sabato 21 gennaio 2012

114

Saturday night sondaggismo: la console del cuore

Un videogiocatore lo sa. Lo sa che ogni nuova console che compra segue un ciclo vitale articolato in quattro fasi ben distinte: 1) la scimmia rotante dell'acquisto; 2) il momento "ma che meenchia me la sono presa a fare che di giochi non c'è ancora una fava, all'anima della sola?"; 3) la goduria quando i giochi buoni alla fine arrivano, ma stemperata dalla triste consapevolezza che il nuovo bussa già alle porte; 4) al diavolo 'sto cesso, voglio il nuovo. Eppure in tutto questo, nel vortice tumultuoso di macchine da giuoco che vanno e vengono, nei funambolismi di un tempo per apparare i soldi con mutui erogati dai parenti più o meno prossimi e in quelli di oggi per convincere una moglie che quell'altra scatoletta SERVE, DAVVERO, qualcuna resta nel cuore. Ed è proprio di quelle console lì che andiamo a parlare in questo sondaggismo. No, si è detto nel cuore, non nel coolo: torna al tuo posto, Atari Jaguar [...]
Fuori concorso per manifesta SBRUOTFLitudine
Da collezionista in grado di sbalordire grandi e piccini con il suo ripostiglio pieno zeppo di millemila console boxate, quella della console del cuore è una domanda che ti sei posto molte volte negli ultimi anni. Molte volte = almeno due. Il fatto è che d'istinto saresti portato a votare per la prima PlayStation, quella che oggi è nota come PSone e allora era semplicemente la pleistéscio. Per i più zingari, IL pleistéscio. Perché? Perché quando è uscita, la prima pleistéscio, stavi vivendo il tuo unico periodo di allontanamento volontario dai videogiochi. Cercate di capire: eri al primo anno di università, ti interessavano altri tipi di multiplayer.
Poi hai visto in TV un video di WipEout, il più giapponese dei giochi non-giapponesi, e bam!, dritto giù nel tunnel gelmino di nuovo, con tutte le scarpe. Però, pensandoci meglio, ti rendi conto che quello per la pleistéscio non era vero ammmore. Era l'emozione di un modo nuovo di pensare e vivere i giochini che ti si andava costruendo poligonalmente attorno, occhei, e questo era figo e ti dava quel fremito da meenchia ci sono, lo sto vivendo, nipoti del futuro ora sì che posso rompervi i coglioni. Ma il cuore spetterebbe alle console dell'infanzia, al primo approccio da Incontri ravvicinati del terzo fammelo provare con l'Atari 2600 del figlio di amici dei tuoi, al Master System nazionalpopolare, al primo GameBoy soocapile, al MegaDrive, al GBA aggrappato al quale hai trascorso tutti e dieci i mesi del servizio civile, no? No. Alla fine scegli il PC Engine. 
Perché quando da ragazzino leggevi sui primissimi numeri di TGM di questa console mostro, di questo 8-bit che c'aveva dentro la sala giochi che c'aveva dentro a sua volta un mondo, ma senza i tizi delinquenti con la sigaretta sull'orecchio, rosicavi a bestia. E così quando hai potuto, di PC Engine te ne sei comprati QUATTRO (PC Engine bianco primo modello, CoreGrafx grigioazzurro, PCE Duo e financo il PC Engine GT portatile, giusto per, vaffancoolo).
E dovreste vedere la scatola
Per questo, e anche per il fatto che il PC Engine Duo è la macchina da gioco più meravigliosamente elegante, elegantemente meravigliosa della storia dell'umanità. Period. Roba che gli altri ciao, roba che Sony e Microsoft nascondetevi.
Ora sotto con le confessioni, deboscia: un nome, un perché. Rivalse gnègnè e specchietti riflessi da turbobimbogigi però no, per cortesia. Almeno non qui: di quelli si occupa lo zio antunello, fiiit. Votate

114 commenti:

  1. Nettamente pc engine. Hell, l'ho messa pure nella foto dell'antroconcorso!

    RispondiElimina
  2. Voto la mia prima console, comprata al mercatone uno dai miei nel momento dell'esplosione del SuperNes: uno scontatissimo clone del NES , con tanto di 99 giochi caricati (del calibro di Contra, Super Mario, Ice Climbers, mica cazzi!) e la possibilità di poter inserire le cartucce NES originali. Meraviglioso, a parte il nome: Family Entertaiment System, il FES!

    RispondiElimina
  3. Come ho anche fatto intendere in decinaia dei mie podcast, la console in assoluto per me è a toni di grigio con uno spruzzo di tasti rossi! Perché venivo da quella ***da del Commodoro Sedici e rosicavo per i giochi del cugino sessantaquattrista, ma quando mi portai a casa il NES con quella doppia cartuccia SMB/Duck Hunt, capii che la mia vita sarebbe stata piena di console. E poi l'odore... Ogni tanto la rispolvero solo per dargli una ciaràta xD

    RispondiElimina
  4. La mia console del cuore era un gig tiger.

    RispondiElimina
  5. Il Primo posto se lo contendono playstation 2 (che è quella che più ho usato) e Nintendo 64 (che ho fuso con super mario 64, ricominciando il gioco talmente tante volte che ormai lo so a memoria).

    Vejita (sono con il cellulare e non riesco a loggare)

    RispondiElimina
  6. Io voto per la prima Pleistèscio...e non tanto per i vari bla bla bla,nuovi mondi ("balcone con veranda e tanto di gazebo" Lara Croft) e per i giochi che mi catturarono (tipo quella grossa meenchiata astrale di Battle Arena Toshinden,e il bellissimo Crash Bandicoot),ma perchè fu l mia vera console comprata,alle altre ci andavo a giocare dai cuggini,che poi neanche tanto ci giocavo per perchè i maledetti cugini col cacchio che ti fanno giocare.e poi,perchè no,quelli successivi furono anche gli anni della rivalità e delle console war,che mi divertivo a leggere tantissimo su PSMania....

    RispondiElimina
  7. Dreamcast!
    Con la Visual Memory card, con un Soul Calibur da antologia, Power Stone, il gioco di Berserk, una serie di picchia duro giappi in 2D spettacolari (ma il pad era una fetecchia).
    E aveva anche introdotto il multiplayer in rete, se non ricordo male.
    Bello bellissimo.

    RispondiElimina
  8. Il NES, a occhi chiusi e fari spenti.
    Ancora boxato nello zingarissimo Action Set, con le plastichine e i fermacavi originali, rigorosamente dotato di pistola Zappà (quella però ora non funziona... sigh).

    Giusto queste settimane in famiglia ci siamo lanciati a loop nel primo mitico Mario. Anzi, sto pomeriggio prevedo una lunga sessione...

    RispondiElimina
  9. Penso il SNES, il primo che ho giocato davvero intensamente da pischello.
    Da giovane ometto ho nel cuore il (la?) dreamcast: ne ho dovute comprare 4 per vederne una funzionare. Ti ci affezioni come al fratellino tonto che però poi quanto parte diventa un genio. Dreamcast come Rain Man del mio cuore, insomma.

    RispondiElimina
  10. Il Commodoro 64, non si discute! ma mi restano nel cuore sia il gameboy, la bonanima della nintendo Nes, il sigamastessisstèm (Sega Master System) e l'indiscussamente crakkata ps3 :D

    RispondiElimina
  11. Atari 2600, ma la prima, quella con l'inserto in finta radica.
    Non si può descrivere cosa si provava quando si inseriva una nuova cartuccia nella console e magari ti ritrovavi davanti a Pole Position e chiamavi gli amici a vedere perchè non era simile a quello del bar sotto casa, era proprio uguale a quello del bar sotto casa.

    RispondiElimina
  12. Per me gameboy, sia per quanto l'ho usato, sai perchè mi ha svoltato diversi viaggi interminabili con i miei genitori tipo Roma-Parigi tutta in una tirata, ancora ricordo molti giochi con una lacrimuccia.

    RispondiElimina
  13. La prima PlayStation, semplicemente perchè è la mia "console dell'infanzia"; regalatami a 8 anni per la prima confessione dagli zii XD

    RispondiElimina
  14. Come detto nell'ultima puntata di Archeologia Videoludica, il mio grande amore "consolare", ma specifico "consolare" è l'Atari 2600, invidiando gli amici con l'Intellevision ma restando fiero atarista!

    RispondiElimina
  15. non so se l'amiga puo essere considerata come console pura... se il voto non viene convalidato dal gran consiglio antristico allora mi butti pure io sulla prima pleistescio

    RispondiElimina
  16. La risposta, se il sondaggismo fosse allargato ai computer, sarebbe istantaneamente un ex-aequo tra Commodore 64 e Amiga (500, 600 o 1200, non fa differenza). Ma, visto che si parla di console, non posso che rispondere il NES: quello 8-bit, grigio, con il coperchietto del cavolo che non si sa a cosa servisse ma che dovevi chiudere ogni volta prima di accendere la console, pena maledizioni, pestilenze, carestie, morti e feriti fino al 7° grado (la Nintendo in questo era molto severa).
    Perché il NES? Sole tre parole: Super. Mario. Bros. Un capitolo a caso, ma con predilezione per il 3 (Raccoon/Tanooki Mario FTW)
    Oh, tra i perché ci va anche il trauma avuto quando, poco prima di vendere il tutto per un poderoso MegaDrive II (col suo carico di mazzate tra Streets of Rage 2 e Super Street Fighter 2), ho voluto giocarci un'ultima volta: peccato che i pad, che nei miei ricordi erano immensi, ora stavano per intero in una sola mano, come una miniatura dei pad dei ricordi. Sob.

    RispondiElimina
  17. Io se propio ci dovessi pensare e fare una classifica, direi che la console più figa che ho avuto è stata sicuramente la ultra sbavosa NeoGeo. Che grazie al suo fascino mi ha fatto scalare la vetta degli amichetti e mi ha fatto vincere il premio chi ce l'ha più grande per almeno 2 anni!!! per non parlare dei suoi joypad li ricordo ancora!!!! Che bei tempi!!!! Ora sono vittima del Xbox e di Your Shape :-( !!!

    RispondiElimina
  18. Sega Megadrive, perché i Sonic, gli Streets of Rage e ThunderForce IV non hanno paragoni nemmeno adesso.

    RispondiElimina
  19. Sono indeciso.
    Nella mia memoria ricordo con amore quasi paterno il primo NES, con quelle cartuccione meravigliose e alcuni tra i giochi più stronzi, brutti e difficili della galassia intera, come Dragon's Lair.
    Ma il NES. all'epoca, non è mai stato veramente mio.

    Quindi voto la prima console che ho comperato INTERAMENTE con i miei risparmi: il Sega Saturn. Sfigatissimo per tanti motivi, ma rimastomi nel cuore perchè era MIO. Nonché per Nights, e soprattutto Guardian Heroes.

    RispondiElimina
  20. A me la prima console l'hanno regalata degli amici, ed era la prima Playstation. con la modifica. ;)

    Ed è l'unica che ho mai avuto! Anche se adesso, in questa triste vita da single solitario, vacillo verso l'xbox...

    RispondiElimina
  21. Senza ombra di dubbio il NeoGeo, non perchè la più, non perchè "è ma tu ciai la sala giochi in casa", non perchè te la sei comprata d'istinto, usata, spendendo un mucchio comunque e i giochi migliori che hai avuto erano quelli che andavi a comprarti, usati, a Corsico (partivo in treno da Brescia...) ed erano tutti giochini orribili... Venivo da quindici anni di Commodore64, ecco tutto...

    RispondiElimina
  22. L'Atari 2600 che Silvio Pernacchione regalò, in occasione dell'apertura di Rete 4, tra le altre cose, a TUTTI i pubblicitari di Milano tanto per ingraziarseli un po', incluso mio zio.

    Il quale, non sapendo che farsene, la regalò al suo nipotino che ancora stava imparando a camminare.

    Funziona ancora.

    Probabilmente viene da soldi della mafia, ok, però fu un grande amore.

    RispondiElimina
  23. La prima e unica, ovvero il mitico Sega Mega Drive!
    Regalata alla Comunione nel lontano (sigh) '94 e mandata in pensione giusto da qualche anno dalla Wii (ebbene si mi vergogno han fregato anche me!)

    RispondiElimina
  24. Assolutamente ps1, la prima console che comprai con Crash Bandicoot 2 e il gioco di Hercules
    bei tempi d'infanzia

    RispondiElimina
  25. Nessuna console nella mia vita, ho fatto il salto direttamente dallo ZX Spectrum al PC!

    RispondiElimina
  26. Mattel Intellivision.

    Puoi chiudere il sondaggio.

    RispondiElimina
  27. Mega Drive! La mia prima console fu un Game Boy, ma sul Mega Drive ho passato le ore videoludiche più divertenti.
    Poi forse c'entra anche il fatto che dopo la console Sega ho avuto solo una PS2, e mi sono quasi completamente disinteressato dei videogiochi...

    RispondiElimina
  28. Io c'ho vergogna della mia prima console. Perchè sarebbe una di quelle console tarocche che tipo venivano pubblicizzate sulle reti private anni fa (dal baffo a volte, quando non moriva per asfissia in diretta) dove c'erano i millemila giochi già memorizzati (tra cui Super Mario e, attenzione, i Power Ranger). Che poi era un Nes a tutti gli effetti perchè il mio amico, che ce l'aveva originale il Nes, mi prestava le cassette dei vari Megaman, Blue Shadow ecc ecc, le inserivo nello slot e quelle come per magia partivano. E allora ero il bimbo più felice (e scroccone) del mondo. Anche se era la console più (per usare un termine ricorrente in questo blog) zingara che ho mai conosciuto, il mio cuore appartiene a lei. Lei che c'aveva il design di un Super Nintendo e in realtà dentro era un Nes. Azzurro poi.

    RispondiElimina
  29. Non sono mai stato un console dipendente ma come la primissima Pleistescio nessuna. Perchè era l'adolescenza, perché erano i primi poligoni senza dover avere le super schede su pc, perché era zingara e faceva banalmente status symbol, perché ho avuto anche io il "fremito da meenchia ci sono, lo sto vivendo, nipoti del futuro ora sì che posso rompervi i coglioni", perché è stato il nostro Vietnam (cit.).

    RispondiElimina
  30. Premesso che ho sempre giocato con il PC (interminabili stupendi pomeriggi con gli amici più cari passati a sfondarsi vicendevolmente le basi a Starcraft, inchiappettarli tutti a Micro Machines 2 - l'unico gioco dove vicevo sempre io - , crivellarsi di colpi al primo Medal of Honor, sempre e solo in ufficio dei miei amici usando la rete dell'ufficio e/o nella loro casa con la rete domestica fatta apposta).
    Appurato che grandi sensazioni una console non me le ha mai date sono indeciso tra gameboy (unica console compratami dai Miei), la prima play (dei miei cugini) con cui ho finito Resindet Evil II e la WII che mi sono comprato io.
    Mi spiace per tutti ma la Wii anche se ha una grafica cagosissima Dragon Ball Z - Budokai Tenkaichi 2 è un antri stress formidabile, disintegrare la Squadra Ginew in meno di 5 minuti con C18 è molto rilassante.

    PS: giocare in rete a Medal almeno in 5 con un amico di fianco che ti grida "FERMALI FERMALI FERMALI!!!!!!!" e falciare tre ignari malcapitati con un mitrapesante tedesco non ha prezzo - all'epoca farlo con una console era complicato.

    RispondiElimina
  31. Dimenticavo da bimbo però mi maceravo nell'invidia provata nei confronti dei possessori di console.

    RispondiElimina
  32. Voto parecchio combattuto tra il grandissimo NES e la prima pleistescion...diamo il voto al NES perchè quando mio padre tornò dall'iper di Cremona, dopo la fine della prima elementare con quello scatolone con su super Mario e la pistolona zapper, credo che sia stato il giorno più bello, emozionante, da lacrime napulitane della mia vita. Però menzione d'onore alla prima psx per il semplice fatto che ancora oggi ogni tanto la rispolvero e la attacco all'lcd per rinfrescarmi la memoria. Diciamo che che se il sondaggi suo fosse stato qual'è la console più incooolata che avete preso ti dicevo a mani basse la Wii...

    RispondiElimina
  33. La consolle più bella della storia è stata il Super NES/Nintendo.

    RispondiElimina
  34. In realtà non ho mai vissuto il ciclo in questione, perché ho sempre trovato normale comprare le console in differita di qualche anno, magari verso la fine del loro ciclo vitale, quando ci sono giochi belli a prezzo budget (che oggi arriva sempre più in fretta ma va beh) e la console stessa si è deprezzata. Magari pure usata, ecco.

    Ciò fa sì che non mi affezioni alle macchine, temo. E con le console nuove che, cessato il supporto di rete, diverranno inservibili, non credo avverrà mai. Non ne ho comprate e non ci tengo.

    RispondiElimina
  35. Game Gear regalatomi per la comunione, con annesso Sonic 2: l'unico in tutta la classe che lo possedeva (lupo solitario a fronte di tanti Game Boy addicted di 8-9 anni).

    Perchè era a colori, perchè aveva giochi belli catzooti (o quantomeno lo erano per un pischello della mia età) e per le sfide epiche con mia madre a "Columns".

    RispondiElimina
  36. P.S. Poi da pischello sono sempre stato PCista (c'era il PC di famiglia e una console di gioco la vedevo col binocolo, finché non ho potuto comprarmele io), percui...

    RispondiElimina
  37. Considerando che le uniche "consoles" che ho posseduto in vita mia, sono quelle portatili, ti rispondo "GBA", perchè è senz'altro quello che ho consumato di più.

    Per il resto, le fisse le ho fruite solo attraverso l'emulazione e, giudicando tramite questo media, posso dire che se al tempo avessi avuto un "SuperNes" mi sarei divertito non poco! :)

    RispondiElimina
  38. Sega megadrive 2.
    Perche' fu la prima console che presi, all'eta di 7anni,un giga-amore,ma avevo solo giochi brutti o difficilissimi:Sonic,iPuffi,Hulk,The Avengers,Toejam and Earl.
    Mentre i miei cugini avevo un armadio PIENO di ogni tipo di gioco di quella maledett consolle.
    In piu' mi si ruppe molto presto,lasciandomi con la tristezza nel cuore.

    Un altra console che amai fu la PS.Non la playstation one,proprio la ps, quella indistruttibile macchine della tortura che ti ipnotizzava ore e ore, con i giochi masterizzati in giapponese (in bianco e nero) che non si capiva una minchia e si andava a random.

    RispondiElimina
  39. Megadrive, fortissimamente Megadrive!
    Perché Sonic è stato una folgorazione!

    RispondiElimina
  40. Commodore 64, tutta la vita! Con il Batman grasso e inoffensivo, I Transformers minuscoli e inguardabili, gli Spy vs. Spy troppo fighi e mille altri ancora. Con le cassettine magnetiche comprate in edicola a prezzi risibili. Il mio primo gioco era un He-man che se provassi a rivederlo ora, sarebbe probabilmente una cosa inguardabile, ma all' epoca era una meraviglia ai miei occhi.

    RispondiElimina
  41. mdqp, il C64 era un home computer (un signor hc), ma dei computer ci occupiamo un'altra volta.
    Oggi: console

    (quelle robe in genere senza tastiera)

    RispondiElimina
  42. !sega mega drive!
    sonic, street fighters, altered beast, golden axe e chi più ne ha più ne metta non li batte nessuno nemmeno oggi!

    RispondiElimina
  43. un noto attore australiano21 gennaio 2012 12:41

    atari 2600. lì la scimmia videoludica ha preso possesso della mia spalla e non s'è più mossa per quasi un trentennio.

    RispondiElimina
  44. Il Saturn: attorniato da gente con ps1 che giocava SOLO ed ESCLUSIVAMENTE a PES comperato dai marocchini a 5€, io mi godevo perle 2D importate dal Giappone.

    RispondiElimina
  45. un noto attore australiano21 gennaio 2012 12:44

    e R.E.S.P.E.C.T. per te Doc che possedevi il sogno bagnato di ogni videogiocatore lettore di Zzap! e/o TGM!

    RispondiElimina
  46. Io sono stato un bambino esperimento o almeno mi sono sentito tale. Avete presente quando fanno provare a bambini attuali oggetti del passato? Bene, quello ero io con le console. Nel 94, a fronte dei Megadrive galoppanti dei miei amici, ebbi l'Intellivision di mio zio e ci giocavo e divertivo a iosa! Nel 96 ebbi il Master System di chissàchi, pur cominciando a spuntare le prime playstation. Nel 98, al pari con i mondiali ebbi regalato però la mia consolle del cuore, il gameboy, quello trasparente, NUOVO CON LA CARTUCCIA DI SFII: ero il decenne più felice della terra. Ci ho continuato a giocare fino ad un paio d'anni fa, attualmente funziona ancora, ha qualche riga di pixel bruciata e ci sarò affezionato per sempre.

    RispondiElimina
  47. Come tutti i "vecchioni" voto l'Atari VCS 2600! Ecco alcuni motivi: il decathlon activision, il fascino del catalogo Parker Brothers, Adventure, Pitfall, Phoenix, le copertine dei giochi Imagic, i misteriosi Swordquest e perchè no...Raiders of the Lost Ark!
    E comunque già a quei tempi era in atto una feroce console war con l'Intellivision (guerra mai sopita!)
    Menzione d'onore ai mega joystick a forma di guantone del Coleco Vision per giocare a Rocky!!

    RispondiElimina
  48. NES tutta la vita! La console della mia giovinezza videoludica, quante partite e quanti lanci del controller meno male che era praticamente indistruttibile!

    RispondiElimina
  49. Il super nes, la mia prima console. Ancora oggi sono convinto che Super Mario World sia il miglio platform dell'universo intero. Quando vidi SF2 cominciò a farsi strada nella mia mente il pensiero di diventare un programmatore di videogames.

    RispondiElimina
  50. SNES, perchè c'era 'sta cosa di Street Fighter II uguale uguale al coin-op. Quell'estate del '92 io e i miei amici quattordicenni, anzichè andare a cercare cadaveri, ci riempimmo di legnate.

    RispondiElimina
  51. SuperNES, netto. Tutte le precedenti erano una simpatica alternativa al salasso della sala giochi, ma il paragone tecnico/qualitativo dell'offerta era impietoso.
    Poi un giorno, il miracolo.
    Un abbiente compagno di classe invita la cricca a casa
    (quella mattina il ginnasio era particolarmente noioso) per provare il suo nuovo acquisto.
    "C'ho Street Fighter II" disse, lì per lì lasciai correre quei vaneggiamenti grossolani. Inforco lo Zip FastRider e ad 82 Km/h mi fiondo in loco. Effettivamente la cartuccia che teneva in mano aveva l'etichetta del gioco in questione, ma io diffidente fino alla fine fui.
    "Azziccala subbito e adduma!"
    La scritta gialla e blu CAPCOM è al suo posto ed emette il suo suono, buio e poi... la luce!
    Il bastardo ormai veterano preme start in un nanosecondo, manco me la fa godere la musica ed il logo fiammante.
    Sceglie Ryu, il perdente, e vola in Brasile per pestare Blanka. Round One, ma io sono già KO.
    Quello è Street Fighter II ed io non posso farci niente.
    Mentre su schermo è tutta una durlindana di aduken ed attakkensplughen, il mio sguardo si rivolge all'angolo superiore destro, ed è in quel preciso istante che l'amore mi fulmina: dove un tempo lampeggiava insolente -INSERT COIN- adesso c'è -PRESS START-.
    Sentii la mia tasca che si riempiva di gettoni, infiniti gettoni e pezzi da 1000 Lire con Marco Polo sopra.
    Si era avverato un sogno.
    Avrei voluto dilungarmi ulteriormente, ma quando non è DOC a scrivere non interessa a nessuno, a ragion veduta.
    Salutamu.

    RispondiElimina
  52. Il NES senza ombra di dubbio, lo preferivo alla playstation (nonostante l'avessi tanto desiderata...), giochi malsanamente difficili al punto giusto e dannatamente validi! Non come tutte le cagate che si sono sfornate mese dopo mese con la psx, solo scarsi cloni e imitazioni di giochi del passato.

    RispondiElimina
  53. Sicuramente il nes e sfido chiunque a mostrare un gioco migliore di super mario bross 3 su una qualsiasi macchina 8 bit!

    RispondiElimina
  54. Mega Drive.
    La PS (il primo modello) staccato di poco, ma il Sega Megadrive è LA MIA console. Folgorato anch'io ai tempi da Sonic (che non avevo, me lo prestò un amico), tanto che adesso, nel pc da cui scrivo, ho due emulatori: uno per Pokémon rosso per Game boy e uno apposito per giocare a Sonic.
    Menzione d'onore al Nintendo 64 (il pad più zingaro della storia dell'umanità!)

    RispondiElimina
  55. Deve ancora uscire la mia console

    RispondiElimina
  56. Mmmm di tutto il boxame di scatole che minacciano slavine più o meno gravi, posso dire di essere affezionato a 2 in particolare: Neo Geo e Dreamcast.
    Il Dreamcast soprattutto, pur se arrivato in tempi più recenti dell'infanzia a base di NES e SNES, ha vergato a caldo il suo nome sul mio cuore, per tutto un feeling, un calore e un affetto (e dei giochi a gusto mio) che altre macchine non hanno saputo darmi. Oddio Shen mue, ma perché devo sempre pensare che non vedremo mai il terzo? ;_;

    RispondiElimina
  57. Sega Master System con alex kidd "salvato" dentro, poi vabbè i sonic e altra roba buona..

    RispondiElimina
  58. Voto Gig Tiger con il gioco di Terminator, credo di essermi fatto più partite con quel gioco che pippette al bagno! E di pippette me ne facevo tante in quel periodo eh! Anche dopo via...

    RispondiElimina
  59. Scusa Doc, avevo visto almeno un altro voto per il commodore, quindi pensavo fosse valido. Allora punto tutto sul Super Nintendo: dal mio primo Street fighter, passando per Super Metroid, un fottio di Super Mario, Donkey Kong. Senza contare Zelda a link to the past, che trovavo meravigliosamente meraviglioso. Forse Il gioco a cui sono più legato emotivamente è Terranigma, nonostante i vari limiti, lo adoro, e tuttora lo ricordo con commozione autentica.

    RispondiElimina
  60. Credo che il mio voto andrà al SEGA Mega Drive. Come dimenticare le ore passate su Thunder Force IV, Phantasy Star IV, Street Fighter II Special Champion Edition, Sonic 2. Poi se posso aggiungerci anche il Mega CD (alla fine erano una console sola dai) non posso non citare Lunar e The Snatcher, due dei migliori giochi che abbia mai giocato.

    RispondiElimina
  61. Mega Drive regna. La sala giochi a casa senza spendere un patrimonio (vedi alla voce Neo Geo). Mentre i compagni di classe giocavano in 8 bit a Excitebike e Duck Hunt, mi sparavo Wonderboy, Quackshot, Altered Beast, Sonic. Oggi ho scoperto decine di giochi jappi validissimi che sto recuperando su ibai o direttamente a Akihabara (niente emulatori, grazie). E così Musha Aleste, Shinobi, Bare Knucle, la trilogia di Golden Axe e tanto ben di Dio.

    RispondiElimina
  62. Super Nintendo!
    E' stata la console che ho desiderato più al mondo!

    RispondiElimina
  63. Dopo anni di carestia e stenti da disponibilità software per il mio bellissimo MSX, recuperai un poco d'entusiasmo con il Coleco di un'amica, dalla quale ho trascorso interi pomeriggi a giocare e rimpinzarmi di dolci (i suoi gestivano un laboratorio artigianale di pasticceria).
    Ma all'ingresso del nuovo tunnel mi aspettava la combo Ps/1-Tomb rider 2!
    E tutto é ricominciato.

    RispondiElimina
  64. La mia console del cuore obiettivamente parlando è stata la prima Playstation
    Semplicemente l'epoca d'oro dei videogiochi, gli avevo fatto fare la modifica e possedevo almeno una trentina di titoli tra originali e masterizzati (meno originali che masterizzati)
    Troppissimi titoli che hanno fatto storia, interi pomeriggi con il joypad in mano, sfide infinite in co-op con gli amici, tonnellate di demo trovati nelle riviste, sbloccare i trucchi, finire i giochi con le soluzioni...
    La console della golden age


    Comunque il Super Nintendo fu la mia primissima console, magari non è mi ha colpito come la Playstation ma quando ci penso scendono giù lacrime napulitane
    Tornei indimenticabili a Street Fighter II/Mortal Kombat/Killer Istinct/Super Mario Kart in cameretta con i miei compagni di classe delle medie, quelle cartucce indistruttibili, il pulsantone Eject che proiettava in alto le cartucce come il tostapane..
    La conservo ancora gelosamente come una reliquia sacra, l'anno scorso ho persino comprato due giochi su Ebay che desideravo da due decenni

    RispondiElimina
  65. Nintendo 64 o Playstation? 14-15 anni, i pomeriggi a casa senza i genitori a rompere, ore e ore spesi su Gran Turismo, Tomb Raider, FFVII, Mario 64, Zelda OoT, Metal Gear Solid, Tekken 2 e 3 (i mega tornei la Domenica pomeriggio con pizza al taglio e insulto libero!)...Non so proprio scegliere.

    RispondiElimina
  66. Comunque il Mega Drive sarebbe stata probilmente la mia console preferita di sempre SE i miei non mi avessero regalato un ormai obsoleto C64 al suo posto a Natale...che il MD costava troppo.

    Mi ricordo con affetto anche le quintalate di batterie e di diottrie buttate col Game Gear.

    RispondiElimina
  67. Ragazzi, ho recuperato proprio ora una Amiga 600 con scatola e tutto!!
    Ho le lacrime agli occhi.
    Vi voglio bene a tutti!

    RispondiElimina
  68. Intellivision della Mattel!

    RispondiElimina
  69. PSP, per un motivo molto semplice: i soldi per prendere console e giochi finalmente transitavano dal mio conto in banca.

    RispondiElimina
  70. sono sempre stato un tipo da computer... sono uno dei "vecchiacci" attristi... consolle ne ho possedute poche, le ho provate /viste quasi tutte (gli amici erano invasati)... ma una l'ho DOVUTA comprare. Ha fatto vacillare il mio credo, ha scombinato la mia esistenza ludica, ha creato un precedente storico ... una sola console non ho resistito a comprare: il SNES.

    Il snes a mio avviso è un capolavoro ASSOLUTO. SF2... super ghouls'n'ghosts... super mario world... non so, penso che mai come per snes ci sia stato un numero così alto di capolavori ASSOLUTI, secolari, indimenticabili. Una consolle che era ancora in quel periodo in cui la fredda elettronica poteva essere poesia, non come i potenti elettrodomestici di oggi (xbox, wii, ps3). Snes ? il mio si è rotto, se ne trovassi uno messo bene, con i giochi che avevo lo comprerei adesso, subito. Venderei la reflex e gli obiettivi pur di prenderlo. Non mi vergogno, l'ho amato.

    RispondiElimina
  71. Il primo amore non si scorda mai, Atari Vcs 2600.
    Tra l'altro anche unico amore perchè ho posseduto solo quella :-)

    RispondiElimina
  72. perchè quando mio padre tornò da un lungo viaggio in America, uscì dalla sua 24ore un aggeggio trasparente, o perlomeno si vedevano tutti i cavi all'interno, che aveva lo schermo piccolo e solo due tasti, A e B, oltre alla croce direzionale, e che quando l'accesi con una cartuccia bella grande inserita, vedere e giocare pokèmon giallo completamente in inglese, che in italia non erano neppure usciti il Blu e il Rosso (sono molto più figo di voi, stronzetti delle elementari) e finirlo, fu di certo una grande emozione... si trattava del Gameboy color... emozionante fu anche l'arrivo di psone, ma questa è un'altra storia -se ne va camminando tutto figo verso il tramonto-

    RispondiElimina
  73. Io ho avuto solo tre console in vita mia : Atari 2600 quando andavano di moda Nes e C64 ( e perciò odiavo), poi il Super Nes ( bello, ma giochi cari, ne avrò avuti 10 e neppure tutti il massimo) e la PSX dove ti potevi giocare un mare di giochi piratozzi ( e lo dico sinceramente, senza falsi pudori), e dove sono stato introdotto ai magnifici GdR Square.
    Vada per la PSX , quindi.

    RispondiElimina
  74. Post di altissimo livello, Doc (come sempre)...

    Beh, caro Doc, io scelgo il Dreamcast. Il perchè è molto simile al tuo: perchè c'aveva la sala giochi dentro. Quelli con i cabinati massicci e la grafica stratosferica. Roba che quando nel 1999, ultimi giorni di scuola, ho visto girare Virtua Striker 2 jap in negozio mi hanno dovuto portare via in ambulanza per infarto improvviso.

    Si, decisamente il Dreamcast ha segnato il pareggio tra versione casalinga e versione da casa, il c.d. arcade perfect. E poi le conversioni da sala sono finite... le sale giochi sono finite... la sega è finita... un'epoca è finita... la mia gioventù è finita ;)

    Fra

    RispondiElimina
  75. Beh...eliminando il c64 di cui parlerai sicuramente in seguito (promesso doc?)....voto ad unanimità la Playstation 1, grazie alla quale ho inizato a scoprire il favoloso mondo cazzuto dei gdr: Final Fantasy VIII mi rimarrà sempre nel cuore!!! (ancora non continuo a capire perchè molti lo reputano il peggiore della serie...mah!)

    RispondiElimina
  76. Dè, vado pesantemente fuori norma! Considerando che non sono un antrista di primo pelo, anche se rasento ma non raggiungo gli -enta, voto però l'Xbox 360, per il motivo che mi sembra già scrissi tempo fa: i miei, pur accondiscendenti verso il mondo PC (ne ho avuti tre o quattro, gli ultimi due anche belli carichi ricordo), vedevano il mondo delle console con enorme sospetto per cui nisba. Raggiunta la maggiore età sono andato a stare da solo (per studio, non fuggivo dai genitori mangaconsole :-D) per cui i soldi mi servivano per mantenermi. Alle soglie dei trent'anni, quindi, una volta accesso un bel mutuo trentennale mi sono detto: "Debiti per debiti... vaffancuore!" e mi sono preso una Elite usata sulla baja a 120 euri. L'emozione del primo pad (escluso qualche pomeriggio da amici) a 28 annetti suonati, e ne è valsa la pena katzo!

    RispondiElimina
  77. Direi la prima Playstation, dopo il 2D dell'Amiga 500 (defunto e mai abbastanza compianto) il 3D era qualcosa di completamente nuovo per un moccioso com'ero io.
    Però sono indeciso tra la PS1 e il Gamecube, perché il GC è stata la prima console comprata coi miei risparmi assieme a Super Smash Bros. Melee e come minimo ci giocai per qualche centinaio di ore tra multi e singleplayer, senza contare le nottate passate con Metroid Prime poco tempo dopo.
    E poi il Gamecube era indistruttibile, probabilmente dovrebbe passarci sopra uno schiacciasassi per non farlo funzionare più. (anche se al tempo non ne ero al corrente e mi prese un colpo per colpa di un pirla che s'impigliò col piede ai cavi e tirò tutto con una grazia degna di un bisonte.)

    RispondiElimina
  78. Bè dai Sega Mega Drive su tutti l'unica console approdata a casa mia e l'unica rimarrà fino a che esisteranno giochi su pc!!

    RispondiElimina
  79. Super Nintendo a mani basse!!! Forse perchè non c'era ancora la pirateria...però ho ancora in testa quanto ho desiderato alcuni titoli (A link to the past e Secret of Mana su tutti) ma siccuome non ci avevo soldi che ero un pischellino all'epoca voto la PSP che mi ha dato la possibilità di giocarci comodamente anche nei momenti di riflessione (cioè al cesso). Quindi si voto PSP (con la modifica però).

    RispondiElimina
  80. Direi il SNES, non tanto perché è la prima console che ho avuto (se la gioca col DS, del resto), ma perché una tale varietà e qualità di titoli non si è più ripresentata. L'apice del 2D, punto.

    RispondiElimina
  81. Quando avevo l'Atariduemilasei, invidiavo mio cugino che aveva il NES. Quando avevo il SEGASATAAN, invidiavo il mio vicino di casa che aveva la Plèi. Quando avevo il Nintendosessantaquattro, invidiavo una mia amica che aveva tre Drìmcast, una per regione. Ora rimpiango amaramente tutte e tre. La tristessa.

    RispondiElimina
  82. La play one. È la sola a cui mi dedicai anima e corpo. Le altre furono solo un hobby...

    RispondiElimina
  83. Playstation, la prima, l'unica grigissima MIA veramente MIA console! Ricordo con la lacrimuccia le notti passate davanti a FF VII, Crash e Metal gear solid! Il madornale errore di venderla per comprarmi la PS2 mi tiene ancora sveglia la notte tra singhiozzi e incubi pieni di rimorso!!!

    RispondiElimina
  84. Playstation, la prima, l'unica grigissima MIA veramente MIA console! Ricordo con la lacrimuccia le notti passate davanti a FF VII, Crash e Metal gear solid! Il madornale errore di venderla per comprarmi la PS2 mi tiene ancora sveglia la notte tra singhiozzi e incubi pieni di rimorso!!!

    RispondiElimina
  85. Non saprei scegliere, in effetti...

    La mia prima da casa è stata il mega drive, con il suo fantastico shinobi, thunderforce 4 e gunstar heroes, giusto per citarne 4 dei miei preferiti.

    Il dreamcast è ancora oggi un amore di console, giochi che non avrei mai sognato e quei bei colori, saturi e piacevolissimi.

    Ma anche il GameCube è un ricordo indelebile - re4, metroid, eternal darkness (ahh..... ok finito, mi faccio la doccia), Viewtifull joe (ahhh.. seconda volta, che forza...).

    Però.. però il mio primo game boy è il PRIMO in assoluto, anche se mi ha reso quasi cieco :D

    Ho finito e rifinito tutte le sue cartucce, tipo gargolyles quest, super mario land, The Punisher: Ultimate Payback che finivo 3-4 volte di seguito conscendolo a memoria e accecato dal desiderio di essere the punisher...
    Poi scambiavi i giochi con gli amici, ce l'avevano TUTTI e insomma è stato un bel momento storico.

    RispondiElimina
  86. Ma si,faccio anch'io il modernista e voto la Xbox360.Che poi non e' vero che i giochi moderni non stimolano la creativita': tra Dark Souls e Super Meat Boy avro' inventato almeno duecento tipi di imprecazioni diverse.

    RispondiElimina
  87. Il PC Engine era fuori dalla mia portata perchè lo potevi avere solo ordinandolo per posta...e ho preso delle inCOOLate paurose facendolo con qualche cartuccia, figuriamoci una console. :I

    Mi sono consolato con un bel Megadrive, preso mettendo da parte i soldi facendo da garzone a mio nonnino muratore! Era il periodo in cui la Sega, per non farsi masticare e rigurgitare dalla nintendo che col suo Supernes spaccava culi qua e là, sfornava giochi paurosi! Miei Gunstar Heroes, Eternal Champion, Street of Rage 2, Thunder Force 4 etc etc...FIGATA NOSTALGICA!!!

    RispondiElimina
  88. Che bello, che bello! Non sono l'unico pischello che aveva un game gear(ello), e che ci ha giocato fino allo sfinimento... e anche se i giochi erano mediamente cessi, ci ho passato le notti!

    RispondiElimina
  89. Nel lontano 1978 (avevo 4 anni), l'Ingegnere, al ritorno dal Giappone, aveva con sè un marchingegno nero con un inserto in radica e un mucchio di levette, assieme a quello c'erano anche un trasformatore con presa giappa che letteralmente iniziava a bollire dopo un'oretta, uno strano coso nero a punta con un bottoncino rosso alla base, due affari a rotella legate da un solo cavo (il paddle, devo ancora scoprire quali giochi fossero funzionanti con il paddle a distanza di 34 anni) e una cartuccia dove si vedevano alcuni aerei stilizzati con scritto su "Combat". Ecco, quello è stato il primo approccio con l'Atari VCS, indimenticabile. Avevo una media di 8-9 coetanei per casa a pomeriggio per i successivi 4 anni...

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  90. Solita domanda assassina. Diciamo che son sempre stato per i pc e l'unica console che possiedo fisicamente è il DS; appurato questo, andiamo di rewind.
    Potrebbe essere l'Atari 2600, perchè ce l'aveva un amico mio e il pomeriggio ci andavo correndo, ma correndo proprio come se mi inseguissero i cani. Una volta credo stesse per fondere dopo una maratona folle di Pac-man.
    Potrei dire il NES, perchè ce l'aveva un cugino mio e quando si andava a trovare mia nonna, in realtà io andavo per il NES (il cugino abitava a poche centinaia di metri da mia nonna).
    Potrei dire PSX o PS2, perchè era il periodo in cui le console funzionavano come console e avevano giochi da console e non c'era il multiplayer online e si andava addirittura a casa della gente, a giocare. A fare le nottate per finire Resident Evil o Silent Hill tutto d'un fiato.
    Però sceglierò lo SNES. Sfide furibonde a Super Mario Kart e Street Fighter 2; i giochi di calcio della Konami quando ancora non si trattava di PES 2142; la continua ricerca di cassette usate nei mercatini delle pulci, o una rete fisica di scambi, in cui gente in carne ed ossa si passava solidi cartuccioni di plastica.

    RispondiElimina
  91. La mia console per eccellenza è LA playstation. :P

    RispondiElimina
  92. Ecco, mi hai costretto a una camminata della memoria (vagabondaggio a piedi, che quelli posso permettermi, nei luoghi accessibili dei ricordi consolosi) dalla quale son tornato più povero di diversi euro e più ricco di diversi libri, tra i quali un'altra edizione di Pinocchio.

    RispondiElimina
  93. Il mio cuore videoludico ha i ventricoli equamente divisi per due console: Il MegaDrive e il DreamCast.

    Il primo è stata la mia console dell'infanzia, quella con Sonic che andava ai 300 all'ora sullo schermo. Quella dei pomeriggi passati a sfidarsi in multiplayer a Golden Axe in modalità Duel oppure a giocare a Topolino, perchè Castle of Illusion era una figata. E poi tutti gli scambi di cartuccioni a scuola con gli amici...momento nostalgia.

    Poi venne la PSX, ma c'era comunque qualcosa che mancava e allora ecco lì che esce il Dreamcast ed ecco li che mi trovo di nuovo infognato come quand'ero bimbo a giocare a tutta una sequela di giochi come i 2 Shenmue, i Virtua Tennis, Daytona...

    Il più grande rimpianto è proprio averlo venduto, il Dreamcast. Il Megadrive è ancora in casa dei miei. E prima o poi me lo vado a riprendere che ho voglia di rigiocare a Rocket Knight Adventures.

    RispondiElimina
  94. L'Atari.

    C'era quella pubblicità sotto Natale, con i due ragazzini che alla fine sbavano davanti alla vetrina, con la frase reclame:

    "ATARI... MAGARI"

    Erano le parole della VE-RI-TA'!

    Lo sapevi, mentre ti guardavi allo specchio, lo sapevi: avresti cacciato la tua prozia e tutti quei centrini all'uncinetto che faceva, vigorosamente sotto un treno, per l'Atari!

    Che poi l'hai fatto, ora non ricordi se per l'Atari o fu piacere personale, ma comunque non è questo il punto, torniamo alla discussione console...

    RispondiElimina
  95. Cercando di tenere a freno il mio lato Amighista (aspettando il futuro articolo che Doc ha promesso sugli home computer) direi la prima Pléi.

    Ricordo infatti i pomeriggi trascorsi a casa tra tornei a Tekken 2 con gli amichetti, le ore piccole per il primo Resident Evil e la scimmia per FF VII e uh... la serie Super Robot Taisen.

    RispondiElimina
  96. GameBoy ciccio senza ombra di dubbio.
    Non ci perdi 5 anni della tua vita sopra se non lo ami.

    Della plei amavo più che altro i giochi masteriz.. ehm "presi in prestito alle case videoludiche".

    RispondiElimina
  97. La mia prima console l'ho avuta alla tenera età di 28 anni,quando ho potuto comprarla finalmente da solo, con i soldi frutto del mio lavoro. La mia genitrice ha preferito comprarmi, da piccolo, un commodore 64 in modo che imparassi ad usare il PC (lungimirante).

    quindi voto la Xbox 360!

    RispondiElimina
  98. Il primo gameboy advance, color argento, usato così tanto da averlo letteralmente sverniciato intorno ai tasti a suon di ditate. Poi si ruppe lo sportello della batteria, e poi la freccetta destra della croce direzionale.
    Poi venne un SP, e i miei occhi ringraziarono per la retroilluminazione, ma non era la stessa cosa.

    RispondiElimina
  99. su due piedi dico SNES: i giochi su cui ho perso più ore sono stati SF2Turbo e SuperMario 3.

    RispondiElimina
  100. Il Nintendo 64, senza dubbio. Per diverse ragioni: in primo luogo il pad, che ho sempre trovato fantastico, e poi per certi giochi come Goldeneye, Perfect Dark, Zelda e Banjo-Kazooie. Goldeneye, a quei tempi, fu una sorpresa fantastica...

    RispondiElimina
  101. Non chiedetemi come ne sono venuto in possesso, però la mia primissima console è stata la mitica Commodore TV Game 2000K/3000H (1975). Quanto mi piaceva girare la rotellina di selezione dei giochi... che poi era sempre pong con l0unica differenza che aumentavano le racchette! E avevo pure il REVOLVER per sparare al quadratino stile Duck Hunt!

    RispondiElimina
  102. Paolo Pugliese23 gennaio 2012 01:15

    Vado fuori contesto e fuori concorso. Sul filo dei miei ricordi di ex-13enne dei primissimi anni '80, direi che la consolle che mi è rimasta di più nel cuore è stata l'Intellevision della Mattel. Tutte le altre stanno a zero. Lì ci ho giocato i primi Advaged Dangeus and Dragons, Triple Action, Burgertime, Utopia, Red Baron e tanti altri che i pischelli di oggi PSPdipendenti manco si possono immaginare...

    RispondiElimina
  103. questo sicuramente! xD

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=MBLJXvKDijM

    RispondiElimina
  104. Allora, dopo il C64 la mia prima console è stata un Nes, ma è dal Megadrive che è nata la mia vera passione per Sega, comunque, la mia console del cuore è senza dubbio il Saturn.

    RispondiElimina
  105. Storia simile. Primo numero di Zzap! acquistato (quello con International 3D Tennis in copertina, mi pare), recensione di PC Kid. Mai sentito parlare di PC-coso, Zzap era la rivista di C64 e Spectrum e poco ma sicuro quella non era la grafica di uno Spectrum, quindi...
    Come no. Da li anche per me anni di salivazione e rosicamento, fino a quando, lustri dopo, ho soddisfatto quella voglia.
    PCE anche per me, quindi?
    No, io dico Dreamcast. Perché si.

    RispondiElimina
  106. alla fine credo che la mia console del cuore sia ancora la PS2... più che altro perchè è stato un regalo di natale "da bimbo" fattomi dalla mia famiglia fuori tempo massimo (navigavo per i trenta...) e per questo inaspettato e apprezzatissimo :). Ancora adesso ho una marea di titoli da finire su PS2 e ogni tanto la guardo con nostalgia mentre mi appresto ad accendere la sua sorella maggiore.

    RispondiElimina
  107. Io son passato dallo ZX Spectrum nel 1983 (tuttora funzionante) al Gameboy nel 1991 (tuttora...non saprei finchè non ci rimetto le pile) alla PS1 regalatami qualche anno fa da un'amica che la stava buttando via e -se valgono le portatili- al Gameboy Advance (col quale faccio sempre una partita a Zoo Keeper prima di addormentarmi) e alla PSP. In tutto questo marasma direi che sono piu affezionato al GBA.

    RispondiElimina
  108. Il leggendario Super NIntendo!!!

    RispondiElimina
  109. Spiace ma la Play(la vera,fantastica,inimitabile) Play rimmarrà sempre nel mio cuoricino di videogiocatore ç_ç

    RispondiElimina
  110. N64 perché poter giocare in 4 a goldeneye o diggy kong racing è stata la fine della mia carriera universitaria.

    RispondiElimina
  111. Assolutamente Mega Drive II! Un design che era arte allo stato puro, giochi del calibro di Sonic 2, Virtua Fighter 2, ISS Deluxe e The revenge of Shinobi! Senza contare il fatto che andava a cartucce! Come dimenticare le custodie in plastica, i labels ed i manualini orizzontali?
    Ancora prima della Dreamcast, il meraviglioso MD!!!

    RispondiElimina
  112. La mia console preferita ė stato il super Nintendo e anche l'Amiga .

    RispondiElimina
  113. di testa Playstation grigia, rettangolare, massiccia e con l'ottica dalla parte sbagliata :D
    di cuore AMIGA..CD32 of course (chi se la ricorda?)
    anche se il Sega Saturn e il NEOGEO mi facevano sbavare alquanto

    RispondiElimina
  114. Sega Dreamcast...se anche tu nel 1999 hai visto dalla vetrina di un negozio in centro Sega Rally 2 girare su una console,e il natale dello stesso anno rincontri l'amore della tua vita più veloce più cool e più incazzato dopo anni(Sonic),non puoi evitare tale risposta...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails