venerdì 21 settembre 2012

36

WWF Battlemania, il fumetto bresslinistico della Valiant. Disegnato da David Lapham e Steve Ditko (Bresslinz memories III, 1991)

Nel ripercorrere la storia jimshootera della Valiant Comics, si diceva giorni fa di come gli esordi della casa editrice fossero legati a un fumetto sugli eroi Nintendo e a uno sulla World Wrestling Federation, WWF Battlemania. Oggi ci andiamo a guardare il secondo numero di questa testata (settembre 1991), con le sue storie fuori di testa affidate alle matite di due grandi nomi del fumetto americano, con il merchandising zingarissimo della federazione, le pubblicità inquietanti e la vera verità sulla forza di Ultimate Warrior e sulla grande amicizia dei cazzotti tra Bushwackers e Nasty Boys [...]

Diremo subito che questo è l'unico numero di WWF Battlemania che sei riuscito a rimediare ravanando l'internetto. Sudando sette camicie. E poi altre sette, finché dalla lavanderia ti hanno detto Oh, e che è? Chiunque tra voialtri debosciati riesca a raccattarne altri numeri vince un grazie di quelli ragguardevoli. Chiusa parente.
La prima storia dell'albo è dedicata ad Ultimate Warrior e ai suoi allenamenti. I disegni sono di un giovincello David Lapham
 (quel David Lapham)
E insomma c'è Warrior che ripete ogni due per tre che lui è Ultimate qui e Ultimate là, frasi prive di senso esattamente come in televisione, ma Queen Sherri/Sensational Sherri, la manageressa di Macho Man Randy Savage, trama nell'ombra. Sherri Martel, ex lottatrice, come molti suoi colleghi maschi ci ha lasciato nel 2007 per un'overdose, che diavolo di tristezza infinita, andiamo avanti.
Dicevamo: I am Ultimate! su e I am Ultimate! giù, ma il Guerriero ricorda anche ai rEgazzini che stanno leggendo il fumetto di non provare a farlo a casa. Di non sollevare statue giganti di roccia e schiantarle sul parquet del proprio salotto, tipo
Ed è sempre con grande senso di responsabilità, avendo ben chiara l'influenza che le sue gesta possono avere sui giovani spettatori, che Ultimate Warrior spiega alcuni segreti dei suoi durissimi allenamenti,
DISTRUGGENDO SENZA ALCUNA RAGIONE LE TRIBUNE DI UNO STADIO A MATTONATE
E facendone infine esplodere il videowall da un triliardo di dollari. I am the Ultimate, sì, l'abbiamo capito
Ma ecco che la malvagia Sherri, per farsi rivelare i segreti di Warrior, si finge povera contadina con lo 'mmaccaturo in testa. Warrior nobilmente la soccorre, e tutto quel trucco sul viso della donna non lo vede, o se lo vede non ci fa caso... 
 ...ché è tutto preso a spiegarle l'importanza di un'alimentazione equilibrata e quelle sue meenchiate sull'ultimatitudine interiore in quattro anche scribai con cofandina come antifurto, per esempio. Dalla gioia Sherri inizia a spogliarsi e viene fermata giusto a tempo dall'usciere dell'albergo,
che poi ci dice Oh, butta giù le mani dalla giacca. Ultimate Warrior è intanto impegnato a raggiungere nuove vette di sboronaggine:
si lancia da una scogliera con tutti gli stivali, poi affronta di petto, TRA GLI SCOGLI, le onde del mare agitato, con una prova di testicular fortitude notevole su una scala da zero a uomo che ci dice a Chuck Norris C*zzo ti guardi, vecchio?
Ma l'allenamento non è finito. Per essere veramente Ultimate nel suo essere Ultimate, 'o guerriero SCASSA INFATTI UN LAVANDINO, così, perché gli andava,
e poi scardina un ponte meccanico e lo lancia in strada, SFONDANDO UNA PARETE DELL'EDIFICIO E UCCIDENDO QUEI TRE PASSANTI ACCANTO ALL'AUTO. Ché uno, quando dev'essere Ultimate, non è che può star lì a pensare a troppi cattsee, senti
Anche in questo fumetto, come nei numeri della rivista della WWF, c'è il catalogone gigante con i prodotti su licenza. Alcuni, nel loro essere zingarissimi, sono meravigliosamente meravigliosi. Da rEgazzino avresti dato una mano (di qualcun altro) per le spalline con gli spuntoni con cui i Legion of Doom salivano sul ring, alla tele così come nell'ultimo round di WWF WrestleFest in sala giochi. Diavolo, la daresti anche oggi (tanto è di un altro, sai che ti frega)
Ma, accanto alle spalline anni novanta definitive c'erano anche robe tipo queste SEDIOLINE DELL'ORRORE CON LE FACCE DEFORMI DI ULTIMATE WARRIOR E HULK MEENCHIOGAN
 o gli inquietantissimi Wrestling Buddies (ci torniamo tra un attimo)
 e la copertina piena di omoni svestiti sudati
La seconda storia dell'albo ha per protagonisti i Nasty Boys. Alle matite troviamo stavolta Steve Ditko
(quello Steve Ditko)
I Nasty Boys, che erano questi due lottatori brutti, volgari e sdentati, ricevono un invito al Palm Court del Plaza di Manhattan da parte dei Bushwackers, che erano invece due lottatori brutti, volgari e sdentati uguale, però molto più ridicoli. Istigati dal loro manager, Jimmy "The mouth of the South" Hart,
 i due vanno, menano il cameriere,
 e partono con il rissone da Bud Spencer, fracassando tutto
 Ma i Bushwackers, grazie al sostegno di una loro GIOVANISSIMA fan,
hanno la meglio su quegli altri due tizi che vanno dal parrucchiere di Balotelli
E tutto è bene quel che finisce bene. Ci sarebbero cinquantamila dollari di danni, ma paga Ultimate Warrior
con i soldi intascati con tutte quelle pubblicità in cui sfoggiava l'orecchino da giostraio dell'Est. WWF Superstars per Game Boy, piangiamo
Ma i WWF Wrestling Buddies? Eccoli. Una pubblicità SBAGLIATA per un numero di ragioni talmente alto che al tizio che l'ha ideata, lì alla Tonka, l'hanno cacciato a calci in coolo dicendogli Se torni chiamiamo la polizia
Ci sarebbe poi da parlare di uno dei film più pezzenti della storia del cinematografò, interpretato da uno degli attori più ridicoli e inutili di tutti i tempi, ma non lo facciamo. Ché ti sei ricordato che il solito Mitch ti aveva spedito mesi fa il DVD, e su questa cialtronata ci tiriamo fuori un bel post di ridere il ventordici di quaglio, garantito al limone. State tonnati.

BRESSLINZ MEMORIES PARTE I (WWF MAGAZINE, gennaio-febbraio 1991)
BRESSLINZ MEMORIES PARTE II (WWF MAGAZINE, 1985-1986)

36 commenti:

  1. o porc...ma se non è telepatia questa...due ore fa stavo rileggendo i tuoi post sui wrestler anni 90...

    RispondiElimina
  2. Ah, quei senza talento dei Nasty Boys (o Boyz? Mboh) che hanno avuto la fortuna di essere amici di Hulk Hogan sennò venivano mandati a raccogliere le patate da Vince Macmahon.

    RispondiElimina
  3. I livelli di guardia della pezzenteria sono stati supwrati ampiamente in questo post. A discolpa di chi ha realizzato la rivista possiamo dire che è complicato tirare fuori dal niente una rivista sul niente.
    Mentre leggevo il fumetto Ultimate ho provato ad immaginare i bambini che tentavano di lanciare comodini e pezzi di divano.

    RispondiElimina
  4. Che poi quel film con Hulk Hogan, non ricordo com l'avevano intitolato in Italia, nella decade '90 lo facevano vedere tipo 15 volte l'anno sui canali mediaset...così ridicolo, stupido e brutto (anche per i fan di Hulk Hogan) che era quasi spettacolare!

    RispondiElimina
  5. Che poi quel film con Hulk Hogan, non ricordo com l'avevano intitolato in Italia, nella decade '90 lo facevano vedere tipo 15 volte l'anno sui canali mediaset...così ridicolo, stupido e brutto (anche per i fan di Hulk Hogan) che era quasi spettacolare!

    RispondiElimina
  6. "I was frozen today!"
    Frase indimenticabile di quella meenchiata di film, di cui poi ci sarebbe un video del Nostalgia Critic (o di Spoony?) davvero esilarante.

    RispondiElimina
  7. La recensione di "Suburban Commando" è del Nostalgia Critic.

    Chiederei pure a Nababbo cosa ne pensa della decisione di Doug Walker.

    RispondiElimina
  8. Complimenti per il tuo bellissimo Blog ti ho inserito su il mio Blog
    http://bottegamoderna.blogspot.de/

    RispondiElimina
  9. Ma io non ho capito le storie:
    1-Ultimate lancia cose, soccoorre Sherry travestita da contadina,uno si aspetta che parta un paino una trappola....e poi niente, Ultimate se ne va ad immedesimarsi in Andromeda e infine in Hulk.
    Fine.

    2-I Nasty Boys sono invitati dai Back wackers al ristorante,senza perdere tempo si legnano,vincono questi ultimi.
    Fine.

    Ps:Steve Ditko mi ha stupito.Francamente l'ho sempre ritenuto un autore troppo retro' per il mercato attuale,ma a vedere queste tavole,non lo avrei manco riconosciuto....ero rimasto a Peter Parker con la testa a mattonella del tetris

    RispondiElimina
  10. Shoryuken:
    Ci mancano un po' di pagine (mi son limitato alle più significative. Diciamo), ma le storie sono esattamente queste. Giusto con quei ventordici I am Ultimate! in più.

    RispondiElimina
  11. amando i film brutti adoro quel film,se non ricordo male c'era anche Undertaker come cattivo

    RispondiElimina
  12. @"The" Shocker
    Ho sempre trovato il NC molto divertente e spero che il nuovo progetto di Doug si riveli interessante.

    RispondiElimina
  13. "I Grandi Lottatori di Tonka? Ne voglio uno!...anch'io voglio un Martello Cobra!"

    "Voglio anch'io Marcello Cobra!"

    RispondiElimina
  14. Il Coinc:
    Cose dell'altro mondo
    (di Burt Kennedy, già autore di western di una certa qualità come Tempo di uccidere e parodistici come Il dito più veloce del west e L'infallibile pistolero strabico)
    è il titolo italiano del film

    RispondiElimina
  15. non posso credere che christopher Lloyd abbia partecipato a un film del genere...anzi no posso, ha un sacco di film dimmerda nel suo palmares (poi mi spiegheranno un giorno come ha fatto il titolo a trasformarsi in "cose dell'altro mondo")

    RispondiElimina
  16. David Lapham?
    Se non me l'avessi detto non avrei mai e poi mai riconosciuto il suo stile!
    Si vede proprio che era giovane
    In ogni caso erano storie proprio trashissime! Ahahah

    RispondiElimina
  17. WWF Battlemania, una rivista mica da niente!! Ammirazione AoE... :O

    Non centra nulla ma avrei una domanda per il primo interista che passa da queste parti: Che ruolo ha nell'Inter, quell'incrocio tra Max Pezzali, Sallusti e Ciccio di Nonna Papera che parlava ieri sera nel dopo partita ai microfoni di una generic trasimisisone sportiva Mediaset?

    Ha la faccia troppo da buffo, vi prego ditemi di chi si tratta!!

    RispondiElimina
  18. Quant'è andato avanti sto magazine visto la velata pochezza di contenuti?
    Se il mio inglisc base-base, non m'ha tradito pure stavolta, sulla baia c'è in vendita il numero 4
    (http://www.ebay.com/sch/i.html?_nkw=%22WWF%2BBattlemania%22.
    Le sedioline dell'orrore però mica le ho trovate ...mannaggia!!

    RispondiElimina
  19. @Diofaiono
    ESATTO!!! Come lo possiamo classificare? Direi "so bad it's so good"
    Fa così schifo, che quasi ti piace

    RispondiElimina
  20. Crisciam:
    Per cinque numeri
    http://www.comicvine.com/wwf-battlemania/49-21250/

    Grazie per il link, accatto subito :)

    RispondiElimina
  21. Le sedie dell'orrore sono introvabili perché sono state tutte acquistate per arredare le celle del carcere di Guantanamo, disumano!

    RispondiElimina
  22. Se le usavano per menarsi sul ring, quelle sedie lì, si facevano male davvero.

    RispondiElimina
  23. Gran bei consigli per i ragazzini, eh. "Don't try this at home", e se ne va in giro a distruggere tutto :D

    RispondiElimina
  24. Bisogna dirlo: erano anni in cui bastava veramente poco per racimolare un pò di quattrini.
    Bastava scrivere 4 scemenze, trovare un giovane autore di belle speranze e dal basso cachet , e una licenza da qualche milione di dollari che facesse da richiamo.
    Bei tempi.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. "Ci sarebbe poi da parlare di uno dei film più pezzenti della storia del cinematografò, interpretato da uno degli attori più ridicoli e inutili di tutti i tempi, ma non lo facciamo."

    Ma dai Doc, Christopher Lloyd non era mica tanto male, era pur sempre il mitico Emmett Brown. :D

    RispondiElimina
  27. cose dell'altro mondo non per essere scurrile è veramente una cagata micidiale, l'unica scena che strappa una mezza risata è quando prende il gatto sull'albero tirando giù l'albero per un ramo che poi lo fa reggere ad una bambina che viene catapultata e lui fa una corsa e la riprende al volo.
    il resto del film è insulso non si merita un post, trama ridicola, recitazione indecente, e io al contrario del doc. sono pure un fan di hulk hogan ;-).
    e di buffy!

    RispondiElimina
  28. Qui c'è anche il numero 5 :)
    http://www.ebay.com.au/itm/1992-Battlemania-WWF-wrestling-comic-5-Valiant-rare-MBX58-/251103934872?pt=Vintage_Sports_Memorabilia&hash=item3a76f5f998

    RispondiElimina
  29. Come non detto, mi hanno preceduto ^^'

    RispondiElimina
  30. Un amico mio faceva le mosse di Haggar al fratello piccolo, rendendo inutili quei buddies gonfiabili. Fratello che poi è cresciuto nel mito di Elvis, forse per i danni cerebrali riportati.
    Manca la vergine di Morimberga con le sembianze di Hulk Hogan.

    RispondiElimina
  31. I Nasty Boys mi hanno sempre ricordato Bebop e Rocksteady delle tartarughe ninja. Nel fumetto noto ancora di più la somiglianza.

    RispondiElimina
  32. Il Guerriero fa sempre la sua figura...da pirla.

    RispondiElimina
  33. Doc, lo voglio proprio vedere il post su Suburban Commando, sarà sublime!! :)

    Checaruccia 'sta rivista... non li fanno più i giornaletti di una volta.

    Comunque ribadisco che i wrestling buddies sono un'idea grandiosa. Conosco questi ragazzini che continuano a giocare al wrestling usando i cuscini per provare le mosse (alla faccia di "non fatelo a casa").... scommetto che impazzirebbero per i wrestling buddies. Ma non glielo vado a dire perché sennò poi magari li vogliono...

    RispondiElimina
  34. Ho trovato in casa un numero di questa fantasticissima rivista. Un numero cartaceo intendo.
    Magari lo conservo per il prossimo concorso "mandatemi una cosa rara che non ho" :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails