mercoledì 6 luglio 2011

33

Infamous 2: super-eroi con super-problemi. Seri

"Tanto c'ho Enel tutto compreso"
Quando eri ragazzino, giocavi a Pitstop 2 sul Commodore e sognavi di poter avere dei videogiuochi in cui le montagne non fossero solo lo sfondo del presepe, laggiù, inavvicinabili, ma un ambiente in cui girare e correre e fare le penne anche con la macchina come Celentano. E poi un giorno quei giochi sono arrivati. Quando eri ragazzino, nutrivi a monetine il cassone di Rolling Thunder nella sala giochi dietro la Ragioneria e immaginavi un futuro che ti permettesse di entrare nei palazzi di quei mondi, sparare dalle finestre, lanciare i raudi dal terrazzino. E anche quel futuro poi è arrivato. Quando eri ragazzino, leggevi come adesso un casino di fumetti Marvel e pensavi a un gioco in cui potessi essere in tutto e per tutto un eroe come quello dei giornalini della Corno di Luciano Secchi. E beh, quello lo stai ancora aspettando […]
La malvagità di un uomo che non deve chiedere mai
Il primo InFamous era un gioco molto lento a ingranare e con un protagonista con il carisma pari a quello di una blatta. Ma una volta che ti abituavi alle scarpinate eterne e che i nuovi poteri ti rendevano un minimo (ma giusto un minimo) meno indigesto attraversare per l'ennesima volta quel posto dimmerda di Empire City, ci prendevi un po' di gusto. Per tipo tre secondi, perché poi ti rendevi conto di quanto tutto fosse sempre uguale, i nemici sempre di un paio di tipi al massimo, i boss pezzenti, la storia LOL. Con InFamous 2 i ragazzi di pugnosucchiante hanno provato a risolvere parte di questi problemi. Prima di alzare chiaramente bandiera bianca su alcuni fronti.
Il vortice ionico dove coglie coglie
E' più facile andarsene in giro in inFamous 2, tanto per iniziare. Perché parti già bello elettrico (ah-ah!), rimedi la carica dappertutto e seguire i fili dei tram, come in quella canzone di Baglioni, è più semplice che attaccarsi ai binari come nel prequel. Binari che ti portavano sempre e solo a fare in culo. Il resto, invece… beh, il resto niente. Ché le migliorie considerabili davvero tali si fermano praticamente qui.
La fase Uncharted: uno dei tanti look provvisori di Cole che hanno intasato il cestino degli sviluppatori
Parliamo del protagonista? Ma sì, parliamone. Tanto si fa presto. Dopo aver dimostrato un'invidiabile chiarezza d'intenti al riguardo, CAMBIANDO DIECIMILA VOLTE faccia a Cole MacGrath in corso d'opera, Sucker Punch se n'è uscita alla fine con questo:
generic_sticazzi_guy.jpg
Un Jason Statham dei poverissimi, con un'espressione da muratore dell'Est, che non si capisce bene che diavolo voglia, che stia facendo e perché lo stia facendo. E che missione dopo missione vede i tatuaggi moltiplicarsi sulle proprie braccia. Ché a lui evidentemente piace, quando completa una tacca del karma, andare a farsi fare un tatuaggetto. Chi te lo dice.
Alla base del primo inFamous c'era tutto questo tema del Bene e del Male, una pippa sull'evoluzione dell'eroe un po' grossolana per i tempi, praticamente modernariato oggi, quando ogni avventura con elementi GdR e sua sorella ti propongono di giocare al buono o al malamente. inFamous 2 riprende quell'elemento di base, rendendolo ancora più grossolano e posticcio. Per farla breve, Cole dovrà scegliere se allearsi (e no, non è uno spoiler: c'è pure nelle pubblicità del gioco) con la malvagia Nix o con la benevola Kuo. Nel primo caso devi seguire una tizia, uh, tutta rossa, le cui missioni sono indicate da puntini rossi, che controlla il fuoco perché è rosso pure quello, e che quindi è caliente, fa le battute zozze, si atteggia a zoccola. Nel secondo con una tizia tutta blu, le cui missioni sono indicate da puntini tutti blu, che controlla il ghiaccio (il ghiaccio quello blu), e che quindi fa tutta la fredda, molto posata, una ragazza di buona famiglia, strano non si sia ancora trovata un fidanzato alla sua età, signora mia, sarà mica lesbica.  

Vedi anche
Oppure
Non è tutto. Perché anche partire da una stronzata del genere, anche mandare giù una caratterizzazione da cartone animato degli anni 30, con l'angioletto buono su una spalla e il diavoletto sull'altra, poteva starti bene, se non ci abbinavano una distinzione tra Bene e Male da telenovela argentina e dei dialoghi in tinta. Quando nella tua partita hai scelto Kuo (giusto perché i poteri del ghiaccio erano più fighi), Nix si è messa a urlare. "Ma come?", diceva, "dopo tutto quello che abbiamo passato insieme?". Ma chi cazzo ti conosce, bella, che sei saltata fuori solo due missioni fa?
La bontà di un uomo che non deve chiedere mai
Tu vuoi essere un super-eroe che ferma al volo un aereo di linea che sta per schiantarsi giù in centro. Vuoi essere un super-cattivo che lancia sui propri nemici un'intera, fottutissima nave da carico o li accartoccia in un ponte di ferro. Non te ne frega niente di avere dei poteri carini o di poter fare le combo uattà con una mazzarella a forma di diapason se poi devi affrontare sempre e solo quattro poveri stronzi identici. Non te ne frega niente di poter scegliere tra la via della Forza e quella del lato oscuro, se nel primo caso si tratta di disinnescare delle cazzo di bombe sempre uguali, e nel secondo di UCCIDERE DEI MIMI O DEI SUONATORI DI BONGHI (no, sul serio). Perché questo dovrebbe essere un gioco di super-eroi, non un libero adattamento di Parco Sempione degli Elii.
"E allora ti insegnerò a suonare la Formula 1…"
Come il suo predecessore, inFamous 2 è un gioco che per i tuoi standard affoga presto nella noia. Sono missioni pallose che non ti invogliano per niente a guardare la bella città (perché New Marais a Empire City non se la vede proprio, va detto) che hai attorno. Farebbero eccezione quelle in cui devi assaltare una qualche base nemica, non fosse che ti ritrovi circondato tempo zero da tizi che agitano la pistoletta alla rinfusa, tutti addossati uno all'altro come i cacciatori di Fantozzi, nel bel mezzo della fiera campionaria del respawn selvaggio.
Il prossimo DLC sarà ambientato a Hill Valley. La Hill Valley del 1955
Ed è un peccato. Perché se gli togli tutto questo, assieme a quella fisica calamitata che rende un inferno saltare da un elemento a un altro su un tetto se ce n'è vicino un terzo che il gioco gli preferisce, assieme ai bug dell'incartamento moonwalko un po' in ogni dove, e a quel modo ridicolo di arrampicarsi sui palazzi, e una storia che inizia con l'arrivo della Bestia e continua per ore a dirti solo che sta cazzo di Bestia sta arrivando e tocca esser pronti
(quando alla fine la Bestia non è neanche questa)
se glielo togli, inFamous 2 potrebbe essere un bel gioco. Per quel che ne resta. 


POST CORRELATI
inFamous (nel 1986)

33 commenti:

  1. E pensare che nel forum videogamoso dove sono io (eurogamer) lo incensano tutti =_=

    Cmq la foto della(e) Cortellesi è geniale ^_^

    Cmq io di sti giochi dove devi scegliere tra bene e male come 2 schemi fissi immutabili mi sto rompendo le balle.

    Voglio dire, mi appassionò con KOTOR sta cosa, ma sono passati i suoi annetti no?

    Molte volte la passano ancora come una feature da sbandierare, quando ormai dovrebbe essere superata.

    Uno dei pregi di Mass Effect, ad esempio, è proprio quello di superare il dualismo bene/male per mettesti davanti a scelte + fini e politiche, essenzialmente al binomio leghista/europeista, che è già un'altra cosa...

    RispondiElimina
  2. Bof, un altro giocone-che-tanto-compreranno-tutti-esaltandolo-lo-stesso.

    RispondiElimina
  3. In effetti questa storia della moralità versione bimbo buono o teppistello funziona solo per il potenziale che avrebbe, ma che di fatto non hanno mai davvero sviluppato.

    RispondiElimina
  4. Risatissima al momento "Parco Sempione verdemarrone dentro la mia città..." ottimo! Infamous ha un nome che è tutto un programma, pur non possedendo una PS3 sono riuscito a scroccar...a giocare la demo del primo, non mi piacque per nulla.Mi sembrò una merdata come Prototype, un gioco talmente noioso che L.A. Noire al confronto è frizzantissimo.
    Ma un gioco con dei supereroi in free roaming figo esiste? Esisterà?

    RispondiElimina
  5. Finché c'è vita c'è speriamo.

    RispondiElimina
  6. Di free roaming figo con supereroi ho giocato solo Ultimate Spiderman. Tolta la storia infantile, qualche minuto di sano divertimento te lo regala.

    RispondiElimina
  7. Mitica la foto della pubblicità della Cortellesi. :D Infamous è un gioco che mi ha sempre ispirato pochissimo, sul design del personaggio-col-monospalla da primi 2000, Doc mi trovi pienamente d'accordo. Secondo me, chi ha motivo di difenderlo è solo perché è fortemente sonaro (e mi sa che qualcuno dovrebbe cambiare forum)!

    RispondiElimina
  8. @Helldorado: Non è certo fighissimo, ma vale comunque la pena di provare un giro a Crackdown, praticamente un supermario badass che gira in una città sandobx.

    RispondiElimina
  9. Io ancora devo iniziare il primo che ho tirato giù aggratis grazie al programma Welcome Back, ma così mi fai passare la voglia.
    Non che prima ce ne fosse chissà quanta, che a vedere screenshot sparsi mi sembrava che il piattume scorresse vivido in lui.

    RispondiElimina
  10. Oh, a me è piaciuto. Come il primo, del resto. Sarà che sono sonaro. Boh.

    RispondiElimina
  11. Crackdown il primo, però.
    Che nei suoi limiti era discretamente divertente, quando giocavi a fare Hulk.

    RispondiElimina
  12. Rassegnamoci: sarà che il cervello mi è esploso con la Brit Wave ma è deprimente vedere come vengono trattati i supereroi negli altri media: bene-male, mascella squadrata-capelli a punta, tuta rossoblù-tuta verdeviola, aiuta la polizia-rapina la banca. E' tutto così Unbreakable.

    E io che vorrei un bell'action politico di Authorithy: seguire gli ordini del presidente e far saltare in aria la Libia o affrontare Seth Angus Billy Cletus Bubba Jamie Clement Callum Cowie il "burino da sei miliardi di dollari"?

    RispondiElimina
  13. Meenghia! Dimenticai Crackdown! E' vero è un buon gioco, però non è un vero è proprio supereroe, in senso stretto. Voglio la tutinaaaaa!! :D

    RispondiElimina
  14. La foto della Cortellesi mi stava uccidendo. :)

    RispondiElimina
  15. Iniziavo a temere di esser l'unico a non aver digerito le arrampicate sui palazzi nel primo Infamous, soprattutto mentre mi sparavano.

    In certi momenti mi sono sorpreso a rimpiangere le corse pazzerelle di Prototype, l'unica cosa che mi ha effettivamente esaltato di quel gioco.

    Per il look spezzo una lancia a favore: se penso che avrebbero potuto inserire un tizio con frangia e ombretto da emo, preferisco quello attuale.

    Comunque che altri titoli se la contendono (o meglio, superano) con questo Infamous? Perché sto iniziando a sospettare i motivi per cui venga tanto idolatrato dalla massa.

    RispondiElimina
  16. Più leggo l'Antro e più mi faccio l'idea che il 70% dei VG per console hanno uno ed un solo target: i bimbiminkia... ;)

    RispondiElimina
  17. Però, tanto per dire, bugs del genere credo valgano da soli il prezzo del videogame... :D

    http://www.youtube.com/watch?v=s-odLz3np58&feature=related

    RispondiElimina
  18. Marte: non facciamo i soliti talebani pcisti, per cortesia.

    Il Giubba: ecco, bravo, ché quello era l'UNICO aspetto decente di Prototype.

    RispondiElimina
  19. Ok, magari adesso sarò passibile di spernacchioni-frizzi-&-lazzi di ogni genere per questo, ma...
    A me sia InFamous che InFamous 2 SON PIACIUTI PARECCHIO!!!! ( li ho pure rigiocati per vedere le differenze di "condotta" del buon Cole...)

    Adesso insultatemi pure, ma non troppo grazie! :))

    RispondiElimina
  20. Qui si è per il rispetto delle tesi altrui e per la toll... te però te le cerchi, correttore.

    RispondiElimina
  21. Ahahahahahahah!! Massì, tanto qua siam tutti gente tranquilla.

    RispondiElimina
  22. Per me è un gioco "infantile".

    RispondiElimina
  23. Eccomi!!! :D

    http://www.ilpost.it/files/2011/08/talebani-computer.jpg

    RispondiElimina
  24. Per correttezza aggiungo che il primo Infamous mi è piaciuto, sebbene in effetti l'idea del supereroe non sia sviluppata un granché bene.
    Detto questo ho trovato Prototype nettamente più divertente di Crackdown, relativo seguito e Infamous stesso.
    Storia dimmerda, grafica che usa un paio di tonalità (il grigio e il rosso), boss finale infame e assoluta impossibilità di menare mostri salvaguardando civili.
    Detto questo il gioco era in grado di farti sentire davvero un poderoso figlio di pu.... (aprire un carroarmato con i cazzotti fa sempre piacere, agganciarsi ad un elicottero in volo anche di più, sfrecciare sui muri e fare megasalti dai tetti poi...)

    RispondiElimina
  25. Spezzo anche io una lancia in favore del primo inFamous, e una mezza lancia in favore di questo seguito:
    Non capisco perché la storia del primo capitolo venga considerata LOL quando per una volta non è la solita cosa: c'è il super-cattivo nato dal super-incidente che tenta di ammazzare la ragazza del super-buono per arrivare a lui e bla bla bla.
    Cole, inoltre, svolgeva -sempre secondo il mio modestissimo parere- il suo ruolo egregiamente: un tipo qualsiasi che si trovava con dei superpoteri e una supersfiga, che mandava praticamente tutti a farsi fottere.
    Poi oh, sul "parkour" del nostro ci sarebbe da discutere, ma perlomeno è un qualcosa che richiede più del tener premuto un tasto stile Prototype o Assassin's Creed: sarà palloso (de gustibus), ma incoraggia il giocatore a studiare un percorso di movimento anziché andare dritti e finita là.

    Il seguito invece manca dell'umiltà con cui si è presentato il primo: tutto sembra posizionato come se fosse in un museo: bello esposto come a dirti "HAI VISTO QUESTO? E' NUOVO! NON POTEVI FARLO NEL PRIMO!", ed è evidentemente tutto "tirato via" dopo le prime interessanti ore in cui ci provano, a sviluppare buoni e cattivi, salvo poi giungere di botto alle sequenze finali.

    RispondiElimina
  26. @Yevon: a me piaceva il modo in cui ci si spostava tra i palazzi o sui cavi, quello che mi dava problemi erano le arrampicate (soprattutto se si era di fretta), ero impedito io o non c'era davvero un modo per rendere tutto più fluido?

    @Nababbo: anche a me di Prototype sono piaciute diverse cose, ma la trama non riescono proprio ad approfondirla senza farci sorbire tutti quei flashback/visioni/trip?

    Io dopo un po mi son rotto di andare in giro ad assimilare della gente per ottenere filmati confusi con voci in sottofondo.

    RispondiElimina
  27. Tu pensa che la storia dell'assimilazione per i flashback me l'ero bellamente scordata ;) (per dire quanto mi sia piaciuta)

    RispondiElimina
  28. Bella recensione...divertente come sempre!Due cose Doc: Hai comprato Shadow of the Damned? sarei curioso di sentire la tua opinione.
    Prossimo gioco Deadly Premonition?

    RispondiElimina
  29. Il prossimo è F3AR.
    Deadly Premonition proprio alla fine, proprio se devo.

    RispondiElimina
  30. Io devo ancora giocare il primo. L'ho preso con il welcome back, ma non riesco a trovare la voglia di giocarci. Anche perchè ho come alternativa Darksiders, che credo sia molto meglio di Infamous.

    RispondiElimina
  31. mi ha deluso... ma un sacco veramente!

    RispondiElimina
  32. Meno male che gli hanno cambiato quella faccia da i'mfuckingsexycoolguy, non si addiceva a un personaggio di street fighter x tekk... D'OH! pure lì! dopo Kratos tocca a Cole... in soul calibur V per ps3 avremo nientemeno che sackboy, immagino.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails