda...
    Inutile ribadire che Guillermo del Toro riesce davvero a trasmettere il fascino atavico dei vampiri senza snaturarlo.

    RispondiElimina
  27. Ho cominciato a vedere Extant, una serie di cospiscienza, più cospirazioni che fantascienza, non si è ancora capito molto (sono al terzo episodio) però ci sono degli elementi che promettono bene, provare per credere!

    RispondiElimina
  28. Seguo Utopia da quando è iniziato...stupendo! Fa riflettere parecchio e ho già cambiato "squadra" una decina di volte almeno.
    The Leftovers non lo trovo così tremendo, gli spunti ci sono, forse i personaggi sono un po' troppo stereotipati all'americana, ma mi tiene davanti al video e mi fa venire voglia di vedere il seguito, quindi per me il bilancio è positivo (non è ovviamente in fascia alta, ma nemmen bassa).

    Poi volevo chiedere...ma Real Human (Akta Manniskor), serie svedese bellissimissimissima me la sono persa io o non ne hai ancora parlato? Se no, da vedere!! Tanto più che a breve ne faranno un remake gli inglesi (beh, almeno non gli americani, anche se non ne vedo proprio la necessità).

    RispondiElimina
  29. Orange is The new black
    Orange is The new black
    Orange is The new black

    RispondiElimina
  30. Halt & Catch Fire (il nuovo Mad Man, ma anche meglio). Rectify (molto molto molto bello). La 4 stagione di the Killing (forse migliore di tutte le precedenti). Un po' a fatica, la 2 stagione di the Bridge US. Tra le cose leggere, il sempre gradevolissimo Suits e il "posso guardarlo anche facendo altro ma fa tanto compagnia e non è irritante" Perception.

    RispondiElimina
  31. Finite:

    La prima stagione di InTreatment (italia) con Castellitto. È il remake della serie con titolo omonimo in america chiusa alla terza stagione se non erro che a sua volta è un remake di una serie iraniana...credo iraniana...mi secca andare su wikipedia. Perdonate la "lagnusia" ma sono un figlio dello scirocco...ce l'ho nel sangue.
    Puntate da 20/30 minuti, minutaggio perfetto per mettere in scena delle sedute di psicanalisi durante il qualei campo e contro campo si sprecano. Il bello è che tutto questo non è mai noioso perché la recitazione è veramente a grandi livelli (il peccato e la vergogna? Ma va a cagare!) e le storie sono di un'intensità che spesso ci si ritrova con i magoni e le lacrime agli occhi. Assolutamente da vedere ed entra nel novero delle serie italiane con i controleghisti insieme a: Boris, Romanzo Criminale e Gomorra.
    Doc, veramente dacci un'occhiata...magari con la signora che secondo me s'appassiona.

    Hello Ladies: serie statiunitense creata da uno dei creatori di The Office e cioè Stephen Merchant. Mandata in onda su HBO è stata cancellata alla prima stagione. Ed è un peccato perché era davvero divertente e fresca con un humor che davvero prende e ti trascina dentro le sfighe di questo nerdone che cerca di rimorchiare le super modelle di hollywood. Credo che sia stata cancellata dal Network per la mancanza di tette e sangue...vero HBO?

    Crossbones: Malkovich che fa barbanera. Tutto qui. Cancellata anche questa. Devo essere sincero stava iniziando a prendermi perché sto in fissa coi pirati al momento... Ma non era un granché...mi rendo conto.

    Vorrei inziare Black Sails e Hells on Wheels me le consigliate o salto a piè pari?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hell On Wheels è molto bella ma mi sono fermato a metà seconda stagione e non ho mai recuperato, potrei farlo ora visto il periodo di magra. Per me la serie TV western resterà per sempre Deadwood, una delle cose più belle che abbia mai visto.

      Elimina
    2. Come te HoW la trovavo bella ma dopo la fine della seconda stagione non ho più trovato un "perché" per proseguire. Ottima messa in scena ma poco coinvolgimento.

      Elimina
  32. In attesa che ricominci il Dottore sto facendo il recuperone ASOIAF/Game of Thrones, leggo i libri e guardo la serie (devo cominciare la terza stagione e non vedo l'ora di leggere i tuoi riassuntoni). Quest'estate dopo la fine della prima stagione di Penny Dreadful - bello bello specie per chi come me adora la letteratura gotica del XIX secolo anche se un po' inconcludente nei suoi soli otto episodi - ho visto True detective (favoloso), What remains - una misconosciuta miniserie poliziesca inglese in 4 episodi (molto buona) - e poi ho cominciato The Strain, che forse recupererò, e per l'appunto The Leftovers. Io però non sono riuscita, più per sopraggiunta noia che altro, ad andare oltre il primo episodio. Credo che la visione della prima puntata (di cui anche io riconosco le buone premesse) siano stati i 70 minuti più lunghi della mia vita, mai più.
    Comunque Utopia è nella lista delle serie da recuperare insieme a Black Mirror :)

    RispondiElimina
  33. Ma c'è qualcuno che non segua serie tv solo su Sky o "torrenti" vari ? :) Io per mancanza di Sky e tempo seguo Chicago Fire , Elementary e Luther .. seppur che sono stagioni vecchie.. Tra l'altro ho visto che frappoco su Italia 1 daranno Gotham !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vado coi torrenti, per due motivi:
      1) Il tempo, ossia decido io la programmazione e, oltre a vedere gli episodi appena escono, posso anche guardare cose di 5 anni fa *in ordine* e non a casaccio.
      2) Preferisco la lingua originale al doppiaggio, si apprezza molto di più la recitazione, il tono della voce, l'attore per intero. (Sempre con i sottotitoli, ovviamente, perchè dopo 10 anni e oltre di serie tv in inglese, non sono migliorata nella comprensione dell'ascolto di una virgola. Completamente negata.)

      Elimina
  34. Suggerisco top of the lake, sei episodi, girata e recitata alla perfezione

    RispondiElimina
  35. Visti recentemente: Orange in the new black, Orphan black, Vikings, Master of sex,House of cards. tutti notevoli, robe da 8-9 su IMDB.

    RispondiElimina
  36. Palmambrogio Guanziroli18 agosto 2014 16:38

    a parte I ragazzi del sabato sera, con John Travolta, Rookie Blue non è male.

    RispondiElimina
  37. Troppe, ne seguo troppe. Anche le peggiori tipo Defiance e Falling Skies. The Leftovers non ho la più pallida idea di dove voglia andare a parare, però intriga.
    Ah beh, Wilfred.

    RispondiElimina
  38. The Leftovers, serie il cui protagonista è un poliziotto con una moglie st****a e rompic*****i che si chiama Lori.
    Quand'è che arriva Michonne?

    RispondiElimina
  39. Mi sento di appoggiare Hell On Wheels, serie tra le mie preferitissime degli ultimi tempi. Poi The Bridge (USA) e Graceland, che però a quanto pare piace solo a me.
    Ah ci sarebbe anche Crossbones con John Malkovich, però non è che sia sto granché.

    RispondiElimina
  40. Sono sempre un po' sorpreso dallo scoprire che a Lindelof è ancora permesso far danni in giro. Tra l'altro ho letto da qualche parte che non è nei piani svelare i misteri di Leftovers (o qualcosa del genere) quindi apprezzo l'onestà ma ciao, a mai più.

    Approfitto dell'estate per recuperare un po' di roba arretrata, tipo Once upon a time e Orange is the new black (quest'ultima merita veramente, a parere mio) e in più seguo Under the dome, che dopo una prima stagione sull'orlo del baratro ha deciso di sprofondarci con tutti e due i piedo andando in vacca.

    Sabato ricomincia il Dottore ed è un po' come la prima di campionato, ricomincia la stagione e si riparte con le ventordici serie in contemporanea.

    RispondiElimina
  41. A me LEFTOVERS finora (ergo alla 1x06) piace molto. Le atmosfere "lindelofiane" si sentono tutte... ma adesso, secondo me, non andrebbe commesso l'errore di focalizzarsi sul "è come LOST! Mette tanta carne a cuocere per non concludere nulla". Per me è come Lost, ossia una serie character-based e su questo non delude per nulla: le caratterizzazioni dei personaggi sono davvero ottime e le interpretazioni all'altezza. Ogni episodo riesce a suscitarmi emozioni particolari, a volte un senso d'angoscia abbastanza lynchiano. Non è una serie che tratta del "mistero della scomparsa del 2% della popolazione", è una serie che parla dell'elaborazione di un lutto, per questo credo che le critiche espresse nel post siano un po' ingenerose ma vabbè, rispetto l'opinione del Doc come tale (ossia, tenendo conto che è la SUA opinione, non un dogma).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, anche se ammetto di essermi già rassegnata al fatto che non si arriverà da nessuna parte, in conclusione, ma tutti gli altri aspetti sono ben resi

      Elimina
  42. L'ultimo circolino era per il finale di GoT? Ecco io da.lì mi sono visto il mondo!! Tutte robe piccoline da 7/8 eposodi o solo prime stagioni ma tanta roba.
    Utopia prima stagione: a livello visivo spacca.. colori mai così colorati, giallo malato dappertutto, situazioni scioccanti per quanto ormai anni di visioni ci hanno smaliziato. Il problema sono i personaggi secondo me appate Jessica Hyde (come with me now, or you'll all die) e la storia così originale da fare il giro e macchinarsi un pò.
    Top Of The Lake: io l'ho trovata bellissima. Fatta bene, personaggi ben scritti, dialoghi veri e concreti. Per esempio l'ho preferita e di non poco a True Detective. Nelle sue sbavature, perfetto. Personaggio come Mitt e sua figlia 12enne non si vedono tutti i giorni.
    Prima stagione Rectify: un pò strano definirla. Perchè dire che questa serie è lenta è un'eufemismo. Perchè dire che alcuni persononaggi sono profondi come una piattino da caffè pure. Però la trama orizzontale la.trovo una bomba e mi spinge un giorno a vedere anche la.seconda stagione.
     The Slap Miniserie australiana di 7 episodi del 2011 che racconta senza fronzoli o forzatura una triste storia verosimile.
    E' una trasposizione da un libro e per ciò prende molto forza dalla storia che parla di due mondi completamenti diversi che per colpa di uno schiaffo si scontrano rivelando vecchi e nuovi segreti, paure e incertezze.
    Ogni episodio racconta il punto di vista di un personaggio diverso e questa è una delle forze maggiori (anche quando questo meccanismo in 2 episodi si spezza, ma chissene) perché ogni protagonista ha una sua storia.
    Io mi sono ritrovano a preferire il primo episodio al secondo, poi visto il terzo preferivo quello fino a che non ho capito che alla fine mi piacevano erire il primo episodio al secondo, poi visto il terzo preferivo quello fino a che non ho capito che alla fine mi piacevano tutti e non sapevo quale scegliere. 
    Personaggi magnifici, perfettamente credibili anche se nessuna faccia conosciuta.
    Consigliatissimo anche perché ingiustamente dimenticato.
    Lo considero un gioiellino.
    Les Revenants prima stagione: è una serie francese e questo è il suo grande difetto (non è mai bello accedere il computer per sentirsi parlare in francese..). Questo e il fatto che i primi 4 episodi sono nettamente superiori ai restanti 4, dove ci si ricorda che ancora per le.serie tv soldi ancora non ce ne sono. Cmq la.storia di base è interessante (all'improvviso i morti ritornano ma non come zombie ma proprio come se no fosse successo nulla) ma sviluppata un pò zoppicante. Tanti personaggi quindi qualcuno un pò più meh e inutile degli altri. Ma la.seconda stagione l'aspetto cmq con ansia.
    E poi ho ripreso in mano la vecchia serie Angel per vedermela tutta partendo dalla seconda stagione. Che dire?
    Che la cosa che ti accorgi di più come Whedon sia in questa serie che in Buffy abbia creato una storia di base attraverso una rottura di un clichè: come Buffy era una serie che ricalcava l'horror con protagonista la tipica biondina americano stupidotta che nei film muori prima della fine del primo tempo (o nei primi minuti del secondo) lì tirava fuori le palle e diventava lei la Cacciatrice.. in Angel, serie che ricalca il genere supereroistico dove l'eroe può diventare il male in persona e ogni volta che cerca di salvare una damigella in difficoltà mai questa si dimostra la tipica donzella in difficoltà ma mostra un carattere o altro inedito. Insomma tutte 2 serie dal messaggio molto femminista. Bravo Joss!

    RispondiElimina
  43. Ma The Americans (già alla seconda stagione) non lo segue nessuno?
    (vorrei dire anche once upon a time... ma mi vergogno)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo seguo anch'io , once upon a time , e mi piace :) aspetto la terza stagione su Rai4 , se mai la faranno... io comunque ho volutamente omesso Beauty & The beast , ci vorrebbe un sondaggio su quali telefilm seguiamo ma ci vergognamo a dirlo :)

      Elimina
  44. seguo con interesse american horror story e the following con un grande Kevin Bacon

    RispondiElimina
  45. Utopia mi ispirava un sacco ma non sono mai riuscito ad iniziarlo, magari in attesa che ricomincino le varie serie a settembre mi metto a guardarlo.

    al momento sono in attesa delle nuove stagioni di vikings, sleepy hollow, game of thrones, agents of P.I.P.P.E. e TBBT anche se mi sta stufando. Sono a metà di black sails che mi sta prendendo abbastanza.

    visto che sono intrippato con i pirati volevo iniziare anche crossbones, ma me l'hanno smontato in molti. vorrei iniziare pure sons of anarchy, ma mettermi in pari con 6 stagioni un po' mi spaventa

    RispondiElimina
  46. Niente. Con i telefilm sono indietrissimo...

    RispondiElimina
  47. Lilyhammer. Nei primi quaranta secondi di telefilm, un mafioso italoamericano entra nella protezione testimoni e si fa spedire a Lillehammer in Norvegia.
    UNA. COSA. GENIALE. Passo le puntate a scompisciarmi dal ridere.

    RispondiElimina
  48. concordo THE LEFTOVERS, è una palla almeno nel primo episodio non succede una mazza, boh cmq io ne seguo troppi ahha posso dire che ultimamente ho visto chicago fire è chicago pd aspetto constantine

    RispondiElimina
  49. In questo momento sto terminando la terza stagione di SCANDAL che sento di poter consigliare... Qualche momento vabbé, ma nel complesso più che godibile e con un ottimo ritmo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un telefilm ma vi consiglio The wil wheaton project, una specie di talk show su robe nerd. Dal nome si può intuire che è condotto dall'attore di star trek e stand by me...risate nerdiche genuine, cose di cinema, vg e tv.

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails